Creato da: la.luna.piena1 il 15/03/2014
pensieri e parole profonde

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

la.luna.piena1taty.tatianageco_77pa43chandraGdolce.elisabetta73paolaassisikarma580lalaurissima_1971rosatatuatadgl5beppebibiacquadellagocciaDominamente0anna_co_bsx3
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

Stingimi forte, Luca! Stringimi forte!

Post n°189 pubblicato il 20 Gennaio 2019 da paolaassisi

 

 E chi è che grida piangendo, ridendo eppure correndo?

E’ Eroma!


che promette forte stringendo il suo Luca, correndo e piangendo!

Eroma è la piccolissima amica virtuale che ha scritto il post che precede e che corre verso le scale dell’aereoplanino che la porterà presto a Berlino.

Lei corre all’Erasmus, nella più antica Università di Berlino a frequentare il terzo anno di ingegneria informatica.

Eroma, che sa cosa vuole, scarica le sue energie correndo dietro una palla in una squadra di calcio femminile di Bologna.

Fa l’Università ed è brava ed ora è stata accettata all’Erasmus a Berlino.

E smette di giocare? Nooooo!

E’ stata accompagnata dalla sua allenatrice a  Berlino e per un anno giocherà come portiere a Berlino!

Perchè Eroma, prima ancora di essere Italiana, è Europea e la sua corsa non conosce distanze, conosce solo Amore e decisione.

Perchè questo post oggi? Perchè?

Perchè Eroma sa di due fatti diversi, opposti direi.

Quota 100.... e ... e...

Alessandra Albertini...

Ma Stellina, Luna Piena1,  mi dice, che c’entra? Di che parli?

C’ ENTRA

Quota 100: migliaia e migliaia di persone che hanno trascorso la vita facendo un lavoro sottopagato, disconosciuto, oscuro, pesante sperano avere infine una piccola pensione per trascorrere ciò che resta di una vita deludente, guardando le stelle, stringendo le mani per tanto tempo non strette ed infine lentamente andando verso voi ben sapete...

E... Alessandra Albertini.. chi è? Che c’entra?

Alessandra è la 68enne Professoressa di Genetica che, andando in pensione per limiti di età, ha lasciato il suo trattamento di fine rapporto, 220.000 Euro, ai suoi studenti affinchè possano continuare il percorso di lavoro, di ricerca che hanno iniziato ed amano.

Certo, direte, Alessandra ha avuto la possibilità di rinunciare a 220,000 Euro, certo. E’ vero. Ma questo non è una colpa, è un caso.

Alessandra ha avuto la possibilità, la fortuna anche, di fare il lavoro che amava. Ha avuto la possibilità di lavorare non per vivere, ma per dare.

Ecco, Eroma, la mia amica virtuale lascia per un anno il suo Amore, forte lo stringe.

Piange e promette:

aspettami, Amore, torno...

e felice corre verso il futuro, corre sapendo che a Berlino l’attende un anno di impegno, un anno di studio, di sacrifici talvolta piangendo ma felice correndo dietro la palla di quella squadra di calcio che liberamente l’ha presa affinchè gridi al mondo:

Io sono Eroma!

Io sono viva!

Io sono Europea!

Io AMO

chi amando mi stringe

e prometto tornare

gridando che voglio il lavoro che sogno,

voglio l’amore che vivo,

voglio essere ragazza che cerca il lavoro che porta la vita, la gioia e la serenità amando chi m’ama. Lo giuro!

 

Auguri Eroma! Auguri!

Paola

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

NON SO,OPPURE PENSO DI SAPERE,MA.....

Post n°188 pubblicato il 15 Gennaio 2019 da la.luna.piena1

Le responsabili del Blog "Anima Aperta"ultimamente si sono sbizzarrite a parlare di alcuni nobili sentimenti come l'Amore, l'Amicizia,ecc ecc e leggendole mi è venuta spontanea la domanda : che cosa differenzia un sentimento rispetto ad un altro? Qual'è la linea sottile che trasforma l'amicizia in affetto e poi in Amore? Perchè si cerca di essere amiche di una persona, rispetto ad un' altra? Perchè si ama quella tal persona,uomo o donna che sia rispetto ad un'altra? Belle domande a cui non è tanto facile dare una risposta che possa convincere la maggioranza ed io non volendo essere chissà chi preferisco dire la mia opinione che se piace ne sono contenta, se no pazienza e mi scuserò di non essere stata chiara. Partendo dalla religione, ma non da quella religione che faceva dire che Dio voleva quella tal strage perchè non li considerava come suoi figli, sappiamo che Cristo ci disse: Ama il prossimo come te stesso e fu lui il primo ad amare. Credo che si diventi amiche di una persona e certe volte senza badare all'età perchè vi sono cose che viene spontaneo condividere. Un'amicizia duratura nel tempo e anche se ci si perde di vista, perchè la nostra vita ci può portare a questo, dura per tutta la vita. Quando saremo senza la nostra amica, questa sarà vicina a noi perchè si avranno molti ricordi e poi sarà sempre nel nostro cuore. Conosco delle persone che passano delle ore a parlare di tante cose, ridono, scherzano, si consigliano, litigano pure, ma tra di loro vi è una cosa che alla fine di tutto le tiene unite: il rispetto. Eh si, per me il rispetto fra due persone è la cosa più importante che serve per far si che due persone siano e si sentano amiche. Se io rispetto la mia amica o il mio amico, costei/ costui avrà il desiderio di frequentarmi, di parlarmi ecc ecc perchè sa che viene considerata/o. Un'altra cosa importante in un rapporto è la fiducia che deve dare e deve avere chiunque. Non posso frequentare una persona e poi temere che io sia tradita appena mi volto dall'altra parte. Se mi viene spontaneo chiederti o darti un consiglio questo deve rimanere fra me e te e non che dopo un po' venga a sapere che mezza città sappia le mie, anzi le nostre cose. Se chiedo a te vuol dire che ti considero fidata come se tu fossi mia madre o mia sorella. Una cosa che non mi piace nell'amicizia è quando si parla di regali. Premetto una cosa:se i regali vengono fatti con il cuore, anche se è una caramella per me ha valore come se quella caramella valesse mille euro, ma se me lo devi fare perchè ti senti in obbligo, beh è meglio che tu lasci perdere. Un'amica fa un regalo perchè ha desiderio di farlo e non lo fa perchè pensa al ritorno, ma certe volte si potrebbe pensare di accettare un dono anche dall'altra parte perchè si deve sapere che quest'ultima lo fa perchè finalmente riesce ad esaudire un suo desiderio! Credo di essere troppo prolissa e di essere un tantino noiosa,ma abbiate pazienza e perdonatemi.
L'Amore.....quel sentimento che fa vivere su una nuvoletta rosa quando si ama(almeno io sono su una nuvoletta). Amare vuol dire tante cose. Ci deve essere stima, rispetto fiducia, condivisione dei momenti belli e di quelli brutti e far si che duri il più possibile. Se un giorno dovesse morire, come può capitare benissimo, la persona che continua ad amare deve permettere all'altra di essere felice anche se non con lei perchè ti amo, ti voglio veder felice e se non  ci sei con me vuol dire che ho sbagliato in tante cose. L'amore deve essere voluto da entrambe se no è solamente un voler possedere una cosa che egoisticamente parlando non interessa se è felice oppure no. Questa è la cosa più brutta, alla pari della troppa gelosia e che conduce allo spegnimento della passione. Ti amo, ti rispetto e mi fido. Tre cose che ogni persona deve sempre pensare quando ha una persona accanto a se.
vorrei dire altre cose,ma vedo delle facce minacciose che mi consigliano di non proseguire.
Mi scuso umilmente della noia e grazie della vostra attenzione che è sempre una cosa gradita 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

UN'ANIMA IN PENA

Post n°187 pubblicato il 12 Gennaio 2019 da la.luna.piena1

 

Strano titolo che ho scelto per il mio post perché, onestamente, non credo di averla in pena, ma forse mi sbaglio e se qualcuna/o vuol dire la propria opinione sarà ascoltata attentamente.

Quale forza, astratta, fa muovere il mondo? Quale sentimento cambia in meglio o in peggio la vita delle persone? Beh, la risposta che a me viene in mente di dare è la seguente: L' AMORE!

Ogni tanto parlo con una mia carissima amica di questo sentimento e ovviamente la pensiamo in modo un po' diverso, forse dovuto anche al fatto che lei è innamorata e vive la sua storia d'amore in modo intenso, si amano e sono contentissima per loro.

Dalla mia parte, invece, l'amore non riesce a far mettere radici nel mio cuore, ma non mi lamento mica perché è una mia scelta ben ponderata mesi e mesi fa.

Secondo il mio punto di vista, molte volte da più gratificazioni morali una bella e sana amicizia, piuttosto un amore malato di tante cose tra cui ci metto la gelosia.

Per me l'amore è tutto, ma oltre a questo ci deve essere fiducia, rispetto e nessuna prevaricazione perché se no che amore sarebbe? Quando manca anche una cosa solamente di queste appena citate si dovrebbe fare un pensiero profondo e vedere se è meglio separarsi oppure di correggere eventuali crepe che si sono formate nel rapporto.

Amare non è solamente fare l'amore, anzi questa cosa la metto all'ultimo posto, ma è avere il desiderio di avere la persona amata vicina a se; fare le cose insieme, anche una passeggiata tenendosi per mano è un bel gesto d'amore. Amare è anche di parlare delle proprie paure, dei propri desideri e perché no anche dei vari progetti che si vorrebbe attuare in un prossimo futuro. Amare è un verbo che deve essere condiviso da entrambe le parti perché se è solamente da una parte non credo che possa sbocciare, soprattutto se dall'altra parte non vi è un forte interesse personale.

Fare delle cose perché tu l'ami mentre sei considerato in base all'amicizia certe volte si può perdere l'amicizia oltre ad avere una sonora sberla, prima.

Volere un bacio, quando l'altra non desidera minimamente essere baciata da te è un gesto che fa star male perché la mia fiducia che avevo posto in te si è incrinata e mica posso avere la paura che prima o poi ci riproverai. Se io non amo, non vuol dire che devo fare l'amore con te perché tu lo desideri. Perdonarti? Lo posso fare perché ad un'amicizia si può perdonare un errore forse fatto anche involontariamente, ma una volta e poi stop. Un'amicizia può durare una vita come l'amore, ma anche lei può smettere prima perché non devo avere paura della tua amicizia.

Amare o non amare?

Che bel dilemma, che è!

Meglio percorrere una vita da sola, dopo averla iniziata in coppia oppure cercare un'altra persona?

Beh,se si deve stare male a percorrere la strada con una persona è meglio percorrerla da soli. Sarà dura, sarà faticosa, ma sarà la scelta migliore. Non lo so se la mia strada sarà terminata da sola dato che non so il mio futuro, ma se sarò in coppia sarà stato bravo a farmi capire che anche se sei stata scottata una volta, stando attenta non ti scotti più e sarà bello, molto bello camminare mano nella mano e donare ed aver donato un caldo sorriso.





Scusatemi se vi ho annoiato, non era mia intenzione



 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

so... e se sbaglio?

Post n°186 pubblicato il 09 Gennaio 2019 da paolaassisi

 

La strada ferrata si addentrava nella nebbia, nella bruna.

La luce del sole calava avvolta da sogni, pensieri, desideri e dubbi. La notte nascondeva due anime che la percorrevano sfiorando

l’una

le mani dell’altra.

Erano anime incerte, ripiene di vita ed esperte  di vita.

Ma io che le guardo, so e conosco, che sogno?

che penso?

Possono le anime percorrere la strada ferrata che è vita, possono fare un lungo percorso volendosi bene ma ancora non amando?

Le guardo attenta e vedo che esse provano affetto, un affetto profondo. L’una unisce all’affetto l’amore che è desiderio di bacio, di corpo.

L’altra prova l'affetto e teme il suo corpo.

Possono le anime fare il percorso che è vita?

Che vedo io, che guardo, rispetto?

Possono camminare insieme tenendo la mano soltanto?

Allora ricordo...

penso e ripenso...

Io non temo l’amore ed il desiderio,

io non temo mostrare a chi mi tiene per mano in un percorso profondo il mio essere impuro ma casto.

Non temo che affondi il suo desiderio in me.

Se provo affetto come ragazza  provo il desiderio di essere tutta spogliata, mente anima e corpo.

nuda guardata,

l’affetto che provo ha bisogno del corpo ma.... ma...

E dopo? E se ragazza più non sono?

Se donna divento?

Cambio?

Quel  giorno che cambio, vorrò  che chi mi accompagna prometta che il viaggio terminerà solo alla fine della ferrovia, non prima.

E se prometterà di accompagnarmi a lungo, molto a lungo, allora forse soltanto mi esporrò al suo bacio e gli dirò di promettermi che sarà compagno di vita.

Vorrò che egli prometta  di essere amico profondo di vita, tutto capendo, tanto perdonando.

E quel giorno soltanto, presa per mano, nuda  guardata,  tornerà il desiderio del bacio ed il bacio sarà piccolo dono a colui che di me tutto avrà compreso riuscendo di nuovo ad instillarmi il desiderio di bacio che oggi io temo.

Fino a quel giorno attenderà guardandomi negli occhi soltanto, tenendo la mia mano tremante di promesse e desideri.

 

E nell’alba che avvolge il nuovo giorno di vita percorro la strada ferrata che è vita, tenuta per mano sapendo che non sono sola e vibro di gioia e dono il mio affetto sapendo che è germoglio d’amore.

 

le foto sono prese da internet. Se dessero fastidio le cancellerò subito.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

2016-2018

Post n°185 pubblicato il 24 Agosto 2018 da la.luna.piena1
Foto di la.luna.piena1

 

                                                   2016-2018   


Due anni sono passati da quella fatidica notte quando la nostra bella Italia centrale tremò per secondi che sembravano non finire mai e alla fine rimasero macerie e corpi seppelliti sotto di esse.

Molte vite furono spezzate,molti destini furono cambiati e chi sopravvisse a quella catastrofe si trovò da sola/o a ricostruirsi una nuova vita senza avere il conforto e l'aiuto delle persone più care che non erano riuscite a salvarsi.

Come sempre,tutti accorsero sotto la luce dei riflettori e a promettere mari e monti,ma tutt'ora molto non è stato fatto.

A me non interessa di chi sia la colpa di questa lentezza;se sia la nostra famigerata burocrazia o altre cause. A me, come a tante altre persone,interessa che si faccia più velocemente perchè la nostra Nazione è molto bella, è abitata da brave persone che non ascoltano i vari politici del momento, ma ascoltano la voce del loro cuore.

Dobbiamo far si che l'Europa,questa Europa con mille difetti, ci rispetti per la Nazione che siamo, cioè una Nazione che si faccia vedere forte,unita e veloce,ripeto veloce nel rialzarsi quando questa viene ferita.

Agli abitanti di Accumuli, Amatrice e Arquà Del Tronto( siete stati messi in ordine alfabetico e non per importanza perchè voi siete importanti come lo sono tutti gli altri) giunga il mio più affettuoso augurio di una ripresa alla vita di prima (anche se in certe cose non sarà possibile) non dico domani o dopodomani,ma da oggi.

Scusate il disturbo  

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »