“Ciribiribì Kodak”, abbattuta la casa dell’attore del celebre spot: inutili gli appelli in tv

Gli appelli in tv, la solidarietà di amici e della comunità di Poggioreale non sono serviti a niente. La casa di famiglia di Davide Marotta, l’attore napoletano, interprete di molti film e spettacoli teatrali, è stata abbattuta. Marotta si era rivolto anche a Pomeriggio Cinque, su Mediaset, nel tentativo di far tornare indietro sui loro passi i magistrati che hanno deciso l’abbattimento, nonostante Marotta abbia vinto un ricorso al Tar.

7068331_22110845_abbattimento_casa_marotta

Grande dolore
L’attore, negli anni Ottanta divenne celebre per lo spot della Kodak, in cui interpretava un alieno che chiedeva solo rullini, dicendo Ciribiribì Kodak, che poi divenne un tormentone. Il casolare ottocentesco che Marotta ha acquistato e ristrutturato negli anni ’90 è stato tirato giù, provocando un’enorme sofferenza all’attore, al fratello ed all’anziana madre, che dopo i ripetuti appelli al sindaco di Napoli ed anche alla premier Meloni, non ha avuto la forza di commentare la tragedia.

Pezzo di vita
Davide Marotta ha raccontato ai microfoni Mediaset, il valore affettivo che lo legava alla casa dove è nata e cresciuta tutta la sua famiglia e nei giorni scorsi, circondato da tanto affetto, ha fatto un sit-in davanti allo stabile, chiedendo di sospendere l’abbattimento ed un segnale di vicinanza da parte delle istituzioni di Napoli. Nel 2017 l’attore vinse il ricorso al Tar nei confronti del Comune di Napoli per presunti abusi edilizi.

“Ciribiribì Kodak”, abbattuta la casa dell’attore del celebre spot: inutili gli appelli in tvultima modifica: 2022-11-22T20:16:23+01:00da manuela_man27

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.