Creato da AngeloSenzaVeli il 04/06/2013

angelo senza veli

con pregi e difetti...

 

Coscienza perduta... o dimenticata ?

Post n°173 pubblicato il 21 Novembre 2019 da AngeloSenzaVeli









immagine by AngeloSenzaVeli






Spesso sento persone negli ambienti spirituali lamentarsi per il fatto di aver vissuto esperienze di apertura del cuore e di risveglio anche molto intense,
 e averle poi “perdute”.

Il cercatore spirituale continua a lamentarsi per “il tempo, le donne ed il governo” (come cantava De Andrè), il “praticante spirituale” trova maniere ben più sofisticate per mostrarsi ingrato verso la Vita, arrivando a obiettare persino sugli stati di coscienza che gli vengono o non gli vengono concessi.
Questo succede perchè si adagiano e poltriscono, 
lasciando che la mente prenda il comando.

Di conseguenza c'è una regressione della coscienza, ovvero la negazione che ciò che abbiamo vissuto come "presa di coscienza" e 
la mente inizia a mettere tutto in dubbio.

C'è solo un modo per mantenere lo stato di coscienza acquisito, 
e citando Osho è il seguente:

”Vivi senza aspettative. Affrontare la vita con aspettative porta inevitabilmente alla frustrazione, sempre e comunque. L’aspettativa è la causa alla radice della frustrazione. Solo se ti muovi senza aspettative, troverai qualcosa; altrimenti la tua mente pretenderà sempre qualcosa, si aspetterà sempre qualcosa: “Questo dovrebbe essere così, e quello dovrebbe essere cosà”. E nel mondo nessuno deve in alcun modo, corrispondere a ciò che tu pretendi, esigi, consideri giusto.” 

Detto questo siamo a buon punto... io personalmente ho trovato il mio diciamo tra virgolette "mantra" o meglio è una frase della grande 
Anna Magnani che ho fatta mia ed è la seguente: 

"Amo il mio equilibrio instabile, tra saggezza e follia, serenità e rabbia,
 perché mi rende maledettamente vera".

Quindi tra alti e bassi rimango focalizzata sulle mie prese di coscienza senza aspettarmi nulla... vivendo la vita nel "qui e ora", quando cado, mi lascio cadere. Perchè solo quando si tocca il fondo si prende coscienza e ci rialza illuminati da una nuova consapevolezza e certi di aver affrontato una volta per tutte un nodo che ci portavamo dentro e che ci appesantiva, se non si ha coraggio di lasciarsi andare si rimane sempre sospesi, trascinandoci dietro una 
zavorra emotiva inutile. 

Detto cosi sembra facile, ma affrontare i propri demoni interiori non è mai facile o meglio... ogni volta diventa sempre più difficile ed è proprio li 
che la mente c'inganna, mettendoci i dubbi...
.
Qui si torna al dilemma "Coscienza perduta... o dimenticata ???".

Un sorriso... 
                                               Angel

 
 
 
Successivi »
 

ULTIME VISITE AL BLOG

desideria_io2009woodenshipnomade_assenzioQuivisunusdepopuloneimieipassiAngeloSenzaVelidivinacreatura59misteropaganoblaskina88avvbiadaunfioreRavvedutiIn2QuartoProvvisorioprimalunanera2.0bluiceee
 
 

AREA PERSONALE

 

who's _nline

 



Un Anima a nudo di AngeloSenzaVeli è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at http://blog.libero.it/angelosenzaveli.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso angelo_senza_veli@libero.it.

 

 

.