Non ho bisogno di denaro – Alda Merini

 

Non ho bisogno di denaro,

Ho bisogno di sentimenti.

Di parole, di parole scelte sapientemente,

di fiori, detti pensieri,

di rose, dette presenze,

di sogni, che abitino gli alberi,

di canzoni che faccian danzar le statue,

di stelle che mormorino all’orecchio degli amanti…

Ho bisogno di poesia,

questa magia che brucia le pesantezza delle parole,

che risveglia le emozioni e dà colori nuovi.

In questo periodo sento parlare più spesso di prodotti Bio, che la maggior parte delle cose che sono nei profumi, creme,saponi e shampi contengono sostanze cancerogene.  Io da super ignorante sono andata a cercare i nomi di queste sostanze, e sono moltissimi.

metto qui sotto il link dove ho trovato elencati tutti i conservanti che si usano nei prodotti che noi usiamo ogni giorno ma che possono danneggiarci.

https://www.greenme.it/consumare/cosmesi/2521-gli-ingredienti-piu-tossici-contenuti-nei-cosmetici

Dopo aver letto questo articolo,starò molto più attenta a ciò che compro e leggero assolutamente le etichette.

 

Venere di Urbino

Venere-di-Urbino-Tiziano-analisi

La Venere di Urbino è un dipinto di Tiziano, è conservato nella Galleria degli Uffizi di Firenze.Il quadro fu commissionato da Guidobaldo II Della Rovere nel 1538,l’opera aveva l’obbiettivo  di persuadere al connubio amoroso la giovane moglie.La tela, prima di giungere nella città di Urbino, dove si trovava Guidobaldo II, incontrò diversi ostacoli: il primo era che il giovane non avesse la somma per acquistare l’opera da li commissionata e sua madre Eleonora Gonzaga, si rifiutò di aiutarlo economicamente, infine con qualche sacrificio il giovane riuscì ad ottenere il tanto agognato dipinto. Passando all’analisi dell’opera in primo piano vediamo la Venere sdraiata completamente nuda su un letto. La camera è composta con arredamenti moderni, molto lontano dal modo Greco e Romano, di cui la Venere fa parte. A rendere questo dipindo interessante sono i dettagli. La Dea è sdraiata sul letto ed appoggia il braccio sul cuscino e da lo sguardo verso lo spettatore, uno sguardo tra la sfida e il pudore. La protagonista con una mano si copre, qui si vuole fare un omaggio al tema classico della Venus Pudica, mostrando la parte più umana della Dea della bellezza. Ci sono altri elementi significativi, come quello delle rose rosse lasciate cadere dalla mano destra, questo fiore simboleggia la bellezza. Il fatto che queste cadano rappresenta anche la bellezza fisica che con il passare degli anni appassisce, ma anche un qualcosa che persiste come la fedeltà. La fedeltà è un tema ricorrente in molte delle opere di Tiziano , in questa in particolare, ci sono più di un elemento che richiama a questa. Ai piedi della Venere vediamo un piccolo cane, simbolo per eccellenza della fedeltà. E’ possibile notare al mignolo della mano sinistra un anello; oltre a questo prezioso accessorio, Venere indossa anche un bracciale d’oro ed un orecchino di perla a forma di goccia, simbolo della purezza. Il cane e l’anello in combinazione possono essere interpretati come una sorta monito per la moglie di Guidobaldo,suggerendole di essere sensuale soltanto nei confronti di suo marito. Le due donne sullo sfondo stanno cercando delle vesti da far indossare alla dea della bellezza: una è inginocchiata per ricercare qualche abito nella cassapanca, mentre l’altra è in piedi ed ha già un vestito sulla spalla. Infine, il gioco tra le tonalità chiare e quelle scure sullo sfondo mettono in risalto il corpo della protagonista.

 

pensiero

Nella mia Vita anche se sto passando uno dei periodi più brutti della mia vita, mi sento molto fortunata perchè posso vatarmi di aver potuto vedere tanto, di aver visto molte delle mie band preferite live sia in italia che all’estero. Ma la cosa di cui sono più grata e di avere i migliori amici del mondo. Grazie di esserci sempre e di capirmi in tutto.

John Lennon – Imagine

Imagine there’s no heaven
It’s easy if you try
No hell below us
Above us only sky
Imagine all the people
Living for today…

Imagine there’s no countries
It isn’t hard to do
Nothing to kill or die for
And no religion too
Imagine all the people
Living life in peace…

You may say I’m a dreamer
But I’m not the only one
I hope someday you’ll join us
And the world will be as one

Imagine no possessions
I wonder if you can
No need for greed or hunger
A brotherhood of man
Imagine all the people
Sharing all the world…

You may say I’m a dreamer
But I’m not the only one
I hope someday you’ll join us
And the world will live as one

Anche stamattina ci siamo svegliati con una brutta notizia, esplosione sulla metro di Londra.. non si sa ancora la causa, ma sono vicina a tutte le vittime di questa tragedia. Ma anche vicina a tutti quei popoli che ogni giorno devono subire violenza e odio da loro simili.

La terra è madre di tutti e tutti devono avere su essa eguali diritti. È come sperare che i fiumi possano andare contro corrente il credere che un uomo nato libero possa essere felice, quando lo si costringe e quando gli si toglie la libertà di andare dove vuole. (Joseph – Capo pellerossa)