Creato da misteropagano il 20/09/2012

DEINAUTI

[OLIMPO]

 

OPERA ZAPPA|Arte contemporanea in carriola, come carpe

Post n°1973 pubblicato il 20 Febbraio 2018 da misteropagano
 

 

 

OPERAZIONE DIFESA DELLA NATURA

 

Nell'excursus fatto - su opere e allestimenti e tutto un possibile mondo di metafore e metafisica, simboli arcani e ipotesi quantistiche che ruotano attorno  alla "carriola" - c'è da dire che la storia dell'arte moderna riconosce la fine della distinzione tra oggetti d'arte e oggetti non artistici (Andy Warhol), ponendo fine  anche alla disputa, per certi aspetti, tra Design e Arte (Munari). Inoltre per la filosofia postduchampiana ogni oggetto può diventare arte. Modernismo e Contemporaneo sono entrambe sulla stessa carriola. Inclusa ovviamente la lattina di merda di Manzoni o l'infiltrazione omogenea per pianoforte 66-il piano impacchettato di Beyus, per citare artisti che hanno condizionato l'arte, con il guizzo del loro intuito, come carpe, (controcorrente verso la Porta del Drago).


In particolare Beyus effettua una OPERAZIONE DIFESA DELLA NATURA :Opera: zappa (oggetto multiplo) rappresenta il lavoro umano, il rapporto con la terra - la difesa della natura parte dall'uomo e dal suo lavoro.


o

Opera: 7000 querce, arte allargata, e opera di scultura sociale, che mira gli uomini ad avvicinarsi alla natura. Colonna di basalto, intesa come pietra miliare, simboleggia l'impegno, colonna affiancata alla quercia, al crescere della quercia la colonna diminuirà.

Opere concrete il cui significato va scomparendo

al pari dell' uberizzazione dell'uomo.

La fatica scompare con la penuria di lavoro

con l'abbandono della terra-con l'abbandono del pensare

Per contro essendo l'Arte un contenitore illimitato di idee

la carriola avrà la possibilità di trasportare e scaricare pietre, idee e anche

dei barattoli di Merda Virtuale perchè si capisce che anche per gli osservatori internauti in genere è più facile defecare che pensare


M:*

 

 

 
 
 

HOLY S-HIT。Surströmming↑↑↑↑ NE' al CHIUSO NE' Sottovento!

Post n°1972 pubblicato il 20 Febbraio 2018 da misteropagano
 

 

 

IDEE, Cose e Persone? Baratto_li. Dunque piuttosto che ArringaAringa. NE' al CHIUSO NE' Sottovento! |A proposito di barattoli d'autore | attenzione alle prove del nove.

Conoscete il Surströmming?HOLY S-HIT HOW DOES IT TASTE?per scegliere il surströmming si consigliano  i barattoli più “gonfi”.

 

。Norvegia\\\\Il pesce fermenta ma non si decompone


。DIVIETO dIMBARCO sulle principali linee aeree。Bombe a gas di aringhe

\\Prova di forza \\

。questo piatto viene solitamente consumato all’aperto

HOLY S-HIT for ALL

 

Trackback GRAFICANTASTICARE arte organica digitale e i borderline su N

 

altri suggerimenti

Qua e là.- Le Previsioni di merda


.~ Incontrovertibile Stitichezza


.~ Caccasanta 

 

 
 
 

Angolazioni : S - Netiquette

Post n°1971 pubblicato il 19 Febbraio 2018 da misteropagano
 

 

 

 

"Stronzi"

 con etichetta o senza?

 M

 

 
 
 

.Predictive Analytics

Post n°1970 pubblicato il 18 Febbraio 2018 da misteropagano
 

 

 

Se è stato frainteso qualcosa di me Artemide è ben felice di mostrarsi come narrata.

[C'è nebbia ed è giusto che non si veda più nulla.  Che piaccia o no]

 

*

 

Ho l'impressione che digiland sia stata venduta ad una Media Company con pochi neuroni artificiali e grezzi.  Non si spiegano i blog lasciati come zattere alla deriva.  Gira voce che Libero abbia chiuso.  In effetti potremmo digitare in uno spazio regolato da A.I non da umani.

Vi risulta che staff abbia la casella libera? O che rispondano alle mail? Qualche sollecito d'urgenza filtra tra gli algoritmi. Ma per lo più le criticità non sono considerate.

E bisogna avere solo la fortuna e la scaltrezza di non finire nel mirino  della flottiglia digitale,  che sparge veleni impunita, magari in partecipazione spicciola.

Qualche utile c'è con l'AI. La bagnarola galleggia da sola.


 

 

 
 
 

..RISPOSTE: curati

Post n°1969 pubblicato il 18 Febbraio 2018 da misteropagano
 

 

 

 a piacimento sagredo

sagredo

diciamo che è il caso per esempio che te la pianti

  •  Tracce –RISPOSTE

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Capita anche questo nel 21° secolo

Post n°1968 pubblicato il 16 Febbraio 2018 da misteropagano
 

 

I linguacciuti e l'educazione. Capita anche questo nel 21° secolo. Nessuno li costringe ad esporsi.

Il primo incontro non si scorda mai. Presa la corrispondenza privata la pubblicò con degli stupidi post di vanto, per poi proseguire al rialzo ad ogni mia protesta con parole e esibizioni oscene.

Per  Maurits Cornelis Escher  la carpa nella famosa litografia  "Tre mondi" sotto il limite dell'acqua, è uno dei mondi diversi che si compenetrano tra loro in natura. Ed è una visione occidentale.

Per la cultura giapponese  la carpa è la perseveranza, in grado di nuotare controcorrente, posiede la forza di non seguire  la corrente e di seguire la propria via.


Nei miti cinesi la risalita di una carpa lungo il Fiume Giallo permette di  arrivare alla sommità e alla Porta del Drago, superata la quale si trasformerà in un dragone (ed acquisirà il dono dell' immortalità).

I linguacciuti italiani invece dove finiscono?

 

Dice

Rita Levi Montalcini - art a part of cult(ure)

Nella vita non bisogna mai rassegnarsi, arrendersi alla mediocrità, bensì uscire da quella “zona grigia” in cui tutto è abitudine e rassegnazione passiva, bisogna coltivare il coraggio di ribellarsi.

 

 
 
 

Scelte da 21° secolo

Post n°1967 pubblicato il 16 Febbraio 2018 da misteropagano
 

 

Tanti no. Ci vorrebbero negare il Direttore europeo, il Cinema di piazza, il Nudo d'arte.

Nessuna soluzione è esente da pericoli ma l'offerta di  valori con la capacità di scelta di un fruitore consapevole, è una considerazione ancora possibile. Nessuno dorme.

 

 

 

 
 
 

svicola→svicola→signore→signoria→hopla→staff→svicola→ sarcofagati→vincolat

Post n°1966 pubblicato il 15 Febbraio 2018 da misteropagano
 

 

 

          

 

 

 

 

svicola→svicola→signore→signoria→hopla→staff→svicola

sarcofagati→vincolati

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Vicoli e vincoli

curiosità mail

estremitàon demande

1, 2, tre prova


|M|


 
 
 

→ CarrioleXHAFA →LOST AND FOUND→BIENNALEd|Arte

Post n°1965 pubblicato il 14 Febbraio 2018 da misteropagano
 









SISLEJ XHAFA  ha meritato un posto al padiglione Kosovo della Biennale d'Arte di Venezia del 2017 con Lost and found*.  Tra le sue opere : Wheelbarrow, white light strings, (each Edition is unique: white lights, blue lights, white lights unplugged).

Al GROWING ROOTS, con Camera Nazionale della Moda Italiana, Premio Furla, Comune di Milano, Palazzo Reale.


*Lost and found: un capanno costruito con pareti da imballaggio in legno su cui campeggia la scritta che dà il titolo all’opera. L’impressione è di un deposito per oggetti smarriti ma ciò che è andato perso non sono effetti personali bensì persone. Questa silenziosa e spoglia installazione urla il ricordo delle vittime disperse della guerra dei Balcani , che sarebbero oltre cinquemila.  Insieme un atto di denuncia politica e un tributo memoriale.

 

 
 
 

:or → unsightly homo ←

Post n°1964 pubblicato il 14 Febbraio 2018 da misteropagano



prima di parlare di tecnologia integrata impara i sinonimi. Provocazioni: "un artista maschio è una contraddizione in termini"
A male artist is a contraddiction in terms


bad
cattivo, brutto, difettoso, grave, scadente, dannoso
ugly
brutto, minaccioso
nasty
brutto, cattivo, sgradevole, sporco, disgustoso, pericoloso
unsightly
sgradevole, brutto
foul
cattivo, sporco, brutto, turpe, osceno, sudicio
dirty
sporco, sudicio, lurido, brutto, sconcio, lercio
unpleasant
sgradevole, spiacevole, antipatico, brutto, sgradito, scostante
rough
ruvido, grezzo, approssimativo, duro, rude, brutto
rotten
marcio, putrido, corrotto, guasto, schifoso, brutto
sostantivo
bad
male, brutto, rovina bruttezza, brutto.


ovvero la fatica di pensare
con
YES I CAN
chiunque (mi)può infastidire



 
 
 

Arrosticino→HOMO DIGITALICUS→Struttura→Algodanza→clava

 


"Non abbiamo negato agli animali la possibilità di parlare ma abbiamo negato loro la possibilità di risponderci"

OMG! Possiamo citare Lacan, post strutturalista e Derrida, Deleuze o Barthes e Foucault l'anti strutturalista, Calvino, il vicino Boudrillard. Le Relazioni sistematiche in strutture interconnesse i cui  limiti sono spesso inconsci dell'azione degli individui (strutturalismo).  Il rituale architettonico descritto da Salingeros è ad esempio disegno di struttura[salingaros]

E Post strutturalismo, analisi delle forme simboliche, del linguaggio, come costitutivi della soggettività dell'uomo piuttosto che come costituito da prove di mente pensante.

(il solo atto di dubitare della propria esistenza è — almeno — la prova della realtà della nostra mente, Cartesio).

In realtà(!) "Ciò che appartiene al "proprio dell'uomo" non gli appartiene in modo puro e rigoroso"- Derrida. Tutto il rapporto tra uomo e natura necessita di essere interamente ristrutturato.

Così il web o il computer. "Permette di vedere e ascoltare anche cose che non sono oggetti reali": io ci vedo relazioni dove ancora una volta si tenta l'ossimoro persona virtuale,

e non una relazione tra simboli (avatar) idonea ad un ambiente non reale, attenendosi piuttosto ad una rappresentazione virtuale dell'umano che ha di proprietà il linguaggio stesso e solito dell'uomo. (zanichelli 2020 c'emo noja)


IMHH -Il rapporto tra uomo e macchina necessita di essere interamente ristrutturato.

Trionfi di paranoie da natura umana nel virtuale.  Homo digitalicus mancato. Possedere pensiero computazionale, pensare come un informatico, in modo algoritmico e a livelli multipli di astrazione, in un' Algodanza che ancora usa le clave (lista nera ← or →   homo cavernicolo). senza possedere un dialogo tra civiltà e materie, colori, strutture di forme apparentemente incompatibili che solo il fare dell'arte o dell'HYPERLINK agisce e risolve senza fare Narcisismo digitale.

Arrosticino [opera in pietra maestro Colangelo]


buongiorno


 

 
 
 

MOZI →SALINGAROS→WEB→RITO

Post n°1962 pubblicato il 14 Febbraio 2018 da misteropagano
 

 

 

Un antico filosofo cinese Mo Tzu can "MOZI" ha cercato di insegnare alla gente comune come determinare se le idee, dietro le pratiche, sono vere o no, all'opposto dell'esecuzione di un rituale stabilito, che è la ripetizione senza analisi, i modelli di Mo-Tzu sono verificati facendo appello alla natura e ai processi naturali, non da qualche comando divino - e ancor meno dall'autorità politica.

MOZI viene citato da SALINGAROS: anche il rituale architettonico plasma la vita di tutti i giorni.  Gli edifici una volta costruiti influenzano i riti sociali, la vita degli utenti in modi che normalmente non notiamo.

In questo modo, strutture come rituali architettonici modellano i nostri rituali sociali.

Ora pare proprio che anche tutta la struttura RITUALE DEL web sia destinata a influenzare gli utenti. Celebrare rituali specifici tiene insieme la cultura architettonica dominante, ma la chiude ad ogni innovazione esterna e rende ogni attività interna sempre meno naturale e significante.

buonanotte

 

 

 
 
 

Arte→gödelizzazione→Quantum leap

Post n°1961 pubblicato il 13 Febbraio 2018 da misteropagano
 

 

 

 

Quantum leap [salto quantico].Come vivere tra grandi? Probabilmente solo giocando. «Tom » non può dimostrare che questa proposizione è vera.

Sappiamo tutti come "Tom" fosse un sistema di combinazioni matematiche per determinare infallibilmente la verità o falsità di qualunque proposizione sensata. «Tom » era situato in un grande edificio universitario, piuttosto simile a un tempio, e l'ingresso era vietato al pubblico.

Giocando. La proposizione venne sottoposta a Tom. Dopo pochi minuti «Tom» era nel panico. Intanto se «T» non può dimostrare che questa proposizione è vera, sarebbe stata dunque falsificata.

E se Tom risponde «vero» giunge ad una conclusione falsa che contraddice la vantata infallibilità. Dunque la proposizione è vera ma Tom non può asserirlo. Noi conosciamo la verità che Tom non può dimostrare.

 

gödelizzazione, autoreferenzialità e teoremi di incompletezza aprono discussioni dimostrabili non dimostrabili e grottesche, divertenti e procedure senza fine, risultati mai conosciuti:
Se uno scrittore sporadico in più sessioni di scrittura diventi un mentitore assiduo o se un assiduo professorare di arte ne determini l'esperienza concreta.


 ostili danneggiando/

cinque di spade/

rombi e tuoni/

nonno in carriola

 

 

Tra metafore e argomenti scientifici intanto abbiamo fatto  il "salto", il balzo. La carriola da metafora, ossimoro ed arte, da manuale e concreta a elettrica è divenuta prima metafisica e ora quantica: portando un certo "carico" di relazioni a distanza, non locali  e sovrapposizione di più sistemi. «Tom » dimostra che questa proposizione non è vera.

 

 

 
 
 

Carriola Metafisica → DEPENDS→red wheelbarrow→Eldbjørg Raknes

Post n°1960 pubblicato il 13 Febbraio 2018 da misteropagano
 

 


ClearClearClearClear

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

So much depends upon a red wheelbarrow/

Così tanto dipende da una carriola rossa

 

 William Carlos Williams  movimento imagista - poesia concreta Ezra Pound - A red wheel barrow, 1923.

So much depends

upon

a red wheel

barrow

glazed with rain

water

beside the white

chickens

“Così tanto dipende/ da/ una carriola/ rossa/, lucente di acqua/ piovana,/ accanto alle bianche/ galline/”.

"L’attacco della lirica è connotativo: “Così tanto dipende, ma è un’affermazione che resta sospesa nel vuoto; ci si aspetterebbe un’esplicitazione dell’importanza di questa carriola, ma questo non succede, e l’incipit diviene per Williams un pretesto del tutto arbitrario per introdurre l’oggetto poetico; e che non fa altro che aggiungere la delusione, all’insieme delle impressioni finali.

 

Eppure, nonostante la sua perprimente concretezza, la poesia di Williams è calata all’interno di un’atmosfera metafisica insopportabile, come se la carriola in questione emanasse un’aura sacrale, o fosse stata illuminata da un proiettore di luce divina (gli occhi del poeta?), che ci permette di conoscerla veramente. O quantomeno, che ci restituisce in qualcosa di più."

 

 

 
 
 

Digitarolo ← or →Cariolaro → da monnezza

Post n°1959 pubblicato il 12 Febbraio 2018 da misteropagano
 

 

 

IMHH →In My Humble Hypothesis.

CARIOLARO. Non mi sarei aspettato d’incontrare sì piacevole visione, tanto inaspettata, che se non ci fossimo messi d’accordo per trovarci, non ci saremmo incontrati. DIGITAROLO. Strafalcioni che non mi aspettassi di leggere. Mettessi un accordo.

 

 

 ebbi a leggere zanichelli 2020 - c'emo noja la lingua che verrà -


 
 
 

CARRIOLE in_UTILI ← ↑ →Sogni? quello è un ladro!

Post n°1958 pubblicato il 10 Febbraio 2018 da misteropagano
 

 

3Era alCOMPRO ORO la collana di mistero pagano.

Il collier, del valore di 9 mila soldi, ritrovato in un blog di Libero. Era stato donato da un fedele come ex voto. Denunciati il ladro e il ricettatore. Il rinvenimento è avvenuto grazie alle indagini avviate immediatamente dal nucleo di Conference, della compagnia Master, che sulla base di accertamenti tecnici, ha individuato l'autore del furto. Un tale che vive di espedienti digitali. La collana era stata già portata nel blog per essere venduta.


Sembra proprio che ogni organismo abbia in un territorio una funzione relazionale e, attraverso essa, entri in sincronia con altre strutture e si produca in un sistema di relazioni. Esso (organismo), inoltre, nello sviluppare strutture, competenze, e abilità , sembra sia interessato a mettere ordine nel sistema di funzionamento interno ed esterno della circolazione e produzione di energia, perchè permette di trovare le sincronie con gli altri elementi che si muovono nello stesso territorio, per sopravvivere in un ambiente vitale.  E' la produzione d'energia, infatti, che consente di attivare i meccanismi di controllo del territorio.


e


CARRIOLE IN_UTILI :

Una diga in Tanzania, 3 febbraio 2018

Carriola nei balcani

il Parolaio maledetto - scantonatore in carriola

Portati in carriola

La carriola alla Perdonanza

Venditori abusivi

La Collana

 

fine tripletta← ↑ ← → ← → ← ← ↑ ← ← ← → ↑ ↑ → ← → ↑ ↑ ←seeu


 
 
 

.-CARRIOLA Social↑euforia per Sanremo ← or →METAL MIT Female Screamers and Growlers

Post n°1957 pubblicato il 10 Febbraio 2018 da misteropagano
 

 

Risultati immagini per ULTIMO

 

2Ho letto un buffo "post con culetto di roberta" per blogger che postano con cadenza periodica come le prescrizioni pro die di una cura di pillole e supposte. Ora capita anche a me di avere tempo ad intervalli regolari e come un intestino ricco di fermenti svuoto le dolci membra riversando stronzate in rete. Stamane però gioco di anticipo con una tripletta (forse) di post che mi garantisce di aver assolto al compito di blogger per tutta la giornata con la buona pace di chi lavorerà di carriola fino a stasera (e senza infierire troppo).

Quindi questa "carriola2" la dedico alla musica manifestazione canora68° e alle queen Master of Disaster: Classen e Alissa in top ten e  Angela Glossow prima.

Apro il programma per i tre minuti in cui proprio Michellina esulta dell'euforia dei Social e ne nomina almeno tre, infatti io mi sento euforica per aver seguito SanRemo da
jigendaisuke, uno dei migliori cronisti di Libero per quanto riguarda costume e società e scopro che 

tra i giovani ULTIMO è il vincitore, primo!

Ossimori e parobole In_Utili a parte leggo e ascolto il ritornello del romano, (mi piace nei limiti in cui chissà chi ce la fa, cui preferisco, in fondo, la bella performance di Ermal Meta e Fabrizio Moro - “Non mi avete fatto niente”)

...

che per stare in pace con te stesso e il mondo
devi aver aver almeno sognato un secondo
volare lasciando a terra se stesso
c'era il vento
ballo delle incertezze
ci sarà un posto in cui perdo tutto
provare a volare lasciando a terra sè stesso
ho camminato in equilibrio su di me

ho tenuto i sogni nel palmo delle mani

fragile e diverso
ferma la musica che il silenzio ora sa parlare

Per Contro e Con

una top di 20 autrici che fanno la storia del Female Metal, come dire che certa rabbia rauca la sanno cantare o urlare bene anche le donne, per di più belle.

[Alissa e ULTIMO in foto]

 


 

 
 
 

CARRIOLE| Citazioni rudimentali← or →Asana

Post n°1956 pubblicato il 10 Febbraio 2018 da misteropagano
 

 

 

1[sottotitolo La casalinga erudita impara internet]. Probabilmente io non passo per stronzetta, lo sono. C'è una sola cosa al mondo che non inganna mai: le apparenze e la voluttà di apparire idiota. In un circolo di idioti è la prassi ricorrere alle digicitazioni per sopperire a parole che non si potrebbero, diversamente, avere. Non avendo alcuna ragione di avere ragione.

L'unica cosa che conta è la consapevolezza, lo scoprire, pian piano, cosa impedisce al tuo corpo di esprimere le sue proprie, naturali, potenzialità. La rigidità è contraria agli Asana. "E' inutile. Una persona rigida è brutta (e somiglia ad un inutile idiota)".

E per esempio chi è portato alla maestria potrebbe occuparsi di scioglierla.

Risultati immagini per asana dell'idiota

 

 
 
 

ETICA DIGITALE | mistero pagano← or →misteropagano

Post n°1955 pubblicato il 09 Febbraio 2018 da misteropagano
 

 

 

Diciamolo chiaro, non è perchè un individuo viene giustificato e assolto da Libero è un cittadino per bene o è capace di stare sui Social. DIGITALE è davvero altro. E per Etica: non si possono risolvere questioni "di persona", sarebbe macerata.

Per me questi spazi significano: una sincronia dei comportamenti reiterativi tra i sistemi biologici viventi e l'energia-informazione che vi circola, un sistema che può creare sincronie,  di commisurazione, di  riflessione e sforzo puramente umani← or →divini per  uno spazio vitale, assolutamente non mortale reale virtuale o simbolico chissene-  qualcuno lo chiama cerchio magico, chi manto marea, chi cerchioartistimetacosmici

chi deinauti,


Aesthetische_Paranoiaa.

"Mi interessano le zone d’ombra. Quando mi convinco di aver capito qualcosa a grandi linee, il che è il massimo che si possa fare, allora mi piace spostarmi verso altre aree d’oscurità .” Gerald Edelman

 

 
 
 

carriole di STATO| I CRISTALLI DEL TEMPO ← or →inflazione


 

RETE DI ENERGIA E INFORMAZIONI . Dato il contributo, [Gianfranco Cariolaro] vado a curiosare: Comunicazioni nello spazio profondo e comunicazioni quantistiche.

Nuovi stati della materia. Organizzati in anelli e catene e "massaggiati". Strutture ipotetiche ← or →  oggetti reali: ioni di itterbio, cristalli la cui struttura oscillando periodicamente si ripete sia nello spazio sia nel tempo. Mantenendo coerenza dello stato. Si può pensare a una sua applicazione nei futuri computer quantistici o dei sistemi di crittografia quantistica.
Questa la sfida, il modo spontaneo in cui emergeva un "orologio" in uno stato di quasi equilibrio, doveva trasformarsi in modo di equilibrio assoluto, in uno STATO QUANTISTICO.
Di comunicazione, ossia  informazioni  che possono stabilire un legame  stretto anche quando sono in due punti fisicamente diversi a distanze maggiori di quelle ottenute finora.

E la carriola tedesca?

"Questo mi rende felice e se è fatto di metallo, mi rende un entusiasta!"

Nel bel libro “Culture and Inflation in Weimar” del professore del Mit Bernd Widding molte pagine sono dedicate al valore simbolico della carriola. L’autore ricorda quando a causa dell’inflazione che raggiunse il suo picco nel 1923, i tedeschi si trovarono costretti ad andare a fare la spesa con carriole piene di banconote.

Il fenomeno, stando al critico, conseguenza dagli enormi debiti da cui la Germania di Weimer si trovava gravata dopo la Grande Guerra, contribuì a generare discredito nelle istituzioni repubblicane e aprì la strada al Nazional-socialismo.

La carriola è diventata una metafora potente che simboleggia la fatica quotidiana della povertà e la disintegrazione dell’ordine economico che furono il risultato di una gestione sconsiderata della politica monetaria.

Questo “trauma” è  entrato nel bagaglio simbolico tedesco. E non solo, lo spettro inflazionistico è legato alle attuali conversioni euro ← or → lira se uscissimo dalla carriola tedesca.


 

 
 
 
Successivi »
 
 

 

 

http://digilander.libero.it/homoradix/apparato.png

http://digilander.libero.it/homoradix/VII_Il_Carro_Tarocchi_di_Tirillio.png

 

AREA PERSONALE

 

.

Cavolo ma avevano ragione quelli che
pensavano che la mia stellina fosse artificiale!
E Sentivo spesso dire dagli user 
"ma io la stella non l'ho chiesta che mi frega, caduta dal cielo".
In barba a chi la voleva e non l'ha avuta. Pinocchi.

L'ho desiderata molto.  Me ne hanno data una farlocca?_*
La oscuro in quanto ufficialmente non si vedeva che qui.
E poi a quanto pare vale solo quella di alcuni

Però posso giocarci, la cosa mi diverte
come scrivere ai margini del foglio
:*
M

 

.