Creato da simona_77rm il 08/10/2008

IL MIO MONDO BLOG

pensieri e varia umanita'

 

Il mistero della ricca donna inglese scomparsa: riitrovata tra i clochard a Milano!

Post n°1396 pubblicato il 18 Settembre 2017 da simona_77rm
 

ricca-inglese-ritrovata-tra-clochard-a-milano

Ariane, la turista inglese scomparsa misteriosamente a Milano sei mesi fa, e' stata ritrovata sabato notte mentre dormiva su una grata in piazza Beccaria, sopra il locale caldaie dell’hotel Ambasciatori, a pochi passi da altri clochard.


Ariane, 50enne nata a Teheran ma residente a Londra,
ottimi studi, quattro lingue parlate, una carriera da manager in un’azienda di produzioni cinematografiche, era scomparsa dallo scorso marzo. In principio, alla famiglia che conosce la sua passione per i viaggi e la ricerca dell'indipendenza, quell'assenza non era parsa strana. La donna, (come riporta il Corriere), amava viaggiare e pernottava sempre in ottimi alberghi e resort durante le sue vacanze all'estero. Dopo alcune settimane di silenzio la famiglia, preoccupata, si era decisa a chiedere l'intervento di Scotland Yard.

 

La ricerca e' partita da Milano, luogo dove la donna era diretta, con una foto mostrata ovunque, a chiunque: tassisti, guardie, baristi, clienti dei bar, edicolanti e fiorai ma nessuno aveva mai visto la donna della foto. Si e' passati cosi' a setacciare altri ambienti, i dormitori dei senzatetto, le mense dei poveri, tra i barboni...E proprio li' la donna scomparsa e' stata finalmente rintracciata.

ricca-inglese-ritrovata-tra-clochard-a-milano

Arrivata alle due della notte tra sabato e ieri Ariane dormiva. Maglioncino e pantaloni corti. Stesa a terra senza coperte, forse vittima di un black-out mentale.

ricca-inglese-ritrovata-tra-clochard-a-milano

Questo il suo racconto, parziale, confuso, lunghi silenzi: "Non so spiegare... Forse camminavo, sono stata aggredita e derubata, e caduta a terra ho picchiato la testa... Dopo non avevo piu' la borsa con soldi, cellulare, documenti. Sono innamorata di Milano... Residenti, passanti e volontari offrivano un aiuto ma non volevo... Regalavano cibo e rifiutavo... Frugavo nei cestini dell'immondizia, cercavo da mangiare..." Poi l'abbraccio con la sorella avvenuto in Questura, un abbraccio vero, commosso. Sono andate insieme in Hotel. Ariane adesso dovra' essere visitata per scoprire un'eventuale causa scatenante.

 
 
 

La Boschi in posa con JustinTrudeau. Maria Elena cerca nuova visibilita?

Post n°1395 pubblicato il 16 Settembre 2017 da simona_77rm
 

boschi-foto-trudeau


Maria Elena Boschi, in visita istituzionale in Canada, ha incontrato Justin Trudeau, l'affascinante premier canadese leader dei Liberali, uno dei politici che ha maggiormente sfruttato la sua immagine giovanile sui social media. La ex ministra cerca di rispolverare la sua popolarita' un po' in declino facendosi ritrarre in pose meno "istituzionali" e piu' informali per recuperare consensi dopo esser diventata il volto simbolo della sconfitta del Governo Renzi e del PD.


Le foto della Boschi su Instagram riscuotono un grande successo e presentano un comune denominatore: la piega perfetta al capello e un sorriso a mille denti. Con l'andare dei giorni la bella Maria Elena deve averci preso gusto: sul suo profilo Instagram sono arrivati il selfie dal concerto di Tiziano Ferro e l'abbraccio con Roberto Bolle dopo un suo spettacolo. Tutti scatti di vita semplice, molto apprezzati, simili ai selfie della gente che si incontra ogni giorno per le strade. Tuttavia ci sono anche foto molto criticate come quella di lei seduta sull'autobus "in viaggio, di ritorno a casa", forse troppo propagandistica e poco realistica.


Comunque, ci sono scatti piu' apprezzati in assoluto: le foto in compagnia del fratello Pier Francesco, ingegnere 28enne fresco di laurea, in passerella sul red carpet a Venezia. Preso d'assalto per la sua bellezza, il fratellino della Sottosegretaria Boschi ha fatto impazzire migliaia di fan che ora lo adorano come una vera star.


boschi-e-fratello-redcarpet-venezia


Insomma la rimonta della Boschi e' iniziata insieme alla corsa alle urne. Se andra' male alle elezioni, beh pazienza: alla fine Maria Elena potra' contare sempre su un promettente futuro come fashion blogger.

 
 
 

Ragazze, a Firenze non guardate gli sconosciuti negli occhi!

Post n°1394 pubblicato il 12 Settembre 2017 da simona_77rm
 

ragazze-firenze-movida

Gli assurdi consigli per le ragazze americane a Firenze.

Dopo lo stupro denunciato da due studentesse che mercoledi notte u.s. sarebbero state violentate da due carabinieri in servizio, incontrati in discoteca, e' cominciato a circolare tra le ragazze americane una sorta di decalogo, una lista di istruzioni per le vacanza a Firenze, da seguire per evitare aggressioni.

Si tratta di un elenco di consigli per non rischiare di finire vittima di malintenzionati:

- «Non guardare gli sconosciuti negli occhi».

- «Non esagerare con l'alcol».

- «Non allontanarti dal drink perche' qualcuno potrebbe scioglierci droga».


In effetti limitare il consumo di alcol e tenere d'occhio il proprio bicchiere in un locale affollato, dovrebbe essere un comportamento istintivo, soprattutto in una discoteca. Io pero' vorrei capire come sia  possibile evitare di guardare negli occhi le persone che incrociamo in un locale da ballo.


Comunque, in qualunque citta' del mondo, il consiglio migliore resta sempre quello di non fermarsi per strada, alle tre di notte, ad aspettare che qualcuno ci dia un passaggio per tornare a casa...

 
 
 

Napoli “riabilitata” dal Sun. Scomparsa dalla lista nera delle citta' piu' pericolose al mondo.

Post n°1393 pubblicato il 22 Luglio 2017 da simona_77rm
 

agnese-renzi-a-napoli


Il Sun fa dietrofront: Napoli non risulta piu' nella "lista nera" compilata dal quotidiano britannico sulle 10 citta' piu' pericolose al mondo.
Scrive ilMessaggero.it: L'articolo del tabloid, pubblicato l'11 luglio scorso, e' stato aggiornato a ieri sera. La classifica riguardava i centri urbani ritenuti piu' a rischio in 10 diverse aree geografiche del mondo, scelti per le ragioni piu' varie: dal terrorismo alla droga, dagli omicidi alla presenza di gang mafiose o criminali, dalla guerra, ai disordini razziali, alla violazione dei diritti umani. Ne era venuta fuori una mappa in cui il capoluogo campano era stato additato come la citta' più pericolosa dell'Europa occidentale, accanto a luoghi come Mogadiscio o addirittura Raqqa (capitale dell'Isis in Siria, indicata per il Medio Oriente). Una scelta, quella del Sun, che aveva provocato molte polemiche e reazioni.


agnese-renzi


Intanto Agnese Renzi si trovava a Napoli
in visita speciale fra arte, cultura e bellezze naturali, proprio nei giorni in cui il Sun aveva decretato l'impietosa classifica per Napoli. Molto stupita, Lady Renzi aveva dichiarato: "Napoli e' una citta' stupenda, una delle piu' belle del mondo. Il vero pericolo qui, casomai, e' il rischio di ingrassare dopo tutte le cose squisite che abbiamo mangiato in questi giorni. Ieri sera abbiamo mangiato la pizza, ma qui e' tutto buono e non si puo' non assaggiare le varie delizie tipiche."


Dunque il dietrofront del tabloid inglese e' stato repentino ma non si sa cosa abbia convinto il Sun a modificare l'articolo.

"Probabilmente e' bastato sparare alle gambe del giornalista..."@Tommy_Rabbit 

'❁‿❁'

 
 
 

“Vietato lamentarsi”. Apparso un cartello sulla porta di Papa Francesco!

Post n°1392 pubblicato il 14 Luglio 2017 da simona_77rm
 

cartello-vietato-lamentarsi

Papa Francesco non va in vacanza ma come consuetudine resta anche d'estate in Vaticano. Le "vacanze" di Bergoglio si svolgono in Casa Santa Marta, alla scrivania del suo studio pontificio dove accoglie quotidianamente i pellegrini . A fotografare il cartello e' stato un sacerdote della Casa, amico di lunga data di Bergoglio, a cui Papa Francesco aveva mostrato divertito il cartello che aveva voluto affiggere sulla porta.

papa-bergoglio-con-salvo-noe

Si tratta di un'invenzione di Salvo Noe', autore di libri e di corsi motivazionali, psicologo e psicoterapeuta dal nome biblico. Nell'ultimo dei suoi volumi ha dedicato alcune pagine proprio a Bergoglio. Lo scorso 14 giugno, al termine dell'udienza in piazza San Pietro, Noe' aveva potuto salutare per alcuni istanti Francesco: gli aveva donato il libro, un braccialetto e il cartello immediatamente apprezzato dal Papa che aveva replicato sorridendo: «Lo mettero' alla porta del mio ufficio dove ricevo le persone».

 
 
 
Successivi »
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: simona_77rm
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 38
Prov: RM
 

FB E TWITTER

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

LINK PREFERITI

- QUOTIDIANI.net
- SKY streaming
RAI-TV streaming 
- Radio italiane streaming

 

CITAZIONI FAMOSE

http://d2nfj4ph0k85j8.cloudfront.net/wp-content/uploads/2012/05/lasoluzionellacrisinonsonoletasse.jpg?1b06f1

http://www.tuttowebmaster.it/imgs/0.380281807928444-original.jpg

«Finalmente ora la Libia e' uno Stato libero
Giorgio Napolitano, 2011

pacchidono
I VOSTRI DONI QUI

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 197
 

CHI PỦ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

LIVE TRAFFIC FEED

motori di ricerca

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom