Creato da channelfy il 15/12/2008

Channelfy

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. (Friedrich Nietzsche)...

 

« Desideri..Non so fare piu le capriole.. »

Le relazioni pericolose...

Post n°3155 pubblicato il 11 Ottobre 2017 da channelfy
 
Tag: Film

http://www.confessionidiunamente.com/wp-content/uploads/2017/02/c5c967a0-253c-4dbe-91f1-6cbccb81ad01..jpg

Film

La Marchesa De Merteuil (G. Close) & Il Visconte Di Valmont (J. Malkovich) in

Le Relazione Pericolose (1988)

 

DIALOGO


"Io mi domando spesso di voi come siate riuscita ad inventarvi!"

"Non avevo scelta vero, sono una donna. Le donne sono obbligate ad essere molto più abili degli uomini. Potete guastarci la reputazione e la vita solo con poche parole bene scelte. Quindi è chiaro che io non ho dovuto inventare solo me stessa ma espedienti di fuga a cui nessuno aveva mai pensato. E ci sono riuscita perchè io ho sempre saputo di essere nata per dominare il vostro sesso e per vendicare il mio."

"Si, ma in che modo mi domando?!"

"Quando feci l’ingresso in società avevo 15 anni e io già sapevo che il ruolo a cui ero condannata, vale a dire stare zitta e obbedire ciecamente, mi dava l’opportunità ideale di ascoltare e di osservare. Non quello che mi dicevano, che non era di alcun interesse, ma tutto quello che la gente cercava di nascondere. Ed ho esercitato il distacco. Imparai a sembrare allegra mentre sotto la tavola mi piantavo una forchetta nel palmo della mano e finì per diventare una virtuosa dell’inganno. Non era il piacere che cercavo…era la conoscenza. E consultavo i più rigidi moralisti per la scienza dell’apparire, i filosofi per sapere cosa pensare e i romanzieri per capire come cavarmela. E alla fine io ho distillato il tutto in un principio meravigliosamente semplice: vincere o morire."

"Così siete infallibile vero?"

"Se io voglio un uomo è già mio. Se ha qualcosa da dire si accorge che non può. E tutta la storia è qui."

"E’ stata anche la nostra storia?"

"Io vi volevo ancor prima di conoscervi. Lo esigeva la mia presunzione. Poi quando cominciaste ad inseguirmi io vi volevo da morire. La sola volta che mi sono sentita dominata dal mio desiderio… in una singolar tenzone."



*******



AHHHH

Le donne!


http://www.coseinutili.it/public/annunci/00000/665_1_1000.jpg


« L’amore che vantiamo come la causa dei nostri piaceri, non ne è in realtà che il pretesto »

****
Le relazioni pericolose (Les liaisons dangereuses) è un romanzo epistolare di Pierre Ambroise François Choderlos de Laclos del 1782.

Il romanzo narra le avventure di due libertini appartenenti alla nobiltà francese del diciottesimo secolo, ed è considerato uno dei capolavori della letteratura francese.


*********

wow

Che film!

La guerra tra i sessi ai tempi della nobiltà francese..

Oggi...

Non esistono piu dei Valmont..

e la donna si è evoluta in maschio!

 

forse!.

Integro dopo

baci


Commenti al Post:
amore_nelcuore1
amore_nelcuore1 il 11/10/17 alle 14:05 via WEB
Un bacio Ŕ il ponte rosso che costruiamo tra le nostre anime, che danzano sulla vertigine bianca della vita senza paura di cadere.(Alessandro D'Avenia). Felice e dolce Pomeriggio cara Francesca .che sia pieno di tenerezze e d'amore nel cuore un caro saluto con affetto.Nunzio..Clicca
 
amore_nelcuore1
amore_nelcuore1 il 11/10/17 alle 14:05 via WEB
Un bacio Ŕ il ponte rosso che costruiamo tra le nostre anime, che danzano sulla vertigine bianca della vita senza paura di cadere.(Alessandro D'Avenia). Felice e dolce Pomeriggio cara Francesca .che sia pieno di tenerezze e d'amore nel cuore un caro saluto con affetto.Nunzio..Clicca
 
apungi1950_2
apungi1950_2 il 11/10/17 alle 15:41 via WEB
Ciao Francesca .Nulla Ŕ sprecato, se fatto con amore". (Eduard Leon Word).Ti auguro un meraviglioso Pomeriggio e poi una dolce serata colma di Ogni Bene ma soprattutto piena d'amore un abbraccio con affetto.Antonio..Clicca
 
divinacreatura59
divinacreatura59 il 11/10/17 alle 17:06 via WEB
Purtroppo non basta volere un uomo per farlo proprio nonostante tutta la maestria che noi donne abbiamo imparato nei secoli e che ci tramandiamo.Ciao cuoricina....smackkkkkkkk
 
nina.monamour
nina.monamour il 11/10/17 alle 17:18 via WEB
Poche donne ammetterebbero con tanto candore quel vago, minimo senso di compiacimento che ci assale quando ci definiscono perfide, crudeli, soprattutto in relazione all'altro sesso. Forse tale compiacimento Ŕ figlio di una societÓ che le femministe definiscono "patriarcale", e da tale retaggio scaturisce il piacere, quasi sempre inconsapevole, di far soffrire l'altro sesso. Buon pomriggio Francy.
 
nina.monamour
nina.monamour il 11/10/17 alle 17:19 via WEB
Passato il commento?
 
aldogiorno
aldogiorno il 11/10/17 alle 21:24 via WEB
CIAO FRANCESCA, COMPLIMENTI PER IL POST. UNA MAGICA SERATA ED UN CARO ABBRACCIO, ALDO.
 
nagi51
nagi51 il 11/10/17 alle 21:45 via WEB
Si pu˛ essere presuntuose e arroganti ma quando l'amore colpisce addio tutto ..buonanotte dolcezza .. :-)
 
onlyemotions71
onlyemotions71 il 11/10/17 alle 22:16 via WEB
Bello, ma altri tempi!
 
prolocoserdiana
prolocoserdiana il 12/10/17 alle 11:19 via WEB
Ciao...Il giorno inizia e finisce comunque, senza il nostro consenso. Non siamo padroni del tempo, solo padroni di dargli un senso. Un sorriso per un serena giornata, Sal PS Il film lo ho visto e mi Ŕ anche piaciuto parecchio. Ciaooooooo
 
apungi1950
apungi1950 il 12/10/17 alle 21:05 via WEB
Ciao Francesca .Oggi alla fine del giorno il tramonto pos˛ le sue perle sui fini e neri capelli della sera. (Tagore).ti auguro una deliziosa serata carissima amica con tanta gioia dentro il tuo cuore un abbraccio con affetto.Antonio..Clicca
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

http://mejoresimagenes.info/wp-content/uploads/2014/11/besosrom%C3%A1nticos-imagenesdebesos.jpg

http://logos.textgiraffe.com/logos/logo-name/Manu-designstyle-love-heart-m.png

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

tanmiktiffanplneopensionatadivinacreatura59chiarasanyapungi1950ciarlie7351channelfyaldogiornoonlyemotions71ondina32Bloggernick10prolocoserdianaellen_ellen
 

AREA PERSONALE

 

 

http://www.ilmeteo.it/portale/italy1.png

http://images.fineartamerica.com/images-medium-large-5/3-stylized-poppy-flowers-illustration-regina-jershova.jpg

http://thirddime.com/media/1/ivan-slavinsky/ivan-slavinsky_untitled_thirddime.jpg

https://www.ciaocompra.com/914-thickbox_default/t-shirt-te-lo-bacio-quel-sorriso.jpg

 

https://media.giphy.com/media/Os2Az5qAUancc/giphy.gif

 

http://mytherapy.it/wp-content/uploads/2015/03/6621-501_3d.png

 

 

http://66.media.tumblr.com/f8d3d48fed5e1f5498554ff58ab2ddaf/tumblr_oa9urqHEFG1u70edno1_500.gif

Folle è l’uomo che parla alla luna.

Stolto chi non le presta ascolto.


(William Shakespeare)

http://1.bp.blogspot.com/-aSk2wY2Ze9Q/UIpWCU7Ag8I/AAAAAAAAAnI/wIynNzAup9g/s1600/divisore.png

 

 

 

 

http://lovelace-media.imgix.net/uploads/843/92fb6730-1587-0133-f515-0e18518aac2f.gif?

 

 

 

 

 

http://www.megghy.com/gif_animate/animali/gatti/80.gif

 

https://img0.etsystatic.com/000/0/6479889/il_570xN.343312428.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Le mie letture

http://media.adelphi.it/spool/45d156e7675b8480bb51c2f950b66480_w600_h_mw_mh_cs_cx_cy.jpg

http://static.robadadonne.it/wp-content/uploads/sites/8/2015/10/anna-karenina-320x509.jpg

http://alessandria.bookrepublic.it/api/books/9788852016653/cover

http://ecx.images-amazon.com/images/I/41eyhsGfrpL._BO1,204,203,200_.jpg

 

 

Channelfy

 

http://66.media.tumblr.com/eb203f03fef6cebd28b51207c71c9da7/tumblr_np5p3zMa7j1u9hdero5_250.gif

 

(:♥♥:)

 

sono io impalpabile apparenza

bagliore che danza sul palcoscenico della vita

Anima mia che tu possa servire..

cit.

 

 

Amo gli scrittori perché

aprono le gabbie della loro mente

e liberano i pensieri,

amo i poeti perché spalancano

l'anima lasciando uscire le emozioni,

e amo i cantanti perché con le parole

e la musica ci liberano dalla realtà

e ci fanno sognare,

amo tutto ciò che vive dentro un essere

e mi sa toccare perché chi scrive

lo fa con l'anima,

non con l'inchiostro.

 

 

 

Non mi pento di niente

Dalla donna che sono,
mi succede,
 a volte,di osservare, 
nelle altre, 
la donna che potevo essere;
donne garbate, laboriose,
 buone mogli,esempio di virtù,
come mia madrea
vrebbe voluto.
Non so perchètutta la vita
ho trascorso aribellarmi a loro.
Odio le loro minaccesul mio corpo
la colpa che le loro viteimpeccabili,
per strano maleficiomi ispirano;
mi ribello contro le loro 
buone azioni,contro i pianti di 
nascostodel marito,
del pudore della 
sua nuditàsotto la stirata e
 inamidata 
biancheria intima.
Queste donne,tuttavia, 
mi guardanodal fondo 
dei loro specchi;
alzano un dito accusatoree, 
a volte, 
cedo al loro sguardo 
di biasimoe vorrei guadagnarmi
 il consenso universale,
essere "la brava bambina", 
essere la "donna decente",
la Gioconda irreprensibile,
prendere dieci in 
condottadal partito, 
dallo Stato,dagli amici,
dalla famiglia, 
dai figlie da tutti gli esseri
che popolano 
abbondantemente
questo mondo.
In questa contraddizione i
nevitabile tra quel 
che doveva esseree quel che è,
ho combattuto
 numerosebattaglie mortali,
battaglie a morsi,
 loro contro di me- 
loro contro di me 
che sono me stessa 
-con la psichedolorante,
scarmigliata,
trasgredendo progetti
 ancestrali, 
lacero le donne 
che vivono in meche,
 fin dall'infanzia, 
mi guardano torvo
perchè non riesco 
nello stampo 
perfetto dei loro sogni,
perchè oso essere 
quella folle, 
inattendibile, tenera e 
vulnerabileche si innamor
a come 
una triste puttanadi
 cause giuste,
di uomini bellie di parole
 giocose
Perchè, adulta, 
ho osato vivere 
l'infanzia proibitae 
ho fatto l'amore
 sulle scrivanie 
nelle ore d'ufficio,
ho rotto vincoli
 inviolabilie ho osato godere
del corpo sano e 
sinuosodi cui i geni di tutti
 i miei avi 
mi hanno dotata.
Non incolpo nessuno. 
Anzi li ringrazio dei doni.
Non mi pento di niente, 
come disse 
Edith Piaf:ma nei pozzi scuri 
in cui sprofondo 
al mattino,appena apro gli 
occhi,sento le lacrime 
che premono,
nonostante la felicità
 che ho finalmente 
conquistato,rompendo cappe e 
strati di roccia 
terziaria e quaternaria,
vedo le altre donne 
che sono in me,
sedute nel vestibolo
che mi guardano 
con occhi dolenti e 
mi sento in colpa 
per la mia felicità.
Assurde brave bambine 
mi circondano e 
danzano musiche
 infantilicontro di me;
contro questa donna
 fatta, piena,
la donna dal seno sodo
e i fianchi larghi,che, 
per mia madre 
e contro di lei,
 mi piace essere.
Gioconda Belli.
 

clicca qui.

femminismo-a-sud.noblogs.org

 


https://49.media.tumblr.com/64d370aeebd23db6a0cc48c2fbdf0811/tumblr_o4atllDjLU1unnnd5o1_400.gif