Community
 
donna_di_cu...
Sito
Foto
   
 
Blog
Un blog creato da donna_di_cuore il 29/02/2008

Movimento Donne Roma

LA DEMOCRAZIA SENZA DONNE E' IMPOSSIBILE

 
 

IMPORTANTE...E' GRATUITO.

Clicca qui per la lotta contro il cancro al seno

The Breast Cancer Site

Basta un click ogni giorno per una donazione che permette una mammografia gratis per le donne che non se la possono permettere. Infondo a noi non costa nulla...
Grazie a DIARIO DI BORDO per avermi messa al corrente dell'iniziativa.
 

FACEBOOK

 
 
 

TAG

 

DONAZIONE DI ORGANI

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

QUESTO BLOG E' CONTRO LA PEDOFILIA!

Citazioni nei Blog Amici: 2
 
 

I MIEI LINK PREFERITI


La maggior parte delle immagini presenti in questo blog sono reperite dal Web. Se gli autori avessero qualche cosa in contrario alla pubblicazione e/o ritenessero danneggiati i propri diritti d'autore, non avranno che da segnalarmelo e provvederò prontamente alla rimozione del materiale utilizzato. Grazie.
 

 

 

IL 5 PER MILLE

Post n°6 pubblicato il 15 Aprile 2008 da donna_di_cuore
 

Nasce nel 2006 a titolo sperimentale, la normativa del 5 x 1000 che dà la possibilità al contribuente di destinare una quota pari a 5 per mille dell'imposta sul reddito delle persone fisiche a enti non profit che rientrino nelle seguenti categorie:

a) sostegno del volontariato, delle onlus, delle associazioni di promozione sociale e di altre fondazioni e associazioni riconosciute;
b) finanziamento della ricerca scientifica e delle
università
c)
finanziamento della
ricerca sanitaria

La donazione del cinque per  mille è un fatto serio.

Un fatto di coscienza.

E' importante sapere come destinarlo.

Ci sono moltissime associazini che ne hanno bisogno e nessuna è più importante dell'altra.

Io ne segalo solo alcune...chiunque abbia da suggerire...scriva ed io aggiungerò.

APE ONLUS
MIASTNIA GRAVIS
EMERGENCY
ALFA

MEDICI SENZA FRONTIERE
AIM
AMNESTY
AILFIRC

 
 
 

DONNA

Post n°5 pubblicato il 28 Marzo 2008 da donna_di_cuore
 

Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe,
i capelli diventano bianchi,
i giorni si trasformano in anni….
Però ciò che è importante non cambia;
la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è a colla di qualsiasi tela di ragno.
Dietro ogni linea di arrivo c`e` una linea di partenza.
Dietro ogni successo c`e` un'altra delusione.
Fino a quando sei viva, sentiti viva.
Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo.
Non vivere di foto ingiallite…
insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.
Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c`e` in te.
Fai in modo che invece che compassione, ti portino rispetto.
Quando a causa degli anni non potrai correre, cammina veloce.
Quando non potrai camminare veloce, cammina.
Quando non potrai camminare, usa il bastone.
Però  non trattenerti mai!!!


Madre Teresa di Calcutta

 
 
 

8 MARZO

Post n°4 pubblicato il 07 Marzo 2008 da donna_di_cuore
 

La Giornata Internazionale della Donna, comunemente però definita Festa della Donna è un giorno di celebrazione per le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne ed è una festività internazionale celebrata in diversi paesi del mondo occidentale l'8 MARZO.

L'usanza di regalare mimose in occasione della festa non è invece diffusa ovunque.
L'8 marzo era originariamente una giornata di lotta, specialmente nell'ambito delle associazioni femministe: il simbolo delle vessazioni che la donna ha dovuto subire nel corso dei secoli. Tuttavia nel corso degli anni il vero significato di questa ricorrenza è andato sfumando, lasciando il posto ad una ricorrenza caratterizzata anche - se non soprattutto - da connotati di carattere commerciale.

L'origine della festività è molto controversa.

Una possibilità è che la sua istituzione risalga al 1910  nel corso della II Conferenza dell'Internazionale Socialista che si è svolta a Copenaghen.
Sarebbe di Clara Zetkin, la proposta di dedicare questo giorno alle donne. Alcune femministe italiane (Irene Giacobbe, Tilde Capomazza, Marisa Ombra) sostengono tuttavia che non c'è nessuna prova documentata a supportare questa ipotesi.

In Italia, nel secondo dopoguerra,la giornata internazionale della donna fu ripresa e rilanciata dall'UDI (Unione delle Donne Italiane) associando nel contempo alla data dell'8 marzo l'ormai tradizionale fiore della mimosa.
In Italia è molto diffusa una storia che fa risalire l'origine della festa ad un grave incidente avvenuto negli Stati uniti, l'incendio dell'industria tessile Cotton.
Questa storia è un falso storico accertato che fu elaborato dalla stampa comunista ai tempi della guerra fredda,  ma in Italia recentemente è stata riportata come la vera origine della festa della donna dai telegiornali  creando così una "leggenda".

Secondo questa storia nel 1908 a New York, alcuni giorni prima dell'8 marzo, le operaie dell'industria tessile Cotton iniziarono a scioperare per protestare contro le condizioni in cui erano costrette a lavorare.
Lo sciopero proseguì per diversi giorni finché l'8 marzo Mr. Johnson, il proprietario della fabbrica, bloccò tutte le vie di uscita. Poi allo stabilimento venne appiccato il fuoco (alcune fonti parlano di un incendio accidentale). Le 129 operaie prigioniere all'interno non ebbero scampo.
Effettivamente non esiste alcun tipo di prova e documento che affermi l'esistenza di un fatto storico che confermi l'episodio delle oltre 129 donne bruciate vive in un incendio di una fabbrica dal proprietario perchè le donne erano scese in sciopero.

Fonte: Wikipedia

 
 
 

LA MISSIONE

Post n°3 pubblicato il 06 Marzo 2008 da donna_di_cuore
 

Siamo convinte che le grandi donne non sono solo quelle consacrate come tali dalla storia ma anche quelle che ogni giorno affrontano la vita con semplicità e per questo siamo donne lavoratrici, casalinghe, professioniste che sostengono la diversità e gli interessi delle donne di Roma.

- per aumentare la partecipazione delle donne alle discussioni di politica pubblica sui temi economici e sociali.

- per sostenere la diversità della città, in particolare i gruppi che compongono la comunità cittadina: religiosi, etnici, professionali. Con l’MDR questi gruppi uniscono il loro lavoro sui temi di comune interesse diventando promotori di politiche pubbliche. Insieme, le voci delle componenti del MDR funzionano di concerto per dividere un coro unico  impossibile da ignorare.

- per sostenere le leadership al femminile lavorando per reclutare, lanciare e sostenere le donne che scelgono di concorrere alla vita politica pubblica, formare le donne a diventare più politicamente attive con metodologie di alfabetizzazione istituzionale, ad aumentare il loro aggancio ai processi democratici chiave affinché siano preparate a ricoprire incarichi istituzionali.

- per mettere a fuoco una vasta gamma di aspetti politici pubblici che interessano la qualità della vita delle donne e delle loro famiglie.

- per lavorare a favore della politica e non la politica.

 
 
 

MDR

Post n°2 pubblicato il 04 Marzo 2008 da donna_di_cuore
 

Vogliamo dimostrare che le potenzialità del Cuore delle Donne sono complementari e non in competizione con l’uomo per quanto riguarda lo sviluppo e la crescita della società futura.

La positività del sodalizio uomo-donna dalla notte dei tempi non può limitarsi alla sfera privata.

L’aggressività delle donne dalle “suffraggette” in poi è più un frutto dell’ipocrisia contenuta in affermazioni di principio, promesse o ghetti dorati che una reale tendenza istintiva del cuore delle donne.

Oggi occorre cambiare prospettiva. Strategia e metodi.

Il Cuore delle Donne Madri e Madrine dell’Umanità è grande ma persino gli uomini più equilibrati ne stanno perdendo la memoria.

Vogliamo riaffermare con determinazione il ruolo vero della Donna, dalla famiglia fino ai ruoli apicali delle Istituzioni,  non come elemento di contrapposizione e contrasto ma come reale agente di cambiamento nella società, nella politica e nelle istituzioni.

L’MDR vuole essere una voce chiara, finalizzata a riunire e far lavorare insieme le donne e gli uomini in una dimensione di aiuto e di crescita reciproca per trovare soluzioni durature finalizzate a creare equità per tutti i cittadini.

L’MDR è soltanto un pezzo di un forte MOVIMENTO DI OPINIONE  che è già in moto e che lavora per il cambiamento sociale incoraggiando le singole donne – così come gli uomini – a considerare se stessi come agenti di cambiamento cioè coloro che lavorano insieme per fare la differenza nella loro comunità.

 
 
 
Successivi »
 
 

IN QUANTI LEGGIAMO...

hit counter
 

AREA PERSONALE

 
 
Preleva il banner per il tuo blog!

Perchè non si devono dare per scontate le conquiste delle generazioni   passate, perchè in ogni momento la libertà individuale può essere messa in gioco.   Mettiamoci in gioco. 

Perchè non si devono dare per
scontate le conquiste delle
generazioni passate,
perchè in ogni momento la libertà
individuale può essere messa in gioco. Mettiamoci in gioco.

 

CONTATTAMI

Per qualunque informazione


donna_di_cuore@libero.it

 

ULTIME VISITE AL BLOG

ldv64sunrougeunamamma1pennarellina.youtubel.giannoccaroceciliarossi.84cuoredigliacciomarilu.isastrong_passionpaola.ligreannastella.turigraottanta6francesca.nicolardiArteliberamentegrimilde0
 
 
 
 
blogarama - the blog directory
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 

POESIA D’AMORE DEL NOVECENTO

La frangia dei capelli che ti vela
la fronte puerile, tu distrarla
con la mano non devi. Anch’essa parla
di te, sulla mia strada è tutto il cielo,
la sola luce con le giade ch’ài
accerchiate sul polso, nel tumulto
del sonno la cortina che gl’indulti
tuoi distendono, l’ala onde tu vai,
trasmigratrice Artemide ed illesa,
tra le guerre dei nati-morti; e s’ora
d’aeree lanugini s’infiora
quel fondo, a marezzarlo sei tu, scesa
d’un balzo, e irrequieta la tua fronte
si confonde con l’alba, la nasconde.

E. Montale