Alexis Arquette, morta lʼattrice e attivista transgender

immagini.quotidiano.netSi è spenta Alexis Arquette, 47enne sorella degli altri attori David, Rosanna e Richmond. Nato con il nome di Robert, nel 2006 ha scelto di diventare donna. Fervente attivista per la difesa dei diritti della comunità tran, ha partecipato a numerosi film come “Pulp Fiction”, “Ultima fermata a Brooklyn” e “Primo o poi me lo sposo”. La causa della morte non è stata ancora rivelata. E’ stato il fratello Richmond a postare la notizia della morte di Alexis su Facebook: “Nostro fratello Robert, che poi è diventato nostro fratello Alexis, che poi è diventata nostra sorella Alexis è morta questa mattina, 11 settembre, alle 12.32. Era circondata da tutti i suoi fratelli, una delle sue nipoti e tanti dei suoi cari. Le abbiamo fatto ascoltare della musica: è morta durante Starman di David Bowie. Secondo le sue ultime volontà, abbiamo festeggiato nel momento in cui è passata a un’altra dimensione”.
“La sua carriera è stata interrotta bruscamente – hanno dichiarato i fratelli Arquette – Non a causa della sua morte, ma per la sua decisione di vivere fedele a se stessa, come una donna transgender. A parte il fatto che ci sono pochissimi ruoli per gli attori trans, lei ha sempre rifiutato di interpretare ruoli che erano stereotipi umilianti dei trans. E’ stata invece una punta di diamante nella lotta per l’accettazione e la comprensione di tutti i trans. Alexis è nato come Robert, nostro fratello. Lo abbiamo amato sin da quando è arrivato, ma lui è diventato più di un fratello, è stato infatti un maestro. Quando è diventato donna, ci ha insegnato la tolleranza e l’accettazione, ci ha mostrato cos’è il vero amore”.
Sullo schermo ricordiamo Arquette anche in “Amici per gioco, amici per sesso” e “La sposa di Chucky”. Il passaggio da Robert Arquette ad Alexis è narrato nel documentario “Alexis Arquette: She’s My Brother”, presentato al Tribeca Film Festival nel 2007.

Alexis Arquette, morta lʼattrice e attivista transgenderultima modifica: 2016-09-12T22:54:34+02:00da cristina_a2016

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.