Creato da Praj il 30/11/2005
Riflessioni, meditazioni... la via dell'accettazione come percorso interiore alla scoperta dell'Essenza - ovvero l'originale spiritualità non duale di Claudio Prajnaram

Area personale

 

Ultime visite al Blog

lubopoMarquisDeLaPhoenixPrajLUCE55YOGIsofiastreacipolgomma10enrico505antropoeticoLadyeoneIrrequietaDcigliaalcioccolatodecisa.proprioansiana3pietroiaffa
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
 

Ultimi commenti




 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Disclaimer:

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
Le immagini pubblicate e i video tutte tratti da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Questo vale anche per alcuni brevi estratti di testo presi da alcune pubblicazioni, di cui però è sempre citata la fonte.
Qualora il loro utilizzo violasse i diritti d’autore, lo si comunichi all’autore del blog che provvederà alla loro immediata rimozione.

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

IL GIUSTO DISINCANTO

Post n°2927 pubblicato il 05 Luglio 2015 da Praj
 

Mi sono fatto tante illusioni su persone e cose, ho creduto a tante balle... ma anche ciò è servito.
A cosa? A quel che sono ora: tutto sommato in pace, e contento di me stesso. Di certi errori e sviste, l'utilità la comprendi solo a posteriori, quando sei arrivato a osservare la tua vita e i tuoi sbagli con il giusto disincanto. Ciò vuol dire che forse qualcosa d'importante hai imparato.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

C'E' CALDO? e ALLORA?

Post n°2926 pubblicato il 04 Luglio 2015 da Praj
 

Con il bombardamento di notizie sul caldo afoso, temperature roventi, i media ci marciano alla grande per riempire i notiziari e suggestionare le persone.
Vorrei però far osservare che è da quando sono al mondo che a Luglio c'è più o meno questa temperatura, quest'afa e umidità. Dov'è la novità, la notizia?
Signori, per favore, date le poche informazioni meteorologiche necessarie che servono e non queste tutte banalità fatte d'interviste ridicole sul caldo "insopportabile" in piena estate. Non ne abbiamo bisogno: ora siamo adulti...

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CREDITORE E DEBITORE

Post n°2925 pubblicato il 03 Luglio 2015 da Praj
 

I debiti contratti liberamente andrebbero sempre pagati, fra gli uomini e fra gli stati, come principio di base e regola. Detto questo, però il buon senso lungimirante, e non il burocratismo economico finanziario degli uomini e degli stati, vorrebbe anche che si trovassero i modi più adeguati e umanamente possibili per permettere al debitore di onorare gli impegni assunti, quando questi è veramente in difficoltà e il creditore può anche permettersi di prorogare, dilazionare le scadenze di pagamento. Anche perché facendo "morire" il debitore" si perdono capra e cavoli. Anche se sembra un'ovvietà, il burocrate, il banchiere o il governante faticano a capire questa banale logica.
°°°
Si ricorda in questo caso l'episodio di un tale che voleva addestrare il suo asino a non mangiare.
L'animale all'inizio ragliava, poi sempre più debole non riusciva nemmeno a fare quello.
Lo stolto non sentendo il raglio dell'animale, credeva che l'asino avesse imparato la lezione, ed era contento.
Un giorno, l'asino morì. Il padrone si lamentava: "E' morto proprio ora che aveva imparato a non mangiare!"

 

 

Nella democrazia rappresentativa, nelle elezioni politiche o referendum,  a prescindere dalle ragioni delle opposte fazioni, la minoranza rumorosa, la più appariscente, perde quasi sempre con la maggioranza silenziosa, la più schiva e meno incline ad esporsi. E' un'annotazione di ordine storico, fattuale. Per cui credo che domenica prossima, nel referendum greco, è molto probabile che vinca il "sì", nonostante tutto. Forse sarà troppa la paura della maggioranza della popolazione di passare dall'euro alla dracma... o forse sarà smentita stavolta, data la situazione pesante per il popolo greco, la casistica storica?



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CHIEDERE PERDONO?

Post n°2924 pubblicato il 02 Luglio 2015 da Praj
 

Chiedere perdono a chi? No, grazie. La colpa non me la prendo più in carico.
Per quanto mi riguarda, mi sono e ho già perdonato... Fine del 'mea culpa'.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SENZA ASPETTATIVE, SENZA DOMANDE

Post n°2923 pubblicato il 02 Luglio 2015 da Praj
 

..."Non vi dovete mettere in accordo con ciò che c’è, altrimenti vi sentirete sempre in disaccordo.
Voler essere in accordo è una PAURA.
Paura di cosa?
La causa...
della paura è immaginaria. Ad un certo momento uno smette di tremare. Ciò che è presente è l’accordo stesso. Quando io non lo considero più come positivo o negativo, come riuscita o come fallimento, ciò che si presenta non è altro che me stesso, la mia risonanza, là c’è un accordo autentico. Non c’è più un accordo fra un oggetto e un soggetto, è un accordo di unità, senza separazione. Un accordo con il vostro corpo sia che soffra o che stia bene, con la vita, con ciò che vi offre. Senza domanda di riuscita, se non di ricevere ciò che c’è.
E’ straordinario ascoltare. Questo trascende ciò che uno ascolta. L’accordo profondo della vita consiste nell’ascoltare. Stare un istante senza domande, senza aspettative, è la cosa più semplice che ci sia. Là voi siete legati a tutti gli esseri, a tutti. Là c’è simbiosi.
Se provate a mettervi in accordo con ciò che “va bene”, vi metterete in accordo con una ideologia: se siete musulmani vi metterete in accordo con la charia o la vostra tarika, se siete buddisti vi metterete con il Sangha o il dharma; con i vostri concetti se siete atei, etc… Questo tipo di accordo ha poco valore.
E’ necessario mettersi in accordo con ciò che si presenta nell’istante. Ma questo non riuscite a farlo. C’è una grazia che vi chiama e voi rifiutate ad ogni istante perché volete essere in accordo con l’istante precedente… Vedere il meccanismo.
L’emozione che sorge in me, è con lei che devo essere in accordo. Non c’è nient’altro."

Tratto da: De l'abandon, di Eric Baret

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

l'UNICO VERO MAESTRO

Post n°2922 pubblicato il 01 Luglio 2015 da Praj
 

Più avrai il coraggio di staccarti, con amore e consapevolezza, dal tuo maestro personale, più t'avvicinerai, fino a fonderti, all'unico Maestro impersonale quale lui realmente è in essenza: il Sè. Hai avuto bisogno, com'era naturale per crescere e fiorire, d'adorare una forma particolare della Coscienza, ora però che sei maturo, sai e puoi riconoscerti nell'Universale, sempre dentro e intorno a Te. Ora finalmente sei a Casa, ovunque, anche qui.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SPIRITO DA BEOTA

Post n°2921 pubblicato il 01 Luglio 2015 da Praj
 

 

Beota è chi spaccia la povertà di spirito con lo spirito povero.



 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ESPANDERE LA COSCIENZA

Post n°2920 pubblicato il 01 Luglio 2015 da Praj
 

Non c’è nessun’altra redenzione per l’umanità che quella di diventare consapevoli della propria divinità. Voi siete i semi di questa comprensione. Qualunque cosa voi pensiate, qualunque cosa voi comprendiate, eleva ed espande la coscienza ovunque. Quando vivete ciò che siete arrivati a capire, totalmente per il bene della vostra vita e del suo scopo, permettete ad altri di vedere in voi un modo di pensare più ampio, una comprensione più profonda, un’esistenza più finalizzata di quella che essi vedono tutt’attorno a sé.
Elevare ed ampliare la vostra stessa coscienza attraverso la conoscenza è illuminazione. Non è un rituale spirituale. É comprensione.

Ramtha (JZ Knight)


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PONTI ARCOBALENO

Post n°2919 pubblicato il 30 Giugno 2015 da Praj
 

La sostanza grigia è ottima per costruire ponti materiali,
ma non basta o serve per danzare felici sotto i ponti arcobaleno dell'essenza.
Anzi, ne è d'ostacolo.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CONDIZIONAMENTI SPIRITUALI

Post n°2918 pubblicato il 30 Giugno 2015 da Praj
 

Un maestro buddhista leggeva un bellissimo testo. Alla fine della lettura, gli posero la domanda: "Chi l'ha scritto?". Il maestro rispose: "Se rispondessi il Buddha, lo adorereste coprendolo ogni mattina di fiori. Se rispondessi un patriarca, lo onorereste ma senza l'adorazione tributatagli se fosse stato scritto dal Buddha. Se rispondessi un monaco, non sapreste cosa pensare.
Se rispondessi il cuoco, ne ridereste soltanto".

Dal libro "La Coscienza parla" di Ramesh S. Balsekar - Ubaldini Editore

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PESI E ZAVORRA

Post n°2917 pubblicato il 30 Giugno 2015 da Praj
 

Sono i pesi e contrappesi che ci portiamo appresso che rendono il cammino esistenziale una storia pesante, invece che piacevole e affascinante, viva.
Sapessimo quanta zavorra fisica e mentale è da buttare correremmo subito alla discarica, per alleggerirci e spiccare qualche salto di gioia.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CURIOSE FINZIONI

Post n°2916 pubblicato il 29 Giugno 2015 da Praj
 

Se fai finta di essere buono, il mondo ti prende molto seriamente.
Se fai finta di essere malvagio, il mondo non ci crede.
È sbalorditiva la stupidità dell'ottimismo.
(Oscar Wilde)


 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ASCOLTA QUEGLI AMICI

Post n°2915 pubblicato il 29 Giugno 2015 da Praj
 

Smetti di macinare pensieri e cerca di farti trovare più spesso in casa dai tuoi fra i più sinceri amici: silenzio e consapevolezza. Dai loro più ospitalità: allora non ti sentirai così confuso e solo, come quando vagabondi nel fantasticare.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

GODITI IL MISTERO

Post n°2914 pubblicato il 27 Giugno 2015 da Praj
 

Di fronte all'ipotesi o fatto che il caso non esista e che il libero arbitrio sia illusione o non lo sia, cos'altro ci resta da fare se non che vivere la vita come se avessimo la libertà di scelta, proprio come stiamo facendo adesso? Siccome la mente non potrà mai venire a capo di questo dilemma, se siamo liberi o meno, perchè la sua natura dualistica non è attrezzata per la comprensione assoluta dell'unità nella molteplicità, non ci resta che godere al meglio di questa favolosa e magica opportunità di essere in questo corpo-mente e abitare questo fantastico universo. Possiamo abbandonarci, o crearcelo se lo vogliamo, è lo stesso, a un destino che fondamentalmente non è nelle nostre mani, o forse lo è, ma che possiamo contemplare in beatitudine in quanto coscienza individuata dell'Uno. Siamo dunque il Tutto - sia in azione che contemplazione di sè stesso. Goditi allora il ciò che è qui e adesso.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA CALMA NEL CUORE

Post n°2913 pubblicato il 26 Giugno 2015 da Praj
 

Quando dentro o intorno a te cresce la tensione
non reagire, fermati e ascolta quel che ti succede:
è un' occasione buona per entrar in meditazione,
la via per trovar la calma che il cuor ora non vede.



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L'AZIONE INCONSAPEVOLE CREA KARMA

Post n°2912 pubblicato il 26 Giugno 2015 da Praj
 

Cerca di comprendere il concetto orientale di libertà. In Occidente la libertà ha una connotazione di libertà politica. In India non ci preoccupiamo molto della libertà politica perché diciamo che, se non sei libero spiritualmente, non fa molta differenza se sei libero politicamente oppure no. La cosa fondamentale è essere libero spiritualmente. La schiavitù è creata dai karma. Tutto ciò che fai in modo inconsapevole, diventa karma. Qualsiasi azione fatta inconsapevolmente diventa un karma perché un’azione inconsapevole non è affatto un’azione: è una reazione.
(Osho)


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

UN KARMA DEI POPOLI?

Post n°2911 pubblicato il 26 Giugno 2015 da Praj
 

Esiste un karma dei popoli, come quello individuale, ammesso che ci sia?
O è tutta un'assurdità fantasiosa sostenuta dalle religioni orientali e new age?
Oppure, anche il film karmico è un'illusione di un modo di vedere dualistico?

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DELUSIONE E ILLUSIONE

Post n°2910 pubblicato il 25 Giugno 2015 da Praj
 

Quando si "delude" qualcuno, perchè le nostre opinioni, comportamenti o atti non corrispondono alle sue aspettative, si smonta solo la sua irreale idea di noi. Non si cerchi dunque di non deludere soltanto per accondiscendere alle immaginazioni o fantasie fatte su noi, ma si aiuti piuttosto l'altro a disilludersi sul nostro conto, con paziente amorevolezza e spirito d'accettazione. Quand'è possibile. Attraverso questo processo di disillusione si possono poi creare le condizioni migliori per rapporti più veri, maturi e comprensivi, sempre se voluti davvero. La disillusione dunque è un potente vaccino psico-spirituale.
E' prevenzione, cura... di un qualche mal di vivere che ci si proietta addosso l'un con l'altro, di cui non ci si prende la responsabilità del fatto che siamo stati noi i veri produttori del film che ci ha deluso.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CONTATTA LE TUE EMOZIONI

Post n°2909 pubblicato il 24 Giugno 2015 da Praj
 

Guida pratica: giustificare tutto e tutti non aiuta.

Contatta le tue emozioni
L’ipercomprensivo non è un sentimentale. Anzi, è totalmente razionale e sopprime le sue emozioni alla radice, fino a non sentirle più. Esercitati a ricontattarle e poi ad esprimerle. Ogni tanto dì a te stesso, ad altra voce, cosa provi realmente di fronte a vari comportamenti altrui: “In questo momento sono sereno, ansioso, contrariato…”.

Spegni quel “personaggio”
Quella dell’ipercompresione è una maschera: l’immagine della “bella persona” da cui non escono critiche o emozioni negative, fin da piccoli serve in primis per farsi accettare dagli altri. Salvare l’immagine dell’altro in realtà equivale a salvare se stessi: comprendi questa dinamica e abbandonerai il personaggio buonista.
È il primo passo per essere te stesso.

(Raffaele Morelli)


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

KARMA

Post n°2908 pubblicato il 24 Giugno 2015 da Praj
 

Il karma è l’insieme di tutte quelle esperienze che l’individualità deve ancora esperire prima di disciogliersi, svelando il puro essere.
(Bodhananda)



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »