Community
 
massimo.man...
   
 
Creato da: massimo.maneggio il 21/11/2008
spazio autonomo di un giornalista senza sponsor...
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

Ultime visite al Blog

sensibilealcuorepaolo1974latina.camdbmlsilenziosa.ombrabelladigiorno_mIOSONOLUISol0.Marc0icabosilvylupsicologiaforensethesunshiine0Juliet_HomeMarquisDeLaPhoenixLibra.Menteblumannaro
 

Ultimi commenti

Bravissimi, una bella iniziativa. Buon week end
Inviato da: giramondo595
il 05/07/2014 alle 07:59
 
bellissimo post. mi piace veramente tanto. Grazie hai reso...
Inviato da: moraesposito
il 16/06/2014 alle 21:50
 
mah, a me pare che, come sempre, si campi di parole......
Inviato da: balimbalo
il 05/04/2014 alle 12:11
 
Ti lascio l'augurio che l'anno che sta' per...
Inviato da: alive_2012
il 31/12/2013 alle 07:32
 
Grazie Massimo!
Inviato da: Toni
il 23/03/2013 alle 16:29
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

I miei link preferiti

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

 

 

Algieri su camere di commercio

Post n°790 pubblicato il 25 Luglio 2014 da massimo.maneggio
 

Nel processo di autoriforma del sistema camerale italiano

la Calabria dovrebbe passare da 5 a 3 Camere

         

 

Cosenza, 25 luglio 2014 – Il comitato esecutivo nazionale di Unioncamere ha varato ufficialmente l’operazione di riordino, dando il via ufficialmente alla riforma delle Camere di Commercio italiane, che porterà al dimezzamento del loro numero. Lo schema, che coniuga sostenibilità economica e valorizzazione dei territori, prevede l’accorpamento di realtà locali che rappresentino un bacino di almeno 80.000 imprese. Tra le dodici Unioni regionali che hanno già provveduto ad approvare l’accorpamento delle strutture camerali del proprio territorio c’è anche la Calabria, che dovrebbe passare da cinque a tre sedi. “Questa riorganizzazione – ha dichiarato il presidente della Camera di Commercio di Cosenza, Klaus Algieri, al ritorno da un ristretto incontro nazionale sul riordino del sistema camerale – non si limiterà ad una ridefinizione della geografia camerale: l’operazione, infatti, una volta giunta a regime, grazie all’adozione di costi standard e alla razionalizzazione delle società del sistema, consentirà al nostro apparato di realizzare delle importanti economie, pari almeno a quelle previste nel decreto sulla P.A. approvato dal Governo”. La riunione a Roma segue il complesso lavoro che il presidente Algieri ha avviato, subito dopo il suo insediamento, con la deputazione cosentina. Si stanno succedendo, infatti, incontri con tutti i parlamentari della provincia per sensibilizzare i rappresentanti istituzionali sulla necessità di tutelare e promuovere il sistema camerale della provincia. “È una fortuna che, – prosegue Algieri – con la mia elezione a presidente, giunta per merito dei rappresentanti di quel sistema associativo serio e propositivo che mi ha sostenuto, questa Camera non sia più commissariata. Altrimenti, oggi, secondo quanto previsto, Cosenza sarebbe già nell’elenco delle sedi da chiudere. Noi, invece, contrariamente a quanti continuano a proporre inutili e gratuite azioni giudiziarie, porteremo avanti con grande senso di responsabilità e serio lavoro i diversi interessi delle imprese della nostra provincia, nell’ottica di una governance improntata nell’ottimizzazione delle spese di gestione e partecipazione, con una promozione mirata delle attività dei nostri associati sui mercati nazionali e internazionali, ma anche attraverso una netta riduzione di tutti quegli sprechi che si sono succeduti negli ultimi anni”. Come presidente della prima Camera regionale per numero di associati, oltre che rappresentante di una tra le più antiche Camere d’Italia, Klaus Algieri si sta facendo promotore di una serie di incontri istituzionali con tutti gli organismi provinciali. “Voglio segnalare che la nostra Camera, nella sola provincia di Cosenza per la crescita e lo sviluppo delle aziende, ha investito nell’ultimo anno quasi 2.400.000 euro, distribuiti tra enti locali, credito, internazionalizzazione, imprese locali e sistema camerale. Da sottolineare, inoltre, che l’Unione regionale delle Camere assegna alla Regione Calabria ben 2.000.000 di euro, solo per promuovere fiere a livello nazionale e internazionale, e altrettanti per programmare e sostenere la presenza dell’Ente all’Expo 2015. Ritengo pertanto – conclude la nota del presidente Algieri – che sia interesse di tutti sostenere e tutelare le Camere calabresi, che rappresentano la parte sana e laboriosa della nostra regione, promuovendo le efficienze esistenti ed accorpando quelle piccole realtà rappresentative che, altrimenti, non avrebbero modo di sostenere l’apparato economico del proprio territorio”.

COMUNICATO STAMPA CAMERA DI COMMERCIO CALABRIA

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Unical R-Esistente sempre più

Post n°789 pubblicato il 22 Luglio 2014 da massimo.maneggio

RENDE C’erano anche gli studenti calabresi dell’Unical alle manifestazioni antimafia dedicate alla memoria di Paolo Borsellino e dei suoi uomini di scorta, uccisi da un attentato il 19 luglio 1992 in via d’Amelio, a Palermo. Due pullmini con i ragazzi provenienti dai corsi di Scienze dell’Educazione sono partiti dalla Calabria alla Sicilia, sotto l’ala protettiva del professor Giancarlo Costabile e del coordinatore regionale di Federcontibuenti, Silvio Carbone, per un’altra significativa tappa del gruppo di “Pedagogia della R-Esistenza”, che da anni si fa notare per il nuovo modo di intendere l’apprendimento universitario. Fuori dalle aule, i ragazzi, infatti, si autofinanziano in modo da visitare i luoghi significativi della lotta alla mafia, conoscendo le storie di vita e anche le esperienze di tanti loro coetanei che lottano per un mondo migliore. Il fine settimana siciliano è iniziato già da venerdì, con i ragazzi calabresi che hanno partecipato al primo sit-in svolto davanti al Palazzo di Giustizia. Prima del corteo che si è svolto tra le strade di Palermo, i ragazzi hanno conosciuto Salvatore Borsellino, con la promessa anche di una sua visita all’ateneo calabrese. Il fratello del magistrato ha così confermato le sue opinioni su quanto accadde nel 1992: «Quella fu una strage di Stato e non di mafia. In via d’Amelio non si potrà asciugare il sangue finché non sarà fatta giustizia. Mio fratello Paolo era un servitore dello Stato, ma alcuni pezzi di esso gli hanno tolto la vita. Sarà sempre nei nostri cuori». Sabato, invece, i ragazzi hanno partecipato alle manifestazioni che si sono svolto proprio nel luogo dell’attentato, con un significativo flash-mob delle “Agende Rosse” di Trapani che ha preceduto gli interventi dei familiari delle vittime, nonché il minuto di silenzio alle 16.58, momento in cui persero la vita, oltre a Paolo Borsellino, gli agenti della sua scorta: Emanuela Loi, Agostino Catalano, Eddie Walter Cosina, Vincenzo Li Muli e Claudio Traina. La testimonianza siciliana, così, entra nel già ricco album di “Pedagogia della R-Esistenza”, già protagonista di altre iniziative a Scampia e San Luca e apprezzata, inoltre, anche dal rettore.

Mas. Man.
 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Premiati Bove e Limardi

Post n°788 pubblicato il 21 Luglio 2014 da massimo.maneggio

Bove e Limardi sono due calabresi doc, due comici di grande successo, due veri artisti, ma un’unica cosa quando salgono sul palco per far divertire il pubblico con le loro esilaranti gag. Ma oggi, i due comici paolani, dopo la recente esperienza televisiva della trasmissione Giass di Antonio Ricci, andata in onda in prima serata su Canale 5, sono stati chiamati a rappresentare se stessi sul palco di uno degli appuntamenti più attesi nella spettacolare cornice della Riviera del Corallo. Oltre ad esibirsi con i loro imperdibili sketch insieme al grande imitatore del Bagaglino, Manlio Dovì, i due mattatori di Zelig hanno ritirato il Premio alla Voce inserito nell’undicesima edizione del Premio Internazionale “Leggio d’Oro”. Sulla Banchina Garibaldi del Porto di Alghero, organizzato e realizzato dalla Endas, il premio è stato consegnato nelle mani di Enzo Bove e Andrea Limardi da Moreno Morello, presentatore della serata, e da Alessia Reato, la bellissima velina di “Striscia la Notizia”. Uno dei più attesi appuntamenti estivi della Sardegna, il “Leggio d’Oro” è un riconoscimento che premia le voci del cinema e della televisione italiana. Dal 1995, il premio nazionale valorizza un’arte mai sufficientemente gratificata e consiste nella consegna di premi per categoria a doppiatori che si sono distinti nel doppiaggio di un film nel corso dell’anno. La manifestazione è stata ideata da Vittorio Vatteroni ed è presieduto da Lorenzo Beccati, autore di "Striscia La Notizia".

 

 COMUNICATO STAMPA

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Perri sta con Mario Oliverio

Post n°787 pubblicato il 20 Luglio 2014 da massimo.maneggio

È passato molto tempo dalle primarie per la scelta del segretario del PD Calabria; in quella occasione mi candidai capolista nella circoscrizione 1 di Cosenza, nella lista “La Calabria ai calabresi”,  con Bruno Villella candidato alla segreteria regionale. Convinto che il Pd, soprattutto in Calabria, dovesse ripartire da zero e non finire soffocato nella morsa tra cuperliani renziani e civatiani, ho creduto fortemente in quel progetto e anche in Villella come miglior segretario possibile per il mio partito: un segretario che rompesse gli schieramenti nazionali.  Ancora oggi sono convinto della scelta che feci all’epoca, pur non condividendo la posizione che il candidato alla segreteria, Villella, ha assunto successivamente. Non ho condiviso, in particolare, la decisione di passare in maggioranza e sostenere Magorno, garantendogli, così, i voti necessari per ottenere la segreteria. Il nostro obiettivo iniziale era quello di garantire al Pd un nuovo percorso, invece oggi mi sembra che siamo lontani da questi propositi. C’era bisogno, a mio avviso, di una guida collegiale del partito, visto che nessuno dei candidati raggiunse il 50% dei consensi.

In questi mesi non ho mai preso posizione soprattutto per mezzo stampa; sono sempre dell’idea che i panni sporchi si lavino in famiglia, specialmente quando si è parte di una comunità come quella del Pd, dove lo scopo di tutti è quello di garantire ai nostri territori una buona amministrazione capace di farli progredire. Ho letto oggi che il gruppo Villella sosterrà la candidatura di Massimo Canale alla presidenza della regione Calabria. Da questa decisione voglio prendere le distanze pubblicamente per il rispetto di tutte quelle persone che mi hanno onorato del loro voto. Io non credo che sia questo il modo giusto per scegliere il candidato alla presidenza della regione:  se la storia recente ci ha insegnato qualcosa, allora non possiamo non affidare agli elettori del centrosinistra la scelta del candidato presidente attraverso le primarie. La nostra Calabria soffre la crisi più di qualsiasi altra regione. In questi anni di amministrazione della destra la nostra regione è stata disastrata e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Solo un progetto serio e una figura autorevole scelta dai calabresi possono riportare il centrosinistra alla guida della regione e garantire una buona amministrazione capace di rilanciarla. Il presidente Oliverio ha già da tempo annunciato la sua intenzione di partecipare alle primarie: credo sia necessario dare a tutti la possibilità di partecipare a questo importante appuntamento democratico, soprattutto a chi, come Oliverio, si è distinto per una buona amministrazione. Bisogna guardare a modelli come la regione Lazio, dove il presidente Zingaretti, dopo aver fatto benissimo alla guida dell’amministrazione provinciale, sta rivoluzionando la regione con azioni incisive e buon governo. In questo senso credo che anche Oliverio potrà fare altrettanto bene come ha già fatto per l’ente provincia di Cosenza dove i risultati sono inconfutabili. Sono sicuro che i cittadini calabresi sceglieranno il meglio per la nostra regione: bisogna solo dare loro la possibilità di scegliere democraticamente attraverso le primarie.

 

Bisignano, lì 19/07/14

 

Rosario Perri

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Catanzaro vs Catanzaro calcio

Post n°786 pubblicato il 20 Luglio 2014 da massimo.maneggio
 
Tag: calcio

COMUNICATO STAMPA

 

Il coordinatore dell’Aggregazione dei Borghi della presila catanzarese, Pietro Raimondo, annuncia che il prossimo martedì 22 luglio, alle ore 18, presso lo Stadio Comunale “Pino Donato” di Taverna (CZ), con ingresso gratuito per il pubblico, si disputerà l’incontro amichevole di calcio tra una rappresentativa locale e una selezione delle Vecchie Glorie dell’US Catanzaro. Un momento ludico di sport e condivisione che diventa anche un’occasione di incontro per promuovere il territorio e le sue bellezze. Infatti, prima di un’invitante degustazione dei prodotti tipici locali presso il Mattia Pub, al termine della partita, il sindaco di Taverna, Eugenio Canino, e l’assessore alla cultura del Comune, Biagio Vavalà, accompagneranno tutti i partecipanti alla manifestazione sportiva in una visita guidata presso la Chiesa di San Domenico e il Museo Civico di Taverna. Molto attesi dai tifosi, ma anche dai tanti curiosi turisti che soggiornano in questo periodo nella zona, sono i giocatori che hanno fatto grande la storia del Catanzaro. Tra i beniamini del pubblico che scenderanno in campo, diretti dal mister Franco Cittadino, si registrerà la presenza del grande calciatore e dominus dell’organizzazione, Egidio Belfatto, del mitico capitano Adriano Banelli, e dei sempre presenti Maurizio Raise, Francesco Ortolini, Fabio Di Sole, Masimo Savio, Christian Biancone, Ciccio Esposito, Saverio Mirarchi, Tato Sabadini, Andrea Verrengia, Umberto Brutto, Gianluca Procopio, Antonio Soda Carmelo Miceli e Massimo Brescia, altro promoter dell’iniziativa. A contrapporsi, dopo i lunghi ed estenuanti allenamenti diretti dal mister Enzo Mangone, per cercare di far sostenere ai propri giocatori i ritmi della partita, ci sarà una rappresentativa locale formata da amministratori e professionisti del territorio, che proveranno a non soccombere clamorosamente alle giocate delle Vecchie Glorie del Catanzaro. Scenderanno nel rettangolo di gioco i già sindaci di Magisano, Petronà e Zagarise, rispettivamente Rosario Viscomi, Santino Bubbo e Pietro Raimondo, il sindaco di Pentone, Michele Merante, e i professionisti Silvano Mancuso, Massimiliano Spada, Agostino Grande, Marco Lento, Mario Raimondo, Emiliano Marasco, insieme a Giuseppe Mangone, Raffaele Tozzo, Tonino Tognis, tanto per citarne alcuni. Sarà certamente un match calcistico che segnerà tante emozioni, sia per chi sarà protagonista in campo sia per chi assisterà allo spettacolo dagli spalti. Un momento di puro divertimento dove non sarà il risultato a contare ma il piacere di stare insieme, per rappresentare tutti i valori positivi dello sport e per scoprire il grande patrimonio materiale di cui è dotata la presila catanzarese.

 

 

IL COORDINATORE - Pietro Raimondo

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Esordio per Carlo Falco

Post n°785 pubblicato il 16 Luglio 2014 da massimo.maneggio
 
Tag: musica

BISIGNANO In un momento dove i “grandi” non danno proprio il meglio sul territorio, sono i giovani il motore trainante della città. È ufficialmente acquistabile sul portale Itunes il singolo d’esordio di Carlo Falco, neo diciottenne, che tiene il suo battesimo musicale con il brano “Così vicini, così lontani”. Un testo piacevole e d’impatto, frutto anche di un ottimo lavoro sonoro e stilistico, dove già si può notare l’ottima verve di questo cantautore in erba cresciuto nel quartiere di Santa Croce. Il brano è stato composto molti mesi fa e soltanto da qualche giorno è in uscita sui circuiti musicali, avvalendosi dell’arrangiamento di Roberto Cannizzaro e della “Roka Produzioni” per quanto riguarda la sua uscita materiale. Il testo è stato già ascoltato, con viva commozione, anche a Ferramonti di Tarsia, in occasione della giornata della memoria: proprio a essa, si è ispirata Falco nella sua composizione, con un monito anche per il presente e per un futuro dove il mondo sembra essere proiettato a nuovi livelli di perdizione. La canzone, quindi, descrive la storia del campo di concentramento Ferramonti di Tarsia, con la Shoah che viene traslata al presente: proprio per questo, il titolo è come una medaglia a due facce, dove da un lato c’è il rapporto di aiuto reciproco fra gli abitanti di Tarsia e gli internati che, pur essendo così vicini e così lontani (potevano toccarsi solo le mani a causa della rete), riuscirono ad abbattere ogni muro, mentre dall’altro lato si mette in evidenza che si è sempre vicini a quell’orrore della storia. Così Falco “recensisce” il suo brano: «Non risulta fuori tempo se si parte dal principio che alcuni eventi debbano essere ricordati sempre e non solo in determinate date, soprattutto perché spetta a noi decidere se essere “così vicini” dagli orrori della storia oppure restarne “così lontani”, ricordandoli solo ed esclusivamente per evitare che vengano ripetuti». Il giovane Falco, in punta di piedi e con il massimo dell’umiltà, sta già lavorando alla composizione di altri brani e, da buon cantautore, sfrutterà anche gli spazi e i moniti del contemporaneo per regalare agli amanti della musica brani d’impegno sociale.

Mas Man 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Zagarise on the road

Post n°784 pubblicato il 13 Luglio 2014 da massimo.maneggio
 

COMUNICATO STAMPA

 

Pochi giorni addietro è stato sottoscritto il contratto tra il Comune di Zagarise e la Omnibus, società aggiudicatrice del bando di gara relativo alla fornitura di due navette turistiche, rispettivamente di 21 posti (19 passeggeri, 1 hostess, 1 autista) e di 9 posti (incluso un autista). Un altro grande risultato raggiunto dall’Aggregazione dei Borghi con la Programmazione PIAR e comunicato ufficialmente ai sindaci del territorio dal coordinatore e promotore dell’iniziativa, Pietro Raimondo. Il progetto presentato da Raimondo ha consentito ai Comuni aderenti di beneficiare di un finanziamento di 150.000 euro, destinati all’acquisto dei due utilissimi minibus. Un patrimonio mobiliare che, sia pure iscritto formalmente in capo al Comune di Zagarise, in quanto capofila, apparterrà e sarà messo a disposizione di tutti i cittadini dei cinque comuni dell’Aggregazione, nonché a tutti coloro che, grazie alla visibilità maturata in questi anni, si recheranno presso Albi, Magisano, Petronà, Sersale e Zagarise, per continuare a beneficiare delle realtà che, con sacrificio e lungimiranza, gli amministratori locali hanno saputo creare negli ultimi anni su questo ricco territorio della presila catanzarese. Un risultato importante, che nasce da un programma ben preciso, finalizzato a rendere ancor più fruibili, anche in termine di servizio all’accoglienza, gli interessanti elementi attrattori esistenti sul territorio, quali: i Musei del Parco Nazionale della Sila; il Parco Avventura; i sentieri naturalistici; le Valli Cupe; le Cascate del Campanaro. Per non parlare di quelli in via di sicura realizzazione, in quanto già finanziati e in cantiere, quali: la Città del West; la Città della Scienza e l’avvistamento panoramico. Un servizio indispensabile che si realizzerà attraverso un preciso modello gestionale, che si dovrà necessariamente e opportunamente condividere, senza prescindere dal coinvolgimento di tutte le popolazioni interessate e dagli Enti meglio preposti al riguardo. “In questo momento - ha dichiarato l’avvocato Raimondo - non posso nascondere ai miei cari amici sindaci, la gioia di aver creduto profondamente nella possibilità che il nostro territorio, sia pure con qualche difficoltà, potesse cominciare a dialogare in modo così unitario. Con identica passione, nonostante l’immenso lavoro svolto il più delle volte da solo, non posso esimermi dal ringraziare tutti quei sindaci che, come chi li ha preceduti in questo prestigioso incarico, hanno creduto nelle mie idee, affidandomi il compito più importante, quello di coordinatore, in un momento in cui nessuno ci avrebbe creduto”.

 

 IL COORDINATORE - avv. Pietro Raimondo

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Cronoscalata del Reventino

Post n°783 pubblicato il 10 Luglio 2014 da massimo.maneggio

Comunicato Stampa

Alla Cronoscalata del Reventino iscrizioni aperte fino al 28 luglio

In programma dall’1 al 3 agosto la 16^ edizione della corsa organizzata dal Racing Team Lamezia in collaborazione con l’Automobile Club Catanzaro, nono round e unica prova calabrese del Campionato Italiano Velocità Montagna

Lamezia Terme (CZ), 10 luglio 2014. Tutto pronto per la 16^ Cronoscalata del Reventino, il nono round del Campionato Italiano Velocità Montagna con validità per il Trofeo Italiano Velocità Montagna sud, in programma dall’1 al 3 agosto a Lamezia Terme. La corsa catanzarese unica prova calabrese valida per la massima serie tricolore e per la serie cadetta ACI CSAI, è organizzata dall’infaticabile staff del Racing Team Lamezia in collaborazione con l’Automobile Club Catanzaro. La competizione, molto radicata sul suo territorio tanto da divenirne solida icona in sole sedici edizioni, è considerata un efficace volano turistico ed economico, valenza confermata dalla crescente fiducia nell’evento da parte dei sempre più numerosi ed importanti partner. L’edizione 2014 è dedicata alla memoria proprio di un dinamico imprenditore come Gino Ionà ed assegnerà il Trofeo prof. Leonardo Elia ed il Trofeo Giuseppe Mercuri. Mentre al fianco degli organizzatori ha rinforzato la propria presenza il Carrefour dei fratelli Perri, unitamente ad altre realtà pubbliche e private della zona.

Le iscrizioni rimarranno aperte fino a lunedì 28 luglio, ma sono già attesi i migliori nomi nazionali della specialità, complice la duplice validità per il C.I.V.M. e per il T.I.V.M., le due serie ACI CSAI che contano un ampio numero di pretendenti ai successi assoluti e di categoria, autentica garanzia di spettacolo ed alto agonismo per il grande pubblico, che come di consueto accompagnerà la tre giorni automobilistica lametina.

Il programma prevede la fase clou a partire da venerdì 1 agosto, quando nel pomeriggio presso il Comune di Lamezia Terme si svolgeranno le operazioni di verifica, dunque, occasione per incontrare i big del volante e vedere da vicino le vetture da gara. Il paddock sarà sempre posizionato in località Magolà, dove sarà possibile ammirare le squadre al lavoro ed i piloti impegnati nelle fasi più impegnative del pre gara. Sabato 2 agosto anteprime delle grandi sfide dalle 9.30, con la giornata dedicata alle due salite di ricognizione sugli spettacolari sei Km che da Magolà portano alle porte della caratteristica ed accogliente Platania. Domenica 3 agosto dalle 9.30 le due gare, a cui seguirà la premiazione nel centro di Platania in zona parco chiuso.

-“Ogni edizione è un lavoro a se stante ed una nuova entusiasmante esperienza, faticosa ma esaltante – sono le parole di Enzo Rizzo Presidente del Racing Team Lamezia – è importante poter contare su concrete collaborazioni nate dall’efficacia comunicativa che la competizione ed l’intero campionato italiano hanno rafforzato negli anni, infatti, da quest’anno contiamo anche sulla direzione marketing dell’amico e professionista Sergio Servidone.. L’ospitalità e l’accoglienza calabrese ci aiuta molto ad avere tanti protagonisti in arrivo da altre regioni, ma anche un pubblico quanto mai vario che ci raggiunge anche da lontano”-.

 

L’Ufficio Stampa

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Pisl pure per Torano

Post n°782 pubblicato il 07 Luglio 2014 da massimo.maneggio
 

“Ringrazio l’Assessore al Bilancio ed alla Programmazione Comunitaria On. Giacomo Mancini per l’impegno e sensibilità che ha dimostrato ai Comuni calabresi attraverso i PISL, progetti integrati di sviluppo locale,  utili allo sviluppo del territorio calabrese e soprattutto per la volontà di finanziare anche i Comuni che inizialmente erano rimasti fuori dalle operazioni finanziate come quello di Torano Castello. Ciò è segno di un impegno politico, rispetto e dedizione continua al territorio calabrese che necessita di amministratori regionali capaci come l’Assessore Giacomo Mancini di programmare e promuovere  interventi per rendere operativa la strategia di coesione e sviluppo territoriale definita dal POR Calabria FESR 2007-2013. Difatti l’obiettivo  dei Progetti Integrati di Sviluppo Locale che ha previsto finanziamenti per circa 446 milioni di euro,  è anche quello di migliorare la qualità della vita, la competitività e l’attrattività dei Sistemi Territoriali non urbani attraverso la realizzazione di Progetti Integrati in grado di valorizzare le risorse e le specificità locali e contrastare il declino delle aree interne e marginali. A questa tipologia appartengono appunto i PISL qualità della vita, finanziati dalla Linea d’intervento 8.2.1.2 del POR Calabria FESR 2007/2013, che sono finalizzati a sostenere interventi per la realizzazione di servizi per migliorare la qualità della vita dei cittadini del sistema territoriale di riferimento. Grazie alla volontà espressa di procedere allo scorrimento delle operazioni finanziabili dell’Assessore Giacomo Mancini e del dipartimento interessato, il Comune di Torano Castello, inizialmente non finanziato,  rientrerà tra i Comuni beneficiari con un importo pari ad euro 500mila per la realizzazione dell’intervento di completamento dell’impianto polisportivo di base. L’obiettivo del PISL dal titolo dal titolo Primavera tra due mari sport e benessere, inizialmente aveva assegnato risorse solo ai Comuni di Fagnano Castello (Capofila ) e Roggiano Gravina.  L’idea forza del PISL è contrastare la marginalità e il declino dei territori mediante anche la realizzazione di un circuito di infrastrutture per lo sport e il tempo libero con particolare attenzione all'integrazione e all'inclusione sociale quali fattori determinanti per la salute fisica e sociale. Spetta adesso ai Comuni, in particolare all’amministrazione di Torano Castello fare un gioco di squadra con la Regione Calabria, dimostrando come non mai,  la volontà e capacità di arrivare fino in fondo, di mettere in atto in tempi repentini tutte le procedure per consegnare alla comunità toranese le nuove opere e i nuovi servizi finanziati da questa Giunta Regionale con i Progetti integrati di sviluppo locale. Sono davvero soddisfatto dell’azione politica dell’assessore Giacomo Mancini, che anche in occasione delle ultime elezioni amministrative, ha più volte visitato Torano Castello apprezzandone le immense risorse storiche, ambientali e culturali mai opportunamente valorizzate ed incontrando sostenitori e simpatizzanti di Innova Torano”.

 

Dott. Peppino De Rose

Consigliere Comunale Torano Castello

 

Capogruppo Innova Torano

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

San Tommaso in festa

Post n°781 pubblicato il 03 Luglio 2014 da massimo.maneggio
 

BISIGNANO Se il centro storico ha ampiamente festeggiato con la settimana del “Palio”, le attenzioni ora si spostano sulle zone periferiche, precisamente alla parrocchia di San Tommaso Apostolo, dove in questi giorni ricadono i vari festeggiamenti religiosi. Gli abitanti delle zone periferiche, che risiedono nelle campagne ma anche nelle zone di nuovo sviluppo urbanistico, si ritrovano così, come da tradizione, ai primi di luglio, per festeggiare il santo e festeggiare tutti insieme, sotto la guida di don Armando Vena, uno dei sacerdoti più stimati del territorio, che da anni si fa apprezzare, per la sua opera religiosa, anche in questa parrocchia periferica. Già nei giorni scorsi, c’è stato un graduale avvicinamento ai festeggiamenti civili, con funzioni prettamente religiose, svolte in alcuni luoghi di maggior concentrazione. Dopo la messa svolta alla statua di Sant’Umile di Corso Italia, le liturgie si sono svolte nelle zone di Soverano e Sellitte, per poi tornare all’interno della propria parrocchia, con delle celebrazioni in chiesa. Da venerdì a domenica, invece, i festeggiamenti avranno un ampio respiro, allargandosi sul puro intrattenimento con gli spettacoli musicali in primo piano. Domani sera toccherà al gruppo dei “Taranta Nova” esibirsi nel piazzale della chiesa di San Tommaso, mentre sabato sarà di scena lo spettacolo musicale de “Le Rivoltelle”. L’esibizione canora di sabato sarà preceduta, tornando sul programma religioso stilato, dalla processione a piedi che terranno i fedeli. Domenica, invece, protagonista sarà il centro danza di Ilaria Dima, con tre serate che, come avviene ogni anno, saranno certamente partecipate, proprio per l’opera continua che la chiesa di San Tommaso svolge sul territorio. La parrocchia, inoltre, negli ultimi anni è diventata un centro di raccolta anche per i bambini e i giovani del luogo, con la scuola calcio “Olimpica Bisignano” che usufruisce anche del secondo stadio di Bisignano, proprio in prossimità della chiesa.

 

m.m.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »