Creato da biangege il 29/12/2009

Bian e Gege

I diari di viaggio di due mototuristi

 

« 7-8 maggio 2016: mezzo w...2-5 giugno 2016: L'Appe... »

15 maggio 2016: last second alla Croce di Salven

Post n°167 pubblicato il 15 Maggio 2016 da biangege
 

Floating Piers sempre in costruzione?
E allora andiamo a vederli dall'altra parte del lago!

Non amiamo molto la Sebina Occidentale se non nel bellissimo tratto da Riva di Solto a Lovere, la parte più meridionale invece offre meno spunti ma l'idea di questo giro era di ripercorrere il Valico di Croce di Salven da cui mancavamo da molto tempo e che, in effetti, non è che sia un passo eccezionale ma un giretto si poteva ancora fare.

Usciti all'autostrada a Palazzolo s/O verso Sarnico, ecco la SP ex-SS469, il lago a destra e Monte Isola con i Piers ancora in assemblaggio. Passata Tavernola (con lo sgradevole ricordo di una ulta per eccesso di velocità in un tratto dove non c'è niente ma è comunque territorio comunale soggetto ai 50 km/h...) lo sguardo cade su una serie di muretti mai notati in precedenza perchè questa strada la percorriamo più spesso in senso opposto, ed infiliamo la deviazione per Parzanica: che sorpresa! Curve e controcurve che si arrapicano sulla montagna fino ad arrivare al paese che offre, dallo stretto sagrato della chiesa di San Colombano (che combinazione, il patrono dei motociclisti) una bella vista su Monte Isola. A destra si vedono i Piers ancora bianchi di polistirolo intorno all'isoletta di San Paolo.

Ridiscesi a bordo lago, eccoci sul tratto più spettacolare della strada per arrivare a Lovere dove la sosta è sempre piacevole tra una passeggiata tra le vie del borgo vecchio, l'ammirare le case che prospettano sul lago, il ritrovo di molti motociclisti e un bel gelato.

Infiliamo quindi la nuova SS42 per superare i vari paesini della bassa Valcamonica e uscirne a Cividate Camuno per arrivare a Malegno da cui la SP5 sale verso il valico di Croce di Salven 1108 m per poi scendere giù in val di Scalve dove a Dezzo scegliamo di salire al Passo della Presolana 1297 m, dove non ci fermiamo nemmeno, tanto è ci è noto...

A Castione della Presolana l'indicazione per Monte Pora ci ricorda antiche, epiche gite sciistiche in giornata con la Fiat 500 della Gegeniglia (la 500 vera, non quella attuale...) e andiamo a vedere in che stato è la stazione sciistica, avendo l'ennesima conferma che molte località piacevolissime sotto la neve sono assai squallide in estate.

Ridiscesi in valle, dopo un po' di km una Africa Twin che incrociamo fa bruscamente inversione e ci affianca... ma chi è? Ma è Pao che è in giro dalla mattina per i suoi minimo 500 km prescritti dal medico, e che sta rientrando a Trento!!! breve saluto e di nuovo giù per la Val Seriana: sostiamo a Clusone per un altro gelato e due passi per la bella cittadina, ammirando il grande Orologio Planetario sulla facciata del Palazzo Comunale, infine ultimo tratto fino alla periferia di Bergamo dove prenderemo l'autostrada per il ritorno a Seriate.

Cinque foto in croce... ma grandi!

La mappa

Tutti gli itinerari

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

ULTIME VISITE AL BLOG

biangegeStolen_wordsElemento.Scostantedistintanimalacky.procinopaneghessaslavkoradicSky_Eagleleoneleone3GothMakeUpNewman26oscardellestellenovufficiobrianzadaunfioregrillo.e
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK