Creato da: massimo.maneggio il 21/11/2008
spazio autonomo di un giornalista senza sponsor...
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

lubopoil_pablomassimo.maneggiomarlow17ambrosiadossi88GiuseppeLivioL2LolieMiuthe_coming_whitepsicologiaforenselacey_munroil.mio.paese.laIrrequietaDElemento.Scostantetobias_shufflenilsia
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

I miei link preferiti

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

 

 

Crotone-Genoa 1-3

Post n°1159 pubblicato il 29 Agosto 2016 da massimo.maneggio
 

IL CROTONE SCONFITTO DAL GENOA DI JURIC

14117941_1506002166077365_650228075352367834_n

È iniziata a Pescara l’avventura casalinga del Crotone di mister Nicola. Una partita che i rossoblu hanno disputata lontano dalle mura amiche e senza il supporto dei tifosi, che a causa del protrarsi dei lavori di rifacimento dello stadio Ezio Scida, hanno rinunciato alla trasferta di Pescara in segno di protesta contro la società Calabrese. Nonostante la mancata partecipazione nel match contro il Genoa dell’ex tecnico Ivan Juric, i tifosi del Crotone, hanno fatto sentire la loro vicinanza alle popolazioni colpite dal terremoto, acquistando il biglietto per la sfida contro il Grifone, dal momento che gli incassi della partita, sono stati devoluti in favore delle popolazioni colpite dal terremoto nei giorni scorsi. Nella sfida contro il Genoa, in campo il nuovo arrivato Rosi, difensore esterno che la società Calabrese ha messo a disposizione del tecnico Nicola insieme all’acquisto del difensore centrale Noe Dussene per rinforzare la squadra nel reparto arretrato.

La prima partita del Crotone tra le “mura amiche”, si è conclusa con una sconfitta per 3 reti a 1 dopo il vantaggio iniziale di Palladino.

Il Crotone infatti, sin dai primi minuti di gioco ha provato a prendere le redini del gioco, andando al tiro dai 25 metri con Simy al secondo minuto di gioco. Gli undici di mister Nicola prendono il pallino del gioco  e in diverse occasioni hanno impegnato la difesa avversaria con calci di punizione e tiri dalla bandierina, sfiorando il gol del vantaggio con un doppio palo, prima con Rosi che ha infranto il tiro sul palo, poi con Palladino che ha colpito la traversa. Al 34’ minuto del primo tempo, Palladino ha portato il Crotone in vantaggio con un preciso destro da centro area indirizzato nell’angolino basso. La reazione del Genoa è arrivata allo scadere del primo tempo con Pavoletti che ha visto respingersi dal portiere Festa il tiro di testa indirizzato sotto la traversa. Si conclude con il vantaggio dei Calabresi il primo tempo della partita.

Nella ripresa il Crotone ha provato a ripartire con il forcing del primo tempo, ma dopo appena sei minuti di gioco, il Genoa ha trovato il gol del pareggio con Gapke che a porta vuota non ha potuto far altro che battere a rete l’assist di Ntcham. Il gol del pareggio ha mandato in confusione la squadra Calabrese, e al minuto 55’, Pavoletti ha battuto a rete l’assist di Veloso. Dopo nove minuti Pavoletti con la punta del piede sinistro. I tre gol subiti in 15’ minuti hanno disorientato la squadra Calabrese. Dalla panchina mister Nicola ha provato a cambiare gli schemi di gioco, ma il Genoa in diverse occasioni ha rischiato il gol del 4 a 1.  Nel finale di match Capezzi appena entrato, è andato vicino al gol del 3 a 1 ma la palla ha sfiorato il palo. Pochi minuti dopo Tonev ha provato il tiro dalla distanza, ma la reazione dei Calabrese non ha creato pericoli alla difesa genoana. Dopo quattro minuti di recupero, la squadra dell’ex tecnico Juric, ha festeggiato la seconda vittoria consecutiva dopo quella ottenuta domenica scorsa contro il Cagliari.

Il Crotone è ora atteso dalla trasferta di Empoli domenica 11 settembre dopo la pausa per la Nazionale.

Massimiliano Aquino

Precedenti: in otto incontri disputati in serie B contro il Grifone, i rossoblu hanno ottenuto una vittoria, quattro pareggi, e tre sconfitte.

Crotone – Genoa formazioni

Crotone: 5 Festa, 17 Ceccherini, 3 Claiton (78’ 31 Sampirisi), 13 Ferrari, 22 Rosi (81’ 28 Capezzi), 20 Salzano, 6 Rohden, 87 Martella, 24 Tonev, 99 Simy,  7 Palladino. All. D. Nicola

A disposizione: 1 Cordaz, 77 Fazzi, 14 Gnahorè, 21 Cuomo, 28 Capezzi, 31 Sampirisi, 33 Viscovo, 18 Barberis, 11 Di Roberto, 12 Stoian, 9 Nalini, 10 De Giorgio.

Genoa: 23 Lamanna, 5 Izzo, 8 Burdisso, 24 Munoz (82’ 15 Marchese), 22 Lazovic, 88 Rincon, 44 Veloso, 93 Laxalt, 10 Ntcham (30 Rigoni 72’), 19 Pavoletti, 11 Ocampos (13 Gakpe 46’). All. I. Juric.

A disposizione: 1 Perin, 38 Zima, 29 Fiamozzi, 3 Gentiletti 15 Marchese, 33 Renzetti, 20 Cissokho, 30 Rigoni, 26 Zanimacchia, 4 Cofie, 21 Pandev, 13 Gakpe, 9 Simeone.

.

Direttore di gara Rizzoli di Bologna.

Stadio Adriatico  Giovanni Cornacchia – Pescara.

Marcatori: 34’ Palladino (C), 51’ Gapke (G), 55’ 64’ Pavoletti (G)

Note – Ammoniti Ferrari (C), Palladino (C), Laxalt (G), Izzo (G)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Catanzaro-Cosenza 0-3

Post n°1158 pubblicato il 28 Agosto 2016 da massimo.maneggio
 
Tag: calcio

 

cosenza in golCATANZARO-COSENZA 0-3 

Marcatori: 6’st Caccetta, 11’st Gambino, 32’st Caccetta

CATANZARO: Grandi, Joao Francisco, Di Bari, Prestia, Esposito, Roselli, Baccolo (20’st Cunzi),  Van Ransbeeck (13’st Icardi), Sabato (28’st Pasqualoni), Saro, Giovinco

A disposizione: Leone, Tavares, Moccia, Campagna, Basrak, De Lucia Allenatore: Spader

COSENZA: Perina, Corsi (44’st Madrigali). Tedeschi, Blondett, Pinna; D’Anna (33’st Capece), Caccetta, Criaco, Statella, Mungo (20’st Cavallaro), Gambino

A disposizione: Saracco, Meroni, Appiah, Biliosa, Collocolo, Ranieri Allenatore: Roselli

Arbitro: Ranaldi di Tivoli

Come riportato da UsCatanzaro.net arrivano tutti da palla ferma i tre gol :

– il primo realizzato da Caccetta (51′) di testa su calcio d’angolo battuto da Criaco. Caccetta puo’ colpire di testa indisturbato in posizione centrale insaccando alla sinistra di Grandi

– il secondo di Gambino (55′) ancora di testa su corner di Mungo. Qui Grandi ce ne mette del suo sbagliando l’uscita, la palla finisce sul secondo palo dove Gambino anticipa tutti e mette dentro

– il terzo ancora di Caccetta (77′) che raccoglie di testa sul secondo palo indisturbato una punizione battuta da Cavallaro

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Banda musicale di Bisignano non suona a Sant'Umile

Post n°1157 pubblicato il 28 Agosto 2016 da massimo.maneggio
 
Tag: musica

 

Comunicato stampa

banda ad assisiLa Banda Musicale “Città di Bisignano”, in seguito ad alcune illazioni nonché conclusioni affrettate ed espresse, in maniera non veritiera e fin troppo leggera, da alcuni “illuminati” cittadini bisignanesi, tende a chiarire la propria posizione in maniera schietta e sincera, per rispetto dei propri associati nonché di quanti apprezzano la musica e il sacrificio costante di maestri e ragazzi.

Una settimana fa (precisamente, il 23 agosto) la Banda e il presidente Francesca Pirillo, veniva contattata dai frati del Convento della Riforma per prestare servizio bandistico nel corso della tradizionale processione del sabato di Sant’Umile. Nonostante il poco tempo a disposizione per organizzare tutto al meglio, la Banda ha dato sin da subito la propria disponibilità, impegnandosi nel ricercare personale qualificato esterno in supporto ai pochi componenti rimasti. Ciò al fine di garantire la copertura di tutte le sezioni strumentali per completare l’organico mancante. Dunque, la Banda ha dato il proprio assenso, lieta e onorata di presenziare a un appuntamento così importante per tutta la comunità.

La partecipazione di un numero maggiore di esterni – precisiamo – è dovuta alla mancanza di musicanti interni che, per colpa di scelte amministrative a tutt’oggi cervellotiche e poco comprensibili, sono stati impediti nel seguire le attività musicali in altre sedi extra cittadine, abbandonando così il percorso bandistico nel proprio paese. L’amministrazione comunale di Bisignano, come avrà potuto osservare un pubblico attento e non populista, ha privato da tre anni la Banda di una sala prove dove poter garantire lezioni GRATUITE ai bisignanesi che volevano imparare a suonare uno strumento, tra cui molti ragazzi. La Banda, così, è stata costretta a proseguire il suo percorso musicale, fuori dalla città bisignanese, dovendo rinunciare alla presenza di molti concittadini (la Banda è attiva grazie all’interesse dell’accademia “G. Rossini” di Montalto Uffugo, che la ospita in maniera cordiale e con vero spirito musicale).

Due giorni prima della processione, ovvero giovedì 25 agosto, veniva ricontattata dai frati del Convento, i quali disdicevano il servizio bandistico, in quanto era loro volere destinare i rimborsi-spesa (serbati ai musicisti esterni) per devolverli in opere di beneficenza ai terremotati del centro Italia. Scelta apprezzata e condivisa, tanto che si era pensato di svolgere l’esibizione a titolo totalmente gratuito… peccato però che la stessa Banda non è composta da soli musicanti interni, ovvero provenienti dalla città di Bisignano. Ciò non è stato possibile, infatti, a causa dell’amministrazione comunale, che togliendole la sala nel 2013 a oggi ancora non ha provveduto a una sistemazione sul territorio della Banda Musicale, che si chiama ancora “Città di Bisignano”, fiera delle proprie radici, della storia e del lavoro profuso.

Ai cittadini che si sono lamentati per l’assenza e per il fatto di non svolgere il servizio in maniera gratuita, la Banda risponde: i musicisti esterni non sono “musicanti”, hanno studiato e fanno ciò per lavoro. Quindi, la loro presenza aveva un costo e la banda non poteva affrontare questa spesa in totale solitudine, senza supporto istituzionale o di sponsor alle proprie spalle.

La banda, mortificata per non aver onorato, suo malgrado, il Santo con le proprie note e i propri spartiti, chiarisce definitivamente che la colpa non è da imputare alla stessa.

Per ulteriori chiarimenti, la Banda resta sempre a disposizione dei cittadini, gli stessi che quando l’amministrazione toglieva la sala alla Banda, non hanno mosso un dito.

Il presidente Francesca Pirillo                                           Il direttore artistico Daniele Luzzi

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Spa, ok Rosberg, Ferrari flop

Post n°1156 pubblicato il 28 Agosto 2016 da massimo.maneggio
 

LA MERCEDES DI ROSBERG TRIONFA NEL GP DEL BELGIO - di Massimiliano Aquino

hamilton-vs-rosberg

INCREDIBILE ERRORE DI VETTEL ALLA PARTENZA

Dopo lo stop di quattro settimane per la pausa estiva, la Formula1 ha riacceso i motori con il Gp di Spa-Francorchamps. Al traguardo del Gp del Belgio, tredicesima gara stagionale, la Mercedes di Rosberg ha trionfato davanti alla Red Bull di Ricciardo – quarto podio stagionale – e al compagno di squadra Hamilton a podio dopo un’avvincente rimonta dall’ultima posizione. Gara sospesa al decimo giro per l’incidente di Magnussen – fortunatamente illeso – che ha distrutto la sua Renault F1 contro il guard rail. Alla ripresa del Gp, è andato in scena il monologo di Rosberg che ha dominato dall’inizio alla fine il Gp di Spa. Giornata negativa per le rosse di Maranello giunte in sesta posizione con Vettel e in nona con Raikkonen. Dopo la seconda fila conquistata nelle qualifiche di sabato, le Ferrari si sono autoeliminate dalla vittoria finale, a causa di un clamoroso errore di Vettel alla partenza che ha impattato contro il compagno di squadra Raikkonen, chiuso a sandwich tra la rossa di Vettel e la Red Bull di Verstappen. Una gara che la Ferrari avrebbe potuto vincere considerando le 4 vittorie ottenute da Raikkonen sul tracciato di Spa, e le potenzialità della SF16-H espresse sia nelle prove libere che in qualifica con la seconda fila ottenuta dai piloti. In pochi metri la Ferrari di Vettel ha gettato al vento la possibilità di ottenere la prima vittoria stagionale, nonché, punti preziosi per i piazzamenti che contano nella classifica costruttori. Un risultato questo, che porta a quattro i Gp disputati senza la gioia del podio.

I commenti dei protagonisti.

Rosberg: “Grazie mille a tutti. È stato un gran bel weekend, completato da una grande gara. Per me oggi è tutto andato per il meglio. Qui in Belgio c’è sempre una grande atmosfera. Ringrazio il pubblico, oltre al mio team per l’ottimo lavoro. Complimenti anche a Hamilton per la bella rimonta, arrivando sul podio”.

Ricciardo: “Tutto bellissimo, nonostante la confusione alla partenza. Aver tenuto dietro Lewis è un grande risultato”.

Hamilton: “Abbiamo fatto un lavoro fantastico. Sono molto contento di questo 3° posto arrivato dopo il cambio motori. Gara bellissima, clima straordinario”.

Vettel: “Ho avuto una partenza fantastica eravamo pronti a prendere la seconda posizione alla prima curva. Per me era difficile vedere Kimi, avrei dovuto dargli più spazio, ma ho capito dopo che Max stava entrando all’interno. Toccarci era l’ultima cosa che avremmo voluto fare. Posteriore e fondo danneggiati, c’è costato un po’. Almeno siamo andati a punti”.

Raikkonen: “Non saprei se ho colpa, sicuramente sono rimasto bloccato in mezzo alla partenza e non sapevo dove andare. Difficile dire di chi è la colpa”.

Il weekend di Spa.

In qualifica terza pole consecutiva per la Mercedes di Nico Rosberg che ha preceduto l’idolo di casa Max Verstappen su Red Bull. Ottima prestazione delle Ferrari che ha centrato la seconda fila con Raikkonen e Vettel. In ultima posizione Lewis Hamilton dopo aver accumulato ben 55 penalità nel corso delle prove per le continue sostituzioni di motore e di altre componenti tecniche della sua monoposto. Penalità anche per la McLaren di Alonso.

1 N. Rosberg 1’46”744 2 M. Verstappen

3 K. Raikkonen 1’46”910 4 S. Vettel 1’47”108

5 D. Ricciardo 6 S. Perez

7 N. Hilknberg 8 V. Bottas

9 J. Button 10 F. Massa

11 R. grosjean 12 K. Magnussen

13 E. Gutierrez 14 J. Palmer

15 C. Sainz 16  P. Wehrlein.

17 F. Nasr 18 E. Ocon

19 D. Kvyat 20 M. Ericsson

21 F. Alonso (penalità di 35 posizioni) 22 L. Hamilton (55 posizioni di penalità).

In gara.

1° giro incidente tra Vettel e Raikkonen all’esterno della prima curva. Il Tedesco finisce fuori pista mentre il Finlandese procede lentamente con il fondo della Ferrari danneggiato. Clamoroso l’errore di Vettel.

2° giro Raikkonen e Verstappen ai box.

6° giro terribile incidente per Magnussen che disintegra la monoposto sulle barriere di protezione.  Pilota illeso e safety car in pista. Alcuni piloti tra cui Rosberg e Vettel ne approfittano per fare il primo pit stop.

10 giro° Red Flug. I detriti in pista hanno reso impraticabile le traiettorie. Piloti fermi ai box.

Alle 14:33 la direzione gara comunica la ripartenza alle 14:40.

12° giro Vettel in 10° posizione Raikkonen in 15°.

13° giro bagarre tra Raikkonen e Verstappen in lotta per la 14° posizione. I due piloti si sono sfiorati in più occasioni in un solo giro, con il Finlandese che ha dovuto allargare la traiettoria fuori pista per evitare il contatto.

15° giro: 1 Rosberg, 2 Ricciardo, 3 Hulknberg, 4 Hamilton, 5 Alonso, 6 Massa, 7 Perez, 8 Kvyat, 9 Grosjean, 10 Vettel.

18° giro Hamilton in rimonta. Il pilota Inglese è in 3° posizione dopo il sorpasso ai danni di Hulknberg.

21° giro pit stop per Hamilton.

22° giro: 1 Rosberg, 2 Ricciardo, 3 Hulkemberg, 4 Alonso, 5 Massa, 6 Perez, 7 Vettel, 8 Bottas, 9 Hamilton, 10 Raikkonen

23° giro contatto tra Alonso e Hulkemberg in uscita nella corsia dei box. Pit stop per Vettel.

24° giro Hamilton ritorna in 3° posizione dopo il pit stop di Perez. Sosta anche per  Raikkonen.

27° giro pit stop per Rosberg.

30° giro Rosberg ha 10” di vantaggio su Ricciardo, quest’ultimo nel mirino di Hamilton.

33° giro pit stop per Hamilton.

35° giro Rosberg ha 12” di vantaggio su Ricciardo. Più staccato Hamilton. Le Ferrari in lotta con le Williams.

36° giro Alonso tallonato dalle due Williams e da Rakkonen. Buona la prestazione dello Spagnolo della McLaren.

41° giro Raikkonen vicinissimo a Bottas.

44° giro Rosberg si aggiudica la vittoria del Gp davanti a Ricciardo ed Hamilton. Seguono 4 Hulknberg, 5 Perez, 6 Vettel, 7 Alonso, 8 Bottas, 9 Raikkonen, 10 Massa, 11 Verstappen, 12 Gutierrez, 13 Grosjean, 14 Kvyat, 15 Palmer, 16 Ocon, 17 Nasr.

La classifica.

1 Hamilton 232 punti, 2 Rosberg, 3 Ricciardo 151, 4 Vettel 128, 5 Raikkonen 124, 6 Verstappen 115, 7 Bottas 62, 8 Perez 58, 9 Hulknberg 45, 10 Massa 39, 11 Alonso 30, 12 Sainz 30, 13 Grosjean 28, 14 Kvyat 23, 15 Button 17, 16 Magnussen 6, 17 Vandoorne 1, 18 Wehrlein 1.

Prossimo appuntamento 4 settembre Gp di Monza.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Tarantarsia 2016

Post n°1155 pubblicato il 23 Agosto 2016 da massimo.maneggio
 
Tag: musica

Comunicato Stampa n. 51 del 22 agosto 2016


ENZO AVITABILE E I BOTTARI DI PORTICO AL TARANTARSIA FESTIVAL, VIII EDIZIONE, 26-27-28 agosto 2016

 

Per la prima volta Enzo Avitabile e i Bottari di Portico al Tarantarsia Festival, il grande evento di World Music che da otto anni si svolge a Tarsia (provincia di Cosenza). L’appuntamento è previsto per il 28 agosto 2016 ore 22 nel piazzale San Francesco.

 

Con Enzo Avitabile e i Bottari, si conclude la tre giorni di taranta e world music delTarantarsia Festival, la rassegna musicale organizzata dall’Associazione culturale Musikart in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Tarsia.


L'inaugurazione della manifestazione si terrà venerdì 26 agosto con l’illustrazione del progetto Tarantarsia Festival. A partire da questa data e per i giorni del festival sarà possibile visitare mostre, Musei e Chiese aperte, nonché partecipare ai convegni previsti. Tra le mostre, segnaliamo la mostra sull’Emigrazione dei Tarsiani, la mostra “Tarsia in bianco e nero” e la mostra sulla Biodiversità.

Il 27 agosto, alle ore 17.30, nello storico Palazzo Rossi,  presentazione del volume “Il Prefetto ed i Briganti. La Calabria e l’unificazione italiana 1861-1865” di Giuseppe Ferraro, che sarà presente al convegno . Da Palazzo Rossi ci si sposta alle 19.30 a Via Olivella, per un aperitivo interculturale, “Let’s start to talk”, con i giovani studenti partecipanti al programma Erasmus, a cura dell’Associazione Futuro Digitale.

L’Associazione Giovani per Tarsia allieterà la serata con i giochi popolari fino alla inaugurazione alle 21.00 della Fiera Enogastronomica e del successivo concerto musicale “Incontro tra i popoli”.

 

Il 28 agosto è la volta del concerto finale della manifestazione. Ad aprire il concerto il trio Marcello De Carolis e subito dopo vedremo sul palco Enzo Avitabile, voce e sax, Gianluigi Di Fenza, chitarra napoletana, Carmine Pascarella, tromba, Antonio Bocchino, sax, Mario Rapa, batteria, Paolo Palmieri, basso, Diego Carboni, tastiere, insieme ai Bottari di Portico: Carmine Romano, capopattuglia, Raffaele D'Amico, botte, Raffaele Iodice, botte, Luigi Natale, tino, Salvatore Guida, "500" tino, Francesco Stellato, tino, Massimo Piccirillo, falce. Musicista a tutto tondo, curioso esploratore di suoni e infaticabile sperimentatore, Enzo Avitabile è un artista anticonformista che vive la musica con uno spirito aggregante. Jazz, fusion, soul, canzone napoletana e world music sono i generi musicali che da sempre fanno parte del suo personale background. Nel 2009 realizza uno dei suoi sogni, quello di portare la world music come materia di studio nei Conservatori. Nel 2009 decide di accettare la proposta innovativa del "Conservatorio Statale di Musica di Santa Cecilia", tenendo a Roma la prima cattedra in Italia di world music. Insieme ai Bottari Avitabile coniuga la tradizione arcaica contadina della Campania con il suono antico delle botti e dei bottari di Portico per richiamare gli antichi riti contadini. Botti, tini e falci sono utilizzati come percussioni per scandire arcaici ritmi processionali nella speranza di scacciare gli spiriti maligni dalle cantine e di favorire il raccolto.Siete tutti invitati a partecipare.

 

L’ingresso agli eventi è gratuito.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Bologna-Crotone 1-0

Post n°1154 pubblicato il 22 Agosto 2016 da massimo.maneggio
 

 

verdi-bologna-crotone-serie-a_pz981sja15831v4rvgjv0nufoInizia con una sconfitta il campionato di Serie A della compagine rossoblu. Il Crotone esce sconfitto dal “Dall’Ara” ma con una prova di carattere che fa ben sperare per il proseguimento della stagione. Una sconfitta arrivata nei minuti finale che lascia l’amaro in bocca ai ragazzi di Mister Nicola. Dopo i primi minuti di gioco passati a subire il forcing avversario, il Crotone ha preso le misure agli avversari e in diverse occasioni ha creato pericoli alla difesa degli Emiliani. Alla mezz’ora del primo tempo però, arriva l’azione più nitida da gol costruita dal Bologna con Verdi che con un preciso traversone, innesca l’inserimento di Taider, bloccato dal decisivo intervento in difesa di Ceccherini. Nel finale di primo tempo, il Bologna ha sfiorato il gol del vantaggio con il palo colpito da Taider. Nella ripresa dopo una prima frazione di gioco particolarmente intensa, i ritmi si abbassano e il Crotone guadagna metri sul campo. Ma con gli spazi più ampi, le azioni del Bologna diventano sempre più pericolosi. Il pressing alto degli Emiliani costringe il Crotone ad abbassarsi, e nel finale di partita subiscono la rete di Destro servito a rete da Dzemaili appena entrato in campo, dopo l’errore a centrocampo di Palladino. Una sconfitta maturata per inesperienza. La squadra Calabrese però ha risposto presente al primo appuntamento stagionale, con una prova di carattere, e con la consapevolezza di un gruppo coeso plasmato dal tecnico Nicola. Il Crotone ora è atteso dalla sfida contro il Genoa dell’ex tecnico Ivan Juric, una gara che il Crotone giocherà in trasferta a Pescara, in attesa di esordire allo “E. Scida” nella quarta giornata di campionato contro il Palermo.

destroIl commento del tecnico Nicola: “Abbiamo avuto delle difficoltà legate ad alcuni giocatori recuperati all’ultimo minuto. Dispiace aver perso nei minuti finali. Sappiamo quali sono i nostri obiettivi. Cercheremo di essere competitivi con tutti i titolari, consapevoli di essere una realtà diversa da tutte le altre”.

Precedenti

Bologna e Crotone si sono affrontate sei volte in Serie B con tre successi dei calabresi, due vittorie degli emiliani, e un pareggio.

Massimiliano Aquino

Formazioni

Bologna: 83 Mirante, 4 Krafth, 28 Gastaldello, 20 Maietta (55′ Oikonomou), 25 Masina, 16 Nagy (79′ Dzemaili), 8 Taider, 5 Pulgar, 9 Verdi (56′ Rizzo), 11 Krejci, 10 Destro.

A disposizione 1 A. Da Costa, 12 Cherubini, 20 Maietta, 95 Boldor, 6 Crisetig, 7 Mounier, 23 Brienza, 14 F. Di Francesco.

Crotone: 1 Cordaz, 17 Ceccherini, 3 Claiton, 13 G. Ferrari, 31 Sampirisi, 6 Rohden, 20 Salzano, 87 Martella (84′ Fazzi), 7 Palladino, 99 Simy, 12 Stoian (81′ De Giorgio)

A disposizione 5 M. Festa, 93 Zampano, 18 Barberis, 4 Gnahorè, 8 Mazzarani, 11 Di Roberto, 9 Nalini.

Arbitro: Gavillucci di Latina.
Marcatori: 85′ Destro (B)
Note – Ammoniti: Pulgar (B); Rohdén (C).

I risultati finali

Roma Udinese 4-0

Juventus Fiorentina 2-1

Milan Torino 3-2

Atalanta Lazio 3-4

Bologna Crotone 1-0

Chievo Inter 2-0

Empoli Sampdoria 0-1

Genoa Cagliari 3-1

Palermo Sassuolo 0-1

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

I problemi non vanno in vacanza

Post n°1153 pubblicato il 22 Agosto 2016 da massimo.maneggio

Anche nel periodo in cui le famiglie bisignanesi dovrebbero godersi il clima feriale e l’approssimarsi della festa di Sant’Umile, i problemi della nostra Città non vanno in vacanza, anzi diventano più gravi e seri.

A cominciare dalla mancanza dell’acqua corrente (spesso inquinata) che rende funesto il periodo estivo e mortifica i bisignanesi che, dopo aver ascoltato mille promesse su tale questione, vedono ancora irrisolto questo annoso problema.

Per non parlare poi della sicurezza pubblica, vista la preoccupante frequenza di atti criminosi (incendi di autovetture, furti presso abitazioni e attività commerciali) che sono diventati sempre più diffusi e pericolosi. Riteniamo che la questione della sicurezza e della legalità, debba fare un salto di qualità: auspichiamo che le forze dell’ordine siano sostenute con sempre maggiore forza dalle istituzioni a tutti i livelli.

Dobbiamo insistere, inoltre, sulle diverse rotture della rete fognaria che, nonostante le segnalazioni, rimangono irrisolte per lunghi periodi, rendendo malsane le zone interessate.

Non per ultimo il problema degli incendi dolosi che negli ultimi giorni hanno devastato diverse zone del territorio mettendo a repentaglio, oltre che la flora e la fauna, l’incolumità dei residenti.

In particolare, segnaliamo la situazione in contrada Muccone (a valle del bacino idrico), dove un recente incendio doloso ha reso ancor più pericolosa una criticità ambientale: rifiuti pericolosi, eternit, gomme, materiali vari di scarto, elettrodomestici, etc etc, lasciati alle fiamme che hanno distrutto e inquinato una zona di interesse naturalistico ed agricolo!!!

Chiediamo, quindi, con forza a tutte le istituzioni preposte di intervenire immediatamente sulle questioni sollevate in maniera da bonificare il nostro territorio e tutelare la salute dei cittadini.

 Movimento popolare per Bisignano

 

Bisignano, 22 Agosto 2016

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Basta con il degrado, si garantisca il decoro urbano.

Post n°1152 pubblicato il 11 Agosto 2016 da massimo.maneggio

Basta con il degrado, si garantisca il decoro urbano.

Siamo al 10 di Agosto, i nostri concittadini che sono residenti fuori tornano per stare con i loro familiari. Nel mese di Sant'Umile i fedeli iniziano a recarsi alla casa di Sant'Umile. Eppure il paese non sembra presentarsi nelle migliori condizioni e questo ci dispiace davvero tanto. Basti vedere come si presenta la strada da poco intolata al grande Lucio Battisti che porta fino a via Fabrizio Cristiano De Andrè. Certo lasciare le strade nelle condizioni  nelle quali si presentano, non è certamente il modo migliore per dare lustro ai grandi maestri della musica. Ci chiediamo: cosa  intendono i nostri amministratori  per "comune virtuoso"? Continuare a lasciare le strade un quelle condizioni è un modo alquanto singolare di mostrare virtuosismo. La strada di cui stiamo parlando è una strada molto importante che congiunge due  grossi centri commerciali molto frequentati anche dai cittadini dei paesi limitrofi. Ci rincresce dover mostrare queste foto che non danno una bella immagine del nostro paese, che invece presenta grandissime risorse e di eccezionale bellezza, ma purtroppo siamo costretti a farlo per chiedere con forza all'amministrazione di intervenire nel più breve tempo possibile per riportare via Mino Lucio Battisti  alla normalità. Inoltre vorremmo pregare i cittadini a rispettare la raccolta differenziata e di non abbandonare i rifiuti per le strade. L'azienda che si occupa della nettezza urbana sta svolgendo un grande lavoro per mantenere la nostra cittadina pulita come merita. Il bene pubblico è un bene prezioso che dobbiamo incentivare e preservare.

Partito Democratico di Bisignano

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Milan salvo grazie ai ''comunisti''

Post n°1151 pubblicato il 06 Agosto 2016 da massimo.maneggio
 

 

  • di Massimiliano Aquino              

    150434838-f6e98405-4f64-489a-976a-4f3b391bc1b3Il Milan ai Cinesi. La notizia che da tempo circolava sui media, è diventata ufficiale con il comunicato di Fininvest – società del Presidente Berlusconi e detentrice del 99,93% delle azioni di A.C.Milan 1989 – che di fatto, ha confermato l’acquisto dell’intero pacchetto azionario da parte della Sino-Europe-Investment. La trattativa, in corso d’opera da diversi mesi, ha avuto un’accelerata negli ultimi giorni, precisamente nella giornata di giovedì, quando a Villa Certosa, il Presidente Silvio Bersusconi ha firmato il contratto di vendita con la società Cinese per 740 milioni di euro, compresi i 220 milioni di debiti.Il contratto – preliminare – con i nuovi acquirenti, prevede una caparra da 100 milioni di èuro, di cui 15 da versare all’atto di vendita, e 85 da versare entro 35 giorni. Da sottolineare nella trattativa, la partecipazione del fondo di stato Cinese per lo sviluppo e gli investimenti Haixia Capital.Questo il comunicato ufficiale di Fininvest con la firma preliminare di vendita a cordata cinese:

“Il presidente Silvio Berlusconi ha approvato il contratto preliminare firmato dall’amministratore delegato di Fininvest, Danilo Pellegrino, e da Han Li, rappresentante di un gruppo di investitori cinesi, relativo alla compravendita dell’intera partecipazione – pari al 99,93% – detenuta dalla stessa Fininvest nell’AC Milan.

Gli investitori operano attraverso la management company Sino-Europe Sports Investment Management ChangxingCo.Ltd. Della compagine fanno parte fra gli altri Haixia Capital, fondo di Stato cinese per lo Sviluppo e gli Investimenti, e Yonghong Li, chairman della management company, che è stato fra i promotori del gruppo con cui Fininvest ha lungamente trattato fino alla firma odierna (“signing”). Assieme ad Haixia Capital e a Yonghong Li, acquisiranno quote dell’Ac Milan altri investitori, alcuni dei quali a controllo statale. Fra loro, società attive nel campo finanziario e altre impegnate in settori industriali.

Il contratto, vincolante fra le parti, verrà perfezionato entro la fine del 2016 (“closing”), una volta ottenute le autorizzazioni previste in questi casi dalle autorità italiane e cinesi. La valutazione dell’AC Milan, in base all’intesa, risulta di 740 milioni di euro complessivi e tiene conto di una situazione debitoria stimata in circa 220 milioni.

Con l’accordo, gli acquirenti si impegnano a compiere importanti interventi di ricapitalizzazione e rafforzamento patrimoniale e finanziario di AC Milan, per un ammontare complessivo di 350 milioni di euro nell’arco di un triennio (di cui 100 milioni da versare al momento del “closing”). Il contratto prevede anche che con il “signing” gli acquirenti mettano a disposizione una caparra, a conferma degli impegni assunti, pari a 100 milioni di euro, di cui 15 contestualmente alla firma e 85 entro 35 giorni. Durante l’intera negoziazione, nella stesura del contratto e degli impegni che esso prevede, Fininvest ha sempre avuto come obiettivo prioritario quello che il Presidente Berlusconi aveva chiaramente indicato: dotare il Milan, attraverso un assetto proprietario finanziariamente adeguato, di quelle risorse sempre più elevate ormai indispensabili per riportarlo a competere con i più importanti club del calcio mondiale. Nella trattativa gli investitori cinesi si sono avvalsi come advisor per la parte finanziaria di Rothschild & Co. e per quella legale dello studio Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli &Partners, Fininvest rispettivamente di Lazard e BNP Paribas e dello studio Chiomenti”.

L’avventura di Silvio Berlusconi al Milan, aveva avuto inizio il 20 febbraio 1986. In trent’anni di Presidenza, Silvio Berlusconi ha vinto 8 scudetti, 5 coppe dei campioni, 5 Supercoppe Europee, 6 Supercoppe Italiane, e una Coppa Italia.

Tra i campioni acquistati dal Presidente rossonero, tra gli altri: Van Basten, Gullit, Baresi, Maldini, Kakà, Schevchenko, Ronaldinho, e Ibrahimovic.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Fogna a cielo aperto

Post n°1150 pubblicato il 05 Agosto 2016 da massimo.maneggio

 

FOGNA A CIELO APERTO

1
Ci è stata segnalata, in c.da Arena, la rottura del sistema fognario. Come si vede dalle immagini e dal video attualmente la fogna è a cielo aperto e si riversa su strada e nei terreni adiacenti.
Chiediamo con forza in un pronto INTERVENTO da parte dell’amministrazione per sanare il danno. Con il caldo l’aria si fa irrespirabile e, sopratutto, per la salute dei cittadini.

Bisignano, 5 agosto 2016

Il presidente
Graziano Fusaro

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »