la creativita'

spazio di riflessione sul mondo interiore creativo e spirituale delle persone e la relazione con la societa' ed i problemi della vita

 

LIBRI GUIDA AL TRANSPERSONALE

 

PAGINA AUTORE SU GOODREADS

Guida al counseling transpersonale : una sintesi dei problemi di vita superabili con la creatività umana

 

FOTO LIBERE DA PAGAMENTI

CONTATTI SUL MIO SITO PER INCONTRI DI COUNSELING

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

 

ForumForYou.IT - Risorse gratuite per webmaster

 
 

blog search directory

 

 

BlogNews

 
 

 

Volontà del cliente nel counseling transpersonale.

Post n°173 pubblicato il 20 Febbraio 2017 da relavita
 
Foto di relavita

Negli incontri di counseling transpersonale la volontà del cliente sano diventa necessaria per mantenere una giusta disidentificazione dai bisogni primari legati alla sopravvivenza. Il counseling transpersonale aiuta il cliente a partire per il viaggio interiore nel mondo creativo, intuitivo e spirituale in cui può portare simbolicamente le "provviste" strettamente necessarie alla propria sopravvivenza. La volontà personale del cliente abituato a soddisfare solo i bisogni materiali, sessuali, mentali, di auto-affermazione o appartenenza a gruppi sociali e familiari può opporsi al viaggio dell'essere umano nel mondo interiore transpersonale e spirituale. Negli incontri di counseling il cliente ha bisogno di sviluppare gradualmente la capacità di fare alcuni sacrifici per riuscire ad ampliare la volontà transpersonale ed esprimere i talenti e le qualità connesse al proprio temperamento. Il cliente restio a sacrificare qualche bisogno primario è anche incapace di evolvere e diventare saggio, sapiente e libero di creare ed amare. La volontà può ampliarsi nell'area transpersonale se il cliente resiste alle pressioni che riceve dalle persone ed organizzazioni patologiche e dai sistemi di potere che deviano il percorso evolutivo sano dei cittadini. La volontà transpersonale può svilupparsi se il cliente resiste ai tentativi della famiglia, degli amici o della scuola di deviarlo dall'intento di salire interiormente per diventare creativo ed umano nella vita quotidiana. Nell'incontro di counseling transpersonale il cliente idoneo è perciò libero dai condizionamenti ambientali che possono impedirgli di esprimere la propria natura transpersonale e spirituale. La volontà transpersonale è complementare a quella personale che aiuta il cliente a sopravvivere. Questa volontà transpersonale sostiene il cliente nello sviluppo di uno stile di vita originale, creativo, sano ed umano. Il cliente può così imparare gradualmente a sopravvivere utilizzando la personalità costruita con il proprio vissuto ed a vivere tramite la relazione sviluppata con il transpersonale e spirituale di cui è consapevole. La volontà personale del cliente integrata dal transpersonale diventa capace di superare diversi blocchi evolutivi generati dalla cultura e mentalità diffuse nella società odierna. La volontà personale del cittadino spesso è inadeguata ed insufficiente per superare i numerosi problemi diffusi nei luoghi di lavoro, in famiglia, nei gruppi sociali e nei rapporti interpersonali.

 
 
 

La società degli individui con carattere-surrogato.

Post n°172 pubblicato il 25 Gennaio 2017 da relavita
 
Foto di relavita

Nella società odierna la personalità degli individui può diventare un mero surrogato del vero carattere personale sviluppabile tramite il temperamento innato. Il modello di personalità surrogato di un vero carattere è costituito da comportamenti ed atteggiamenti individuali che rimangono racchiusi in regole e norme rigide stabilite dalla comunità o da istituzioni. La personalità surrogato di un carattere verace resta così in una sorta di prigionia creata dagli istinti primari della persona. La società tende ad alimentare gli istinti ed il materialismo a discapito di un vero sviluppo del carattere personale in sintonia con il temperamento innato e con i talenti e le qualità che nè contraddistinguono la sana espressione nel mondo. La società tende quindi a privilegiare i bisogni primari ed a sacrificare le doti innate delle persone. La personalità surrogato alimenta costantemente la paura individuale e collettiva di trasgredire i comportamenti ed atteggiamenti accettati nell'ambiente sociale, familiare e lavorativo. La paura di trasgredire le regole impedisce alle persone di evolvere nella sfera creativa e della libertà di essere il meglio di sè stesse. La personalità surrogato di un vero carattere alimenta anche la paura della solitudine o di rimanere indifesi nell'ambiente sociale, familiare e relazionale. Questa paura impedisce alle persone di ricercare in sè stesse le caratteristiche del proprio temperamento ed i desideri evoluti che contribuiscono a relazionarsi con il mondo in modo sano ed autentico. La personalità surrogato di un carattere genuino diventa facilmente condizionabile nell'ambito organizzativo-professionale oppure socio-relazionale perchè restano sepolte le risorse interiori del mondo transpersonale e spirituale. Le persone spesso ignorano le doti del proprio mondo interiore transpersonale e spirituale e quindi orientano la vita in funzione delle mode e dei miti diffusi nella società. Le persone spesso tendono ad inseguire il possesso di denaro e potere ed a cercare l'omologazione alle consuetudini diffuse nella comunità. Questi cittadini adottano un atteggiamento che soddisfa soprattutto le brame delle lobby, di istituzioni ed aziende pubbliche e private oppure dei gruppi sociali e delle famiglie collegati ai sistemi di potere presenti nella società.

 
 
 

Libro-Guida al counseling transpersonale-sinossi

Post n°171 pubblicato il 30 Dicembre 2016 da relavita
 
Foto di relavita

Il libro-guida al counseling transpersonale - autore Luca Pittioni - è stato scritto per facilitare la conoscenza e comprensione dei compiti del counseling transpersonale e delle attività tipiche svolte dal professionista negli incontri con il cliente (singole,coppie,gruppi,aziende). Nella società odierna la maggioranza dei cittadini ed anche degli esperti in psicologia, psicoanalisi e psicoterapia ignorano l'attività del professionista in counseling transpersonale e soprattutto l'utilità di questa professione per agevolare lo sviluppo creativo ed umano delle persone e di organizzazioni pubbliche e private. Il libro è composto di quattro capitoli e 158 pagine nel formato 11x18 cm.. Nel primo capitolo del libro ho indicato i metodi principali utilizzati nel counseling transpersonale per favorire l'evoluzione o salita interiore del cliente e soprattutto per attivare le qualità più creative ed umane da manifestare nel mondo esterno. Nel primo capitolo ho definito anche un profilo dell'opera svolta dal professionista in counseling transpersonale affinchè si possa distinguere dalle attività tipiche dello psicologo, psicoanalista e psicoterapeuta. Nel primo capitolo vengono descritte anche le aree del mondo interiore transpersonale che è necessario attivare per sviluppare le potenzialità latenti della persona e tutelare il progetto di vita innovativo. Il centro spirituale interiore dell'essere umano è un altro aspetto che è descritto nel primo capitolo del libro. La spiritualità aiuta l'avvio di nuovi percorsi professionali, relazionali, sociali e di vita per le persone normalmente sane ed equilibrate. Nel secondo capitolo ho sintetizzato i principali problemi di vita generati alle persone dalle organizzazioni pubbliche e private. I problemi di vita menzionati nel libro causano blocchi nell'evoluzione naturale delle persone sul posto di lavoro e nelle attività pubbliche e private. La classe dirigente, l'organizzazione del lavoro, i sistemi di potere e la selezione e formazione del personale sono spesso le cause principali di blocco evolutivo delle persone. Nel terzo capitolo descrivo i problemi di vita generati dall'economia e dalle comunità. La cultura sociale ed economica può infatti inibire le capacità dei cittadini di distinguere e riconoscere gli atteggiamenti equilibrati da mantenere nella vita pubblica e nel rapporto con persone di diversa cultura ed etnia. Il blocco evolutivo dei cittadini è favorito anche dalle istituzioni quando ignorano le potenzialità latenti in una comunità o nel territorio. Le aziende invece possono bloccare l'evoluzione delle persone se mantengono l'adattamento alla cultura sociale perchè i metodi di lavoro rimangono inalterati nel tempo e cambia soltanto la forma dei prodotti offerti alla clientela. Nel quarto capitolo descrivo i blocchi evolutivi generati dall'ambiente familiare, dalla scuola, dall'educazione ricevuta dai genitori, dalle relazioni di amicizia e di coppia. La scuola primaria e secondaria e l'università spesso contribuiscono a determinare i blocchi evolutivi nell'ambito professionale-creativo e nelle relazioni di affetto-amore. Nel quarto capitolo indico il patrimonio familiare tra le cause dei problemi di tipo relazionale-affettivo. Il patrimonio spesso trasforma le persone e le rende avare e possessive. Nel libro sono sintetizzati oltre 70 problemi di vita causati dalla carenza di creatività ed umanità nella società odierna. Le informazioni per prenotare e successivamente acquistare il libro auto-pubblicato da Luca Pittioni sono disponibili sulla pagina facebook raggiungibile con il pulsante posizionato in alto su questo blog.

 
 
 

Le critiche della società ai progetti creativi.

Post n°170 pubblicato il 08 Dicembre 2016 da relavita
 
Foto di relavita

I cittadini della società di oggi tendono ad utilizzare le critiche per distruggere ed allontanare da sè i progetti creativi sul lavoro, in famiglia o nei gruppi sociali. Le critiche distruttive rappresentano un giudizio negativo a futuri cambiamenti del proprio status quo ed anche una crisi interiore persistente del cittadino. I giudizi negativi del cittadino spesso mascherano la volontà di permanere nelle proprie abitudini o consuetudini di vita anche se provocano molteplici sofferenze esistenziali. Questo tipo di cittadini desidera migliorare le proprie condizioni di vita per renderle più umane oppure per essere più felici interiormente ma purtroppo sono indisposti al sacrificio. Il sacrificio di qualche aspetto viziato di sè e dell'atteggiamento egoistico nel mondo sono necessari ad ogni persona che vuole progredire nella propria evoluzione e nei progetti di vita creativi. I cittadini che vogliono continuare a criticare la creatività umana sono spesso incapaci di mantenere un comportamento retto ed organizzato nella vita quotidiana. Questi cittadini sono interessati soltanto al consenso sociale per un proprio tornaconto come i sistemi di potere che criticano con ferocia la creatività umana e sono disposti ad ostacolarla ogni giorno per evitare di perdere i propri privilegi. Il cittadino rifiuta i progetti creativi nella propria vita anche a causa di una crisi interiore persistente. Questi cittadini separano la personalità dalla relazione con la propria natura spirituale e quindi si allontanano dai progetti creativi che potrebbero realizzare nel mondo. Questi cittadini tenderanno anche a diffidare delle persone creative ed umane incontrate nella vita quotidiana. Nella vita professionale, familiare e sociale questi cittadini cercheranno di negare la componente spirituale degli esseri umani perchè essendo materialisti hanno difficoltà a trovare gli indizi o le prove della sua esistenza. Le critiche distruttive rivolte dai cittadini alla creatività umana derivano spesso da una scarsa conoscenza di sè stessi e dall'incapacità di vivere con poche risorse materiali. Il cittadino che invece attinge alla propria ricchezza interiore trasforma la critica distruttiva in capacità di discernere lo stile di vita sano da mantenere ogni giorno sul lavoro, in famiglia e nella comunità.

 

 
 
 

Ignoranza ed inerzia della mentalità razionale.

Post n°169 pubblicato il 16 Novembre 2016 da relavita
 
Foto di relavita

La mentalità eccessivamente razionale di una persona maschera spesso un certo grado di ignoranza della realtà umana ed è connotata da un'inerzia che blocca il rinnovo delle idee, dei pensieri e dello stile di vita. In questo tipo di mentalità l'ignoranza deriva dall'incapacità di approfondire ed ampliare la conoscenza dei fatti o problemi inerenti gli aspetti relazionali e creativi nella vita di una persona. Una parte dei problemi della vita professionale, sociale, familiare e relazionale sono infatti invalutabili con le tecniche e gli strumenti scientifici o razionali. Questo tipo di mentalità spesso rifiuta di annettere od ammettere le cause relazionali dei fatti od eventi della vita umana. Le cause relazionali di un fatto della vita influiscono sui comportamenti ed atteggiamenti di un essere umano senza essere visibili immediatamente alla persona eccessivamente razionale. La mentalità razionale può attribuire in modo errato determinate cause ad un evento della vita di una persona perchè ignora la causa relazionale e spirituale che lo ha determinato e gli appare come una regressione evolutiva. Un essere umano evoluto cercherà invece di favorire il bene ed il progresso sano di sè e della società mentre la persona eccessivamente razionale tenderà a controllarla per sopravvivere e ricavarne prestigio ed onori. La mentalità eccessivamente razionale tende ad isolare una persona in piena relazione con il proprio mondo interiore. L'inerzia di questa mentalità spesso impedisce di vedere gli aspetti della realtà umana che generano sofferenza emotiva agli esseri umani. L'inerzia della mente ostacola anche la tutela delle persone soggette all'aggressività mentale ed emotiva nella vita professionale, relazionale e sociale. L'inerzia della mentalità razionale spesso impedisce di riconoscere il vero affetto ed amore nei rapporti interpersonali ed il valore della conoscenza relazionale. Questo tipo di mentalità possiamo trovarla di frequente nelle persone che ambiscono a rapporti interpersonali basati unicamente sulle pulsioni primarie perchè sono più facili da gestire e soprattutto da controllare per il proprio tornaconto palesemente egoistico. L'inerzia e l'ignoranza della mentalità eccessivamente razionale tendono a normalizzare i rapporti interpersonali e ad escludere e delegittimare ogni sviluppo creativo ed umano delle persone e quindi anche dei cittadini di una comunità.

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: relavita
Data di creazione: 01/04/2012
 

TRADUTTORE

 

LIBRO-GUIDA AL COUNSELING TRANSPERSONALE

 

ARGOMENTI DEL BLOG

 

sito internet

 

CONTATTA L'AUTORE

 

INFORMATIVA SULLA PRIVACY

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

LA CREATIVITA' - DOMANDE E RISPOSTE

SEGUI CREATIVITA` IN TWITT

 

ULTIME VISITE AL BLOG

lacky.procinoBloggerdick7oscardellestellerelavitaSky_Eaglecile54anmicupramarittimapaneghessathelifeisebeautifulmy_way70tanmiklafarmaciadepocaarte1245Elemento.Scostante
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
forum
 

sito

 

centro assistenza

 

Blogstreet - dove il blog è di casa

 

 
 

Blogarama - Relationships Blogs