Creato da antonioi0 il 05/02/2009
CULTURA E GIUSTIZIA
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

FACEBOOK

 
 

I miei link preferiti

 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 
 

Ultime visite al Blog

antonioi0cassetta2cile54sagredo58annaincantocolomboenricoecNoirNapoletanomimma.dosiamorino11Fanny_Wilmotprofumo_di_caffeSky_Eagleblue.sky00aquiladellanotte_xxx
 

 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1662 pubblicato il 20 Settembre 2017 da antonioi0

Il DM 139/2007 sul nuovo obbligo di istruzione

Il DM 139/2007 sull’innalzamento dell’obbligo di istruzione fornisce le indicazioni

per il curricolo del biennio obbligatorio della scuola secondaria di secondo

 

grado.

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1661 pubblicato il 19 Settembre 2017 da antonioi0

Ciò che interessa qui portare all’attenzione è il fatto che i vecchi indicatori,

opportunamente rielaborati in prospettiva di competenza, possono costituire una

valida ispirazione per l’individuazione dei risultati di apprendimento in termini di

competenze da sviluppare nel curricolo.

 

 

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1660 pubblicato il 18 Settembre 2017 da antonioi0

Di ciò si parlerà più diffusamente nei capitoli dedicati alla valutazione.

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1659 pubblicato il 17 Settembre 2017 da antonioi0

Gli esiti delle verifiche e delle osservazioni, opportunamente letti

e interpretati in base a criteri esplicitati a priori, permettono ai docenti di esprimere

valutazioni intermedie e finali sui diversi aspetti dell’apprendimento e, quindi, la

comunicazione sintetica del giudizio tramite gli strumenti di comunicazione della

 

valutazione.

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1658 pubblicato il 16 Settembre 2017 da antonioi0

Il processo di valutazione deve essere un’operazione

complessa, continua, che si basa su verifiche condotte con strumenti diversi e in

 

modo sistematico.

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1657 pubblicato il 16 Settembre 2017 da antonioi0

Il processo di valutazione deve essere un’operazione

complessa, continua, che si basa su verifiche condotte con strumenti diversi e in

 

modo sistematico.

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1656 pubblicato il 15 Settembre 2017 da antonioi0

Va anche evidenziato che la pagella, le schede di valutazione ecc. sono strumenti

di comunicazione della valutazione e non coincidono con il processo di valutazione

 

dei risultati di apprendimento. 

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1655 pubblicato il 14 Settembre 2017 da antonioi0

È utile precisare che, dal punto di vista docimologico e

statistico, la valutazione mediante aggettivi e la valutazione in decimi sono equivalenti,

 

trattandosi in entrambi i casi di scale ordinali.

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1654 pubblicato il 13 Settembre 2017 da antonioi0

Tale modello rimase in vigore fino all’emanazione della L 169/2009 che ripristinò

 

la valutazione in decimi. 

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1653 pubblicato il 12 Settembre 2017 da antonioi0

Tale semplificazione, in realtà, tolse trasparenza

alla valutazione, riportando il giudizio alla disciplina nel suo complesso,

togliendo forza alla potenza esplicativa degli indicatori e, di fatto, riducendo la

 

valutazione a un voto, ancorché espresso mediante un aggettivo.

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1652 pubblicato il 11 Settembre 2017 da antonioi0

Gli indicatori rimasero come

 

orientamento della valutazione sintetica.

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1651 pubblicato il 10 Settembre 2017 da antonioi0

Il Ministero, con l’intenzione di semplificare, negli anni successivi soppresse la

valutazione distinta per indicatori e riformò il modello di scheda con l’indicazione

di formulare un giudizio sintetico descrittivo per disciplina sulla scala ordinale

 

ottimo-distinto-buono-sufficiente-non sufficiente”. 

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1650 pubblicato il 09 Settembre 2017 da antonioi0

Gli indicatori, inoltre, rappresentavano un’esplicitazione dei nuclei fondamentali

della disciplina, che era essenziale esplorare per poter dire di padroneggiarla.

 

 

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1649 pubblicato il 08 Settembre 2017 da antonioi0

La valutazione distinta per singoli indicatori permetteva di dare

conto, in modo assai trasparente, dei punti di forza e di debolezza dell’allievo nella

 

disciplina.

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1648 pubblicato il 07 Settembre 2017 da antonioi0

Potevano, infatti, essere ulteriormente declinati in abilità

più specifiche e conoscenze, a partire dalle quali era possibile strutturare unità

didattiche e relativi strumenti di verifica e valutazione assai precisi e docimologicamente

 

rigorosi. 

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1647 pubblicato il 06 Settembre 2017 da antonioi0

Gli indicatori di padronanza, pur non inserendosi ancora nella prospettiva della

competenza, permettevano, tuttavia, di strutturare già allora un curricolo articolato

 

per abilità e conoscenze. 

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1646 pubblicato il 05 Settembre 2017 da antonioi0

TABELLA 3.1

Indicatori Giudizio (da eccellente a gravemente

insufficiente)

Ascoltare, comprendere, comunicare oralmente A B C D E

Leggere e comprendere testi diversi A B C D E

Produrre e rielaborare testi scritti di vario tipo A B C D E

Riconoscere le strutture morfosintattiche della lingua

e arricchire il lessico A B C D E

 

 

 

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1645 pubblicato il 04 Settembre 2017 da antonioi0

Nella tabella 3.1 riportiamo, a titolo di esempio, lo sviluppo di indicatori per la

lingua italiana.

 

 

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1644 pubblicato il 03 Settembre 2017 da antonioi0

La scheda di valutazione prevedeva, per ogni disciplina, una lista di indicatori di

padronanza che dovevano essere valutati su una scala alfabetica centenaria da A a E.

 

 

 
 
 

COSTRUIRE UN CURRICOLO PER COMPETENZE E DESCRIVERE I RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Post n°1643 pubblicato il 02 Settembre 2017 da antonioi0

Ne diamo di seguito una sintetica illustrazione.

L’allegato 2 alla OM 236 del 1993 sulla scheda di valutazione

degli apprendimenti

Nel 1993 il Ministero della Pubblica Istruzione emanò un nuovo modello di

scheda di valutazione sia per la scuola elementare sia per la scuola media, in sostituzione

 

di quella “narrativa” prevista dalla L 517 del 1977.

 
 
 
Successivi »