Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

- MARCO PICCOLO
- Un po di me
- massimopiero
- OP - LA !!
- alba chiara
- OCCHI SUL MONDO
- ZIGGY STARDUST
- SONO QUI
- LOSPECCHIODELLANIMA
- IL PETTIROSSO
- LARABA FENICE
- Essere Donna
- VITA E ...SENSI...
- Vita di un Bradipo
- Donne sullorlo di..
- Parole a caso..
- CINOFALLICAMENTE
- di sole e dazzurro
- Dico la mia
- Origami
- LOca Nera
- Del sottile pensiero
- Labyrinth
- nun&ugrave;
- io
- IN VIAGGIO....
- raggio di sole
- ~ Anima in volo ~
- ...fini la com&egrave;die
- Soldi e inganni
- c&egrave; tutto un mondo..
- di tutto un p&ograve;
- Pensierosamente Me
- Angolo Pensatoio
- CALICI DI STELLE
- I Miei Perche
- PENSIERI SPARSI
- 21 grammi
- donnaetempo
- Lamore &egrave; vita
- casalinga disperata
- Narrativa e oltre...cantastorie61
- LeNote_DellaMiaVita STEFF
- Ultimi pensieri grazia pv
- Un giorno per caso
- vivi e lascia vivere fla
- Chiaror Di Luna carla
- Fuori dal cuore Kathia
- loro:il mio mondo francesca
- ANALFABETA FLO
- Cogito ergo sum
- a proposito di elliy
- Non c&egrave; 2 senza 3 tiffy
- MIRROR MARISA
- Riflessioni/fantomas
- SEMPLICI EMOZIONI LIDIA
- PARLIAMONE
- PICCOLO INFINITO
- ricomincio da qui laura
- My Personal Minds laura
- Baciata dagli Dei Mokina
- Fenice_A&reg;
- cera una volta
- My VIDEOMUSIC blog - Kimi
- Amici e parole
- Dolce_eternity
- PensieriInVolo Edelw...
- OLTREICONFINI Lucre
- @Creative Insomnia Alice
- pensieri cuspides O
- Simpatica...Anna
- Dark side of Mars...Giù.
- Bambola di stracci Renata
- Meneraccontiunaltra sparusola
- Io un blog? : annetta
- Rosso come lamore....Cinzia.
- Emozioni e anima
- Pensieri.... martina
- black marbles tanyact
- Fatti e Misfatti marinella
- DOLCI MOMENTI
- Indomani Sel
- libero di pensare oliver
- Sentimentalmente Giovanna
- semplici attenzioni
- Eat Pray Love mary
- Ame Ph&egrave;nix Marq
- Ambra di stelle Tittì.
- Oltreiconfini20 Lulu
- CITAZIONI PATNERS
- Circo della Vita Ser..
- zoe
- BENVENUTI ROSA
- Ok... La smetto...trottolinogiramondo
- THE LIBERO PUB
- Channelfy
- Il Diavolo in Corpo/NINA
 
Citazioni nei Blog Amici: 165
 

Ultime visite al Blog

fed3dglzanna1999Nuvola_volawebastong1b9monellaccio19grazia.pve_d_e_l_w_e_i_s_slascrivanaspalmierosNoRiKo564purtuttavia6lucreziamussilicsi35pe
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

C'ERA UNA VOLTA LO SCIALLO...

Post n°2196 pubblicato il 23 Aprile 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per berlusconi lario

 

Come era verde la sua valle, che tempi, che sciallo, che vitazza. Ora mi fa pena, prima mi faceva ridere, ora mi commuove. Non solo le sciagure finanziarie per le quali Mediaset perde 300 milioni, non solo le sgridate degli eredi, ora la figlia Marina gli taglia i viveri, lo mette a "dieta" e gli vende alcuni beni per raccattare soldi in giro, ma c'è anche la signora Veronica che batte cassa, non prende da un bel po' il suo corposo vitalizio da 1.4 milioni al mese e giustamente si rivolge al tribunale che le da ragione e pignora a Silvio beni per oltre venti milioni di euro! Andiamo caro ex cav: in politica speri di fare ancora il boss pilota e comandante, ti fai forte per il nono processo chiuso per prescrizione e sorridi come se fossi innocente a... prescindere; su coraggio fai il bravo e non sostenere che anche senza la benigna sentenza di Strasburgo, sarai in campo lo stesso. Basta con lo scialare a destra e a manca, Marina sta perdendo la pazienza e dopo di te, è l'unica persona che in famiglia abbia le palle! Ritirati ad Antigua e fai il buono, il bravo e il...pensionato se ti riesce!


 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

QUANTO COSTA L'AGGETTIVO "ARTISTICO"?

Post n°2195 pubblicato il 23 Aprile 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per rai tv

 

I contratti con "prestazioni di natura artistica" non rientrano tra quelli per cui la legge stabilisce il tetto alle retribuzioni di 240 mila euro. Eccolo l'inganno, perdiamo ogni speranza noi che speravamo in modesto segno di risanamento da parte della RAI. Nisba, niente da fare e per aggirare l'ostacolo, ci pensa il governo tramite un intervento apposito e appropriato per non consentire l'ipotetica fuga dei big dalla nostra azienda di Stato. Il Sottosegretario alle Comunicazioni ha accompagnato con una nota esplicativa, le otto pagine redatte dall'Avvocatura di Stato in cui si ribadisce chiaramente che non possono rientrare sotto il tetto dei 240 mila euro, tutti coloro che offrono prestazioni artistiche in seno all'azienda. Pertanto documenti ufficiali informano il CdA della Rai che tutti coloro che forniscono prestazioni artistiche sono a contratto libero, ovvero, si contratta e si stabilisce la cifra da erogare, mentre per tutti coloro che siano giornalisti e dipendenti Rai effettivi e che non forniscano prestazioni artistiche, devono essere contenuti nel tetto stabilito per legge. Subito Vespa informa che le sue prestazioni, come da contratto sottoscritto nel 2011, sono evidenziate con l'aggettivo "artistiche", pertanto lui non rispetterà il tetto. Insomma, a parte Fazio, Conte, Insinna, Clerici e altri sui quali non vi sia ombra di dubbio circa il loro lavoro, gli altri come Annunziata, Giletti ecc.ecc. come saranno valutati? Il loro lavoro come abbiamo visto, non è solo giornalistico, ma è anche artistico in quanto sono in grado di fronteggiare situazioni che vadano oltre il semplice servizio giornalistico. E allora? Dove li poniamo? Riconosciamolo sono panzane belle, buone e adatte a menar il can per l'aia: anzi, non solo la tutela di coloro che già lavorano nella tv italiana, ma così tutti quelli a venire, avranno la pretese di inserire l'aggettivo artistico nel contratto affinché possano chiudere a condizioni più remunerative d'accordo con l'ente! Il bello è che la patata bollente passi in mano alla Rai, poiché il governo, come Pilato se ne lavi le mani, e i boss della dirigenza dovranno fare i funamboli perché da una parte potranno pagare molto profumatamente coloro che daranno garanzie professionali e grandi ascolti, ma dovranno rispettare i conti senza andare fuori controllo ed evitare di passare al bilancio in rosso per le spese pazze dovute all'aggettivo artistico. Ho solo una preoccupazione: e se in Rai si scoprisse che siano tutti artisti esosi e bravi, cosa accadrà? 

 
 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

GITE SCOLASTICHE? VIAGGI DI ISTRUZIONE?

Post n°2194 pubblicato il 22 Aprile 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per gite scolastiche di liceali

 

E chi non ha mai partecipato a una gita organizzata della scuola? Esperienza immancabile specie quando la destinazione, la meta, fosse un sito archeologico, una fabbrica, un castello, ecc.ecc. Quelle erano le gite brevi, quelle da un giorno e via. Oggi sono impostate diversamente e riferendomi al liceo o alla scuola superiore, si va in gita anche all'estero: arricchisce la cultura degli studenti e consente di fare esperienze interessanti. Ai miei tempi, se arrivavamo a Castel del Monte, era una conquista. Da tempo si discute, alla luce anche di tragici incidenti avvenuti in queste occasioni, sulla scelta o meno di organizzare queste gite; partono con scopi ben precisi e utili, ma lungo la strada si smarriscono le buone intenzioni e si aprono sortite e impegni completamente diversi da quelli prestabiliti. Ecco, le gite per giovanotti esuberanti sarebbero sconsigliabili, mentre per i ragazzi di scuola media forse vi sarebbero meno sorprese anche se nutro seri dubbi. Mi ha impressionato molto il racconto fatto in una radio (privata) da ragazzi di un noto liceo romano: erano appena rientrati da una gita fatta in Portogallo. A sentirli ricordare come siano andate le cose laggiù, mi ha lasciato quanto meno perplesso: hanno provato esperienze elettrizzanti perché si sono dilettati con furti nei negozi di souvenir, sortite notturne, alcool a volontà e canne che non sapevano più dove...piantarle. Cinque giorni di follia per un viaggio istruttivo. Notti insonni, casino per strada con cori da stadio, fughe notturne per farsi di fumo e bevute interminabili. Ragazzi intorno ai 18 anni portati maldestramente all'estero per...istruirsi. Eddekkè? Domando con dovuto rispetto. Quello che hanno provato, lo potevano fare anche a casa, nulla di nuovo per quanto riguarda le loro personali esperienze. Gli insegnati che accompagnavano la comitiva molto festosa, parevano distratti stando al racconto, non erano molto attenti e nulla hanno esperito per frenare i ragazzi: la notte uscivano e rientravano la mattina all'alba. Penso alle responsabilità, all'incidente, alla tragedia come sia già accaduto in tanti altri casi. Insomma a queste condizioni, mi domando a chi possa giovare il viaggio all'estero. Una sola nota positiva evidenzierei in tutta questa faccenda, la conferma da parte di uno dei giovani: "Abbiamo scritto sui muri, non pagavamo i mezzi pubblici e facevamo casino, ma sesso niente, niente sesso per nessuno. Quando c'è droga e alcool, anche senza sesso è bellissimo!". Mah, mi ricordavo il... contrario, davvero sono cambiati i tempi!

 
 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ORGOGLIO E PASSIONE...DI UNA STRADA

Post n°2193 pubblicato il 21 Aprile 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per bari via sparano panchine nuove

 

Mi permetto giocare in casa e parlarvi della mia città. A Bari, Via Sparano resta, senza ombra di dubbio, la via centrale più importante della nostra città: attraversa il famoso quadrilatero murattiano in linea retta partendo dalla stazione centrale e finendo su Corso Vittorio Emanuele. Una strada lunghissima vanto della nostra economia e luogo di ritrovo in centro per passeggiare (le famose vasche da fare su e giù) e centro popolato da uffici, banche, attività professionali e commerciali; tanto commercio con negozi elegantissimi e la presenza delle griffes più importanti del mondo. Oggi dopo tanti anni, via Sparano ha subito un restyling necessario e importante, un rinnovo di facciata: pavimentazione stradale rifatta, marciapiedi tutti cambiati e portarti a livello stradale, ancora più pedonale rispetto al passato e finalmente, hanno installato le famose panchine che tanti abbiano chiesto per intrattenersi e sedersi per riposare durante lo shopping e/o le passeggiate. Ebbene, puntualmente, come accade sempre quando vi sia un ripristino, una ricollocazione e un rinnovamento, la polemica doveva pur scattare, accade in tutte le città, e quindi perché non prendersela con le panchine molto dubbie sia per stile che per costituzione geometrica? Eccola qua, ideata presumo da un architetto visto che non posso immaginare altri che passino il tempo per farsi venire in mente qualcosa per poi stilizzarla e disegnarla dopo anni e anni di università, con gusto e originalità. Ditemi, non vi sembra  una cassa da morto? No? Ebbene, date un occhiata qua e fatemi sapere la vostra pregiata opinione, non vorrei che a Bari, qualcuno debba cambiare pusher prima di mettersi al lavoro.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SI PESCA ANCORA NEL TORBIDO

Post n°2192 pubblicato il 21 Aprile 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per raffaele cantone anticorruzione

 

La legge detta "Anticorruzione", in vigore da un anno circa, è un nuovo codice degli appalti teso a combattere la malavitosa contrattazione tra politici, burocrati e imprese per accaparrarsi appalti pubblici a botte di mazzette e regali. Purtroppo, ha subito un piccolo taglio, una modifica nella sua stesura: furtivamente e senza alcun risalto, senza passare dal Parlamento (almeno per ora), è sparito il comma 2 della art.211 che conferiva speciali poteri a Raffaele Cantone presidente della ANAC "Autorità Nazionale Anti Corruzione". Sappiamo il lavoro svolto dal Magistrato, i grossi risultati ottenuti, magari avrebbe potuto fare di più visti i traffici sottobanco  e corruttivi che ancora macchiano il nostro paese; tuttavia come tutte le leggi italiane ricche di virgole, parentesi, e frasi da interpretare, il nostro Cantone si è mosso con cautela e professionalità e aveva solo da continuare questo suo buon lavoro. Ebbene, il consiglio dei ministri, senza scomporsi più di tanto, ha provveduto a modificare questa legge e in particolare, ha manomesso il comma 2: è esattamente il comma che riguardava Cantone; ovvero, eliminando il comma è stato ridimensionato significativamente il compito e il raggio d'azione del presidente della "ANAC". Poiché è risoluzione del consiglio, qualcuno avrà pur firmato l'atto sul quale si sia discusso e poi accettato da tutto il consiglio...o no? Non si può sapere nome e cognome del/dei firmatari? Chi sta remando contro? A chi ha dato fastidio Cantone? Perché mettere mano ad una delle poche cose buone fatta in Italia? Sono domande sorte un po' dappertutto, se pensavano che non se accorgesse nessuno, si sono sbagliati. Hanno scavalcato il Parlamento e si dovrà dar conto, ora viene ridimensionato il lavoro di Cantone e si dovrà dare risposte esaurienti. I cittadini come molti politici, si sono già scatenati, vogliono capire perché si punti a delegittimare chi potrebbe fare qualcosa contro il dilagare notorio e compulsivo della nostra corruzione. Insomma un blitz vero e proprio che resta anonimo e speriamo per poco ancora: i nomi e i cognomi vogliamo e non come al solito per ogni cosa che accada in Italia: "Non sono stato io, è stato il signor Scaricabarile!".

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »