Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

cesira.sandonatiale85giovanina.monamourzanifabiozfaldogiornovito1946vvsostanzial_mentehugo.boginolazzari.cluigiveseriespositobarbabcdanieladifloriomariposamaggiobuzzettiprimolorenzpv
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 06/09/2017

SARA' PRESTO "L'ORA DEL ROSARIO"

Post n°2473 pubblicato il 06 Settembre 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per fiorello

 

Ebbi a scrivere alcuni mesi fa che Fiorello si fosse rintanato in un angolo più o meno visibile, per continuare a lavorare: tra la radio, la sua strampalata "Edicola" e qualche ospitata così a casaccio, gli bastava per sentirsi appagato e soddisfatto. In realtà e secondo me, il mitico Fiore, aveva paura di fare flop con qualche programma più corposo, più animato e più seguito: quegli show a cui ci aveva abituati e che ebbero a santificarlo come il migliore showman in Italia. Ecco non voleva ripetere quella esperienza per paura di bruciarsi. Del resto non è difficile comprendere quale sia il suo contesto naturale: la sua bravura, la sua personalità artistica sono stati i fondamentali quando lui iniziò la sua strabiliante carriera facendo animazione nei villaggi turistici. Grandi spazi, tanta gente  e lui, maestro cerimoniere, spopolava con la sua genuina improvvisazione, con le sue trovate istintive e repentine. Poi la grande occasione in TV con il karaoke nelle piazze; stessa situazione: spazi, tanta gente e i cantanti improvvisati che gli facessero da cornice. Questo è Fiorello, ogni personaggio ha bisogno dei suoi spazi e degli scenari a lui più congeniali. La radio e l'Edicola, non sono per lui: a parte l'esiguità del pubblico, star lì seduto non rende, la sua verve si scatena con il movimento, con la gente al fianco e con i vari ospiti che alla fine fungono da spalla per le sue performance e le sue uscite travolgenti. Eccomi accontentato, Fiore ha deciso di chiudere l' "Edicola", di fare ancora un po' di radio per distrarsi e procedere con un grande varietà in tv. Finalmente Rosario ti sei deciso e stai sereno, affidati ai tuoi autori, ai tuoi collaboratori e prepara un grande show. Non temere, andrai alla grande e in questo grande vuoto delle televisioni dove tra degrado, mancanze di idee e di personaggi come te, sarai un cammeo prezioso, un artista completo, un intrattenitore garbato e gradito. Mal che vada sarà un successo. Aspettiamo il tuo: "L'ora del Rosario".

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CARO LIBERO TI SCRIVO...

Post n°2472 pubblicato il 06 Settembre 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per libero

A memoria non ricordo, in tanti anni di frequentazione, una situazione come quella che stiamo vivendo su Libero. Da una decina di giorni v'è una doppia vita sulla piattaforma: noi blogger tradizionali con le nostre prime pagine, i soliti nik, i soliti loghi, le solite vecchie impostazioni ecc.ecc. e di contro, una parte più attiva e vegeta, con i suoi post in vista, citati e ricchi di gossip, sempre sulla notizia e soprattutto, tutti provenienti dalle altre piattaforme gemellate con noi che procediamo sul vecchio carrozzone. Inevitabilmente, dal pensare a un fermo tecnico, a problemi in attesa di essere risolti e alle vacanze estive che hanno procurato diversi fastidi alla nostra attività, ora l'idea cambia, il pensiero vola verso altri lidi e qualche sospetto avanza timidamente alla ricerca di conferme. Ma cosa succede? Come mai e come spesso accade, nessun cenno alla comunità di quanto stia avvenendo tecnicamente e politicamente alla nostra piattaforma? Possiamo solo fare supposizioni, non abbiamo certezze e procediamo a tentoni, facciamo puntualmente tutti i nostri bravi post ma non esistiamo più, siamo sospesi in una bolla d'aria: niente stimoli, nessun cenno vitale, apatia dovunque, non siamo più nell'elenco cronologico delle pubblicazioni e ciò che rimane in vista, almeno per quanto ci riguarda, è solo qualche vecchia "pagina" di post pubblicati più o meno una decina di giorni fa. Gli altri, i gemelli, almeno godono di qualcosa, ma di noi vi siete scordati; non ci considerate e tenuto conto del tempo trascorso, non potreste nemmeno  celarvi  dietro scuse da addurre a interventi di natura tecnica: un po' difficile da credere visto che sareste in grado (in una decina di giorni) di buttare giù tutto il portale e i suoi contenuti, e rimetterlo in sesto bello, nuovo e fiammante! Pertanto, scusandoci per il fastidio che vi arrechiamo, è possibile chiedervi schiettezza, genuinità, semplice e limitata collaborazione, informandoci e tenendoci al corrente di ciò che accade a noialtri della...tradizione? Nessuna pretesa intendiamoci, come spesso dico, siamo ospiti quassù e solo per questo dovremmo esservi grati, tuttavia, il nostro restare quassù, al contrario di tanti e diversi bravi colleghi evasi e partiti per altre spiagge, dovrebbe essere un sintomo, un segnale importante di quanto noi "survivors", siamo affezionati e strettamente legati a Libero che ci ha dato i natali; ci teniamo a vivere virtualmente sul luogo dove per anni e anni abbiamo lasciato un po' di noi. Lo so, è poco, non è trascendentale il nostro modesto lavoro, ma almeno una sola cosa la potremmo meritare: sincerità e correttezza. Grazie, fateci sapere se dobbiamo vivere ancora quassù con voi, oppure, se in caso di dipartita, la causa sarà l'affondamento: "...e il naufragar "ci sarà" dolce in questo mare...".

http://blog.libero.it/mondolibero/13550701.html
Comunicazione di oggi alle ore 13 circa.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso