Creato da biangege il 29/12/2009

Bian e Gege

I diari di viaggio di due mototuristi

 

« 6 aprile 2018: e se aves...14 aprile 2018: Nostra S... »

7 aprile 2018: la Quinta Repubblica Marinara

Post n°224 pubblicato il 09 Aprile 2018 da biangege
 

Alleata sì, ma mai sottomessa a Genova, insieme alle ben più note Venezia, Pisa e Amalfi c'è un'altra località che si fregia d'esser stata Repubblica Marinara, ed è in provincia di Savona. Ci eravamo stati nel lontano 2005, la giornata invita a una gita al mare ed eccoci ad inaugurare ufficialmente la stagione motociclistica, quello di settimana scorsa era solo uno scalda-olio.

Sole a Milano, nebbia da Pavia a Ovada dove infiliamo la SS456 "del Turchino", dall'asfalto piuttosto malmesso in verità. La recente galleria a due corsie ha fatto abbandonare il budello e probabilmente piegato gli affari del bar da smanettoni dell'ingresso sud.

Il breve tratto costiero da Voltri ad Arenzano è già termometro di traffico, se andiamo avanti di qui arriviamo a Noli "alle Calende Greche", quindi intraprendiamo un nuovo traferimento autostradale Arenzano-Noli dove arriveremo all'ora di pranzo (focaccia) con passeggiata per il borgo, citato tra "i più belli d'Italia" e nelle Guide TCI "Piccole città, borghi e villaggi" e "Guida rapida Nord" dove si guadagna l'evidenza bordata di verde.

Il Castello Ursino è un pregevole rudere reso accessibile anche tramite un ascensore nascosto nella torre quadrata, dagl spalti si vedono Noli ed il suo capo a Ovest, riuscendo a identificare tutte le architetture principali, tra cui le alte torri. A Est si riesce a indovinare la costa almeno fino a La Spezia e forse anche oltre, peccato che la giornata non sia tersa.

Il Colle di Cadibona invita al ritorno, benché con il suo assurdo doppio limite di velocità: 80 km/h per le auto (che non riescono a superare i 50 a meno che non sia gente del posto) e moto a 60 km/h: deterrente voluto dai Comuni per raffreddare i bollenti spiriti degli smanettoni del luogo che hanno il tipico ritrovo un po' più a nord, al Bar dei Quattro Venti di Montezemolo.

Millesimo è anch'essa citata nella guida TCI ma la Piazza Italia trasformata in parcheggio le fa perdere molto smalto. Da Montezemolo la SS661 per Bossolasco e Alba non delude mai anche se il cielo si rannuvola: peraltro il momento migliore per percorrerla è l'ora del tramondo di una limpida giornata autunnale.

All'imbrunire, già in viale Famagosta, commento finale: "beh, è stato un bel giro no?". La Gegeniglia risponde "sì, e neanche di tanti chilometri"... ah, grande sella confort, ne abbiamo fatti solo 450...

La galleria fotografica (di oggi e del 2005)
PS: il Bian è recidivo, non ha caricato le batterie della fotocamera, così le foto sono state fatte con un cellulare schifido. Quelle del 2005 poi erano state scattate con una macchinetta da 2 MPix...

La mappa

Tutti gli itinerari

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

ULTIMI COMMENTI

ULTIME VISITE AL BLOG

Massimiliano_UdDchiarasanybiangegegrillo.ecabiaIltuocognatinoREGNATORcucciolatuttainterlandia1picassopicacuspides0vita1954cvivodi_follialorenzo1mazara1950
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK