Creato da viscontina17 il 30/06/2012

Bisbigli d'onde

dolci richiami d'essenze

 

BLOG IN PAUSA

Post n°542 pubblicato il 23 Marzo 2022 da viscontina17

 
 
 

Pesca: Liguria miglior performance di spesa in Italia

Post n°541 pubblicato il 19 Marzo 2022 da viscontina17

(ANSA) - GENOVA, 27 DIC - In Italia è della Liguria la maggiore performance di spesa impegnata e certificata del Dipartimento di Politiche della Pesca: è emerso nell'ultima riunione del Comitato di Sorveglianza del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca.



"Il 100% di spesa impegnata e oltre il 60% di spesa certificata - sottolinea in una nota il vicepresidente di Regione Liguria con delega alla Pesca Alessandro Piana - è il doveroso risultato regionale per un settore che ha sofferto più di altri della situazione pandemica, su cui il mio dipartimento si è impegnato a fondo insieme ai Fisheries Local Action Groups (Flag) sia sul piano delle strategie di sviluppo sia su quello prioritario della sicurezza del lavoro, valorizzando l'intera filiera e continuando a fare squadra per fronteggiare le difficoltà".

"Abbiamo appena terminato il ripristino della banchina di protezione del centro di molluschicoltura di Lerici - ha detto il presidente del Flag Levante Ligure Alessandro Cavo -, un'opera strategica che ha comportato interventi per circa 300 mila euro. Difesa della costa, funzionalità e sviluppo delle infrastrutture sono i punti principali per lo sviluppo sostenibile dell'acquacoltura".

"Anche noi abbiamo impegnato quasi il 30% delle nostre risorse per il ripristino della banchina dei pescatori di Imperia Oneglia e la valorizzazione del punto di prima vendita - spiega il presidente del Flag Il Mare delle Alpi Enrico Lupi - .

Passi fondamentali per attivare indubbi vantaggi all'economia del settore oltre che per un miglioramento tangibile della sicurezza sul lavoro, oggi più che mai la nostra priorità".

"Abbiamo contribuito alle politiche di investimento - ha concluso il presidente del Flag Savonese Paolo Ripamonti - migliorando il territorio con la creazione di due info-point presso Savona e Andora che rappresenteranno veri e propri punti di aggregazione del mondo della pesca per la valorizzazione della blue economy e, nello specifico, delle sue ultime frontiere, quindi del pescaturismo ed ittiturismo. Il savonese è un epicentro importante della pesca, contando oltre 140 pescherecci. Cerchiamo di raccontarlo con questi spazi attrezzati adatti a show cooking e promozione della pesca tradizionale e della cultura enogastronomica" (ANSA).

 
 
 

PORTO DI GENOVA UNA DONNA VICECONSOLE DEI CAMALLI,E' LA PRIMA VOLTA

Post n°540 pubblicato il 15 Marzo 2022 da viscontina17

 

 GENOVA, 28 GEN - Per la prima volta nella storia della Compagnia dei portuali di Genova, i 'camalli', una donna ricopre il ruolo di viceconsole.

Ad essere eletta è Francesca Ceotto, già consigliera della Compagnia dal 2015. Ceotto, che nella Compagnia svolge un ruolo amministrativo, ha ottenuto 454 voti. I votanti sono stati 753 su 962 aventi diritto. Secondo viceconsole è stato confermato Luca Ledda con 388 preferenze.

Entrambi erano nella lista di Antonio Benvenuti, eletto Console la settima scorsa e che guiderà per i prossimi tre anni la Compagnia: è al quinto mandato. Benvenuti aveva superato lo sfidante Silvano Ciuffardi che al ballottaggio per i viceconsoli aveva portato Ubaldo Romairone, che ha ottenuto 81 voti. L'altro candidato al ballottaggio era Federico Pinna, l'uomo che gestisce la chiamata al lavoro, candidato in solitario che tifava Ciuffardi, e che ha ottenuto 353 preferenze. Otto sono state le schede bianche. (ANSA).

 
 
 

EDITORIA : salpa il nuovo web magazine "GENTE DI MARE 2.0"

Post n°539 pubblicato il 10 Marzo 2022 da viscontina17

Editoria: salpa il 'nuovo' web magazine 'Gente di Mare 2.0' 

E' stata rinnovata nei contenuti e nella veste grafica Gente di Mare 2.0 (www.gentedimareonline.it), testata giornalistica web specializzata nella nautica registrata a Livorno, nata nel 2015, con un taglio da periodico e il passo da quotidiano.

La nuova direttrice è Olimpia De Casa storica giornalista di settore, direttore editoriale è Chiara Risolo. Fu fondata dal padre di quest'ultima, Antonio, e "seguendo una affermata tradizione racconterà il panorama nautico nazionale e internazionale con obiettività, trasparenza, serietà e senso critico". Il rinnovamento grafico è opera dell'agenzia Next Concept, che si è prefissata l'obbiettivo di rendere la "navigazione" più fruibile. "Il nostro web magazine - spiega Olimpia De Casa - si occuperà di cantieri, di imbarcazioni a vela e a motore, di saloni, di economia e politica del mare, ma soprattutto di persone". Va in questa direzione il varo di 'A tu per tu', la nuova rubrica riservata all'incontro ravvicinato con i protagonisti del comparto. Fresco di lancio è anche 'Il Ristonauta', lo spazio dedicato ai ristoranti vista mare a cura di Maurizio Bertera, tra i più esperti ed apprezzati food writer italiani. "Le recensioni, corredate da punteggi e informazioni pratiche per armatori e diportisti - anticipa Chiara Risolo - costituiranno una vera e propria guida, scaricabile online mediante app creata ad hoc per un'immediata consultazione, e una pubblicazione cartacea, esclusiva e brossurata, da tenere sempre a bordo o nella propria libreria del mare". (ANSA).

 
 
 

COPPA AMERICA :PRADA,NOI SPONSOR NON PRIMA CONOSCERE SEDE E DATE

Post n°538 pubblicato il 05 Marzo 2022 da viscontina17

 "Per il momento Prada ha esercitato unicamente il proprio diritto di negoziare un possibile rinnovo del 'naming and sponsorship agreement', non appena il luogo e le date della 37/a America's Cup saranno annunciate".Lo precisa la stessa Prada, interpellata dall'ANSA, relativamente alle presunte dichiarazioni alla stampa di Grant Dalton, ceo di Emirates Team New Zealand, detentore dell'America's Cup di vela, secondo cui era già concluso un accordo di sponsorizzazione di Prada in qualità di 'naming and sponsorship' della 37/a edizione dell'ambito trofeo, I neozelandesi, finora, si sono limitati a rivelare i termini del regolamento e la stazza delle barche che verranno utilizzare per la competizione, riservandosi di rivelare in futuro - com'è loro diritto - la sede e le date delle sfide per assegnare il trofeo. (ANSA).

 
 
 

MODA : SFILATA DI MINH ANH SULLA COSTA TOSCANA

Post n°537 pubblicato il 25 Febbraio 2022 da viscontina17

Jessica Minh Anh, la creatrice dei progetti "Fashion x Sustainability" innovativi, trasformerà Costa Toscana, nuova nave da crociera alimentata a gas naturale liquefatto, in una passerella in mezzo al mare.

Il "J Spring Fashion Show 2022" porterà un messaggio di sostenibilità e stile il 28 febbraio: la nave sarà al largo di Portofino. I brand partecipanti, che saranno svelati all'inizio di febbraio, presenteranno in anteprima una combinazione di collezioni di haute couture, prêt-à-porter e accessori creativi provenienti dai cinque continenti.

"Questo particolare periodo storico offre l'opportunità per una ripartenza sostenibile della nostra società. Costa Toscana si sposa perfettamente con il mio obiettivo di promuovere la sostenibilità in un modo che sia anche attraente dal punto di vista estetico. Questa nave è alimentata a gas naturale liquefatto, una delle tecnologie più avanzate disponibili per una riduzione immediata delle emissioni", commenta Minh Anh. "J Spring Fashion Show 2022" segna il ritorno in passerella di Jessica Minh Anh dopo il successo di "Runway on the Runway", sfilata che si è tenuta prima della pandemia all'aeroporto internazionale JFK di New York. Le precedenti sfilate di Minh Anh si sono tenute sulla Torre Eiffel, sul Tower Bridge di Londra, sul Grand Canyon Skywalk, sulla diga di Hoover, alla centrale elettrica Gemasolar, e a bordo di navi da crociera internazionali a Dubai, New York, Sydney e Hong Kong. "Jessica Minh Anh ha innovato il mondo della moda coniugandolo con la sostenibilità, proprio come Costa Crociere ha innovato il settore crociere con navi sempre più sostenibili - dice Mario Zanetti, dg di Costa Crociere - Siamo stati la prima compagnia di crociere al mondo ad introdurre navi alimentate a LNG". (WEB)


 
 
 

PESCA : FEDERPESCA, SOS PREZZO GASOLIO + 60% RISPETTO AL 2021

Post n°536 pubblicato il 19 Febbraio 2022 da viscontina17

Pesca: Federpesca, Sos prezzo gasolio +60% rispetto al 2021 

Il gasolio è aumentato di oltre il 60% rispetto a un anno fa, una situazione con la quale le imprese del settore della pesca si confrontano quotidianamente da ormai troppe settimane.

A lanciare l'allarme è Fedepesca, precisando che è un'emergenza che sta colpendo tutti i principali settori dell'economia ma che per la pesca rischia di avere effetti devastanti e definitivi, visto che il gasolio rappresenta più della metà dei costi che le imprese ittiche devono sostenere quotidianamente. Una situazione che rende impossibile garantire la loro sostenibilità, con evidenti ricadute su produzione e occupazione. Secondo la Federazione, l'aumento dei costi del carburante, unito alla riduzione delle giornate di pesca previste nel 2022 e al protrarsi della pandemia con le relative ricadute sui settori della ristorazione e dei canali ho.re.ca, sta mettendo il settore davvero in ginocchio. Per la maggior parte delle barche è diventato sconveniente andare in mare, con inevitabili ricadute sull'occupazione e sull'approvvigionamento di prodotti ittici per il nostro Paese. Una situazione per la quale la Federazione "chiede un impegno forte al Governo, con la previsione nei provvedimenti in discussione di misure in grado di mitigare gli impatti di questa crisi e tutelare redditi e occupazione. Se ciò non avverrà migliaia di imprese saranno costrette a interrompere la propria attività, favorendo oltretutto le importazioni di prodotti ittici stranieri sulle tavole degli italiani". (ANSA).


 
 
 

Stop di 3 anni a pesca ricci di mare in Sardegna dal 22/1

Post n°535 pubblicato il 08 Febbraio 2022 da viscontina17

(ANSA) - CAGLIARI, 30 DIC - Il divieto di pesca del riccio di mare nelle acque della Sardegna scatterà il 22 gennaio 2022 e durerà tre anni, come previsto dalla legge regionale 17 del 22 novembre 2021.Con una delibera approvata nel corso dell'ultima seduta, su proposta dell'assessora dell'Agricoltura, Gabriella Murgia, la Giunta regionale ha dato il via libera alle linee di indirizzo per gli interventi a sostegno dei pescatori subacquei professionali, per i quali sono stati stanziati in totale 2 milioni e 800mila euro (400mila euro per il 2021, 1 milione e 200mila euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023).

"Un fermo necessario - spiega l'esponente della Giunta Solinas - per consentire il recupero degli stock e la ricostituzione della risorsa nel nostro mare territoriale, messa a rischio dal massiccio prelievo effettuato negli ultimi anni. Questo sovra sfruttamento, se perpetrato, potrebbe determinare nel breve periodo il collasso della risorsa e l'estinzione commerciale della specie, quindi si è reso necessario intervenire con drastiche misure gestionali e con una chiusura temporanea".

"Durante questi tre anni, con il coinvolgimento degli stessi pescatori, attueremo un piano di monitoraggio scientifico per valutare gli effetti della chiusura della pesca e daremo la possibilità agli operatori di svolgere attività di recupero ambientale, come la pulizia dei fondali e la rimozione delle attrezzature di pesca. Tutte queste attività - conclude l'assessora Murgia - saranno affidate all'Agenzia Agris, che provvederà a redigere uno specifico Piano operativo, sentito il Comitato tecnico consultivo regionale per la pesca e l'acquacoltura". (ANSA).

 
 
 

CONSORZIO PESCATORI EOLI, TROPPO DELFINI CONSEGNIAMO LICENZE

Post n°533 pubblicato il 30 Gennaio 2022 da viscontina17

 

Percors

(ANSA) - LIPARI, 30 NOV - Cinquanta titolari di pescherecci depositeranno le loro licenze all'ufficio circondariale marittimo delle Eolie per protestare contro "la numerosa presenza di delfini che incidono sui quantitativi della pesca al totano".Lo annunciano presidente e il vicepresidente del consorzio Cogepa Eolie, Salvatore Riitano e Pinuccio Spinella, che hanno chiesto un intervento dell'assessore della Pesca mediterranea della Regione Siciliana, Antonino Scilla.

"Quella dei delfini - aggiungono - è diventata 'un'invasione', sono una calamità per il pescato del totano perché la loro presenza determina una perdita di quantitativi tra il 60-70%, causando una irreversibile crisi per le unità dedite a quel tipo di pesca. I dissuasori presenti in mare, anche quelli di ultima generazione, non fanno altro che divenire una fonte di richiamo".

Una tesi non condivisa dagli ambientalisti. "L'utilizzo dei pingers, i dissuasori acustici, e di attrezzi da pesca alternativi non danneggiabili da parte dei delfini - afferma Monica Blasi, biologa marina, presidente dell'associazione Filicudi wildlife conservation - insieme allo sviluppo di attività economiche alternative per i piccoli pescatori sono la strada da seguire. Stiamo lavorando sul territorio collaborando con molti pescatori e faremo il possibile per aiutarli a ridurre le interazioni con i delfini e agevolarli nel percorso di riconversione dei mestieri". (ANSA).

 
 
 

NAUTICA :THE ITALIAN SEA GROUP PARTNERSHIP PER YATC CINA

Post n°532 pubblicato il 21 Gennaio 2022 da viscontina17

 MARINA DI CARRARA (MASSA CARRARA), 06 DIC - Partnership nel mondo della nautica di lusso tra The Italian Sea Group e Camper & Nicholsons International, per la commercializzazione dei motor yacht Admiral e Tecnomar in Cina e Hong Kong.

L'accordo, effettivo da Novembre, ha l'obiettivo di incrementare la visibilità e promuovere le vendite dei due brand del gruppo di Marina di Carrara (Massa Carrara).

"Siamo estremamente orgogliosi di questa collaborazione con un partner importante come Camper & Nicholsons - commenta Giuseppe Taranto, vicepresident e chief commercial officer di The Italian Sea Group -. Siamo certi che sarà una partnership sinergica che ci permetterà di espandere il nostro mercato e raggiungere risultati positivi anche nelle regioni di Cina e Hong Kong". "Non vediamo l'ora di iniziare a lavorare con The Italian Sea Group in questa partnership che si svilupperà tra Cina e Hong Kong - commenta Paolo Casani, ceo di Camper & Nicholsons -. The Italian Sea Group, azienda riconosciuta a livello internazionale, è uno dei player più importanti nel mercato degli yacht di lusso. Siamo entusiasti di lavorare al loro fianco". (ANSA).

 
 
 

CROCIERE NUOVO RINVIO PER LA CONSEGNA DELLA COSTA SMERALDA

Post n°531 pubblicato il 15 Gennaio 2022 da viscontina17

Costa Crociere ha ricevuto comunicazione da parte del cantiere finlandese Meyer di Turku di un ulteriore ritardo nella costruzione della sua nuova ammiraglia Costa Smeralda. E' il secondo ritardo dopo quello comunicato il 16 settembre. Il cantiere giustifica questi inconvenienti, secondo quanto appreso, con la complessità del progetto da un punto di vista tecnologico e per le dimensioni della nave. Costa Smeralda è la prima nave della flotta Costa totalmente alimentata a gas naturale liquefatto (Lng) il combustibile fossile più pulito al mondo. E' una nave lunga 337 metri e larga 42, di 182.700 tonnellate e può ospitare 6.518 passeggeri. A seguito di questo ritardo, la prima crociera di Costa Smeralda partirà da Savona il 21 dicembre 2019. L'itinerario, che si ripeterà sino al 16 maggio 2020, rimane invariato: Savona (sabato), Marsiglia (domenica), Barcellona (lunedì), Palma di Maiorca (martedì), Civitavecchia (giovedì) e La Spezia (venerdì). "Costa Crociere è sinceramente dispiaciuta per quanto accaduto e sta provvedendo a informare le agenzie di viaggio e gli ospiti prenotati sulle crociere di Costa Smeralda dal 30 novembre al 20 dicembre 2019, che non potranno più essere effettuate", afferma la compagnia in una nota.

Il battesimo di Costa Smeralda era previsto originariamente il 3 novembre a Savona, con la prima crociera ufficiale in partenza dalla stessa città il giorno seguente. Prima ci sarebbe stata una 'crociera di posizionamento' da Amburgo a Savona, il 20 ottobre. Il primo slittamento della consegna della nave aveva fatto spostare al 30 novembre la crociera inaugurale.(ANSA).

 
 
 

Porti autorita' sardegna appovato il bilancio per il 2022

Post n°530 pubblicato il 09 Gennaio 2022 da viscontina17

Un sistema capace di generare un valore di oltre 150 milioni di euro in un anno, 100 dei quali per investimenti infrastrutturali nei sette porti di competenza.

Sono le stime del bilancio di previsione 2020 approvato a Cagliari dal Comitato di Gestione dell'AdSP del Mare di Sardegna.

Positive le stime di entrata per il 2020, pari a 50 milioni, soprattutto tasse portuali e canoni demaniali. Una crescita che, in base alle previsioni, proseguirà con segno più anche nei prossimi 12 mesi, confermando l'AdSP in testa alla movimentazione passeggeri a livello nazionale. Così come si annunciano positivi i segnali del mercato crocieristico che conferma ricadute consistenti sulla destinazione Sardegna.

Unitamente al Bilancio di previsione 2020, il Comitato di gestione ha approvato anche il programma triennale delle opere portuali (2020 - 2022), che prevede una spesa di 117 milioni e mezzo di euro, 64 milioni dei quali per il solo 2020. Tra i punti all'ordine del giorno della seduta deliberato anche il rilascio del parere favorevole, che verrà acquisito nella conferenza di servizi indetta dal MISE, a favore della realizzazione, nel Porto Canale, di un deposito di Gas Naturale Liquefatto realizzato dalla ISGAS Energit Multiutilities S.P.A.

"Un bilancio - spiega Massimo Deiana, presidente dell'AdSP del Mare di Sardegna - che segna una maturità contabile per il nostro ente. La previsione, sostenuta da dati di traffico positivi e da entrate costanti sui canoni conferisce la giusta stabilità al bilancio che, sono certo, con la gara internazionale per l'individuazione del nuovo concessionario del Porto Canale, verrà adeguatamente rinforzata, grazie ai nuovi introiti che deriveranno da canoni e tasse di ancoraggio, così come si riveleranno strategici gli investimenti sui depositi di Gnl a Cagliari ed Oristano". (ANSA).

 

 
 
 

Msc ha preso in consegna nuova ammiraglia 'Grandiosa'

Post n°529 pubblicato il 03 Gennaio 2022 da viscontina17

 

Msc Crociere ha preso in consegna  'Msc Grandiosa', nuova nave realizzata da Chantiers de l'Atlantique, società tra i leader mondiali nella costruzione navale. La cerimonia di consegna della nuova ammiraglia di Msc Crociere, una delle più avanzate dal punto di vista ambientale, si è svolta alla presenza di Gianluigi Aponte, presidente del gruppo Msc. Il presidente Esecutivo di Msc Cruises, Pierfrancesco Vago ha preso parte ad un altro importante evento: il tradizionale taglio della lamiera e l'annuncio del nome della prima nave della classe World Class che si chiamerà Msc Europa.

Si tratta della prima di cinque navi da crociera alimentate a Gnl in ordine e la prima nave a Gnl ad essere costruita in Francia. I due eventi segnano un altro importante passo in avanti nel costante impegno di Msc Crociere per la tutela ambientale sia in mare che a terra. Pierfrancesco Vago, Presidente Esecutivo di MSC Cruises, ha dichiarato: “MSC Crociere ha assunto fin dall'inizio un forte impegno per ridurre al minimo il nostro impatto ambientale sia in mare che a terra grazie all'utilizzo di soluzioni innovative e ad efficaci tecnologie di cui sono dotate le nostre navi. Con ogni nuova nave miglioriamo sempre più le prestazioni ambientali, e l’obiettivo finale è quello di avere una flotta ad impatto zero. Con MSC Grandiosa compiremo un altro passo in avanti in questo importante percorso”.

MSC Grandiosa è la nave di MSC Crociere più avanzata dal punto di vista ambientale e testimonia l'impegno profuso dalla Compagnia per proteggere i mari e rispettare le comunità con cui collabora. La nave è equipaggiata con tecnologie d'avanguardia e orientate a ridurre le emissioni e migliorare le prestazioni ambientali complessive sia in mare che a terra.

Oltre a un sistema di pulizia ibrida dei gas di scarico a circuito chiuso (EGCS) che riduce le emissioni di zolfo delle navi del 97%, MSC Grandiosa sarà anche la prima nave di MSC Crociere a disporre di un sistema di riduzione catalitica selettiva (SCR) che aiuta a ridurre l'ossido di azoto dell’80 per cento. Tutte le altre navi MSC Crociere attualmente in costruzione presenteranno la tecnologia SCR, inclusa la nave gemella di MSC Grandiosa, MSC Virtuosa, che entrerà in servizio nell'ottobre 2020, nonché MSC Seashore, attualmente in costruzione in un altro cantiere navale. Questa tecnologia di controllo attivo delle emissioni filtra l'ossido di azoto prodotto dal motore attraverso un catalizzatore - un dispositivo ad alta densità realizzato con metalli nobili - convertendolo in azoto innocuo e acqua.(ansa)

 

 
 
 

PESCA PETIZIONE ON LINE PER MORATORIA RICCI DI MARE

Post n°528 pubblicato il 27 Dicembre 2021 da viscontina17

 

CAGLIARI, 2 NOV - Dopo gli appelli dei comitati spontanei e lo stop di alcuni ristoratori, la battaglia contro la pesca del riccio di mare in Sardegna sbarca su internet con una petizione on line sulla piattaforma charge.org per chiedere ai ministri delle Politiche agricole e dell'Ambiente e all'assessore regionale dell'agricoltura una moratoria di tre anni, monitoraggi marini e provvedimenti di sostegno ai pescatori temporaneamente impossibilitati alla pesca. "Il riccio di mare (Paracentrotus lividus) è in via di rapida rarefazione, in particolare nei mari sardi a causa del pesante prelievo a fini gastronomici, tant'è che sempre più ristoratori, giustamente, li escludono dai propri menù - sostiene Stefano Deliperi del Gruppo di intervento giuridico - Imperversa, poi, il prelievo abusivo e non si contano i sequestri da parte delle Forze dell'ordine. Sono ancora allo stadio sperimentale gli allevamenti, ma la situazione è davvero grave e necessita forti misure di salvaguardia".Sul banco degli imputati, per gli ambientalisti, c'è la Regione: "Infatti, l'attuale assessora regionale dell'agricoltura Gabriella Murgia, con il proprio decreto del 24 ottobre, autorizza la raccolta di 2 mila ricci al giorno per ogni pescatore professionista dall'1 novembre fino al 15 aprile 2020, incurante delle richieste di moratoria provenienti da più parti, fra cui le amministrazioni comunali di Sant'Antioco, Calasetta, Portoscuso. Eppure riconosce che le popolazioni del riccio presenti nei mari della Sardegna sono in 'forte sofferenza".

Secondo i calcoli del Grig, "ai soli 182 pescatori professionali subacquei (dati 2018) sarebbe consentito raccogliere ben 364.000 ricci al giorno, cioè 2.184.000 alla settimana, più di 8.730.000 al mese, quasi 50 milioni nell'intera stagione di pesca. A questi numeri sarebbe necessario sommare quelli derivanti dalla pesca professionale marittima, dalla pesca sportiva/ricreativa e quelli, completamente incontrollabili, derivanti dalla pesca abusiva", concludono gli ambientalisti.(ANSA).

 
 
 

AMBIENTE 18 BALENOTTERE AVVISTATE NEL SANTUARIO

Post n°527 pubblicato il 22 Dicembre 2021 da viscontina17

   

GENOVA, 22 OTT - Durante l'ultimo viaggio di monitoraggio, tra il 19 e il 20 ottobre, a bordo delle navi Gialle della Corsica Sardinia Ferries, sulla tratta Savona-Nizza-Bastia, i ricercatori di Fondazione Cima hanno avvistato 18 balenottere. Numeri, si legge in una nota, che solitamente si registrano in estate nel Santuario Pelagos e in condizioni climatiche ottimali. Per queste ragioni, gli avvistamenti hanno suscitato stupore e nuove considerazioni tra gli studiosi. Si è trattato, in quasi tutti i casi di avvistamenti singoli, tranne uno di gruppo formato da tre individui. "Solitamente ottobre è un mese di avvistamenti 'occasionali' ma nello scorso weekend le balenottere sono state una presenza costante, lungo tutta la traversata - commenta Paola Tepsich - Ricercatrice di Fondazione Cima. Sarà ora importante verificare le condizioni ambientali che portano a questa distribuzione inconsueta". Gli imbarchi dei ricercatori di Fondazione Cima a bordo delle navi di Corsica Sardinia Ferries proseguiranno anche in inverno. (web)

 
 
 

LIGURIA LA PRIMA REGIONE ITALIANA PER BLUE ECONOMY

Post n°526 pubblicato il 18 Dicembre 2021 da viscontina17

   

La Liguria è la prima regione d'Italia per numero di imprese attive nel settore della blue economy. A certificarlo è l'ottavo rapporto nazionale sull'economia del mare redatto da SiCamera - Union Camere Nazionali per la Camera di Commercio di Latina, presentato alla 5° Giornata Nazionale sull'Economia del Mare, rassegna organizzata dalla Camera di Commercio di Latina e dall'Azienda Speciale dell'Economia del Mare, in programma a Formia e Gaeta.

Secondo lo studio, al 31 dicembre 2018 le imprese iscritte nei Registri delle Imprese delle Camere di commercio italiane operanti nell'economia del mare sono oltre 199.000, pari al 3,3% del totale di tutte le imprese italiane. La Liguria risulta essere la prima regione italiana per peso di questo settore, con il 9,4% di tutte le imprese attive legate all'economia del mare.

Seguono la Sardegna col 6% e il Lazio col 5,5%.

A livello nazionale, il settore in cui si concentra il gruppo più numeroso di imprese della blue economy è quello dei servizi di alloggio e ristorazione, strettamente legato al turismo, cui afferisce il 44,5% del totale delle imprese (quasi 89.000). Il secondo settore per incidenza percentuale è quello della filiera ittica, che va dalla pesca alla vendita al consumatore, con il 16,8% 33.549 imprese. Altri due settori che hanno un peso percentuale superiore al 10%, sono quello delle attività sportive e ricreative (15,2%) e la filiera della cantieristica navale (13,6%). Seguono a distanza, per numero di imprese, la movimentazione marittima di merci e persone (5,7%), le attività di ricerca, regolamentazione e tutela ambientale (3,8%) e l'industria delle estrazioni marine, con meno di 500 aziende.

(ANSA).

 
 
 

SLOW FISH AREE MARINE PROTETTE ASSO NELLA MANICA DEL MEDITERRANEO

Post n°525 pubblicato il 13 Dicembre 2021 da viscontina17

Le aree marine protette producono molto più pescato delle aree di pesca normali. Più precisamente il rapporto è di 5 a 1, con un vertiginoso aumento non solo nella quantità, ma anche nella varietà del pescato e nella sostenibilità ambientale. È questa una delle sorprese più significative emerse a Slow Fish, la manifestazione organizzata da Slow Food e Regione Liguria in collaborazione con il Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, al Porto Antico di Genova fino a stasera.

Altro che costo per la collettività e vincolo per i residenti, dicono gli studiosi degli ecosistemi: la tendenza positiva è confermata dagli ultimi rapporti del Ministero dell' Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e Unioncamere e dai primi risultati del progetto FishMPABlue curato da Federparchi. A fronte di una generale riduzione di finanziamenti pubblici tra il 2011 e il 2013, il valore aggiunto prodotto all'interno delle aree protette è diminuito dello 0,6%, mentre nel resto dell'Italia la variazione negativa è stata tre volte superiore (-1,8%).

L'economia del mare si compone di quasi 180.000 imprese, con una incidenza sul panorama economico nazionale del 3%. Quasi il 29% di queste aziende si concentra nelle aree marine protette, dove il loro peso rispetto al quadro totale raggiunge invece l'8%. Tutti gli studi concordano infatti nell'indicare che per rendere più sostenibile la pesca sia dal punto di vista ambientale ed ecologico che economico e sociale, la condizione necessaria sia una più alta qualità dell'ambiente marino.

Un requisito che obbliga a ripensare le aree protette, i santuari e i parchi sommersi immaginando nuove strutture amministrative e nuove regole di gestione hanno detto gli studiosi a Slow Fish. Le condizioni sono migliorate infatti dove i pescatori hanno potuto dire la loro sulla gestione del mare da cui dipendono da generazioni. Ne ha immediatamente tratto beneficio l'intero ecosistema. Tra gli esempi positivi l'Area Marina Protetta delle Isole Tremiti, le cui 59 imprese costituiscono quasi il 60% di tutto il tessuto imprenditoriale dell'area. (ANSA)

 
 
 

COPPA AMERICA : LUNA ROSSA RILANCIA LA SFIDA A NEW ZEALAND

Post n°524 pubblicato il 08 Dicembre 2021 da viscontina17

 

Lo ha rivelato lo skipper Max Sirena durante la presentazione del libro 'Luna Rossa-La sfida indimenticabile', a Milano. "Abbiamo inviato il 'notice of challenge', che comprende il fascicolo con la documentazione necessaria per formalizzare l'iscrizione all'evento - ha detto il velista -. Adesso Team New Zealand e il Royal New Zealand Yacht Squadron verificheranno la validità dei documenti: se tutto è in regola, la sfida verrà accettata".

Si rinnova, dunque, la sfida fra il team italiano e quello 'kiwi', 'defender' del trofeo conservato vittoriosamente per 7-3 a marzo nella finale disputata proprio contro Luna Rossa ad Auckland. Si tratta della settima sfida di America's Cup nella storia di Luna Rossa, che detiene la Prada Cup, ovvero il trofeo in palio fra gli sfidanti, ma in passato ha vinto anche la Louis Vuitton Cup (denominazione precedente dello stesso trofeo riservato ai challenger). Ancora un volta il guidone di Luna Rossa sarà quello del Circolo della Vela Sicilia di Palermo, con il quale ormai il rapporto è consolidato. Luna Rossa si è iscritta in realtà ieri, ossia nel primo giorno utile per presentare le domande. Proprio come gli svizzeri di Alinghi, presieduti da Ernesto Bertarelli, che il trofeo lo hanno conquistato due volte: nel 2003, sempre ad Auckland, e nel 2007 a Valencia, vedendoselo soffiare dagli statunitensi di Oracle nel 2010, a Valencia.

Al momento sono quattro, dunque, i sindacati iscritti alla prossima edizione dell'America's Cup, in programma nel 2024 in una sede ancora da stabilire: oltre a Team New Zealand, in liza Ineos Britannia (sfidante ufficiale), Alinghi e Luna Rossa.

(ANSA).


 
 
 

LITTLE CAYMAN ISOLE CAYMAN

Post n°523 pubblicato il 04 Dicembre 2021 da viscontina17

 

 È la più piccola tra le isole dell'omonimo arcipelago ed è una vera perla! Sta duramente cercando di resiste alle minacce ambientali causate dal, purtroppo, crescente livello di inquinamento della zona. Un luogo di grande fascino, anche se molto contenuto. All'estremo settentrionale troverete Jackson Point, dove la barriera corallina si abbandona nell'abisso più profondo dopo una caduta di quasi 2000 metri!

 
 
 

ATOLLO DI BIKINI, ISOLE MARSHALL

Post n°522 pubblicato il 29 Novembre 2021 da viscontina17

 

 Si, si: avete capito bene! Intendiamo proprio il teatro dei celebri test atomici. A dispetto di ciò che si possa pensare, flora e fauna sottomarine sono di tutto rispetto. E' una località adatta ai più coraggiosi che fornisce immersioni particolari e uniche. Sui fondali riposano, infatti, i relitti di numerose navi da guerra

 
 
 
Successivi »
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

001

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 39