Creato da iamnobody2011 il 04/06/2011

Nessuno RossoBlù

Le Prilline & altro...

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: iamnobody2011
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Etŕ: 24
Prov: AN
 

CHI SONO?

Sono un semplice tifoso della Pieralisi Volley, la squadra di pallavolo femminile di Jesi, la mia città; quella che una volta era chiamata Monte Schiavo e giocava in serie A1. Altri tempi ma la passione per questi colori e per queste ragazze è rimasta la stessa. In questo scalcinato blog cerco di raccontare la mia passione per le "prilline" (così venivano chiamate ai tempi dell'A1) e le loro imprese. Questo magari interesserà a pochi ma non è un problema: io vado avanti lo stesso! Non dimentico però, l'altra mia passione: la musica. Ogni tanto mi diverto a dire la mia su artisti, eventi e tutto quello che mi colpisce del mondo musicale. Buona lettura! by Nessuno

 

LE PRILLINE 2017/18

1. DIAZ Lorena  '92  S

2. TALLEVI Valeria '89 O

3. CECCONI Benedetta  '96  L

4. LOMBARDI Sara '92 C

5. TOZZO Valentina '85 C

6. PAPARELLI Maria Chiara '99 P

8. QUINTABA' Federica '87 P

9. PERELLI Jessica '96  S

10. PIRRO Martina '99 S

11. LA PADULA Elisabetta '89 U

12. DA COL Valentina '84 S

13. CARBONARI Giulia '99 O

15. DURU Elena '98 O

16. MILLETTI Talita '02 C

18. MARCELLONI Margherita '93 C

All. Luciano SABBATINI

Vice All. Elisabetta BONCI

 

I MIEI LINK PREFERITI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

TAG

 

AREA PERSONALE

 

 

Un derby di alta classifica

Post n°1202 pubblicato il 24 Novembre 2017 da iamnobody2011
 

Il trittico dei derby che stanno impegnando la Pieralisi in questo mese di novembre si chiude domani con l'unica sfida "made in Marche" che le prilline giocheranno in casa nel girone di andata: quella con la Conero Volley Ancona, che arriva alla "Carbonari" forte del suo sesto posto e soprattutto dei dodici punti raccolti fin qui. La zona play-off è ad appena due punti; e pensare che il club puntava alla salvezza ad inizio campionato...

conero volley anconaL'estate 2017 è stata quella del grande rilancio per la pallavolo anconetana, tornata nel volley nazionale grazie all'acquisizione del titolo di Civitanova. La dirigenza ha puntato su un nome forte, anconetano doc come Raffaella Cerusico, che per abbracciare il progetto della società diretta dal presidente Castracani, ha rinunciato alla B1 di Moje di Maiolati, dove aveva ben figurato. La rosa è un bel mix di giovani del vivaio ed alcune giocatrici di grande esperienza, come la centrale Sara Giuliodori, classe '83, con tanti anni di A2 alle spalle, ed il capitano Erika Alessandrini, opposta classe '79, che con Ancona giocò in A2 nel 2009/10. (foto conerovolley.it). 

La Alessandrini è una delle due ex prilline a vestire la divisa anconetana. Nella disgraziata stagione 2013, quella della retrocessione in C, l'opposta fu chiamata a stagione in corso per rimpiazzare Marina Tiribelli, out per tutta la stagione a causa di problema di salute che l'avrebbe poi costretta al ritiro. L'altra ex è Francesca Galuppi, libero cresciuto nel vivaio della Pieralisi e passata alla Conero Volley proprio in estate. Per lei sarà di certo una partita particolare, come ha dichiarato al sito della sua società: "Sarà molto dura perché la Pieralisi è una squadra forte, ma noi abbiamo già dimostrato contro Corridonia ad esempio, di potercela giocare anche contro le squadre che sulla carta ci sono superiori. Vediamo che succede. - ha detto la Galuppi, tornata titolare sabato scorso con Pagliare dopo un infortunio - Io credo molto in questa squadra e sono convinta che daremo battaglia e renderemo loro dura la vita. Sono felice di questa avventura perché la Conero è una gran bella famiglia che mi ha accolto benissimo e nella quale mi sento apprezzata".

Questo derby sarà speciale anche per una anconetana doc come Federica Quintabà, titolare in regia nelle durissime trasferte di Corridonia e Monte San Giusto, dove ha condotto la Pieralisi verso due vittorie importantissime. Maria Chiara Paparelli dovrebbe essere sulla via del recupero dal problema alla caviglia accusato prima di Corridonia ma ho la sensazione che per questa gara coach Luciano punterà ancora su Federica. Se lo merita. Quella vista contro l'Italiana Pellami è stata una squadra rossoblù dai due volti, imprecisa e discontinua nei primi tre set, potente, devastante e perfetta nel quarto e quinto parziale, quelli decisivi per la vittoria. Ancona certamente non regalerà nulla, quindi ci sarà da fare molta attenzione con la battuta, arma in più di Diaz e compagne, ed evitare tutti quegli errori banali in ricezione ed in difesa che possono costare caro.

Ad aggiungere ancora più sale a questa sfida c'è la questione del settore giovanile. Nella passata stagione le due società avevano lavorato insieme, vincendo con la squadra chiamata "Conero Planet" il titolo provinciale under 18 ma finendo solo terze nella fase regionale, battute in semifinale dal Collemarino. Un risultato deludente, che aveva convinto i Pieralisi a puntare sul progetto VTA con Filottrano, Osimo, Agugliano e Polverigi. Mi aspetto una bella cornice di pubblico per questo primo derby casalingo della stagione. Paparelli e Tallevi sulla pagina Facebook della società hanno chiamato il pubblico, speriamo l'appello venga accolto! Non saranno gli epici derby tra Jesi ed Ancona visti nel calcio ma è pur sempre una sfida tra due città rivali, oltre che tra due squadre divise da due punti in classifica. FORZA JESI! by Nessuno

 
 
 

La grande attesa per Lorenzo e Cesare

Post n°1201 pubblicato il 23 Novembre 2017 da iamnobody2011
 
Tag: Musica

Sono due degli artisti italiani più attesi di questa fine di 2017. Sto parlando di Cesare Cremonini e Lorenzo Jovanotti, che quasi in contemporanea sono usciti con i loro singoli che anticipani i rispettivi album, "Possibili scenari" per il cantautore bolognese, "Oh, vita!" per l'ex Ragazzo Fortunato. Due personaggi capaci di dividere il pubblico; chi li considera dei geni, chi invece dei sopravvalutati. 

Una attesa dettata anche e soprattutto dall'assenza dalle scene di entrambi: Cesare mancava con un lavoro totalmente inedito dal 2014 con il fortunatissimo "Logico", che ha riscontrato buon successo di critica e di pubblico riempiendo tutti i palasport con le due tournee; l'ultimo inedito di Jovanotti invece, è "Lorenzo 2015cc" dal quale sono stati estratti singoli come "L'estate addosso", "Pieno di vita" e "Sabato" solo per citarne tre, oltre ad essere stato l'album più venduto in Italia nel 2015.

La lavorazione dei due album è stata molto diversa. Cremonini ha mantenuto lo stesso metodo, dividendo la registrazione tra Bologna e Londra. Jovanotti invece, ha fatto le cose in grande, andando a bussare alla porta del mitico Rick Rubin, che non aveva mai collaborato con artisti italiani. Una bella scomessa, come quella del suo collega che nel 2018 debutterà per la prima volta negli stadi, esperienza mai provata prima. Quattro le date tra Lignano Sabbiadoro, Milano, Roma e la natia Bologna. 

Sia Cesare sia Lorenzo tuttavia non hanno accusato troppo l'ansia da prestazione, presentando due singoli molto diversi ma di buona qualità. "Poetica" di Cremonini non è facile come "Logico", che ti entrava subito in testa, ha un inizio un po' cupo ma si apre al finale molto beatlesiano ("Hey Jude!"?), band che Cesare ha sempre amato. Ad oggi sono 348mila le visuliazzazioni su YouTube dal 21 novembre data della sua pubblicazione.

"Oh, vita!" mi fa pensare al primo Jovanotti, quello che faceva rap negli anni '90, perché di fatto la canzone è un rap. Magari il testo sarà difficile da capire ma il ritornello, beh quello è molto facile. Pubblicato su YouTube il 10 novembre, ad oggi il video ha già raccolto quasi due milioni e mezzo di visualizzazioni. Se entrambi hanno superato la prova del singoli di apertura, c'è da ascoltare l'album. Quello di Cremonini è già disponibile, per Jovanotti si dovrà aspettare il 1° dicembre. Chi vincerà la corsa? Lo sapremo dopo Natale, periodo notoriamente d'oro per i musicisti. Buon ascolto! by Nessuno

 
 
 

Jesi-Ancona, il derby che non c'č.

Post n°1200 pubblicato il 23 Novembre 2017 da iamnobody2011
 

Dici Jesi-Ancona e pensi subito alla storica rivalità tra due città, alle epiche sfide sportive tra leoncelli e dorici su un campo da calcio, nuovo terrenno di "battaglia" dopo le guerre vere nel medioevo. Ma nella pallavolo femminile? Nulla di tutto ciò. Nonostante Jesi ed Ancona siano due città con una grande tradizione pallavolistica, soprattutto a livello giovanile, le due realtà non si sono mai incontrate prima in un campionato di alto livello. Quindi, il derby di sabato sarà una prima volta, contando almeno gli ultimi venti anni.

Candia - Pieralisi del 2015La sfida si era sfiorata nel lontano 1996/97 quando l'allora Monte Schiavo Jesi salì in A2, dove era retrocessa la Brummel Brogliaccio Ancona, ultima in A1 nell'anna precedente. Le doriche però, chiusero baracca e brurattini in estate e cedettere il loro titolo allo Spoleto. Quindi addio derby, con buona pace dei tifosi jesini, che hanno dovuto attendere fino al 2015 per giocare in Ancona. Anzi, nella frazione di Candia, per essere precisi. Nella stagione 2015/16, quella della promozione in B2, la rinnovata Pieralisi di coach Luciano nella prima fase affrontò la Publiesse Candia. L'andata nel "pallone tensostatico" di Candia finì 3 a 0 per le rossoblù al termine di una gara comunque molto combattuta, almeno nel secondo set (nella foto una Da Col al servizio con un insolito numero 46). Risultato ripetuto al ritorno da una Pieralisi lanciata verso la poule promozione. 

Quella che sabato pomeriggio arriverà alla "Carbonari" tuttavia è un'altra società anconetana, la Conero Ponterosso Volley, nata nel 1973 e salita in B2 grazie all'acquisizione del titolo di Civitanova. Nulla a che vedere quindi, con la Brogliaccio, il club che portò nelle Marche nel 1988 il primo titolo europeo di pallavolo femminile, l'allora Coppa Cev, oggi Challenge Cup e che fece giocare nella sua rosa giocatrici come Keba Phipps e Tara Cross-Battle. Altri tempi. FORZA JESI! by Nessuno

 
 
 

Coach Luciano a QdM: "A Monte San Giusto una partita dai due volti"

Post n°1199 pubblicato il 22 Novembre 2017 da iamnobody2011
 

Che battaglia (sportiva) quella di Monte San Giusto! Un vero ottovolante di emozioni, che mi ha fatto passare dalla profonda delusione del 2-1, quando la Pieralisi sembrava brancolare nel buio, alla gioia più grande nel momento in cui Da Col ha messo a terra il pallone del definitivo 2-3. Sono quelle partite che credo, ricorderò per tanto tempo. Ed i media jesini del web? A loro quanto è interessata la vittoria esterna di Monte San Giusto? Ecco la panoramica settimanale.

monte san giusto - pieralisi jesiViverejesi come al solito si affida al comunicato della società, che è privo però, di un attacco, quindi ce lo ha aggiunto la redazione, utilizzando il titolo della nota: "La Pieralisi Volley Pan vince al tie break a Monte San Giusto" diventa "Le prilline si aggiudicano al tie break il match in trasferta". Semplice. Fabrizio Romagnoli su Centropagina risolve il problema del comunicato "zoppo" scivendone uno di suo pugno, in cui inserisce anche la classifica: "Seconda consecutiva lunga battaglia vinta in trasferta per la Pieralisi Volley Pan Jesi e ora, dopo il 2-3 di Monte San Giusto, nella classifica del girone F della serie B2 le rossoblù sono solitarie al secondo posto e a un solo punto dalla capolista Montesport Firenze". In coda viene inoltre, ricordato il prossimo impegno della Pieralisi: "Prossimo appuntamento sabato 25 novembre alle 18,30 alla palestra Carbonari a Jesi contro la Conero Eurosped Ancona".

Un lavoro di alta sartoria lo ha fatto invece, Quelli del Massaccio, che ha ripreso il comunicato della Pieralisi, tagliandolo però qua e là. Vengono "sacrificati" i primi due set, ma non manca neppure stavolta il commento di coach Luciano in esclusiva: "Partita dai due volti. Nella prima parte la squadra è stata poco incisiva in battuta ed in attacco e poco attenta nel gioco muro difesa. Pur vincendo il primo set siamo stati poco aggressivi. Poi la svolta dove tutto girava al meglio: difesa, attacco, muro, battuta". Sintetico.

Qualcosa comincia a muoversi su Leggopassword, fin qui per nulla interessato alle vicende delle prilline. Al momento la testata pubblica per la pallavolo femminile solo le vicende di Moje di Maiolati e Castelbellino. E Jesi? Della Pieralisi non c'è traccia ma la speranza è che il derby con Ancona, tra l'altro giocato in casa, attiri l'attenzione. 

Anche in questo turno, nel comunicato della società sono stati inseriti i punti realizzati dalle giocatrici. E' un bel segnale, vuol dire che la volta scorsa non era un caso! La curiosità invece, riguarda l'errore nella nota, scritta probabilmente di fretta. L'addetto stampa nel raccontare il tie break ha scritto così: "Sul 12-10, la Pieralisi Volley Pan trova una in Da Col l'arma in più...". Forse voleva dire "trova in Da Dol un arma in più", cose che capitano quando si va di corsa. Il bello è che Viverejesi, Centropagina ed Quelli del Massaccio hanno pubblicato la nota senza correggere l'errore. Quando si dice fidarsi ciecamente... Buona lettura! by Nessuno

 
 
 

Il navigatore di Da Col

Post n°1198 pubblicato il 20 Novembre 2017 da iamnobody2011
 

La palestra di Monte San Giusto era davvero sperduta. Ammetto che non lo ricordavo, nonostante mancassi da quel luogo da due anni. E ci ho messo almeno un quarto d'ora per trovarla, lanciando i peggio insulti a Google Maps che continuava a farmi girare intorno. Alla fine, sono stato costretto a chiedere ad un passante, l'unico in giro a quell'ora; ed anche lui non è che fosse tanto sicuro...

Monte San Giusto - PieralisiFacendo un paragone con la mia disavventura logistica, anche la Pieralisi ci ha messo un po' per trovare la sua strada, quella verso la vittoria in casa dell'Italiana Pellami: almeno due set e mezzo (il primo le prilline lo hanno vinto nonostante tante sbavature). A indicare la via alla fine non è stato un passante distratto ma la signora col numero 12 sulle spalle, Valentina Da Col, che dal quarto parziale in poi ha acceso il suo navigatore personale, ha pestato forte sull'acceleratore ed adios a tutti. Non è un caso che l'ultimo punto lo abbia messo a segno proprio lei.

Lasciando da parte questi giochetti, la Pieralisi vista sabato sera nella palestrina di Monte San Giusto (mi chiedo come sia possibile omologare per la B2 un impianto del genere? Sembrava di giocare al "Carducci"!) non è stata la versione più scintillante e spettacolare di questa alba del campionato. Tanti errori e poca continuità di rendimento di alcune giocatrici hanno rischiato di complicare una gara già difficile di suo, contro un avversario che ha fatto del fattore campo, dei pochi sbagli e della intensità in difesa un suo marchio di fabbrica. Ma nel momento in cui la vettura rossoblù sembrava sul punto di cappottare, travolta dall'entusiasmo dell'Italiana Pellami, la squadra si è ritrovata. La difesa e la ricezione hanno ritrovato equilibrio, al resto ha pensato Valentina Da Col, ecoplasma per tre set, inarrestabile dal quarto in poi. Quando contava, perché è lì che si vedono le campionesse. 

Guardando la classifica credo che neppure io, che sono un inguaribile ottimista, avrei mai pensato di tornare dalla doppia trasferta in terra maceratese con un 2+2. Il risultato assume ancora di più le dimensione dell'impresa se ripenso al "giovedì nero" delle caviglie che aveva colpito Tallevi e Paparelli alla vigilia di Corridonia, e costretto coach Luciano a puntare su Federica Quintabà, aggregata da un mese e quasi vicina al ritiro. Anche a Monte San Giusto la regista dorica si è fatta cinque set, tutti molto tirati, ed ha gestito bene i vari alti e bassi della squadra, cercando quando possibile anche i suoi centrali, attuale punto debole del suo gioco (ma è comprensibile viste le vicende della Pieralisi...). 

A metà del girone di andata le prilline sono seconde, insieme alla Corplast, ad un punto da Montespertoli che al momento guida il gruppo. Se è troppo presto per fare dei calcoli, una cosa questo girone l'ha già detta: a parte le ultime tre squadre, che sono già condannate dalla retrocessione per manifesta inferiorità, con tutte le altre non ci può distrarre un momento, altrimenti si rischia di perdere punti per strada. I due successi ottenuti con personalità a Corridonia e Monte San Giusto tuttavia, dicono anche che questa Pieralisi darà filo da torcere a tutti. FORZA JESI! by Nessuno

 
 
 
Successivi »
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUŇ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puň pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

IL CALENDARIO DELLE PRILLINE

NOVEMBRE

Sabato 25 ore 18.30 a Jesi: PIERALISI PAN vs. Conero Ancona

DICEMBRE 

Sabato 2 ore 18.15 @ Fucecchio (FI): Pallavolo Fucecchio vs. PIERALISI PAN JESI

Sabato 9 ore 18.30 a Jesi: PIERALISI PAN vs. Valdarninsieme Figline Valdarno

Sabato 16 ore 18 @ Firenze: San Michele vs. PIERALISI PAN JESI

 

NESSUNO ROSSOBLŮ ON FACEBOOK

Nessuno Rossoblù su Facebbok

Visita la mia pagina Facebook "Nessuno Rossoblu"!

 

ULTIME VISITE AL BLOG

cannavobeppeiamnobody2011fabrizio_galuppiElemento.Scostanteannamatrigianomaxcole0rmontuschimelamao0ipergummarinoricambivvroby.crtfrancesco.eggstudiodado262guarany120
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

ULTIMI COMMENTI