Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

- MARCO PICCOLO
- Un po di me
- massimopiero
- OP - LA !!
- alba chiara
- OCCHI SUL MONDO
- ZIGGY STARDUST
- SONO QUI
- LOSPECCHIODELLANIMA
- IL PETTIROSSO
- donna.....io domani
- LARABA FENICE
- Essere Donna
- VITA E ...SENSI...
- Vita di un Bradipo
- Donne sullorlo di..
- Parole a caso..
- CINOFALLICAMENTE
- come la brezza......
- di sole e dazzurro
- Dico la mia
- Origami
- LOca Nera
- Del sottile pensiero
- Labyrinth
- nun&ugrave;
- io
- IN VIAGGIO....
- raggio di sole
- ~ Anima in volo ~
- ...fini la com&egrave;die
- Soldi e inganni
- c&egrave; tutto un mondo..
- di tutto un p&ograve;
- Pensierosamente Me
- Angolo Pensatoio
- CALICI DI STELLE
- I Miei Perche
- PENSIERI SPARSI
- Forse
- 21 grammi
- donnaetempo
- Lamore &egrave; vita
- casalinga disperata
- Narrativa e oltre...cantastorie61
- LeNote_DellaMiaVita STEFF
- Ultimi pensieri grazia pv
- Un giorno per caso
- vivi e lascia vivere fla
- Chiaror Di Luna carla
- Fuori dal cuore Kathia
- loro:il mio mondo francesca
- ANALFABETA FLO
- Cogito ergo sum
- a proposito di elliy
- Non c&egrave; 2 senza 3 tiffy
- MIRROR MARISA
- Riflessioni/fantomas
- delirio.....W
- SEMPLICI EMOZIONI LIDIA
- PARLIAMONE
- PICCOLO INFINITO
- ricomincio da qui laura
- My Personal Minds laura
- Baciata dagli Dei Mokina
- Fenice_A&reg;
- cera una volta
- My VIDEOMUSIC blog - Kimi
- Amici e parole
- Dolce_eternity
- PensieriInVolo Edelw...
- OLTREICONFINI Lucre
- @Creative Insomnia Alice
- pensieri cuspides O
- Simpatica...Anna
- Dark side of Mars...Giù.
- Bambola di stracci Renata
- Meneraccontiunaltra sparusola
- Io un blog? : annetta
- Rosso come lamore....Cinzia.
- Emozioni e anima
- Pensieri.... martina
- black marbles tanyact
- Fatti e Misfatti marinella
- DOLCI MOMENTI
- Indomani Sel
- libero di pensare oliver
- Sentimentalmente Giovanna
- semplici attenzioni
- Eat Pray Love mary
- Ame Ph&egrave;nix Marq
- Ambra di stelle Tittì.
- Oltreiconfini20 Lulu
- CITAZIONI PATNERS
- Circo della Vita Ser..
- zoe
- BENVENUTI ROSA
- Ok... La smetto...trottolinogiramondo
- THE LIBERO PUB
 
Citazioni nei Blog Amici: 163
 

Ultime visite al Blog

sten9llaracbbiscottoufoclaudio.medri3nina.monamourprecisoservizioantonio.varricchioangidalberto_600antoceraa.camanzimaxyzdglelefantedgl10beautystar100artanavazterbin
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

CARNEVALE? NON FACCIAMO SCHERZI!

Post n°2082 pubblicato il 21 Febbraio 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per carnevale hot di rio 2017

 

Chi non abbia mai desiderato un volta sola nella vita, di fare un salto in Brasile per vivere il famoso Carnevale? Una esperienza che non ha uguali al mondo, una festa che coinvolge tutti anche i più seri e i più impediti: immergersi in quella realtà estranea dal mondo, dalla vita, dai pensieri, dalla povertà e dall'indigenza. Nessuno può e deve pensare alla quotidianità, si festeggia il carnevale e tanto basta. Ma quando la crisi morde, attanaglia tutto il mondo, nessuno può essere esentato, nessun paese può chiamarsi fuori specie se, come il Brasile, vive momenti drammatici e poco rassicuranti. Una recessione paurosa che spaventa e se 48 città hanno dovuto cancellare la "tradizione" del carnevale, ci saranno buone ragioni. A Rio de Janeiro la stretta peserà di meno, le sfilate saranno le solite, l'organizzazione delle scuole e delle premiazioni pure, ma meno sfarzo (punto di forza del carnevale) e meno partecipanti. "Facciamolo 'sto carnevale, ma con meno comprimari", questo l'ordine dato e così sarà da venerdì prossimo al 1° marzo. Le casse sono vuote, i turisti saranno meno, gli sponsor si defilano e l'arrangiarsi diventa una necessità. Quindi a conti fatti, si registrerà il peggior calo degli ultimi trent'anni. Pazienza, meglio che cancellare tutto, e come sanno bene i brasiliani, la colpa di questa pesante recessione è dovuta alle Olimpiadi dove ancora una volta, la politica ha dato il peggio di sé stessa: soldi sottratti, costruzioni maestose di stadi e strutture che oggi sono in uno stato di totale abbandono.Pagheranno un caro prezzo i brasiliani per questo ulteriore schiaffo. La domanda è un sola a questo punto: "Quando passeranno i cittadini, tra un samba e l'altro, a menar sonori ceffoni a questi soliti  politici affamatori? 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L'ISOLA CHE NON C'E'

Post n°2081 pubblicato il 21 Febbraio 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per isola famosi 2017

 

E' la prima e ultima volta che scriverò della "Isola dei Famosi" edizione 2017: non me ne vogliate, faccio un po' di critica e sarò breve...forse. Avete presente un gigantesco dinosauro preistorico e imbolsito dalla età? Beh siamo a questo punto, siamo al grottesco, al programma che come una imposizione calata dall'alto, sia sottoposto ad un ordine irrevocabile: "Fatelo a qualunque costo!". Sapete come nella storia della tv italiana, molti programmi avviati e deludenti sotto l'aspetto del gradimento, siano stati soppressi con tante scuse agli inserzionisti e il conseguente recupero degli spot per altri spettacoli. Se fossi un imprenditore non cadrei nella trappola dell'insulso, del cattivo gusto e della incongruente e assoluta pochezza. Eppure, sarà a titolo di cortesia, ci sono aziende che ci cascano e a meno che non sia pubblicità gratuita, non vedo come possa accadere. Uno dei punti deboli tra i tanti che sarebbero da segnalare, gli autori non sono in grado nonostante gli sforzi, di rinnovare, attualizzare e rendere diverso un programma che da anni si trascina stancamente. La Marcuzzi poi, meriterebbe una recensione negativa a parte: più che un oca giuliva, sembra una capra girovaga alla ricerca della stalla perduta: ormai ha perso anche il fascino giovanile e non le restano che risate stupide con la mostra dei 64 denti e le tante giravolte da bambina che vuol mostrare il vestitino nuovo. Irride i naufraghi che stanno patendo, al contrario delle precedenti edizioni, temperature non favorevoli e la fame arrembante. Quindi vivono condizioni critiche che comprimendo il loro umore, rende difficile anche il rapporto, il contatto più semplice. Niente di nuovo, tutto "deja vu", non un brivido, nessun sorriso appena accennato, un cast da piangere, un Bettarini prezzemolino, un Signorini che ormai non ha più niente da dire per i suoi trascorsi e per le posizioni inclinate, la Venier che ormai si da al miglior offerente e conta su amicizie particolari e pesanti e Luxuria sul/la quale stendo un velo pietoso: lei/lui è il nulla, è come un buco in un barile senza il barile attorno. Uno strazio per il quale sarei sempre curioso di sapere i nomi e i cognomi di coloro che seguono 'sto funerale che, per onestà di cronaca, ha preso botte da RAI 1 ogni lunedì e come se non bastasse, anche da altri programmi che fin'ora non se li filava nessuno. Lo share molto limitato la dice lunga sul seguito che possa ottenere lo spettacolo (sic). Pensate un po': appena inizia su RAI 1 la serie del commissario più celebre della TV (Montalbano), il programma passa al martedì per evitare mazzate epocali. Un pessimo segno che denota paura e desolazione. Mai accaduto ai tempi belli del cavaliere senza macchia e senza paura. Ultima annotazione: perché ho postato la Marika Fruscio? Domanda pertinente. Era candidata all'isola, ma all'ultimo momento è venuta meno la sua partecipazione. Pertanto direi "Che culo!", ha evitato così la disfatta. Poi lasciatemi anche dire che il programma, con la visibile eloquenza dei palloni mostrati dalla pettoruta, è noia pura, assoluta e corrispondente alla situazione post trasmissione: "Du pall".

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SCUSI? MI CEDE IL POSTO?

Post n°2080 pubblicato il 20 Febbraio 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per robot al lavoro nelle fabbriche

 

in verità, non credo proprio che andrà così: non sarà con una cordiale stretta di mano che l'uomo lascerà il posto in fabbrica all'automa, all'operaio senz'anima e soprattutto, senza contributi e assistenza sociale. I dati cominciano a preoccupare gli studiosi: in USA sono a rischio otto milioni di posti di lavoro, in Gran Bretagna pare saranno 15 milioni. Sono cifre da capogiro e pensare che 23 milioni circa di operai e forza lavoro, siano estromessi dal mercato, è drammatico. Inoltre, sono più a rischio i lavoratori che guadagnano meno e quindi meno retribuiti: loro saranno i primi ad essere sostituiti dai robot e quindi un allargamento molto sensibile della forbice sociale: aumento dei poveri! Bill Gates, persona sensibile e intelligente, cerca subito di spazzare ogni paura e perplessità: "E' vero, andiamo incontro a questi rischi e l'unica soluzione giusta potrebbe essere quella di tassare i robot!". Fa ridere? Forse, ma quando una macchina fa risparmiare 40/50 mila dollari all'anno per un operaio in meno, beh una tassa più o meno simile a quella che pagherebbe l'operaio licenziato, dovrebbe essere imputata all'azienda. Inoltre, se i robot libereranno le fabbriche dagli uomini, costoro potrebbero essere indirizzati a lavori che solo l'umano potrà svolgere: assistenza ai malati e ai bisognosi, insegnamento e servizi speciali. Insomma, i robot paghino le "tasse" poiché è giusto e socialmente utile, magari non quanto dovrebbero a parità con gli uomini, però siano versate dall'azienda poiché l'uso di macchine al posto di umani sarà sempre un gran risparmio per loro. Ricordiamoci che tutto ciò è già in atto, piccole esperienze sono state realizzate e parlare di un bar/caffè tutto automatizzato non è una novità, come non è nuovo un grande centro commerciale targato AMAZON dove si porta via la roba che si vuol comprare senza passare dalle casse e quindi niente code. Raga' siamo alla resa finale, ma non disperiamo, noi sempre per colpa del maledetto dato anagrafico, siamo fuori dalla mischia, però è nostro dovere preoccuparci del medio e prossimo futuro e pensare ai posteri, anche se loro non si siano mai....interessati a noi e non abbiano mai fatto niente per noi.  

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA AIDAA: TOGLIETE L'UCCELLO A DEL PIERO

Post n°2079 pubblicato il 20 Febbraio 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per Del Piero nuova pubblicità

 

Non ne fanno passare una gli animalisti: nonostante sia nuovo e aggiornato, lo spot in onda questi giorni dell'acqua Uliveto, è stato subito messo sotto processo, eppure, sono anni che lo vedono e lo rivedono. Questa volta però, c'è una aggravante per L'AIDAA: chiedono che sia immediatamente tolto l'uccellino dallo spot poiché molto diseducativo e fuorviante.  Insomma, il povero Del Piero non ha pace: questo rapporto che dura da anni tra lui e il passero solitario (magari non è passero e non è solitario), non ha da esserci per ben tre buone ragioni secondo gli animalisti. Due riguardano l'uccello perché alterna il cinguettio alla voce umana, poi viene scambiato, sempre secondo gli amici, per un pappagallo e infine, si parla di un gatto che minaccioso farebbe un solo boccone di un uccellino parlante. Che la pubblicità dell'Uliveto sia ormai stantia e logora non c'è dubbio, tuttavia pensare alle argomentazioni avanzate e ritenute poco educative, beh, azzarderei che siano i punti di vista che inducano a posizioni diverse. Per gli amici degli animali è impensabile che un passero parli ripetendo le parole di una persona (ma va?), non è sciocco l'animale e mai ripeterebbe ciò che ascolti. E poi offendere i pappagalli che vengano confusi con i passeri e che ripetano assiduamente ciò che ascoltino, è solo leggenda metropolitana oppure stereotipo scontato e ovvio. L'imperativa richiesta è l'abolizione dello spot o meglio della sua revisione, estromettendo  le indicazioni tacciate di essere diseducative. Infine il richiamo al calciatore Del Piero: "Possibile che pur di incassare soldi non si renda conto di essere irrispettoso verso gli animali? Confonde gli uccelli e i loro idiomi, vuole adottare un gatto per fargli mangiare l'uccello e infine, ma alla fiera dell'Est quest'uomo non ci è mai stato?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CAMPAGNE PUBBLICITARIE: UN TOT AL MESE!

Post n°2078 pubblicato il 19 Febbraio 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per pubblicità aston martin con donna seminuda in cucina.

 

Un binomio per antonomasia, un classico dei proverbi: "Donne e motori, gioie e dolori". Le mostre, i saloni dell'auto e dei motori a due ruote, insistono con le gnocche in affiancamento alle vetture e ai mezzi delle più prestigiose marche. Chi è interessato, generalmente l'uomo, ha da lustrarsi solo gli occhi per i veicoli e per le modelle. Il tempo come dicevo, non ha cambiato le grandi manifestazioni internazionali, le classiche esposizioni si fanno sempre allo stesso modo: donne molto belle e vistose con macchine che non avrebbero nulla (sic) da invidiare alle donne. Quella che vedete in alto, è la pubblicità della Aston Martin, un marchio prestigioso automobilistico che associò una donna alla macchina. Correva il dicembre 2015. Credo che da allora, per quanto riguardi la pubblicità delle auto in particolare, sia cambiato molto: niente donne svestite, si punta ad un target allargatissimo e si mettono in evidenza i nuovi accessori e le capacità elevate della tecnologia applicata alla vettura. Ci sono quelle che frenano da sole, quelle che parcheggiano senza aver bisogno dell'impegno del guidatore, ci sono quelle che interagiscono con l'autista, insomma, si è allargato il numero delle marche che fanno pubblicità ed è normale poiché all'inizio dell'anno con le nuove immatricolazioni, il mercato tira molto. C'è un dettaglio che vorrei richiamare alla vostra cortese attenzione: le promozioni e le offerte comprese le rottamazioni. Ne passano tantissime in tv, ogni marchio decanta le sue vetture e le sue agevolazioni, una corsa non indifferente per acquisire potenziali clienti. Il comune denominatore è uno solo e fateci caso, l'offerta è così impostata: "...e con soli 130 euro al mese, è tua". Insomma, dilazioni per tutti, omaggi per tutti, furto, incendio e assicurazione per tutti, accessoriato non di serie per tutti, a soli 130 euro al mese! OK, va bene mi interessa ma si può sapere quanto cazzo costa 'sta macchina? O meglio, i 130 euro al mese per quanti mesi ve li devo dare? Non si dice, ma non solo per le autovetture, fateci caso, ora ci si mettono un po' tutti a partire dai divani, mobili, materassi e chi più ne abbia più ne metta: a soli 48 euro al mese...punto! E quanti so' 'sti mesi? Booh! Telefonate al numero giallo, marrò, rosso....verde!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »