Generalità sulla rimozione amalgame

Generalità sulla rimozione amalgame

L‘amalgama dentaria è composta da Mercurio, Argento, Stagno, Rame e Zinco. Una otturazione dentale in amalgama contiene mediamente 440 mg di Mercurio e può rilasciare ogni giorno parte di questo mercurio per fenomeni di abrasione (durante la masticazione), corrosione e disgregazione elettrolitica all’interno della cavità orale. I sali dei cibi, le acque gassate, gli acidi alimentari incrementano ulteriormente la disgregazione dell’amalgama dentaria. Il mercurio rilasciato parzialmente si deposita nei tessuti cellulari della cavità orale oppure viene eliminato attraverso le urine e le feci e inquinando l’ambiente. Il mercurio può essere posto in relazione a tossicità cellulareneurotossicità con conseguenti malattie neurodegenerative, immunotossicità, danni a carico del sistema endocrino, rischi relativi alla fertilità e allo sviluppo embrionale. In Svezia, Danimarca e Norvegia è bandito l’uso dell’amalgama per le otturazioni dentali. In Italia è solamente controindicata nelle donne incinte e nei bambini.
Generalità sulla rimozione amalgame

Motivi per cui avete l’acne sulla schiena e come tentare di prevenirla!

Motivi per cui avete l’acne sulla schiena e come tentare di prevenirla!

Ci sono tre fattori principali che contribuiscono all’acne. Le ghiandole sebacee iperattive, le cellule morte della pelle in eccesso e una crescita eccessiva di batteri, che causano l’acne, possono combinarsi per creare una anomalia in qualsiasi parte del corpo. Sfortunatamente, la schiena è particolarmente soggetta a problemi di pelle.

“La pelle sulla schiena è estremamente spessa, quindi il rischio di pori ostruiti è molto alto”, ha affermato su Marie Claire la dermatologa Dr. Justine Kluk.

Secondo Verywell Health, la metà superiore del corpo ha anche più ghiandole sebacee che la metà inferiore.

I prodotti che usi sui tuoi capelli potrebbero causare anomalie sulla pelle della schiena.

Avere a che fare con l’acne sul viso può essere abbastanza frustrante, ma per la schiena e le spalle è più difficile nasconderla e d’estate è una vera lotta con bikini e canotte.

Proprio come gli oli naturali del corpo possono bloccare i pori e portare ai brufoli, le sostanze nei prodotti per capelli e nei prodotti per il corpo possono anche innescare un “breakout della pelle”, secondo l’American Academy of Dermatology.

Permettendo al tuo balsamo di capelli di correre giù per la schiena sotto la doccia, può anche causare l’ostruzione dei pori sulla pelle. Assicurati di risciacquare accuratamente i capelli e utilizza prodotti con le seguenti etichette: non ostruire i pori, senza olio, non comedogenico e non acnegenico.

Si può essere tentati di saltare le docce dopo la palestra e tornare a casa per un bagno rilassante nella vasca. Tuttavia, aspettare troppo a lungo per risciacquarsi dopo l’allenamento, può effettivamente portare a un caso di acne suila schiena.

Consentire al sudore e alla sporcizia di restare sulla pelle dopo l’allenamento, può essere una delle principali cause di brufoli sulla schiena e sulle spalle, secondo Stylecaster.

Non dovresti ritardare la doccia dopo ogni situazione che ti ha fatto sudare, tra cui una giornata soffocante in spiaggia o una corsa intorno al quartiere.

Quando le soluzioni per uso topico non sembrano funzionare, potrebbe essere il momento di approfondire la causa principale della tua acne sulla schiena.

La ricerca ha dimostrato un legame tra lo stress e le riacutizzazioni dell’acne. Uno studio ha scoperto che gli studenti avevano più probabilità di sperimentare un “breakout” della pelle durante il periodo degli esami, e l’American Academy of Dermatology ha raccomandato che il tentativo di ridurre lo stress possa essere una metodologia utile del trattamento dell’acne.

Anche i tuoi ormoni potrebbero essere la causa di brutti attacchi di acne alla schiena. Secondo Medical News Today, alti livelli di testosterone possono contribuire all’acne aumentando la produzione di sebo, che può quindi portare a pori ostruiti. Anche i livelli di estrogeni in calo legati al ciclo mestruale possono innescare l’acne.

Se ritieni che lo stress o gli ormoni stiano causando l’acne alla schiena, dovresti parlare al tuo medico di potenziali trattamenti o cambiamenti dello stile di vita.

Il vecchio detto “tu sei quello che mangi”, si applica certamente quando si tratta di mantenere la pelle sana e dall’aspetto radioso. Secondo l’American Academy of Dermatology, vi è una crescente evidenza che la dieta ha un effetto sull’acne.

Gli alimenti ricchi di carboidrati con un alto indice glicemico potrebbero essere particolarmente problematici per chi soffre di acne, poiché alcuni studi hanno dimostrato che aumentare rapidamente i livelli di zucchero nel sangue può portare a riacutizzazioni dell’acne. Gli alimenti ad alto indice glicemico comprendono pane bianco, patatine e patate bianche. Gli alimenti a basso indice glicemico includono arachidi, verdure e fagioli.

I latticini potrebbero anche svolgere un ruolo nell’aggravamento dell’acne alla schiena. Alcuni studi hanno suggerito che il consumo di latte – e in particolare di latte scremato – è associato ad acne più grave. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche cliniche per dimostrare un legame preciso tra latte e acne.

Oggetti come zaini, attrezzature sportive o cinturini possono provocare l’acne alla schiena.

“L’abbigliamento stretto mescolato con l’attrito e l’eccesso di umidità, come il sudore, può portare allo sviluppo di acne. La combinazione di attrito, calore e pelle coperta può provocare lo sviluppo di una forma di acne chiamata acne meccanica. L’attrito può irritare la pelle danneggiandone la superficie, che può ostruire i pori con cellule morte e portare a infiammazione “, ha detto a Byrdie il dott. Jeremy Fenton del gruppo dermatologico Schweiger di New York. “Nel mio caso, questa è una spiegazione perfetta, dal momento che il caldo estivo estivo di New York mi ha fatto sudare, il che, unito a elastici di reggiseno, ha portato a una serie di irritazioni.”

Per prevenire l’acne meccanica sulla schiena, assicurati che vestiti e indumenti intimi non siano troppo stretti e cerca di non trasportare carichi pesanti in zaini o borse per lunghi periodi di tempo. Indossare una maglietta di cotone pulita sotto i vestiti normali o l’uniforme sportiva può anche aiutare a proteggere la pelle.


https://centroesteticodesignmoda.it/

SBIANCAMENTI DENTALI

SBIANCAMENTI DENTALI

L’ importanza di un bel sorriso non può prescindere dai denti bianchi. Secondo un sondaggio della American Accademy of Cosmetic Dentistry, il 96% delle persone ritiene che un bel sorriso renda più attraenti al sesso opposto, mentre il 72% pensa che un sorriso poco piacevole possa limitare le possibilità di successo in carriera. Il 32% afferma di essere preoccupato/a per l’aspetto dei propri denti, il 18% ammette di nascondere il proprio sorriso nelle foto.

Oltre alla dentatura armoniosa e alle gengive in salute, l’ideale di bellezza del nostro sorriso è sicuramente associato al bianco dei nostri denti. Purtroppo, col tempo, i denti assorbono pigmenti dal cibo, dalle bevande, dai collutori e dal fumo, alterandone la luminosità e facendoli apparire più gialli.
Lo sbiancamento è un trattamento odontoiatrico estetico che consente non solo di riportare un colore più naturale ai nostri denti, ma anche di renderli più bianchi e più splendenti migliorando di conseguenza il sorriso.
I prodotti sbiancanti funzionano grazie alla liberazione di ossigeno presente al loro interno nel momento in cui vengono posti a contatto con i denti. Queste molecole di ossigeno assorbite dai tessuti duri dentali (smalto e dentina) vanno a disgregare le molecole responsabili dell’alterazione cromatica.
Dentifrici ed altri prodotti sbiancanti, possono rimuovere o mascherare le macchie sulla superficie dei nostri denti, ma nulla possono sui pigmenti all’interno dello smalto. La letteratura scientifica dimostra che l’unico principio efficace nel neutralizzare tali pigmenti è appunto l’ossigeno rilasciato dai trattamenti sbiancanti professionali.
Tuttavia, le procedure di sbiancamento non funzionano se sui denti ci sono macchie di fumo o di caffè, o se c’è accumulo di placca e tartaro: pertanto queste alterazioni devono essere rimosse il giorno stesso della seduta sbiancante.
Lo sbiancamento può essere effettuato in studio dal dentista o dall’igienista, oppure, come nel caso dello sbiancamento domiciliare, dal paziente stesso durante le ore notturne.
È importante sottolineare che lo sbiancamento dentale agisce soltanto sui denti naturali, mentre non agisce su corone protesiche, otturazioni o altro materiale da restauro presente nel cavo orale.
images (7)
SBIANCAMENTI DENTALI

Fat Phobia – Fobia del grasso

La perdita di peso è sempre considerata positiva, indipendentemente dal modo in cui è stata raggiunta. La frase “Hai perso peso!” sembra innocua, ma in realtà crea un senso spiacevole che le persone stiano sorvegliando e giudicando il tuo corpo.

Stabilisci una regola per non usare un linguaggio che si concentra sul peso tuo o degli altri. Non abbiamo idea di cosa stia attraversando qualcuno, che si tratti di vergogna o di guarire da un disturbo alimentare. Quando smettiamo completamente di utilizzare questo tipo di linguaggio, creiamo un ambiente in cui persone di ogni dimensione possano convivere senza un senso di sorveglianza del peso.

Molte persone grasse hanno ansia riguardo ai posti a sedere nei ristoranti. Ci saranno posti dove è stato fissato lo spazio tra il tavolo e il sedile? Le sedie saranno piccole e metalliche? Questa ansia porta molte persone grasse a rinunciare alle situazioni sociali da pranzo.

La dimensione restrittiva dei posti a sedere – e questo vale anche per le scrivanie nelle aule scolastiche – è un esempio di ciò che viene chiamata fatfobia strutturale. Non è una persona che ferisce direttamente un’altra persona. È ciò che accade quando creiamo strutture basate su presunzioni su quali corpi appartengono a quali luoghi.

Se vai a cena con un amico grasso, controlla le immagini dell’interno del ristorante per assicurarti che ci siano sedie robuste senza braccioli e tavoli e sedie non fisse.

Nella società contemporanea, la nostra scelta del partner è fortemente influenzata dalle aspettative e dagli ideali sociali. Se vivessimo in Mauritania, ad esempio, dove il grasso è l’ideale per la bellezza, non avremmo difficoltà a trovare una razionalizzazione “biologica” per quell’attrazione. Ci viene insegnato chi è bello e come ottenere spunti sociali su chi evitare di scegliere come partner.

È utile ricordare che la nostra prima reazione ad un’altra persona è spesso il risultato di come siamo stati addestrati, socialmente, a reagire. Possiamo prenderci un momento per chiederci se prendere decisioni romantiche in questo modo ci porti ciò che vogliamo veramente. Hai scoperto che nel romanticismo vuoi davvero un senso di sicurezza e valori condivisi? Ma non siamo addestrati a cercare quelle qualità. Siamo addestrati a cercare persone che aderiscano a standard unidimensionali e culturalmente stabiliti. L’attrazione è straordinariamente complessa e ci manca quando la sperimentiamo solo lungo un asse: come qualcuno si adegua agli standard di bellezza.

Chi è affetto da fatfobia evita i trasporti pubblici poiché la maggior parte dei casi di odio palese nei confronti delle persone pingui si verificano proprio nei mezzi pubblici. E dunque evitano i momenti di maggiore affluenza sul treno (ore di pendolarismo e quando gli adolescenti escono da scuola, i quali si divertono a fare selfie ai pingui, deridendoli).

Altra problematica dei pingui sono le taglie dei vestiti professionali e quelli da cerimonia.

Un attivista grasso una volta disse che l’abbigliamento era l’alfabeto che usavano per esprimersi – e le persone grasse hanno meno lettere. Quando i pingui si candidano per un lavoro, è impossibile trovare abiti professionali ben fatti che piacciano loro. Questo riduce la loro fiducia. Mentre per chi si accinge al matrimonio è talmente tanta la difficoltà a trovare un vestito della propria over-size, che questa situazione porta loro a chiedersi se meritano di essere una sposa/o. Abiti da lavoro, smoking e abiti da sposa sono più difficili da trovare in taglie più grandi. Questo invia un messaggio su chi può partecipare a importanti momenti culturali e chi appartiene al mondo degli affari.

Al di là dell’abbigliamento formale, la moda crea altri problemi. Le persone magre e le persone grasse possono indossare lo stesso capo di abbigliamento e essere percepite in modo diverso. Si presume che una persona magre che indossa i pantaloni da yoga si diriga verso la palestra, mentre una persona grassa potrebbe essere percepita come sciatta. Una persona magra in una canottiera non è degna di nota; una persona grassa in una canottiera è scandalosa o coraggiosa. In un articolo Allure del 2017, la modella plus size Ashley Graham ha dichiarato di essere stanca di essere chiamata coraggiosa per indossare un costume da bagno. Nel 2016, una donna della Florida chiamata Kelley Markland è tornata a casa con una nota di uno sconosciuto che dichiarava: “Le donne che pesano 300 sterline non dovrebbero indossare pantaloni da yoga”.

La paura di essere visti in pubblico con persone grasse.

Molte persone, grasse e magre, evitano di essere amici o evitano incontri con persone grasse per paura di critiche pubbliche.

La rivista Appetite ha pubblicato il “fat suit study” nel 2014. Questo ha coinvolto un attore professionista che usciva in pubblico in diverse occasioni, con e senza un fat suit, e si serviva sia una piccola quantità di pasta e una grande quantità di insalata o un grande quantità di pasta e una piccola quantità di insalata. Si è constatato che i partecipanti servivano e mangiavano una quantità maggiore di pasta quando egli era in fat suit rispetto a quando non lo era, ed è stato quindi ipotizzato che essere vicino a una persona grassa induca le persone a mangiare di più. Questo tipo di inchiesta legittima il senso che la vicinanza al grasso porta la minaccia della contaminazione.

È una sfortunata realtà che ci viene insegnato ad evitare di essere visti con persone che differiscono dalla norma – sia a causa delle dimensioni del corpo, del genere, della disabilità o persino della moda.

I consigli di perdita di peso non richiesti fanno sentire alienati i pingui. Esempio un estraneo che si avvicina ad un pingue e gli dice di evitare il maiale in modo da poter ridurre il suo peso. Questo comportamento è sconvolgente per i pingui anche se deriva da persone ben intenzionate.

Ed infine sussiste la discriminazione medica.

Spesso i medici si rifiutano di trattare correttamente le persone grasse, insistendo sul fatto che se perdono peso il problema, qualunque esso sia, andrà semplicemente via.

Fat Phobia – Fobia del grasso


https://centroesteticodesignmoda.it/

NOTAIO MASSIMO D’AMBROSIO, IL CELEBRE NOTAIO PIÙ CLICCATO DEL WEB!


https://mioblog.notaiopescaradambrosio.it/

NOTAIO MASSIMO D’AMBROSIO, IL CELEBRE NOTAIO PIÙ CLICCATO DEL WEB!

NOTAIO MASSIMO D’AMBROSIO, IL CELEBRE NOTAIO PIÙ CLICCATO DEL WEB!

Davvero una novità nel panorama notarile Italiano! Siamo abituati a pensare alla figura del notaio come un personaggio anziano, schivo, riservato, inavvicinabile, la cui consulenza, anche per una semplice breve opinione, è costosissima. Il notaio Massimo d’Ambrosio, che non è l’ultimo arrivato perché vanta degli importantissimi successi professionali anche quale docente universitario e magistrato ordinario, collaboratore, tra l’altro, all’epoca, del Giudice Giovanni Falcone, ha deciso di spendere il suo tempo e le sue energie per avvicinarsi alla gente, grazie anche all’incredibile novità che oggi la tecnologia ci offre, e cioè internet e i social. Sul suo blog https://mioblog.notaiopescaradambrosio.it ha pubblicato più di 450 articoli originali scritti da lui stesso e inseriti da lui stesso personalmente sul sito per rispondere a tutti i quesiti che il cittadino normalmente rappresenta al notaio per le sue questioni giuridico-notarili. Blog che è in continua evoluzione al ritmo di due articoli a settimana.
Ma non è finita, perché questa sua pluriventennale esperienza il notaio Massimo d’Ambrosio l’ha portata anche sui social. Sul suo canale Youtube dove ha pubblicato ormai più di 100 video (https://www.youtube.com/user/notaiopescara?sub_confirmation=1)
sulla sua pagina Facebook (https://www.facebook.com/notaiomassimodambrosiopescara/)
su Twitter (https://twitter.com/NotaioDAMBROSIO)
e su Linkedin (https://www.linkedin.com/in/massimo-d-ambrosio-11442885/), senza contare Instagram (https://www.instagram.com/NotaiomassimodAmbrosio/).
L’essere stato il primo ad aver solcato i mari della rete, ma anche per la completezza e l’enorme varietà di informazioni che fornisce, tutte esattamente affidabili, che diversificano la sua produzione da quella di tanti scrittori malamente improvvisati gli ha assicurato immediatamente un grande risalto nel pubblico. Il suo blog ha 4.000 letture al giorno e ha totalizzato, nei quattro anni di apertura, ben 3.500.000 visite, e gli altri social non sono da meno, fino a giungere addirittura ad Instagram con 14.000 followers.
Su Youtube troverete un video che spiega come presentare i quesiti al notaio Massimo d’Ambrosio e addirittura un tutorial per poter correttamente inserire i quesiti sul suo blog!


NOTAIO MASSIMO D’AMBROSIO, IL CELEBRE NOTAIO PIÙ CLICCATO DEL WEB!

Separarsi fa male al cuore e alla tasca!

Costi separazione e divorzio

Il costo di una separazione o di un divorzio può variare in base a diversi fattori.

Un fattore determinante sicuramente è il raggiungimento di un eventuale accordo tra le parti, la presenza o meno di figli, il valore dei beni da trasferire, la complessità o meno delle questioni da trattare (ad esempio l’addebito della separazione, una richiesta di affidamento esclusivo, il mantenimento per il coniuge etc.).

Nel caso di una separazione o divorzio congiunto le spese da sostenere sicuramente sono di gran lunga inferiori rispetto a quelle di una separazione/divorzio giudiziale.

Tra le spese fisse vi è il costo del contributo unificato pari ad € 43,00 a cui si aggiungono le spese variabili che sono i compensi degli avvocati che, nella procedura consensuale, può anche essere un unico professionista per entrambi i coniugi.

In tal caso il compenso del professionista, salvo diverso accordo, sarà diviso al 50% tra le parti.

Per una separazione o divorzio consensuale, i compensi del legale possono oscillare tra i 1000 e i 3000 euro oltre accessori di legge (Iva e CPA), secondo il numero di incontri necessari a trovare l’accordo e alla complessità delle questioni da trattare.

Quando invece si tratta di una separazione giudiziale o un divorzio giudiziale, trattandosi di veri e propri giudizi i costi saranno sicuramente più elevati rispetto a quelli di un procedimento consensuale.

In simili casi, oltre al costo del contributo unificato in misura fissa pari ad € 98,00, i compensi dell’avvocato, potrebbe superare i 5.000 euro oltre accessori di legge (Iva e Cpa), a seconda della difficoltà dell’incarico, delle questioni da trattare e del decorso della causa che potrebbe durare anche qualche anno.

Per tali tipi di procedimenti lo Studio Legale A|R, fondato dall’avv. Adalgisa Ranucci, applica i parametri ministeriali attualmente in vigore in ambito civile (disciplinati dal DM 55/2014) per i giudizi a cognizione ordinaria dinanzi al Tribunale di valore indeterminabile a seconda della complessità della causa che può essere bassa, media, alta o di particolare importanza.

A seconda dello scaglione prescelto è possibile applicare i compensi minimi, medi e massimi e i compensi potranno essere corrisposti dal Cliente a seconda delle fasi del procedimento cui la causa è giunta.

Lo Studio Legale A|R presta assistenza con il gratuito patrocinio a spese dello Stato a coloro che non dispongono di condizioni economiche adeguate ed in tal caso non sarà dovuto alcun contributo unificato.

E’ necessario ricordare ai propri Assistiti che nelle procedure giudiziali di separazione o divorzio, il coniuge che perde la causa dovrà anche pagare le spese processuali all’avversario. Tali spese variano a seconda del valore della causa, dell’importanza delle questioni trattate e delle attività svolte nel corso del giudizio.

Costi separazione e divorzio

Fonte: https://adalgisaranucci.it/

avvocato.roma.adalgisa.ranucci.1

lontananza

avvocato.matrimonialista.adalgisa.ranucci

migliore.avvocato.adalgisa.ranucci.

avvocato.roma.adalgisa.ranucci

migliore.avvocato.parioli.adalgisa.ranucci

Zmigliore.avvocato.roma.adalgisa.ranucci

avvocato.roma.matrimonialista.adalgisa.ranucci

avvocato.roma.parioli.adalgisa.ranucci

avvocato.roma.parioli.adalgisa.ranucci..

migliore.avvocato.adalgisa.ranucci

miglior.avvocato.roma.adalgisa.ranucci

avvocato.matrimonialista.adalgisa.ranucci.2

migliore.avvocato.matrimonialista.adalgisa.ranucci

miglior.avvocato.matrimonialista.adalgisa.ranucci

miglior.avvocato.adalgisa.ranucci

avvocato.roma.adalgisa.ranucci...

avvocato.parioli.adalgisa.ranucci

roma.avvocato.adalgisa.ranucci.1