Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

caramelculstecChalumeaueuroformat.srlmonellaccio19pasqualina2008frescone17divinacreatura59aaa0001gabbiano642014akblackny99azzurropseudo10burdesanmartins62paolofasano2004
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

« DI MALE IN PEGGIO E...IN NEROFORZA ITALIA: IL PIATTO PIANGE »

FINALMENTE UN UOMO MOLESTATO DA UNA DONNA

Post n°2597 pubblicato il 08 Novembre 2017 da monellaccio19
 

 

 

Sembra la famosa storiella dell'albero che correva dietro un cane: era il colmo della...siccità.  E così con un bla ...bla...bla... che non finisce mai sulle molestie e le avances dei maschi americani nato sulla scia di Weinstein, ora abbiamo finalmente una notizia che produrrà l'effetto contrario, almeno così speriamo, visto che questa storia non finisce qua. Finalmente una donna viene accusata di molestie. Se poi questa donna è la porcellona (fisicamente parlando) Mariah Carey, nota e stimata cantante, allora la notizia non passa inosservata. Una sua guardia del corpo, ha subito dalla donna diverse mostie: è stato accusato di essere nazista, skinhead, tesserato al Ku Klux Kan, e infine, definito suprematista bianco solo perché non è scuro di carnagione. Infatti la Carey preferisce i negri anche per la scorta. Intanto ha tenuto Mr. Michael Anello per due anni al suo servizio, non lo ha mai cacciato via e infine lo ha molestato sessualmente lasciandolo entrare nella camera d'albergo dove alloggiava durante una tournée. Lei discinta audacemente, lo ha provocato, ma lui italiano di cognome e di fatto (sic), l'ha rispettata e non ha abboccato alle sceneggiate della Mariah. Conto finale presentato dall'uomo: 221.329,51 dollaroni per i servizi resi nei due anni. La cantante, prima di arrivare davanti al giudice, ha tentato una mediazione tramite gli avvocati, offrendo una somma inferiore. Niente da fare, Anello (sempre italiano di origine) ha detto no: a partire dai 51 centesimi di dollari, li vuole tutti sull'unghia! Lei ha detto che non ci sta: sull'unghia non ci stanno tutti quei dollari! 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/monellaccio19/trackback.php?msg=13582053

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
woodenship
woodenship il 08/11/17 alle 19:22 via WEB
Santo subito, bisognerebbe farlo,come minimo portabandiera di noi uomini sempre rispettosi ed omaggianti del femminino che ci esplode intorno provocante ed avvolgente in ogni momento della nostra giornata,vero vecchio mio?...Però,caspita:quanti bei quattrini per non essersi lasciato abbindolare!Della serie che anche la castità paga.........Un abbraccione........W.......
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 09/11/17 alle 10:36 via WEB
Ma è il corrispettivo di due anni di lavoro per la società che ha fornito gli uomini della scorta e di cui Anello è il proprietario. Tra l'altro la Carey li ha tentuo per due anni lui e i suoi uomini, ovunque andasse, era sempre protetta. Dai esultiamo anche noi: non tutti gli uomini molestano, qualcuno si fa anche molestare, per la serie "Vedere senza toccare". Buondì Sal.
(Rispondi)
 
mariateresa.savino
mariateresa.savino il 08/11/17 alle 21:42 via WEB
Oddio: qui si è trovato una gallina dalle uova d'oro , sicchè in moltissimi (uomini e denne) si daranno a denunziare. Sicuramente tutti terranno maggiormente alla loro alla privacy, se chi ha osato delle avances è un morto/a di fame. Mi sa che, con questa manfrina, si andrà ancora avanti per un bel po'. Buona serata, Carlo
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 09/11/17 alle 10:38 via WEB
Sono stato un buon profeta in patria: oggi, pensa te, parla anche la nonna Lollobrigida!!!! Non fisinsce qua e ne sentiremo ancora delle belle. Purtroppo resteranno sempre e solo chiacchiere da "Bar dello Sport". Ti abbraccio MT.
(Rispondi)
 
aldogiorno
aldogiorno il 08/11/17 alle 22:52 via WEB
CIAO MONELLACCIO. COMPLIMENTI PER IL POST. UNA BUONA SERATA ED UN CARO SALUTO ALDO.
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 09/11/17 alle 10:39 via WEB
Goditi una piacevole giornata Aldo.
(Rispondi)
 
Spiky03
Spiky03 il 09/11/17 alle 09:58 via WEB

Infatti la Carey preferisce i negri anche per la scorta.... Oddio ahahahahahahha sei troppo forte dai!! Buondì caro monel;9

(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 09/11/17 alle 10:40 via WEB
Oh, vuoi mettere in discusisone i gusti della Carey? Il nero non solo "sfila" ma attizza!!!! Buondì mia cara.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.