Creato da: massimo.maneggio il 21/11/2008
spazio autonomo di un giornalista senza sponsor...
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

piterx0massimo.maneggiopsicologiaforensechristie_malryIrrequietaDSoloDaisycarloreomeo0santoseminarioGiuseppeLivioL2giostradivitaamorino11ferdinandorocca1957moschettiere62emilytorn82RavvedutiIn2
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

I miei link preferiti

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

 

 

Genoa-Crotone 2-2

Post n°1212 pubblicato il 22 Gennaio 2017 da massimo.maneggio
 

 I Pitagorici di scena a Genova nella ventunesima giornata di campionato. Contro l'ex tecnico Ivan Juric servono i 3 punti. La sconfitta casalinga contro il Bologna, ha ulteriormente aumentato il distacco dalla zona salvezza. I punti da recuperare all'Empoli - attualmente quart'ultimo in classifica - sono 8. Gli undici di mister Nicola sono chiamati ad un prova di carattere per continuare ad alimentare le ambizioni salvezza.

 

 

Primo tempo - Il Crotone detta i ritmi di gioco nelle fasi iniziali del match. Dopo 12' di gioco i Calabresi partoni in contropiede ma Sampirisi sbaglia l'ultimo passaggio per Falcinelli. Ancora Crotone in avanti al 18' con Stoian che si libera di tre avversari e lancia un traversone in area bloccato dall'estremo difensore Genoano. Al 21' i padroni di casa vanno vicini al gol del vantaggio con Simeone di sponda per Lazovic, ma la deviazione nello specchio della porta è deviata in corner dal portiere degli ospiti. Il Genoa prende metri sul campo, e al 23' infrange sulla difesa ospite, la conclusione di Cataldi innescato dal passaggio filtrante di Izzo. I Calabresi rispondono con la conclusione dalla distanza di Trotta terminata sul fondo. I Pitagorici iniziano ad essere pericolosi in attacco, ma la retroguardia dei padroni di casa si salva deviando la palla in calcio d'angolo. Sul finire del primo tempo, padroni di casa in vantaggio con Simeone che lanciato a rete da Cofie, al 43' di gioco si presenta davanti a Cordaz e manda la palla in fondo alla rete. Dopo 1' di recupero termina la prima frazionedi gioco.

 

Secondo tempo - Nella ripresa il Crotone prova subito a rientrare in partita. Ci prova Stoian direttamente su calcio di punizione, ma la conclusione termina sul  fondo. Al 54' di gioco, la rete del meritato pareggio, con Ceccherini che di testa anticipa tutti, e batte a rete il calcio di punizione dalla trequarti di Barberis. Al 56' un tiro di Trotta termina di poco a lato. Per i Calabresi ci prova anche Barberis direttamente su calcio di punizione con Lamanna che si salva in angolo. Al 64' l'errore difensivo di Ferrari regala un calcio di rigore ai padroni di casa, che si portano in vantaggio con Ocampos che dagli 11 metri non sbaglia la conclusione a rete. Al 67' il Genoa potrebbe chiudere il match, ma Simeone sbaglia la conclusione dentro l'area piccola. I Calabresi reagiscono al forcing dei padroni di casa, e al 74' trovano il gol del pari ancora sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Barberis, con Ferrari che ribatte a rete la conclusione di Ceccherini respinta dal palo. Il Genoa attacca alla ricerca della terza rete ma i Calabresi coprono bene le zone del campo. Cordaz salva la porta all'85' sulla conclusione di testa di Munoz. Termina dopo 3' di recupero la sfida tra Genoa e Crotone. Lodevole il carattere degli undici di mister Nicola, che trovano il pareggio dopo le reti del doppio svantaggio.

 

Mercato - Nuovo contatto tra il ds Ursino e i dirigenti del Milan per il possibile trasferimento in Calabria del difensore rossonero Rodrigo Ely. In fase di stallo la trattativa per il centrocampista dell'Inter Assane Gnoukouri, dove si registra nelle ultime ore, l'interesse del Chievo Verona. Sembra allontanarsi il ritorno dell'attaccante Budimir, mentre si accentua l'interesse per l'attaccante del  Bologna Ibrahima Mbaye. In uscita, ufficiale la partenza del difensore Nicolò Fazzi destinazione Perugia. In partenza anche Salzano al Bari, e il portiere Cojocaru al Frosinone.

 

Crotone - Genoa tabellini

Precedenti - Il 28 agosto Crotone e Genoa si sono incontrate per la seconda giornata di campionato allo stadio Adriatico di Pescara, data l'indisponibilità - per i lavori di riqualificazione dell'impianto -  dello stadio Ezio Scida. Il Crotone dopo il provvisorio vantaggio di Palladino, è stato sconfitto con il risultato di 1 - 3.

Statistiche - Gli undici del tecnico Nicola sono in astinenza da gol. Risalgono al match contro il Pescara, le ultime reti segnate dai Calabresi, vale a dire, tre turni senza marcature.

Genoa: Lamanna, Edenilson, Burdisso, Izzo, Munoz, Cataldi, L. Rigoni (30' Cofie), Laxalt, Lazovic (61' Pandev), Simeone,  Ocampos (79' Pinilla). All. Juric.

A disposizione: 38 Zima, 83 Robinho, 3 Gentiletti, 21 Orban, 16 Beghetto, 17 Taarabat, 10 Ntcham,   99 Ninkovic, 32 Morosini.

Crotone: Cordaz, Rosi, Ceccherini, Ferrari, Sampirisi, Rohden, Barberis, Crisetig, Stoian (75' Martella), Trotta, Falcinelli. All. Nicola.

A disposizione: 5 Festa, 17 Viscovo, 3 Claiton, 23 Dussenne, 42 Sulijc, 14 Gnahorè, 28 Capezzi, 99 Simy, 20 Salzano, 7 Nalini.

 

Direttore di gara Mariani di Aprilia

Stadio Luigi Ferraris - Genova

Marcatori: 43' Simeone (G) 54' Falcinelli (C) 66' Ocampos (G) 74' Ferrari (C)

Ammoniti: Rosi (C) Cataldi (G) Crisetig (C)

 

 Massimiliano Aquino

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Difendiamo la scuola

Post n°1211 pubblicato il 21 Gennaio 2017 da massimo.maneggio

Logo Movimento Popolare.pngDIFENDIAMO LA NOSTRA SCUOLA

 

 

Nonostante gli accorati appelli per scongiurare l’accorpamento del nostro istituto al Pezzullo di Cosenza, il Presidente Oliverio e la sua giunta hanno confermato l’opera di smantellamento iniziato dalla Provincia a giunta PD. Perché tanto accanimento? Eppure il ricorso pendente al Consiglio di Stato, il successivo non accoglimento della sospensiva ed il numero di alunni (per la precisione 603)per come si evince dalla tabella allegata alla deliberazione regionale, che potevano essere bastevoli per il riconoscimento dello status dell’autonomia del Pezzullo, avrebbero dovuto consigliare alla Dirigenza della P. I. della R. C. ed alla Giunta dall’astenersi dall’assumere un provvedimento cosi penalizzante per la scuola bisignanese disattendendo inaspettatamente le rassicurazioni fornite lo scorso anno agli esponenti locali del PD.

Evidentemente l’esigenza di soddisfare la bramosia di qualche dirigente scolastico e ragioni di maggior prestigio da tributare ad una scuola del capoluogo, hanno finito col pesare in modo determinante nella scelta, senza tener in alcun conto la specificità della nostra scuola e il ruolo che da tempo svolge per l’intera Valle del Crati, nonché il peso elettorale della nostra comunità, che alle precedenti elezioni regionali, ha assegnato più di 3000 voti al Presidente Oliverio.

E che dire della Provincia che ignorando totalmente le proposte formulate dei vari organismi, cinicamente, in dispregio ad ogni principio di ragionevole distribuzione della rete scolastica, ha accorpato due scuole ubicate in Ambiti Territoriali Scolastici diversi, cancellando in un corpo solo l’autonomia del nostro istituto faticosamente raggiunta con anni di lotta e di sacrifici da parte delle famiglie, degli studenti, del mondo scolastico e delle forze politiche del tempo?

Tale disastro è stato possibile grazie “al fattivo disinteresse” del nostro CONSIGLIERE  PROVINCIALE, che deliberatamente non solo ha omesso di esercitare il proprio ruolo di tutela della scuola bisignanese, ma addirittura ha votato a favore dell’accorpamento.

Al PD locale, che ha già annunciato il proprio profondo dissenso per le decisioni assunte dalla sua parte politica, chiediamo di manifestare con azioni clamorose la propria contrarietà arrivando ad annunciare pubblicamente ogni disimpegno per le elezioni provinciali.

Nel contempo, al fine di rendersi maggiormente credibile agli occhi della opinione pubblica sarebbe opportuno chiarire la natura del rapporto che lo lega a chi con i sui sconsiderati comportamenti, in cosi breve tempo, ha messo in crisi l’avvio di un percorso politico comune e declassata la nostra scuola ad una succursale di CS.

All’ A.C. che attraverso i propri comunicati stampa, si autoassolve da ogni responsabilità ribadendo di aver svolto in maniera impeccabile il proprio dovere , facciamo presente che le diverse proposte di razionalizzazione scolastica sul territorio sono state formulate in più occasioni in modo estemporaneo e contraddittorio, frutto dell’improvvisazione e degli umori del momento e priva  di una chiara e accorta programmazione.

La stessa, nel raccontare la verità dei fatti, avrà l’onesta intellettuale di inchiodare alle sue responsabilità non solo Oliverio e la locale sez. del PD, ma anche il referente locale alla provincia che poteva evitare tutto ciò?

Dissiperà in modo trasparente i dubbi e le insinuazioni di possibili intrecci elettoralistici tra l’attuale maggioranza e lo stesso in occasione delle imminente competizioni elettorali?

Quesiti ineludibili che meritano risposte senza le quali la politica sarà sempre asservita al gioco degli interessi di parte e dei singoli e non del bene comune.

In un contesto così poco edificante, si aggiunge lo sconforto nel dover constatare che questo nostro paese non è tenuto in alcuna considerazione dagli organi decisori della politica e delle istituzioni.

 

Movimento popolare per Bisignano 20/01/2017

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

F1, si chiude il cerchio

Post n°1210 pubblicato il 17 Gennaio 2017 da massimo.maneggio

BOTTAS PRENDE IL VOLANTE DELLA MERCEDES CAMPIONE DEL MONDO

* Massimiliano Aquino

 

La Mercedes ha scelto Valtteri Bottaas come sostituto di Nico Rosberg. Dopo i veti imposti sui "big" - tra tutti il ritorno di Fernando Alonso - da Lewis Hamilton, la Scuderia Anglo-Tedesca ha ingaggiato l'ormai ex pilota Williams per sostituire il campione del mondo Nico Rosberg ritiratosi clamorosamente al termine della scorsa stagione. Nonostante i dubbi espressi dal Presidente onorario della Scuderia, Niki Lauda, Bottas è ufficialmente un pilota Mercedes. Tramontanta l'idea  Pascal Wehrlein sotto contratto con la Mercedes, il team Anglo-Tedesco ha optato per l'unica alternativa rimasta. L'annuncio ufficiale è giunto dalla sue ex squadra, la Williams appunto, che in un comunicato, ha annunciato i suoi piloti per la prossima stagione, vale a dire, Lance Stroll e Felipe Massa, confermando di fatto, l'approdo di Bottas in Mercedes. Il pilota Finlandese - Nastola, 28 agosto 1989 - dopo aver ha esordito in Formula 1 nel Gp di Australia nella stagione 2013, approda in un top team dopo quattro stagioni in Williams, dove ha ottenuto come miglior risultato, il 4° posto nel Gp di Monza nella stagione 2014. Con l'annuncio di Bottas nel team Mercedes, si  completa il cerchio dei piloti che parteciperanno al prossimo mondiale di Formula1 che scatterà  il 26 marzo con il Gp di Australia.

In attesa delle presentazioni delle nuove monoposto di F1, questi i team con i rispettivi piloti.

 

Ferrari: Vettel – Raikkonen,

Force India: Perez – Ocon,

Haas: Grosjean – Magnussen,

*Manor: Giovinazzi – Haryanto,

McLaren: Alonso – Vandoorne,

Mercedes: Hamilton – Bottas,

Red Bull: Ricciardo – Verstappen,

Renault: Hulkenberg – Palmer,

Sauber: Wehrlein – Ericsson,

Toro Rosso: Sainz – Kvyat,

Williams: Massa – Stroll,

 

* Da confermare la partecipazione della Scuderia Britannica al prossimo mondiale di Formula1.

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Fatti Chiari, promo 17 gennaio 2017

Post n°1209 pubblicato il 17 Gennaio 2017 da massimo.maneggio
 

Stasera ore 19.30 su Rtt Teletebe (canale 115-293 dig.terr. Calabria - 697 Centro sud) torna "Fatti Chiari", con la conduzione del giornalista Massimo Maneggio, l'opinion leader Luca Muoio, e due ospiti: Giuseppe Giorno per il movimento 5 stelle di Luzzi e il vate Raffaele Galiero, per aprirci al mondo della poesia.

Come sempre commenti in diretta con l'hashtag #FattiChiari

per rivedere tutte le puntate www.fattichiari.jimdo.com

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Crotone-Bologna 0-1

Post n°1208 pubblicato il 14 Gennaio 2017 da massimo.maneggio
 
Tag: calcio

*** Massimiliano Aquino ***

Crotone-Bologna 0-1, decide Dzemaili, Nicola ai saluti.

Riparte dalla sfida casalinga contro il Bologna la marcia dei Calabresi verso la salvezza. Il match disputato contro la Lazio, di fatto, ha chiuso il girone di andata del campionato di Serie A. In 18 incontri disputati  - da recuperare in data 8 febbraio il match contro la Juventus - i Calabresi hanno ottenuto solamente 2 vittorie contro Chievo Verona e Pescara, 3 pareggi, e 13 sconfitte, per un totale di 9 punti in classifica, 7 dei quali ottenuti allo Scida. Le reti segnate sono state 14, mentre salgono a 33 quelle subite. Capocannoniere della compagine rossoblu, l'attaccante Diego Falcinelli con 5 reti messe a segno.

 

Primo tempo - Il Bologna prova subito a spingersi in avanti, prima con un calcio di punizione battuto da Viviani, poi con la conclusione centrale di Destro al 5' di gioco. Il Crotone risponde con la conclusione di testa di Falcinelli terminata alta sopra la traversa. Gli undici di mister Nicola prendono in mano le redini del gioco, ma sono gli ospiti a creare i maggiori pericoli nell'area di rigore avversaria. Al 20' di gioco errore difensivo dei Calabresi, con Ceccherini che rischia un clamoroso autogol con un retropassaggio di testa al portiere Cordaz. Il Bologna riconquista metri sul campo e al 22' rischia il gol del vantaggio con Dzemaili che inventa un passaggio filtrante per Destro, ma la conclusione dell'attaccante non centra lo specchio della porta. Al 26' ancora in difficoltà la difesa dei Calabresi con Cordaz che di prima intenzione rimedia all'errore di Rosi. Sul capovolgimento di fronte i Calabresi potrebbero portarsi in vantaggio con il contropiede di Falcinelli e Trotta, ma quest'ultimo, sbaglia clamorosamente la conclusione calciando addosso al portiere. Alla mezz'ora di gioco sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Trotta gonfia la rete ma l'azione è annullata per fuorigioco. Al 36' sono ancora i Calabresi a creare pericoli in area avversaria, ma la difesa respinge il tentativo di Falcinelli. Sul finire del primo tempo, Crotone padrone del campo, con gli undici di mister Donadoni costretti a ripiegare nella loro metà campo. Dopo 4' di recupero termina la prima frazione di gioco.

Secondo tempo - Nella ripresa gli ospiti provano ad occupare tutti gli spazi per non concedere campo ai padroni di casa. Bologna in vantaggio al 51' di gioco con un preciso diagonale sul secondo palo di Dzemaili. Il Crotone accusa il colpo e solo un super intervento di Cordaz al 55' su  Dzemail, mantiene invariato il distacco Reagisce il Crotone al 56' con la conclusione di Rohden, ma Mirante nega il gol del pari. Ci prova anche Palladino ma il tiro termina di poco a lato. Il Bologna avverte il pericolo e al 60' di gioco prova a chiudere il match con un tiro di Krejici respinto da una provvidenziale respinta di Cordaz. Al 67' Rosi prova a innescare l'azione offensiva in area con un cross per Nalini, ma l'attaccante non aggancia il passaggio del compagno. Il Bologna potrebbe chiudere il match con l'autore del gol, ma la conclusione dal dischetto del rigore non centra la porta difesa da Cordaz. Al 75' azione offensiva del Bologna con Di Francesco che di sponda serve Destro, ma ancora un avolta l'estremo difensore rossoblu salva la propria porta. I Calabresi all' 82' di gioco ci provano con un tiro di Falcinelli, ma la conclusione non centra lo specchio della porta. Nel finale il Crotone si sbilancia in avanti alla ricerca del pari, ma gli ospiti coprono bene tutte le zone del campo. Termina dopo 4' di recupero l'anticipo della ventesima giornata di campionato.

 

Mercato - Proseguono le trattative con la Sampdoria per riportare in rossoblu l'ex attaccante Budimir, che nella scorsa stagione con i suoi gol, ha trascinato i Pitagorici verso la storica promozione in serie A. Vicina ai titoli di coda la trattativa per l'acquisto del difensore dell'Inter Gnoukouri come ha confermato il ds Ursino: "É vicino, spero che si possa chiudere a breve". Confermata la permanenza nella rosa di mister Nicola il centrocampista Capezzi.

Crotone - Bologna tabellini

Precedenti - Il 21 agosto 2016 i Calabresi hanno disputato contro il Bologna la prima partita di campionato nella massima categoria. In quell'occasione i Pitagorici si arresero solamente nei minuti finali, con l'attaccante Destro, che all' 86' di gioco ha siglato il gol della vittoria per la squadra allenata dal tecnico Donadoni. Nei precedenti incontri disputati in Serie B, il bilancio dei Calabresi è di 3 vittorie, 2 sconfitte, 1 pareggio. Il 22 novembre 2011 nel match di Coppa Italia, il Bologna si impose contro il Crotone per 4 reti a 2.

Statistiche - Crotone in gol in 14 occasioni su 18 match disputati. A segno Falcinelli (5), Palladino (2), Trotta (2), Ferrari, Rosi, Sampirisi, Simy, Stoian.

Crotone: Cordaz, Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella, Rohden (77' Simy), Capezzi (57' Nalini), Crisetig, Palladino, Trotta (65' Gnahorè), Falcinelli. All. Nicola.

A disposizione: 5 Festa, 17 Viscovo, 3 Claiton, 23 Dussenne, 31 Sampirisi, 42 Sulijc,  18 Barberis, 20 Salzano, 12 Stoian.

Bologna: Mirante, Torosidis (29' Krafth), Maietta, Gastaldello (42' Okwonkwo), Masina, Nagy, Viviani (82' Pulgar), Dzemaili, Di Francesco, Destro, Krejci. All. Donadoni.

A disposizione: 1 Da Costa, 97 Sarr, 24 Ferrari, 15 Mbaye, 17 Donsah, 22 Rizzo, 7 Mounier, 26 Floccari.

 

Direttore di gara Calvarese di Teramo

Stadio Ezio Scida - Crotone

Marcatori: 51' Dzemaili (B)

Ammoniti:Palladino (C) Gastaldello (B) Falcinelli (C) Maietta (B) Masina (B) Nagy (B)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Elezioni provincia di Cosenza: i candidati a consigliere per il 2017

Post n°1207 pubblicato il 09 Gennaio 2017 da massimo.maneggio

Quattro le liste a sostegno di Franco Iacucci (del centrosx), due e…mezzo per Antonio de Caprio del centrodestra (dubbio su Coraggio per Cambiare)

Liste a sostegno di Franco Iacucci

Provincia Democratica
Graziano Di Natale
Marco Ambrogio
Franco Beltrano
Pino Capalbo
Simona Colotta
Felice D’Alessandro
Franchino De Rango
Nicola Di Gerio
Francesco Gervasi
Alfonso Marturano
Antonio Micciullo
Ferdinando Nociti
Francesco Pascarelli
Monica Sabatino
Vincenzo Tamburi
Domenico Zicarelli

Idm
Gianfranco Ramundo
Francesco Aloia
Cristian Barone
Francesco Biondi
Alessandro Cherubini
Salvatore Filippelli
Andrea Fiorino
Giuseppe Leonetti
Francesco Maiorana
Anna Valentina Marino
Sabrina Pacenza
Maria Antonietta Pandolfi

Insieme per la Provincia
Saverio Audia
Francesco Cosentino
Francesco Cozza
Vincenzo Cozza
Federico Flaviano
Pierpaolo Librandi
Palmiro Manco
Luca Morrone
Lucantonio Nicoletti
Silvio Ranieri
Giulio Serra

Nuova Provincia (Ncd)
Mario Bartucci
Elvira Campana
Diego De Marco
Roberto Falvo
Luisa Fuorivia
Ugo Gravina
Antonella Leone
Ferruccio Mariani
Paolo Montalti
Andrea Muto
Franco Orrico
Raffaele Perrone
Maria Pia Serranò
Valentino Socievole
Emilio Tenuta
Sandro Tullio Vilardi

—————————————————————————————————————-

Liste a sostegno di Antonio De Caprio

La Provincia che vuoi
Antonella Elda Cosenza
Giorgia Garofalo
Carmine Lo Prete
Carmela Martucci
Vincenzo Mastrota
Roberto Pizzuti
Yole Sposato
Pasquale Veltri

Cosenza Azzurra
Franco Bruno
Eugenio Aceto
Leo Battaglia
Gioacchino Campolo
Angelo Caravetta
Sergio Del Giudice
Lino Di Nardo
Angelo Antonio Gentile
Raffaele Vulcano
Dorella Zinga
Cosimo Fabbricatore
Umberto Giardino

Il Coraggio di Cambiare
Francesco Armentano
Antonio Barone
Serena Carrozzino
Anna Pia Cerbino
Jim Di Giorgio
Giuseppe Lufrano
Carmine Naccarato
Teresa Mastrota
Angelo Francesco Perri
Antonio Russo
Vincenzo Scarcello
Justin Tursi
Orena Ventura
Antonella Blandi

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Lazio-Crotone 1-0, decide Immobile

Post n°1206 pubblicato il 09 Gennaio 2017 da massimo.maneggio
 

*** Massimiliano Aquino ***

In attesa dei rinforzi provenienti dal mercato di riparazione, i pitagorici tornano in campo dopo la sosta di Natale. Ad attendere i calabresi nella diciannovesima giornata di campionato, c’è la Lazio di Simone Indaghi lanciatissima verso le zone nobili della classifica. In classifica le due squadre sono divise da 25 punti (con Crotone-Juventus da recuperare), ma a differenza delle prime giornate di campionato, dove i rossoblu hanno pagato dazio agli avversari per inesperienza, la squadra del tecnico Nicola ha finalmente trovato una sua identità di gioco,

Nel primo tempo la prima azione da rete è di Immobile al 13’ di gioco con un tiro deviato in calcio d’angolo. Al 16’ Luis Alberto pesca in area Lombardi che manda la palla in fondo alla rete, ma il direttore di gara annulla per giusto fuorigioco. Al 24’ di gioco un super intervento di Festa nega il gol del vantaggio a Immobile. Alla mezz’ora di gioco un errore difensivo di Stoian, regala un calcio di rigore ai padroni di casa per un fallo commesso su Lombardi. Sul dischetto del rigore si presenta Biglia che manda la palla sulla traversa per la gioia dei circa duecento tifosi calabresi. Al 32’ di gioco un provvidenziale intervento di Festa salva la porta dei rossoblu sul tentativo a rete di Parolo. Occasione da rete per il Crotone sul finire del primo tempo, con Falcinelli che al 37’ vede infrangersi tra i guantoni di Marchetti la conclusione a rete.

Nella ripresa la Lazio prova subito a colpire l’avversario al 47’ con Immobile che lascia partire un tiro che termina di poco a lato. La Lazio come nel primo tempo mantiene il possesso palla, ma gli ospiti reggono bene il forcing biancoceleste. Al 66’ Lombardi ci prova con una conclusione dalla distanza, ma la difesa del Crotone è attenta sulla conclusione dell’attaccante biancoceleste. Al 70’ contropiede del Crotone con Trotta che sul filo del fuorigioco serve l’assist vincente a Rohden, ma la conclusione a rete viene annullata per una presunta posizione irregolare, che farà molto discutere nel post gara il presidente Vrenna. All’85’ di gioco l’estremo difensore rossoblù, dopo il tentativo precedente di Kishna, salva il risultato sulla violenta conclusione di Immobile. Arriva al 90’ la doccia fredda per i calabresi con Immobile che, dopo aver recuperato un pallone vacante, lo deposita alle spalle dell’incolpevole Festa. Decisivo l’errore di Martella che sbaglia clamorosamente il rinvio di testa. Sono vani nel finale, i tentativi dei pitagorici di riagguantare il pareggio. Termina dopo 5’ di recupero il match dell’Olimpico.

 

Tabellino

Lazio: Marchetti, Basta, De Vrij, Hoedt, Radu, Parolo, Biglia (82’ Rossi), Milinkovic-Savic, Luiz Alberto (81’ Cataldi), Lombardi (77’ Kishna), Immobile. All.: Inzaghi

A disposizione: 1 Strakosha, 55 Vargic, 13 Wallace, 15 Bastos, 4 Patric, 96 Murgia, 23 Leintner.

Crotone: Festa, Sampirisi, Ceccherini, Ferrari, Martella (92’ Simy), Rohden, Crisetig, Barberis, Stoian (52’ Palladino), Trotta (81’ Rosi), Falcinelli. All.: Nicola

A disposizione: 95 Cojocaru, 33 Viscovo, 3 Claiton, 23 Dussenne, 77 Fazzi, 98 Nicoletti, 28 Capezzi, 42 Sulijc, 20 Salzano 7 Nalini.

 

Arbitro: Maresca di Napoli

Marcatori: 90’ Immobile (L)

Note - Ammoniti: Lombardi (L), Festa (C), Immobile (L). Al 31’ Biglia (L) colpisce la traversa su calcio di rigore

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Lazio-Crotone 1-0 decide Immobile

Post n°1205 pubblicato il 09 Gennaio 2017 da massimo.maneggio
 

(di Massimiliano Aquino) In attesa dei rinforzi provenienti dal mercato di riparazione, i Pitagorici tornano in campo dopo la sosta di Natale. Ad attendere i Calabresi nella diciannovesima giornata di campionato, c’è la Lazio di Simone Indaghi lanciatissima verso le zone nobili della classifica. In classifica le due squadre sono divise da 25 punti – con Crotone vs Juventus da recuperare -, ma a differenza delle prime giornate di campionato dove i rossoblu hanno pagato dazio agli avversari per inesperienza, la squadra del tecnico Nicola ha finalmente trovato una sua identità di gioco, come dimostrano le ultime prestazioni sul campo. Per il match contro la Lazio il tecnico Nicola recupera tutti gli infortunati ad eccezione di Tonev – da valutare il suo recupero – e Mesbah assente per gli impegni della Coppa d’Africa con l’Algeria. Mercato – Si accentua l’interesse del Crotone per l’ex Budimir – di proprietà della Sampdoria – ma c’è da superare la concorrenza del Bologna che dovrà sostituire la partenza di Floccari. In difesa si seguono le piste che portano a Mbaye del Bologna e Dramè dell’Atalanta. A centrocampo si valutano Faragò del Novara e Gnoukouri dell’Inter. In uscita potrebbero partire Fazzi destinazione Perugia, e Salzano alla Virus Entella. Primo tempo – Partita dai ritmi blandi nei primi minuti di gioco. I padroni di casa provano ad avanzare con il possesso palla, ma gli undici del tecnico Nicola chiudono bene gli spazi agli avversari. La prima azione da rete è di Immobile al 13′ di gioco con un tiro deviato in calcio d’angolo. Al 16′ Luis Alberto pesca in area Lombardi che manda la palla in fondo alla rete, ma il direttore di gara annulla per giusto fuorigioco. I Calabresi provano ad attaccare al 20′ con Trotta sugli sviluppi di un calcio di punizione, ma le maglie dei biancocelesti intercettano l’azione offensiva. Al 24′ di gioco un super intervento dell’estremo difensore dei rossoblu nega il gol del vantaggio a Immobile. Alla mezz’ora di gioco un errore difensivo di Stoian, regala un calcio di rigore ai padroni di casa per un fallo commesso su Lombardi. Sul dischetto del rigore, si presenta Biglia che manda la palla sulla traversa per la gioia dei circa 200 tifosi Calabresi. Al 32′ di gioco un provvidenziale intervento di Festa salva la porta dei rossoblu sul tentativo a rete di Parolo. Ci provano ancora i biancocelesti al 32′ con la conclusione di Luis Alberto murata dalle maglie dei rossoblu. Occasione da rete per il Crotone sul finire del primo tempo, con Falcinelli che al 37′ vede infrangersi tra i guantoni di Marchetti la conclusione a rete. Al 40′ è ancora Festa a salvare il risultato dopo un’azione pericolosa in area rossoblu. Termina dopo 1′ di recupero la prima frazione di gioco. Secondo tempo – Nella ripresa la Lazio prova subito a colpire l’avversario al 47′ con Immobile che lascia partire un tiro che termina di poco a lato. La Lazio come nel primo tempo mantiene il possesso palla, ma gli ospiti reggono bene il forcing biancoceleste. I padroni di casa provano a colpire con ripetuti calci d’angolo, ma ancora una volta la squadra Calabrese respinge bene le azioni offensive. Al 66′ Lombardi ci prova con una conclusione dalla distanza, ma la difesa del Crotone è attenta sulla conclusione dell’attaccante biancoceleste. Al 70′ contropiede del Crotone con Trotta che sul filo del fuorigioco serve l’assist vincente a Rohden, ma la conclusione a rete viene annullata per posizione irregolare. Il Crotone copre bene gli spazi e la Lazio si affida ai tiri della distanza. A 10′ dal termine riprendono i tiri dalla bandierina dei biancocelesti che costringono i rossoblu ad abbassarsi nella loro metà campo. All’85’ di gioco l’estremo difensore rossoblu salva il risultato sulla violenta conclusione di Immobile. Arriva al 90′ la doccia fredda per i Calabresi con Immobile che dopo aver recuperato un pallone vacante, lo deposita alle spalle dell’incolpevole Festa. In occasione da rete, decisivo l’errore di Martella che sbaglia clamorosamente il rinvio. Sono vani nel finale, i tentativi dei Pitagorici di riagguantare il pareggio. Termina dopo 5′ di recupero il match dell’Olimpico. Regolare il gol annullato ai Calabresi. Lazio – Crotone tabellini Primo incontro ufficiale tra le due squadre. Statistiche – Diego Falcinelli è l’unico giocatore della squadra Calabrese ad aver segnato lontano dallo “Scida”. Lazio: Marchetti, Basta, De Vrij, Hoedt, Radu, Parolo, Biglia (82′ Rossi), Milinkovic, L.Alberto (81′ Cataldi), Lombardi (77′ Kishna), Immobile. All. S. Inzaghi A disposizione: 1 Strakosha, 55 Vargic, 13 Wallace, 15 Bastos, 4 Patric, 96 Murgia, 23 Leintner. Crotone: Festa, Sampirisi, Ceccherini, Ferrari, Martella (92′ Simy), Rohden, Crisetig, Barberis, Stoian (52′ Palladino), Trotta (81′ Rosi), Falcinelli. All. Nicola A disposizione: 95 Cojocaru, 33 Viscovo, 3 Claiton, 23 Dussenne, 77 Fazzi, 98 Nicoletti, 28 Capezzi, 42 Sulijc, 20 Salzano 7 Nalini. Direttore di gara Maresca di Napoli Stadio Olimpico – Roma Marcatori: 90′ Immobile (L) Ammoniti: Lombardi (L) Festa (C) Immobile (L) Note: 31′ Biglia colpisce la traversa su calcio di rigor

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Crotone, si punta ai rinforzi

Post n°1204 pubblicato il 01 Gennaio 2017 da massimo.maneggio
 

*** Massimiliano Aquino

Terminata la pausa per le feste di Natale, riprende la marcia verso la salvezza per il Crotone di mister Nicola. A

Raffaele Palladino in azione
ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

Steccato di Cutro i Calabresi sono stati i primi a scendere in campo in vista dell’insidiosa trasferta di Roma contro la Lazio, match valido per la diciannovesima giornata di  campionato. Durante la sosta, la società calabrese ha iniziato a muoversi sul mercato, alla ricerca di possibili rinforzi da regalare al tecnico Nicola come ha dichiarato il ds Beppe Ursino: “Siamo pochi in rosa e l’organico va potenziato. Ci servono certamente un attaccante, un esterno destro, e un centrocampista. Per la difesa aspetteremo gli ultimi giorni di mercato”. Intanto, si rincorrono le voci circa un interessamento dei rossoblu per l’ex Ante Budimir, Gerson Santos Da Silva classe 97 di proprietà della Roma, e Diego Fabbrini classe 90 del Birmingham City. Contro la Lazio il tecnico dei Calabresi dovrebbe schierare il collaudato 4-3-3 con il  tridente formato da Palladino, Trotta, e Falcinelli. Tra i pali Festa prende il posto dello squalificato Cordaz. In difesa Rosi, Ceccherini, Ferrari, e Martella, mentre a centrocampo dovrebbero scendere in campo Rohden, Barberis, e Crisetig.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Popolari in conferenza

Post n°1203 pubblicato il 30 Dicembre 2016 da massimo.maneggio

INVITO CONFERENZA STAMPA

 

Il Movimento Popolare consapevole delle difficoltà finora riscontrate nel ricomporre un quadro di alleanze capaci di dar vita ad una seria alternativa a questa amministrazione che sempre più sta sprofondando il nostro paese in una irreversibile crisi socio-culturale ed economico-finanziaria, ritiene di assumere una iniziativa politica per superare le contrapposizioni, i veti e le resistenze presenti in questa fase che stanno determinando un pericoloso stallo nell’attuale scenario politico.

Il nostro impegno, coerente e trasparente, ha sempre avuto l’obiettivo di costruire un’alleanza più ampia possibile partendo da un accordo iniziale tra quelle forze politiche che, per affinità comuni si sono rese immediatamente disponibili.

Per l’onestà che ci contraddistingue, dobbiamo prendere atto che alcuni comportamenti di qualche promotore di questa unione d’intenti hanno evidenziato un’incoerenza rispetto al solco tracciato e hanno fatto venir meno le ragioni dello stare insieme.

Siamo, nel contempo, fortemente preoccupati del fatto che in prossimità delle imminenti elezioni amministrative, le forze politiche d’opposizione rimangono ancora arroccate sulle proprie posizioni creando un corto circuito di comunicazione e dialogo.

A tal proposito, al fine di accelerare un processo di aggregazione, presenteremo un’iniziativa politica che, secondo noi in perfetta sintesi, potrà facilitare un solido accordo fra le parti interessate coniugando la reale volontà di cambiamento con l’esigenza di individuare le capacità amministrative presenti nel variegato panorama politico  e nella società civile, necessarie per dar vita ad un progetto politico-amministrativo a misura della nostra comunità.

Pertanto invitiamo tutti i partiti, i movimenti, le associazioni e tutti coloro interessati, alla conferenza stampa che terremo nella sede del nostro Movimento Venerdi 30 Dicembre alle ore 18,00.

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »