Madre in carcere, papà marittimo: dodicenne molestata dal nonno. La confessione durante i colloqui

3639906_1948_violenza_sessuale_su_bambinaSorrento. La madre è in carcere, il papà marittimo è imbarcato e il nonno abusa della nipote di appena 12 anni. I fatti risalgono al 2015 e si sarebbero verificati in un appartamento della Penisola Sorrentina. «Mi toccava dappertutto, mentre facevo i compiti e mentre dormivo» ha raccontato la ragazzina dopo aver subito molestie per un anno intero.
Quel racconto è stato riferito in aula stamattina dalla madre (testimone al processo) che, dopo un colloquio telefonico con la figlia, decise di denunciare direttamente dal carcere.

A processo, dinanzi al tribunale di Torre Annunziata, c’è il nonno della ragazzina, insieme alla nonna – che avrebbe nascosto gli abusi – e al papà, che non sarebbe intervenuto in tempo per bloccare le orrende attenzioni dell’anziano genitore sulla adolescente.

Madre in carcere, papà marittimo: dodicenne molestata dal nonno. La confessione durante i colloquiultima modifica: 2018-05-09T18:34:14+02:00da cristina_a2016

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.