Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 167
 

Ultime visite al Blog

ambradistelleITALIANOinATTESASono44gattinfilax6.2Nuvola_volamonellaccio19g1b9e_d_e_l_w_e_i_s_sdivinacreatura59almestranocchia56mariateresa.savinoaldogiornoSpiky03cas.li
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 12/04/2018

VOCE DEL VERBO...SCARPETTARE

Post n°2838 pubblicato il 12 Aprile 2018 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per roma scarpetteria shine _n

 

 

Questa sera a Roma sarà inaugurato un nuovo locale nell'ambito della ristorazione pubblica. Finalmente il sogno proibito, la voglia sfrenata di infrangere il Galateo di Monsignor della Casa, potrà essere realizzato impunemente e volontariamente, in un nuovo ristorante di Roma. Mangiare con le mani, facendo scarpette fino ad intorpidirsi le dita, è sempre stato un sogno per me e per molti altri: un doveroso rispetto a tavola del bon ton, impone l'uso appropriato di posate e quando si è tavola in pubblico e/o con commensali seduti con noi in occasioni ufficiali e molto formali, il rispetto del galateo è un obbligo al quale non ci si può sottrarre. "Shine On" apre oggi a Roma in Via dei Conciatori 9, quartiere Ostiense vicino al Testaccio. Sarebbe una scarpetteria, un luogo raffinato ed elegante, dove mandato al diavolo il conformismo e le regole ferree della buona educazione, a tavola si fa come ci pare. In questo caso, specialmente la scarpetta sarà d'obbligo e nessuno potrà vergognarsi di aver intinto nel piatto e di averlo reso lindo  e pulito dopo aver consumato pane a volontà. Pertanto tra salse e sughetti, assenza di posate, vi sarà il trionfo del pecoreccio e dei coatti. Un elenco lunghissimo di sughi,  dai più famosi e semplici ai più ricercati per giungere al dolce, un festival di sapori e gusti già noti ma con la plusvalenza del sapore sublime del pane caldo inzuppato. Ma quante volte avete mancato di finire un buon piatto lasciando nel fondo del sugo? Quante volte, maldestramente avete elegantemente intinto con la punta delle dita un pezzettino di pane per poi "violentarlo e ucciderlo" con la forchetta e portarlo alla bocca? Che pena, che occhiatacce in giro per notare se qualcuno stesse osservando lo scempio. Su andiamo, la scarpetta è un piacere, è la voglia di gustare tutta la pienezza non solo della bontà del sughetto, ma allo stesso tempo, l'ingordigia di azzuppare nel fluido e abbondante sugo, un pezzettone di pane e impregnarlo avidamente fino a che le dita siano bagnate di sugo colante lungo la mano! Una masturbazione mentale e golosa, un sentirsi appagati e soddisfatti, una violazione della forma, dell'eleganza, dello stile. Un ultimo grosso boccone masticato e trangugiato come solo Bud Spencer e Terence Hill sapevano fare nei loro film. E infine, infine l'ultimo scempio, l'ultima sfacciata e sfregiante offesa al bianco immacolato del tovagliolo: passato pesantemente e profondamente sulla bocca per togliere le ultime piacevoli tracce del sugo e infine pulirsi le mani per renderlo sporco, ma di uno sporco da far schifo! Ci andrò, dovrò fare questa esperienza meravigliosa, dovrò sbracarmi e provare l'eccesso autorizzato: la scarpetta selvaggia e risolutiva. Io scarpetto e voi?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso