Community
 
Drakula74dgl
   
 
Creato da: Drakula74dgl il 31/05/2004
poesie

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Moblog preferito

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

Ultime visite al Blog

Donna_senza_nicKIngrid_73Drakula74dglBaltimoraXsunshine_sunlacey_munropsicologiaforensevololownorman.stansfieldJuliet_Homecucciolina1970etere_aSinapsi_Interrottecarolachenis
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« E’ un incantoI am alive »

imperfette, fili di freddo che increspano la pelle

Post n°1279 pubblicato il 12 Settembre 2012 da Drakula74dgl
Foto di Drakula74dgl

La notte è un treno in corsa....
...viaggiatori ammassati e stazioni da passare con  città deserte e nude...
aperte al suo sguardo vogliosamente in attesa....
Ponti,  precipizi di sogni  e binari, sempre quelli
 lucidi come i tuoi occhi, come gli occhi di chi non dorme,
caldi come un cuore che aspetta...
Lei che vive sorridendo, con lo sguardo azzurrato e la passione dei profumi,
con le mani stanche e i capelli in sordina,
con le gonne ammassate in quell’armadio nuovo,
perché i pantaloni sono più comodi e caldi...
Lei che ti prepara il caffè ogni mattina,
che ti veste, ancora, e ti ricorda di mangiare....

Tu che parli a un foglio bianco,
che muovi la testa in quella strana danza...
che scrivi, descrivi, ti scrivi....
Tu che guardi la finestra e accenni nuovi sorrisi in poche rughe stanche,
d’espressione diranno, di dolore, affermi...
Un bicchiere ti accompagna in questo vecchio treno,
come sempre puntuale la partenza,
come sempre è uguale il paesaggio intorno,
come sempre uguale il tuo scompartimento, tu, che ti abiti....

La notte per quelli come te è un dolore in più da guardare,
un silenzio d’attimi da sfibrare e sposare,
un rituale antico da seguire e ingoiare avidamente, quasi a farsi male,
come a farsi male...
Dietro un altro bicchiere,
dietro un altro pensiero dietro un altro treno, dietro un’altra notte, ogni notte...

La tocchi, quasi a volerne sentire la forza,
la giusta consistenza di lei che ti accompagna ancora,
te lo deve d’altronde, tu che le sei dentro ogni volta di più..
tu che la conosci ogni volta di più...
La tocchi appena puoi la tua notte, come un'amante in attesa,
con quel fare docile da bimbo sorpreso, con quel fare duro deluso....
Con quel fare che hai, di essere vivo...

Un altro treno a farti da guida...
La stazione non è poi molto lontana da te,
oltre il Tempio appena dietro il fumo di un’altra sigaretta,
il rumore di un altro viaggio ti accompagna,
nuove ombre a riempire il tuo pensare,
figure sconosciute a cui dare un nome e una destinazione....

Saranno immagini accartocciate su nuovi fogli,
nati da nuovi bicchieri in altre notti, anche loro, distanti...
Da due cuori....
Sempre Soli...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog