20200510_103734

 

 

Le mele fanno bene:

 

Biancaneve si è strozzata. 

 

Guglielmo Tell ha quasi ammazzato il figlio.

 

Eva ci ha sputtanati.

 

Steve Jobs ci ha rincoglioniti.

 

 

 

ultima modifica: 2020-05-11T09:47:01+02:00da MAGNETICA_MENTE.2017

6 pensieri su “

  1. Te, mela,
    voglio
    celebrare
    riempiendomi
    la bocca
    col tuo nome,
    mangiandoti.
    Sei sempre
    nuova come niente altro,
    sempre
    appena caduta
    dal Paradiso:
    piena
    e pura
    guancia arrossata
    dell’aurora!
    Quanto difficili
    sono
    paragonati
    a te
    i frutti della terra,
    le uve cellulari,
    i manghi
    tenebrosi,
    le prugne
    ossute, i fichi
    sottomarini:
    tu sei pura manteca,
    pane fragrante,
    cacio vegetale.
    Quando addentiamo
    la tua rotonda innocenza
    torniamo per un istante
    ad essere
    creature appena create…
    Io voglio
    un’abbondanza totale,
    la moltiplicazione
    della tua famiglia,
    voglio una città,
    una repubblica,
    un fiume Mississipi
    di mele,
    e alle sue rive
    voglio vedere
    tutta
    la popolazione
    del mondo
    unita, riunita,
    nell’atto più semplice che ci sia:
    mordere una mela.
    (Pablo Neruda, da “Ode al vino e altre odi elementari”)

    É il mio poeta preferito da una … vita, spero ti sia piaciuta questa sua ode. ^______^

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).