Creato da misteropagano il 20/09/2012

DEINAUTI

[OLIMPO]

 

.- Il Regno Saudita torna a riaprire i Cinema ma con posti separati per le donne

Post n°1900 pubblicato il 13 Dicembre 2017 da misteropagano
 

 

Cinema "Libero" anche in Arabia Saudita. E' inopinabile che la narrazione della cultura passi anche attraverso l'arte del cinema e dell'intrattenimento. E la libertà di espressione. In Arabia Saudita l'Islam  più aperto e moderato  crede nell'industria cinematografica e degli audiovisivi; così  il Regno torna  a riaprire i cinema dopo 30 anni e grazie a una  serie di riforme che, tra l'altro, sgancerebbero l'eldorado arabo dall'andamento del petrolio entro il 2030.

Unico neo i posti a sedere che saranno sempre divisi per genere, maschile, femminile e aree per famiglie.

Ovviamente esultano i registi

e


twittano i giornalisti.


"Il divieto di cinema non ha senso nell'era di you tube". Le pellicole di produzione saudita fino ad oggi avevano aggirato  censure e  canali di distribuzione grazie alla rete.

"Storie che vale la pena di vedere"già in lizza i primi film ai festival internazionali. Grandi progressi ma ci sono ancora molte cose che le donne non possono fare (link Cosmopolitan).

Tra le peggiori:

La testimonianza in tribunale di una donna vale la metà di quella di un uomo.  Vestirsi liberamente. Obbligatorio l'uso dell'abaya il camice nero e  e del niqab, il velo che lascia vedere solo gli occhi. 

 

mis^

 

 

 

 

 

 
 
 
Successivi »
 

ULTIMI COMMENTI

 

AREA PERSONALE