Community
 
Redendacc
   

ISTANTANEE EMOTIVE

VIVERE IL MIO TEMPO IN VERSI E NON SOLO

 

ULTIME VISITE AL BLOG

ochidea_blubelmoro_45fataeli_2010marylu472008ninokenya1massimocoppamrc701dglERAM6longo.stefania1969ormaliberafudinamiteblastella.contessa64tobias_shuffleterri22balimbalo
 

ULTIMI COMMENTI

A N G E L A

 

 

 

CONTRO LA VIOLENZA SUI MINORI

 

CON OGNI DONAZIONE SALVI TRE VITE. PENSACI !

ADSPEM

DONA IL TUO SANGUE. DONA LA VITA.

 

IL LORO IMPEGNO CONTRO LA MAFIA FU PURA POESIA

 

Protected by Copyscape _nline Plagiarism Detector

 

blog.libero.it/liberiversi

 

In classifica

Blog d'argento

 

VISITATE IL MIO SITO DI POESIA

http://renatodd.oneminutesite.it/

 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2012 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 45
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Messaggi di Luglio 2012

IL DIFFICILE COMPITO DEL GENITORE

Post n°209 pubblicato il 30 Luglio 2012 da Redendacc
 
Foto di Redendacc

Terza ed ultima puntata sui figli. Quant'è difficile dare consigli ad un figlio quando è già adulto. Ogni volta che mi pongo nei confronti di un figlio in qualità di padre ho sempre l'abitudine di ricordarmi come io mi ponevo come figlio nei confronti di mio padre. Ricordo il disaccordo totale e la mia voglia di contestazione e rottura degli schemi classici. Forse la storia si ripete nel tempo, da sempre. O forse non sempre. Ciascuno ha la propria strada da percorrere. Anche se provi a metterli in guardia su buche nel terreno che tu hai già preso, direzioni sbagliate, pericoli, i figli andranno dritti per la loro direzione. Le esperienze sono personali e come tali vanno vissute. Però qualcosa sento di poterla lasciare, certo che, come è accaduto a me, su molte cose solo con il tempo si coglie il vero senso dei consigli ricevuti e che io rimpiango di non aver ascoltato.

 

FIGLI MIEI

 

Non fate come me

Che son stato fiume

Senza argini

Prato senza recinzione

Non permettete

Che vengano a depredarvi

Ciò che di più caro avete

Ponete dei confini

Che nessun ladro porti via

Quel grande tesoro

Del vostro Amore

Vogliatevi bene.

 

Lasciate da conto

Un po’ di sorriso

Ve lo toglieranno

E ne avrete ancora

Nascondete parte del vostro cuore

Lo trafiggeranno

E batterà ancora

Custodite i vostri sentimenti

Non li maltratteranno

E nel rifugio

Che avrete creato

Sarete invincibili.

BUON INIZIO SETTIMANA A TUTTI

 

 
 
 

BERLUSCONI? UN GRANDE!

Foto di Redendacc

Questa ve la devo proprio raccontare perchè è una storia vera. All'epoca dello scandalo del Bunga Bunga, quando dopo tutte le vicende delle ragazze dell'olgettina il nostro caro Silvio si giustificò dicendo che lui faceva beneficenza, mi venne in mente di scrivergli una e.mail. "Se è vero che è così generoso aiuterà anche me", mi dissi. Ovviamente per me era una cosa ironica. Io non possiedo i requisiti  necessari alla beneficenza. Infatti non mi rispose. Se avessi allegato magari una foto e cambiato il nome del richiedente  chissa, almeno un audizione, ovviamente orale... me l'avrebbe fatta. Ma io niente, scrissi e basta. Che ingenuo...

Gent.mo Sig. Presidente, conoscendo la sua generosità,
spesso messa in discussione da Magistrati ed opposizione, le scrivo
perchè in questo momento sono in serie difficoltà  e un suo aiuto nei
miei confronti dimostrerebbe pubblicamente quanto la sua
generosità sia effettivamente disinteressata, non potendo io in alcun
modo contraccambiarla. Omissis(...)
Sono certo che un suo aiuto economico non solo
sarebbe indolore per lei, ma darebbe alla sua immagine una luce ancora
più splendente, oltre che saziare il suo animo generoso ancora una
volta.
Con fiducia aspetto una sua risposta.

Ho omesso la descrizione  e la firma per ragioni di privacy. Ovviamente non rispose affatto ed io neanche mi ricordai più di avergli scritto. Un paio di giorni fa mi arriva questo messaggio.

Gentile Utente, Il Silvio Berlusconi fans Club.it ha deciso di fare
un libro con i Vostri messaggi, inviati al Nostro portale, all'attenzione di Silvio Berlusconi.
Se sei disponibile nella pubblicazione della tua Lettera o
messaggio,  con la visualizzazione nel corpo dello stesso del tuo Nome
e cognome rispondi: VI AUTORIZZO ALLA PUBBLICAZIONE DELLA MIA MAIL.CON
NOME E COGNOME, OD EVENTUALMENTE CI DICA QUALI SONO I DATI CHE CI
AUTORIZZA A PUBBLICARE.
Potrebbe essere un modo per far arrivare il messaggio a Berlusconi e
al Popolo Italiano.
Lo scopo del Libro è di far conoscere il PENSIERO reale degli
Italiani, sia in positivo che in negativo.
Se volete riscrivere il messaggio aggiungendo voci, chiarimenti e
specifiche, fatelo.

Grazie a presto
www.silvioberlusconifansclub.it
PS. IN CASO DI ASSENSO SI PREGA RIGIRARE MAIL INIZIALI CON EVENTUALI
MODIFICHE CORREZIONI E O AGGIUNTA.
GRAZIE.

Che dire? Un grande. Non solo, ovviamente, non mi si è filato, ma ora vuole sfruttare il messaggio per un libro e farsi bello delle lusinghe, nel mio caso palesemente ironiche, dei suoi devoti fedeli. Il più grande "venditore" che sia mai apparso sulla penisola italica è certamente lui. Un grande, un grandissimo. Del resto Adolf Hitler diceva:

Le masse sono abbagliate più facilmente da una grande bugia che da una piccola.

C'è da inchinarsi, ma stando molto attenti alle spalle...

La democrazia e' una forma di religione. E' l'adorazione degli sciacalli da parte dei somari. (H.L. Mencken)

Se i partiti non rappresentano piu' gli elettori, cambiamoli questi benedetti elettori! (Corrado Guzzanti)

 

Quanno che nonna mia pijò marito
nun fece mica come tante e tante
che doppo un po' se troveno l'amante...
Lei, in cinquant'anni, nu' l'ha mai tradito!

Dice che un giorno un vecchio impreciuttito
che je voleva fa' lo spasimante
je disse:  V'arigalo 'sto brillante
se venite a pijavvelo in un sito. -

Un'antra, ar posto suo, come succede,
j'avrebbe detto subbito:
So' pronta.
Ma nonna, ch'era onesta, nun ciagnede;

anzi je disse:  Stattene lontano...
Tanto ch'adesso, quanno l'aricconta,
ancora ce se mozzica le mano!

(Trilussa -  L'onestà de mi nonna)

Buon week end a tutti.

 
 
 

FARFALLE MANCATE

Post n°207 pubblicato il 25 Luglio 2012 da Redendacc
 

In uno dei tanti vertici europei tenutisi in questi ultimi tempi i maggiori leader europei decidono di concedersi una pausa. Trovandosi a Firenze non possono che andare a visitare gli Uffizi. Tra le tante opere esposte si soffermano in particolar modo su di un dipinto di Adamo ed Eva di Lucas Cranach del 1528.  La prima ad esprimere un giudizio è il cancelliere tedesco: "Guardate la perfezione dei corpi: lei alta e snella e lui con un corpo così atletico, muscoli ben fatti. Wunderbar! I caratteri sono chiaramente tedeschi." Il Presidente francesce subito ribatte: "C'est past possibile! E' evidente l'erotismo che si può vedere in entrambe le figure. Lei così femminile, lui così aitante. Sanno che presto arriverà la tentazione. Ouì, sono francesci." "Look at better!" interviene il Primo Ministro inglese, "La serenità dei loro visi, la delicatezza della loro posa, la sobrietà del gesto, quella compostezza così british. Possono essere solo inglesi, of course." A quel punto un turista italiano che li affiancava interviene dicendo. "Scusate se mi intrometto. Guardate bene. Non hanno vestiti, non hanno scarpe, non hanno casa. Hanno solo una mela da mangiare, ma non protestano e pensano pure di stare in paradiso! Non c'è dubbio: sono proprio italiani come me!"

Vi ho raccontato questa barzelletta un po' vecchia e rielaborata da me perchè è emblematica, nei suoi contenuti. E' un po' lo specchio della situazione attuale. Non solo, ma il bello è che le cattive notizie ci vengono date un po' alla volta, forse per darci il tempo di assuefarci.

Un giorno Re Artù, camminando nel suo castello, vide su un muro

la scritta "ARTU' E' CORNUTO" eseguita con la pipì.

Il re, estremamente adirato, chiamò Merlino e gli chiese di

impiegare tutti i suoi magici poteri per individuare il colpevole

al fine di giustiziarlo.

Dopo giorni di estenuanti ricerche Merlino si recò da Artù e molto seriamente gli disse:

"Senti, sono riuscito a scoprire il malfattore, ma ho da darti 2 notizie,

una brutta e l'altra tremenda".

Artù, un po' preoccupato chiese subito la brutta notizia, al ché  Merlino rispose:

"L'esame delle urine ha dimostrato che la pipì è del tuo amico Lancillotto!"

Artù, completamente distrutto chiese allora quale potesse essere la notizia tremenda, e Merlino rispose: "La calligrafia è di tua moglie Ginevra".

Al di là delle barzellette, penso che nella vita di tutti noi, sia a livello personale che sociale, ci sono persone che tendono ad elevarsi fino a volare alto ed altre che, o per volontà o per incapacità, restano a terra zavorrati. Il problema è che in un sistema complesso la massa determina la direzione. La direzione che la massa ci sta portando a seguire è indirizzata da chi governa le masse. Chi governa le masse ci sta portando sempre più verso il basso. Così, malgrado qualcuno provi a volare, resta irrimediabilmente a terra. Un po' come in questa videopoesia che vi ripropongo, ma che molti di voi non hanno ancora visto.

FARFALLE MANCATE

 

Attratti dalla luce

battiamo le ali

ma restiamo lì

poiché le tenebre

che portiamo dentro

sono zavorra troppo grande

e non voliamo.

 
 
 

Quale pioggia bagna le vostre vite?

Post n°206 pubblicato il 23 Luglio 2012 da Redendacc
 

Buon lunedì a tutti e buon inizio settimana. Oggi la pioggia bagna con diversa intensità un po' tutta la penisola. Anche l'estate ha deciso di prendersi una pausa. Piove e ci sono tanti modi diversi in cui le precipitazioni si presentano. A volte piove sulla nostra vita, la fradicia rendendola come una maglietta zuppa e insopportabile, altre volte le gocce ci accarezzano e ci rendono felici di quel loro effetto purificatore sulla nostra pelle. Ci sono volte in cui le gocce sono una moltitudine di pensieri che si perdono nel nulla dell'incomprensione. Altre volte ci donano un senso di liberazione. Può essere distruttiva quando è uragano e creativa quando scende leggera e discreta sui campi. Noi napoletani per definire la pioggerellina leggera che scende quasi timida diciamo che schizzichea ed io non so trovare un termine migliore per definirla, anzi trovo il suono di questa parola davvero bellissimo. Oggi vi propongo questa poesia che scrissi molti anni fa e che sottolinea come ci si può sentire soli anche in mezzo a tanta gente, indifesi sotto la pioggia malgrado per gli altri splenda il sole.

SCHIZZECHEA

 

Gocce di pioggia

Sono i miei pensieri

Ed ogni goccia

Porta con se

Un significato profondo

Delle cose e della vita

Ma nella sabbia dell’incomprensione

Che da sempre mi circonda

Si perdono

Irrimediabilmente.

 E da voi? Che tempo fa nelle vostre vite?

 
 
 

Ma davvero li vogliamo a nostra immagine e somiglianza?

Post n°205 pubblicato il 20 Luglio 2012 da Redendacc
 
Foto di Redendacc

 Nell'augurarvi buon fine settimana, vi lascio con questi versi del poeta libanese Khalil Gibran, che molti di voi conoscono. Anche questi versi sono dedicati al rapporto genitori-figli, ma visto da una differente prospettiva ed in una diversa fase della crescita: quella adolescenziale.  Spesso commettiamo l'errore di riversare nei nostri figli non solo le nostre ansie ed il nostro stress, ma anche le nostre mancate aspirazioni. Li vorremmo a nostra immagine e somiglianza, ma non può essere e non deve essere così. Ci riesce difficile pensare che loro sono altro da noi e che hanno un loro cervello autonomo. Ma lasciamo parlare il poeta.

Voi che ne pensate? Buon fine settimana a tutti, con affetto.

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: Redendacc
Data di creazione: 16/02/2011