Community
 
brigantecal...
   

Brigante

ELBRIGANTESSSSS

Creato da brigantecalabro_2008 il 22/10/2008

 

post del GIORNO:errore fatale!

 

Fatti pagare per un passaggio in auto! Iscriviti GRATIS a BlaBlaCar.it

 
 

                  

 

 

Contatta l'autore

Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Et: 38
Prov: CS
 
 

VictoriaMilan

 

Ultime visite al Blog

fabiozelbertolini_gaelisa73montini_davide1990stevens66marty.costantinoblu_delfinosagredo58misti0linfaticocdimpiantielettriciroberto2dgl7errecologiaiasiksep.gio
 

Area personale

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 60
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Vinci il tuo volo per Parigi!

 

Ultimi commenti

in un continente come l' africa non c' da...
Inviato da: miviko
il 23/07/2014 alle 15:36
 
o mio dddio, che schifo, nn ho parole...che scandalo!!!!...
Inviato da: teobanzi
il 23/07/2014 alle 14:48
 
Che schifo..........
Inviato da: grazia.pv
il 23/07/2014 alle 14:19
 
ma povero piccolo! genitori fuori di testa.
Inviato da: absolutedonna
il 23/07/2014 alle 13:47
 
povero bimbo, ma i genitori hanno permesso una cosa del...
Inviato da: saveria450
il 23/07/2014 alle 13:41
 
 

 

 

Colpita da un fulmine nel grembo della mamma ha ancora i capelli dritti per effetto elettrostatico.

Post n°1127 pubblicato il 23 Luglio 2014 da brigantecalabro_2008
 
Foto di brigantecalabro_2008

ALBUQUERQUE (NEW MESSICO) Kimberly Gordon, una bambina di un anno di vita, colpita da un fulmine quando era ancora nel grembo della mamma, continua ad avere i capelli dritti per l’effetto elettrostatico, non può sedersi, né gattonare e tantomeno ingerire il cibo correttamente.

A distanza di un anno l’effetto della scossa non si è ancora esaurito. I genitori della piccola, Kendra Villanueva e Ian Gordon, stavano guardando i fuochi d’artificio durante la celebrazione del giorno dell’indipendenza, il 4 luglio dell'anno scorso, a Albuquerque, nel New Mexico, quando entrambi sono stati colpiti improvvisamente da un fulmine a ciel sereno.

La mamma Kendra era all’ultimo mese di gravidanza quando il fulmine ha attraversato il suo corpo, dall’orecchio al  pollice della mano, mettendo a rischio la piccola. Immediatamente la donna era stata trasferita nel centro medico dell’Università del New Mexico dove le era stato praticato un cesareo d’urgenza.

I medici non credevano sarebbe sopravvissuta e, invece, la piccola Kimberly, soprannominata “Flash Gordon”, nonostante abbia subito diversi danni neurologici dal fulmine, oggi, a distanza di un anno,  le sue condizioni sembrano migliorare.

I genitori sperano che la piccola possa stare sempre meglio e riuscire ad avere una vita normale. “Speriamo che nostra figlia saprà correre velocemente oppure che salverà l’universo”, ha commentato Ian Gordon.

dal Web

 
 
 

Kamasutra troppo hard: coppia rimane incastrata. Liberati dal padre di lui

Post n°1126 pubblicato il 22 Luglio 2014 da brigantecalabro_2008
 
Foto di brigantecalabro_2008

ZIMBABWE - Bloccati per otto ore mentre facevano sesso in una assurda posizione del kamasutra. L'incredibile episodio è avvenuto martedì in una città dello Zimbabwe, in Africa.

Gli sposini involontari protagonisti dell'episodio si chiamano Cain Chamhuze, 24 anni e Vongai Nhopi, 19 anni, sono rimasti incastrati dalle 2 di notte alle 10 di mattina del giorno dopo. A dividerli ci ha pensato l’intervento con un po' di imbarazzo del padre di lui. Visto che marito e moglie non riuscivano più a sbrogliarsi della posizione sessuale e hanno chiesto aiuto anche ai vicini, che sono arrivati nella stanza da letto e hanno raccontato: «Abbiamo sentito le grida e siamo entrati. Li abbiamo trovati aggrovigliati. Credevamo che l’uomo fosse morto, ma sua moglie diceva che poteva sentirlo respirare», i commenti. Qualcuno ha anche fatto fotografie mentre i due cercavano di tornare alla libertà.   

Una volta liberati, la coppia non è stata in grado di capire come tutto sia potuto accadere.

 
 
 

Difensore colpisce un gabbiamo in volo!

Post n°1125 pubblicato il 22 Luglio 2014 da brigantecalabro_2008
 
Foto di brigantecalabro_2008

Callum Booth.. un difensore nel bel mezzo di una partita di calcio ha respinto la palla dall’area di rigore, ma questa è finita direttamente su un gabbiano. Ovviamente il calciatore non voleva colpirlo di proposito, ma si è trattato di un semplice incidente che per fortuna non ha comportato alcun tipo di conseguenza per il gabbiano. da non credere! ecco il Video:

 

 
 
 

Lucy troppo bella: I ragazzi hanno paura di uscire con me

Post n°1124 pubblicato il 22 Luglio 2014 da brigantecalabro_2008
 
Foto di brigantecalabro_2008

"Troppo bella per essere vero": è lo strano caso di Lucy Harrold, una modella 25enne di Tamworth, che non riesce a trovare un fidanzato perché nessuno riesce a superare la paura di chiederle un appuntamento.

Chi ha detto che la bellezza risolve tutti i problemi, si sbagliava di grosso e non aveva considerato il problema inverso, ovvero che ad esserlo eccessivamente si potrebbero causare, incredibile a dirsi, situazioni di impasse e imbarazzo. “Troppo bella per essere vero”, ecco come possiamo riassumere lo strano caso di Lucy Harrold, una modella 25enne di Tamworth, che non riesce a trovare un fidanzato perché nessuno riesce a superare la paura di chiederle un appuntamento. Ed in effetti la sua figura è davvero invidiabile, Lucy ha un viso bellissimo, dei capelli lunghi e poi, un lavoro da urlo: fa la modella di biancheria intima e spesso appare sulle riviste maschili più vendute in Gran Bretagna, da Zoo a Nuts.

Per cercare di risolvere il suo problema, ha cominciato a fare affidamento ad un sito di dating online:

Per me non è semplice uscire con qualcuno, penso perché siano intimiditi nel relazionarsi a me. Molti ragazzi credono io sia già fidanzata ed evitano di avvicinarsi, quando esco da sola non riesco a trovare nessuno che si avvicini con una scusa, anche solo per offrirmi da bere.

Il caso di Lucy Harrold ha davvero dell’incredibile e, valutando il suo profilo instagram, dove pubblica senza filtro tutte le foto della sua vita, l’assenza di maschietti intorno a lei porta a credere che per lei sia davvero complicato riuscire a trovare l’anima gemella. La storia di Lucy ricorda un po’ quella di Scarlett Johansson: la bella attrice in gioventù aveva molti problemi a relazionarsi con le persone, proprio per lo stesso motivo. Magari prima di cercare di risolvere il suo problema attraverso i vari portali di dating online, potrebbe provare a chiedere un consiglio alla bella attrice.

http://www.fanpage.it/

 
 
 

Bambina dichiarata morta si risveglia nella bara prima del funerale.

Post n°1123 pubblicato il 21 Luglio 2014 da brigantecalabro_2008
 
Foto di brigantecalabro_2008

FILIPPINE – Sta facendo il giro del mondo il video in cui si vede l’incredibile risveglio di una bambina di tre anni durante i preparativi per la cerimonia del suo funerale.Questa storia impressionante che assomiglia a un film horror è accaduta nelle Filippine, nella provincia di Aurora, dove una bambina è stata salvata da una morte atroce.

Un funzionario della polizia locale ha raccontato al quotidiano The Filippines Star che la piccola era stata portata in ospedale lo scorso venerdì perché aveva la febbre alta da giorni. La domenica mattina il personale medico aveva dichiarato che il suo cuore aveva smesso di battere, confermandone il decesso. Il giorno successivo, quando era tutto pronto per il suo funerale, è successo quello che nessuno si sarebbe mai minimamente aspettato.

Un familiare, poco prima che iniziasse la funzione, ha aperto la bara della piccola per depositare un mazzo di fiori all’interno quando ha notato che la piccola ha subito mosso la testa, respirava, era ancora viva.

Il video, postato su Youtube, che documenta quanto accaduto e che, in appena due giorni,  ha raggiunto 4 milioni di visualizzazioni, è stato girato con un telefonino dove mostra i parenti, felici e increduli, che estraggono la bambina dalla bara, la abbracciano e la portano via.

Una storia assurda ma che purtroppo non ha un lieto fine perché la gioia , in realtà, è durata solo poche ore. La bimba, entrata nuovamente in coma, dopo poche ore è deceduta davvero in ospedale facendo disperare per la seconda volta i suoi genitori che avevano creduto nel miracolo.

dal web

 
 
 

A 9 anni il marito pi giovane al mondo: ha sposato una donna di 62 anni.

Post n°1122 pubblicato il 21 Luglio 2014 da brigantecalabro_2008
 
Foto di brigantecalabro_2008

Fatti pagare per un passaggio in auto! Iscriviti GRATIS a BlaBlaCar.it

MPUMALANGA (SUDAFRICA) – L’assurda storia arriva dal Sudafrica dove è stato realmente celebrato un matrimonio tra un bambino di 9 anni e una donna di 62 anni.

Sanaie Masilela, questo è il nome del bambino, è diventato il marito più giovane del mondo. Il matrimonio di Saneie, di soli nove anni, e la sua consorte, Helen Shabangu, è stato celebrato a Ximhungwe, in Mpumalanga, in Sudafrica davanti a circa 100 invitati. Naturalmente si tratta di un matrimonio poligamico perché la consorte è già sposata con un uomo di 66 anni e ha 5 figli di età compresa tra i 28 e i 38 anni, di gran lunga più vecchi del mini sposino.

Le due famiglie hanno dichiarato che a volere questo matrimonio siano stati i loro antenati ma, nonostante ciò, gli abitanti del posto hanno definito la situazione nauseante. La famiglia del piccolo sposo ha dato in dote 500 sterline alla sposa e ha speso oltre mille sterline per la celebrazione del matrimonio.

“Io e i miei figli siamo felici dell’unione”, racconta il primo marito della donna. “Sono felice di essermi sposato. Ora finirò la scuola e studierò sodo. Quando sarò più grande sposerò una donna della mia età”, ha dichiarato il piccolo sposo al quotidiano Mirror.

Nella foto del matrimonio lei, vestita in abito bianco con tanto di velo, si china fino a raggiungere la mini altezza dello sposo per baciarlo sulle labbra. Un gesto al quale lui reagisce con schiena rigida e occhi chiusi, e non sembra proprio gradire. Intorno a loro, la maggior parte degli invitati alle nozze guardano gli sposi con sguardo serio e anche un po’ disgustato mentre i bambini sembrano quasi impauriti.

 
 
 

Invia i dati della sua vagina per stamparli in 3D ma viene arrestata.

Post n°1121 pubblicato il 21 Luglio 2014 da brigantecalabro_2008
 
Foto di brigantecalabro_2008

TOKYO (GIAPPONE) – Un’artista giapponese di 42 anni, Megumi Igarashi, è stata arrestata per aver inviato materiale pornografico, attraverso Internet, ad altrettante persone che avevano aderito a un suo appello riguardo una raccolta di fondi per un suo progetto artistico, ovvero, una canoa ispirata al calco dei suoi genitali ribattezzata Pussy Boat.

L’artista, che lavora sotto lo pseudonimo Rokudenashi-ko (Ragazza buona a nulla), come riferisce l’agenzia di stampa Kyodo News, sta raccogliendo fondi per costruire un modello di kayak che assomigli alla sua vagina. Finora la donna ha ricevuto circa un milione di yen (quasi diecimila dollari) in cambio dell’invio di dati in 3D a diversi destinatari.

Sulla donna pende l’accusa di aver infranto le leggi giapponesi sull’oscenità. L’artista ha respinto le accuse dicendo che l’invio di dati è stato fatto a titolo gratuito e sottolineando come non si possono giudicare come osceni dati inviati per riprodurre oggetti in 3D.

“Non ho mandato materiale in cambio di soldi e non riesco a capire perché il materiale in 3D sia considerato materiale osceno”, avrebbe detto Igarashi alla polizia.

 
 
 

Bufera a Lucca, va in officina e trova la foto della moglie nuda sul calendario hot

Post n°1120 pubblicato il 16 Luglio 2014 da brigantecalabro_2008
 
Foto di brigantecalabro_2008

Si è recato dal meccanico e ha trovato le foto della moglie su un calendario hot appeso sulle pareti. L’uomo, infuriato, ha chiesto ragione all’ignaro proprietario, ma per convincerlo che il meccanico non c’entrava niente è stato necessario l’intervento delle forze dell’ordine. Questa la ricostruzione dei fatti: la giovane moglie si sarebbe fatta convincere per degli scatti da un fotografo che l’avrebbe assicurata che il calendario sarebbe stato divulgato lontano dalla città di Firenze, cosa che invece è stato…

 

 
 
 

Kamasutra troppo hard: coppia rimane incastrata. Liberati dal padre di lui

Post n°1119 pubblicato il 16 Luglio 2014 da brigantecalabro_2008
 
Foto di brigantecalabro_2008

ZIMBABWE - Bloccati per otto ore mentre facevano sesso in una assurda posizione del kamasutra. L'incredibile episodio è avvenuto martedì in una città dello Zimbabwe, in Africa.

Gli sposini involontari protagonisti dell'episodio si chiamano Cain Chamhuze, 24 anni e Vongai Nhopi, 19 anni, sono rimasti incastrati dalle 2 di notte alle 10 di mattina del giorno dopo. A dividerli ci ha pensato l’intervento con un po' di imbarazzo del padre di lui. Visto che marito e moglie non riuscivano più a sbrogliarsi della posizione sessuale e hanno chiesto aiuto anche ai vicini, che sono arrivati nella stanza da letto e hanno raccontato: «Abbiamo sentito le grida e siamo entrati. Li abbiamo trovati aggrovigliati. Credevamo che l’uomo fosse morto, ma sua moglie diceva che poteva sentirlo respirare», i commenti. Qualcuno ha anche fatto fotografie mentre i due cercavano di tornare alla libertà.   

Una volta liberati, la coppia non è stata in grado di capire come tutto sia potuto accadere.

 

 
 
 

Kamasutra troppo hard: coppia rimane incastrata. Liberati dal padre di lui

Post n°1118 pubblicato il 14 Luglio 2014 da brigantecalabro_2008
 
Foto di brigantecalabro_2008

ZIMBABWE - Bloccati per otto ore mentre facevano sesso in una assurda posizione del kamasutra. L'incredibile episodio è avvenuto martedì in una città dello Zimbabwe, in Africa.

Gli sposini involontari protagonisti dell'episodio si chiamano Cain Chamhuze, 24 anni e Vongai Nhopi, 19 anni, sono rimasti incastrati dalle 2 di notte alle 10 di mattina del giorno dopo. A dividerli ci ha pensato l’intervento con un po' di imbarazzo del padre di lui. Visto che marito e moglie non riuscivano più a sbrogliarsi della posizione sessuale e hanno chiesto aiuto anche ai vicini, che sono arrivati nella stanza da letto e hanno raccontato: «Abbiamo sentito le grida e siamo entrati. Li abbiamo trovati aggrovigliati. Credevamo che l’uomo fosse morto, ma sua moglie diceva che poteva sentirlo respirare», i commenti. Qualcuno ha anche fatto fotografie mentre i due cercavano di tornare alla libertà.   

Una volta liberati, la coppia non è stata in grado di capire come tutto sia potuto accadere.

 
 
 
Successivi »