Creato da mikacine il 15/01/2008
un blog dedicato ai cinefili

Tag

 
 

Archivio messaggi

 
 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Area personale

 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

 
les_mots_de_sablemikacineD4sFXfugadallanimalacey_munromgf70pepedgl16ingegnersalvolubopocalciodomenicamoschettiere62StevenMelloniaquilablu80MarquisDeLaPhoenix
 

Ultimi commenti

 
Oddio, in realtà la scena "post credit" con...
Inviato da: maps.14
il 05/11/2014 alle 15:57
 
Saluti
Inviato da: giovaniesereni
il 03/10/2014 alle 15:14
 
ok prendo il tuo consiglio, vado a vederla
Inviato da: DJ_Ponhzi
il 07/09/2014 alle 15:05
 
Ciao! Grazie di aver visitato il mio blog.. Purtroppo...
Inviato da: mikacine
il 13/07/2014 alle 12:32
 
"almeno ci si spaventa un pò. Ed è già molto per un...
Inviato da: elisa.r79
il 11/07/2014 alle 16:17
 
 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

 

 

Interstellar

Post n°524 pubblicato il 25 Novembre 2014 da mikacine
 
Foto di mikacine

La fantascienza intellettuale deve tantissimo (se non tutto) a Kubrick che con la sua Odissea nello spazio ha riscritto le regole del rapporto uomo-universo. Da lui in poi non si è più parlato di semplice viaggio spaziale ma di percorso interiore.


E' proprio da questo paradosso narrativo che nasce il nuovo progetto di Nolan,atteso kolossal sci-fi che prosegue il cammino iniziato l'anno scorso da Gravity. Il pianeta Terra sta morendo e con lui anche l'umanità stessa,non producendo più il necessario sostentamento. In gran segreto la NASA sta progettando di viaggiare attraverso wormhole per cercare nuovi mondi in altre galassie. Mondi vivibili su cui poter far sopravvivere la razza umana ormai prossima all'estinzione.

Non siamo nel mondo narrativo dell'Uomo Pipistrello e nemmeno in quello (già più simile) di Inception,qui siamo in quell'universo di Nolan popolato di dubbi sulla sopravvivenza e certezze di un'umanità non meritevole. Il bene di tutti è messo da porti per scopi personali e la missione degli astronauti diventa più un fardello personale. I bellissimi effetti speciali ci fanno tornare alla realtà di una missione spaziale impossibile ed affascinante,proprio come l'amore che diventa il vero motore della loro sopravvivenza.

 
 
 

Lo sciacallo - Nightcrawler

Post n°523 pubblicato il 22 Novembre 2014 da mikacine
 
Foto di mikacine

Questo film nasconde in bella vista tante di quelle analisi che si fa veramente fatica ad analizzarle tutte e con la stessa lucidità. Lucidità che,invece,balza immediatamente all'occhio assieme alla freddezza disumana del protagonista.


Louis Bloom è un uomo alla ricerca di se stesso e della sua sopravvivenza. Vive di espedienti,barcollando fra la piccola criminalità e lavoretti saltuari,ma una sera si imbatte casualmente in una troupe televisiva che filma live la scena di un incidente stradale ed il tempestivo salvataggio della guidatrice del veicolo. E' qui che nasce in lui l'idea di improvvisarsi un freelancer del settore e di vendere le sue riprese al miglior offerente. Sarà l'inizio di un percorso segnato da sangue,violenza e cinismo.

Il bravissimo Jake Gyllenhall è il protagonista assoluto della pellicola e,anzi,ad esserlo lo sono i suoi sguardi e la sua gestualità. Allampanato,smagrito,viscido e senza alcuno scrupolo,un vero sociopatico alienato rispetto ai drammi che lui stesso spera di poter riprendere,il tutto per scalare quel successo personale per cui è disposto anche a sacrificare chi lo circonda. Una storia molto attuale interpretata magistralmente da un attore troppo spesso poco considerato.

 
 
 

Dracula Untold

Post n°522 pubblicato il 10 Novembre 2014 da mikacine
 
Foto di mikacine

Ritorna al cinema uno dei personaggi più iconici ed importanti della letteratura (e,appunto,della cinematografia) mondiale e lo fa togliendosi di dosso parecchia polvere. Nel corso degli anni e delle generazioni il principe delle tenebre ha ricevuto tantissime rivisitazioni,ammodernamenti ed anche sconvolgimenti,con progetti vari e talvolta deprecabili.


Il principe Vlad della Transylvania vive anni di pace con la sua famiglia ed i suoi sudditi. Il periodo del dominio turco sembra lontano e così anche il suo passato tormentato di bambino strappato alla famiglia e fatto diventare il famigerato e temuto Vlad l'Impalatore. La minaccia dell'imminente invasione di Maometto II,però,costringerà Vlad a prendere una decisione sofferta e che lo porterà a stringere un patto con l'oscurità..

Questa versione più bellicosa ed epica offre un punto di vista diverso e abbastanza originale fra tutti quelli visti prima al cinema. Siamo di fronte ad un buon film che di certo non ha la bellezza estetica e la profondità del capolavoro di Coppola,ma che però rispecchia alla perfezione il tipo di cinema moderno,sempre alla ricerca del giusto mix fra azione,spettacolarità e marketing. Proprio per questo motivo il vampiro per eccellenza sarà il primo dei classici monster che la Universal riproporrà in chiave moderna,creando un universo in cui far convergere i diversi protagonisti.

 
 
 

Guardiani della Galassia

Post n°521 pubblicato il 05 Novembre 2014 da mikacine
 
Foto di mikacine

Il percorso fantascientifico della Marvel,iniziato con Thor e proseguito con The Avengers,trova il suo apice con questo progetto dei Guardiani della Galassia,sconosciuto ai più in Italia ma con un potenziale enorme.


L'alieno criminale Ronan l'Accusatore sta seminando il panico nella Galassia,turbando un equilibrio già piuttosto precario ed appeso ad un filo. Dietro le sue azioni malvagie c'è la mano del Titano Thanos - protagonista della scena post credit del film sui Vendicatori e futuro villain dell'Universo Marvel - che smania per conquistare i mondi. L'unica speranza per salvare tutti gli abitanti della Galassia risiede nella più scalmanata ed improbabile squadra di antieroi: l'aliena criminale Gamora (figlia adottiva di Thanos),il carcerato Drax il Distruttore,i due cacciatori di taglie Rocket e Groot (un procione geneticamente modificato ed un albero umanoide) e l'umano attaccabrighe Peter Quill alias Star-Lord.

Molto vicino ai classici di fantascienza - Star Wars su tutti - ma anche perfettamente in linea con il "mondo Marvel",il film è un concentrato di ironia,viaggi interstellari e tanta tanta azione. La "banda di idioti" è disfunzionale e male assortita ed ovviamente è proprio questo il punto forte della storia,esattamente come nella maggior parte dei buddy movie anni '80. Decennio che,fra l'altro,fa da colona sonora a tutto il film,dando alla pellicola quel tono vintage che migliora il tutto.

PS: da non perdere ASSOLUTAMENTE la scena post credit,non tanto per la storyline dell'Universo Marvel,ma perchè la sorpresa è davvero speciale!!

 
 
 

Un milione di modi per morire nel West

Post n°520 pubblicato il 25 Ottobre 2014 da mikacine
 
Foto di mikacine

La frontiera come non l'abbiamo mai vista e la storia del selvaggio west parodiata come ai bei tempi di Mel Brooks. Ecco cosa aspetta al varco chi andrà a vedere il nuovo e secondo film di Seth MacFarlane,creatore di serie animate di successo (I Griffin,American Dad) e dell'orsetto volgare ed erotomane Ted


Albert è un mite allevatore di pecore non avvezzo alla dura vita della frontiera. Dopo essere fuggito da un duello per un banale equivoco,la sua fidanzata lo lascia non vedendo in lui quell'uomo tutto d'un pezzo che invece sogna. La delusione lo porta a voler lasciare la cittadina per cercare un luogo più adatto alla sua natura ma l'arrivo in città dell'affascinante e misteriosa Anna porterà ripensamenti ma anche molti guai.

La comicità volgare portata al cinema con Ted era stata un'operazione azzardata ma che ripagò grazie ad un successo stratosferico. Bissarla con una "presa in giro" di un genere oramai (purtroppo) morto è sicuramente di difficile realizzazione ma siamo comunque di fronte ad un film veramente divertente. Oltre che sboccato. Un'escalation vertiginosa di battute e situazioni scorrette porta lo spettatore a ridere di gusto,con un paio di scene di cui difficilmente ci si potrà dimenticare.

 
 
 
Successivi »