Creato da: asta_lilt_60artisti il 25/05/2009
Asta di Beneficenza

SABATO 30 MAGGIO 2009

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

nuovostudiolegaleclarit2003enza.sangiorgiseriorossellad.pol73ziamiadinapoligrazianamgrosariacavallomarci.orlandoalbertog2dominga.mayannaluciarapanaabc751strong_passionbelladigiorno_m
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

Ritorna 60 artisti per la LILT

Post n°52 pubblicato il 21 Giugno 2013 da asta_lilt_60artisti
 
Foto di asta_lilt_60artisti

 

L' Associazione socio-artistica-culturale

Le Ali Di Pandora

in collaborazione con la

LILT provinciale di Lecce

mercoledì 10 luglio

presenta

60 artisti per la LILT

un' opera d'arte per la vita

raccolta fondi per il Centro ILMA


Centro Polifunzionale – V.le Giovanni Paolo II angolo Via Pistoia, 9 – Lecce

10/20 luglio

ingresso libero


Mercoledì 10 luglio alle ore 20,00 in via Pistoia a Lecce, si inaugura la mostra d’arte “60 artisti per la LILT” promossa dall’associazione “Le Ali di Pandora” in collaborazione con la LILT di Lecce e Casarano.

La mostra vede le opere di Paivi Aala, Umberto Albanese, Eliabò, Filippo Altomare, Vittorio Balsebre, Roberto Bergamo, Uccio Biondi, Ogu, Lucio Calogiuri, Maddalena Castegnaro Guidorizzi, Mina D’Elia, Michela Del Tinto, Federico Gismondi, Sandro Greco, Piera Ingrosso, Andrea Laudisa, Monica Lisi, Sandro Marasco, Luigi Marzo, Antonio Massari, Angelo Monte, Cristiano Pallara, Adriano Pasquali, Maria Grazia Presicce, Enza Santoro, Elio Scarciglia, Carlo Solidoro, Fernando Spano, Francesca Speranza, Walter Spennato, Romina Tafuro, Giuseppe Zilli; il ricavato della vendita andrà a sostegno del Progetto Ilma. in favore del Progetto Ilma perché il tumore non chiede il permesso di soggiorno prima di entrare in un corpo, in una famiglia, entra e basta e se mancano le strutture che supportino sia l’ammalato che le famiglie diventa tragedia perché altera il piccolo cosmo che è la famiglia, ILMA, quindi, andrà a favore di tutti i cittadini, senza distinzione sociale o di razza .

Scrive Marianna Burlando: “ Ben vengano allora tutte le iniziative di fund raising per dare impulso e testimoniare il valore il 0Centro ILMA: come l’Arte e le opere donate alla LILT da 60 artisti per contribuire a finanziare il progetto.

La sezione provinciale di Lecce della LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI (LILT) è impegnata da tempo nella realizzazione del Centro ILMA, una grande struttura polivalente in costruzione alle porte di Gallipoli e dedicata alla lotta al cancro. L’opera – è bene sottolinearlo – si finanzia grazie alla raccolta fondi dei volontari e delle volontarie che da anni si prodigano a promuovere la bontà del progetto e a ricercare sostegni e aiuti economici sotto ogni forma (5X1000, maratone, concorsi, donazioni, bomboniere della solidarietà, eventi culturali, ecc.).

In un periodo di grande emergenza ambientale e di conseguente crescita dell’incidenza delle patologie tumorali, il Centro ILMA è la risposta al vuoto istituzionale di conoscenza e di tutela per contrastare il degrado territoriale e la qualità della vita. Una risposta che proviene dalla società civile avvertita e non mediata da organismi, poteri e interessi se non quelli di alzare i livelli di sicurezza, protezione, cura e sostenibilità delle persone e dell’ecosistema in toto

Fiore all’occhiello del progetto è il Centro Ricerche per lo studio dei fattori di rischio ambientale correlati con le neoplasie per diffondere la cultura della prevenzione primaria e sensibilizzare circa gli stili di vita dei singoli, le scelte e i modelli economico-politici e collettivi ispirati al principio della precauzione, al rispetto del patrimonio naturale e vocazionale.

Per queste finalità il Centro ILMA prevede strutture dedicate e azioni educative, informative e di studio mediante la Biblioteca, l’Auditorium e i Laboratori didattici per promuovere convegni, seminari, apprendimento attivo rivolto ai giovani, il tutto nell’ottica di una formazione permanente e di alto livello, per metodi e contenuti (scambi internazionali, documentazione da fonti di studio indipendenti, propria attività di ricerca, rivista scientifica, ecc.).

A questi servizi di Prevenzione Primaria vanno aggiunti quelli dell’Assistenza nel post malattia per i bisogni riabilitativi fisici, psicologici e sociali (piscina, palestra, gruppi di auto-aiuto, psicoterapia individuale/familiare, consulenza per i benefici e i diritti di legge).

Il Centro ILMA sarà anche il luogo per le cure palliative mediante l’istituzione di una casa hospice.

La vasta area sulla quale l’opera è in costruzione (strada provinciale Alezio-Gallipoli) è di particolare pregio paesaggistico (macchia mediterranea con specialità botaniche protette) e storico (cava dismessa per l’estrazione della pietra locale).

Per rendere la struttura fruibile oltre le precipue finalità socio-sanitarie, il Centro ILMA prevede la creazione di percorsi naturalistici atti a favorire passeggiate ed escursioni (cartelli didattici per flora e fauna, per la pietra un tempo estratta, per il bacino d’acque sorgive che verrà preservato).

Il Centro ILMA é patrimonio del Salento e della popolazione salentina e ha bisogno del sostegno civile e fattivo dell’intera comunità per consentire la sua completa realizzazione.

Sito web http://www.legatumorilecce.org/

Blog: http://blog.libero.it/60artistiXLILT/

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

13 giugno Gazzetta del Mezzogiorno

Post n°51 pubblicato il 15 Giugno 2009 da asta_lilt_60artisti
Foto di asta_lilt_60artisti

Si ringrazia la Gazzetta del Mezzogiorno per l'attenzione che ci ha riservato.

articolo di Flavia Serravezza

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

opere 60 artisti per la LILT

Post n°50 pubblicato il 09 Giugno 2009 da asta_lilt_60artisti

 

Carissimi le opere della mostra 60artisti per la LILT non sono più presso la Società Operaia di Lecce, stiamo valutando dei luoghi idonei alla mostra e presto sarete informati del nuovo sito.

 Sappiamo che molta gente interessata all'acquisto si è rivolta alla Società Operaia per informazioni e chierimenti rivolgersi a questi numeri

Lega Tumori: 0833512777

Valentina Malandugno 348 3998728

Ambra Biscuso            339 5607242

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

il Corsivo

Post n°49 pubblicato il 06 Giugno 2009 da asta_lilt_60artisti
Foto di asta_lilt_60artisti

Grazie al "il Corsivo" per l'attenzione anche quando le luci si spengono gli occhi dei bambini .... rimangono aperti

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

verbale battitura d'Asta

Post n°48 pubblicato il 31 Maggio 2009 da asta_lilt_60artisti

BATTITORE: GIUDICE MARIO FIORELLA

SEGRETARIO: AMBRA BISCUSO

REFERENTE LILT: MARILENA TOMA

 

L'ASTA SI è APERTA ALLE ORE 19,10

SONO STATE BATTUTE ALL'ASTA LE OPERE DI:

 

ADEMARO BARDELLI

VINCENZO BOSCARINO

PINO BUTTAZZO

DANIELA CECERE

FRANCO CONTINI

UGO DE FILIPPI

GIX

MASSIMO LA GRECA

ANNA VITA MADONNA

VALENTINA MALANDUGNO

VENENZIO MANCIOCCHI

ANTONIO MANZONE

ANTON IO PALERMO

ALESSANDRO LOMBARDO (SANDROZENOK)

UGO TAPPARINI

MONICA TAVERI

 

Ringraziamo tutti i CITTADINI salentini che con la loro genorisità hanno aggiunto mattoni al centro ILMA. Ringraziamo, inoltre, il rappresentante della Prefettura di Lecce, unica Istituzione presente, per la disponibiltà dimostrata.

Confidando ancora nella generosità di tutti comunichiamo che le opere sono in mostra e potranno essere acquistate a prezzo di base d'asta, presso la  Sala di Rappresentanza della Società di Mutuo Soccorso di Lecce che ringraziamo per la disponibiltà e l'impegno con cui hanno sponsorizzato l'evento. Grazie a tutti.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO

Post n°47 pubblicato il 31 Maggio 2009 da asta_lilt_60artisti
Foto di asta_lilt_60artisti

ARTICOLO 30 MAGGIO

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

QUOTIDIANO DI LECCE

Post n°46 pubblicato il 31 Maggio 2009 da asta_lilt_60artisti
Foto di asta_lilt_60artisti

NOTIZIA AL 30 MAGGIO

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CORRIERE DEL MEZZOGIORNO

Post n°45 pubblicato il 31 Maggio 2009 da asta_lilt_60artisti
Foto di asta_lilt_60artisti

NOTIZIA DA QUOTIDIANI

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

REPUBBLICA

Post n°44 pubblicato il 31 Maggio 2009 da asta_lilt_60artisti
Foto di asta_lilt_60artisti

NOTIZIE SUI QUOTIDIANI

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ci hanno sostenuto: LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO

Post n°43 pubblicato il 30 Maggio 2009 da asta_lilt_60artisti
Foto di asta_lilt_60artisti

....Grandi talenti dell’arte contemporanea compaiono nella lista. Nomi che hanno dimostrato piena adesione all’iniziativa, mettendo la propria arte al servizio del sociale. «Non abbiamo avuto problemi a contattare artisti importanti, ma in catalogo ci sono anche quadri frutto di donazioni di gallerie e collezionisti», spiega Ambra Biscuso, direttore artistico dell’evento. All’asta, ideata da Gianfranco Contino e Valentina Malandugno, ci saranno in tutto 67 opere diverse per stile e valore. Per l’occasione, l’arte della pittura e della fotografia diventano espressione di un comune sentimento, la solidarietà. Sorprende, in positivo, che alcuni grandi pittori abbiano regalato quadri del valore di 3.600 euro, come quello di Umberto Albanese, artista casaranese che espone le sue opere in prestigiose gallerie e nei musei di tutto il mondo. Anche Vittorio Balsebre, altra icona dell’arte contemporanea, ha donato un collage su cartoncino del valore di 1.500 euro. Tra i “grandi” c’è poi Filippo Altomare che da Palermo ha inviato la sua preziosa “Sindone”.
Poi in catalogo ci sono tanti altri lavori importanti, come la tela pluripremiata di Franco Contini, docente dell’Accademia di Belle Arti di Lecce, poi la mista su tela di Ezechiele Leandro donata da Antonio Benegiamo, la litografia ritoccata a mano di Ademaro Bardelli ceduta alla Lilt dalla E.m. preziosi d’arte di Brindisi, o ancora la serigrafia di Federico Gismondi donata da Maurizio Nocera. Interessanti anche le fotografie di Elio Scarciglia, Enza Santoro, Vincenzo Boscarino, Andrea Laudisa, Antonio Manzone e Francesca Speranza. «È un’iniziativa nobile e generosa, senz’altro unica per la straordinaria mobilitazione di artisti e donatori - tiene a sottolineare il presidente della Lilt di Lecce, Giuseppe Serravezza - speriamo che tutti i cittadini, le aziende, gli enti pubblici e privati partecipino all’asta per contribuire alla realizzazione del Centro Ilma. Sul piano operativo, i lavori per la realizzazione della struttura sono già iniziati. Ed è attualmente in fase di completamento la recinzione muraria dell’area di circa sette ettari sulla quale sorgerà il Centro. Si tratta di un’opera che, una volta portata a termine, costituirà un fiore all’occhiello per la nostra comunità, contribuendo in modo decisivo alla sua crescita civile e culturale, a tutto vantaggio delle nuove generazioni. Pertanto è nostro auspicio che intorno a questo progetto si coagulino l’attenzione e la partecipe solidarietà di tutti i salentini».


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CI HANNO SOSTENUTO:IL CORSIVO

Post n°42 pubblicato il 29 Maggio 2009 da asta_lilt_60artisti
Foto di asta_lilt_60artisti

IL CORSIVO ANNO XII N° 18

ARTICOLO DI ENRICA DE JACO

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CI HANNO SOSTENUTO: IL CORSIVO

Post n°41 pubblicato il 29 Maggio 2009 da asta_lilt_60artisti
Foto di asta_lilt_60artisti

ANNO XII N°17

ARTICOLO DI FRANCESCO BUJA

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LEGA CONTRO I TUMORI

Post n°40 pubblicato il 29 Maggio 2009 da asta_lilt_60artisti
Foto di asta_lilt_60artisti

N° 66 GIUGNO 2009

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO

Post n°39 pubblicato il 29 Maggio 2009 da asta_lilt_60artisti
Foto di asta_lilt_60artisti

GIOVEDI' 2 OTTOBRE 2008

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Il Centro Ilma

Post n°38 pubblicato il 29 Maggio 2009 da asta_lilt_60artisti
Foto di asta_lilt_60artisti

LEGA CONTRO I TUMORI

N° 64 DICEMBRE 2008

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ASTA DI BENEFICENZA: 60ARTISYTI PER LA LILT

Post n°37 pubblicato il 26 Maggio 2009 da asta_lilt_60artisti
Foto di asta_lilt_60artisti

Sabato 30 Maggio 60artisti per la LILT- ore 18,30

Asta di beneficienza

Lecce

Società Operaia di Mutuo Soccorso

C.so Vittorio Emauele II, Lecce

All’Asta sono presenti opere di:

Paivi Aala, Umberto Albanese, Elisa Albano-Eliabò, Filippo Altomare, Vittorio Balsebre, Ademaro Bardelli, Roberto Bergamo, Uccio Biondi, Vincenzo Boscarino, Pino Buttazzo, Ugo Buttazzo - Ogu, Lucio Calogiuri, Maddalena Castegnaro Guidorizzi, Daniela Cecere, Franco Contini, Mina D’Elia, Ugo De Filippi, Marina De Giorgi, Michela Del Tinto, Marco Tommaso Fiorillo, Federico Gismondi, Sandro Greco, Piera Ingrosso, Massimo La Greca, Andrea Laudisa, Ezechiele Leandro, Monica Lisi, Alessandro Lombardo-Sandro Zenok, Anna Vita Madonna, Valentina Malandugno, Venanzio Manciocchi, Antonio Manzone, Sandro Marasco, Mario Martini, Luigi Marzo, Antonio Massari, Salvatore Mercuri, Anna Miglietta, Angelo Monte, Maurizio Muscettola, Orodè, Antonio Palermo, Cristiano Pallara, Adriano Pasquali, Beatrice Pastorio, Maria Grazia Presicce, Tina Saletnich, Enza Santoro, Elio  Scarciglia, Carlo Solidoro, Fernando Spano, Francesca Speranza, Giovanni Strafella- Gix, Monica Taveri, Walter Spennato, Romina Tafuro, Ugo Tapparini, Pasquale Urso, Giuseppe Zilli

Si ringraziano per la donazione delle opere: Antonio Benegiamo (Museo Leandro): opera di Ezechiele Leandro, EMA Preziosi d'Arte di Brindisi: opera di Ademaro Bardelli, Francesco Goffredo: opere di Ugo Tapparini, Maurizio Nocera: opera di Federico Gismondi, Enzo Scaramuzza:opera di Mario Martini , Tiziana Dollorenzo Solari: opera di Vincenzo Boscarino, Società Operaia di Lecce: opere di Pino Buttazzo,  Lucio Calogiuri, Marina De Giorgi, Marco Fiorillo, Anna Vita Madonna, Antonio Palermo.

Il catalogo delle opere è scaricabile dal sito: http://www.legatumorilecce.org/

 Si ringraziano: Dott. Leo Stefàno, Ass. Casello13, Monica Taveri, Giuseppe Spedicati, Francesco Goffredo, Pino Sansò,

Si ringraziano per gli spazi espositivi forniti: Società Operaia di Mutuo Soccorso, Il Grifone, Kube Spazio, Mediagraphic, Torchio d'Arte "LA STELLA".

Si ringraziano per il loro contributo: Mebimport Srl Leverano, BCC Leverano, Quarta Caffè (Lecce), Ettore Maglio Srl (Lecce), Vinicola Savese Snc  Sava TA.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

60artisti per la LILT

Post n°36 pubblicato il 26 Maggio 2009 da asta_lilt_60artisti
Foto di asta_lilt_60artisti

IL PROGETTO DEL CENTRO  “ILMA”

La Sezione Provinciale di Lecce della LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI (LILT) è impegnata da tempo nella realizzazione di una grande struttura polivalente, dedicata alla lotta al cancro, denominata Centro “ILMA”, che sorgerà alle porte di Gallipoli. In essa, per la prima volta, ed in modo del tutto innovativo, coesisteranno un Centro Studi e Ricerche, con annessa Biblioteca, Auditorium e Strutture Didattiche, spazi per la Prevenzione Clinica e la Riabilitazione, ed un Hospice. Peraltro, il progetto è strutturato in modo tale da rispettare e valorizzare (anche con intenti educativi) un habitat naturale circostante molto suggestivo, costituito prevalentemente da macchia mediterranea. Fatto salvo l’ambito della terapia, di competenza delle pubbliche Istituzioni sanitarie, tutto ciò che precede e segue il momento della cura (Ricerca, Educazione Sanitaria, Prevenzione, Riabilitazione e Assistenza ai pazienti terminali) troverà nel Centro “ILMA” un sicuro punto di riferimento. Si tratta di ambiti di importanza strategica, per fronteggiare con adeguatezza una situazione epidemiologica preoccupante, che registra nel nostro territorio una crescita dei tassi di incidenza e di mortalità per tumore. Sul piano operativo, i lavori per la realizzazione della struttura sono già iniziati. Ed attualmente è in fase di completamento la recinzione muraria dell’area di circa sette ettari, sulla quale sorgerà il Centro. Si tratta di un’opera, che, una volta portata a termine, costituirà un fiore all’occhiello per la nostra comunità, contribuendo in modo decisivo alla sua crescita civile e culturale, a tutto vantaggio delle nuove generazioni. E’ nostro auspicio, pertanto, in considerazione della rilevanza del progetto, che intorno ad esso si coagulino l’attenzione e la partecipe solidarietà di tutti i Salentini (Istituzioni pubbliche, Aziende e privati cittadini), anche alla luce delle importanti risorse occorrenti alla sua realizzazione. In questo senso, plaudo, alla nobile e generosa iniziativa di un’asta di beneficenza a sostegno del Centro “ILMA”, in programma a Lecce, presso la Galleria Maccagnani della Società Operaia di Mutuo Soccorso, per la quale tanti artisti, donatori ed organizzatori si sono prodigati.

A tutti desidero esprimere, anche a nome dei pazienti e dei volontari, il più cordiale ringraziamento. Mi sia consentito, in particolare, rivolgere un pensiero grato alla prof.ssa Monica Lisi, per l’abnegazione con cui si è spesa per la riuscita dell’iniziativa; ed al dr. Gianfranco Contino, che l’ha fortemente voluta.

                                                            Dr. Giuseppe SERRAVEZZA

                                                     Presidente LILT - Sezione Provinciale di Lecce

 

comunicato stampa:

Il 30 maggio 2009 alle ore 18,30 presso la Società Operaia di Mutuo Soccorso di Lecce, C.so Vittorio Emauele II- Lecce, si aprirà l’Asta di beneficienza “60artisti per la Lilt”, a sostegno del Progetto Ilma. Nel Centro “ILMA”, che sorgerà alle porte di Gallipoli, per la prima volta, ed in modo del tutto innovativo, coesisteranno un Centro Studi e Ricerche, con annessa Biblioteca, Auditorium e Strutture Didattiche, spazi per la Prevenzione Clinica e la Riabilitazione, ed un Hospice. Fatto salvo l’ambito della terapia, di competenza delle pubbliche Istituzioni sanitarie, tutto ciò che precede e segue il momento della cura (Ricerca, Educazione Sanitaria, Prevenzione, Riabilitazione e Assistenza ai pazienti terminali) troverà nel Centro “ILMA” un sicuro punto di riferimento. Benché il progetto Ilma riguardi il Salento, la generosità degli artisti ne ha varcati i confini, divenendo un segno visibile della forza dell’arte. Da sempre l’arte è a disposizione della società civile. È cronaca che negli ultimi anni gli artisti vivano la contemporaneità del territorio in un percorso di condivisione con la gente. Si adoperano con impegno e generosità portando avanti progetti concreti, spesso senza il sostegno delle Istituzioni, in zone a rischio, simbolo dell’abbandono, del rifiuto e della “dimenticanza” inaccettabile per una società civile, la Porta della Bellezza di Antonio Presti a Catania nel quartiere Librino ne è un esempio recente.  L’arte con il cinema, la poesia, la letteratura, le arti visive, denuncia e strappa il velo di indifferenza e ignoranza che avvolge la terra di nessuno, evidenziando le problematiche sociali ma difendendo la popolazione che ha il diritto di una migliore condizione di vita.  Intorno a questo evento si sono coagulate più forze dominate da un forte spirito di collaborazione permettendo che 60artisti per la LILT, lo scorso anno solo un’idea su carta, si realizzasse. Se da una parte singole persone, realtà associative (dal Dott. Leo Stefàno, all’Ass. Casello13, a Monica Taveri, a Giuseppe Spedicati, a Francesco Goffredo, a Pino Sansò, alla Società Operaia di Mutuo Soccorso, Il Grifone, Kube Spazio, Mediagraphic, Torchio d'Arte "LA STELLA"), attività commerciali (Mebimport Srl Leverano, BCC Leverano, Quarta Caffè (Lecce), Ettore Maglio Srl (Lecce), Vinicola Savese Snc  Sava TA.) hanno dato il loro supporto dall’altra abbiamo beneficiato della generosità degli artisti e  dei cittadini che hanno donato opere di loro proprietà. Ringraziamo Antonio Benegiamo (Museo Leandro) che ha donato un’opera di Ezechiele Leandro, l’EMA Preziosi d'Arte di Brindisi: opera di Ademaro Bardelli, Francesco Goffredo: opere di Ugo Tapparini, Maurizio Nocera: opera di Federico Gismondi, Enzo Scaramuzza: opera di Mario Martini, Tiziana Dollorenzo Solari: opera di Vincenzo Boscarino, Società Operaia di Lecce: opere di Pino Buttazzo, Lucio Calogiuri, Marina De Giorgi, Marco Fiorillo, Anna Vita Madonna, Antonio Palermo.  L’adesione di Filippo Altomare, di Enna, Presidente dell’Associazione Culturale Altom@rte, ideatore della Collezione Artisti Uniti per RossoMalpelo che si occupa dei bambini sfruttati è un esempio di come la sensibilità degli artisti non si sia fermata nei confini del territorio ma di come la solidarietà si estenda nei luoghi del bisogno. Ricordo Beatrice Pastorio, di Mantova, che per la prima volta è scesa nella nostra città in marzo per una personale e che ha aderito al progetto senza bisogno di sollecitazioni, lo stesso dicasi di Tina Saletnich, romana presente alla mostra sul futurismo di Cavallino, e del milanese Adriano Pasquali, di Venanzio Manciocchi, di Latina, e di Antonio Massari, nostro concittadino, da anni residente a Milano, e poi i tanti artisti, dal grande fanciullo Vittorio Balsebre ad Uccio Biondi, Paivi Aala, Umberto Albanese, Elisa Albano-Eliabò, Ademaro Bardelli, Roberto Bergamo, Vincenzo Boscarino, Pino Buttazzo, Ugo Buttazzo - Ogu, Lucio Calogiuri, Maddalena Castegnaro Guidorizzi, Daniela Cecere, Franco Contini, Mina D’Elia, Ugo De Filippi, Marina De Giorgi, Michela Del Tinto, Marco Tommaso Fiorillo, Federico Gismondi, Sandro Greco, Piera Ingrosso, Massimo La Greca, Andrea Laudisa, Ezechiele Leandro, Monica Lisi, Alessandro Lombardo-Sandro Zenok, Anna Vita Madonna, Valentina Malandugno, Venanzio Manciocchi, Antonio Manzone, Sandro Marasco, Mario Martini, Luigi Marzo, Antonio Massari, Salvatore Mercuri, Anna Miglietta, Angelo Monte, Maurizio Muscettola, Orodè, Antonio Palermo, Cristiano Pallara, Adriano Pasquali, Beatrice Pastorio, Maria Grazia Presicce, Tina Saletnich, Enza Santoro, Elio  Scarciglia, Carlo Solidoro, Fernando Spano, Francesca Speranza, Giovanni Strafella- Gix, Monica Taveri, Walter Spennato, Romina Tafuro, Ugo Tapparini, Pasquale Urso, Giuseppe Zilli.  A tutti loro dobbiamo la riuscita di questa prima Asta di Beneficienza in favore del Progetto Ilma perché il tumore non chiede il permesso di soggiorno prima di entrare in un corpo, in una famiglia, entra e basta e se mancano le strutture che supportino sia l’ammalato che le famiglie diventa tragedia perché altera il piccolo cosmo che è la famiglia, ILMA andrà a favore di tutti i cittadini, senza distinzione sociale o di razza. L’invito è ora rivolto ai cittadini che con la loro generosità e si possano mettere tanti mattoni ILMA. L’augurio è che le opere siano tutte vendute ma quelle che resteranno evase faranno parte di una mostra in itinere, con opzione di vendita, su “Luna”, la barca che la Capitaneria di Porto di Otranto ha di recente donato alla LILT, che già nei mesi di luglio e agosto sarà luogo di manifestazioni ed eventi con tappa sulle coste salentine.

 A. Biscuso

Versamenti PRO CENTRO ILMA

Banca Popolare Pugliese -  Casarano –IBAN: IT84G0526279520CC0021070000

Conto Corrente Postale n° 15441736

 Recapiti telefonici : Valentina Malandugno 348 3998728

                                Ambra Biscuso             339 5607242

 Recapiti mail60artistiperla_lilt@libero.it

Sito web http://www.legatumorilecce.org/

Curatori: 

Ideazione: Gianfranco Contino, Valentina Malandugno

Organizzazione e coordinamento: Valentina Malandugno

Direzione artistica: Ambra Biscuso

Ideazione e progetto grafico: Francesco Leone - Marco Malandugno

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

AALA- ALBANESE

Post n°35 pubblicato il 26 Maggio 2009 da asta_lilt_60artisti
Foto di asta_lilt_60artisti

 Paivi Aala è nata a Helsinki nel 1964. Terminati i suoi studi artistici in Finlandia si iscrive presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce dove si laurea in pittura nel 1994. Da allora prosegue la sua ricerca artistica partecipando a numerose mostre in Italia e all’estero. Ricordiamo tra le sue personali “Segni” a Postdam Germania e le collettive “Erosione et la renaissance” a Dakar e Lecce.Le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private.

 

Umberto Albanese  inizia la sua attività artistica negli anni 80, prediligendo il genere figurativo che, dal 96, abbandonerà gradualmente per accostarsi  all’informale. Espone in diverse città italiane: Lecce, Roma, Firenze, Cortina, Orvieto e Pescara finchè, nel 98,  debutta all’Artefiera di Bologna con la Ken’S Art Gallery di Firenze e,nel 99, alla Internazionale delle Avanguardie Contemporanee di Venezia.Nel 2001,su invito della Commissione Cultura dell’ONU, espone al Palazzo delle Nazioni Unite di Ginevra. Successivamente, oltre che in Italia, espone in Francia,Stati Uniti, Svizzera e Messico.  Tra le esposizioni più significative degli ultimi anni ricordiamo: “Labyrintes de la mémoire”a Grenoble prima e poi  a  Losanna e  Chambèry,  “Elegant Abstract” a Los Angeles , “Senderos” in Messico e ”From Dusk To Dawn”,  a NewYork. Nel 2006 i suoi lavori approdano nella sede dell’Ambasciata d’Italia in Corea e, nel febbraio 2007 debutta a Londra alla Coningsby Gallery.Nel 2008 espone a Seoul alla Gallerie Pici e a Daegu alla Kim’S Gallery Ad oggi , Umberto Albanese ha partecipato a 74 esposizioni ( 43 personali e 31 collettive), oltre la metà delle quali all’estero. Le sue opere sono presenti in prestigiose collezioni pubbliche ed in 9  Musei : Olympic Museum di Losanna-Museo Civico di Udine – Museion  di Bolzano – Hochaday Art Museum di Kalispell  USA – Galleria d’arte contemporanea di Gallarate - Collezione d’arte ONU di Ginevra – Nestlè Research Center di Losanna – Grenoble International di Grenoble -  Cedars Sinai Art Collection di Los Angeles.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ELIAB˛- ALTOMARE

Post n°34 pubblicato il 26 Maggio 2009 da asta_lilt_60artisti
Foto di asta_lilt_60artisti

 Elisa Albano- ELIABò-, psicologa, scrittrice, artista, dalla forte vena creativa, spazia tra vari generi credendo sempre e comunque nella grande capacità espressiva e comunicativa dell'arte in generale. Le sue ultime creazioni evitano di proposito di seguire un criterio, uno
stile o di offrire un senso. Rappresentano semplicemente il "segno" come liberazione di un bisogno intimo e personale che svincolato da modelli e spesso doverose categorizzazioni diventano per l'artista solo
una piacevole e spensierata pausa di riflessione e silenziosa attesa".

 

FILIPPO ALTOMARE (Nicosia 13-12-1982), scenografo (ha studiato presso l’Accademia di Belle Arti di Catania). Ha lavorato come assistente scenografo per il film RossoMalpelo di Pasquale Scimeca, ha collaborato con il Majazè di Catania e con la compagnia di teatro/danza MotoMimetico per lo spettacolo La Camera del Sonno; si è occupato dell’allestimento scenografico della mostra I fioretti di S. Felice da Nicosia; ha realizzato (giugno 2007) le scenografie del musical in tre atti My Fair Lady e per lo spettacolo della scuola DanzArt di Catania .
É l’ideatore della Collezione Artisti Uniti per RossoMalpelo che ha come fine ultimo la realizzazione di un museo, un monumento e una piazza dedicate a RossoMalpelo e ai bambini sfruttati nel mondo.
Dal 2003 è presente con sue opere in alcune mostre in Italia (Milano, Biella, Maratea, Massa, Atripalda -Avellino, Murano, Carrara, Caltanissetta, Venezia, Bologna, Palermo, Potenza, Napoli, Francavilla al Mare, Roma) e all’estero (Slovenia, Polonia, Austria, Germania e Ungheria).
La foto di un suo lavoro è diventata la copertina del compact disc Memorie del gruppo musicale Imperfecta di Milano.
Alcune sue opere sono presenti nella Collezione della Scuola di Specializzazione di Storia dell’Arte dell’Università di Siena, nel World Museum 2000 di Cesano Maderno (Milano) e nel Museo Comunale d’Arte Moderna e Contemporanea di Praia a Mare (Cosenza).
Inoltre, ha ideato e allestito le mostre:

Luoghi e Visioni (Sperlinga, 2004); Costumi di Castellane, Dame e Cavalieri delle Terre Gallo-Italiche (Sperlinga, 2006); Sperlinga come Cinecittà (Sperlinga, 2006); i Carusi prendono il treno (Treno Museo di Villarosa, 2006); Confraternite… gloria e declino (Sperlinga, 2007), Colore in controluce (Forte dei Marmi, 2007).
Presiede l’Associazione Culturale Altom@rte che si occupa principalmente di promozione, organizzazione mostre, progettazione e allestimento scenografie per spettacoli, meeting, congressi, ecc..

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

BALSEBRE- BARDELLI

Post n°33 pubblicato il 26 Maggio 2009 da asta_lilt_60artisti
Foto di asta_lilt_60artisti


VITTORIO BALSEBRE Nato a Candelo, un piccolo centro  a 4 km da Biella, Vittorio Balsebre  sin dalla sua infanzia gira in lungo e in largo per l'Italia da Venezia, a Napoli, da Palermo a Pesaro, Bologna, Roma, Matera e a Lecce, dove da anni risiede e lavora. Città grandi e piccole che hanno profondamente influito sulla sua formazione: da Chiaromonte piccolo centro della Lucania ,dove lui stesso racconta scopre la passione per il disegno: la   maestra delle elementari lo chiamava "il pittore" per la sua abilità. Abilità che si affina anche con gli studi di disegno industriale - all'epoca  per poter diventare architetto l'unica strada era proprio la scuola industriale. Ma determinante è la visita alla Galleria d'arte moderna di Roma dove la scultura del Medardo Rosso lo affascina letteralmente: ha solo quindici anni ma comprende in quel momento che l'arte è e sarà tutta la sua vita. Sul finire degli anni Quaranta, nel 1947, è a Roma dove segue le lezioni di Lionello Venturi. Nella capitale incontra molti dei nomi di spicco dell'arte contemporanea italiana tra i quali  De Chirico, Balla, Trombadori, Guttuso, Del Guercio e in particolar modo si lega agli artisti di Forma Uno tra i quali  Dorazio, Perilli, Accardi,  Consagra con i quali condivide gli anni duri della Roma postbellica, anni difficili ma intensi nella storica via Margutta. Dal 1957 al 1965 vive a Matera. In quel periodo proprio mentre nella città lucana giunge Henri Cartier Bresson a fotografare i Sassi, Vittorio Balsebre comincia a scattare anche lui foto ma in modo diverso: alla spasmodica ricerca di una sua poetica, al di fuori di qualsiasi "moda" e "accademia" Balsebre è attratto  dalle forme che scavano taluni muri di tufo corrosi dal tempo, da un microcosmo non facilmente percebile. Fonda allora il gruppo “Sintesis” e la fotografia diventa un mezzo per indagare non le forme del reale ma quelle figurazioni astratte che solo "pochi" sanno vedere e dimostrare che l'arte nella Natura è astratta e l'arte fotografica diventa un meccanismo che si impossessa di un fenomeno.  Infine a Lecce entra in contatto con il mondo culturale e artistico salentino dando luogo a diverse esperienze artistiche tra cui anche il Gruppo Gramma con Leo e Corallo. Con Francesco Saverio Dòdaro ideatore del Gruppo d'Arte Genetica, condivide la poetica dell'arte intesa come processo genetico e collabora con il gruppo, in questo periodo produce una serie di lavori i “Diari intimi” con i quali mette in relazione arte e scienza. Da grande e infaticabile sperimentatore  – come lo ha definito Lucio Galante - accanto all'intensa attività artistica, che lo ha visto concepire   sperimentazioni come il cavismo e i fotograffiti  e occuparsi di poesia visiva e di mail-art, ha svolto anche una intensa attività critica la cui sintesi, "Materiali per una storia dell'avanguardia nel Salento (anni '60 -'80) è stata pubblicata su "Sallentum" e nel volume "Rassegna dell'arte in Puglia, 1943-1993", Taranto ed.  

 

Ademaro Bardelli nato a Firenze il 22   Dicembre 1934.Vive e lavora in Toscana e partecipa alla vita artistica dal 1956.
Dal 1949 al 1953 frequenta l'Istituto d'Arte di Firenze.
Dopo il servizio militare, si reca all'estero, in Belgio dove lavora in una miniera di carbone, in Svizzera, in Francia facendo i lavori più disparati come facchino, cavatore di pietra, scaricatore di porto, cameriere etc.
Rientrato in Italia nel 1956 comincia professionalmente l'attività artistica.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »