Creato da stella.p13 il 13/11/2008

le baiser d' ètoiles

un po di tutto

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 
Glitter Graphics 
 

 
 
 
 
 

A piedi nudi cammino

su nuvole di fuoco,

nulla mi ferisce più....

Sono musica, di piacere intrisa,

anima rotta, mai paga di tatti che

tentano di dare un contorno ad un

qualcosa d'indefinito....

Questa è quella che sono.....e mi amo

profondamente.....


 
 
 
 

Glitter by Follettarosa

 
 

Glitter Graphics ***Poesie***

Il giorno è già finito!
L’ombra scende sulla terra
ed io veglio
Farò da sentinella
adocchiando la luna
che salirà lentamente
in cielo
Il mio cuore è lieto e
soave è il respiro
che passa
sull’onda dei sogni
di profumi di aromi
che inebriano l’incanto mio
non sazia di fantasticare
dolcezze
Vivo e canto l’amore
per l’Universo tutto!
Dora Forino
 
Glitter Graphics 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

 

adio

Post n°60 pubblicato il 26 Aprile 2009 da stella.p13

  1. Posso dirti addio con le labbra, ma non con il cuore..e sarà un addio solo quando riuscirò a ricordarti con un sorriso, e non con un'amara lacrima..

 
 
 

LA ROSA BLU

Post n°58 pubblicato il 09 Febbraio 2009 da stella.p13

Ricorderesti il mio nome

se ti vedessi in paradiso?

avresti le stesse senzazioni

se ti vedessi in paradiso?

devo essere forte e

andare avanti,perchè

so che non posso

stare quì in paradiso.

Il tempo può buttarti giù

il tempo può piegarti

le ginocchia

il tempo può spezzarti

il cuore

Ho implorato clemenza,

ho implorato clemenza.

Oltre la porta c'è pace,

sono sicuro.

E so che

non ci saranno più lacrime

in paradiso.

 
 
 

CASCATA DI DIAMANTI

Post n°57 pubblicato il 19 Gennaio 2009 da stella.p13

CASCATA  DI  DIAMANTI



 


Cascata di diamanti


sono i preziosi momenti  di felicità


che  brillano di te tra le mie mani:


inarrestabile tesoro,


fontana da sfiorare con le dita.


Li lascerò volare al tuo risveglio


con un soffio, un bacio, una carezza,


lentamente ad uno ad uno,


per unirsi alle stelle dell’aurora


e al  sol che ammiccherà la luna.


Li offrirò sull’ara dell’amore


come preziosi doni


agli dei più belli


per ringraziar di queste ore


paghe d’ambiti desideri e di passioni:


chiavi segrete di mille notti folli


brilleranno ad una ad una


in un cielo colmo di felicità.


Muto attenderò  lo spuntar dell’alba


per vederla riflessa nei tuoi occhi grandi


or dolci e appagati di piaceri,


mentre io felice e muto


sognerò ancora un altro tuffo


in un’altra cascata di diamanti!


 
 
 

Post N° 56

Post n°56 pubblicato il 08 Gennaio 2009 da stella.p13

La prima volta quando l'ho visto avevo paura di parlargli....

Gli ho parlato avevo paura di baciarlo....

Quando l'ho baciato avevo paura di amarlo....

 Ora che lo amo ho paura di perderlo....

 
 
 

Post N° 55

Post n°55 pubblicato il 06 Gennaio 2009 da stella.p13

Se potessi fermare il tempo
lo farei per te
amico mio
perchè i tuoi momenti più belli
regalassero ai tuoi giorni
una gioia sempre viva.
Se potessi prendere un arcobaleno
Lo farei proprio per te.
E condividerei con te la sua bellezza,
nei giorni in cui tu fossi malinconico.
Se potessi costruire una montagna,
potresti considerarla 
di tua piena proprietà;
un posto dove trovare serenità,
un posto dove stare da soli
e condividere i sorrisi
e le lacrime della vita.
Se potessi prendere i tuoi problemi,
li lancerei nel mare
e farei in modo che si sciogliessero
come il sale.
Ma sto trovando che tutte queste cose
sono impossibili per me.
Non posso 
fermare il tempo,
costruire una montagna,
o prendere un arcobaleno luminoso.
Ma lasciami essere ciò che so essere di più
semplicemente un amico.

 
 
 

GRAZIE LU'I X TUA AMICIZIA !!....

Post n°54 pubblicato il 06 Gennaio 2009 da stella.p13
 

 

LASCIA UN SALUTO

 
 
 

bouno giorno pamy--

Post n°52 pubblicato il 05 Gennaio 2009 da stella.p13

 

 
 
 

Post N° 51

Post n°51 pubblicato il 04 Gennaio 2009 da stella.p13

                            questa mia ultima sigarette!!!!

 
 
 

Post N° 45

Post n°45 pubblicato il 26 Dicembre 2008 da stella.p13

Storia di una principessa e di un fabbricante di sogni
 
 

C’era
una volta una principessa. Era una principessa bellissima da una lunga
chioma profumata. E c’era una volta un piccolo fabbricante di sogni.
Ognuno dei due viveva in un suo mondo. La principessa viveva nel
benessere della nobiltà. Aveva tutto: servitori, gioielli e tanti
pretendenti ricchissimi. Il fabbricante viveva nel benessere della
fantasia. Aveva tutto... e niente. Un bel giorno di una brutta vita si
incontrarono per caso. La principessa passeggiava tranquillamente per i
prati dopo essere fuggita per un po’ alla noiosa vita di corte. Ad un
tratto vide un bel giovane che stava stralunato sull’erba. “Ciao!”
disse spontaneamente la principessa. “Ciao…” rispose sorpreso il
piccolo sognatore. “Che fai?” chiese la ragazza. “Non si vede?” rispose
quasi seccato il ragazzo. “Dormivi???” “No. Faccio quello che non si
vede.” “Cioè?” domandò incuriosita. “Sogno!” declamò il ragazzo. “Ahh…
ma sai che sei strano…” “…Ma sai che sei antipatica?!?” “Sei cattivo…”
“Io…sei tu che non ti fai gli affari tuoi.” Da quel giorno cominciarono
a parlarsi ed a vedersi appena potevano. Un giorno in uno di quei loro
discorsi… “Sai, ho paura di innamorarmi, ma ho ancora più paura di
innamorarmi di te.” Confidò il fabbricante di sogni. “Tu sei troppo
bella ed hai centinaia di pretendenti, perché dovresti scegliere me,
perché soffrire inutilmente…tanto non c’è bisogno di guardare in una
sfera magica per capire che mi rifiuterai.” “E’ vero non sei l’unico
che mi corteggia…” disse la principessa “Ehi bella…guarda che io non ti
ronzo attorno!” esclamò questo ragazzo perso che si perdeva negli occhi
della bella fanciulla. “Mi piacerebbe, però…” Il ragazzo non fece in
tempo ad approfondire il discorso che la principessa sparì. La ragazza
tornò al castello. Era triste, perché pensava che non avrebbe più
rivisto il fabbricante di sogni. Forse si sentiva in colpa per come lo
aveva lasciato o forse era solo l’indecisione che la faceva sentire
così perplessa. Il nostro sognatore nel frattempo era sdraiato sul
prato, respirava il profumo dell’erba e dei fiori e ascoltava il
fruscio dell’acqua del ruscello. Osservava il cielo e le strane forme
delle bianche nuvole. Si addormentava e ogni volta che si addormentava
quella dea chimerica appariva nei suoi sogni. E quando si svegliava,
non gli restava altro che inseguire quel sogno. Il ragazzo per
dimenticare la principessa decise di partire, di andare il più lontano
possibile da lei, per cercare di dimenticarla. La principessa andò al
ruscello ed errò per i prati circostanti alla sua ricerca. Incontrò
delle signore pienotte e colme di vita che cantavano e lavavano i panni
nel ruscello. “Mi scusi” domandò la principessa ad una di quelle donne
“avete visto per caso un giovane uomo? Di solito è sempre qui, da
queste parti…” “Forse ho capito…” disse un’altra donna che sentì il
discorso “sta parlando di quel vagabondo, l’ho visto allontanarsi,
seguendo il ruscello, con una sacca sulle spalle.” La principessa
ringraziò e corse al castello. La principessa avendo capito che avrebbe
potuto non rivedere più il fabbricante di sogni, sentì una sensazione
di vuoto, capì di essersi innamorata di lui. Spinta dalla follia
dell’amore, la sera scappò dal castello, prese un cavallo dalla stalla,
raggiunse il ruscello e galoppò fino alla fine del corso d’acqua.
Galoppò per svariate ore, illuminata solamente dalla luce della grande
luna piena che c’era quella sera e che si rifletteva nell’acqua che
scendeva a valle fino a raggiungere il mare. Arrivata al mare, cavalcò
sul bagnasciuga. Era stanca e quasi rassegnata dall’idea di aver perso
per sempre l’amore della sua vita, quando ad un tratto come un fulmine
a ciel sereno vide il sognatore accovacciato sulla sabbia che udiva il
dolce suono delle onde. Scese dal cavallo e si avvicinò a lui con un
sorriso, metafora di un sospiro di sollievo. Muta, guardava il giovane
sognatore. Il principe del regno dei sogni, poi si voltò verso di lei e
disse: “Senti un po’…” richiamò l’attenzione della giovane principessa
“…ma se io mi fidanzassi con un’altra?” La fanciulla galleggiava in un
silenzio che valeva più di mille parole. “Crederesti che io ti abbia
preso in giro…” sosteneva il fabbricante di sogni “Allora che devo
fare? Morire in solitudine, perché la principessina che ho qui di
fronte non si sa decidere!!” Il fabbricante di sogni guardò la
principessa negli occhi. I due giovincelli avevano negli occhi una
strana luce, avevano due sguardi teneri. La principessa che tanto si
mostrava forte, non seppe resistere ai dolci occhi del piccolo
sognatore e lo baciò. Un romantico bacio incorniciato da una
scenografia spettacolare: l’alba donava al cielo sfumature meravigliose
e il mare rifletteva una luce magica. Passeggiarono mano nella mano
sulla spiaggia e si godevano quei momenti, quella luce, quei colori,
quelle sensazioni. Il tutto sembrava materiale per un pittore
impressionista, ma era molto di più di un vecchio dipinto… Era un
giovane amore nato per crescere.

 


 
 
 

Post N° 44

Post n°44 pubblicato il 26 Dicembre 2008 da stella.p13

Created by Follettarosa

gemelleglitter

 
 
 

Post N° 42

Post n°42 pubblicato il 23 Dicembre 2008 da stella.p13

Ti
auguro, foglia del mio albero, pace

amore,  fortuna e prosperità.

Oggi e sempre........ semplicemente perché ogni persona che

passa nella nostra vita è unica.

Sempre lascia un poco di se e prende un poco di noi.

Ci saranno quelli che prendono molto,
ma non ci sarà chi
non lascia niente.

Questa è la maggior responsabilità della nostra vita e

la prova evidente che due anime non si incontrano

per
caso.

Un abbracio a tutti e buon fine settimana


 

 
 
 

Post N° 40

Post n°40 pubblicato il 22 Dicembre 2008 da stella.p13

Io lupo della steppa trotto e trotto,
il mondo giace avvolto nella neve,
dalla betulla svolazza lento un corvo
ma in nessun luogo una lepre, un capriolo!
Dei caprioli sono tanto innamorato,
cosa sarebbe se potessi trovarne uno!
Lo prenderei tra i denti, tra le zampe,
non c'è niente di tanto iniebriante.
Sarei con lui gentile, affettuoso,
i denti affonderei nei tenui lobi,
mi sazierei del sangue suo scarlatto
per poi ululare nella notte nera.
E mi accontenterei anche di una lepre,
dolce il sapore, di notte, della sua calda carne.
Ma dunque tutto, tutto mi è negato
ciò che un poco rasserenava  la vita mia?
Sulla mia coda già il pelo è ingrigito
e anche la mia vista mi s'annebbia e oscura,
da tempo mi lasciò la mia compagna.
Ed ora trotto e sogno caprioli,
trotto e sogno di lepri mentre il vento
sibila nel gelo dell'inverno,
la mia gola riarsa  ingozza neve,
e  l'anima mia misera dò al demonio.

H. Hesse

 
 
 

Post N° 36

Post n°36 pubblicato il 20 Dicembre 2008 da stella.p13

Prendimi per mano
conducimi lontano
e dimentichiamo
i giorni persi
ora è tempo solamente
di amare!

 
 
 

Post N° 27

Post n°27 pubblicato il 15 Dicembre 2008 da stella.p13

 

 
 
 

Post N° 23

Post n°23 pubblicato il 14 Dicembre 2008 da stella.p13

 
 
 

Post N° 22

Post n°22 pubblicato il 14 Dicembre 2008 da stella.p13

L'AMORE E' COME UNA MALATTIA, SOLO QUANDO L'HAI INCONTRATA

NE RICONOSCI I SINTOMI E ALLORA E' TROPPO TARDI: PUOI SCEGLIERE

DI SCAPPARE,FUGGIRE,NASCONDERTI NELL'ATTESA CHE IL CUORE SI SPENGA

O RISCHIARE IL TUTTO PER TUTTO, SE NECESSARIO,PUR DI SEGUIRE IL TUO

CUORE. ....... 

 
 
 

je t'aime moi non plus

Post n°17 pubblicato il 09 Dicembre 2008 da stella.p13

 Photobucket Frasi dolci by Follettarosa

 
 
 

Aretha Franklin - (You Make Me Feel Like)

Post n°16 pubblicato il 09 Dicembre 2008 da stella.p13

 

 
 
 

Annie Lennox - Why -

Post n°15 pubblicato il 08 Dicembre 2008 da stella.p13

 

 
 
 

Craig David Feat. Nek Walking Away

Post n°14 pubblicato il 30 Novembre 2008 da stella.p13
Foto di stella.p13

 

 
 
 
Successivi »
 

ULTIME VISITE AL BLOG

bosincu0ainavfiorelisa2014silvia.parisottoJhoanna2012lori.54mjaray2008terry.fortibalebeCarezza_nell_Animatusa.emmasagittarion70castrovincigaetanosogno51
 
 

ULTIMI COMMENTI

augurissimi...BUON COMPLEANNO.. Ni
Inviato da: NINI62
il 29/03/2010 alle 14:53
 
Sono Francesco Favia, l'autore di questo racconto. Si...
Inviato da: FrancescoFavia
il 04/06/2009 alle 01:29
 
PURA VERITA'....NI
Inviato da: NINI62
il 31/05/2009 alle 22:22
 
cosa voi dire...
Inviato da: stella.p13
il 28/03/2009 alle 13:35
 
Io sono e saro la tua Rosa Blu !!!
Inviato da: gil.ibiza
il 15/03/2009 alle 23:02
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
Glitter Graphics 
 
  •  
 
Glitter Graphics 
 

 

Immaginavo un gioco d’ombre…dove i sensi si
spingono oltre i confini della percezione
e ci si trova in una dimensione in cui il
sentire si confonde con l'immaginazione.
Sensazioni assurde..particolari ….Confusione.
In tutta questa confusione immaginavo un
giardino  Zen disegni perfetti… la ghiaia la
posizione dei sassi..la candela..tutto perfetto,
perche’ l’ordine puo’ dare vita alla
pace..silenzio..quiete
Se arriva qualcuno e ti sposta una di
queste cose..si rompe l’armonia deldisegno,
ed è confusione.
Il percorso della vita è praticamente uguale,
si puo’ modificare come la superfice di quel giardino,
allora mi chiedo se smuovo la ghiaia
forse apriro’ nuovi sentieri..
dalla confusione,si puo’ tornare alla quiete??
Sinceramente non lo so.. bisognerebbe tentare
.Probabilmente non saro’ mai cio’ che vorrei essere.
Ma come posso saperlo se non provo?
Non credo ci siano alternative…
Forse,una ci sarebbe, lo stare fermi..ma
sarebbe uguale ad una lenta morte interiore..
no,non posso accettarlo io.
L’essere umano nasce , vive ,cresce,
cambia, combatte..
sogna…
 

 
 
 
 
Glitter Graphics 
 
 
 
 
 
 
 
Glitter Graphics 
 
 
 
 

A piedi nudi cammino

su nuvole di fuoco,

nulla mi ferisce più....

Sono musica, di piacere intrisa,

anima rotta, mai paga di tatti che

tentano di dare un contorno ad un

qualcosa d'indefinito....

Questa è quella che sono.....e mi amo

profondamente.....