Creato da mikacine il 15/01/2008
un blog dedicato ai cinefili

Tag

 
 

Archivio messaggi

 
 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Area personale

 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

 
fugadallanimasabrina_83BmikacinevalentinachiummoCorasanacorecarezzadellanimaYOSURRmauriziocamagnalumil_0lost4mostofitallyeahlarosanigrabelladinotte16giovanieserenicalciodomenicainevasa
 

Ultimi commenti

 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

 

 

Tartarughe Ninja

Post n°513 pubblicato il 29 Settembre 2014 da mikacine
 
Foto di mikacine

Un ventennio fa erano alcune delle indiscusse icone dei teenagers di tutto il mondo ma,col passare degli anni,il mito aveva ceduto il passo arrivando a spegnersi definitivamente. Ci voleva il fiuto commerciale di Michael Bay per riportare in carreggiata un franchise dalle enormi potenzialità,lui che ha portato al cinema - e con enorme successo - i Transformers.


Nella Grande Mela il crimine ha un solo nome,quello del Clan del Piede. Viene chiamato così per i modi brutali con cui schiaccia le velleità dei cittadini e delle forze dell'ordine che sembrano inermi di fronte a questa organizzazione. Almeno fino a quando dei "giustizieri" non iniziano a mettere i bastoni fra le ruote e a ridare speranza all'intera comunità. Il problema è che la cittadinanza non è,probabilmente,pronta per scoprire che dietro le "maschere" dei giustizieri ci sono quattro tartarughe mutanti che lottano a suon di colpi di karate...

Chi conosce la storia delle Turtles noterà diversi cambiamenti rispetto all'originale,un pò per rinverdire il mito e un pò per esigenze di copione,dando spessore al ruolo di April/Megan Fox. Intrattenimento allo stato puro,con bellissime ed esplosive sequenze di combattimenti degne di un spin-off della saga dei robottoni Hasbro!

 
 
 

La preda perfetta

Post n°512 pubblicato il 26 Settembre 2014 da mikacine
 
Foto di mikacine

Thriller atipico e cupo con protagonista Liam Neeson nei panni di un ex-poliziotto che,a causa dei suoi problemi d'alcolismo e di una tragedia accadutagli durante una sua missione,ora esercita senza licenza la professione di investigatore privato. Quando un trafficante di droga chiede i suoi servigi per trovare chi gli ha rapito e ucciso la moglie capisce di avere di fronte un caso molto più complicato del previsto e che i rapitori sembrano essere diabolici e senza freni.


L'attore irlandese non è nuovo a parti del genere e ai thriller tesi e ricchi di colpi di scena,anzi,ultimamente sembra essere attratto solamente da progetti del genere. Opere il cui protagonista ha più o meno sempre la medesima storia: un passato oscuro,fatto di alcol e scelte sbagliate,ed un presente difficile in cui il suo carattere burbero e solitario si mischia con la facilità di menare le mani (The grey,Io vi troverò,Non-Stop).
Questo film è molto più violento degli altri e,a tratti,sfiora il sadismo e la violenza gratuita. Un buon progetto in cui la vera novità è rappresentata dal fatto che tutti i protagonisti siano cattivi e pieni di rabbia,lasciando allo spettatore il ruolo di semplice osservatore.

 
 
 

Necropolis - La città dei morti

Post n°511 pubblicato il 23 Settembre 2014 da mikacine
 
Foto di mikacine

Può la città dell'amore e del romanticismo diventare teatro di una scoperta da brivido e nascondere il vero Male al resto del mondo? Ebbene sì,o perlomeno è ciò che ci viene raccontato in questa pellicola.


Una giovane studiosa di simbologia,decisa a completare le ricerche mai finite del padre suicida,si reca a Parigi (appunto!) per cercare di trovare una misteriosa e leggendaria pietra preziosa che,fra l'altro,celerebbe anche un immenso tesoro. Tutti gli indizi portano la ragazza ed un gruppo di avventurosi francesi dritti nelle (reali) catacombe sottostanti la città,dei veri e propri cunicoli di pietra che nascondo fascino e paura. Entrati in questo mondo sotterraneo i giovani faranno la conoscenza di un segreto sconvolgente che metterà loro nella condizioni di dover affrontare paure ancestrali e segreti apparentemente sepolti nella polvere del passato.

Gia nel 2007 le catacombe parigine erano state protagoniste di un altro horror (Catacombs) che con questo ha ben poco da spartire. Qui la paura viene sempre più alimentata dalla claustrofobia,causata dagli spazi bui e minuscoli,e da un senso di demoniaco che sfocia nella terribile rivelazione verso la fine del film.
Devo dire che anche quest'horror riesce nell'intento di spaventare,non attraverso un susseguirsi di colpi di scena ma grazie ad una crescente sensazione di smarrimento e solitudine,perfetta per far calare lo spettatore nella più totale balìa dei propri demoni.

 
 
 

The Giver - Il mondo di Jonas

Post n°510 pubblicato il 16 Settembre 2014 da mikacine
 
Foto di mikacine

Jonas è un adolescente curioso che vive con crescente ansia e disorientamento la sua vita omologata e controllata. La sua intera comunità,infatti,vive regolamentata da regole rigide in cui non c'è spazio per sentimenti ed emozioni. Per mantenere questo distopico equilibrio i grandi saggi della società hanno fatto cancellare il passato dell'umanità e l'unica persona che dispone della possibilità di controllare e conoscere questa verità è il Donatore. Sarà lui a dover trasmettere a Jonas i segreti di una scelta dolorosa e ingiusta.


I nuovi teen-movie si sono finalmente scrollati di dosso l'ingiusta polvere di Twilight ed hanno creato un ibrido accattivante fra giovane e vecchio. Sfruttando la popolarità di giovani attori hanno portato sul grande schermo tematiche importanti e più che mai contemporanee,derivate soprattutto da libri diventati in breve tempo dei cult.
Ammetto che non avevo grandi aspettative su questa pellicola ed invece mi sono dovuto ricredere. Indubbiamente non siamo agli ottimi livelli e alla serietà della saga di Hunger Games ma l'inizio è più che promettente,grazie ad una bella storia (non troppo originale ma trattata con innovatività) e all'idea sempre attuale che dal passato si possa vivere il presente e migliorare il futuro.

 
 
 

I mercenari 3

Post n°509 pubblicato il 08 Settembre 2014 da mikacine
 
Foto di mikacine

Terza e probabilmente ultima avventura (?) per i sacrificabili di Stallone,il fenomeno vintage nato quattro anni fa e che,da semplice operazione nostalgica,è diventato un vero e proprio cult. Come un ideale cambio di testimone narrativo in questo terzo episodio il team di veterani viene affiancato da una squadra nuova di zecca e,soprattutto,giovane. Inevitabilmente la naturale sfrontatezza e vulnerabilità di quest'ultimi porterà i nostri protagonisti a tornare in carreggiata e a posticipare il loro canto del cigno.


Uscito dal progetto Bruce "Mr. Church" Willis il cast si è comunque nuovamente arricchito di nuovi pezzi da novanta: all'attempata combriccola si sono aggiunti Harrison Ford,Antonio Banderas,Wesley Snipes e Mel Gibson nei panni del cattivo e vendicativo fondatore dei Mercenari. Il doppio prologo catapulta lo spettatore nel classico mondo action visto nei primi due film,ma se si vuole trovare un neo a questo lo si può inquadrare nella parte centrale. Il reclutamento dei giovani allo sbaraglio rallenta un pò troppo il ritmo che,per fortuna,torna ad alzarsi notevolmente nella seconda parte.
Inutile vergognarsi,non ci si stanca facilmente di questi vecchi e nostalgici eroi,(s)pompati e rugosi ma pur sempre fascinosi per natura!

 
 
 
Successivi »