Community
 
afantini
   
Creato da afantini il 24/02/2006

Alessandro Fantini

Il Blog dell'artista multimedianico Alessandro Fantini

 

 

AFAN legge Alessandro Fantini: Endometria

Post n°106 pubblicato il 11 Gennaio 2014 da afantini
 

 

 

AFAN legge Alessandro Fantini: Endometria (2014)

AFAN Alessandro Fantini legge alcuni passi tratti dal sesto capitolo del suo romanzo fantasy "Endometria - Il seme della carne", pubblicato nel 2007 nella sua prima versione dalla casa editrice Liberodiscrivere e nel 2012 nella seconda edizione tascabile e digitale su Lulu.

Versione tascabile: http://www.lulu.com/shop/alessandro-fantini/endometria/paperback/product-20227405.html

Versione ebook: http://www.lulu.com/shop/alessandro-fantini/endometria/ebook/product-20223158.html

 
 
 

Le perle di Mechelen

Post n°105 pubblicato il 03 Dicembre 2013 da afantini

 


Alessandro Fantini

Le perle di Michelen

Saggi su cinema, musica, pittura e letteratura

Versione paperback: http://www.lulu.com/shop/alessandro-fantini/le-perle-di-mechelen/paperback/product-21334071.html

Versione ebook: http://www.lulu.com/shop/alessandro-fantini/le-perle-di-mechelen/ebook/product-21320058.html

Mechelen era il nome della taverna dai sei camini che occupava il pianoterra della casa di Delft in cui il pittore olandese Vermeer trascorse la sua misteriosa infanzia. Così come quello spazio accoglieva di sera i visitatori dell’antistante Piazza del Mercato, allo stesso modo questo volume raccoglie una prima eterogenea selezione di saggi ed articoli che Alessandro Fantini ha dedicato a quelle passioni creative in cui si è cimentato fin dall’infanzia in qualità di artista, dalla letteratura alla musica, dal cinema alla pittura. Tra le perle di critica estetica che compongono questa collana sfavillante di rimandi ipertestuali, oltre allo studio comparativo condotto attraverso la disamina del film “La ragazza con l’orecchino di perla” e l’omonimo romanzo di Tracy Chevalier, un’analisi incrociata di “Shining” e “Blade Runner” dove vengono messe in luce convergenze simboliche tra la paranoia sovrannaturale di Jack Torrance e quella artificiale dei replicanti della Los Angeles del 2019; una riflessione sul significato filosofico ed esoterico della Sfera nell’arte di Michel Granger e nella musica di Jean Michel Jarre; un’indagine sull’ascendente preraffaellita esercitato da d’Annunzio sulle cultura letteraria e figurativa romana di fine ottocento; la proposta di un manifesto per una nuova “Arte Medianica” formulato sulla scorta dello scienziato e mistico Emanuel Swedenborg, il cinema di Andrzej Zulawski e i paesaggi medianici di Karel Thole, Balthus e Andrew Wyeth; infine una traversata teoretica intrapresa intorno al concetto della Morte come fine del tempo che dai riti funerari dei Berawan del Borneo passa per Arnold Bὅcklin e arriva fino a “1984” di George Orwell.

 

 

 
 
 

Bryant's ode - Un poema multimedianico per New York

Post n°104 pubblicato il 16 Novembre 2013 da afantini
 

 

 

Un componimento in versi audiovisivi e visioni psicogeniche dedicato alla città di New York così come vissuta e scandagliata dalla mente multimedianica di Alessandro Fantini.

 

 
 
 

Alessandro Fantini "NoMen", il nuovo cortometraggio

Post n°103 pubblicato il 13 Agosto 2013 da afantini


Alessandro Fantini
NoMen


Diretto, scritto, interpretato, montato e prodotto da Alessandro Fantini
Musiche, fotografia, effetti visivi e sonori di Alessandro Fantini
AFAN PICTURES 2013

Se fosse il proprio nome di battesimo l'unico ricordo mancante, l'uomo svegliatosi in una macchina pericolante sul ciglio di un promontorio, saprebbe ancora trovare una spiegazione al come vi sia finito, al perché le porte siano bloccate e il segno più evidente della presenza dell'uomo, in quello spettrale scenario costiero, sia una colossale piattaforma protesa come un aracnide di metallo sull'orizzonte del mare.
Né il telefonino né la radio di bordo lo aiuteranno a salvarsi o a ricostruire la tormentata vicenda che l'hanno portato sul quel precipizio: forse solo nella claustrofobica vastità di una memoria imprigionata nelle segrete della mente, gli sarà possibile ritrovare quel nome che avrà il potere di riaprire le porte di un'anima dilaniata.

Volo pindarico, metaforico e letterale, che trova la sua ragion d'essere nel far collidere il presente di un ecosistema, quello della Costa dei Trabocchi in Abruzzo, minacciato dall'avanzare dello sfruttamento petrolifero, con un passato di fascinazioni paniche e mortifere come quello celebrato nelle pagine del "Trionfo della Morte" di D'Annunzio, "NoMen" non è solo un cortometraggio: è anche e soprattutto una novella "multimedianica" scritta sul diario intimo di un navigante in balìa dei marosi di un tempo senza più coordinate o approdi certi. Un tempo senza più nomi né uomini in grado di ricordare i drammi e gli amori che li hanno resi parole chiave di un mondo ancora abitato da passioni condivise senza bisogno di connessioni e reti wifi.

 
 
 

NoMen trailer (2013)

Post n°102 pubblicato il 06 Agosto 2013 da afantini

 

Alessandro Fantini - NoMen (2013)

Trailer

Se fosse il proprio nome di battesimo l'unico ricordo mancante, l'uomo svegliatosi in una macchina pericolante sul ciglio di un promontorio, saprebbe ancora trovare una spiegazione al come vi sia finito, al perché le porte siano bloccate e il segno più evidente della presenza dell'uomo, in quello spettrale scenario costiero, sia una colossale piattaforma protesa come un aracnide di metallo sull'orizzonte del mare.
Né il telefonino né la radio di bordo lo aiuteranno a salvarsi o a ricostruire la tormentata vicenda che l'hanno portato sul quel precipizio: forse solo nella claustrofobica vastità di una memoria imprigionata nelle segrete della mente, gli sarà possibile ritrovare quel nome che avrà il potere di riaprire le porte di un'anima dilaniata.

 Volo pindarico, metaforico e letterale, che trova la sua ragion d'essere nel far collidere il presente di un ecosistema, quello della Costa dei Trabocchi in Abruzzo, minacciato dall'avanzare dello sfruttamento petrolifero, con un passato di fascinazioni paniche e mortifere come quello celebrato nelle pagine del "Trionfo della Morte" di D'Annunzio, "NoMen" non è solo un cortometraggio: è anche e soprattutto una novella "multimedianica" scritta sul diario intimo di un navigante in balìa dei marosi di un tempo senza più coordinate o approdi certi. Un tempo senza più nomi né uomini in grado di ricordare i drammi e gli amori che li hanno resi parole chiave di un mondo ancora abitato da passioni condivise senza bisogno di connessioni e reti wifi.

 
 
 
Successivi »
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: afantini
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 35
Prov: CH
 
 

RASSEGNA STAMPA

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

ULTIME VISITE AL BLOG

TigerBlacksaggezzaindianaafantiniDJ_PonhzihyponoiavololowMarquisDeLaPhoenixliberafatimaarmandotestidreamer_feebiosgaleDIAMANTE.ARCOBALENOnonmale43antropoeticoCasaIdeale
 

ULTIMI COMMENTI

Da poco tempo ho scoperto la polemica chiamata babyboom su...
Inviato da: Anonimo
il 21/08/2008 alle 19:16
 
semplicemente serena serata e grazie dei consigli kiss
Inviato da: monnalisa_1953
il 25/05/2008 alle 20:19
 
Auguri per una serena e felice Pasqua...Kemper Boyd
Inviato da: Anonimo
il 23/03/2008 alle 16:04
 
Bene, un blog ricco di cose, tutte tue tra...
Inviato da: Anonimo
il 12/01/2008 alle 00:14
 
congratulazioni Alessandro, Massimo Botturi
Inviato da: fanciullodivetro
il 04/05/2007 alle 14:01
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom