Creato da n_i_n_f_e_a il 14/12/2009

L'invisibile sguardo

gli occhi della Luna sono verdi

 

« Cancro: le cinque leggi ...Per la serie: "Ti raccon... »

Cancro: le cinque leggi biologiche secondo il dr. Hamer - Nuova Medicina Germanica

Terza legge:
Il sistema ontogenetico dei tumori e delle malattie equivalenti

Il termine ontogenetico si riferisce alla vita embrionale dell'individuo e si
parla di "malattie equivalenti" perché non solo i tumori, ma tutte la malattie,
si comportano secondo l'enunciato delle cinque leggi.
La ragione di tutti i comportamenti biologici risale alla notte dei tempi e
comincia con l'apparizione della prima cellula sul nostro pianeta.
Abbiamo già detto che l'uomo non sarebbe potuto sopravvivere fino ad
oggi se non avesse integrato nel suo cervello programmi biologici di
sopravvivenza volti al superamento di ogni genere di ostacoli che nel
corso dei millenni si sono presentati sul cammino della sua evoluzione.
Una volta superato l'ostacolo, la soluzione viene trasmessa alle
generazioni future: nei primi due mesi di vita intrauterina il feto
incarna tutta questa memoria dall'inizio della vita ad oggi
.

- prima tappa dell' evoluzione:
La cellula per continuare deve respirare, mangiare, eliminare e 
riprodursi. Col passare dei secoli la nostra cellula si associa ad altre
cellule e diventa un organismo pluricellulare adattandosi così alle
situazioni contingenti. Se, per esempio, esso vive in un luogo dove
l'ossigeno scarseggia, entra in una fase di stress e trova la
soluzione al problema moltiplicando le cellule specializzate nella
respirazione. Creerà una specie di tumore, una proliferazione cellulare.
Dunque a questo stadio della vita, la sopravvivenza è assicurata
da un aumento delle cellule là dove è necessario e l'ordine
di proliferazione viene impartito da una
struttura cerebrale arcaica che diverrà il tronco cerebrale. 
Ciò che avviene nel ventre materno in qualche modo
ripercorre tutti gli stadi dell'evoluzione, tant'è vero che,
nel corso del suo sviluppo, l'embrione
sembrerà di volta in volta un'ameba, un girino, ecc.
Cos'à ereditato l'uomo moderno dalla prima tappa dell'evoluzione
della vita sulla Terra? Quali sono gli eventi conflittuali?
Sono conflitti che riguardano il...boccone! Un boccone di
cibo, d'aria, un boccone da espellere, un boccone in senso
figurato (nutrirsi, respirare, eliminare). L'uomo quando
si sente crollare tutto addosso, il cervello trattiene i liquidi.
Per quanto riguarda la funzione riproduttiva, i conflitti
interesseranno l'endometrio e parte della prostata. 

- seconda tappa dell'evoluzione:
Qui assistiamo al passaggio degli organismi viventi dall'ambiente
acquatico a quello terrestre. Ora deve proteggersi dal nuovo
mondo che lo circonda: là dove sarà aggredito dai raggi solari,
il cervello produrrà un ispessimento delle membrane per evitare
di morire bruciato. Nel ventre materno, l'embrione continua a
perfezionarsi irrubostendo tutte le membrane: derma, pleura,
peritoneo, pericardio.Quali tracce psichiche rimarranno registrate
nella memoria dell'uomo moderno? In generale tutti i conflitti
relativi alla paura di venire aggrediti, di subire un'aggressione
contro l'integrità fisica all'altezza del torace (mesotelioma pleurico),
della cavità addominale (mesotelioma peritoneale),
del cuore (mesotelioma del pericardio). Fanno ancora parte tutti
i conflitti relativi al sentirsi in qualche modo colpiti nella propria
integrità morale, insozzati:
 attacchi vissuti sulla pelle che daranno
luogo a melanomi. La pelle è la parte del nostro corpo che
per prima entra in contatto con gli altri individui.

- terza tappa dell'evoluzione: 
Per il nostro piccolo organismo è ora di muoversi, esplorare
l'ambiente circostante. Dovrà quindi sviluppare uno scheletro,
dei muscoli e dei tendini. Ma se il mondo verso il quale tende
(la terra) non è migliore di quello dal quale proviene (l'acqua),
deciderà di tornare indietro e dovrà quindi perdere gli organi 
che aveva espressamente sviluppato: dovrà fare una lisi
(riduzione cellulare, necrosi), perdere sostanza.
Nel ventre materno comincia è il momento in cui compare
il sistema osseo e muscolare. Questa fase corrisponde allo
sviluppo del proprio valore. Qui i conflitti sono di 
svalutazione di sé (osteoporosi).

- quarta tappa dell'evoluzione:
E' un ulteriore precisarsi di tutte le tappe precedenti, il passaggio
da: "mi sposto sulla superficie e mi misuro con il nuovo ambiente"
a "entro in comunicazione con altri individui". Si affinano gli organi
sensoriali:Sul piano psichico assistiamo ad una proiezione
di sé in un contesto sempre più vasto e complesso.
Se ho paura di morire la soluzione biologica del cervello sarà
quella di aumentare gli alveoli polmonari per prendere più
aria e sopravvivere, insomma una proliferazione cellulare,
un cancro ai polmoni. Se invece mi "tolgono il fiato", mi "manca
il respiro", ossia un conflitto dipendente dal mio rapporto con
gli altri, la soluzione sarà quella di ulcerare i bronchi affinché
passi più aria. Mentre se il conflitto è legato a dover andare allo
stesso tempo in due direzioni diverse e non sappiamo cosa
decidere, la soluzione biologica è la paralisi
delle gambe (blocco funzionale).

In sintesi:
Al verificarsi di un conflitto inatteso, senza soluzione apparente,
vissuto in solitudine, la patologia si esprime contemporaneamente
a livello mentale, cerebrale e organico.
- a livello mentale c'è uno stato di stress permanente
- a livello cerebrale si verifica un corto circuito in una specifica
area del cervello
- a livello organico avviene la proliferazione cellulare (tumore)
oppure la lisi (perdita di sostanza) o ancora un blocco
funzionale (paralisi).

L'eliminazione del conflitto è la chiave di svolta che permette
di passare alla fase di riparazione.

Quarta legge:
I microbi sono al servizio del cervello

I microbi sono nostri alleati, sono loro che si occupano di riparare
i danni durante la seconda fase. E' il cervello che invia l'ordine ai
nostri amici virus, funghi o batteri.Tutti i microbi arrivano,
proliferano e scompaiono per favorire la riparazione
secondo una logica ben precisa in sincronia con il nostro cervello
e il nostro corpo. Essi fanno parte del programma biologico
della Natura.l'uomo convive con i microbi: il nostro corpo
contiene dieci volte più batteri che cellule umane: 
centomila miliardi.
I microbi, contrariamente a quanto pensato
dalla medicina tradizionale, sono parte del programma biologico
sensato della natura, si attivano nel momento della
risoluzione del conflitto, e non sono essi stessi
causa della malattia. E' il cervello che invia l'ordine a virus,
funghi e batteri sollecitandoli a svolgere il lavoro che devono
svolgere nel processo di riparazione. Fin da quando furono
scoperti, sono stati considerati dalla medicina ufficiale dei nemici
dell'organismo contro i quali la ricerca scientifica ha sviluppato
medicine sempre più forti. In realtà nel corpo sono presenti
dieci volte più batteri che cellule umane.
Hamer ha scoperto che essi si attivano e proliferano solo
in fase di risoluzione del conflitto lavorando in simbiosi con
gli organi interessati. E' per questo che, esaminando un tessuto
infiammato, sono presenti funghi batteri e virus:
essi non sono la causa della malattia ma si
sono attivati sotto il preciso ordine del cervello.

 Quinta legge:
legge della quintessenza

Tutti i comportamenti dell'uomo (e malattie) sono determinati da
programmi speciali di sopravvivenza inscritti nel cervello fin dalla
notte dei tempi. La malattia è una soluzione biologica del cervello,
l'ultima possibilità di sopravvivenza.
Ogni organismo vivente possiede un cervello più o meno sviluppato,
in grado di captare inconsciamente le informazioni provenienti dal
mondo che lo circonda. Le cellule i batteri che abitano in noi, i vari
organi, tutto funziona all'unisono, con lo stesso ritmo del cervello
principale. 
Questa quinta legge sintetizza le scoperte del Dott. Hamer
sostenendo che in natura non esiste niente che sia "benigno o maligno"
ma tutto si basa su un perfetto equilibrio volto a mantenere la specie
e garantirne la sopravvivenza. La malattia è la soluzione biologica
perfetta del nostro cervello, l'ultima possibilità di sopravvivenza.

stelle 
La malattia ha sempre un senso.
Essa è utile, necessaria, vitale per l'individuo e per l'evoluzione della specie.

(fine)

Commenti al Post:
stelladelmare.m
stelladelmare.m il 23/06/12 alle 17:55 via WEB
un abbraccio infinito. clicca è per te*
 
 
n_i_n_f_e_a
n_i_n_f_e_a il 26/06/12 alle 15:48 via WEB
Ciao stella, grazie del Tuo Bene, un bacio.
 
BigBoss_Project
BigBoss_Project il 25/06/12 alle 14:37 via WEB
molto interessante... come ti ho già detto questi post sono molto interessanti... la mia domenda è se i chakra influenzano le leggi che hai citato in questi post... un bacione... BigBoss
 
 
n_i_n_f_e_a
n_i_n_f_e_a il 26/06/12 alle 15:48 via WEB
Bella domanda Big! ^___^ In questi post, dedicati al dr. Hamer e alle sue ricerche e conclusioni sul cancro, si parla dell'origine di TUTTI i mali, si parla cioè del CONFLITTO SPIRITUALE, di quella Cosa che è il MAL-ESSERE DELL'ANIMA, si parla della malattia dell'Anima; l'Anima (lo Spirito) non parla come si fa comunemente, lei comunica, con chiunque, attraverso il Corpo materiale che occupa. Nelle varie defaillances che il corpo manifesta è interessato il chakra corrispondente. I chakras sono "ruote" di energia (il respiro divino) dislocate in precise parti del corpo materiale, il benessere di ciascuna "ruota" di energia è dovuto al suo movimento spiraliforme regolare. Le persone che sono coscienti di questa esistenza (intendo quella dei chakras) possono, maggiormente rispetto ad altre, mantenere in equilibrio la propria salute. Gli impulsi che partono dal cervello possono essere correttamente indirizzati e dominati attraverso la presa di coscienza delle Cose e la volontà. Ognuno di noi dovrebbe avviare e mantenere aperto il dialogo con se stesso/a senza mentirsi MAI. Siamo fatti di energia, se non la lasciamo fluire nel corretto modo nascono i conflitti interiori che danno origine alle malattie del corpo. Baci.
 
   
BigBoss_Project
BigBoss_Project il 28/06/12 alle 18:10 via WEB
grazie come sempre delle tue risposte molto esaudienti... bacio... BigBoss
 
     
n_i_n_f_e_a
n_i_n_f_e_a il 29/06/12 alle 21:23 via WEB
Grazie a te di esserci. Un bacio.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

REIKI

I cinque principi
di USUI

*  Solo per oggi,
    non ti arrabbiare.

*  Solo per oggi,
    non ti preoccupare.

*  Solo per oggi,
conta le tue benedizioni,
onora i genitori,
i tuoi insegnanti,
i tuoi vicini,
mangia il cibo
con gratitudine.

*  Solo per oggi,
vivi onestamente.

*  Solo per oggi,
sii gentile con tutto
ciò che vive.

 buddha

Fiore della Vita

Nella struttura più semplice
si riconosce una matematica
perfetta.
All'interno del Fiore della Vita,
sono inscrivibili tutte le forme
dell'universo.
Ogni cosa è stata creata e
completata attraverso
questo schema.
Questo simbolo trasmette
una vibrazione elevante.

merkaba - fioredellavita

 

 

stelline stella  stelline

Sia Luce Eterna in tutti Voi,
in ogni Cellula
del Vostro corpo,
in ogni Pensiero
della Vostra mente,
in ogni Battito
del Vostro cuore,
in ogni Parola
delle Vostre labbra,
in ogni Movimento
del Vostro fare,
in ogni Silenzio
della Vostra coscienza.
Vi abbraccio nella Luce
Amore & Pace
regnino sovrani.

stelline stella  stelline

n_i_n_f_e_a


ninfea

Sono nelle tue mani:
custodiscimi, proteggimi,
rispettami, AMAMI

pianeta terra e luna
bandiera della Pace

 

IL DUO

il duo

Il Duo:
Sole e Luna
Maschile e Femminile
Padre e Madre
per ottenere
il Figlio
e comporre
il Trino
che è l'Uno

cuore-farfalle

 

ALBERO DELLA VITA - SEPHIROT

sephirot

AVVISO AI VISITATORI

tutte le poesie e i
pensieri che sono
in questo blog e nel
relativo profilo
sono di mia produzione
e pertanto di mia esclusiva
proprietà. Si prega di
non copiare nulla
senza il mio permesso.
Le opere non mie
portano, in calce,
il nome dell'autore.

 

NO AL DENARO, SÌ ALL'AMORE

VIVI  E  LASCIA  VIVERE

NON  PER  DENARO  MA SOLO  PER  AMORE  VERO

 

denaro del mondo

un cuore di fiori

 

NATURA

RISPETTA LA NATURA
E
RISPETTERAI TE STESSO

madre natura

RISVEGLIATI
AL
TUO CUORE

cuori

 

AIUTAMI A VIVERE...

delfino

 

volto di Gesù

Mi chiamate il MAESTRO
e non mi interrogate.
Mi chiamate vostra LUCE
e non mi vedete.
Mi chiamate la VERITA'
e non mi credete.
Mi chiamate la VIA
e non mi seguite.
Mi chiamate la VITA
e non mi desiderate.
Dite che sono SAGGIO
e non mi obbedite.
Dite che sono GIUSTO
e non mi temete.
Dite che sono ETERNO
e non mi cercate.
Dite che sono MISERICORDIA
e non avete fiducia.
Dite che sono NOBILE
e non mi servite.
Dite che sono ONNIPOTENTE
e non mi amate

 

 

G. SAND

 

 

solitudine

 

C'è un'unica

Felicità

nella Vita:

amare

e

essere amati

 

  


 

 

 

CUORE DI PIETRA

cuore

 

Ci sono cuori di pietra

... eppure la pietra respira

e vive...

come tutto l'Universo

 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

angiola.massimofrfenghelu.artegraziellagregorosarioforinosiro.ballosunshine.58nicktattooafrodite.58marghe68enrin_i_n_f_e_abixidamagiovanni20migliamari4570castellone.sabatino
 

SOLE - LUNA

 

ninfea

 

portafortuna

dono


di

marziabel

 

 

 

 

 

I MIEI BLOG AMICI

MAGIC MOMENTS

  stelle
ninfea

premio amicizia

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom