Blog
Un blog creato da giulia_770.it il 15/01/2008

A R T E

.... e arte....

 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: giulia_770.it
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 35
Prov: MI
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

giulia_770.itstefano_75scmi_piaci15speedy.72francesca632angela.lvviola_salaAlbertoAABrunosere800psicologiaforensesagredo58simona_780carmimma_serenapietro_791.it
 

 

Per Angela.lv@libero.it.......

Post n°4253 pubblicato il 01 Ottobre 2014 da giulia_770.it





Lezione 1: I saluti e le espressioni giornaliere


Buongiorno -> Ohayou Gozaimasu (pronuncia: Ohaioo Gosaimas. La "h" in "Ohaioo" è aspirata, mentre la prima "s" in "Gosaimas" è a metà tra una "s" e una "z")


Ciao. -> Konnichiwa. (pronuncia: Conniciuà) Questo saluto è piuttosto informale e solitamente si usa tra amici o comunque persone con una certa confidenza.


Buonasera/buon pomeriggio -> Konbanwa (pronuncia: Conbawa. La seconda "n" di "konbanwa" solitamente non è particolarmente udibile nel parlato.)


Arrivederci -> Sayoonara. (pronuncia: Saionara.) Questo tipo di saluto viene usato anche per dire "addio". Generalmente i giapponesi, quando si salutano in modo confidenziale, utilizzano anche "Bai bai" che sarebbe traducibile con il classico "Bye bye".


Io vado. (quando si esce di casa) -> Ittekimasu. (pronuncia: ittechimas.) Solitamente, in risposta si usa dire "Itterashai" (pronuncia: itterasciai) inteso come "vai e torna presto".


Sono a casa (quando si rientra). -> Tadaima. (pronuncia: Tadaima.) Solitamente, in risposta si usa "Okaeri nasai" o più semplicemente "Okaeri" che starebbe a significare "bentornato a casa".


Grazie mille. -> Arigatou gozaimasu (pronuncia: Arigato gosaimas. Anche in questo caso, la prima "s" di "gosaimasu" si pronuncia a metà tra una "s" e una "z".) Come variante a questo ringraziamento, c'è "Arigatou gozaimashita" (pronuncia: Arigatoo gosaimascità. La seconda "i" in "gosaimascità" è sempre muta.) che si usa per:

- Un'azione già avvenuta, da poco, ma che probabilmente non si ripeterà o comunque non in breve tempo.

- Un'azione conclusa, anche da poco, che ha già avuto delle conseguenze. (per esempio, spesso questo tipo di ringraziamento viene utilizzato da un negoziante che ha appena ricevuto un pagamento da un cliente o viceversa. Stessa cosa se una persona ci ha fatto un prestito grazie al quale siamo riusciti a risolvere alcune questioni. Nel momento in cui glieli restituiamo, possiamo utilizzare "Arigatou gozaimashita".)
Un altro modo molto formale per ringraziare è "Doumo" (pronuncia: Doomo.) oppure anche "Doumo arigatou".

Nota: La forma "Doumo" è anche utilizzata per dire "ciao/salve" in maniera molto formale.


Prego. (in risposta a "grazie") -> Dou itashimashite. (pronuncia: Doo itascimascite. La seconda "i" di "itascimascite" è praticamente muta.)


Mi scusi. (usato ad esempio per fermare una persona per strada) -> Sumimasen. (pronuncia: Sumimasen. La prima "m" in "Sumimasen" è quasi muta la maggior parte delle volte.) Questa forma si usa solitamente per chiedere informazioni. E' inoltre una forma cortese e formale di chiedere "scusa" a degli estranei. In certi casi viene anche utilizzato come ringraziamento educato ed estremamente formale. Per esempio, se una persona con la quale abbiamo poca confidenza ci offre un regalo, sarebbe più educato utilizzare "Sumimasen" al posto di "Arigatou". E' traducibile come "mi dispiace per il disturbo."


Prego. (usato per invitare qualcuno a fare qualcosa) -> Douzo. (pronuncia: Doozo. la "z" si pronuncia a metà tra una "z" e una "s") Solitamente è usato per accogliere qualcuno in casa propria, per invitare qualcuno a sedersi o a compiere qualunque altra azione come, per esempio, aprire un regalo.


Buon appetito. -> Itadakimasu. (pronuncia: Itadakimas.) Questa forma si usa prima di cominciare a mangiare, equivarrebbe per l'appunto al nostro "buon appetito". I giapponesi lo usano sempre, a casa o al ristorante.


Che buono! -> Umai oppure anche Oishii. (pronunce: "Umà" e "Oiscii"). Si usa per esprimere la bontà di un piatto/alimento appena assaggiato.
Quando invece si finisce di mangiare/bere qualcosa, si usa "Gochisoosama" (pronuncia: Gocisoosama.) traducibile con "grazie per il cibo".


Sì. -> Hai. (pronuncia: Hai, con l'"h" aspirata.) A volte, per rispondere in affermativo si usa anche "Ee" che equivalrebbe al nostro "Mh!", ma è molto più informale.


No. -> Iie. (pronuncia: Iie.)


Buona notte. -> Oyasumi nasai. (pronuncia: Oyasumi nasai.)


Per favore. -> Kudasai o Onegaishimasu. (pronunce: "Kudasai" e "Onegaiscimas".) "Kudasai" è meno formale di "Onegaishimasu".
Per implorare qualcuno si usa semplicemente "Onegai".


Come stai? -> O-genki desu ka. (pronuncia: oghenchi des ca.) Per rivolgersi ad una persona più confidenziale, come per esempio un amico di lunga durata, si può usare semplicemente "Genki desu ka" senza la "o".


Sto bene. -> Genki desu. (pronuncia: Ghenchi des.)


Stammi bene. -> Genki de. (pronuncia: Ghenchi de.) Una forma più garbata e formale è "Genki de ite kudasai" traducibile come "Stammi bene/abbi cura di te, mi raccomando." Vi sono inoltre altri due modi per augurare a una persona di star bene: "Odaiji ni" (pronuncia: Odaigi ni) si usa solitamente con una persona malata e/o in ospedale per augurarle una buona guarigione e "Ki o tsukete" (pronuncia: Chi o Tsuchete. Il "tsu" si legge più come "tzu".) o "Ki o tsukete ne kudasai" (pronuncia: Chi o tsuchete ne kudasai.) si utilizza per dire "Fai attenzione, abbi cura di te."


Nota: Nello scritto giapponese non esistono i punti interrogativi, ecco perché anche nella scrittura romaji (non kanji) non sono presenti.




 

 
 
 

Joan Jonas all’HangarBicocca.

Post n°4252 pubblicato il 30 Settembre 2014 da giulia_770.it

La più estesa mostra dedicata alla pioniera americana.

. L'emozione, quando si entra nella mostra di Joan Jonas allestita in Hangar Bicocca a Milano, è forte. Nello spazio espositivo della Pirelli le installazioni e i video della grande artista e performer americana dialogano con l'ambiente post industriale. "In un certo senso - ci ha detto Joan Jonas a proposito dell'installazione della mostra - è stato come fare delle sculture, modellando le forme e gli spazi degli schermi e questi muri sono stati posizionati proprio per immaginare come si sarebbero guardate le opere".

 
 
 

I vincitori della terza edizione del premio Lucio Fontana...

Post n°4251 pubblicato il 30 Settembre 2014 da giulia_770.it

Julian d'Angiolillo e Valentin Demarco sono i giovani vincitori del premio Lucio Fontana.

Leggete qui: http://tinyurl.com/ltyachx

 
 
 

Milano..La protesta sotto la sede della Regione :

Post n°4250 pubblicato il 30 Settembre 2014 da stefano_75sc

E voi cosa ne pensate?

Io penso che abbiamo perso il 50% della fauna selvatica al mondo e ancora devono esistere dei trogloditi come i cacciatori...Vietiamo la caccia, altro che leggi!!!

Oltre 50 cacciatori lombardi in presidio all'esterno di Palazzo Pirelli, a Milano, sede del consiglio regionale, con bandiere di varie associazioni, striscioni, cartelli, un banchetto dove servono del vino. I manifestanti hanno portato anche una bara di compensato con su scritto  'I politici lombardi stanno uccidendo le deroghe e le nostre tradizioni'.

Fra i motivi della protesta, la richiesta alla Regione di ottenere la caccia in deroga e di semplificare il censimento sui volatili utilizzati come richiami vivi, per i quali è stata istituita una banca dati informatica, che a dire dei manifestanti disincentiverebbe i cacciatori, soprattutto quelli più anziani. "Chiediamo che l'assessore regionale Gianni Fava rimetta la delega alla caccia", ha affermato Fortunato Busana, portavoce dell'Unione cacciatori lombardi.......

 
 
 

So che ami De Gregori...

Post n°4249 pubblicato il 30 Settembre 2014 da miro_681

 

Una delle più belle canzoni di De Gregori, tra quelle meno celebri e nobili. Meravigliosa da cantare ai bambini, che rimangono solo un po’ perplessi sul fatto che “nessuno ti vuole bene”; anche se “nessuno ti vuole male”. Ma quando poi “lontano passa una nave, tutte le luci accese”, se ne sono già dimenticati.
 
 
 

Stop al degrado, multe salate a chi getta a terra gomme e mozziconi

Post n°4248 pubblicato il 30 Settembre 2014 da giulia_770.it

Tolleranza zero contro il degrado e chi sporca la città. Da 30 a 150 euro ai trasgressori che gettano gomme da masticare e mozziconi di sigaretta per terra. La legge entrerà in vigore a luglio 2015 per permettere ai Comuni di installare portaceneri e cestini dei rifiuti. Basta degrado, anche perché l'inquinamento da mozziconi di sigaretta e gomme da masticare non solo è dannoso all'ambiente ma ha costi altissimi.

La multa dovrebbero farla a chi butta qualsiasi cosa per terra (anche se l'uso di buttere a terra la cicca spegnandola con la scarpa è un classica brutta abitudine ). Magari aiuterebbe anche avere più cestini per gettare cartacce e gomme e anche il portacenere integrato......Ci sono anche fumatori educati che si premurano di non gettare le cicche a terra: o si portano dietro una scatoletta o bustina apposita, oppure spengono la cicca a terra (solo la parte incandescente) e gettano il resto nel cestino....
 
 
 

Beni Culturali...

Post n°4247 pubblicato il 29 Settembre 2014 da giulia_770.it
 

Un provvedimento che salva le librerie storiche. Il ministro dei Beni culturali Franceschini l'ha firmato proprio oggi. In questo modo, probabilmente, sarà scongiurato il rischio di chiusura delle biblioteche più longeve e tradizionali.

.Leggete qui: http://tinyurl.com/nnf4laq

Un'ottima notizia arrivata però quando ormai alcune importantissime librerie storiche sono state spazzate via dalla speculazione edilizia, dall'incuria e dalla scarsa attenzione del mondo politico !

Beh'allora parliamo di R. Magritte...

La Condizione Umana...

dai Pietro , forza dai  con i commenti!!!..

 
 
 

Cassazione: possibili attenuanti anche per lo stupro "completo"

Post n°4246 pubblicato il 29 Settembre 2014 da simona_780car

Per stupro completo è possibile ottenere pena ridotta

L'uomo era stato condannato per maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale sulla moglie costringendola, in preda ai fumi dell'alcool, ad avere rapporti sessuali completi contro la sua volontà. I suoi avvocati hanno richiesto l'attenuante alla pena richiesta dai gip di Vicenza e confermata in appello. Secondo i legali per valutare la gravità di uno stupro, deve "assumere rilevanza la qualità dell'atto compiuto (e segnatamente il grado di coartazione, il danno arrecato e l'entità della compressione) più che la quantità di violenza fisica esercitata". A questo funambolismo verbale e legale i magistrati hanno risposto accogliendo le ragioni dello stupratore, annullando di fatto la sentenza dei giudici di Venezia. La decisione è stata motivata con queste parole: "ai fini della concedibilità dell'attenuante di minore gravità, assumono rilievo una serie di indici, segnatamente riconducibili, attesa la 'ratio' della previsione normativa, al grado di coartazione esercitato sulla vittima, alle condizioni fisiche e mentali di quest'ultima, alle caratteristiche psicologiche, valutate in relazione all'età, all'entità della compressione della libertà sessuale e al danno arrecato alla vittima anche in termini psichici". Parole che, una volta tradotte in italiano corrente, creano un pericoloso precedente per le future sentenze sul reato di stupro. (fonte web)

Allora secondo quanto ho interpretato, se io mi impongo per atti sessuali non richiesti e né voluti   con il mio/a compagno/a, e se questi non soffre di alcun danno fisico, in considerazione dell'eta' e della promiscuita'  dell'atto eventualmente eseguito in un momento di allucinazione e comunque dichiarandomi " non presente mentalmente" al momento dell'atto sessuale,  io non sono un violentatore,  ma questi della cassazione dove vivono???.......

 
 
 

Week end Meneghino...

Post n°4245 pubblicato il 28 Settembre 2014 da giulia_770.it

Expo Milano 2015...
 
 
 

Liberi a settembre-ottobre?

Post n°4244 pubblicato il 28 Settembre 2014 da manu78_it

Ecco le 15 mete perfette per un weekend o una vacanza fuori porta. Tutti i voli sono a meno di 50€!

 

Da Parigi a Malta, da Palma di Maiorca a Barcellona: le mete più economiche da raggiungere a settembre per una vacanza super! Leggete qui : http://www.skyscanner.it/notizie/europa-viaggi-settembre-meno-50-euro?

 

 

 
 
 

'Io e te' è la mostra a cielo aperto

Post n°4243 pubblicato il 28 Settembre 2014 da manu78_it
 

Decine di opere d'arte contemporanea hanno invaso le strade di Milano. Affisse come fossero cartelloni pubblicitari, rappresentano una forma di adescamento nei confronti di quanti non frequentano abitualmente gallerie e musei. 'Io e te' è il titolo di questa mostra a cielo aperto curata da Francesca Alfano Miglietti che coinvolge 18 artisti:

 Tutti hanno accettato che il proprio lavoro venisse riprodotto su un manifesto e affisso per le strade. E così icone, ritratti, personaggi secondari diventano opere vive che incontrano i passanti, finché gli agenti atmosferici le consumeranno per lasciar spazio ad altre forme di comunicazione

 
 
 

Mangia il sushi, si sente male e va dal medico

Post n°4242 pubblicato il 27 Settembre 2014 da manu78_it

La diagnosi è choc: "Intestino invaso dai vermi"

.


Strano...molto strano che ci sia stata una proliferazione così repentina e numerosa di tenia che a vedere le radiografie hanno invaso anche il tronco e gli Arti in modo così esponenziale.!.

Io so che il pesce servito nel sushi viene congelato di 24h prima di esser consumato, proprio per far morire questi parassiti.

Figuriamoci se questa cosa la fanno tutti, sarà andato in un posto che probabilmente di igienico avrà l'insegna.....

Giuliaaaaaaaaaaaaa rimandiamo ahahaha noooo Giappo!!!  La parmigiana di zia Tere' voglioooo mangiare!!!

Ok ragazzi ci vediamo tutti in P.za Duomo...Oh! io ho inviato a tutti gli sms ok?..io ho ricevuto quello di Miro'....

 
 
 

Palazzo Marino

Post n°4241 pubblicato il 27 Settembre 2014 da elis_772.it

Il weekend degli appuntamenti milanesi diffusi è già cominciato: da ieri, fino a domenica, il Gelato Festival propone degustazioni, corsi e incontri con maestri gelatieri in Piazza Castello (www.gelatofestival.it/milanofinale). E stasera, f...ino alle 23, sarà possibile approfondire il tema della ricerca scientifica nel campo dell’alimentazione e della salute con le conferenze e le mostre della notte dei ricercatori, nel cuore dei Giardini Montanelli (www.meetmetonight.it). A Palazzo Reale è stato inaugurato un percorso fotografico, tra storia e diritti civili, che ripercorre le battaglie dei fratelli Kennedy: http://bit.ly/FreedomFightersMi. Teatro e poesia animeranno, poi, i cortili e le strade di Zona9 e Zona4: da domani e fino al 5 ottobre Cortili in-versi porta reading e musica nelle strade, nelle corti e nei negozi (http://cortilinversi.wordpress.com/), mentre domani sera nei cortili di Niguarda sarà messo in scena Shakespeare I suppose! spettacolo teatrale itinerante (http://bit.ly/ShakespeareZ9). Sono diversi i nuovi spazi restituiti alla città che saranno inaugurati in questo fine settimana.

 
 
 

Comune di Milano

Post n°4240 pubblicato il 27 Settembre 2014 da elis_772.it

Domani dalle 10 alle 18, presso Expo Gate, saranno presentati alla città gli 11 progetti di architettura destinati a #PiazzaCastello, frutto del percorso di confronto partecipato voluto dall’Amministrazione. Sarà una giornata aperta a tutti..., durante la quale le 11 proposte verranno illustrate e discusse dagli studi di architettura (http://www.triennale.org/ateliercastello) che, invitati da La Triennale di Milano su richiesta del Comune, per tutto il mese di luglio hanno incontrato i cittadini, le associazioni del territorio, i commercianti della zona e i comitati di residenti per individuare assieme le migliori soluzioni di vivibilità da sperimentare nella nuova area pedonalizzata. I progetti di architettura partecipata presentati saranno così consegnati all'Amministrazione comunale, aprendo la fase finale del percorso. Per tutto l’autunno piazza Castello accoglierà iniziative dedicate alla cultura, allo sport, al cibo, all’ambiente (http://bit.ly/1CsauKW): nei fine settimana saranno ospitati eventi come BookCity Milano, Gelato Festival e Open Street, installazioni multimediali e competizioni sportive, dalla corsa agli scacchi Altro...

 
 
 

Le fotografie di Renato D'Agostin

Post n°4239 pubblicato il 27 Settembre 2014 da elis_772.it

Le fotografie di Renato D'Agostin sbarcano a Washington. Tra qualche giorno saranno esposte all'ambasciata italiana negli Usa

..Leggete qui: http://tinyurl.com/qb3ttow

 
 
 

Opera del Brunelleschi ...

Post n°4238 pubblicato il 27 Settembre 2014 da elis_772.it
 

Per anni questa straordinaria cupola è stata studiata. Le modalità di costruzione di questo capolavoro ad opera del Brunelleschi sono ancora misteriose. Ma una mostra a Firenze sta per svelare tutti gli arcani.

Nessun libro di storia dell'arte risulta esauriente sugli aspetti costruttivi della cupola, ma tutti ripetono da decenni e decenni la stessa aria fritta: la doppia calotta, le costolature a maglia, murature a spinapesce...

Leggete qui: http://tinyurl.com/nbbcxp8

 
 
 

Vai Kikka siamo tutti con te....

Post n°4237 pubblicato il 26 Settembre 2014 da elis_772.it

Suzanne Valadon

Protagonista della Parigi di fine secolo. Da uno dei suoi tanti amori, nacque il grande Utrillo titolo : Vita maledetta di Suzanne Valadon, musa, amante e pittrice ....

.... Dipinse i suoi primi quadri a olio, tra cui famoso ritratto di Erik Satie, con il quale ebbe una breve relazione. Quindi, nel 1895, avvenne la sua consacrazione: era stata ammessa ad esporre alla Nationale …
 
Chaim Soutine

Il pittore russo Soutine, nonostante i grandi successi, fu spesso insoddisfatto e depresso e diede sfogo alla sua instabilità mentale distruggendo molte delle sue opere. Dipinse spesso soggetti drammatici e cupi, carcasse di animali squartati emananti un'atmosfera angosciante.

Amedeo Modigliani - Ritratto di Chaim Soutine

Chaim Soutine :Maternita'

(....... Non godeva di grande notorietà anche quando era in vita. Spesso definisco Soutine un pre-allarme dei nostri tempi, un’anticipazione espressionista di Bacon (che guarda caso ha studiato molto Soutine) .....In particolare, l’opera esprime appieno un pesante dubbio sul futuro......il bambino non ha una definizione precisa, non si è certi se sia vivo o morto (numerose interpretazioni a riguardo da critici e artisti), ma lo sguardo perso nel vuoto della madre aiuta a capire che ci troviamo difronte a una sofferenza che sta per piombarci addosso. Soutine era un genio. .....
(ho copiato dal tuo profilo)..........:)
(Spacca tutto.. fai vedere quanto vali anche a Milano!!!!)
Raggiungo Asia .. ci sentiamo piu' tardi...
 

 
 
 

Indossano maschere bianche da teatro, terrorizzano per "scherzo"".......

Post n°4236 pubblicato il 25 Settembre 2014 da manu78_it

......passanti nella metro di Milano e postano i video su YouTube

..........

Sottopasso della stazione di Rogoredo, tarda notte. Luci gialle, strade semi deserte e il silenzio della periferia. La musica di sottofondo è da thriller. All’improvviso sei uomini col volto coperto — indossano maschere bianche da teatro — compaiono alla fine della scalinata che porta fuori dalla stazione ferroviaria: all’apparenza sembrano intenti ad aggredire un uomo. Quando l’ignaro passante li vede è terrorizzato, ma viene circondato. E cerca di scappare.

E' una delle scene del video 'White Mask Gang tra la Gente — Horror — Esperimento Sociale' che è stato pubblicato su Youtube. Si tratta di una candid camera horror realizzata nelle strade di Milano dal duo The Show, di Alessio Stigliano e Alessandro Tenace. Un video che ha suscitato molte polemiche in rete per le reazioni che hanno avuto le vittime degli scherzi....

 E poi, in che cosa consisterebbe l'esperimento sociale? Nel verificare che la gente scappa quando si trova di fronte un manipolo di energumeni mascherati e forse armati con atteggiamento aggressivo? Idioti!!!!

 
 
 

Il ritratto della salute..

Post n°4235 pubblicato il 25 Settembre 2014 da manu78_it

Meraviglioso come lei. forte come lei. emozionante... come lei. se avete l'occasione di vederla dal vivo recitare l'intero monologo, non perdetevela. E' unica.

Chiara Stoppa, attrice, ha solo ventisei anni quando, nel 2005, le viene diagnosticato un tumore. Dopo due devastanti cicli di chemioterapia giunge il verdetto che non avrebbe mai voluto sentire: il suo male guarisce nell'85 percento dei casi, ma lei rientra nell'altro 15 percento. L'unica speranza, ora, è un trapianto. Chiara, che ha vissuto l'intera esperienza della malattia come sotto una campana di vetro, inizia a pensare a cosa dire ai suoi amici, alle persone a lei care, a come salutarle per sempre. Ma a quel punto, dopo un anno di torture, quella stessa campana di vetro si infrange: Chiara decide che è meglio alzarsi dal letto, riprendere possesso del proprio corpo, decide, insomma, che è meglio vivere. Così avvia un percorso di guarigione che ha del miracoloso, se si considera che è qui a raccontarlo. E in questo racconto, in cui la paura non riesce mai a spegnere del tutto la speranza, Chiara si mette in gioco con l'umiltà di dire che la sua è solo una delle scelte possibili. Un tumore ti cambia: cambia la tua routine, il tuo modo di vivere, di respirare, di stare con gli altri. Ma si può scegliere come relazionarsi con esso, ascoltando il proprio corpo per decidere quale sia la soluzione più adatta. Le persone sono diverse, e diverse possono essere le cure. Dalla sua esperienza Chiara Stoppa ha tratto un monologo teatrale privo di retorica ma pieno di energia, di ironia, con una carica vitale contagiosa

Leggetelo !

 
 
 

2a edizione dello "STREEAT FOOD TRUCK

Post n°4233 pubblicato il 25 Settembre 2014 da manu78_it

l'unico festival italiano interamente dedicato al cibo di qualità su ruote IL 26, 27 E 28 SETTEMBRE 2014 Milano .........

AL CARROPONTE DI SESTO SAN GIOVANNI

Prelibatezze italiane e internazionali di ogni sorta, spaziando dal dolce al salato, incontreranno la praticità del cibo di strada. Dai gelati alla mozzarella di bufala campana, dai panzerotti alle specialità romagnole, dalla pizza alla cucina vegana, fino al kebab di cioccolato e al gelato giapponese, tutte le specialità saranno disponibili dalla colazione fino allo spuntino della mezzanotte.

 

Fast, Cheap, Gourmet, Design e Spirito on the road si fondono e convivono sui camioncini allestiti come vere e proprie cucine itineranti, offrendo un’esperienza gastronomica unica, assolutamente innovativa e al passo coi tempi.

 

Per 3 giorni il cibo sarà il protagonista assoluto: non solo grazie ai piaceri del palato, ma anche in una serie di eventi collaterali come workshop, presentazioni, musica e intrattenimento.

 

Venerdì sarà presentato “Il racconto della Birra” di Matteo Zamorani Alzetta (Vallardi Editore), un libro che in quattro capitoli accompagna i lettori alla scoperta delle origini della birra, della sua storia e della produzione artigianale in Italia.

Sabato e domenica ACTIONAID, l’organizzazione internazionale indipendente impegnata nella lotta contro la povertà, organizza per la prima volta un’area dedicata ai bambini con laboratori e giochi per i più piccoli, introdotti da una breve presentazione ludica con foto e storie provenienti dal Sud del mondo.

Domenica, in uno speciale show cooking, lo chef Luca Catalfamo di Casa Ramen ripercorrerà le antiche origini del Ramen e la metodologia di preparazione.

 

STREEAT FOOD TRUCK Festival è un evento organizzato da Barley Arts Promotion srl, storico promoter di concerti e spettacoli dal 1979, e da Buono-Food & Events, giovane realtà che opera nell’ambito dei food-events, specializzata nella promozione di piccoli e medi produttori artigianali.

Andiamo tutti?  Ovviamente c'e' anche Giulia!!!!

 

 
 
 
Successivi »
 
 

Chiedo a chiunque passi di qua di mantenere un tono basso, qui non si urla nè si offende nessuno. Ogni vostro pensiero è ben accetto, come ogni critica, ma sempre nel rispetto reciproco.

Grazie!

 

UNIVERSO BLOGGER

GIULIA...

Alcune immagini sono prelevate dal web perchè ritenute,in assoluta buona fede, di pubblico dominio. Nel caso che l'autore delle stesse ritenga violato il suo diritto di paternità, basterà un semplice avviso alla mia casella postale e saranno prontamente rimosse.
 

ULTIMI COMMENTI