Coronavirus, Michelle Hunziker: “Mi manca tanto mia mamma… Non lasciamoli soli”

Alterna siparietti simpatici e divertenti a riflessioni malinconiche in un susseguirsi di emozioni. Michelle Hunziker sta vivendo la sua quarantena famigliare a Bergamo, città di suo marito Tomaso Trussardi, particolarmente martoriata dall’emergenza coronavirus. La showgirl cerca di sdrammatizzare raccontando la sua vita domestica, ma poi non resiste e confida: “Mi manca molto mia mamma… anche fisicamente”.

mk-768x404

E’ rintanata in casa con Tomaso, le bambine Sole e Celeste, la primogenita Aurora Ramazzotti, il fidanzato Goffredo e l’amica Sara Daniele. I ragazzi e le piccole la tengono impegnata e le strappano sorrisi, ma la Hunziker non può fare a meno di pensare alla mamma lontana che in questo momento può abbracciare solo virtualmente.

“Non vedo la mia mamma da almeno 20 giorni… Si è giustamente tappata in casa come tutti ed è a rischio a causa della sua età. Abbiamo evitato qualsiasi possibilità di contagio per lei… Mi manca tanto e i miei pensieri vanno quotidianamente a tutte le persone che stanno facendo questa quarantena sole tra le mura delle proprie abitazioni” scrive Michelle in un lungo post a corredo di una foto di mamma Ineke con la nipotina. “Cerchiamo di chiamare tutti i giorni i nostri amici e i nostri parenti che hanno davvero tanto tempo per pensare e per rimuginare… mettiamolo in agenda, tanto non abbiamo appuntamenti in questo periodo! Almeno due o tre al giorno” è l’impegno che consiglia la showgirl.

“Non facciamoli cadere nello sconforto. Cerchiamo tutti di farli ridere e di distrarli il più possibile… è fondamentale. Loro non hanno nessuno da abbracciare o da baciare in casa… passerà!!! Pian piano torneremo alla socialità, allo stare insieme… forse in maniera diversa non lo so, ma saremo sicuramente tutti profondamente cambiati dentro… IN MEGLIO. Vi voglio bene” conclude.

Coronavirus, Michelle Hunziker: “Mi manca tanto mia mamma… Non lasciamoli soli”ultima modifica: 2020-03-23T19:44:11+01:00da cristina_a2016

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.