Un blog creato da freedom71 il 04/02/2007

un giorno chissà...

non c'è niente di più bello del dimenticare, se non forse l'essere dimenticati...

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
 
 
 
 
 
 

LIBRO DEL MESE

"Benvenuti ad Altrove" Gabrielle Zevin

L'eterno conflitto tra la vita e la morte visto attraverso gli occhi di un'adolescente. Un idea dell' aldilà fuori da qualunque schema dogmatico e un luogo, "altrove" appunto, dove ci si prepara a tornare indietro... Una storia diversa dalle altre che conserva infatti una certa predisposizione fiabesca, comunque perfettamente incastonata nel nostro tempo.  Nessun monito religioso nelle intenzioni dell'autrice, al suo secondo romanzo, solo un grande amore per la vita di tutti i giorni che si riflette nella storia come l'opportunità di tornare indietro, di avere un'altra possibilità. Si perchè una volta arrivati ad Altrove il tempo scorre al contrario e la fine è un nuovo inizio. Attraverso un processo naturale lungo come un'intera vita (lunga o breve che sia), Gabrielle ci regala una metafora buona anche per le cose di tutti i giorni. E alla fine ogni singolo giorno sulla terra riacquista l'importanza che merita...

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 14
 
 
 
 
 
 
 

 

 

Gli anni di piombo del pupazzo Belpietro...

Post n°59 pubblicato il 05 Ottobre 2010 da freedom71

A te caro Belpietro, che con la tua fedele scorta (quella che i cittadini italiani provvedono a stipendiare), davanti ad una pistola inceppata richiami alla memoria gli anni di piombo, vorrei ricordare che:

negli anni di piombo le pistole non s'inceppavano mai...
negli anni di piombo i giornalisti avevano paura, ma solo quelli che credevano nella verità...
negli anni di piombo magistrati e statisti onesti saltavano in aria per amore della giustizia...
negli anni di piombo le piazze erano come i treni, pericolose...

Quelli attuali sono anni d'oro, il vostro oro... Quello che raccogliete a piene mani da chi tira i vostri fili, il prezzo del vostro silenzio o peggio della vostra ipocrisia. Il piombo è rimasto solo per noi, noi che tutti i giorni usciamo di casa senza scorta, perchè non c'è mai la scorta quando uno strafatto di cocaina, a bordo del suo suv accartoccia  una vita tra le lamiere della sua auto e scappa, non c'è mai la scorta quando un pazzo magari già noto uccide l'ex moglie per strada, non c'è mai la scorta quando una ragazza, magari per il solo torto di essere carina viene stuprata dal branco, perchè non c'è mai la scorta quando un operaio muore nel semplice svolgimento della sua attività, perchè l'unica scorta di un magistrato è non fare il proprio dovere, perchè non c'è alcuna scorta a proteggere le persone dalle vostre bugie, quelle commissionate ad arte dai vostri padroni. Ora per favore se proprio vuoi prendere gli italiani per il culo, continua a farlo dalle pagine del tuo giornale come è sempre stato... Ma abbi quantomeno un po' di rispetto per chi gli anni di piombo ce li ha segnati sulla propria lapide a margine di un epitaffio...

 
 
 

... e la chiamano estate

Post n°58 pubblicato il 13 Agosto 2009 da freedom71

E' stato un anno difficile, bello e complicato come tutte le stagioni che non si dimenticano. E ora sono qui e aspetto che torni perchè la mia estate cominci sul serio, per riempire il nostro spazio che in questi mesi si è ristretto sempre di più, schiacciato dalla presenza ingombrante, lungo il suo perimetro, di chi proprio non riesce a capire; per ridargli le giuste dimensioni facendoci entrare una gita a lago, un bagno in piscina o solo una passeggiata mano nella mano e ributtando fuori le tensioni provocate dalle cose e dalle persone che nel nostro spazio proprio non hanno ragione di esistere. Chissà se avremo questa possibilità, chissà se ce la concederemo o se fuggiremo, spinti dalla paura di scoprire che la nostra estate potrebbe durare per sempre e costringerci a decisioni incontrovertibili... Io intanto aspetto il tuo ritorno, nell'attesa di sapere se potrò finalmente annunciare l'arrivo dell'estate o se dovrò rassegnarmi a vivere dei caldi, inusuali momenti che di tanto in tanto accendono il mio gelido inverno...

 
 
 

...give me something to believe in

Post n°57 pubblicato il 09 Marzo 2009 da freedom71
Foto di freedom71

                                                                                                                                                          

 
 
 

E ora lasciatela morire...

Post n°56 pubblicato il 10 Febbraio 2009 da freedom71

Eluana è morta...


E' morta per 17 anni e ora che finalmente sembra giunto davvero il suo turno per riposare, non vogliono lasciarla andare. Hanno cercato di fermarla, di trattenerla ad ogni costo. Era pronto un decreto, Eluana doveva restare, Eluana rappresenta la nuova frontiera della lotta politica, fa notizia... Programmi televisivi, tg, giornali, Eluana era di tutti, non fa niente se per 17 anni di lei si sono occupati solo due persone, suo padre e sua madre consumati dalla vana speranza che un giorno potesse svegliarsi. Non fa niente se negli ultimi 17 anni una ragazza come tante altre è rimasta sospesa tra la morte e la non vita... Fa talmente poca differenza che sembra quasi possibile una scelta... E chissà cosa avrebbe scelto lei se avesse potuto, chissà come avrebbe giudicato coloro che l'hanno liberata e chi, anche ora che non c'è più ne usa il ricordo per i propri interessi. Ancora qualche giorno, poi terminato lo scalpore ci sarà qualcun'altro da trattenere al mondo con la forza, altre espressioni tristi da assumere davanti a una telecamera dopo il trucco. Ancora qualche giorno e poi Eluana potrà finalmente morire e al suo posto ci sarà qualcun'altro da incatenare ad una non vita che ne sbricioli la dignità, ma che fa odience e sa tanto di "noi difendiamo i valori"... E a chi in questi giorni ha gridato all'assassinio e invoca giustizia per chi l'ha liberata dalla sua non vita, vorrei ricordare che di assassini veri il nostro paese è stracolmo e che molti di loro, in questi giorni hanno conosciuto la storia di Eluana comodamente seduti nel salotto di casa... 


Eluana è morta, viva Eluana...  


 

 
 
 

Ora che ci sei...

Post n°55 pubblicato il 15 Ottobre 2008 da freedom71

ok... ci riprovo...
In fondo l'hanno fatto tutti ultimamente da queste parti, in fondo è una cosa che io ho fatto spesso. E poi è tempo che si metta un po' di sano ordine cronologico in quello che è successo.
Comincerei da lontano, il 14 aprile 2007... Sembra passato un secolo dalla prima volta che ti ho vista,si perchè se la memoria non m'inganna è stato quello il primo giorno in assoluto. Giorno di colloquio, di nuove prospettive e sfide rinnovate, di rimettersi a discutere con se stessi, di cominciare un percorso che poi si è rivelato incredibilmente appagante...
Sei stata lì dall'inizio, sei stata la mia guida nonostante in principio non sapessimo verso cosa ci stavamo dirigendo. E ora che le cose sono chiare, continui ad esserlo.
Spesso ho pensato alla mia vita come ad un viaggio senza meta ne controllo, un'itinerante ricerca di ciò che ad un certo punto mi sono trovato addosso contro la porta di uno spogliatoio...
E qui nasce la seconda fase, quella vissuta ad un'intensità al limite dell'umano (ma in fondo esiste altro modo per essere innamorati?), un gradino sopra il nostro "medio - tempo" (quello in cui le cose hanno cominciato a chiarirsi, in cui la voglia di sapere sempre di più l'uno dell'altra ci ha spinto a scoprirci così vicini).
Ora arriva la parte più difficile, ora è il tempo di lottare. Il destino che ha unito le nostre mani ora ci chiede di dimostrare il nostro valore di guerrieri, lui ha bisogno che questa battaglia si scateni e anche noi. Perchè in fondo a questi giorni complicati il premio del nostro lottare è la felicità che abbiamo così tanto inseguito.
Noi combatteremo e vinceremo, perchè abbiamo il cuore ed è attraverso il cuore che un soldato si trasforma in un grande guerriero.
Il "giorno dopo" avrà i colori di una spiaggia con la giostra e saprà di sale e del tuo profumo...
E niente sarà più importante dell'essere noi stessi, perchè è così che dall'inizio ci siamo cercati, così un giorno finalmente ci siamo ritrovati.

 
 
 

E' natale...

Post n°54 pubblicato il 26 Dicembre 2007 da freedom71

Caro babbo natale...
Lo so che è un po' tardi per scriverti la letterina, ma nel mio caso puoi fare un'eccezione e leggerla comunque. Anche perchè il regalo che ti chiedo è leggermente fuori dai canoni.
Vorrei che ti levassi dalle palle, sarebbe ora che andassi in pensione tu e le renne (sono peggio dei nani di biancaneve, ce n'è sempre una che non ti ricordi il nome)...
Davvero, non se ne può più dell'ipocrisia natalizia, tutti pervasi di buoni sentimenti senza garanzia (durano ventiquattr'ore) e una volta scartato l'ultimo paio di bretelle a righe o l'ultima cravatta di topolino, si ritorna tutti se stessi.
Tra regali riciclati e gadget inutili metterei i soliti 2768711 film liberati dalla polvere e trasmessi tutti insieme tra il 24 e il 25 dicembre, che se provi a guardare una puntata di porta a porta registrata qualche settimana prima, sei condannato alla pubblica lapidazione (perchè siamo tutti più buoni).
A roma però il 25 dicembre danno da mangiare ai barboni fino a farli scoppiare, tanto avranno i successivi 364 giorni di digiuno per rimettersi in linea.
Quest'anno tralaltro gli italiani hanno speso il 10 % in meno per il pranzo di natale e qualche migliaio tra capponi e tacchini possono finalmente smettere di strizzarsi le palle nelle loro stie.
Scommetto che anche tu cominci ad essere un po' stanco, le letterine dei bambini non sono più quelle di una volta e tra i gormiti di un piccolo italiano e i razzi katiuscha di un piccolo palestinese la differenza è sempre più sottile. Nel primo caso il regalo assicurerà la sopravvivenza dei genitori, nel secondo del figlio...
E poi, sto vestito rosso, la barba bianca, il cappello, alla tua età staresti davvero meglio con un bel doppio petto. Fidati, non è cosa...
Ora non so come funziona la previdenza in finlandia ed è pur vero che lavorando un giorno all'anno non avrai versato molti contributi. Ma ti assicuro che in italia ci sono persone che lavorano anche meno e prendono pensioni da emiri. Avrai sicuramente ricevuto qualcuna delle loro letterine, in cui, per natale, ti chiedono un'aumento di stipendio (poi tanto anche se tu gli porti un pigiama di flanella l'aumento se lo danno lo stesso)...
Quindi per favore pensaci seriamente, e visto che a natale siamo tutti più buoni facci questo favore.
Tanto ai regali qui ci pensa puntoshop.
Al massimo puoi chiedere una percentuale sull'appalto...
Buon natale...

 
 
 

Giù le mani dai bambini!!!

Post n°53 pubblicato il 26 Aprile 2007 da freedom71
 

Lobotomia per i pedofili! E' ora che qualcuno paghi sul serio e sia d'esempio, un esempio clamoroso per chi commette un reato con conseguenze devastanti, peggiore di un omicidio... Apprendo dell'ennesimo assurdo episodio di bambini che subiscono il furto dell'infanzia, per cui i peggiori incubi diventano reali e mi vergogno di essere uomo, di essere italiano. Questa volta le maestre di un asilo, che i bambini dovrebbero amarli sul serio, senza morbosità, di quell'amore di cui i piccoli sono gli ambasciatori più accreditati. Catechiste, che tra una lettura del vangelo e l'altra si impegnavano in messe nere e riti satanici... Niente di più assurdo e crudele. A tutti coloro che sbandierano ipocriti ideali di famiglia, che ne fanno strumentalizzazioni politiche chiedo di stroncare questa terribile piaga, prima che diventi banale per l'odience. Perchè allora si smetterebbe persino di parlarne e i bambini avrebbero ancora meno difese. E a voi bambini che non avete più diritto di credere in niente che non si manifesti realmente chiedo perdono. Vi chiedo perdono perchè io ho potuto essere un bambino felice, potevo fidarmi di tutti gli adulti che avevo intorno, potevo credere nell'uomo nero senza vederlo apparire all'improvviso, potevo credere che qualunque gesto nei miei confronti fosse un gesto sincero e semplicemente affettuoso, perchè un abbraccio mi faceva sentire bene e non male... Vi chiedo perdono perchè vi consegneremo un mondo terribile, in cui voi state già lottando per la salvezza, in cui vi ritrovate grandi a quattro o cinque anni, in cui sperimentate il dolore anzichè la gioia, in cui dovete scambiare il telefono rosso di batman col telefono azzurro, l'unico super eroe in cui possiate sperare...
E agli esseri umani, che qualcuno dice creati a immagine e somiglianza di Dio, io chiedo di smetterla... Smettete di credere, di professare, di educare e di scegliere. Voi non ne siete degni. Tutto ciò che potete fare è fermarvi a pensare al modo per ricostruire tutto ciò che avete distrutto, se un modo c'è... E tenete giù le mani dai bambini!!!

 
 
 

I giorni passano...

Post n°52 pubblicato il 07 Aprile 2007 da freedom71
 

I giorni passano... Ce ne sono alcuni fatti apposta per i ricordi... Pasqua, diciassette anni fa, una vacanza con gli amici nella nostra nuova casa al mare. Non abbiamo voluto aspettare che fosse arredata, abbiamo dormito per terra. Cuscini, sacchi a pelo. Il mare era così vicino che potevi sentire la risacca e chiusi gli occhi pensare di essere in spiaggia. E alla fine tornare a casa cambiati, cresciuti da un'avventura, un viaggio che segna un passaggio di stato. Partire adolescenti e tornare a casa adulti, con il primo viaggio da raccontare, numeri di telefono da chiamare e dall'altra parte persone lontane. Guidare così tanto in una volta sola, una sbronza che devi gestire da solo e una ragazza che ti mancherà solo qualche giorno, ma che non dimenticherai mai. E ogni volta ricordare le cazzate dette e quelle fatte come fosse stato ieri... E ieri è un giorno lontano diciassette anni che proprio non vuole saperne di sbiadire, che ti ricorda, ogni volta che la memoria si lascia chiudere in un cassetto, che hai rincorso la strada ogni volta che hai potuto. Che in fondo ai tuoi desideri c'era sempre il viaggio e che la meta non era mai importante quanto il tragitto. Perchè è durante il tragitto che non puoi chiudere gli occhi e che le cose che vedi ti rimangono dentro. Perchè la meta rappresenta solo una scusa per partire e quando giunge, infine, serve solo a riposarti un poco prima di rimetterti in cammino...

 
 
 

Cei, credere, obbedire, combattere???

Post n°51 pubblicato il 31 Marzo 2007 da freedom71
 
Tag: Cei...

Un nuovo partito si affaccia nel già nebuloso universo politico italiano. E' la cei (conferenza episcopale italiana), la nuova democrazia cristiana (e io che pensavo c'entrasse Casini) che di cristiano però ha davvero poco. Le dichiarazioni degli ultimi giorni sui pacs (e altri argomenti), da parte di questi balilla in gonna lunga sono a dir poco preoccupanti. Dichiarano di non essere schierati politicamente, ma "consigliano" gli elettori cattolici sulle scelte elettorali, si ergono a difensori della famiglia salvo poi prevedere la legalizzazione di incesto e pedofilia come conseguenza dell'approvazione dei dico (ma che razza di concetto hanno degli italiani), temono l'insegnamento di altri culti religiosi nelle scuole, definendolo un indottrinamento socialmente pericoloso. Il potere gli sfugge dalle mani e loro cercano di tenerlo stretto, aggrappandosi a concetti assolutamente fuori luogo in una società sempre più multi razziale. Il loro problema è che non hanno altri argomenti, non si sono evoluti, i loro precetti sono vecchi di 2000 anni e ancora non hanno imparato a interpretarli. Quando perdono il controllo delle cose scatenano l'inquisizione... Oggi usano mezzi diversi, oggi gli eretici da condannare sono quelli che chiedono l'uguaglianza, quelli che chiedono di essere riconosciuti perchè ci sono. Loro cercano di costruire una nuova torre di babele, dobbiamo essere diversi gli uni dagli altri e questa diversità deve essere chiara. E dev'essere una diversità sociale e religiosa. Perchè finchè saremo diversi la loro attiva presenza nella nostra esistenza avrà un senso. Non voglio discutere sulla validità o meno della legge sui pacs, si è già fatta troppa strumentalizzazione a riguardo. Che al gioco però partecipino anche questi rifugiati politici (a cui noi diamo asilo nel centro di Roma), molti dei quali "extra comunitari" (ma forse extra comunitario e cattolico si annullano) questo proprio non mi va giù. Che sotto i gonnelloni qualcuno nasconda i tacchi a spillo? Forse è questo che spaventa tanto la cei rispetto alle coppie di fatto. Chiedono che le unioni "diverse" dall'ambito del comune, vecchio concetto di famiglia rimangano nell'anonimato, senza alcun riconoscimento... Si sentono forse categoria a rischio?
Sono sicuro che nessuno si offenderà per il mio sfogo, anzi scommetto che i simpatici "militanti" della cei mi perdoneranno e non vedranno l'ora di porgere l'altra guancia... Il tutto ovviamente rappresenta solo il mio parere...             Per omnia saecula saeculorum...

P.s. In calce alcune dichiarazioni di Mons. Bagnasco presidente della cei sulle coppie di fatto...

"E' inaccettabile sul piano dei principi, ma anche pericoloso sul piano sociale ed educativo Personalmente posso solo dire che apprezzo quanto da parte cattolica è stato fatto, impegnandomi ad assumerlo e a svilupparlo. I vescovi non possono che apprezzare e incoraggiare la manifestazionedel 12 maggio (il family day, ndr). Appare sempre più indispensabile che l'Europa si guardi da quell'atteggiamento pragmatico, oggi largamente diffuso, che giustifica sistematicamente il compromesso sui valori umani essenziali, come se fosse l'inevitabile accettazione di un presunto male minore".

I cristiani sono tenuti ad obbedire al «magistero della Chiesa» e pertanto un fedele «non può appellarsi al principio del pluralismo e dell'autonomia dei laici in politica, favorendo soluzioni che compromettano o che attenuino la salvaguardia delle esigenze etiche fondamentali per il bene comune della società ».

 
 
 

Io sorrido...

Post n°50 pubblicato il 28 Marzo 2007 da freedom71
 

Esco per fare due passi, un po' di sole ha fatto breccia tra le nuvole e la noia... Le giornate durano di più con l'ora legale, ci mancava anche questa... Per stavolta vince la luce e quindi nonostante non abbia una meta, parto. Il mio "viaggio" termina in riva al naviglio, non è l'Arno ma non c'è niente di meglio qui vicino. Ci sono anche delle soste intermedie, un cane scodinzolante da accarezzare, due parole con il padrone (solita chiaccherata sul tempo, che quindi scopro non essere esclusiva degli ascensori), un'indicazione ad un automobilista disorientato, ciclisti in divisa che sognano il tour... Nessuno sorride, sembra che nessuno abbia motivo di farlo... Allora comincio io, quasi come fosse un gioco. Sorrido a tutti quelli che incrocio e ce la metto tutta, non mi limito a niente che sia di circostanza. Ogni essere vivente che incrocia il mio cammino si becca un sorriso di quelli destinati, di solito, ad occasioni importanti...                       E incredibilmente scopro che tutti hanno voglia di ricambiare e lo fanno. E la strada diventa una festa di sorrisi modello book fotografico, sembra di essere al casting per la pubblicità di un dentifricio... Due passi lungo il naviglio, persino chi fa jogging, anche trasfigurato dallo sforzo, risponde ai sorrisi... Torno verso casa, mi sento meglio... Davanti a casa mia aqquattato come una tigre in attesa del suo pasto, un venditore porta a porta... Prima di mostrarmi la sua merce cerca di vendermi il suo sorriso, ma io ho appena fatto il pieno gratis e gentilmente lo congedo e lo saluto, non prima di avergli regalato un sorriso...   

 
 
 
Successivi »
 
 
 
 
 
 
 

GUARDA LA MIA STORIA...

 
 
 
 
 
 
 

LEGGENDA DEI TAGS

Questa leggenda è per parrucca, così quando passa di qua sa subito cosa leggere ed eventualmente commentare :-) Ogni post avrà un colore che corrisponderà al suo tono...

Verde: Post serio
RossoPost mediamente serio (contenuto serio con sprazzi divertenti)
Viola:    Poesia o post similare (a mia discrezione :-))
Giallo:   Post divertente e scanzonatorio :-)
Blu:       Barzellette o amenità varie...
 

 
 
 
 
 
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: freedom71
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 43
Prov: MI
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

trussoundocchi_di_gatto5unamamma1Eylan76deagatta80freedom71fernandez1983ilaria290878Fayawayausdauerbestiarara71zahir10malaga79er.cl
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova