Creato da viscontina17 il 30/06/2012

Bisbigli d'onde

dolci richiami d'essenze

 

MAR ROSSO

Post n°473 pubblicato il 21 Gennaio 2019 da viscontina17

 
 
 

Vele: a Viareggio torna Raduno imbarcazioni storiche

Post n°472 pubblicato il 17 Gennaio 2019 da viscontina17

  VIAREGGIO (LUCCA), 16 OTT - Una flotta di oltre 60 barche, dalla goletta Orion del 1910, lunga quasi 50 metri, al piccolo cutter inglese Star 1907 sul quale, all'isola di Wight si addestravano alla vela i futuri re d'Inghilterra Edoardo VIII e Giorgio VI. Insieme a loro altre imbarcazioni ultracentenarie, Margaux e Onkel Adolph arriveranno dall'Austria, e tanti scafi in legno varati tra i primi del Novecento e i giorni nostri, saranno protagonisti della XIV edizione del Raduno Vele storiche Viareggio, organizzato dal 18 al 21 ottobre 2018. Tre le regate in programma, una per ogni giorno della manifestazione. Tra le partecipanti alle regate anche Tilly XV, il Sonder class costruito in Germania nel 1912 per il principe Heinrich Von Preussen, fratello del kaiser Guglielmo II di Prussia, cinque barche scuola della Marina militare (Artica II, Caroly, Chaplin, Grifone, Stella Polare), una decina di scafi costruiti dallo storico cantiere ligure Sangermani, che si contenderanno il Trofeo Challenge dedicato a Cesare Sangermani scomparso lo scorso maggio, e una flotta di 5.50 metri Stazza Internazionale, l'ex classe olimpica nata nel 1949 che vanta circa 800 esemplari costruiti nel mondo. Proprio su Grifone, presente a Viareggio, l'ammiraglio Agostino Straulino nel 1965 vinse a Napoli il Campionato del mondo di classe.

Tra gli eventi a terra la visita ai cantieri di restauro barche in legno e la conferenza con il navigatore Patrick Phélipon che illustrerà il suo prossimo viaggio sulla lunga rotta di Bernard Moitessier 1968-2018. Il Raduno è organizzato dall'associazione Vele storiche Viareggio e dal Club nautico Versilia in collaborazione con la Guardia costiera, l'Officina profumo-farmaceutica di S.Maria Novella e acqua San Carlo nel ruolo di main sponsor.

(ANSA).

 
 
 

UNA NUOVA SCOPERTA

Post n°471 pubblicato il 13 Gennaio 2019 da viscontina17


GENOVA - Nel laboratorio 'Come si salano le alici?' una scolaresca del quinto anno della scuola primaria, armata di grembiuli e voglia di sporcarsi le mani si è cimentata nella pulizia e salatura di questo pesce azzurro. I bambini si sono trasformati in biologi cuochi, imparando una tecnica di conservazione e cottura antichissima che ha permesso loro di percorrere un viaggio indietro nel tempo e sentirsi come i pescatori di un'altra epoca. Accade a Slow Fish, la rassegna sul mare e sulla pesca organizzata a Genova da Slow Food e Regione Liguria. Un pò indecisi all'inizio, i bambini hanno iniziato a toccare il pesce, studiarlo annusarlo. I primi commenti scettici hanno lasciato spazio all'entusiasmo. "Purtroppo non sempre a casa i bambini hanno la possibilità di cimentarsi con mamme e nonne tra i fornelli, c'è poca trasmissione del sapere gastronomico tradizionale. Basta osservare il loro comportamento oggi" hanno osservato gli educatori.

"Durante il gioco Bricolage marino una classe del quarto anno della scuola primaria si è ritrovata davanti a tre ricostruzioni di ecosistemi marini: un fondale, la superficie e la roccia. Da qui è iniziato una pesca che li ha condotti alla scoperta di tantissime specie di pesci, crostacei e molluschi. Non sono mancati i momenti d'ilarità generale, come quando davanti alla lampuga e alla domanda "che pesce è questo? Inizia per lamp…" un bambino ha risposto "lampone!".

Anche i bambini del primo anno della scuola primaria hanno avuto il loro da fare durante la prima mattinata dell'evento.

Pesca, ripesca e ricicla ha scatenato la fantasia incondizionata di tutti i piccoli partecipanti, che si sono trovati a creare specie nuove di pesci con materiali di recupero. Da plastica, cd, bottiglie di plastica e tappi sono nati coloratissimi pesci che hanno dato una lezione importantissima ai bambini: imparare che i materiali possono avere una nuova vita ed essere trasformati in altri oggetti. I partecipanti a tratti si sono trovati un po' in difficoltà a capire quale materiale stavano usando, ma proprio perché sono bambini così piccoli, curiosi e reattivi, recepiranno e immagazzineranno i messaggi di Slow Fish meglio. (ANSA)

 
 
 

Ambiente: Posidonia Green Festival al via a S.Margherita L.

Post n°470 pubblicato il 09 Gennaio 2019 da viscontina17

 

SANTA MARGHERITA LIGURE (GENOVA), 31 AGO - "Usiamo l'arte per parlare di ambiente marino e diffondere una cultura ecosostenibile": è questo il motto del Posidonia Green Festival, un evento internazionale di cultura, spettacolo, ambiente e sostenibilità al via oggi, per la quarta edizione, a Santa Margherita Ligure.

Tre giorni di dibattito, musica, fotografia, artigianato, streetfood, spettacolo, cinema, attività per bambini e molto altro a tema mare e sostenibilità. Il tema portante di quest'anno è legato ai cambiamenti climatici e tutto ciò che vi è collegato, a cominciare dai progetti avviati dalle Aree protette per mitigarli.

A dare via al Festival stamani una conferenza dal titolo "Come comunicare il cambio climatico? Adattamento, resilienza e mitigazione dopo gli accordi di Parigi". Balene, delfini e squali, sono, invece, protagonisti della seconda serata, domani, con l'incontro 'I Signori dei Mari: alla scoperta dei Cetacei del Mar Ligure' in collaborazione con Istituto Thetys e Whale Watch Genova. A fare da cornice all'evento una mostra fotografica di Tethys. Anche il cinema è in parte dedicato ai cetacei con A Plastic Whale, un documentario che racconta attraverso gli occhi di questi mammiferi marini il problema della plastica negli oceani, in collaborazione con Clorofilla Film Festival.Per i più piccoli molti i laboratori, spettacoli, performancee e appuntamenti creativi. E poi yoga, fotografia, samba e capoeira, degustazioni di prodotti tipici, rivisitazione della cucina ligure, pesce sostenibile con prodotti a basso impatto ambientale. (ANSA).

 
 
 

Crociere: Msc, al bando plastica monouso a bordo

Post n°469 pubblicato il 04 Gennaio 2019 da viscontina17

 (ANSA) - GENOVA, 11 OTT - Msc Crociere si impegna ad eliminare entro la fine di marzo 2019 la plastica monouso dall'intera flotta a livello globale e ad introdurre, ove disponibili, alternative sostenibili. Nell'ambito del Plastics Reduction Programme, annuncia la compagnia, saranno banditi tutti i sacchetti di plastica monouso, cucchiai, bicchieri, palettine da caffè e gli altri articoli monouso che saranno sostituiti da prodotti eco-friendly. La compagnia, riorganizzerà anche le cucine di bordo e i processi di preparazione del cibo per eliminare la plastica anche dalle monoporzioni (pirottini, confezioni di marmellata o yogurt). L'obiettivo è di ottenere una certificazione internazionale per tutte le pratiche di riciclo dei materiali di bordo e di terra. Un primo passo concreto già intrapreso dalla Compagnia vedrà, entro la fine del 2018, la sostituzione di tutte le cannucce di plastica con alternative compostabili e biodegradabili al 100%. Le bevande di bordo non saranno più servite con la cannuccia riducendone così il consumo complessivo del 50% e, gli ospiti che ne faranno richiesta, potranno comunque scegliere tra una gamma di opzioni ecocompatibili realizzate con resine biodegradabili al 100%, con fonti rinnovabili (acido polilattico a base di mais o zucchero, bambù, carta) o altri materiali ecologici. La stessa opzione sarà offerta anche in tutti gli uffici a terra e durante le escursioni. MSC Crociere cercherà inoltre di collaborare con tutti i fornitori della catena logistica con l'obiettivo di rimuovere la plastica, ove possibile, anche da tutti gli imballaggi. (ANSA).

 
 
 

PULIZIA OCEANI

Post n°468 pubblicato il 30 Dicembre 2018 da viscontina17


L’8 settembre è stato avviato ufficialmente il progetto Ocean Cleanup, che mira a ripulire gli oceani dalla plastica.

Il momento è finalmente arrivato, la speranza per oceani più puliti, sotto forma di un macchinario chiamato Ocean Array Cleanup, sta per partire, diretta verso il Pacific trash vortex, la più grande isola di plastica esistente al mondo. Sarà infatti effettuato l’8 settembre (alle 21 ora italiana) il lancio ufficiale dell’ambizioso progetto Ocean Cleanup, la più grande opera di pulizia oceanica mai pensata, ideato dal ragazzo prodigio Boyan Slat, animato dal desiderio di combattere il problema dell’inquinamento plastico.

Sono trascorsi cinque anni dalla fondazione della ong Ocean Cleanup e oggi, dopo anni di test e sviluppi, il primo macchinario, System 001, composto da una catena di barriere galleggianti della lunghezza di due chilometri e poste in favore di corrente che convogliano la plastica verso piattaforme che fungono da imbuto, partirà da San Francisco. 

System 001 è solo il primo di una flotta di sessanta macchinari analoghi progettati con l’obiettivo di ripulire il 50 per cento del Pacific Trash Vortex entro cinque anni. Periodicamente i rifiuti plastici raccolti saranno trasportati da una nave a terra per essere riciclati. (WEB)

 
 
 

TipicitÓ in blu, ad Ancona Festival diffuso

Post n°467 pubblicato il 25 Dicembre 2018 da viscontina17

 

ANCONA - Presentata al Mercato ittico di Ancona la seconda edizione di Tipicità in blu, organizzata dal Comune con il patrocinio di Expo 2015 e centrata quest'anno sul waterfront. In programma, degustazioni, lezioni, laboratori, talk-show, minicrociere e momenti ludici per bambini e ragazzi tra Mole, Mandracchio, Archi e Porta Pia. Partner sostenitori sono Camera di Commercio, Regione Marche, Autorità Portuale, Università Politecnica delle Marche, Anci per Expo e Marche per Expo, in collaborazione con Coldiretti, Cgia, Confcommercio, Confesercenti, Cna, Cia, Copagri, Aiab, Associazione produttori pesca, Agci, Consorzio Pesca Ancona, Fondo Mole Vanvitelliana e M&P Parcheggi. Via XXIX Settembre ospiterà il mercato dei prodotti con punti di degustazione dedicati, gestiti dalle associazioni di categoria agricole e della pesca. La Mole Vanvitelliana si offre come spazio culturale, laboratoriale e di approfondimento, grazie alla collaborazione di Univpm e alle associazioni agricole e del biologico mentre al Mercato ittico ci saranno degustazioni di prodotti ittici proposti direttamente dai pescatori, insieme a una vera e propria 'Accademia' didattico-divulgativa e l'opportunità di salpare per minicrociere. Agli Archi, infine, sulla grande terrazza del parking, uno spazio destinato ai più piccoli. I ristoranti del circuito Tipicità in blu, oltre 20, proporranno dal 28 maggio al 2 giugno menu della tradizione marinara anconetana. Sarà presente una delegazione del Montenegro, partner del Forum delle Città dell'Adriatico e dello Ionio, ospite ufficiale e presente in diversi momenti della kermesse.(ANSA)

 
 
 

IL MARE

Post n°466 pubblicato il 20 Dicembre 2018 da viscontina17

 

 

Il mare non è solo una delle mete preferite dove trascorrere le proprie vacanze, ma molto di più. Oltre ai molteplici effetti benefici sulla salute, il suo forte potere d'attrazione  è dovuto alla capacità di rilassarci ed allontanare da noi lo stress quotidiano, in ogni stagione dell'anno - anzi: è tanto più vero in inverno, quando si lavora, che d'estate in vacanza.

Becker definisce la spiaggia come uno "spazio blu" in cui le persone sperimentano pace e tranquillità - stati d'animo che contribuiscono non solo a plasmare una percezione di sé migliore, ma anche a concentrarsi sulla ricerca di soluzioni o idee creative ai propri problemi.

Grazie agli ioni positivi - che concorrono al benessere e alla salute - sprigionati dal mare, e al movimento sinuoso, ritmico e continuo delle onde, la spiaggia è in grado di ridurre efficacemente i livelli di stress.

I risultati dello studio evidenziano anche come lo stesso suono prodotto dalle onde sia capace di indurre in uno stato di meditazione, allontanando le preoccupazioni e calmando l'ansia.

D'altra parte, anche i colori giocano un ruolo importante: ad esempio, il blu del mare modifica la frequenza delle onde cerebrali, facilitando il raggiungimento di una condizione di pace.

Cosa aspettate a fare una passeggiata in riva al mare? (WEB)

 

 
 
 

Australia: morto Ian Kiernan, fondatore 'Puliamo il mondo'

Post n°465 pubblicato il 17 Dicembre 2018 da viscontina17

 (ANSA) - SIDNEY, 17 OTT - E' morto a Sidney, in Australia, Ian Kiernan, ambientalista e velista, fondatore dell'evento 'Puliamo il mondo'. Aveva 78 anni. Nel 1986-87, Kiernan ha rappresentato l'Australia nella gara in solitaria BOC Challenge. Durante quella lunga navigazione, Kiernan rimase impressionato dalla quantità di inquinamento trovato negli oceani del mondo, soprattutto contenitori e sacchi di plastica. Al suo rientro in Australia, Kiernan decise di organizzare un evento per promuovere la pulizia del porto di Sidney. La prima edizione si tenne nel 1989 e da quel 'Clean Up Sydney Harbour' che raccolse l'adesione di 40.000 volontari, l'evento si è diffuso in circa 120 paesi, diventando il 'Clean Up Day', divenuto un appuntamento annuale. Kiernan è stato nominato 'Australiano dell'anno' nel 1994 e nel 1998 ha ricevuto il premio del Programma per l'ambiente delle Nazioni Unite per aver mobilitato 'decine di milioni di persone in tutto il mondo'.(ANSA).

 
 
 

Northern Leader, una nave da pesca incredibile !!!

Post n°464 pubblicato il 13 Dicembre 2018 da viscontina17

 

 
 
 

Blue economy:Pmi a caccia di finanziamenti Ue per innovazione

Post n°463 pubblicato il 10 Dicembre 2018 da viscontina17

  Valgono centinaia di milioni di euro le opportunità di finanziamento offerte dalla Commissione europea alle Pmi che operano nel settore della crescita blu e dei trasporti, un'occasione che le imprese italiane devono poter cogliere anche grazie ad azioni mirate condotte su Bruxelles nonchè informazioni tempestive e accurate. Questa l'ottica in cui la Fondazione CS Mare, in collaborazione con Magellan e Paragon Europe, ha organizzato la conferenza 'Destinazione Europa in movimento' svoltasi a Bruxelles nella sede di rappresentanza della Regione Toscana. L'incontro, aperto dall'assessore alle attività produttive della Toscana, Stefano Ciuoffo, ha avuto al centro l'innovazione del panorama industriale europeo nel campo della mobilità sostenibile e della crescita blu. Secondo stime della Commissione Ue, infatti, la digitalizzazione dei trasporto porterà a un risparmio complessivo di 27 miliardi di euro da qui al 2040. "La principale difficoltà incontrata dalle imprese italiane, in particolare le Pmi, non è quella di 'fare innovazione'. In molti casi si tratta di modelli di assoluta eccellenza, che però incontrano degli ostacoli nel comprendere come utilizzare l'innovazione stessa a proprio vantaggio", ha dichiarato la presidente di Fondazione CS Mare, Evelin Zubin. "Tramite l'incontro di oggi, Fondazione CS Mare ha voluto portare a contatto diretto le esigenze delle piccole e medie imprese con le possibilità messe a disposizione dalla Commissione europea", ha spiegato. All'evento hanno partecipato rappresentanti di vari organismi europei: dall'Easme (Agenzia esecutiva per le piccole e medie imprese) al programma di finanziamento Life, fino alle direzioni generali Mare e Ricerca-innovazione della Commissione Ue. Gli imprenditori italiani hanno anche avuto la possibilità di presentare i propri progetti 'green' più innovativi agli esperti dell'Easme, che hanno fornito loro consigli su come accedere a varie modalità di finanziamento.(ANSA).

 
 
 

MARE DELLA SARDEGNA

Post n°462 pubblicato il 06 Dicembre 2018 da viscontina17

 
 
 

COLLISIONE IN FIORDO NORVEGESE TRA PETROLIERA E FREGATA

Post n°461 pubblicato il 02 Dicembre 2018 da viscontina17

Collisione in un fiordo della Norvegia, fra una fregata della marina militare di Oslo, di ritorno dalle manovre Nato, e una petroliera. L'equipaggio di 137 militari della nave militare Knm Helgeelge Ingstad, che si è pericolosamente piegata su un fianco, è stato allontanato.

L'incidente è avvenuto nel Hjeltefjord, non lontano da Bergen. Secondo quanto riferito dai militari norvegesi, è stata la petroliera Sola Ts, battente bandiera maltese, a speronare l'unità militare, sul cui scafo si è aperta una falla. La petroliera, che aveva imbarcato un carico di greggio norvegese per trasportarlo verso la Gran Bretag, ha urtato la nave militare mentre veniva rimorchiata fuori dal fiordo, secondo il sito navale Sysla. Per precauzione sono state fermate anche delle piattaforme petrolifere al largo del fiordo di Hjelte. Il corpo investigativo della marina maltese ha annunciato che parteciperà all'inchiesta sull'incidente insieme al'apposita commissione norvegese.

La fregata della marina militare norvegese ha avuto uno sversamento stimato di circa 10.000 litri di carburante per elicotteri, mentre, piegata su un fianco per una falla che imbarca acqua, rischia di affondare. Il carburante, secondo la guardia costiera norvegese, dovrebbe evaporare velocemente. La Sola TS, non ha invece avuto danni. Il suo equipaggio, di 23 persone, è rimasto a bordo. (ANSA).

 
 
 

20 balenottere avvistate in un giorno dalle navi di Corsica Ferries

Post n°460 pubblicato il 28 Novembre 2018 da viscontina17

(ANSA) - VADO (SAVONA), 1 NOV - Più di 20 balenottere avvistate in un solo giorno lungo la tratta Nizza-Bastia e 4 durante un viaggio di monitoraggio sulla tratta Savona-Bastia: sono le curiosità della 12/ma stagione di monitoraggio cetacei dalle navi della Corsica Sardinia Ferries. Le balenottere sono state avvistate per lo più a coppie. "Il dato è sorprendente perché questi avvistamenti sono stati fatti tra fine settembre e metà ottobre, un periodo in cui solitamente veniva registrato un calo di presenze, ma quest'anno le condizioni meteo favorevoli hanno prolungato la stagione di avvistamenti. La campagna viene portata avanti con la Fondazione Cima. A partire da novembre, verrà avviata una campagna di monitoraggio invernale, nell'ambito del progetto Sicomar Plus che si occupa di sicurezza della navigazione. Verrà realizzata una mappatura del rischio di collisioni per balenottere e capodogli con le navi che transitano nel Santuario Pelagos, l'area marina di 87.500 km quadrati tra Francia, Liguria, Toscana, Corsica e nord della Sardegna. I dati raccolti da novembre a marzo serviranno a produrre le mappature anche per le stagioni invernali e ad arricchire le conoscenze sull'ecologia e sugli spostamenti di questi animali.(ANSA).

 
 
 

COOPERAZIONE NEL MEDITERRANEO EVENTO A FIRENZE

Post n°459 pubblicato il 25 Novembre 2018 da viscontina17

FIRENZE, 10 NOV - Risultati raggiunti e obiettivi futuri della cooperazione nel Mediterraneo: di questo si parlerà all'evento annuale del Programma europeo Interreg marittimo Italia-Francia 2014-2020 che si terrà il 15 novembre a Firenze, al Convitto della Calza, in piazza della Calza (per partecipare iscrizioni online su http://open.toscana.it/eventi/-/calendar/event/921221).

Alla luce anche del dibattito in corso sulle prospettive della cooperazione transfrontaliera marittima post 2020, il Programma vuole valorizzare il suo contributo nell'area Mediterraneo, presentando, con testimonianze dei beneficiari, i primi risultati raggiunti da alcuni dei suoi progetti 'faro', più significativi: dalla creazione di reti transfrontaliere di servizi alla promozione del turismo sostenibile, dai rischi climatici alla sostenibilità dei porti e la sicurezza in mare, alla conservazione e sviluppo del patrimonio naturale e culturale.

L'evento sarà poi l'occasione "per esplorare potenziali sinergie con gli obiettivi e i risultati attesi della West Med Initiative e con altri programmi di cooperazione transnazionale e transfrontaliera marittima dell'area" e per parlare delle "potenzialità della creazione di una 'Maritime Knowledge community' del Mediterraneo' attraverso la promozione di clusters di progetti interprogramma, e la capitalizzazione di partenariati e reti di attori che lavorano su temi simili". Tra i partecipanti all'incontro rappresentanti della Commissione europea, del Programma Interact e di altri Programmi di cooperazione marittima. (ANSA)

 
 
 

STINTINO - LA PELOSA - SPIAGGIA e MARE da SOGNO

Post n°458 pubblicato il 22 Novembre 2018 da viscontina17

 

Questa meravigliosa spiaggia,vicino alla provincia di Sassari, ove non si può

prelevare sabbia e sdraiarsi solo su uno speciale telo, pena la multa del Sindaco

del luogo.

 
 
 

Maltempo: esperti, la tempesta del 29/10 segna la storia della navigazione

Post n°457 pubblicato il 18 Novembre 2018 da viscontina17

 

Quello che lunedì ha interessato tutta l'Italia, ma in particolar modo la Liguria, provocando danni ancora imprecisati ma comunque di parecchie centinaia di milioni di euro, non è stato un classico passaggio perturbato come di consueto accede in autunno. Si è trattato di un' autentica tempesta simile a quelle tropicali che ha investito il litorale ligure da Ventimiglia a Sarzana. "Vi sono situazioni meteo, eventi importanti che segnano la storia della navigazione, delle coste e dei porti del Mediterraneo. Le condizioni meteomarine verificatesi lunedì sono certamente tra queste" afferma l'esperto Gianfranco Meggiorin, di Navimeteo Marine Weather Forecasters che, insieme a Federico Brescia Velikopoljsky, ha analizzato il fenomeno dal punto di vista tecnico-meteorologico e oceanografico.

Un forte sistema depressionario si è approfondito sulle Baleari e in veloce risalita sul Mar Ligure ha portato piogge torrenziali, venti impetuosi e forti mareggiate. La giornata è iniziata con un forte temporale sullo spezzino che stazionando sulla zona per circa 2 ore a causa della convergenza di venti da Sud e Sud Est, ha provocato allagamenti in tutta la città. All'interno del fenomeno erano presenti venti di downburst (violenta colonna di aria fredda che scende dal cumulonembo a terra) tali da far rompere gli ormeggi ad una nave da crociera. Verso il mezzogiorno la parte perturbata ha iniziato ad interessare anche le zone centrali della regione scaricando importanti quantità d'acqua. Con la risalita del minimo depressionario i venti hanno iniziato a spingere più forte e a disporsi più da Sud-Sud Ovest attorno agli 80-90 km/h con raffiche massime fino a 180 km/h registrate a Marina di Loano.

Il mare di conseguenza ha raggiunto onde di 6-7 metri con un'onda di picco massima di 10 metri e mezzo (boa di Capo Mele- ArPal). Oltre al vento e all'altezza delle onde, si è verificato un altro fenomeno, denominato "Surge", che ha peggiorato il quadro: la violenta e profonda depressione ha infatti innalzato il livello del mare provocando situazioni costiere simili a quelle causate da depressioni tropicali e uragani. (ANSA).

 
 
 

Pino Nano sui fondali del Mediterraneo

Post n°456 pubblicato il 15 Novembre 2018 da viscontina17

 

 
 
 

COMMISSIONE UE CONDIVIDE RICHIESTA ITALIANA SU VONGOLE

Post n°455 pubblicato il 13 Novembre 2018 da viscontina17

La Commissione europea ritiene che le argomentazioni italiane sul problema della taglia minima delle vongole sia valida e condivisibile. L'attenzione si sposta ora sulla scelta della soluzione tecnica da perseguire. E' quando emerge a Lussemburgo dopo l'incontro tra il sottosegretario alla pesca Giuseppe Castiglione e il commissario responsabile per il settore Karmenu Vella, in margine ai lavori del Consiglio dei ministri dell'agricoltura e della pesca dell'Ue.

Insomma, c'é ottimismo tra i responsabili italiani sul fatto che il problema si é incamminato verso una soluzione positiva.

Sulle possibili soluzioni tecniche individuate, le amministrazioni europea e italiana continueranno a discutere per individuare la scelta più adeguata. Attualmente infatti, le norme Ue che regolano la taglia minima delle vongole sono molto restrittive con la conseguenza che, se in un determinato quantitativo di prodotto si ritrovano solo qualche vongola sotto taglia, il tutto viene sequestrato, il pescatore denunciato penalmente, così come il commerciante che vende quel prodotto.(Ansa)

 
 
 

10SEGRETI SOTTOMARINI CHE NON TUTTI CONOSCONO

Post n°454 pubblicato il 10 Novembre 2018 da viscontina17

 
 
 
Successivi »
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

001

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 42