Un blog creato da prolocoserdiana il 22/02/2010

SAL&ALLEGRACOVERBAND

Fra noi e voi

 
 
 
 
 
 

LO ZOO DI CASA SAL&MARY

Se non è uno zoo questo?!?

 
 
 
 
 
 
 

NON MI ABBANDONARE

IMMAGINE

 
 
 
 
 
 
 

NERONE 1 E 2

Alla mia nuvoletta nera 1 e 2

 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« INDIETRO NEL TEMPO...STUPRI: DA CHE PULPITO V... »

SUICIDARSI SUL WEB

Post n°605 pubblicato il 09 Novembre 2017 da prolocoserdiana
 

IMMAGINE

Filmati, foto, sexting: i pericoli del web per gli studenti Le vittime di cyberbullismo spesso tentano il suicidio. La tragica vicenda di Tiziana Cantone non è che il caso limite di una pericolosa tendenza: tra i giovani il 13% condivide le sue immagini hot, anche se attraverso messaggi privati.

IMMAGINE

Tiziana Cantone


“Stai facendo un video? Bravo! Brava!”. Tanti abbiamo sentito o addirittura ripetuto questa frase, vuoi per gioco, vuoi per giudizio. La stessa che ha poi ucciso Tiziana Cantone, la prima a pronunciarla in un video hot condiviso sul web a sua insaputa e diventato virale. Tiziana è l’ennesima vittima del cyberbullismo, si è tolta la vita martedì 13 settembre impiccandosi con un foulard. Era stanca della gogna mediatica a cui è stata sottoposta da oltre un anno senza mai averlo voluto, stanca di sentir ridere di lei persino personaggi autorevoli del mondo della musica, dello sport, della radio – televisione. Per non parlare del merchandising che tuttora è possibile trovare online: magliette, borse, capelli con la frase che l’ha portata a quella celebrità che le è stata fatale. Perché se era consenziente nel momento in cui il suo video hot è stato girato, di certo non lo era circa la sua diffusione.
Tutti quanti vogliono fare... sexting - Il problema è che quello che è capitato a Tiziana potrebbe ripetersi, e il rischio è molto più concreto di quanto si pensi. Basti pensare che il 13% dei teen racconta di aver condiviso su internet le proprie foto hot, anche se attraverso messaggi privati. Una pratica, questa – che prende la definizione di “sexting” – che non è estranea nemmeno ai più piccoli: tra gli under 14 circa 1 su 10 ha fatto girare sul web le sue immagini intime. È quanto hanno raccontato circa 5mila ragazzi in un’indagine di Skuola.net e dell’Università di Firenze in occasione dell’ultimo Safer Internet Day.
 Da qui a rovinarsi la vita il passo è breve: da un’indagine di Skuola.net e Adolescienza.it, si vede come circa la metà tra le vittime di cyberbullismo ha pensato al suicidio. Peggio, addirittura circa 1 su 10 ha provato a togliersi la vita. Inutile dire che qui le probabilità di incorrere in una fine drammatica sono più alte rispetto a quelle delle vittime di bullismo: per loro la violenza si limita (si fa per dire) alla vita reale, per chi è invece vittima anche - o pure - di cyberbullismo continua online e arriva velocemente all’attenzione di tutti.

immagine

PS. Sono da poco rientrata a casa dopo essere stata dall'amico Sal. Sta più che bene, anche se con filo di voce parla correttamente e, quel che più conta, è il non avere perso il suo buon umore e sorriso. Ne sanno qualcosa le infermiere ( ma che strano!!!) che lo devono tenere a bada...Mary?!? Padelle pronte per quando rientrerà a casa, anzi mettitene una in borsetta e fagliela vedere quando alle 12 andrai a trovarlo...
Un cordiale abbraccio a tutti-e da Jennifer

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

neopensionataSono44gattinfilax6.2nagi51gbassigcantolibnina.monamourvolami_nel_cuore33blaskina88kirelsalem_80GrayFox86soltanto_unsognosaverio.anconaxvogliadileggerezzaalpanzone
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom