Il Vento Del Tempo

Da un'antica leggenda tramandata di padre in figlio, nasce un romanzo...Storie e leggende da Atlantide!

 

MEMBRI ONORARI

Membri autorizzati a scrivere in questo blog:

* lunedi.bs
* kemetatlantis
* Anekh

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

VIAGGIO NEL MONDO PERDUTO













 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

 

La Storia!

Post n°161 pubblicato il 09 Agosto 2012 da Lare_il_silenzio
 
Foto di Lare_il_silenzio

Ho sentito di un padre
mentre suo figlio nasceva in un ospedale qualsiasi lui non ne conosceva l'esistenza.

Ho sentito di un padre
che dopo essere rientrato dalla guerra in Iraq, ferito sia nel corpo che nell'anima ricevette la visita di un suo amico d'infanzia. Mentre parlavano delle atrocità viste e subite, l'amico prendendo in mano una foto appaggiata sul tavolino, gli disse di aver già visto quel bambino di una vecchia foto. Gli spiegò che era andato a Milano in un quartiere malfamato per cercare un loro amico comune, anche lui tornato dall'Iraq e finito chissà dove in quel quartiere. Gli disse di aver visto un bambino, somigliante come due gocce d'acqua a quella foto, di 3 anni forse, che vagava da solo, con un porta monetine tra le mani.
Il padre dove aver sentito le parole dell'amico, non dormì tutta la notte misurando tutta la metratura della casa con i suoi passi. Alla fine si rifugiò tra i consigli di sua madre che gli disse che se veramente pensava che quella donna, conosciuta per caso e con cui aveva passato una sola notte e poi non aveva più visto, potesse essere la risposta, di andare a cercarla.

Ho sentito di un padre
contattare tutti i suoi amici, preparare una ricerca mirata del quartiere, con la sua foto da bambino. Alla notizia che un signore anziano aveva riconosciuto il bambino e aveva dato indicazioni di dove si trovava, ho saputo di un padre che, con il cuore in gola, è andato da questo signore facendosi raccontare tutta la storia di questo bambino. Il bambino era nato il 24 giugno del 2001, da una brava ragazza che per altri motivi era finita poco tempo dopo a fare la prostituta. Le sue frequentazioni maschili erano spesso drogati e criminali. Uno dei tanti il suo attuale compagno che non poteva vedere il bambino, e quando era "fatto" immancabilmente, sfogava la sua violenza contro il bambino.
Il signore anziano raccontò di aver sentito spesso le urla di disperazione e di dolore del bambino, che aveva evidenti segni sul corpicino. Gli disse anche che ora quel bambino si trovava nel suo rifugio segreto, che solo il signore anziano conosceva. Lo portò lì e il padre vide un piccolino raggomitolato, sotto un sottoscala, ben nascosto da cartoni e cianfrusaglie varie che dormiva.

Ho visto un padre
prendere in braccio delicatamente suo figlio e avvolgerlo tra le braccia, mentre il signore anziano lo pregava di portarlo subito via. Cosa che fece portandolo subito in ospedale e lì gli dissero che il bambino era gravemente ammalato.

Ho visto un padre
scagliarsi con rabbia contro la madre di suo figlio, dopo averla denunciata alle autorità

Ho visto un padre
mettersi contro il mondo intero perchè quel figlio doveva stare con lui e con nessun altro.

Ho visto un padre
piangere dalla disperazione quando gli hanno detto che quella malattia era irreversibile e poi voltarsi con un sorriso al figlio per mantere viva la speranza.

Ho visto un padre
che ha rinunciato a tutto, che pur lavorando 11 mesi su 12, nei posti più sperduti perchè così potesse pagare le cure per suo figlio con i migliori medici, questi gli hanno detto che non esisteva una cura per quella malattia e che suo figlio aveva pochi mesi di vita.

Ho visto un padre
che ha scelto l'unica ultima speranza, portando suo figlio dai monaci del "Figli di Horus", che con le loro conoscenze millenarie, erano gli unici a poter dare una speranza, non di vita, ma di sopravvivenza. Sapete, la leggenda narra che in questo tempio, si rifugiò il dio egizio Horus per curare le sue ferite dopo la battaglia con lo zio Set, che gli costò un occhio.

Quel padre è mio padre e quel bambino sono io e io ho l'aids. Lo so che non vivrò tantissimo, ma questo poco è tantissimo, pieno dell'amore di mio padre, pieno della sua forza, pieno della sua generosità.

Ora provate ad indossare le scarpe di mio padre e cercate di percorrere lo stesso cammino che ha percorso lui fin qui.

Giovanni

 
 
 

Chiuso

Post n°160 pubblicato il 04 Agosto 2012 da Lare_il_silenzio
 
Tag: Autore

Dopo quello che leggo in giro, dopo l'ipocrisia e il falso moralismo...




Mio figlio non può leggere certe cose e STARE MALE quando LUI solo sa il vero valore di suo padre.

 
 
 

Angelo Galeazzi Maestro incisore

Post n°159 pubblicato il 04 Agosto 2012 da Lare_il_silenzio
 
Tag: Autore
Foto di Lare_il_silenzio

L'ho saputo per caso, curiosando nella rete e subito mi ha sconcertato. Angelo Galeazzi è nato a Ospitaletto (BS) nel 1931 morto il 27 luglio 2012 all'età di 80anni, dopo una lunga malattia. Maestro incisore, era conosciuto a livello internazionale per le sue preziose incisioni col bulino e per le riproduzioni di soggetti d’arte.
Io ho un fucile a firma A.G. (Angelo Galeazzi), me lo regalò una persona che nella mia vita, la sua presenza ha fatto la differenza. Non sarei quello che sono altrimenti.
Mi sembra doveroso dedicare un piccolo spazio di questo modesto lavoro all’incisione. Cartelle e petto di bascula sono incise con scene di caccia, incorniciate da un equilibratissimo ornato.  Sulla cartella destra, un gruppo di segugi ha appena raggiunto la lepre abbattuta, nella sinistra una coppia di pernici frulla sotto la ferma di tre pointers, sul petto di bascula un branco di starne si invola davanti ad una coppia di setter, uno dei quali ha, dipinta sul muso, l’inequivocabile espressione del cucciolone stupito.

Vivacità del tratto, armonica distribuzione delle masse, sapiente dosatura dei chiaroscuri, accuratezza non scolastica del disegno si uniscono alla capacità di rappresentare la scena di caccia con consapevolezza e partecipazione.  Consapevolezza dell’azione, dell’habitat, del paesaggio, che vengono rappresentati per come si sono conosciuti e vissuti, non per come se ne è sentito parlare.  Conoscenza del cane, dei suoi atteggiamenti e della sua anatomia; la muscolarità e la nevrilità del pointer, l’avidità primordiale del branco di segugi, l’agile levità del volo distarne e pernici, delle cui ali par di percepire il rumore, sono rese con passione e conoscenza ancor prima che con la tecnica, che delle prime diventa solo il pur perfetto strumento espressivo.


L’ornato, sulla testa di bascula, sui contorni delle piastre, codette e chiavetta, rimane vivido e lieve, senza enfatizzazione dei contrasti cromatici che potrebbero altrimenti, se assumessero eccessivo risalto, assumere ruolo preponderante rispetto allo splendido figurato.  Le due componenti rimangono invece in corretto equilibrio tra loro, anche grazie ai due piccoli medaglioni figurati che si inseriscono nella parte anteriore, all’altezza del perno.

Mi sembra peraltro importante una precisazione, che potrebbe sembrare scontata, ma non lo é. Se il Maestro, con lo stesso impegno e la medesima ispirazione, avesse applicato e la propria anima di artista e di propri ferri sui ferri di un’arma dozzinale, l’avrebbe certo resa migliore, ma mai veramente bella.  E, ammesso che su tale arma fosse riuscito ad ispirarsi ed esprimersi con la stessa vivace ispirazione, anche la sua opera sarebbe stata svilita.  Perché il fucile non è solo la base fisica dell’incisione, non è solo lo spazio sul quale far scorrere la punta del bulino.  Le linee dell’uno e dell’altra si fondono in un solo elemento, sul quale l’occhio deve potersi soffermare senza mai cogliere una distonia, uno squilibrio tra le capacità dei due artisti, l’Armaiolo ed il Maestro Incisore.  Specularmente, un’incisione modesta svilisce il lavoro, l’intuizione del grande Armaiolo, altera l’equilibrio delle linee purissime delle sue creature.

Mi sembra peraltro importante una precisazione, che potrebbe sembrare scontata, ma non lo é. Se il Maestro, con lo stesso impegno e la medesima ispirazione, avesse applicato la propria anima di artista e di propri ferri sui ferri di un’arma dozzinale, l’avrebbe certo resa migliore, ma mai veramente bella.  E, ammesso che su tale arma fosse riuscito ad ispirarsi ed esprimersi con la stessa vivace ispirazione, anche la sua opera sarebbe stata svilita.  Perché il fucile non è solo la base fisica dell’incisione, non è solo lo spazio sul quale far scorrere la punta del bulino.  Le linee dell’uno e dell’altra si fondono in un solo elemento, sul quale l’occhio deve potersi soffermare senza mai cogliere una distonia, uno squilibrio tra le capacità dell'artista,il Maestro Incisore.

Angelo Galeazzi. Un lavoro che ha completato e nobilitato; nome che resterà nella storia delle armi, a fianco di quelli dei Grandi Artisti di tutti i tempi e di tutti i Paesi ed ai quali solo l’ipocrita perbenismo nega un posto nell’olimpo dei Grandi di tutte le tradizioni del nostro Paese.

Ecco questo è veramente un perdita per il mondo. E visto che sono stato accusato di essere un violento, di offendere ingiustamente poveri soggetti indifesi, di minacciarli di morte perfino, preciso: non ho mai usato quell'arma. E' appesa alla parete, la pulisco spesso, la lucido come vanno tenute tutte le armi, ma mai usata. Ma ora che la guardo e penso chi è stato l'autore di incisioni così perfette... una lacrima mi scende perchè artisti così non ne nascono più!!

 
 
 

MES: ovvero la fine dello stato Italia

Post n°158 pubblicato il 30 Luglio 2012 da Lare_il_silenzio
 
Tag: Autore


Il fatto di NON averne sentito parlare in TV ma solo sulla rete è già un ottimo indicatore che qualcosa non va, che sotto sotto ci stanno rifilando l’ennesima fregatura. Ma mi sbagliavo, non è una fregatura; è l’inizio di una nuova dittatura. Ebbene si, dove hanno fallito nazismo e fascismo riuscirà la famigerata Troika (Banca Centrale Europa+Fondo Monetario Internazionale+Unione Europea).
Che cos’è il MES? In poche parole, il MES (Meccanismo Europeo di Stabilità) è un organismo che, come definito negli articolo 8 e 10 del trattato stesso avrà un capitale ILLIMITATO. Ogni nazione contribuirà al MES in quota parte; l’ITALIA dovrà dare inizialmente al MES circa 125 MILIARDI la cui prima tranche è di 5,2 ma, all'articolo 9, si stabilisce che il consiglio dei governatori può in qualsiasi momento richiedere il pagamento del capitale sociale non ancora liquidato (e questo in meno di 7 (sette!!) giorni). Il trattato prevede che il MES possa richiedere i soldi dei paesi membri, senza restrizioni anche perché il MES non prevede il potere di veto ai parlamenti nazionali. Inoltre, chi ne fa parte (17 ministri finanziari dei paesi membri) gode dell’immunità.
Lo scopo del MES è di fornire liquidità (a prestito quindi gravata di interessi) agli stati in gravi condizioni economiche (vedi Grecia, Irlanda, Portogallo, Spagna e Italia). Chiaramente, tale fornitura sarà subordinata ad accordi con lo stato che ne usufruisce e chiaramente avverrà in cambio di qualche pezzo di sovranità: l’acqua? i servizi pubblici? La sanità? Le forze dell’ordine? Altro?
Il MES avrà il potere di svuotare le casse degli Stati, senza che i parlamenti possano opporsi.
A questo punto mi sorgono alcune domande: la prima: c’è qualcuno dei nostri onorevoli rappresentanti che siedono nel parlamento italiano o europeo che ha letto questo mostro giuridico?
La seconda domanda è: se davvero l’hanno letto, come possono aver firmato una simile porcata?
Nessuno dei nostro parlamentari si rende conto che il MES è l’equivalente di una dittatura. Nessuno si rende conto che quello che non è riuscito al nazismo ed al fascismo riesce perfettamente alla BCE e che gli stati glielo stanno servendo su un vassoio d’argento, anzi d’oro?
E' necessario che lo scempio che si sta perpetrando ai danni dei cittadini italiani ed europei venga fermato al più presto. Dobbiamo cambiare radicalmente l’ITALIA:
attraverso LA DEMOCRAZIA DIRETTA - Il GOVERNO DIRETTO DEI CITTADINI.

fonte: Nicola Prearo
Movimento 5 Stelle - Polesine

Chi avesse voglia di leggersi tutto il trattato ecco il link

 
 
 

Se non è chiaro lo ripeto!!

Post n°157 pubblicato il 23 Luglio 2012 da Lare_il_silenzio
 
Tag: Autore

Da mio profilo, caso mai non sia chiaro:

Tre cose che odio

  1. Tutti quelli
  2. che si credono
  3. i supersex della rete!

 

 
 
 

Sonetto 47

Post n°156 pubblicato il 20 Luglio 2012 da lunedi.bs
 

I miei occhi e il cuore son venuti a patti
ed or ciascuno all'altro il suo ben riversa:
se i miei occhi son desiosi di uno sguardo,
o il cuore innamorato si distrugge di sospiri,

gli occhi allor festeggian l'effigie del mio amore
e al fantastico banchetto invitano il mio cuore;
un'altra volta gli occhi son ospiti del cuore
che a lor partecipa il suo pensier d'amore.

Così, per la tua immagine o per il mio amore,
anche se lontano sei sempre in me presente;
perché non puoi andare oltre i miei pensieri

e sempre io son con loro ed essi son con te;
o se essi dormono, in me la tua visione
desta il cuore mio a delizia sua e degli occhi.

 
 
 

Hollande, qualcosa di Sinistra

Post n°155 pubblicato il 17 Luglio 2012 da Lare_il_silenzio
 
Tag: Autore

I primi due mesi di governo:

1) Abolizione del 100% delle auto blu

"Un dirigente che guadagna 650.000 euro all’anno, se non può permettersi il lusso di acquistare una bella vettura con il proprio guadagno meritato, vuol dire che è troppo avaro, o è stupido, o è disonesto. La nazione non ha bisogno di nessuna di queste tre figure."

2) Con i 345 milioni di euro risparmiati, apertura il 15 agosto 2012 di 175 istituti di ricerca scientifica avanzata ad alta tecnologia, assumendo 2.560 giovani scienziati disoccupati “per aumentare la competitività e la produttività della nazione”.

3) Abolizione dello scudo fiscale (definito “socialmente immorale”) ed emanazione di un urgente decreto presidenziale per un'aliquota del 75% di aumento nella tassazione per tutte le famiglie che, al netto, guadagnano più di 5 milioni di euro all’anno.

4) Assunzione di 59.870 laureati disoccupati, di cui 6.900 dal 1 luglio del 2012, e poi altri 12.500 dal 1 settembre come insegnanti nella pubblica istruzione.

5) Eliminazione di sovvenzioni statali alla Chiesa Cattolica per il valore di 2,3 miliardi di euro che finanziavano licei privati esclusivi, e varo (con quei soldi) un piano per la costruzione di 4.500 asili nido e 3.700 scuole elementari avviando un piano di rilancio degli investimenti nelle infrastrutture nazionali.

6) Istituzione del “bonus cultura” presidenziale, un dispositivo che consente di pagare tasse zero a chiunque si costituisca come cooperativa e apra una libreria indipendente assumendo almeno due laureati disoccupati iscritti alla lista dei disoccupati oppure cassintegrati, in modo tale da far risparmiare parecchi quattrini della spesa pubblica, dare un minimo contributo all’occupazione e rilanciare dei nuovi status sociali.

7) Abolizione di tutti i sussidi governativi a riviste, giornali, fondazioni e case editrici, sostituite da comitati di “imprenditori statali” che finanziano aziende culturali sulla base di presentazione di piani business legati a strategie di mercato avanzate.

8)Agevolazioni fiscali alle banche che offrono crediti agevolati ad aziende che producono merci francesi; tassa supplementare su chi offre strumenti finanziari.

9) Decurtazione del 25% dello stipendio di tutti i funzionari governativi, del 32% di tutti i parlamentari e del 40% di tutti gli alti dirigenti statali che guadagnano più di 800mila euro all’anno.

10) Con quella cifra (circa 4 miliardi di euro) ha istituito un fondo garanzia welfare che attribuisce a “donne mamme single” in condizioni finanziarie disagiate uno stipendio garantito mensile per la durata di cinque anni, finché il bambino non va alle scuole elementari, e per tre anni se il bambino è più grande.

Tutto questo senza toccare il pareggio di bilancio. Lo spread addirittura è sceso, arrivando a 101. L’inflazione non è salita. La competitività e la produttività nazionale è aumentata nel mese di giugno per la prima volta da tre anni a questa parte.

Che ne pensate? In italia è utopia una qualcosa del genere?

 
 
 

Potrebbe essere, si ipotizza, bisogna fare altri test!!

Post n°154 pubblicato il 10 Luglio 2012 da Lare_il_silenzio
 
Tag: Autore

Queste parole mi fanno incazzare come una bestia... ma se è lampante di che cazzo altro avete bisogno??

La fibromalgia è una patologia dolorosa e invalidante, ma poco conosciuta dai medici italiani e diagnosticata con difficoltà. All'estero sono anni che viene studiata e molte sono le associazioni che si battono per trovare una cura decisiva.

Non è una malattia reumatica ne ortopedica, nessuna analisi lo dimostra. Lo conferma anche l'Associazione Reumatologi Americana.

E' dovuta ad alterazione degli assi neuro-endocrini con successivo interessamento del sistema immunitario, come oggi ben sappiamo.

La radice del problema è in un perenne stato d'allarme dell'individuo che innesca disturbi a partire dalla cattiva qualità del sonno, per approdare ad una o più alterazioni del sistema nervoso centrale.

Deve essere chiaro che non è nemmeno una malattia psicosomatica, in quanto il paziente non ha sollievo psichico dalla presenza dei sintomi fisici, anzi lo stato mentale peggiora progressivamente, invalidando progressivamente chi ne è colpito.

La fibromialgia da qualche anno è una malattia sempre più spesso diagnosticata, anche se il paziente compie una via crucis per avere la diagnosi giusta. Colpisce prevalentemente le donne nell’ 80% dei casi, in particolare la fascia di età dai 20 ai 55 anni.  

È dolorosa, diffusa, magari con un esordio localizzato tipo sindrome miofasciale (ma in quest'ultima mancano le alterazioni psico-emozionali e gran parte dei sintomi neurovegetativi), fastidiosa, deprimente. Il dolore può essere pari all'artrite reumatoide o anche superiore. Spesso si tende a considerare il malato di FMS un "Finto malato", anche da parte dei medici, invece non è cosi. La malattia è riconosciuta ufficialmente dalla Organizzazione Mondiale della Sanità. E' altamente disabilitante ed ingravescente se non è ben trattata. È difficile da curare e non c'è una causa certa, ma sicuramente vi è implicato il sistema nervoso. Quasi sempre il paziente avverte un dolore diffuso come se avesse l’influenza, bruciore, disturbi addominali, colon irritabile, ernia jatale e reflusso esofageo, cefalee, facile affaticabilità, tensione dei muscoli eccessiva con punti di massima sensibilità, come se i muscoli bruciassero. Il sonno non è affatto riposante in quanto manca o è deficitaria la IV fase REM del sonno profondo. Spesso con superficialità, il paziente viene etichettato come depresso e di conseguenza si sente più abbattuto e peggiora la sua condizione. Entra così in un circolo vizioso difficile da interrompere. Il primo obiettivo di chi si occupa di curare il fibromialgico è proprio invertire questa spirale negativa, cercando di far comprendere al paziente che non si tratta di una malattia incurabile. Andrebbe sempre ascoltato attentamente sia nella descrizione che fa dei suoi disturbi, sia nelle cause che lui ipotizza esserne alla base.

Il paziente all’inizio del trattamento va spronato ed incoraggiato, deve poter comprendere che non si rimuovono facilmente le cause della malattia, che i farmaci sono essenziali, ma conta moltissimo la sua collaborazione nell’analizzare lo stile di vita che conduce e le modalità con cui si relaziona alla malattia, alle persone vicine ed alla vita in generale.

I fibromialgici sono persone caratterizzate da ambizione spesso irrealistica, ambizione alla base delle scelte di vita fatte. Sono ingabbiati in una ragnatela di doveri che non hanno scelto consapevolmente, anzi ritengono di aver sempre fatto cose comuni simili a quelle di altre persone. Non si rendono conto che non tutti sono uguali, che lo standard di vita dei loro conoscenti o i modelli proposti dalla società non si adattano bene ad ogni persona.

Non poche volte la fibromialgia è una forma di protesta dell’individuo, una protesta disperata, inconscia e distruttiva. La carica di rabbia che si portano dentro è talmente elevata che addirittura viene negata. Il modo migliore di aiutarli , ripetiamo, è ascoltarli e poi gradualmente portarli verso un realismo che rappresenta il vero presupposto per poter guarire.

 
 
 

Importante!! Non è una bufala!!

Post n°153 pubblicato il 07 Luglio 2012 da Lare_il_silenzio
 
Tag: Autore

Internet oscurato da un virus Lunedì rischio di black out
Pc con Windows, ma anche Mac, tablet, smartphone. Se il vostro computer è stato colpito potrete avere una brutta sorpresa: il web non esisterà più. Anche per colpa dell'Fbi. Ecco come verificare se siete stati contagiati

NEW YORK - L'Apocalisse non può più attendere. A partire dalle prime luci di lunedì, centinaia di migliaia di computer di tutto il mondo sono a rischio infezione. Addio Internet: chiunque cercherà di avventurarsi sui siti più famosi di tutto il mondo, da Facebook ad Apple, passando per gli indirizzi perfino dell'Fbi, sarà sbattuto fuori dal world wide web. Www non più: fuori. E la cosa incredibile è che a sbatterci fuori sarà proprio l'Fbi: e per giunta per conto del tribunale di New York.

Sembra la trama di un cyberthriller e invece è realtà. E stavolta neppure la sempre più grande tribù dei Macdotati potrà ritenersi al sicuro. I computer Apple, si sa, sono molto meno esposti dei cugini rivali che girano su Windows agli attacchi dei pirati. E invece stavolta il virus è pronto colpire non solo i pc Windows e i computer della Mela ma perfino gli iPad, gli iPhone e i tablet di tutti i tipi.

La ragione è semplice: il malware ha già preso possesso dei computer infettati e scatterà appena i pc o i tablet tenteranno di collegarsi al web, agendo sull'indirizzo Dns, quello cioè che ci consente di indirizzarci per le autostrade del web.

Ma come si è arrivati fin qui? E perché dagli Usa all'Europa nessuno può dormire tranquillo? Il Lunedì Nero dei computer arriva da lontano. È il novembre scorso quando l'Fbi annuncia di aver sgominato una pericolossima centrale di hacker che opera dalla Russia agli Stati Uniti, passando per l'Europa. I banditi sono riusciti a impossessassarsi di oltre quattro milioni di computer in tutto il mondo, mettendo su un'associazione criminale da 14 milioni di dollari.

Non si tratta però di un 'semplice' virus che si attacca ai nostri pc trasformandoli in tanti bot, strumenti di una botnet, quella rete appunto di computer infettati che viene orchestrata dai delinquenti web per dirottarli su siti particolari o succhiare informazioni (e denaro). In questo caso il malware viene chiamato DnsChanger perché cambia appunto l'indirizzo Dns: in pratica il computer colpito naviga su un Internet parallelo disegnato dagli hacker in cui i siti non sono quello che appaiono. Cerchi un prodotto Apple? Vieni rimandato su un sito pirata. Vuoi scaricare un film da Netflix? Idem.

Quando scatta l'operazione antihacker l'Fbi è costretta così a 'ricostruire' il mondo Internet dei computer infetti mettendo in piedi una serie di server alternativi che impediscono ai pc colpiti di navigare sul web pirata. Naturalmente si tratta di una misura temporanea: decisa appunto dal tribunale di New York perché da qui parte l'operazione anti-pirateria. La misura temporanea finisce però proprio questo lunedì: 9 luglio. Da questo momento in poi, insomma, i nostri computer non saranno più protetti: ma visto che i siti pirata sono già stati bloccati, la conseguenza sarà il blocco totale di Internet. Non riusciremo più a collegarci. Black Out. Buio completo. Che fare?

Negli Stati Uniti le grandi compagnie come At&T hanno già preannunciato di aver predisposto server di emergenza per ridirigere il traffico dei computer colpiti. E da Facebook a Google si è pure scatenata una campagna di sensibilizzazione. Basta un semplice test su un sito predisposto per l'occasione, www.dcwg.org 1 (la cui pagina italiana è curata da Telecom ed è raggiungibile a quest'indirizzo 2), per scoprire se il pc o il Mac è infetto o meno. Se il sito si illumina di verde vuol dire che il computer è pulito. Altrimenti...

Per la verità gli esperti giurano che in rete sono disponibili una serie di tool e software che permettono di ripulire il computer infetto. Ma nessuno sa ancora calcolare con esattezza quanti pc potranno essere colpiti dal blackout. Una stima della rivista specializzata PcWorld parla di 275mila computer ancora infetti in tutto il mondo. Solo 45mila sarebbero quelli a rischio negli Usa. Il che per noi è naturalmente una brutta notizia: perché molto più pericolosa sarebbe quindi la situazione dall'Asia all'Europa. Certo, insistono gli esperti, poche centinaia di migliaia di computer sono nulla rispetto ai milioni colpiti da Zeus, SpyEye e gli altri virus in giro per il mondo. E certo: saranno anche nulla. Ma sai che sorpresa se lunedì accendi il computer e scopri che l'Apocalisse si è scatenata proprio sulla tua nullità?

7 luglio 2012 REPUBBLICA

Aggiornamento
Il titolo di questa news sembra una battuta, ma nonostante abbia  in effetti un tono ironico, si riferisce però a una situazione reale. Nel 2011 l´FBI, con un´operazione denominata Operation Ghostclick sgominò un gruppo di hacker estoni che aveva realizzato il malware DNSChanger, in grado di dirottare le richieste DNS, dirigendo i navigatori su siti fake allo scopo di carpire dati sensibili come numeri di carte di credito o parametri di accesso, o ancora installare software pericolosi.

Come soluzione temporanea, le autorità statunitensi avevano messo in piedi un server in grado di annullare i redirect di DNSChanger e destinare i navigatori infettati sui giusti indirizzi. Tale server sarà messo offline il prossimo 9 luglio e quindi, tutti coloro che sono ancora infettati dal malware estone non potranno più navigare.

Secondo quanto registrato dall´FBI un paio di mesi fa, in giro per il mondo ci sono ancora centinaia di migliaia di utenti che sono infettati da DNSChanger. Non è noto quanti siano in Italia. In ogni caso, per verificare la presenza di DNSChanger e avere istruzioni per la sua rimozione è possibile utilizzare degli strumenti online, come per esempio, questo: http://dnschanger.eu/en/check.html
Fonte: swzone.it

Altro sito per maggiori informazioni: RETETRE

 
 
 

Oggi nacque un genio!!

Post n°152 pubblicato il 02 Luglio 2012 da Lare_il_silenzio
 

I geni sono quelle persone che ci stai a fianco senza nessuno sforzo. Ecco chi sono i geni.

Buon Compleanno Genio!!

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: Lare_il_silenzio
Data di creazione: 22/01/2006
 

SEAGULL

 

VIAGGIO NEL MONDO PERDUTO










 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova