Creato da ali_dicarta il 22/02/2008

Fogli sgualciti

... ciò che resta di un Dodecaedro a forma di stella...

 

"ciò che il bruco chiama fine del mondo, il mondo chiama farfalla"

Post n°217 pubblicato il 20 Settembre 2010 da ali_dicarta

sono passati mesi... ormai non li conto più.. sono passati mesi da quando ho scritto l'ultima volta. ed è strano essere adesso qui, a scrivere di me. ma è stato bello tornare e trovare messaggi... messaggi di persone che ho lasciato qui, ma non del tutto. perchè non ci sono stata ma ci sono sempre stata. perchè qui io ho trovato braccia aperte d'anime buone ed esperienza...anche se a volte dolorosa, a volte solo fastidiosa, ma pur sempre vita, da respirare a pieni polmoni anche qui, che tutto è così freddo forse all'apparenza. io qui però ho trovato calore quando fuori faceva freddo. ed ho trovato persone che si sono preoccupate per me e che in qualche modo hanno saputo amarmi, così come sono... a tutte queste persone voglio dire grazie. in un mondo di malvagità io ho toccato il buono! sono fortunata, perchè del buono è arrivato anche fuori da questo luogo, tra la gente che ho vissuto, che vivo...

tornare qui è davvero strano... non so neppure se ricapiterà. c'è che stava diventando un obbligo ed io ne avevo già tanti. c'è che avevo una vita lì fuori che mi chiamava e da troppo tempo rimandavo la partenza. c'è che adesso un nuovo equilibrio s'è creato, anche se so non si fermerà.

ho imparato che il buono e il cattivo spesso è solo un punto di vista. che a volte basta sapersi piegare un pò, per non farsi spezzare. e che a volte occorre spezzare per salvarsi...

volevo solo dire grazie a chi è rimasto, a chi s'è ricordato di me, a chi in tutto questo tempo è passato ancora a cercar le mie parole. davvero, grazie!!!


ali...


ps. sono altrove, ma non sono via! ;)


learn...

 

 
 
 

a piedi nudi...

Post n°216 pubblicato il 09 Marzo 2010 da ali_dicarta

.. sul viale dei ricordi, tra strade di una nuova me...

vagare distratta in città sconosciute, sentire i passi di un anno fa muoversi lentamente lontani dalla resina appiccicosa dei ricordi. vedere tutto in un nuovo modo... come un paio di scarpette rosse le mie su una strada gialla. incontrare lo spaventapasseri e l'uomo di latta in un colpo solo... capire che il leone ha più coraggio di quanto pensi e che in fondo il mago è solo un trucco e il segreto è la strada...

capire che non me ne farei nulla di un cervello se non avessi un cuore e nulla di un cuore se non sapessi pensarlo... e non sarei niente se tutto questo, dentro una dolce paura, non fosse accompagnata dal coraggio. in fondo non siamo solo di passaggio?

allora tanto vale godersi il panorama!!!

Chet Baker - Let's Get Lost

 

 

 
 
 

walkabout

Post n°215 pubblicato il 08 Febbraio 2010 da ali_dicarta

Breathe

girando e rigirando torno tra le mie pagine. ho molte riflessioni e poco tempo per metterle in fila, ma ci proverò, consapevole che solo una parte risiederà su questo foglio... tutto il resto mi nuota dentro. è che mi accorgo che la ninfa ha preso il volo... insomma, non c'è più una piccola larva a vagare in uno stagno ma una libellula dalle ali fragili che vola su un mare sereno... e ci sono fili d'erba su cui poggiarsi e brezza leggera che non fa male. e so che è ancora inverno, so che alla fine il sole è tiepido, incerto e ancora nascosto da nubi, ma so anche che è lì.

è passato un anno da quando ho iniziato a vagare. in cerca di cosa poi di preciso non so... credo di me. ma di una me che non potrò mai trovare perchè sono ancora in continuo movimento. perchè ogni giorno cambio e non so mettere fine. continuo a vagare intorno.. ogni cosa mi darà ricchezza. anche ciò che mi impoverisce forse. so che è trascorso un anno. che presto rivedrò i luoghi in cui cominciai a muovere i primi passi, perdendomi in città straniere che hanno saputo dirmi ciò che la mia taceva. forse perchè hai bisogno di acqua diversa dal tuo mare per specchiarti e ritrovarti.

è trascorso un anno. difficile... perchè al ritorno ci fu il peggio e una tempesta presa di petto per chi ancora non sapeva volare. ma sono qui...

poggiata ad un esile stelo d'erba...

 e mi godo la brezza

 
 
 

have you ever seen the rain?

Post n°214 pubblicato il 21 Gennaio 2010 da ali_dicarta

have you ever seen the rain?

arrivano quei giorni di pioggia in cui sorseggi il tuo tea poggiata alla finestra, dando il buongiorno ai tuoi occhi...

...cominci a pensare


il vento soffia da questa notte e tu ne senti i brividi come sossurri sordi di chi non ha voce
la pioggia comincia a scendere mentre nel sogno sei altrove...

ed eccole quelle gocce caderti tra le mani


ci pensi spesso...


pensi che un giorno erano mare, che sono diventate nuvole e poi nubi, che hanno volato trascinate da correnti lontane e oggi si sono scontrate e son cadute... adesso ritornano qui, davanti ai tuoi occhi
ti chiedi se non sia come vedere il mare in fondo... un mare al contrario, che non è custode di vita ma fonte...

guardi quelle gocce sbattere contro l'asfalto ed altre soffermarsi su una foglia... percorrerla come una carezza e poi gemere silenziosamente trasformandosi in nutrimento... e pensi che in fondo come una goccia di pioggia ti senti...

e quando il sole si ferma su di te?

...diventi arcobaleno e poi torni a volare...

Someone told me long ago There's a calm before the storm,
I know; It's been coming for some time.
When it's over, so they say, It'll rain a sunny day,
I know; Shining down like water.

 
 
 

steps

Post n°213 pubblicato il 06 Gennaio 2010 da ali_dicarta

Swan

Torni tra la folla, ma la folla è diversa

la verità è che sei tu quella cambiata

Che anno ti sei messa alle spalle? Ci pensi? Quanto di te hai dato? Quanto hai messo da parte? E quanto hai scavato e ritrovato in mezzo al fango? Quanta forza hai usato per decidere di andare? Quanta ne hai sprecata per rimanere dentro quel vuoto che adesso riempi di te?

Mai stata così tu… o forse lo eri quando ancora tutto doveva arrivare, investirti, demolirti… e ricostruire è come tornare com’eri… ma sulle macerie di una te che non dimentichi
E mentre il passato bussa tu sai rispondere e dire “no, grazie” per non aprire la porta ai soliti venditori di fumo che hanno
defraudato pezzi d’anima

È un nuovo inizio

Lo sai questo?
Si, lo senti mentre il cuore torna a battere di un battito antico


Lo senti dentro il sussurro di un “ti voglio bene”
Lo senti dentro l’abbraccio di un cucciolo d’uomo che gioca a far il grande senza comprendere che lo è per il suo esser piccolo

Ci sei dove prima non c’eri
non c’eri del tutto… non come adesso
Non per te

La folla ti viene incontro e adesso sai…
sai camminare!
Un passo dopo l’altro, sognando ancora
sai guardare il cielo come un tempo, sorridendo alle tue nuvole che si rincorrono e commuovendoti al tramonto che scalda
Segni un altro giorno nel tuo calendario dei passi

...step on step...

Cammini sulle note di una nuova melodia
e questa volta non sei la sola a comporla

 

Dream on, dream on
There’s nothing wrong
If you dream on, dream on
On being a swan
But I know you’re thinking
Am I gonna make it through?

 

 
 
 

sweet rain

Post n°212 pubblicato il 15 Dicembre 2009 da ali_dicarta

Candy

c'era una volta la pioggia...
e una bambina sotto la pioggia...

e sempre sotto quella stessa pioggia un giorno arrivò un uomo

un uomo di dolcezze... di gentilezze...
non chiese nulla in cambio, nulla!
gli bastò un sorriso dopo tante lacrime

e poco importa se andrà via con la prossima pioggia

apprendere la gentilezza dopo tanta poca gentilezza, capire che una bambina con più coraggio di quanto creda trovi le sue preghiere esaudite non può chiamarsi felicità?

c'era una volta la pioggia

ed una donna sotto la pioggia...


adesso la pioggia non fa più paura

"Darling I’ll bathe your skin
I’ll even wash your clothes
Just give me some candy, before I go
Oh, darling I’ll kiss your eyes
And lay you down on your rug
Just give me some candy
After my hug"

 

[liberamente tratto da un film... ma anche no ;)]

 
 
 

fears and hope

Post n°211 pubblicato il 10 Dicembre 2009 da ali_dicarta

e accade che ti trovi davanti ad un sogno...uno di quelli che ti ripeti "no, non svegliatemi mai"...

e accade che hai paura... solo che adesso sai perchè

perchè il passato bussa ancora e tu non rispondi
appendi su il cartello "chiuso per lutto" e quel lutto è un pezzo di te...

adesso lo sai

fai un passo...

e accade che sei dentro un sogno e sai che probabilmente resterà tale
ma quando eri nella realtà niente sapeva di sogno...

forse di incubo

ed accade che guardi avanti e tappi le orecchie
per non sentire l'eco di ciò che è già stato

chiudi gli occhi ed ascolti solo la musica del momento

la musica che sa di te


solo sangue dentro

"Guarire un po'
Sognare un po'
Amare un po'
Fallire un po'
Far male un po'
Mentirsi e poi
Tornare a sfamarsi un po'"

 

 
 
 

forgetfulness

Post n°210 pubblicato il 06 Dicembre 2009 da ali_dicarta

Because of you

"Tanto poi dimentichi tutto
[...]


E poi, lentamente,
molto lentamente,
dimentichi le persone
quelle che sembravano indelebili,
sbiadiscono a poco a poco

Dimentichi
Li dimentichi tutti quanti
Persino quelli che dicevi di amare
e quelli che amavi veramente
Sono gli ultimi a scomparire

E una volta che hai scordato abbastanza,
puoi amare qualcun altro"

Gabrielle Zevin
"Non Ricordo Perchè Ti Amo"

 

 
 
 

Passato passato nel presente [extempore]

Post n°209 pubblicato il 03 Dicembre 2009 da ali_dicarta

That I Would Be Good

avevo promesso a me stessa che sarei stata bene
avevo promesso che non avrei pianto, così come sono cresciuta
avevo promesso che sarei stata forte, anche quando tutta la mia forza sarebbe venuta meno... che sarei stata grande, anche quando ero davvero piccola...

avevo promesso che sarei tornata a sorridere, ignorando il disastro che mi avevi lasciato dentro...

avevo promesso di non piangere, mentre mi asciugavi le lacrime salendo su quel treno per andar via dai nostri giorni in giro su una vespa

avevo promesso che sarei stata la migliore, che avrei fatto sempre il massimo, andando oltre i miei stessi limiti

corazza di argilla la mia
su cui un mare si è infranto mille volte
fino a ridurla candida sabbia scivolosa

avevo promesso che ci sarei stata, anche per tutte le volte che tu non riuscivi ad esserci, per tutti i giorni di lavoro, di soldi messi da parte per raggiungerti. e faticare per ottenere una riga in meno su quel foglio, passaporto per giungere a te...

avevo promesso promesse

ho continuato a promettere anche quando sei andato via

ed ora che tutto riemerge
come un relitto trasportato in riva dalle onde
non ho più voglia di fare promesse


 
 
 

mentre piove....

Post n°208 pubblicato il 02 Dicembre 2009 da ali_dicarta

Cry me a river

 

 
 
 

il saluto di novembre...

Post n°207 pubblicato il 01 Dicembre 2009 da ali_dicarta

erano settimane che l'aspettavo io... settimane!
dal primo del mese direi
l'aspettavo mentre ero a casa, ma non arrivava...

mi ha sorpresa un paio di volte mentre ero in viaggio

mi ha costretta a proteggermi quando il suo tocco sarebbe stato inopportuno

mi ha sempre sorpresa...
ma non quando io rimanevo ore ad aspettare

in attesa di fermarne una sua traccia solo per la gioia di aver tanta grandezza così piccola tra le dita...
negl'occhi...

e in una notte di confine... dagli ultimi 31 giorni che mi conducono alla fine di un anno benedetto e maledetto.... ecco che arriva...

November Rain

I know it's hard to keep an open heart
When even friends seem out to harm you
But if you could heal a broken heart
Wouldn't time be out to charm you
So che è difficile tenere un cuore aperto
Quando sembra che anche gli amici siano lì per farti male
Ma se tu potessi guarire un cuore spezzato
Il tempo non sarebbe lì per incantarti?
 
Sometimes I need some time... on my own
Sometimes I need some time... all alone
Everybody needs some time...
on their own
Don't you know you need some time... all alone
A volte ho bisogno di un po' di tempo... per conto mio
A volte ho bisogno di un po' di tempo... da solo

Tutti hanno bisogno di un po' di tempo per conto loro
Non sai che hai bisogno di un po' di tempo... da sola?
 
 
 

...

Post n°206 pubblicato il 28 Novembre 2009 da ali_dicarta

ancora una volta onda

to feel

to need

silence's soul

 
 
 

Walk Unafraid

Post n°205 pubblicato il 26 Novembre 2009 da ali_dicarta

Walk Unafraid

passi silenti dentro anima inquieta

incerti, cadenti come stelle su un pavimento di sassi

 

avrei potuto seguirti, ripercorrere strade già conosciute, oscurarmi di te nel vedermi perdere tra i silenzi.

avrei potuto camminarti accanto, stare dentro il tuo cerchio

 o recinto?

[anima libera rinnega catene]

amami o abbandonami
guardami dritto negli occhi e vedimi
o perditi in altri sguardi

anima inquietamente persa in strade che non puoi vedere

anima così dolce se solo tu saggiassi il suo intimo nettare negato al mondo

passi rumorosi su granelli di sabbia

passi verso me

 

non ho più paura del mio cammino

non più paura di uscire dal recinto

non più paura di battere le ali...


"I don't need no persuading
I'll trip, fall, pick myself up and
walk unafraid
I'll be clumsy instead
hold my love me or leave me
high."

 

 
 
 

thinking of you

Post n°204 pubblicato il 22 Novembre 2009 da ali_dicarta

Nigthswimming

pensando a chi nuota nella sua notte...

tornerà una nuova luna un giorno

segui il corso del tempo lungo il tuo fiume

 

"The photograph reflects,
every streetlight a reminder.
Nightswimming deserves a quiet night, deserves a quiet night."


 
 
 

awakening

Post n°203 pubblicato il 15 Novembre 2009 da ali_dicarta

Tenderly

 

L'odore della pelle misto a quello delle lenzuola fresche di bucato...
Negl'occhi ancora un sogno di quando erano aperti, custodito chiudendosi ed offrendoli ai favori della notte
I capelli sparsi sul cuscino ed una piccola luce le illumina il volto


Non ama il freddo ma lo trova in accordo con la sua malinconia


Ripensa allo sconosciuto dietro il vetro, bagnato di pioggia


Ha infilato una mano sotto la sua giacca per sentire il cotone della sua camicia sotto le dita e da lì il battito del suo cuore pulsava sotto le punta appena poggiate

Ama delle camicie
il gesto delle due dita a sbottorarle
L'ingresso nella piccola fessura unisce e distacca parti lontane di una stessa unità

Lo sconosciuto non sa, ma quando non ha più visto quella donna oltre il vetro lei era dietro di lui, sotto la pioggia
Vedeva il suo volto riflesso su quello che adesso sembrava lo specchio di un sogno svanito
Era sotto la pioggia anche lei
Era la pioggia che scivolava sulle tempie mentre deluso la cercava con lo sguardo

Lo  sconosciuto non lo sa, ma se l'è portata a casa sui suoi vestiti bagnati


È rimasta lì a guardarlo mentre deluso riempiva di
whisky scozzese il suo bicchiere, accendeva una sigaretta e la cullava dentro il suono della sua musica

Non ama il fumo lei... Mai toccata una sigaretta...

Ha perso il nonno per un fiore in bocca
Un anno fa lo zio più artista, il suo padre d'anima, con un male oscuro tra polmoni e cuore

... ma ne riconosce il fascino visivo

Ama il fumo dell'alito caldo nel freddo... Quello lo ama!!

E' affascinata dall'oriente da sempre, ma aspetta qualcuno che glielo racconti perché i libri non le bastano
Non hanno la luce che brilla negli occhi di chi parla di ciò che ama

Ha sete di sapere... Sempre!
Per lei imparare dalla vita è fondamentale per vivere

Se siedi con lei a cena e non tocchi cibo sarà lei a portarlo alle tue labbra, perché l'attenzione che le riservi sia reciproca

Sembra un netto contrasto...         

Anima malinconica e solare

Puoi vedere lacrime ambrate, il dolce miele dei suoi occhi, caldo autunno... e l'esplosione di un sole dentro un suo sorriso


È timida

Anche se maliziosamente sfacciata

Non ama essere osservata, ma solo se si accorge di uno sguardo

È una donna bambina, forte e fragile al tempo stesso
Determinata... Sempre!

Si perde nelle piccole cose per ritrovarsi... Sono loro che la chiamano e la fermano... Si donano a lei perché lei lì sa amare forse, o sentono in lei una necessità


Non puoi fermarti al di là di quel vetro bagnato di pioggia per toccarla prima che vada via

Lei era nella pioggia

La pioggia te la sei portata dentro questa notte...

 
 
 

life is my care

Post n°202 pubblicato il 13 Novembre 2009 da ali_dicarta

Running Up That Hill


ho sofferto
ho pianto

ho atteso che finisse
ho voluto che finisse

ho pregato

ho distrutto

ho creduto di morire
ho creduto di sparire

ho toccato il fango delle mie oscurità con le dita... con le labbra.. ne ho saggiato l'amarezza

ho taciuto la violenza
ho urlato il silenzio

ho perso

ho perso per sempre (così dovrebbe esser spiegata la morte)

ma
io

esisto

"qui ed ora"

ed è doloroso

è stancante

è inquietante

è un continuo sperare e disilludersi e sperare ancora

ma è la vita

la vita la mia unica cura


è come risalire la collina mille volte...
e mille volte non esistere se non so sentire la collina

perchè si nasconde ad ogni passo la vita...
si nasconde perchè vuole essere trovata!

allora  gioisco nel risalire la collina...
avrò la mia ricompensa in emozioni

e corro il rischio di cadere scendendo giù

 
 
 

warm thoughts in the cold

Post n°201 pubblicato il 12 Novembre 2009 da ali_dicarta

come foglie

sta arrivando il freddo

l'ascoltavo bisbigliare il suo canto mentre camminavo in quel viale al ritorno dal mare
l'ascoltavo e gli sorridevo

ma è appena autunno e sento cadere le foglie

una ad una

qualcuna pesa come fosse un macigno
ma non basta a schiacciarmi

non più


e mi chiedo perché ho voglia d’estate adesso che seduta bevo il mio tè pensando alla piacevolezza delle dita distese attorno alla superficie della tazza calda…
mi chiedo perché mi manca il sole

è che per ogni foglia che cade io cado con lei
mi ritroverò nuda?

immersa in foglie cadute miste alla pioggia sull’asfalto…

è che alla fine ho bisogno di onde
è che sono stanca di terra ferma

voglio tremare

[ancora]

[ed un’altra foglia cade]

 

 
 
 

25/10/2009

Post n°200 pubblicato il 11 Novembre 2009 da ali_dicarta

ci sono coincidenze che scaldano

che parlano di un noi vibrato in un attimo

prima di tornare a casa

con i piedi sul pavimento della terra

 

 

Mi hai lasciato senza parole
come una primavera
e questo è un raggio di luce
un pensiero che si riempe
di te

E l’attimo in cui il sole
diventa dorato

e il cuore si fa leggero
come l’aria prima che il tempo
ci porti via

ci porti via
da qui

Ti vorrei sollevare
Ti vorrei consolare
Mi hai detto "ti ho visto cambiare
Tu non stai più a sentire"
per un momento avrei voluto
che fosse vero anche soltanto

un pò

Perchè ti ho sentito entrare
ma volevo sparire

e invece ti ho visto mirare
invece ti ho visto sparare
a quell’anima
che hai detto che non ho

Ti vorrei sollevare
Ti vorrei consolare
Ti vorrei sollevare
Ti vorrei ritrovare

vorrei viaggiare su ali di carta con te
sapere inventare
sentire il vento che soffia
e non nasconderci se ci fa spostare
quando persi sotto tante stelle
ci chiediamo cosa siamo venuti a fare
cos’è l’amore
stringiamoci più forte ancora
teniamoci vicino al cuore
Ti vorrei sollevare

Ti vorrei consolare
e viaggiare su ali di carta con te

sapere inventare
sentire il vento che soffia
e non nasconderci se ci fa spostare
quando persi sotto tante stelle
ci chiediamo cosa siamo venuti a fare
cos’è l’amore
stringiamoci più forte ancora
teniamoci vicino al cuore
e viaggiare su ali di carta con te
sapere inventare

sentire il vento che soffia
e non nasconderci se ci fa spostare
quando persi sotto tante stelle
ci chiediamo cosa siamo venuti a fare

cos’è l’amore
stringiamoci più forte ancora

teniamoci vicino al cuore

 

 
 
 

under my skin

Post n°199 pubblicato il 10 Novembre 2009 da ali_dicarta

All Is Full Of Love

 

per quelle carezze invisibili

per quei tocchi che restano dentro l'anima

 

so che puoi sentire

...ancora...

 

You’ll be given love
You’ll be taken care of
You’ll be given love
You have to trust it

Maybe not from the sources
You’ve poured yours
Into

Maybe not
From the directions
You are
Staring at

Twist your head around
It’s all around you
 
All is full of love
You just aint receiving
All is full of love
Your phone is off the hook
All is full of love
Your doors are all shut
All is full of love


 
 
 

a dream

Post n°198 pubblicato il 08 Novembre 2009 da ali_dicarta

 

I believe I can fly

01:50
"dormi...

vorrei darti uno di quei baci lievi come neve calda
ma ho paura di svegliarti

così mi metto silenziosa dentro il tuo letto

e vorrei baciarli quegli occhi chiusi
ma non ti sveglierò

li bacerò col cuore

mi metto lentamente accanto a te
per trovare nel tuo calore la mia pace"

 

05:40
"... è come una poesia...

sono contento di averti accanto ora

no, non svegliarti!

vengo io più vicino a te e ti avvolgo nel mio abbraccio caldo
nel buio della stanza

e ti bacio piano, nel silenzio

ed è così che resto a sentirti

col cuore..."

 

perchè a volte basta un solo momento
...basta poco per comprendere che...

si può volare ancora


If I can see it, then I can do it
If I just believe it, there's nothing to it

I believe I can touch the sky
I think about it every night and day
Spread my wings and fly away

Sometimes silence can seem so loud
There are miracles in life I must achieve
But first I know it starts inside of me

 

I can fly

[grazie a chi ha saputo essere dentro quel momento]

 
 
 
Successivi »
 

 

 

AREA PERSONALE

 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

girasole64_iLorenzAdd1979pinuccia.gfjoy.lucesemprepazzabozambo2003mymuse77NATALENELCUOREderivalchiarodilunagioh87adelesenatoreioStefano67psicologiaforensebragi_lo_skaldoSTREGAPORFIDIA
 

 

FACEBOOK

 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 20
 

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

 

 

ULTIMI COMMENTI

piccirellaaaaaaaaaaaaaa
Inviato da: gioia58_r
il 13/02/2014 alle 20:14
 
tutto bene?
Inviato da: gioia58_r
il 14/01/2013 alle 14:06
 
e adesso, qui... è solo: ... CIÒ CHE RESTA DI UN DODECAEDRO...
Inviato da: gioh87
il 14/09/2012 alle 10:06
 
... ti sorrido ...
Inviato da: gioh87
il 09/05/2012 alle 08:23
 
che bella che sei sempre... sempre!!
Inviato da: pulcenelcuore
il 29/04/2012 alle 13:01
 
 

OGGI