Creato da: massimo.maneggio il 21/11/2008
spazio autonomo di un giornalista senza sponsor...
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

fenormone0philippe.1_2013lumil_0psicologiaforensecassetta2adranamnesipicodellamiranda21LORD_DEVID_2013deosoegabryberchiccijeremy.pursewardenfudinamiteblastelladolce46GiuseppeLivioL2olegna69
 

Ultimi commenti

non c'e Rimedio alla stupidità di Rimedio, giornalista...
Inviato da: francesco dal pane
il 21/01/2015 alle 09:29
 
Che possa essere un giorno speciale fatto di pace amore e...
Inviato da: gesu_risortoannunz1
il 21/12/2014 alle 11:07
 
Saluti
Inviato da: cp2471967
il 15/10/2014 alle 16:08
 
buon wek.end ^^.
Inviato da: lunaweb2009
il 06/09/2014 alle 10:14
 
Bravissimi, una bella iniziativa. Buon week end
Inviato da: giramondo595
il 05/07/2014 alle 07:59
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

I miei link preferiti

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

 

 

Bisignano 3 Cetraro 0

Post n°927 pubblicato il 28 Marzo 2015 da massimo.maneggio
 
Tag: volley

BISIGNANO - CETRARO 3 - 0 (25-13, 25-18, 25-17)

Consuleco Bisignano: Ferraro, Balestrieri, Esposito, Iannace, Federico, Brindisi, Tortorella (L), Meringolo, Iaquinta, Caputo, Ritacco, Chimenti. Allenatore: Roberto Lionetti

Cetraro: Cesario, Grosso, Picarelli, Perrone, Leporini, Fedele, Iorio (L1), Gagliardi (L2), Cairo, Martillotta, Bencardino. Allenatore: Marco Lionetti

Arbitri: Luca Verta - Giuseppina Oriolo

Tifoseria consuleco bisignanoPrestazione maiuscola della Consuleco Bisignano, che batte il Cetraro in casa per 3-0. Gara quasi mai messa in discussione, nonostante anche le posizioni in classifica che vedono il Cetraro davanti proprio ai bisignanesi. Il pubblico di Collina Castello, vera spinta in più nella gara di campionato, ha così dato ai ragazzi allenati da Roberto Lionetti (in “derby” contro il fratello Marco) la carica giusta contro un avversario che all’andata vinse per 3-1.

Già nel primo set la partita è dominata dai bisignanesi, che si mostrano molto pimpanti e dinamici anche sottorete. Il 25-13 del primo set la dice lunga sull’equilibrio in campo, mentre al cambio campo sembra esserci una contesa molto più accesa. La Consuleco tiene botta e prende il largo dopo la metà del set, quando la lucidità e i pochi errori commessi sono decisivi per andare sul doppio vantaggio, conquistandolo col punteggio di 25-18. Al terzo set la Consuleco sperimenta anche qualcosa, conducendo senza affanni sino al 25-17 che permette di chiudere la pratica Cetraro in un’ora scarsa di gioco.

Vittoria meritata, quindi, per la Consuleco Bisignano, dove è il vice mister Agostino Chimenti a concedere volentieri le sue impressioni: «Questa vittoria è arrivata dopo una partita praticamente senza storia, e non mi aspettavo di vedere un Cetraro così poco aggressivo. Merito anche nostro, perché abbiamo preparato molto bene la gara in settimana, lavorando incessantemente sulla battuta e portando gli avversari a giocare in maniera piuttosto scontata. Ci tengo a ringraziare in particolar modo i tifosi: oggi il pubblico è stato veramente il settimo uomo in campo». Confermiamo le parole di Chimenti, la tifoseria è stata eccezionale nel supportare i pallavolisti in campo, grazie a tanti giovani ragazzi che dalle tribune hanno mostrato la faccia pulita e passionale di questo sport.

Ufficio stampa Volley Bisignano

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Alfano impegnato a Scampia

Post n°926 pubblicato il 24 Marzo 2015 da massimo.maneggio
 
Tag: libri

Maurizio Alfano e le tematiche dei rom proseguono il loro tour: l’autore del libro “I Rom – l’ultima razza” sta ricevendo molti consensi e, anche in virtù di ciò, è pronto quasi per attraversare l’Italia nelle prossime due presentazioni del volume edito da Aracne e il cui ricavato, in parte, sarà destinato ad Amnesty International. Venerdì 20 è atteso a Grosseto, in un incontro utile a spegnere i pregiudizi, tanto che sarà seguito da una cena etnica. Sarà soprattutto il 27 marzo il vero banco di prova, in quanto Alfano presenterà il suo libro a Napoli: da anni, infatti, l’autore è impegnato nel percorso di integrazione che vede coinvolti, in primo piano, i rom del quartiere Scampia. Sarà un evento particolare proprio per la presenza di Angelo Pisani, presidente della VIII municipalità partenopea (famoso per essere, tra l’altro, l’avvocato dell’ex campione Diego Armando Maradona nella battaglia contro Equitalia) che ha espresso dei giudizi particolarmente duri nei confronti delle popolazioni rom: l’incontro, così, verterà su un franco dibattito dove Alfano cercherà di far capire, soprattutto a chi è diffidente verso le nuove culture, come un nuovo percorso integrativo possa essere solo un beneficio all’interno delle comunità e non un danno. Alfano si occupa di migranti, migrazioni e di rom di etnia romena, bulgara e serba nei campi di Cosenza, Scampia, Giugliano e Prokuplje e della loro integrazione urbana ed economica nei contesti di riferimento.

masman

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

90° minuto, puntata del 22 marzo 2015 (quella con Castellotti e Necco)

Post n°925 pubblicato il 22 Marzo 2015 da massimo.maneggio
 

La morte del calcio italiano va in atto. 90° minuto, totalmente privato di una forma seria di pallone, è comunque in onda, contro tutto e tutti. Quasi una sfida romantica, quasi una presa in giro, un po’ in base alle visioni che ognuno si è fatto del calcio. Ai figli di Mediaset tutto ciò non fa né caldo e né freddo, perché c’è Barcellona-Real Madrid e volano le pippe mentali: alla fin fine, la tv commerciale deve mandare in onda ciò che vende, mica bisogna dare spazio ad altro nel calcio italiano. I poveri saranno più poveri, i ricchi saranno più ricchi, grazie ai servizi montati con musiche discotecare in sottofondo e il touch screen per scoprire quante volte vanno al bagno i presunti fenomeni.

A chi, invece, è cresciuto con la Rai (perché c’era quella, perché non c’era il digitale, i gol si vedevano sempre allo stesso orario, ecc.) oggi è stato dato un bel cazzotto. Due gare in anticipo, una partita all’ora di pranzo, un’altra alle tre, quasi una rarità vedere la Juventus di pomeriggio.

QUELLI DEL “TEATRINO”. Quelli che salvano la puntata, ovvero Luigi Necco e Cesare Castellotti. 90minuto-NeccoQuelli di un tempo, inossidabili, mitici. Luigi Necco è il classico guascone, uno a cui bisogna levare il microfono a volte, ma fa simpatia e tanta tenerezza perché è il massimo della spontaneità. Tifoso sfegatato del Napoli, è un ospite d’oro rispetto a quelli sbiaditi degli ultimi tempi.

90minuto-CastellottiCesare Castellotti ha un aplomb sabaudo. Volto un po’ scavato, mantiene la sua signorilità, ricordando di quando infilava parole a casaccio dopo aver fatto scommesse con gli amici: è il caso di Fornace Creek. Era amico di Gaetano Scirea, mi piace ricordare ciò.

VINTAGE Oltre ai pochi servizi di giornata, vanno in onda ricordi dal passato prendendo spunto dalle gare della sera. Si ripescano partite ben più combattute, che qui elenco:

Fiorentina-Udinese 4-2 del 2008-2009 a cura di Enzo Baldini;

Parma-Torino 4-1 del 1999-2000 a cura di Mario Mattioli (un altro bel big);

Lazio-Verona 4-2 del 1973-1974, questa è presa dalla Domenica Sportiva, testo di Sandro Petrucci, voce di Giuseppe D’Amore;

Cesena-Roma 1-1 del 1982-1983 di Roberto Scardova, quello con i baffi rossi (ancora per la Ds);

Atalanta-Napoli 0-0 (solo sul campo) del 1989-1990 di Gianni Vasino, la gara della monetina ad Alemao;

Inter-Sampdoria 0-2 del 1990-1991, ancora Vasino in una gara dall’agonismo feroce.

SERVIZI ATTUALI Per Marco Mazzocchi, Jacopo Volpi e Tiziano Pieri tocca anche parlare d’attualità, pur con miliardi di difficoltà palesi. Agli anticipi vanno Giacomo Capuano per Chievo-Palermo 1-0 e Stefano Mattei per Milan-Cagliari 3-1. Federico Calcagno ha un chromakey da guerre spaziali per Empoli-Sassuolo 3-1, mentre Gianni Cerqueti con Juventus-Genoa 1-0 si risparmia una nottata.

Dopo la sigla dei “Tempi supplementari” e la chitarrata di Steve Rothery, dove si alternano gol attuali e del calcio passato, ci sono quattro collegamenti per le ultime dai campi. E così Franco Lauro è il più lungo su Parma-Torino, Alessandro Antinelli è basico in Cesena-Roma, Alberto Rimedio resta senza pubblico a seguire Napoli-Atalanta, Paolo Paganini viene spettinato dal vento feroce che colpirà Sampdoria-Inter

FINALE Evitata la coda su Rai Sport 1, c’è da dire che la settimana di pausa dovuta agli impegni della Nazionale, dando spazio alla Serie B, potrà essere un beneficio per tutti. Guardare, per esempio, il programma-fratello “minore”, condotto da Andrea Fusco, chiarirà le idee su quello che dovrebbe esserci solitamente: si vedono i filmati, si fa un piccolo commento e si conclude nei tempi giusti. Questa è televisione.

Ridateci il vecchio 90° minuto, almeno la contemporaneità dai campi o un minimo di dignità.

Massimo Maneggio

Per rivedere la puntata di 90° minuto del 22 marzo 2015: 

 http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/media/90-Minuto-54a4af43-402e-4e1a-a580-4ab04250b064.html

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Roccella - Consuleco 1-3

Post n°924 pubblicato il 22 Marzo 2015 da massimo.maneggio
 
Tag: volley

Comunicato stampa

Archiviata la finale di Coppa Calabria, la Consuleco Bisignano si rimette in marcia per il campionato e lo fa conquistando un buon 3-1 sul campo del Roccella. Già sconfitto un mese fa nel doppio confronto in Coppa e all’andata in campionato, l’avversario era conosciuto dal gruppo allenato da Roberto Lionetti, contento nel vedere la reazione dei suoi ragazzi, dopo la finale persa domenica scorsa. Pur senza Brindisi e Tortorella, il Bisignano è andato in campo con la voglia di riscatto addosso, ben sapendo che nelle prossime quattro gare ci saranno partite dove misurare il valore della squadra, per stabilire la posizione finale di classifica in vista dei playoff. Il primo e il secondo set vedono un facile predominio cratense, che si assesta sul 25-14 e 25-20. Nel terzo set, invece, c’è qualche errore di troppo e la buona rimonta del Roccella, che dimezza lo svantaggio sul 25-23. Al quarto gioco, però, mette in chiaro le cose il team bisignanese, chiudendo l’incontro sul 25-13 e conquistando tre ottimi punti in vista campionato. Sabato, al palazzetto di Collina Castello, arriverà il Cetraro allenato da Marco Lionetti, mentre successivamente il Bisignano sarà impegnato in casa della capolista: due gare che meritano la massima considerazione.

 

Ufficio stampa Volley Bisignano

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Consuleco sconfitta in Coppa Calabria

Post n°923 pubblicato il 16 Marzo 2015 da massimo.maneggio
 
Tag: volley

Comunicato stampa

Sconfitta al tie break per la Consuleco Bisignano nella finalissima di Coppa Calabria contro la Tonno Callipo Vibo. 2-3 quindi a San Giovanni in Fiore, nonostante la presenza di circa duecento supporter bisignanesi, che hanno incitato i pallavolisti sino all’ultimo pallone, con applauso finale al termine della partita. La Consuleco si era portato in vantaggio nel primo set, ma la rimonta dei vibonesi è stata di sostanza, portandosi in vantaggio sul 2-1. Il quarto set ha visto la Consuleco portarsi sul pareggio, mentre al tie break è arrivata la resa finale degli uomini allenati da Roberto Lionetti. Tanta l’amarezza per aver perso sul più bello il trofeo, mentre vanno fatti comunque i complimenti alla Tonno Callipo Vibo, che in tre match stagionali ha sempre vinto al quinto parziale contro i bisignanesi.

La società, il presidente Alessandro Benedetto nonché tutti i dirigenti e i pallavolisti, tengono a ringraziare tutti i tifosi bisignanesi che erano presenti al palazzetto di San Giovanni in Fiore, arrivati con pullman e macchine, mostrando come la faccia pulita dello sport sia rappresentata anche in valle Crati dalla Consuleco volley Bisignano.

 Ora, non rimane che il campionato. L’obiettivo play off è sempre bene in vista per i ragazzi di mister Lionetti, che vogliono migliorare la loro posizione in classifica. In primavera, come già nella scorsa stagione, la Consuleco è sempre una squadra temibile, pronta a far soffrire qualunque avversario. Il calendario dei prossimi match permetterà ai tifosi di vivere mille emozioni.

Cinque i match in programma. La trasferta contro il Roccella è considerata nel giusto, ma già in terra reggina il 3-0 della semifinale di Coppa Calabria è un dolce ricordo che vorrà essere confermato.

Ben altro attenderà i bisignanesi nell’incontro contro la Elio Group Cetraro: nel derby dei fratelli Lionetti (Roberto coach bisignanese, Marco allenatore del Cetraro) ci sarà tanto spettacolo e la Consuleco non si tirerà indietro. La prestazione contro la Milani, giusto per fare un esempio, ha dimostrato come questa squadra si esalta contro avversari di pari livello.

Dopo la pausa pasquale, ecco il match sul campo della capolista Lamezia Volley, un avversario temibile e ci vorrà una partita perfetta, tutti ne sono consapevoli.

Il successivo turno al palazzetto di Collina Castello verterà su un incontro particolare contro il Paola: contro questa compagine si vorrà riscattare intanto lo 0-3 dell’andata ma, soprattutto, questa partita sarà utile per mettere alle spalle una diretta inseguitrice nella griglia dei playoff.

A Castrovillari, il 25 aprile, la Consuleco cercherà la … liberazione dagli avversari, che lottano per i bassifondi della classifica e non dovrebbero creare grossi problemi. Guai, però, a perdere la concentrazione.

Infine, la Consuleco ospiterà la Mymamy Rc in una partita dall’esito scontato, data la differenza di classifica.

Dopo tutto ciò, inizierà la lotteria dei playoff. Lo scorso anno, con merito e bravura, la squadra di Lionetti arrivò a contendersi la promozione, sconfitta solo in finale dal Lamezia. Quest’anno, chissà...

Ufficio stampa volley Bisignano

 

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

90° minuto, puntata del 15 marzo 2015

Post n°922 pubblicato il 15 Marzo 2015 da massimo.maneggio
 

A 90° minuto ormai si fa fatica a parlare di calcio. Colpa di chi ha inventato il calendario a casaccio, ma colpa anche di chi non si è saputo imporre. E così, nel primo quarto d’ora di 90° minuto si parla di…Formula Uno, dove l’ospite Beppe Dossena è il grande esperto, Gianluca Zambrotta è il simpatizzante collegato da Milano, e ci sono due servizi dall’Australia: il primo è un montaggio rapido di Stelvio Saltamerenda (58 secondi per 58 giri), al secondo ecco le interviste di Ettore Giovannelli, anche al doppiaggio.

E il calcio? Eh già…due errori fenomenali di Marco Mazzocchi vanno segnalati: l’aver posizionato la Sampdoria al primo posto e l’aver scambio Stefano Mattei al posto di Franco Lauro, da tortura cinese. Sul calcio ci sono, intanto, i servizi del Mattei su Cagliari-Empoli 1-1, e del nostro-vostro Lauro su Palermo-Juventus 0-1, cui seguiranno un focus bianconero di Valerio Iafrate e quello rosanero di Roberto Gueli, ma sul finale di puntata, a intervistare Maurizio Zamparini. Poi, ecco Alessandro Antinelli, collezionista di modellini Ferrari, su Inter-Cesena, mentre la prima clip ci riporta a un gol di Gianfranco Matteoli dopo dieci secondi in un match del passato (successivamente, Osvaldo Bagnoli a Bergamo sullo scudetto veronese del 1985, per commemorare Lars Larsson dell’Atalanta, scomparso paganiniqualche giorno fa).  Il bel faccino di Alberto Rimedio con Atalanta-Udinese 0-0 e una cravatta di dubbio gusto ci catapultano ai servizi di oggi, dove Paolo Paganini è leggermente il migliore con Sassuolo-Parma 4-1 e Gianni Cerqueti fa un po’ il criptico in Genoa-Chievo 0-2.

Proseguono gli sfottò di Mazzocchi, che solidarizza però con i settanta baristi licenziati dalla Rai, mentre Jacopo Volpi infila una perla nel dare Fernando Llorente titolare contro il Borussia Dortmund.

Ai “Tempi supplementari” si va quasi di fino con Marco Lollobrigida su Roma-Sampdoria, di violini zigani con Fabrizio Failla su Fiorentina-Milan, mentre con Francesco Marino si fa la conta degli infortunati per Torino-Lazio.

Su Rai Sport 1, arrivano altre cose da segnalare. Un’analisi tardiva dei mondiali con Italia-Ucraina 3-0 del 2006 (popopopopo…), la moviola di Tiziano Pieri, Mazzocchi che riceve tweet sulle domeniche che non hanno più un senso e Francesca Sannipoli, sul finale di trasmissione, collegata per Verona-Napoli 2-0, finita da qualche minuto.

Ah… settimana prossima ci sarà una puntata da non perdere. Con due servizi di giornata e due anticipi, infatti, si prevede un picco d’ascolto incredibile. Più volte Mazzocchi annuncia davanti a tutti una trasmissione speciale, ben sapendo che successivamente è in programma il riposo del campionato e poi il sabato pasquale. Ecco, chissà cosa uscirà dall’uovo di Pasqua. Speriamo che domenica prossima non ci sia una mortificazione di questo storico programma: non lo meriterebbero i pochi affezionati, la storia del calcio e tutto quello che volete. E un saluto, come sempre, a quanti ci seguono dalle case di cura, di riposo e dagli ospedali.

Massimo Maneggio

Per rivedere la puntata di 90° minuto del 15 marzo 2015: 

http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/media/90-minuto-571323e6-98a6-4526-86a0-45f80185a064.html

“Tempi supplementari”: http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/media/tempi-supplementari-ea5e4314-3ea0-4b6f-ab73-957ce32d02c2.html

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Randagismo...e i branchi tornano in città

Post n°921 pubblicato il 13 Marzo 2015 da massimo.maneggio

CatturaTorna in città il pericolo del randagismo degli animali. Branchi di cani, infatti, si aggirano in varie zone del territorio cratense, creando scompiglio e pericolo soprattutto nelle nuove zone residenziali e in aperta campagna. Facendo leva l’uno sull’altro, gli animali di varie taglie portano problemi e disagi alla popolazione, spesso costretta a imbattersi nei cani alla sprovvista. In particolare, queste bande creano problemi agli agricoltori nonché a chi preferisce allevare i propri animali all’aria aperta: prova ne sono le recenti lamentale di famiglie che devono difendere i loro pollai dai branchi, che spesso colpiscono galline e pulcini all’improvviso. Di notte o di giorno, infatti, si possono osservare gli animali, a volte intere cucciolate che seguono le loro madri, per le strade oppure appostati in alcuni punti particolari del territorio, come nelle campagne dello scorrimento veloce, quasi come un “punto di ritrovo” per poi colpire nella fattispecie tra le zone del Campo Sportivo e della Foresta. I cittadini bisignanesi richiedono ora un pronto intervento per scongiurare ulteriori pericoli e anche per dare agli animali una speranza in più, che non sia quella del randagismo in cattività tra le strade.

masman

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ecco la fatturazione elettronica

Post n°920 pubblicato il 10 Marzo 2015 da massimo.maneggio

GRANDE SUCCESSO DEL DIGITAL DAY PER LA FATTURAZIONE ELETTRONICA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI COSENZA

 

È stato un grande successo di adesioni e partecipazioni l’incontro tenutosi stamani presso la Camera di Commercio di Cosenza per l’incontro info-formativo sull’applicazione della fatturazione digitale. Dal prossimo 31 marzo, infatti, scatta l’obbligo di emettere fattura su file telematico per tutte le imprese che forniscono beni e servizi alla Pubblica Amministrazione. Un obbligo di legge, accettato e condiviso dalle imprese e dai professionisti titolari di Partita IVA, che cambierà radicalmente i rapporti tra ente pubblico e fornitori, consentendo al sistema Paese di crescere in consapevolezza e controllo della spesa pubblica e alle piccole e medie imprese di scoprire l’efficienza del digitale, la semplicità della procedura e di risparmiare una cifra media annua che l’Agenzia per l’Italia Digitale stima in circa 500 euro. Ancora una volta, l’Ente camerale di Cosenza, presieduto da Klaus Algieri, aderendo al Digital Day, ha dimostrato di essere attento e pronto a rispondere alle innovazioni tecnologiche e alle buone pratiche della gestione pubblica. L’incontro formativo, che ha visto la presenza di molti rappresentanti delle Associazioni di categoria, della Consulta delle professioni e di liberi professionisti, è stato organizzato dall’Agenzia per l’Italia Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dall’Unioncamere nazionale e dall’associazione Digital Champions. Alla giornata di divulgazione ha preso parte l’on. Enza Bruno Bossio, Componente dell’Intergruppo Parlamentare per l’Innovazione Digitale, dichiarando che, oltre a un’opera di alfabetizzazione digitale degli operatori degli enti pubblici e al miglioramento delle infrastrutture tecnologiche attraverso la banda ultra larga, bisogna approfittare di questa opportunità di ottimizzazione degli aspetti burocratici e del rapporto con la PA, insieme alle possibilità offerte ai cittadini, ai professionisti e alle imprese all’interno del Piano di Crescita Digitale del Governo Renzi. Molto partecipato anche l’intervento del Presidente della Camera di Commercio, Klaus Algieri, che ha dichiarato: “Vogliamo aiutare tutte le imprese e i professionisti impegnati sul territorio provinciale per agevolarli nel passaggio alla fattura digitale. Grazie all’aiuto dei volontari della rete dei Digital Champions e al coordinamento con tutti gli altri soggetti istituzionali competenti, tutti gli interessati e gli operatori della pubblica amministrazione locale arriveranno pronti e preparati alla scadenza del prossimo 31 marzo. Questo Ente si intende rinnovare, ed ecco perché noi siamo per una riforma concreta della P.A., perché essa non serve solo a modernizzare l’Italia ma anche ad aumentare la democrazia. E l’accesso ai servizi digitali è una questione democratica, che questo Ente ha già promosso attraverso le opere e l’azione di trasparenza portata avanti con #OpenCameraCosenza“. L’incontro formativo ha visto la partecipazione di Paolo Mirabelli, Digital Champions, che ha trattato i temi della fattura elettronica con le sue norme e la definizione dei requisiti, degli adempimenti per le imprese e i professionisti, oltre gli adempimenti per le Pubbliche Amministrazioni. A concludere i lavori è stato il rappresentante di Infocamere Alfredo Savaglio che ha tenuto una presentazione del servizio on line gratuito erogato dalle Camere di Commercio alle piccole e medie imprese. Presto sarà possibile connettersi direttamente con la piattaforma www.fattura-pa.infocamere.it, che fornisce contenuti informativi sulla fatturazione elettronica e permette di accedere al nuovo servizio, consentendo alle imprese la creazione e la completa gestione di un limitato numero di fatture nell’arco dell’anno.

 

 

UFFICIO DI PRESIDENZA

 

Camera di Commercio di Cosenza

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

90° minuto, puntata del 8 marzo 2015

Post n°919 pubblicato il 08 Marzo 2015 da massimo.maneggio
 

Siamo sempre davanti a un dilemma: 90° minuto può andare in onda con qualche gara e poco più? Se in questa puntata ci sono stati “ben” cinque servizi di fresca attualità, alla prossima ce ne saranno tre e, udite bene signori, il 22 marzo alle 15 si disputerà soltanto Juventus-Genoa, mentre le altre squadre, escludendo gli anticipi, giocheranno alle 20.45 causa Europa League.

Al vaglio tante ipotesi. Augurarsi un’eliminazione di quante più italiane possibili per riavere 90° minuto con qualche servizio in più di domenica (la colpa, però, va data a chi caccia i denari per mantenere in vita tutta la baracca italiana del calcio) oppure slittare per una domenica, quella del 22 marzo, la trasmissione? Volente o nolente c’è qualche dubbio, guardando i prossimi due turni, nel realizzare un 90° minuto di buona fattura. Marco Mazzocchi, Jacopo Volpi e chi cura il programma forse si sono già posti il dubbio questa domenica, dove la festa delle donne porta in dono anche un gol di Philippe Mexes, il giocatore più fru-fru della Serie A (dobbiamo evitare battute su gay per non scatenare il falso perbenismo italiano, ma Mexes non sembra uno di quei difensori con i baffoni tanto in voga negli anni Ottanta).

Questo turno, utile forse più ai patiti del fantacalcio, porta in dote agli anticipi un lento Paolo Paganini per Sampdoria-Cagliari 2-0 e un leggermente veloce Stefano Mattei su Milan-Verona 2-2. Sul Milan c’è un altro servizio di Francesco Rocchi, mandato poi ad Arcore a osservare cose che non succederanno mai. All’attualità stretta, notiamo Tiziano Pieri con il tablet, i ricci grigi di Francesco Colonnese e il collo sempre alto della camicia di Riccardo Zampagna, gli ospitoni di giornata. Cesena-Palermo 0-0 è uno zero tondo per Federico Calcagno, il secondo a non quotare le gare dopo l’epica Chievo-Sassuolo 0-0 di Dario Di Gennaro. Parma-Atalanta… 0-0 anch’essa, commenta Giuseppe Galati e ci siamo detti tutto già così. Empoli-Genoa 1-1 ha l’inviato meno indovinabile, quel Marco Lollobrigida che sbaglia ogni tanto i nomi dei giocatori (oppure sbaglia il regista a inquadrare?). Il migliore è Franco Lauro, uno show nello show di Udinese-Torino 3-2: basta solo al gol di Fabio Quagliarella dire che «Piris guarda la luna e Danilo si commuove» per far scattare un applauso nell’inconscio. Un altro scatto è protagonista dei ricordi del passato: quando Giampiero Galeazzi e Bruno Pizzul braccarono Giovanni Trapattoni dopo la vittoria dello scudetto interista del 1989. Al rientro, Alessandro Antinelli su Napoli-Inter e, saltando al futuro, Stefano Bizzotto per Juventus-Sassuolo e Cristiano Piccinelli in Lazio-Fiorentina. Gianni Cerqueti ha uno brutto sfondo finale per Chievo-Roma 0-0, anche se minimizzare sul fallo che ha infortunato Federico Mattiello è da matita rossa.

Ecco i “Tempi supplementari” di Rai 2, dove la chitarra è allungata per i pochi gol, mentre su Rai Sport 1 parte un po’ di bisboccia, aumentando di un tanto che basta la qualità del programma. Tra moviole esagerate, confronti con il passato campionato, Antinelli con le formazioni ufficiali dell’Inter, l’orecchio sanguinante di Juanito Gomez, il breve attimo dove Mazzocchi toglie gli occhiali e i tweet sul Parma si cerca di allungare il brodo. E tornate all’inizio dell’articolo per capire se queste discussioni saranno utili tra due settimane…

Massimo Maneggio

Per rivedere la puntata di 90° minuto dell’ 8 marzo 2015:

http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/media/90minuto-87662440-55a5-437a-9d8f-86ba798dd226.html

 “Tempi supplementari” – Rai Sport:

http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/media/90min-tempisupplementari-3e1032ba-bbfe-4a9c-bf0d-d0c86e013548.html

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Incarichi doppi in Calabria?

Post n°918 pubblicato il 08 Marzo 2015 da massimo.maneggio
 

Comunicato stampa – Sabato 7 marzo 2015

Calabria, incarichi doppi per i consiglieri regionali. Molinari (AL): "E' questo il rinnovamento della politica? Triste l'immagine che si da' della nostra terra : povera ma ricca di improbabili ras."

COSENZA - Veramente un bell'esempio di rinnovamento da parte del massimo ente politico della Calabria. In Regione molti dei consiglieri ricoprono altre cariche istituzionali oltre a quella regionale. Chi occupa una poltrona in Provincia, chi all'interno di qualche Comune: un tema di cui si è occupata, in questi giorni, anche la stampa nazionale e di maggior evidenza in territori proverbialmente poveri.
Oltre a poter dare luogo, il tollerare tale comportamento, a pratiche elusive delle più elementari norme in tema di conflitto di interessi, ci dice di una situazione eticamente riprovevole, nel cumulo dei relativi emolumenti in capo ad una sola persona e in una situazione economica così severa per i calabresi: una bella pubblicità per una terra che vede i nostri rappresentanti politici sempre con il cappello in mano verso lo Stato centrale!
Come si può pensare di poter avviare, senza alcuna idea per il riscatto di una collettività, questo tanto atteso rinnovamento politico, se chi dovrebbe portarlo avanti è interessato unicamente al soddisfacimento dei propri interessi per aumentare il proprio bisogno di potere?
È una situazione inaccettabile, per la Calabria ed i calabresi. E si è stanchi di evidenziare sempre le solite, gravi, manchevolezze: piacerebbe avere, una volta tanto, anche delle risposte concrete.
E' questo l'antipasto locale della (Contro)Riforma del Titolo V voluta dal Governo Renzi? Il soddisfare la brama di potere dei tanti ras locali per consolidare il potere centrale?
Nel frattempo, mi auguro che il Presidente della Regione, Mario Oliverio, prenda atto di questa situazione doppiamente imbarazzante e intervenga al più presto in modo risolutivo. La correttezza istituzionale - non quella formale - depotenzia l'abuso della sostanza delle norme ed è il primo passo per alimentare la cultura della legalità: in terra di Calabria dovrebbe essere la priorità in cima alla sua agenda, soprattutto per i riflessi sull’immagine percepita della nostra terra. 
Avv. Francesco Molinari
cittadino eletto al Senato

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »