Creato da mikacine il 15/01/2008
un blog dedicato ai cinefili

Tag

 
 

Archivio messaggi

 
 
 << Luglio 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Area personale

 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

Ultime visite al Blog

 
Elemento.ScostantePerturbabiIemikacineunaseriedinick1962falco1941nuvoletralemanichristie_malryil_pabloAvril1967aishamariaStolen_wordslacey_munroRa.In.Meanmicupramarittimalubopo
 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

 

 

Bastille Day - Il colpo del secolo

Post n°624 pubblicato il 20 Luglio 2016 da mikacine
 
Foto di mikacine

Più attuale di quanto ci si potesse aspettare ed anche abbastanza piacevole da intrattenere per tutta la sua durata. Il colpo del secolo è un ibrido fra l'action puro ed il thriller politico in cui un agente della CIA piuttosto irrequieto e poco incline alle regole dovrà sventare un possibile attentato terroristico a Parigi. Le colpe e gli indizi portano le indagini verso un borseggiatore americano che,però,si è solo trovato al posto sbagliato e nel momento sbagliato. La borsa che ha rubato e gettato via conteneva un ordigno che esplodendo ha dato il via ad una serie di rivendicazioni che insospettiscono l'agente delle CIA,sospettoso dell'esistenza di un piano generale diverso e più grande.


Terrorismo,esplosioni,rivolte e paura sono (purtroppo) all'ordine del giorno nella cronaca mondiale ed il cinema ne viene inevitabilmente influenzato,ma probabilmente questa pellicola non voleva essere uno "specchio" così marcato della nostra realtà rimanendo un semplice film d'azione in cui il tema del terrorismo viene solo "sfiorato". Il film si lascia guardare senza pause accelerando volutamente solo sul piano action senza approfondire il resto.

 
 
 

Cell

Post n°623 pubblicato il 18 Luglio 2016 da mikacine
 
Foto di mikacine

Da anni si parlava di un possibile adattamento del celebre romanzo di Stephen King ma tutto sembrava essere oramai caduto nel dimenticatoio,soprattutto dopo l'abbandono di Eli Roth alla regia. Ma quando lo stesso King ha riscritto la sceneggiatura del film si è capito che il progetto avrebbe avuto finalmente luce.


Durante una normalissima giornata accade l'incomprensibile: un segnale telefonico penetra nelle menti di chiunque sia al cellulare ed in pochi secondi la maggior parte delle persone viene trasformata in esseri violenti ed instabili. I pochi sopravvissuti dovranno cercare di capire come combattere questi esseri - rinominati "telepazzi" - e trovare,se possibile,altri esseri umani ancora normali e provare a sopravvivere,magari trovando il modo per tornare alla realtà.

John Cusack e Samuel L. Jackson sono i sopravvissuti protagonisti della pellicola che,esattamente come il romanzo,parte molto bene. La prima parte ci presenta uno zombie-movie incalzante e moderno in cui l'horror ed il thriller si mescolano nel modo migliore lasciando noi spettatori nell'incertezza e nella tensione. Purtroppo la seconda parte,e soprattutto il finale - cambiato dallo stesso King rispetto al romanzo,ma in ogni caso carente -,perdono di mordente e scadono nella banalità.

 
 
 

Tartarughe Ninja - Fuori dall'ombra

Post n°622 pubblicato il 12 Luglio 2016 da mikacine
 
Foto di mikacine

Il mito anni '80 delle turtles sta vivendo la sua seconda giovinezza cinematografica proprio in questi anni. Due anni fa venne portata al cinema l'origine delle tartarughe,dalla loro mutazione agli insegnamenti del maestro Splinter,fino all'amicizia con la cronista April O'Neil e le loro mirabolanti avventura a difesa di New York. Tutto rigorosamente nell'ombra "e nelle fogne".


Ma ora tutto può cambiare radicalmente,visto che la vecchia minaccia Shredder è di nuovo a piede libero e con l'aiuto dei due scagnozzi geneticamente modificati Bebop e Rocksteady seminerà il panico in tutta la città. Il piano è quello di aprire un portale interdimensionale per favorire l'invasione dell'alieno Krang e della sua razza bellicosa. Donatello,Raffaello,Michelangelo e Leonardo dovranno unire ancora di più le loro forze per cercare di contrastare i nemici e,superando le loro rivalità,cercheranno di diventare una squadra imbattibile.

Questo sequel viaggia sugli stessi binari del primo film,quindi tanta azione,ottime sequenze computerizzate e tanta tanta ironia. Un prodotto assolutamente commerciale (il che non è sempre un male) che non pretende di elevarsi ma che intrattiene a dovere,soprattutto aggiungendo alla storia gli altri nemici storici del cartone originale.

 
 
 

La battaglia degli imperi - Dragon Blade

Post n°621 pubblicato il 11 Luglio 2016 da mikacine
 
Foto di mikacine

Può un film,dopo solamente dieci minuti,far rimpiangere di aver comprato il biglietto? Ebbene,la risposta è si ed inaspettatamente (fino ad un certo punto..) si tratta proprio di questo film. Perchè se è vero che ci si può aspettare poco da un film poco pubblicizzato e distribuito a fine Giugno,c'erano comunque tutte le premesse per renderlo perlomeno godibile.


Andiamo con ordine: siamo in piena espansione dell'Impero Romano,così incontrastata da aver portato l'Aquila fino alle attuali terre della Cina. Qui,una legione comandata dal generale Lucio,percorre la Via della Seta arrivando a scontrarsi con il generale cinese Huo An che,dopo un'iniziale diffidenza,convince il suo popolo ad ospitare gli stremati romani. Le due fazioni impareranno a conoscersi e ad apprezzarsi,tanto da arrivare a unire le forze nella ricostruzione delle mura della loro città. Ma la pace e la tranquillità durano veramente poco e l'esercito del generale Tiberio - che,con l'inganno,ha condannato Lucio all'esilio forzato - è alle porte in cerca di sangue e potere.

Jackie Chan,John Cusack e Adrien Brody incarnano le premesse di cui sopra,ma ben presto il tutto scema in un mix di ironia,dramma e azione piuttosto "fuori tempo": le scene di lotta,i drammi interiori dei protagonisti e le gag affidate a Chan arrivano nei momenti più sbagliati all'interno della storia. Peccato perchè la trama avrebbe potuto essere anche accattivante.
Flop sotto tutti gli aspetti!

 
 
 

Now you see me 2

Post n°620 pubblicato il 21 Giugno 2016 da mikacine
 
Foto di mikacine

Tre anni fa ebbe così successo da diventare un vero e proprio caso cinematografico,attirando tantissimo pubblico e molte recensioni positive grazie al mix molto glam di magia e crimine. Immaginare dei maghi come ladri professionisti,difatti,ha il suo fascino e la formula del film - humour,azione,trucchi di magia su scala mondiale e colpi di scena a raffica - ha dato il tocco finale al successo al botteghino.


In questo secondo episodio la squadra dei Cavalieri,oramai definitivamente diventati paladini della giustizia pronti a smascherare ogni tentativo di truffa,si ritrova ricattata da un giovane magnate - Daniel Radcliffe barbuto,il vero personaggio in più rispetto al cast precedente - che vuole sfruttare le loro capacità per recuperare un chip in grado di entrare nel software di ogni congegno elettronico e carpirne i dati. Il piano è piuttosto complicato e li porta addirittura fino in Cina,nel più antico negozio di magia del mondo,dove il gruppo di prestigiatori troverà l'idea per ribaltare il piano e raggirare il giovane.

Tolta l'originalità delle idee dietro al primo film,rimane l'azione e qualche buono spunto che riesce a rinverdire una trama che altrimenti avrebbe rischiato di "clonare" il primo episodio senza lasciare solchi profondi. Invece siamo di fronte ad un buon "secondo ciak",non uguale al suo predecessore - in senso sia positivo che negativo - e con una storia più vicina al thriller che al puro spettacolo di prestigio.

 
 
 
Successivi »