Creato da focadicaulonia il 09/01/2006

Focà di Caulonia

Analisi varie su Focà (e anche Caulonia possibilmente)

 

 

ATTENTATO AL PROCURATORE SALVATORE DI LANDRO

Post n°128 pubblicato il 28 Agosto 2010 da focadicaulonia

In merito all'attentato contro il Procuratore Generale Salvatore Di Landro, al quale va la mia solidarietà, consiglio la lettura del blog "Guardie o Ladri" di Roberto Galullo, giornalista del Sole 24 Ore, che in questi anni ha effettuato almeno un centinaio di inchieste sulla criminalità organizzata in Italia. Il link è tra i siti preferiti.

 
 
 

LEALTA' FISCALE - Puntata 1

Post n°127 pubblicato il 24 Agosto 2010 da focadicaulonia

La recente manovra correttiva (DL 78/2010 convertito con la L. 122/2010) porta con sé della novità (in senso restrittivo) per i Comuni. Le novità principali sono le sanzioni più severe per chi sfora il Patto di Stabilità, contenimento della spesa per il personale, Gestione catastale e lotta all’evasione.

Mi interessa particolarmente quest’ultimo aspetto; all’art. 18 della manovra è previsto che i Comuni partecipino all’attività di accertamento fiscale e contributivo. In virtù di ciò sono tenuti a nominare entro 90 giorni il Consiglio Tributario. L’incentivo per i comuni che contribuiscono all’accertamento è il riconoscimento del 33% delle maggiori somme relative ai tributi statali.

Queste misure in aggiunta ai decreti attuativi del federalismo fiscale, che non sappiamo se vedranno la luce, rendono particolarmente interessante fare un’analisi della "situazione contributiva" da parte degli abitanti del Comune di Caulonia.

Grazie ai dati scaricabili sia dal sito dell’ISTAT(1)  che dal sito del Dipartimento delle Finanze(2), si può fare un’analisi dei redditi 2008 rapportati ai residenti di Caulonia in quell’anno.

RESIDENTI

Al 31/12/2008 la popolazione del Comune di Caulonia era pari a 7392 persone così suddivise:
per stato civile:
3487 persone coniugate
579 Vedove/Vedovi
2015 Nubili/Celibi maggiorenni

per età anagrafica:
Non Forze Lavoro < 15 ANNI: 992;
Non Forze Lavoro > 64 ANNI: 1655;
Forze lavoro (15-64 anni): 4745.

CONTRIBUENTI
Nel 2008 i contribuenti che hanno dichiarato un reddito imponibile ai fini dell'addizionale IRPEF sono stati 2140, cosi suddivisi:

N. contribuenti

Reddito dichiarato in Euro

Percentuale

37

fino a 1.000

1,73%

39

da 1.000 a 2.000

1,82%

25

da 2.000 a 3.000

1,17%

28

da 3.000 a 4.000

1,31%

29

da 4.000 a 5.000

1,36%

20

da 5.000 a 6.000

0,93%

49

da 6.000 a 7.500

2,29%

314

da 7.500 a 10.000

14,67%

490

da 10.000 a 15.000

22,90%

439

da 15.000 a 20.000

20,51%

357

da 20.000 a 26.000

16,68%

182

da 26.000 a 33.500

8,50%

53

da 33.500 a 40.000

2,48%

30

da 40.000 a 50.000

1,40%

16

da 50.000 a 60.000

0,75%

16

da 60.000 a 70.000

0,75%

9

da 70.000 a 100.000

0,42%

7

oltre 100.000

0,33%

ANALISI
Emerge subito che il 48,18% dichiara un reddito fino a 15000 Euro. Questo è particolarmente interessante poiché se consideriamo che:

  • un reddito imponibile di 15000 Euro corrisponde “spannometricamente” a 12600 Euro netti (1050 Euro per 12 mensilità)(3),
  • sempre nel 2008 le soglie di povertà relativa per le famiglie erano(4):
    1 componente Euro 599,80,
    2 componenti Euro 999,67,
    3 componenti Euro 1.329,56,
    4 componenti Euro 1.629,46

Ne deriverebbe che parecchi contribuenti si trovano in una condizione sociale particolarmente critica.

Facendo inoltre il rapporto tra i redditi dichiarati (2140) e la sola forza lavoro (4745) si osserva che i redditi rappresentano il 45,10% della forza lavoro.  Per avere un’idea del significato di tale valore ho calcolato lo stesso rapporto per alcuni comuni vicini(5), e purtroppo la percentuale di Caulonia è la più bassa.

Altre considerazioni le lascio fare agli altri, ma la più ovvia è che il futuro Consiglio Tributario ha parecchio materiale su cui lavorare, considerando che potrà disporre (come peraltro avviene già adesso) dei dati contenuti nelle banche dati tributarie, immobiliari, del Pubblico Registro Automobilistico, ecc..

Buon lavoro

(2) http://www.finanze.gov.it/export/finanze/Per_conoscere_il_fisco/Fiscalita_locale/index.htm
(3) Ipotizzando Add. regionale IRPEF 1,4%, add. Comunale IRPEF 0,5% e la sola detrazione per lavoro dipendente
(4) http://www.istat.it/salastampa/comunicati/non_calendario/20090730_00/testointegrale20090730
(5) Roccella, Stignano, Placanica, Bivongi, Riace e Monasterace.
.pdf

 
 
 

INCENDI 2010

Post n°126 pubblicato il 12 Agosto 2010 da focadicaulonia

Anche quest’anno gli incendi a Caulonia non mancano. Verso le 23,30 di Domenica 8 agosto a Focà, durante la Festa della Sacra Famiglia, si è sviluppato un incendio a ridosso dell’inizio del paese, lato Nord adiacente alla SP 89.

Inizialmente c’è stata un po’ di confusione perché buona parte della popolazione, che si trovava in piazza per assistere ai festeggiamenti, si è man mano recata presso il luogo dell’incendio, in quanto le fiamme erano molto vicino a delle abitazioni.

Personalmente ho apprezzato la velocità d’intervento sia della Protezione Civile che della Polizia Municipale che peraltro già si trovavano in paese per lo svolgimento della festa.  Però il fatto che dopo 30 minuti fosse già presente sul luogo un’autocisterna della Protezione Civile è segno che è stata effettuata un’opportuna azione di prevenzione. L’incendio è stato parzialmente domato nei pressi delle abitazioni con l’autobotte citata ma il giorno seguente è stato comunque necessario l’intervento aereo di due CANADAIR per spegnerlo definitivamente.

 

In quest’occasione mi permetto di stimolare l’Amministrazione Comunale a proseguire nel cammino fatto finora sul fronte prevenzione incendi migliorandosi ulteriormente.

 

Mi riferisco al punteggio ottenuto dal Comune nell’Indagine realizzata nell’ambito di “Non scherzate col fuoco 2010”, campagna nazionale di informazione e prevenzione del rischio incendi boschivi di Legambiente e del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile.

In quest’indagine i singoli Comuni, già interessati da incendi nel 2009, hanno risposto ad un apposito questionario.
Dalla somma dei risultati relativi alle singole domande si è giunti ad un punteggio finale da uno a dieci al quale è stata associata una classe di merito.

Caulonia ha ottenuto 6,5 (SUFFICIENTE LAVORO nella mitigazione del rischio incendi boschivi).

 

Questo punteggio deve essere un incoraggiamento per lavorare sugli aspetti che non hanno consentito di ottenere il massimo. In questo modo si spera di poter passare finalmente un’estate senza incendi.

Il rapporto di Legambiente si trova al link

 http://risorse.legambiente.it/docs/Ecosistema_Incendi_2010.0000001511.pdf

 

 
 
 

VACANZE ESTIVE

Post n°125 pubblicato il 26 Luglio 2010 da focadicaulonia
Foto di focadicaulonia

Ogni tanto riesco a "riaffacciarmi".

Siccome l'argomento qualità delle acque di balneazione è particolarmente sentito in questo periodo, segnalo che il Ministero della Salute ha attivato il servizio "Portale Acque" da dove, selezionando nell'ordine REGIONE - PROVINCIA - COMUNE, si possono visualizzare i dati relativi alla balneabilità delle singole aree di balneazione e  gli eventuali divieti.

Ho inserito il link tra i preferiti, assieme a quello del Ministero per la Pubblica Amministrazione.

Buone vacanze

 
 
 

POPOLAZIONE DI CAULONIA

Post n°124 pubblicato il 23 Dicembre 2009 da focadicaulonia
Foto di focadicaulonia

Altro grafico

 
 
 

POPOLAZIONE DI CAULONIA

Post n°123 pubblicato il 23 Dicembre 2009 da focadicaulonia
Foto di focadicaulonia

Finalmente ho trovato un pò di tempo per scrivere.

Ne approfitto innanzitutto per fare gli auguri a tutti i visitatori.
Con l'occasione allego un grafico riguardante la popolazione di Caulonia, con i dati tratti dal sito dell'ISTAT, in modo da avere una "fotografia" della popolazione per meglio concepire, promuovere ed attuare le politiche da parte dei rappresentanti politici.

Ho passato un pò di tempo ad aggregare per età il totale della popolazione (7392)secondo il criterio:
Bambini (12,37%): divisi per potenziali frequentatori di asili nido (3.27%), scuola dell'infanzia (1.68%), scuola primaria (4.52%) e scuola media (2.90%);
Ragazzi (16.52%): divisi per potenziali frequentatori di scuole superiori (5.83%) e università (10.69%);
Popolazione attiva (49.6%) divisa nelle classi 27-45 e 46-65;
Anziani (21.51%) divisi tra 66-80 e superiore a 80.

Successivamente, da profano, ho provato a calcolare degli indici caratteristici della popolazione  con i seguenti risultati:

indice di vecchiaia: 166.83 (definisce il numero di anziani esistenti per 100 giovani);
indice di invecchiamento: 21.51 (inteso come proporzione degli anziani nella popolazione);
indice di carico sociale: 55.79 (si costruisce rapportando la popolazione improduttiva (giovanile ed anziana) a quella produttiva (ovvero, in età lavorativa));
indice di carico sociale giovanile: 20.91 (costruito rapportando la popolazione improduttiva giovanile a quella produttiva);
indice di carico sociale degli anziani: 34.88 (costruito rapportando la popolazione improduttiva anziana a quella produttiva);
indice di struttura della popolazione in età lavorativa: 102.95 (rapporta la generazione di persone destinata ad uscire dal mondo del lavoro a quella che vi sta entrando).

ed infine l'indice di mascolinità, pari a 94.37 che confronta il numero di maschi nella popolazione per 100 donne in essa presenti.

Sicuramente possono esserci degli errori di aggregazione dei dati. Per chi si volesse cimentare riporto il link dell'ISTAT da dove si possono scaricare i dati.

Di nuovo tanti auguri a tutti e alla prossima .

http://demo.istat.it/index.html

 

 
 
 

PAGAMENTI AL COMUNE DI CAULONIA

Post n°122 pubblicato il 30 Giugno 2009 da focadicaulonia

 

Ciao a tutti. Riprendo a scrivere dopo un periodo abbastanza complicato.
Ricominciamo con i pagamenti effettuati nel 2009 al Comune di Caulonia dal Ministero dell'Interno.

L'ultimo pagamento del 15/06/2009 è relativo all'anticipazione, per l'anno 2009, della compensazione per i minori introiti correlato all'esclusione dall'ICI per le unità immobiliari adibite ad abitazioni  principali.

Come al solito chi volesse saperne di più vada al link http://finanzalocale.interno.it/docum/comunicati/index.html 

(gli importi sono espressi in Euro)

Descrizione PagamentoAnno SpettanzaImportoData Pagam.
CONTRIBUTI ORDINARI2009425.239,0313-02-2009
CONTRIBUTI PEREQUAZIONE SQUILIBRI FISCALITA' LOCALE2009149.174,1013-02-2009
CONTRIBUTO FUNZIONI TRASFERITE SPESE DI FUNZIONAMENTO20091.118,3716-02-2009
CONTRIBUTO FUNZIONI TRASFERITE SPESE C.CAPITALE20091.329,0516-02-2009
CONTRIBUTI CONSOLIDATI2009196.795,1617-02-2009
CONTRIBUTO PER CONTRATTI SEGRETARI COMUNALI20094.755,2627-02-2009
ONERI DEL PERSONALE (ART.1, C. 178, L. 266 05)200910.629,0005-03-2009
COMPARTECIPAZIONE IRPEF2009130.897,2909-03-2009
CONTRIBUTI ORDINARI2009425.239,0308-05-2009
CONTRIBUTI PEREQUAZIONE SQUILIBRI FISCALITA' LOCALE2009149.174,1008-05-2009
CONTRIBUTO FUNZIONI TRASFERITE SPESE DI FUNZIONAMENTO20091.118,3608-05-2009
CONTRIBUTO FUNZIONI TRASFERITE SPESE C.CAPITALE20091.329,0508-05-2009
CONTRIBUTI CONSOLIDATI2009196.795,1613-05-2009
CONTRIBUTI PER SVILUPPO INVESTIMENTI200935.737,3318-05-2009
CONTRIBUTO COMPENSATIVO MINORI INTROITI ICI PRIMA ABITAZIONE200924.694,2515-06-2009

Dati ordinati per Data pagamento / Ordina per Voce spettanza

 

 
 
 

POR CALABRIA FESR 2007/2013

Post n°121 pubblicato il 13 Febbraio 2009 da focadicaulonia
 
Foto di focadicaulonia

L’Autorità di Gestione del POR Calabria FESR 2007 - 2013, sta approvando gradualmente i Criteri di Selezione per i diversi Assi di intervento del POR CALABRIA FESR 2007/2013. Questi criteri, a seguito dell’approvazione da parte del Comitato di Sorveglianza, saranno sottoposti all’approvazione della Giunta Regionale ed inviati per l’approvazione alla competente Commissione del Consiglio Regionale.

Riporto i diversi Assi del FESR con indicati gli obiettivi operativi per ognuno. I requisiti per l’ammissibilità e i criteri di valutazione dei progetti che saranno proposti sono differenziati per area di intervento.

Alla fine del messaggio ci sono i link alle schede sul sito della Regione. Buon fine settimana.

ASSE I – RICERCA SCIENTIFICA INNOVAZIONE TECNOLOGICA E SOCIETÀ DELL’INFORMAZIONE

1.1.1 Qualificare in senso innovativo l'offerta di ricerca regionale, favorendo la creazione di reti fra Università, Centri di Ricerca e Imprese all'interno di un contesto competitivo e cooperativo in grado di indirizzare gli investimenti verso le eccellenze.

1.1.2 Realizzare un efficace collegamento tra domanda e offerta di ricerca e innovazione valorizzando le competenze e le funzioni di mediazione.

1.1.3 Migliorare la competitività delle imprese regionali attraverso lo sviluppo e/o l'adozione di innovazioni tecnologiche ed organizzative.

1.1.4 Aumentare il numero di imprese innovative nella regione.

1.2.1 Accrescere la capacità di utilizzo, l'accessibilità e la fruibilità di contenuti, applicazioni e servizi digitali da parte dei cittadini.

1.2.2 Sostenere la promozione di servizi pubblici moderni e rafforzare i processi di innovazione della Pubblica Amministrazione basati sulle TIC.

1.2.3 Sostenere le Imprese nei Processi di Innovazione Digitale e nello Sviluppo di Contenuti, Applicazioni e Servizi Digitali Avanzati.

1.2.4 Garantire a cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione l'accesso alle reti, riducendo il divario infrastrutturale riguardante la banda larga nelle aree rurali e periferiche.

ASSE II – ENERGIA

2.1.1 Diversificare le fonti energetiche e aumentare l'energia prodotta da fonti rinnovabili.

2.1.2 Promuovere l'efficienza energetica e il risparmio dell'energia.

2.1.3 Incrementare la disponibilità di risorse energetiche per usi civili e produttivi e l'affidabilità dei servizi di distribuzione.

ASSE III – AMBIENTE

3.1.1 Promuovere l'uso ottimale della risorsa idrica per scopi multipli incrementando e riequilibrando la dotazione idrica per i diversi usi.

3.1.2 Sostenere il risparmio idrico, la riduzione delle perdite, il recupero e l’uso di fonti idriche alternative a beneficio degli utenti dei diversi comparti.

3.2.1 Realizzare il riefficientamento del sistema idraulico.

3.2.2 Mitigare il rischio da frana, esondazione ed erosione costiera e di sisma.

3.2.3 Potenziare il sistema regionale di previsione e prevenzione dei rischi e migliorare la capacità di gestione delle emergenze.

3.3.1 Prevenire e ridurre la quantità e la pericolosità dei rifiuti prodotti.

3.3.2 Ottimizzare il sistema di gestione dei rifiuti e attivare le filiere produttive connesse al riutilizzo, reimpiego, riciclaggio e recupero di materia ed energia.

3.4.1 Completare la bonifica dei siti contaminati per recuperare alle opportunità di sviluppo sostenibile le aree contaminate, anche a tutela della salute pubblica e del territorio.

3.5.1 Garantire la sostenibilità ambientale delle politiche di sviluppo.

3.5.2 Completare e potenziare i sistemi di monitoraggio e conoscenza dello stato dell’ambiente.

ASSE IV - Qualità della Vita e Inclusione Sociale

4.1.1 Migliorare la qualità e l’accessibilità delle strutture scolastiche e dei servizi complementari alla didattica e accrescere la diffusione, l'accesso e l'uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione nelle scuole.

4.2.1 Rafforzare i diritti dei minori e qualificare i servizi per l’assistenza e il sostegno all’autonomia degli anziani e dei diversamente abili.

4.2.2 Sostenere e migliorare le condizioni di vita di alcune categorie svantaggiate, riducendo i fenomeni di emarginazione e discriminazione.

4.2.3 Migliorare la qualità dei servizi per la salute dei cittadini attraverso la sperimentazione del modello della Casa della Salute.

4.2.4 Sostenere la socializzazione dei giovani, la partecipazione attiva ai processi di sviluppo e l’attivazione di percorsi innovativi di inserimento lavorativo.

4.3.1 Contrastare e ridurre i livelli di insicurezza e di illegalità nella regione anche attraverso la crescita del capitale sociale della comunità calabrese

ASSE V – Risorse Naturali, Culturali e Turismo Sostenibile

5.1.1 Sostenere nelle aree della Rete Ecologica Regionale lo sviluppo di attività economiche compatibili con le esigenze di tutela e conservazione della biodiversità e del paesaggio e finalizzate al mantenimento delle attività antropiche e al miglioramento della qualità della vita dei residenti.

5.2.1 Tutelare, mettere a sistema, valorizzare e rendere fruibile il patrimonio culturale della Calabria costituito dalle Aree e dai Parchi Archeologici, dagli Edifici Storici e di Pregio Architettonico, dai Castelli e dalle Fortificazioni Militari, dalle Aree e dalle Strutture di Archeologia Industriale..

5.2.2 Potenziare e qualificare le istituzioni culturali, i luoghi della cultura e sostenere lo sviluppo dell’arte contemporanea in Calabria.

5.2.3 Promuovere, qualificare e mettere in rete l’offerta culturale regionale attraverso la realizzazione di attività ed eventi in grado di mobilitare significativi flussi di visitatori e turisti.

5.2.4 Recuperare, qualificare e valorizzare le particolarità etnoatropologiche, linguistiche, culturali e storiche delle comunità calabresi come condizione per il recupero dell’identità e lo sviluppo sostenibile del territorio.

5.2.5 Sostenere lo sviluppo di attività imprenditoriali all’interno delle filiere della valorizzazione del patrimonio e della produzione culturale.

5.3.1 Sostenere la qualità e la sostenibilità ambientale delle Destinazioni e dei Prodotti Turistici Regionali.

5.3.2 Realizzare e promuovere prodotti e pacchetti turistici innovativi, competitivi e sostenibili basati sulla valorizzazione delle risorse naturali e culturali presenti all’interno delle Destinazioni Turistiche Regionali.

5.3.3 Attrarre nuovi flussi turistici nazionali e internazionali in Calabria.

ASSE VI - RETI E COLLEGAMENTI PER LA MOBILITÀ

6.1.1 Sviluppare l'accessibilità esterna ed interna della Calabria attraverso l'interconnessione e l'interoperabilità fra Corridoio Tirrenico e Corridoio Jonico.

6.1.2 Potenziare i Sistemi Regionali Portuali, Aeroportuali e Intermodale – Logistico.

6.1.3 Potenziare i Sistemi di Mobilità Sostenibile e di Logistica delle Merci nelle Aree Urbane.

6.1.4 Favorire la connessione delle aree produttive e dei sistemi urbani alle reti principali, le sinergie tra i territori e i nodi logistici e l'accessibilità delle aree periferiche, migliorare i servizi di trasporto a livello regionale e promuovere modalità sostenibili.

ASSE VII – SISTEMI PRODUTTIVI

7.1.1 Qualificare e potenziare le infrastrutture produttive materiali ed immateriali e sostenere la domanda di servizi innovativi alle imprese.

7.1.2 Sostenere l'apertura del sistema produttivo regionale attraverso l'attrazione di investimenti dall'esterno e il miglioramento delle capacità di esportazione delle imprese regionali.

7.1.3 Migliorare le condizioni di accesso al credito da parte delle imprese.

7.1.4 Promuovere e sostenere la competitività delle imprese e la creazione di nuove imprese nei settori innovativi e/o in rapida crescita.

7.1.5 Promuovere e sostenere la cooperazione tra le imprese in una logica di filiera o di territorio.

ASSE VIII – CITTÀ, AREE URBANE E SISTEMI TERRITORIALI – PARTE CITTÀ E AREE URBANE

8.1.1 Sostenere la crescita e la diffusione delle funzioni urbane superiori per aumentare la competitività e per migliorare la fornitura di servizi di qualità nelle città e nei bacini territoriali sovracomunali e regionali di riferimento .

8.1.2 Elevare la qualità della vita, attraverso il miglioramento delle condizioni ambientali e la lotta ai disagi derivanti dal degrado, dalla congestione e dalle situazioni di marginalità urbana.

8.2.1 Migliorare la qualità della vita, la competitività e l'attrattività dei Sistemi Territoriali non urbani attraverso la realizzazione di Progetti Integrati in grado di valorizzare le risorse e le specificità locali e contrastare il declino delle aree interne e marginali.

ASSE IX – Assistenza Tecnica e Cooperazione Interregionale

9.1.1 Supportare l’Autorità di Gestione, il Comitato di Coordinamento del Programma, i Responsabili degli Assi / Settori Prioritari nelle realizzazione delle attività di programmazione operativa, coordinamento, gestione, monitoraggio, controllo e valutazione del POR

9.1.2 Rafforzare il ruolo del Partenariato Economico e Sociale per l’analisi, la valutazione e la comunicazione delle politiche regionali del POR Calabria FESR 2007 – 2013.

9.2.1 Promuovere, attraverso azioni di cooperazione interregionale, la realizzazione e la buone pratiche e azioni innovative.

 http://www.regione.calabria.it/calabriaeuropa/index.php?option=com_content&task=blogcategory&id=119&Itemid=387

 
 
 

PATTO STABILITA' 2009-2011

Post n°120 pubblicato il 04 Febbraio 2009 da focadicaulonia
 

E' stata diramata la circolare 2/2009 della Ragioneria Generale dello Stato, che disciplina il "patto di stabilità interno" per gli anni 2009-2011 per le Province e i Comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti.


Le disposizioni emanate sono state fortemente criticate dall'ANCI ( http://www.anci.it/index.cfm?layout=dettaglio&IdSez=4871&IdDett=17383 )
che ha minacciato la rottura dei rapporti istituzionali con il Governo.
Per i "tecnici" la Circolare a trovate qui:
http://www.rgs.mef.gov.it/VERSIONE-I/CIRCOLARI/2009/Presentazione-Circolare-del-27gennaio-2009-n-02.htm_cvt.asp

 
 
 

FINANZIAMENTI PER LA MESSA IN SICUREZZA DELLE SCUOLE

Post n°119 pubblicato il 04 Febbraio 2009 da focadicaulonia
 

Dal sito del Governo:


L'INAIL (Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro), - d'intesa con il Ministero del Lavoro, della salute e delle politiche sociali, con il Ministero della Pubblica Istruzione e con gli Enti locali competenti -, finanzia in via sperimentale, per il triennio 2007-2009, progetti che si prefiggono di migliorare le condizioni degli istituti scolastici sotto il profilo della normativa sulla sicurezza e l’igiene dei luoghi di lavoro, o di abbattere le barriere architettoniche (secondo l’art. 1, comma 626, della Legge finanziaria 2007).


Il bando, pubblicato il 29 dicembre 2008, nella Gazzetta Ufficiale (serie speciale - contratti pubblici) apre i termini per le richieste di finanziamento, che dovranno essere presentate entro il 20 marzo 2009 direttamente alle Regioni.


Destinatari del finanziamento sono gli Enti locali proprietari degli edifici scolastici pubblici, sede di istituti pubblici di istruzione secondaria di primo grado e superiore.


I fondi per la Calabria ammontano a 2.646.532 Euro per il 2008 e 1.058.613 per il 2009.


Link http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/stanziamenti_inail/index.html


 
 
 

SOLDI PER TARANTELLA POWER, PULIZIA SPIAGGIE E SAGRE

Post n°118 pubblicato il 13 Gennaio 2009 da focadicaulonia

Sono stati pubblicati sui Supplementi straordinari n. 1 e 2 al B.U. della Regione Calabria di dicembre 2008, tre decreti sulla concessione di finanziamenti al Comune: 

DECRETO n. 13052 del 17 settembre 2008
POR Calabria 2000-2006 – Misura 2.2. Progetto Pilota «Memoria, Storia e Identità» – D.D.G. 17130 dell’8/11/07 – Liquidazione Comune di Caulonia.
IL DIRIGENTE DI SERVIZIO
PREMESSO CHE
:
— la Misura 2.2 – Servizi pubblici per la valorizzazione del patrimonio culturale, sostiene la creazione, il potenziamento e il miglioramento della qualità dei servizi culturali pubblici su patrimonio pubblico per favorire la conoscenza, l’accesso e la fruizione del patrimonio culturale regionale di proprietà pubblica;
— in particolare l’Azione 2.2.b – Promozione e realizzazione di iniziative culturali innovative, che valorizzano il patrimonio culturale e le identità locali, attraverso la linea d’intervento: Promozione e realizzazione di eventi culturali innovativi, sostiene la realizzazione di iniziative di valenza e visibilità nazionale, promosse o direttamente dall’Amministrazione regionale o da altri soggetti pubblici, nonché da partenariati di soggetti pubblici e privati locali, che, valorizzando il patrimonio culturale regionale e le sue identità locali, riescano ad attrarre flussi di turismo culturale;
— la Giunta regionale ha approvato, con DGR n. 540 del 3 agosto 2007 ad oggetto «Linee di Indirizzo per l’identificazione di iniziative culturali a valenza regionale», le linee di indirizzo per la realizzazione del Progetto Pilota «Memoria, Storia e Identità»;
— la DGR n. 540 del 3 agosto 2007, ha altresì stabilito che gli interventi del Progetto pilota «Memoria, Storia e Identità», siano finanziati con le risorse residue ancora disponibili a valere sull’Asse II – Risorse culturali – Misura 2.2. Servizi pubblici per la valorizzazione del patrimonio culturale;
— la G.R. con il DDG n. 17130 dell’8/11/07 ha approvato il Progetto Pilota «Memoria, Storia e Identità» tra cui è compresa l’iniziativa «Festival Tarantella Power – IX Edizione» presentato dall’Amm.ne Comunale di Caulonia (RC) per un importo di Euro 27.000,00;
— la Convenzione tra Regione Calabria – Dipartimento 11 e Comune di Caulonia, è stata repertoriata presso l’Ufficio Repertorio della Regione Calabria al n. 656 del 5/6/08.
VISTA la documentazione contabile prodotta dal Comune di Caulonia trasmessa con nota n. 10406 del 5/9/08, assunta dal Dipartimento con prot. n. 0002011 del 5/9/08, con cui si rendiconta la spesa effettuata per un importo pari a Euro 27.000,00.
VISTA la nota del Dipartimento Bilancio, prot. n. 2865 del 30/4/08 e considerato che trattandosi di pagamenti ad Enti pubblici, non è applicabile il disposto di cui all’art. 48 bis del DPR n. 602/73 e relativo regolamento attuativo approvato con D.M. n. 40 del 18/1/08.
VISTA la L.R. n. 34 del 2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza.
VISTA la L.R. n. 28 del 28/12/07 «Autorizzazione all’esercizio provvisorio del Bilancio di previsione della Regione Calabria per l’anno finanziario 2008.
VISTA la L.R. n. 7 del 13 maggio 1996.
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999.
VISTO il decreto n. 1030 del 13 febbraio 2008 con il quale è stato conferito, l’incarico al dr. Armando Pagliaro, di Dirigente del Settore n. 1 «Cultura, Promozione culturale, Eventi culturali, Osservatorio regionale per la Cultura».
VISTO il D.G.R. n. 1427 del 2/3/07, Conferimento incarico di Dirigente del Servizio al dr. Gaetano Giacinto e s.m.i..
VISTO il DDG n. 14974 del 5/10/07 ad oggetto «Riorganizzazione interna delle funzioni dirigenziali del Dipartimento 11 «Cultura, Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione Tecnologica, Alta formazione», con cui è stato determinato, «a garanzia della continuità dell’azione amministrativa che, nell’ipotesi di assenza o impedimento di un dirigente, le relative funzioni sono momentaneamente assunte dal dirigente più prossimo nella struttura verticale» e considerata l’assenza del Dirigente del Settore 1.
ALLA STREGUA dell’istruttoria compiuta dalla struttura interessata nonché dalla espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal Dirigente del competente Servizio.
DECRETA
Le premesse sono parte integrante del presente atto:
— di liquidare la somma di Euro 27.000,00 al Comune di Caulonia (RC), a fronte del «Festival Tarantella Power – IX Edizione » gravando il relativo onere sul POR Calabria Misura 2.2, Azione 2.2.b. capitolo 3411101/07, impegno n. 6158 del 5/11/07;
— di autorizzare la Ragioneria Generale di procedere al pagamento dell’importo di Euro 27.000,00 in favore del Comune di Caulonia (RC);
— di pubblicare il presente decreto sul Bollettino Regionale Ufficiale della Regione Calabria.

Catanzaro, lì 17 settembre 2008
Il Dirigente del Servizio
Dr. Giacinto Gaetano

DECRETO n. 11596 del 14 agosto 2008
Attuazione Decreto dirigenziale n. 12409 del 24/8/2007 recante: Contributo ai comuni costieri per la pulizia delle spiagge anno 2007. Liquidazione finale al comune di Caulonia (RC).
IL DIRIGENTE DI SETTORE
VISTA la Legge regionale n. 7 del 13 maggio 1996 recante «Norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta regionale e sulla Dirigenza regionale» e s.m.i..
VISTA la D.G.R. n. 2661 del 21/6/1999 recante «Adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per l’attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. 7/96 e dal D.Lgs. 29/93 e successive integrazioni e modificazioni».
VISTO il Decreto n. 354 del 24/6/1999 del Presidente della Regione recante «Separazione dell’attività amministrativa d’indirizzo e di controllo da quella di gestione» e ss.mm.ii..
VISTO il Decreto del Dirigente Generale del Dipartimento Politiche dell’Ambiente n. 17497 del 25/11/2005 avente ad oggetto «Delega adozione dei provvedimenti finali dei procedimenti amministrativi concernente il Sett. n. 54 Pianificazione delle risorse naturali e ambientali del Dipartimento Politiche dell’Ambiente – Dirigente di Settore Ing. Francesco Civitelli.
VISTA la D.G.R. n. 100 del 31/1/2008 con la quale si conferisce l’incarico di Dirigente del Settore n. 2 «Protezione dell’Ambiente e qualità della Vita» all’Ing. Francesco Civitelli.
VISTA la Legge regionale n. 34 del 2002 e ss.mm.ii. e ritenuta la propria competenza.
PREMESSO che:
— con D.G.R. n. 471 dell’1/8/2007 sono stati stabiliti i criteri di assegnazione dei fondi in relazione alla superficie delle spiagge adibite alla balneazione pubblica e la concessione di una premialità sul contributo ai soli comuni rivieraschi in possesso:
di attrezzature pubbliche al servizio dei turisti, in particolare dei disabili, e in aree ricadenti nella Rete Natura 2000;
— con D.D.G. n. 12409 del 24/8/2007, è stato ripartito il contributo ai Comuni costieri per la pulizia delle spiagge annualità 2007;
— con lo stesso Decreto è stata impegnata la somma di Euro 720.000,00 (L.R. n. 11 dell’11/5/07) da destinare per la pulizia delle spiagge ai Comuni costieri della Regione Calabria, sul capitolo n. 2131202 del bilancio regionale annualità 2007, conto impegno n. 4463 del 21/8/2007;
— il comune di Caulonia è beneficiario di un contributo pari ad Euro 4.601,95 per la pulizia della spiaggia così come determinato con l’atto sopra citato;
— con D.D.G. n. 12409 del 24/8/2007 è stato approvato lo schema di convenzione che regola i rapporti con i Beneficiari, inerenti i contributi per la pulizia delle spiagge;
— il comune di Caulonia ha sottoscritto apposita convenzione con la Regione Calabria Dipartimento Politiche dell’Ambiente di cui al repertorio n. 13756 del 22/10/2007, e pertanto, ai sensi dell’art. 6 della citata convenzione, è stata erogata l’anticipazione
del contributo, nella misura dell’80% della somma complessiva, pari ad Euro 3.681,56 di cui al Decreto Dirigenziale n. 20308 del 6/12/2007;
— l’Amministrazione comunale di Caulonia, con nota prot. 7294 del 18/6/2008 acquisita al Dipartimento Politiche dell’Ambiente con prot. 9840 del 24/6/2008 ha trasmesso i documenti relativi alla rendicontazione dei lavori, prevista dalla convenzione sopra richiamata, necessari ai fini della liquidazione finale della rimanente parte del contributo;
— sulla base della documentazione di cui al punto precedente, si attesta pertanto che è stato rendicontato l’intero contributo concesso e che le spese risultano documentate mediante fatture quietanzate e/o documenti contabili di valore probatorio equivalente per i quali esiste la tracciabilità bancaria.
RITENUTO
Di dover dare attuazione al Decreto dirigenziale n. 18865 del 28/12/2006.
Di dover liquidare al comune di Caulonia la somma di Euro 920,39 quale liquidazione finale del contributo concesso.
VISTA la Legge regionale n. 8 art. 45 del 4/2/2002.
VISTA la D.G.R. n. 129 del 3/5/2007.
RIBADITO che il finanziamento concesso è regolato da apposita convenzione stipulata tra la «Regione» ed il «Beneficiario».
ATTESTATO che si sono realizzate le condizioni stabilite dall’art. 45 della L.R. n. 8/2002.
DECRETA
Per i motivi sopra esposti, che qui si intendono integralmente riportati:
1. Di autorizzare il Settore Ragioneria Assessorato al Bilancio Regione Calabria, all’accreditamento della somma di Euro 920,39 pari al 20% del contributo concesso a favore del comune di Caulonia, quale liquidazione finale dello stesso contributo finalizzato alla pulizia delle spiagge per l’anno balneare 2007, giusta convenzione Rep. n. 13756 del 22/10/2007, da accreditare sulla contabilità speciale presso la Banca D’Italia.
2. Di imputare la spesa di Euro 920,39 sul capitolo 2131202 anno 2007, conto impegno n. 4463 del 21/8/2007, assunto con Decreto Dirigenziale n. 12409 del 24/8/2007.
3. Dare atto che avverso il presente Decreto è ammesso ricorso in Sede giurisdizionale innanzi al Tar Calabria da chiunque ne abbia legittimo interesse entro 60 giorni dalla legittima consegna e ricorso al Capo dello Stato entro i 120 giorni dalla stessa data.
4. Di disporre la pubblicazione del presente provvedimento sul Bollettino ufficiale della Regione Calabria.

Catanzaro, lì 14 agosto 2008
Il Dirigente di Settore
Ing. Francesco Civitelli

DECRETO n. 14389 dell’8 ottobre 2008
Liquidazione contributo a favore del Comune di Caulonia (RC) per manifestazioni fieristiche ed attività promozionali.
Legge regionale n. 11/1991, art. 11. Revoca decreto dirigenziale n. 9325 dell’11/7/2008.
IL DIRIGENTE
VISTI:
— il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente della Giunta regionale recante «separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di gestione», per come modificato ed integrato con successivi decreti;
— la deliberazione di Giunta Regionale n. 770 dell’11/11/2006, avente ad oggetto «Ordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta Regionale (Art. 7, L.R. n. 31/2002)»;
— DD.PP.GG.RR. n. 354/1999 e 206/2000;
— il decreto del Dirigente Generale Vicario n. 1200 del 28/2/2007, con il quale è stato conferito l’incarico di Dirigente del Servizio «Commercio» al Dott. Francesco Simonetti, giusta delibera di Giunta Regionale n. 5/2007;
— la legge regionale n. 8/2002.
CONSIDERATO:
— che con nota prot. n. 7941 del 18/7/2007 il Comune di Caulonia (RC) ha chiesto un contributo di Euro 10.000,00 per le manifestazioni inerenti «La sagra della carne di capra e delle salsicce di maiale in località Crochi e piccola fiera dei prodotti artigianali del luogo» da svolgersi la 2a domenica di settembre 2007 e «Sagra della pasta di casa e piccola fiera artigianale e dei prodotti tipici del comprensorio» nel Centro storico da svolgersi la 3a domenica di settembre 2007;
— che con nota prot. n. 206 del 30/7/2007 il Dipartimento Attività Produttive ha confermato a favore del Comune di Caulonia (RC) il finanziamento richiesto per le iniziative promozionali in questione.
RILEVATO:
— che con nota prot. n. 10132 del 24/9/2007, acquisita al prot. n. 5017/dip del 26/9/2007, il Comune di Caulonia (RC) ha attestato la spesa effettuata per le manifestazioni sopra descritte;
— che il Comune di Caulonia (RC) ha, inoltre, dichiarato di non aver ricevuto nessun altro finanziamento da fonte regionale finalizzato alla realizzazione delle manifestazioni citate.
PRESO ATTO:
— che con decreto n. 15516 del 15/10/2007 è stata impegnata la somma di Euro 182.000,00, sul capitolo di bilancio 6132102 giusto impegno n. 4532 del 27/8/2007, per consentire la liquidazione dei contributi concessi ai sensi della citata legge regionale;
— che, pertanto, occorre provvedere a liquidare, a favore del Comune di Caulonia (RC) la somma dovuta di Euro 10.000,00.
TENUTO CONTO che è stata acquisita la documentazione inerente le spese sostenute per le manifestazioni di cui in premessa attestata, tramite determina del Responsabile dell’Area Socio Culturale n. 247 dell’11/3/2008, e che quindi si sono realizzate le condizioni stabilite per la liquidazione della spesa a favore del Comune di Caulonia (RC).
Tutto ciò premesso
DECRETA
1) le premesse sono parte integrante e sostanziale del presente atto;
2) di liquidare a favore del Comune di Caulonia (RC), Via Roma 1, C.F. 00890760804 la somma di c 10.000,00 disponibile sul capitolo di bilancio 6132102 giusto impegno di spesa n. 4532 del 27/8/2007, quale contributo concesso per le manifestazioni in questione;
3) di revocare, per le motivazioni esposte, il precedente decreto n. 9325 dell’11/7/2008;
4) di notificare il presente provvedimento al Comune di Caulonia (RC) e disporre la pubblicazione del presente atto nel BURC.

Catanzaro, lì 8 ottobre 2008

 
 
 

INIZIA IL 2009

Post n°117 pubblicato il 02 Gennaio 2009 da focadicaulonia

Buon 2009 a tutti.
Come da consuetudine anche per il 2009, con decreto del Ministro dell’Interno del 19 dicembre 2008, in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, è stato differito al
31 marzo 2009 il termine per l’approvazione del bilancio di previsione degli enti locali relativo all’anno 2009.

Inoltre con la Circolare F.L. 6/2008 il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Ministero degli Interni ha dato indicazioni sulle modalità di richiesta di un contributo ai comuni che per gli anni dal 2001 al 2005 abbiano registrato minori entrate derivanti dall’imposta comunale sugli immobili, a causa dell’autodeterminazione provvisoria delle rendite catastali derivante da fabbricati di categoria “D”.
Gli enti (rientranti nella casistica) che non provvederanno a presentare  la documentazione  necessaria entro il termine del 31 gennaio 2009, dall’esercizio 2009, non potranno avere titolo alla corresponsione d’alcun contributo erariale per minore gettito ICI “D”,  registrato negli anni dal 2001 al 2005, anche se precedentemente riconosciuto con attribuzione della corrispondente spettanza.

Buon Lavoro .

Link alle circolari citate:

Bilancio 2009: http://finanzalocale.interno.it/docum/comunicati/com221208.html
Contributo minore ICI "D": http://finanzalocale.interno.it/circ/fl6-08.html

 
 
 

AUGURI

Post n°116 pubblicato il 19 Dicembre 2008 da focadicaulonia

Faccio tanti auguri a tutti i miei visitatori per un Buon natale e per un 2009 migliore dell'anno che se ne sta andando.
Apro una parentesi sugli aspetti amministrativi, segnalando che sono stati disposti i pagamenti a favore dei Comuni da parte del Ministero dell'Interno sui minori introiti derivanti dalla soppressione dell'ICI per l'abitazione principale (vedi sotto dati riferiti all'ultimo trimestre per Caulonia). Riporto il comunicato e rinnovo gli auguri .

Comunicato del 18 dicembre 2008

In data 12 e 13 dicembre scorso sono state disposte le ulteriori erogazioni per trasferimenti compensativi, per l’anno 2008, in relazione alle minori entrate ICI da abitazione principale, tenendo conto:

  1. di quanto complessivamente attestato dai comuni;
  2. degli stanziamenti di fondi;
  3. dei criteri per  la determinazione del riparto fra i comuni;
  4. dell’anticipo già erogato nello scorso mese di  luglio.

Si precisa che l’importo degli stanziamenti messi a disposizione dalle leggi di spesa per l’anno 2008 è stato di  euro 2.864 milioni, a fronte di circa euro 3.022 milioni  attestati con la certificazione di cui al decreto ministeriale del 15 febbraio 2008, quale  “gettito ICI riscosso per l’anno 2007 per le unità immobiliari adibite ad abitazione principale”; pertanto, gli stanziamenti ammontano a circa il 94,75 per cento del gettito attestato dai comuni.

L’intero importo attribuito nell’anno 2008 ad ogni singolo comune è stato definito sulla base dei criteri di cui al decreto del Ministro dell’interno del 23 agosto 2008, pubblicato su Gazzetta ufficiale n. 216 del 15  settembre 2008, ed alla luce delle successive disposizioni di cui al Decreto del Ministro dell’Interno in data 9 dicembre 2008,  pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 293 del 16 dicembre 2008.

E’ possibile visualizzare i pagamenti disposti su queste pagine  internet al link “I pagamenti” e l’importo totale delle erogazioni  alla  voce “Trasferimenti compensativi minori introiti ICI abitazione principale” nell’ambito degli “Altri contributi generali” delle spettanze che, quindi, comprendono l’importo  delle menzionate  erogazioni.

Al riguardo si evidenzia anche che le sole risorse aggiuntive o di premialità, costituite con le riduzioni di contribuzione, operate a carico dei comuni a cui è stato assegnato un punteggio complessivo, rispettivamente, di -2; -1 e zero, sono state momentaneamente accantonate per essere distribuite ai comuni aventi titolo, non appena saranno noti tutti gli elementi di calcolo, nel rispetto delle determinazioni condivise in sede di Conferenza Stato-città ed autonomie locali nella seduta del 3 dicembre 2008.

 Pagamenti effettuati al Comune di Caulonia nell'ultimo trimestre 2008 (ad oggi):

Descrizione PagamentoAnno SpettanzaImportoData Pagam.
CONTRIBUTO FUNZIONI TRASFERITE SPESE DI FUNZIONAMENTO20081.152,2508-10-2008
CONTRIBUTO FUNZIONI TRASFERITE SPESE C.CAPITALE20081.369,3208-10-2008
CONTRIBUTI PEREQUAZIONE SQUILIBRI FISCALITA' LOCALE2008153.694,5209-10-2008
CONTRIBUTI CONSOLIDATI2008202.758,6409-10-2008
CONTRIBUTI PER SVILUPPO INVESTIMENTI200831.977,1013-10-2008
CONTRIBUTI ORDINARI2008177.881,3928-10-2008
COMPARTECIPAZIONE IRPEF200811.733,9911-11-2008
CINQUE PER MILLE GETTITO IRPEF2007331,8812-11-2008
CONTRIBUTO PER LIBRI DI TESTO20072.642,7118-11-2008
CONTRIBUTO PER LIBRI DI TESTO200814.000,9219-11-2008
CONTRIBUTI ORDINARI2007132.196,8326-11-2008
CONTRIBUTO DIRETTIVA 2004.38.CE2008942,4827-11-2008
CONTRIBUTO COMPENSATIVO MINORI INTROITI ICI PRIMA ABITAZIONE200817.891,4512-12-2008
CONTRIBUTI ORDINARI2008176.599,9713-12-2008
CONTRIBUTO COMPENSATIVO MINORI INTROITI ICI PRIMA ABITAZIONE20084.211,7713-12-2008

 
 
 

Post N° 115

Post n°115 pubblicato il 20 Novembre 2008 da focadicaulonia

Sul sito del ministero dell'Interno è stata diramata la seguente circolare. La riporto anche se con un pò di ritardo.

http://finanzalocale.interno.it/circ/fl4-08.html

Circolare F.L. 4/2008

AGLI UFFICI TERRITORIALI DEL GOVERNO
LORO SEDI
Esclusi gli Uffici Territoriali del Governo di:
GORIZIA  PORDENONE TRIESTE UDINE
SI INFORMA CHE SUL SITO INTERNET DI QUESTO MINISTERO SONO CONSULTABILI GLI IMPORTI EROGATI IN DATA 30 OTTOBRE 2008  A TITOLO DI SECONDO ACCONTO SUL TOTALE DEL 30% DA EROGARE A TITOLO DI ACCONTO ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF ANNO 2007. IL PAGAMENTO RIGUARDA ESCLUSIVAMENTE I COMUNI PER I QUALI, ALLA DATA DEL 25 SETTEMBRE 2007, RISULTA CONFERMATA DAL SITO INTERNET DEL MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE L’APPLICAZIONE DELL’ADDIZIONALE COMUNALE ALL’IRPEF PER L’ANNO 2007. AL FINE DI UNA PIÙ AGEVOLE CONSULTAZIONE SI CONSIGLIA L'ACCESSO DIRETTO ALLA PAGINA INTERNET (http://finanzalocale.interno.it/ser/ad_irpef/2007r2/tabreg.html). AL RIGUARDO SI FA PRESENTE CHE NELLA RIPARTIZIONE DELL’ATTUALE DISPONIBILITÀ DI EURO 99.997.064,35 SI È TENUTO CONTO, DEI DATI RELATIVI ALL’ “IMPONIBILE IRPEF RIPARTITO PER COMUNE ANNO 2006” ACQUISITI DAL COMPETENTE MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE FISCALI. GLI STESSI SONO STATI UTILIZZATI PER LA DETERMINAZIONE DEL “PARAMETRO MILIARDO” CON LE MODALITÀ DI CUI ALLA PRECEDENTE CIRCOLARE S.A.F. 13/2000 DEL 27 LUGLIO 2000. SULLA BASE DI TALE PARAMETRO  SONO STATI DETERMINATI GLI IMPORTI SPETTANTI AI SINGOLI ENTI. SI PREGA DI RAPPRESENTARE QUANTO SOPRA AGLI ENTI LOCALI INTERESSATI. LA PRESENTE NOTA VIENE TRASMESSA ESCUSIVAMENTE TRAMITE POSTA ELETTRONICA CON OGGETTO ADDIZIONALE COMUNALE ALL’IRPEF – SECONDO ACCONTO SUL 30% DEL 2007. SI PREGA DARE CONFERMA DELLA RICEZIONE AL SEGUENTE INDIRIZZO: bucchi.stefano@interno.it. PER EVENTUALI CHIARIMENTI É POSSIBILE CONTATTARE BUCCHI – TEL 0646548098. IL DIRETTORE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE VERDE.


Roma lì 30 ottobre 2008

SECONDO ACCONTO SUL TOTALE DEL 30% DELL'ADDIZIONALE IRPEF ANNO - 2007 -

dati riferiti a CAULONIA

Imponibile 2006

Aliquote 2007(Pubblicate entro il 15 febbraio 2007 - altrimenti aliquote 2006)

Anticipo da corrispondere per una somma complessiva di € 100.000.000,00 al lordo (a)

Adeguamenti dovuti al ricalcolo del primo anticipo di € 250.000.000 con imponibile 2006 anzichè del 2004 (b)

Somme da restituire per errori materiali sul calcolo del saldo 2006 (€ 54.688,20 d)

Somme da portare in addizione o detrazione (€ -214.981,77 f = b + c + d + e)

Secondo anticipo addizionale irpef 2007 (€ 99.997.064,35 g = valori positivi di a + f)

Residui negativi da recuperare (€ -212.046,09 h = valori negativi di a + f)

31.853.137,00

0,300

4.796,17

-685,62

3,33

-682,29

4.113,88

0,00

 
 
 

Avanti con i lavori per il lungomare

Post n°114 pubblicato il 07 Novembre 2008 da focadicaulonia

Buongiorno. Sul  BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 42 del 17-10-2008 è stato pubblicato l'avviso sottostante riguardante il lungomare di Caulonia Marina.

COMUNE DI CAULONIA
(Provincia di Reggio Calabria)
Tel. (0964) 860825 – Fax (0964) 860833
Progetto definitivo per la realizzazione dei «Lavori di ricostruzione e stabilizzazione della spiaggia prospiciente il Lungomare del Comune di Caulonia» - Richiesta verifica di assoggettabilità ambientale.(Ai sensi del D.Lgs. n. 4/2008 art. 20)

Il Comune di Caulonia (RC) con sede in Via Roma – 89041 Caulonia Centro (RC) in data 30 settembre 2008 ha depositato, in ottemperanza al D.Lgs. n. 4/2008 e all’art. 6 del Regolamento Regionale n. 3 del 4 agosto 2008, presso la Regione Calabria (Dipartimento Politiche dell’Ambiente – Segreteria Nucleo VIAVAS- IPPC, Viale Isonzo 414) il Progetto Definitivo e lo Studio di Impatto Ambientale (studio preliminare ambientale) relativo all’intervento indicato, affinché venga sottoposto alla Verifica di Assoggettabilità. Il progetto prevede la realizzazione di opere di difesa costiera (Difesa radente in massi naturali al muro esistente – Muro paraonde in c.a. su pali – Difesa radente in massi naturali al cordone dunale – Ripascimento in sabbia) sul litorale di Caulonia nella zona compresa tra le fiumare Amusa ed Allaro.

Il progetto stesso, ai sensi dei predetti D.lgs. e Regolamento Regionale è da oggi depositato per la pubblica consultazione presso l’Ufficio Tecnico del Comune di Caulonia sito in via Roma – 89041 Caulonia Centro (RC) tel. 0964/860825.
Chiunque abbia interesse può presentare in forma scritta istanze e osservazioni sul progetto in questione, indirizzandole all’Autorità Competente (Regione Calabria – Dipartimento Politiche dell’Ambiente – Segreteria Nucleo VIA-VAS-IPPC, Viale
Isonzo 414) entro 45 giorni dalla data del presente annuncio.

Il R.U.P.
(Geom. Giuseppe Commisso)

 
 
 

SALUTI

Post n°113 pubblicato il 18 Luglio 2008 da focadicaulonia

Ciao a tutti.

mi dispiace non aver potuto aggiornare il blog da 3 mesi a questa parte ma sono stato particolarmente impegnato.

Ho notato con estremo piacere che il sito del Comune d Caulonia ha "aperto" una finestra sull'attività amministrativa (particolarmente lodevole la pubblicazione della previsione di bilancio 2008 in tempi rapidi); Spero si continui su questa strada mettendo on-line progressivamente le delibere di Giunta e Consiglio Comunale, i regolamenti, etc.

Buone vacanze a tutti. Ci "blogghiamo" a settembre

 
 
 

REVOCA FINANZIAMENTO

Post n°112 pubblicato il 18 Aprile 2008 da focadicaulonia

Sul Supplemento straordinario n. 3 al B.U. della Regione Calabria del 10/04/2008 è stato pubblicato il decreto che revoca il finanziamento inizialmente concesso a vari Enti, tra cui Caulonia. Peccato 

DECRETO n. 734 del 4 febbraio 2008
POR Calabria 2000-2006. Misura 4.2a) – Potenziamento e valorizzazione delle infrastrutture per la localizzazione delle attività produttive – Revoca decreto n. 20492 del 6/12/2007.
IL DIRIGENTE
VISTO:

— il decreto n. 354 del 24 giugno 1999 del Presidente della Giunta regionale recante «separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella di gestione», per come modificato ed integrato con successivi decreti;
— la deliberazione di Giunta regionale n. 770 dell’11/11/2006, avente ad oggetto «Ordinamento generale delle strutture organizzative della Giunta regionale (Art. 7, L.R. n. 31/2002)» e successive modifiche ed integrazioni;
— IL D.P.G.R. n. 300 del 13 novembre 2006, con il quale è stato conferito l’incarico di Dirigente Generale del Dipartimento 5 «Attività Produttive» al Dott. Francesco De Grano;
— il D.P.G.R. n. 15 del 26 gennaio 2007, con il quale è stato conferito l’incarico di Dirigente del Settore n. 1 «Industria, Commercio ed Artigianato» del Dipartimento 5 «Attività Produttive» all’Ing. Bruno Gualtieri;
— DD.PP.GG.RR. n. 354/1999 e 206/2000;
— il decreto del Dirigente Generale Vicario n. 1200 del 28/2/2007, con il quale è stato conferito l’incarico di Dirigente del Servizio n. 3 al Dott. Eugenio Spagnuolo, giusta delibera di Giunta regionale n. 5/2007;
— la legge regionale n. 8/2002.
PREMESSO:
— che con decreto del Dirigente Generale n. 12462 è stata approvata la concessione di cofinanziamento a favore degli Enti Locali per progetti di investimento per opere di infrastrutturazione, a valere sulla Misura 4.2 azione a) del POR Calabria 2000-2006;
— che con decreto del Dirigente Generale n. 12462 del 10/10/2002 successivamente modificato con decreto n. 14951 del 18/11/2002 è stato determinato l’importo complessivo in Euro 50.477.334,92 degli investimenti proposti dagli Enti Locali ed in Euro 23.537.812,49 l’importo complessivo dei finanziamenti pubblici concessi;
— che a seguito di apposita istruttoria sono state rilevate delle economie derivanti sia da alcune revoche di finanziamento e sia da residui scaturiti dall’attività gestionale di progetti inerenti la realizzazione di opere pubbliche di diversi Enti Locali per un importo complessivo di circa Euro 3.000.000,00;
— che tali disponibilità economiche possono essere utilizzate a finanziare ulteriori progetti di Enti Locali presentati a questo Dipartimento ma rimasti inevasi e riguardanti il potenziamento e la valorizzazione delle infrastrutture, primarie e secondarie, degli insediamenti produttivi.

CONSIDERATO:
— che con decreto n. 20492 del 6/12/2007 sono stati proposti a finanziamento i seguenti Comuni:
1) Comune di Capistrano (VV) «Completamento impianto produttivo ex Mattatoio» per un importo di Euro 300.000,00;
2) Comune di San Nicola da Crissa (VV) «Lavori di completamento nella zona PIP» per un importo di Euro 300.000,00;
3) Comune di Caulonia (RC) «Lavori di completamento infrastrutture primarie e secondarie degli insediamenti produttivi» per un importo di Euro 480.000,00;
4) Comune di Cutro (KR) «Lavori di completamento infrastrutture primarie e secondarie nella zona PIP» per un importo di Euro 300.000,00;
5) Comune di Bisignano (CS) «Opere di urbanizzazione primarie e secondarie a favore degli insediamenti produttivi» per un importo complessivo di Euro 480.000,00.
VISTA la nota dell’Autorità di Gestione del POR Calabria n. 380 del 21/1/2008 con la quale si è rilevata la non «possibilità di esprimere parere di coerenza programmatica e di rispetto dei regolamenti e decisioni comunitarie, in quanto la selezione delle
operazioni non è conforme a quanto previsto dal Complemento di Programmazione POR Calabria 2000-2006».
Tutto ciò premesso.
DECRETA
1) le premesse sono parte integrante e sostanziale del presente atto;
2) di revocare il decreto n. 20492 del 6/12/2007 inerente la proposta di finanziamento, a totale carico (100%) della spesa pubblica della Misura 4.2 azione a) per come previsto dal Complemento di Programmazione del POR Calabria 2000-2006, a favore dei seguenti Comuni:
1. Comune di Capistrano (VV) «Completamento impianto produttivo ex Mattatoio» per un importo di Euro 300.000,00;
2. Comune di San Nicola da Crissa (VV) «Lavori di completamento nella zona PIP» per un importo di Euro 300.000,00;
3. Comune di Caulonia (RC) «Lavori di completamento infrastrutture primarie e secondarie degli insediamenti produttivi» per un importo di Euro 480.000,00;
4. Comune di Cutro (KR) «Lavori di completamento infrastrutture primarie e secondarie nella zona PIP» per un importo di Euro 300.000,00;
5. Comune di Bisignano (CS) «Opere di urbanizzazione primarie e secondarie a favore degli insediamenti produttivi» per un importo complessivo di Euro 480.000,00, per una spesa complessiva pari ad Euro 1.860.000,00;
3) di notificare il presente provvedimento di revoca ai Comuni interessati e disporre la pubblicazione del presente atto nel BURC.


Catanzaro, lì 4 febbraio 2008

Il Dirigente
Dott. Eugenio Spagnuolo

 
 
 

Post N° 111

Post n°111 pubblicato il 04 Aprile 2008 da focadicaulonia

La Corte dei Conti ha diramato le Linee guida che gli Enti Locali devono seguire per la predisposizione del Bilancio di previsione 2008.

Mi permetto umilmente di suggerire di tener presenti, oltre alle citate linee guida, anche le indicazioni contenute nelle seguenti Delibere, riguardanti i passati bilanci di Caulonia
Delibera n. 385 con annessa relazione del 23/11/2007,
Delibera n. 95 del 29/03/2007,
Delibera n. 82 del 17/11/2006,

e le indicazioni generali sul funzionamento dei Controlli Interni degli Enti Locali contenute nell'Introduzione e nella Parte Prima della
Delibera 2 del 19/01/2006

Buon lavoro e Buon Fine settimana a tutti

Deliberazione n. 3/AUT/2008 della Corte dei Conti

                                  
SEZIONE DELLE AUTONOMIE
                                     
nell’adunanza del 14 marzo 2008
Visto il testo unico delle leggi sulla Corte dei conti, approvato con R.D. 12 luglio 1934, n. 1214 e successive modificazioni;
Vista la legge 14 gennaio 1994, n. 20  e successive modificazioni;
Visto il decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, recante il testo unico delle leggi sugli enti locali e successive modificazioni;
Vista la legge 5 giugno 2003, n. 131;
Visto l’articolo 1, commi 166-168 della legge 23 dicembre 2005, n. 266 ( finanziaria 2006);
Vista la legge 24 dicembre 2007, n. 244 (finanziaria 2008);
Visto il regolamento per l’organizzazione delle funzioni di controllo della Corte dei conti, approvato dalle Sezioni riunite con la deliberazione n. 1 del 16 giugno 2000, modificata con la deliberazione n. 2 del 3 luglio 2003 e con la deliberazione n. 1 del 17 dicembre 2004;
Vista la nota n. 561 del 5 marzo 2008, con la quale il presidente della Corte ha convocato la Sezione delle Autonomie per l’adunanza odierna;
Udito il relatore, presidente di Sezione Giuseppe Salvatore Larosa

                                             DELIBERA
di approvare l’unito documento, che è parte integrante della presente deliberazione, riguardante “Linee guida cui devono attenersi, ai sensi dell’articolo 1, commi 166-168, della legge 23 dicembre 2005, n. 266  (finanziaria 2006) gli organi di revisione economico-finanziaria degli enti locali nella predisposizione del bilancio di previsione dell’esercizio 2008” e i questionari allegati (Questionario per le province; Questionario per i comuni con popolazione superiore a 5000 abitanti; Questionario per i comuni con popolazione inferiore a 5000 abitanti).
Le Sezioni regionali di controllo provvederanno a trasmettere agli enti interessati la presente deliberazione e i questionari allegati, per i conseguenti adempimenti.
            Il Relatore
F.to Giuseppe Salvatore Larosa

                                                   Il Presidente
                                                         F.to Tullio Lazzaro
Depositata in Segreteria il 21 marzo 2008

                                            Il Dirigente Generale
                                                   
F.to Eleonora Adornato

“Linee guida e relativi questionari per gli organi di revisione economico-finanziaria degli enti locali, per l’attuazione dell’art. 1, commi 166-168 della legge 23 dicembre 2005, n. 266. Bilancio di previsione 2008”

L’art. 1, commi 166 e167, della legge n. 266/2005 (legge finanziaria 2006) stabilisce, con disposizione di carattere permanente, che gli organi di revisione economico-finanziaria degli enti locali devono inviare alle Sezioni regionali di controllo della Corte dei conti una relazione sul bilancio di previsione ed una relazione sul rendiconto delle province e dei comuni. La Corte dei conti definisce i criteri e le linee guida ai quali devono attenersi gli organi di revisione nella predisposizione delle relazioni.

1. I commi 166 e 167, attuando i principi contenuti nell’art. 7, comma 7, della legge n. 131 del 5 giugno 2003 (c.d. legge La Loggia), hanno stabilito un rapporto diretto fra gli organi di revisione degli enti locali e le Sezioni regionali di controllo; gli organi di revisione, pur conservando la natura giuridica di organi di controllo interno dell’ente locale, hanno assunto il compito di trasmettere alle Sezioni regionali le informazioni necessarie per la verifica dell’equilibrio finanziario del bilancio.

         Il sistema fa perno sul rapporto tra le Sezioni regionali di controllo e gli organi di revisione che viene potenziato e strutturato sulla base di procedure predeterminate.

         L’attività di verifica si inserisce nel contesto dell’audit contabile e coinvolge la posizione del singolo ente, anche nell’ottica più ampia di assicurare che i bilanci degli enti locali siano veritieri e corretti e si pongano in linea con le norme fondamentali in tema di finanza pubblica. A questo riguardo va rilevato che molte delle disposizioni finanziarie che disciplinano l’attività degli enti locali vengono dallo stesso legislatore qualificate come principi di coordinamento della finanza pubblica in quanto i risultati attesi si collocano nell’ambito di obiettivi di carattere generale che attengono al rispetto dei vincoli posti all’Italia dall’ordinamento comunitario.

         La legge prescrive il contenuto minimo obbligatorio delle relazioni degli organi di revisione, che devono dare conto del rispetto del patto di stabilità, del limite posto dall’art. 119, ultimo comma, della Costituzione sul ricorso all’indebitamento e segnalare “ogni grave irregolarità contabile e finanziaria in ordine alle quali l’amministrazione non abbia adottato le misure correttive segnalate dall’organo di revisione”.

La nozione di “grave irregolarità contabile e finanziaria” non può essere definita in astratto, ma deve essere ricavata dall’analisi della situazione finanziaria dell’ente. Gli organi di revisione segnaleranno perciò, sulla base di quella analisi, anzitutto le irregolarità che possono incidere sull’equilibrio di bilancio e sul rispetto del “principio di veridicità” (art. 162, comma 1, TUEL n. 267/2000). Le irregolarità riguardano non solo la violazione formale delle norme contabili, quanto piuttosto i pericoli attuali per il mantenimento dell’equilibrio del bilancio, anche futuro.

Le relazioni dei revisori avviano un procedimento di controllo che si inserisce nel quadro dei controlli previsti dalla legge La Loggia, ha esito in una relazione ai consigli degli enti e non prevede specifiche misure quali l’annullamento degli atti irregolari. In questo senso il controllo viene definito collaborativo e cioè svolto nell’interesse dell’ente per evitare che vengano commesse irregolarità e per migliorare la qualità della gestione finanziaria e contabile. Le eventuali misure da adottare sono rimesse agli organi degli stessi enti che devono rimuovere gli atti irregolari e sanare i comportamenti che rischiano di compromettere la salute finanziaria dell’ente, secondo le segnalazioni dell’organo di revisione.

2. La Sezione delle Autonomie ha affermato, nelle linee guida approvate con la deliberazione n. 6 del 27 aprile 2006, che il controllo, previsto dall’art. 1, comma 166 e 167, della legge n. 266/2005, riguarda la verifica della regolarità contabile e finanziaria del bilancio di previsione ed è perciò diverso, per destinatari e contenuto, dal controllo sulla gestione degli enti locali che le Sezioni regionali svolgono ai sensi dell’art. 7, comma 7, della legge 131/2003, secondo programmi annuali. Il controllo ai sensi dei commi 166 e 167 è, infatti, un controllo necessario, non programmabile, poiché si esegue, secondo la legge, su tutti i comuni e le province, mentre il controllo sulla gestione riguarda soltanto gli enti e i contenuti individuati nel programma annuale della Sezione. Seppure non coincidenti, i due tipi di controllo sono collegati e dal primo possono trarsi elementi conoscitivi utili per una efficace programmazione ed esecuzione del secondo.

Le “pronunce specifiche” delle Sezioni, adottate ai sensi dell’art. 1, comma 168, della legge n. 266/2005, devono essere emanate secondo i principi propri dell’attività di controllo della Corte dei conti, previo contraddittorio con l’amministrazione, ed hanno come destinatari esclusivi i consigli comunali o provinciali. Le pronunce hanno lo scopo di sollecitare “le necessarie misure correttive” delle irregolarità segnalate e le Sezioni vigileranno sull’adozione delle misure correttive adottate dai Consigli.

Lo scopo delle pronunce comporta che quelle riguardanti il bilancio di previsione 2008 devono essere portate a conoscenza degli enti in tempo utile per permettere ai consigli comunali o provinciali di adottare i provvedimenti occorrenti per eliminare le irregolarità segnalate dalla Sezione, considerando che, ai sensi dell’art. 175, comma 3, del TUEL n. 267/2000, le variazioni al bilancio di previsione possono essere deliberate non oltre il 30 novembre di ciascun anno.

         3. Come nei due anni precedenti, le presenti linee guida sono corredate da questionari e riguardano la relazione sul bilancio di previsione per l’esercizio 2008, secondo le disposizioni per gli enti locali, contenute nella legge 24 dicembre 2007, n. 244 (legge finanziaria per il 2008), tenendo conto, in particolare, delle regole per il rispetto del patto di stabilità interno, di quelle sulle società partecipate, sul personale degli enti anche con rapporto di lavoro a tempo determinato o con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, nonché di quelle concernenti i limiti dell’indebitamento e l’uso degli strumenti finanziari derivati.

         Nell’elaborazione delle attuali linee guida, si è anche tenuto conto delle osservazioni delle Sezioni regionali di controllo in ordine alle questioni emerse nell’attuazione delle precedenti linee guida sul bilancio di previsione.

         Mentre non si registrano novità di rilievo nel sistema delle regole ordinamentali che disciplinano l’attività finanziaria degli enti locali in attesa della revisione del testo unico e delle norme per l’introduzione del federalismo fiscale, le principali innovazioni che riguardano l’esercizio 2008 devono essere ascritte alla nuova versione del patto di stabilità interno che, pur ponendosi in continuità rispetto alle precedenti, contiene notevoli aspetti di novità.

         Permane la valutazione del rispetto del patto sin dalla fase delle previsioni di bilancio (si veda il punto 5 del questionario) e tale riscontro viene effettuato attraverso l’apposito quadro previsto dal comma 379 dell’art. 1 contenente le previsioni di competenza e di cassa degli aggregati rilevanti ai fini del patto di stabilità interno.

I questionari che gli organi di revisione devono compilare, distinti per province, comuni con più di 5000 abitanti e comuni con minore popolazione, sono predisposti in forma semplificata per quest’ultimo gruppo di enti.

Ai questionari sono premesse, nella sezione prima, alcune domande preliminari per permettere all’Organo di revisione di segnalare immediatamente i dati contabili dai quali emergano pericoli per l’equilibrio del bilancio.

La sezione seconda dei questionari tende a verificare aspetti essenziali della gestione finanziaria risultanti dal bilancio di previsione 2008, conservando, per quanto possibile, la stessa numerazione dell’anno passato per argomenti simili ed introducendo specificazioni con numerazioni supplementari o alfanumeriche.

 
 
 

Post N° 110

Post n°110 pubblicato il 31 Marzo 2008 da focadicaulonia

 

 E' stato pubblicato sulla G.U n. 75 del 29 marzo 2008 il decreto del MINISTERO DELL'INTERNO con il quale si posticipa ulteriormente il termine per l'approvazione del Bilancio di previsione 2008 per gli Enti Locali.
Mi chiedo se dal 2000 (anno di approvazione del vigente Testo Unico sugli Enti Locali)ogni anno c'è sempre stato bisogno di differire il termine del 31 dicembre, non sarebbe il caso di rivedere cos'è che non funziona?
Negli ultimi otto anni si sono succeduti governi di tutti i colori, ma di risolvere tale anomalia nessuno se n'è preoccupato. Cosi si che si incentiva la cultura della corretta programmazione e pianificazione .


DECRETO 20 marzo 2008 -

Ulteriore  proroga  del  termine per la deliberazione del bilancio di 
previsione degli enti locali per l'anno 2008.


                      IL MINISTRO DELL'INTERNO


Visto l'art. 151, comma 1, del testo unico delle leggi
sull'ordinamento degli enti locali, approvato con decreto legislativo
18 agosto 2000, n. 267, il quale fissa al 31 dicembre il termine per
la deliberazione del bilancio di previsione per l'anno successivo da
parte degli enti locali e dispone che il termine puo' essere
differito con decreto del Ministro dell'interno, d'intesa con il
Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica,
sentita la Conferenza Stato-citta' ed autonomie locali;
Visto il proprio decreto del 20 dicembre 2007, emanato d'intesa con
il Ministro dell'economia e delle finanze, con il quale il termine
per la deliberazione del bilancio di previsione degli enti locali per
l'anno 2008 e' stato differito al 31 marzo 2008;
Vista la richiesta pervenuta da parte dell'Associazione Nazionale
Comuni Italiani (A.N.C.I.) di un ulteriore differimento del predetto
termine, in relazione alle difficolta' di approvazione del bilancio;
Ritenuto che appare necessario ed urgente prorogare ulteriormente
il termine della deliberazione del bilancio di previsione degli enti
locali per l'anno 2008;
Acquisita l'intesa del Ministro dell'economia e delle finanze;
Sentita la Conferenza Stato-citta' ed autonomie locali nella seduta
del 20 marzo 2008;

Decreta:

Art. 1.
1.
Il termine per la deliberazione del bilancio di previsione per
l'anno 2008 da parte degli enti locali e' ulteriormente differito al
31 maggio 2008
.
Roma, 20 marzo 2008
Il Ministro dell'interno: Amato

 
 
 

ESITO DI GARA

Post n°109 pubblicato il 28 Marzo 2008 da focadicaulonia

Bentornati a tutti. ecco l'esito della gara per i lavori di collettamento fognario di Caulonia pubblicato sul BUR del 14 marzo 2008. Buon fine settimana

                                                   COMUNE DI CAULONIA
                                            (Provincia di Reggio Calabria)
                                 AREA TECNICA E TECNICO-MANUTENTIVA

Esito di gara, mediante procedura aperta, lavori di collettamento rete fognaria Caulonia capoluogo al sistema fognario di Caulonia Marina – CIG 0099966E89.
Avviso per estratto.
                                      IL RESPONSABILE DELL’AREA TECNICA
                                                           RENDE NOTO
Che con determinazione del Responsabile Area Tecnica e tecnico-manutentiva n. 61 in data 18/2/2008 si è proceduto all’aggiudicazione definitiva dell’appalto dei lavori indicati in oggetto all’impresa Grazioso Carlo Alberto via XXIV Maggio, 71 – 89040 Bivongi (RC) con il ribasso del 27,561%.
L’avviso integrale dell’esito di gara è stato pubblicato all’Albo Pretorio del comune di Caulonia (RC) in data 4/3/2008.
                                                                                      Il Responsabile Area Tecnica
                                                                                      (Geom. Giuseppe Commisso)

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

anadromedalo85Beckam_7eurolab_srlingpanajia.ecavallaro90twinkidglcrispavprontog72ltt_gicamerierimassimo_montarulidistribuzionesmputt1978antonio77.it
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e i membri possono pubblicare commenti.