Gli spaccapietre – Gustave Courbet

Courbet-Spaccapietre-analisi

Gli spaccapietre era un dipinto realizzato da Gustave Courbet; l’opera, era custodita nella Gemäldegalerie Alte Meister di Dresda, è rimasta distrutta nel febbraio 1945 sotto il fuoco dei bombardamenti della seconda guerra mondiale. Courbet è un pittore che è sempre stato affascinato dalla vita dura del popolo e dei lavoratori. Con i suoi quadri ha sempre cercato di mettere in risalto la loro misera condizione. Nel quadro gli spaccapietre vediamo due uomini che lavorano. Sono impegnati a rompere e rimuovere tutte le grandi pietre che occupavano la strada in via di completamento. Courbet è uno dei più grandi maestri del realismo in arte. Ci sono altri artisti, come ad esempio Millet che dipingono sempre umili e lavoratori, ma preferisce paragonarli a degli eroi dell’800. Mentre Coubert ci mostra 2 uomini che non hanno nulla di eroico, anzi, indossano addirittura dei vestiti stracciati e fa di tutto affinché la nostra attenzione ricada subito su di loro e da nessuna altra parte.

Autoritratto come martire- Artemisia Gentileschi.

Autoritratto-come-martire-Artemisia-Gentileschi-analisi

Autoritratto come martire è un dipinto dalla pittrice italiana Artemisia Gentileschi. Fa parte di una collezione privata. E’ uno dei quadri più misteriosi di tutta la sua produzione, Tra l’altro, le tradizionali opere di Artemisia sono di medio grandi dimensioni, e questo quadro è molto diverso dagli altri suoi lavori, infine non ci sono informazioni riguardo l’identità del committente della tela. Nell’opera la protagonista è una graziosa fanciulla, che tiene nella mano destra la “palma del martirio” indossa un grande turbante blu da cui spiccano qui e là dei capelli rosso rame. Le guance pienotte, la mascella un po’ pronunciata, i capelli ramati raccolti in forma un po’ scomposta, come quelli della Allegoria dell’Inclinazione in Casa Buonarroti: lasciano credere che si tratti di un autoritratto di Artemisia all’età di circa 22 anni. Possiamo notare che i colori degli oggetti sono in netto contrasto con il chiarore della pelle della donna.