Blog
Un blog creato da ASIA1929 il 14/10/2008

RICOMINCIO DA QUI

Nella vita si può gioire o soffrire, piangere o ridere, vincere o perdere, ricordare o dimenticare ma soprattutto si può ricominciare

 
 

Mi trovate anche qui:

Asia 1958a

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

TAG

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

malaguti250maggio710acer.250cassetta2marinovincenzo1958ASIA1929MAGNETHIKAILARY.85nodopurpureofalco1941comelunadinonsolopolAnonimo.Locosorboledglscricciolo68lbrcomunesenso11
 

ULTIMI COMMENTI

Ciao! :)
Inviato da: Dovere_di_vivere
il 23/09/2021 alle 18:52
 
Non c'è vocabolo di cui non si sia oggi fatto così...
Inviato da: cassetta2
il 26/05/2020 alle 18:26
 
Condivido con Roberto Gervaso che "il plagio è un...
Inviato da: coluci
il 17/10/2019 alle 11:52
 
Apprezzatemi anche per quello che scrivo, non solo per la...
Inviato da: cassetta2
il 02/08/2019 alle 09:33
 
Grazie Luciano, sei sempre gentile e mirato nelle...
Inviato da: ASIA1929
il 24/03/2019 alle 02:45
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Se soloLa miglior vendetta »

A.A.A. Affittasi “Incubatrice” e Offresi “germogli”

Post n°17 pubblicato il 01 Marzo 2016 da ASIA1929

 

Intestazione “velenosa e provocatoria”, ne sono consapevole e mi scuso, non tanto per il senso che ad essa è, inequivocabilmente, legato quanto per l’irriverenza con cui esprimo un pensiero, forte, pesante, non condivisibile da tutti. I media, negli ultimi tempi, come cecchini deliranti, centrano la morale di chiunque si sofferma a riflettere, cercando risposte non facili da confezionare, lacerando, sempre e comunque, la sensibilità collettiva. L’arrivo di un bimbo, il desiderio di passetti che sbriciolino il silenzio, del rimbalzare di risate cristalline, di sguardi capaci di uccidere il buio di un sogno taciuto, non possono considerarsi colpe, richieste esagerate per le quali provare vergogna … è ovvio! Il prolungamento di noi stessi, di una vita che, diversamente, pare spegnersi senza aver dato frutti e generato un “senso”, per la maggioranza del genere umano si esprime con il dare alla luce un figlio, non trovando sentieri alternativi da esplorare. Ho figli biologici,  il destino  mi ha donato la grazia di sentir ardere l’amore materno, di sentirmi amata da un angelo, ho installato in me la grandezza del dono”. La genitorialità non va rincorsa e artigliata, violando e stravolgendo la natura, non rispettando, non tanto i protagonisti attivi, quanto chi verrà catapultato nel mondo e non ha voce in capitolo. Ami e vieni ricambiato/a? Non basta? Il puzzle dell’anima è un incastro perfetto e quello “biologico” no? Quindi? Allora? Il ventre accoglie gameti o ovuli acquistati come surgelati in un negozio “Bio” e quel che si smercia per gioia, in realtà, nasconde egoismo!!! Affittare, donare, forzare il destino a riscrivere pagine già scritte, per quanto mi riguarda, è deturpare l’amore … Figli “creati” per l’esigenza malsana di volerli partorire ad ogni costo, uteri in prestito per mordere una paternità diversamente negata e, al centro, creature che un giorno, guardandosi allo specchio, accarezzando tratti “diversi”, non potranno non desiderare di ritrovare le proprie radici. Vuoi sentirti chiamare Mamma o Papà? Lo comprendo, chi non lo vorrebbe! Esiste una via diversa da percorrere, non dico più semplice, perché la burocrazia incancrenisce tutto ciò che sfiora, ma, indubbiamente, tappezzata di scaglie d’anima, quella dell’adozione. Aprire le braccia a chi è già nato, e le brama, è diventare genitori due volte!

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/ASIA1958/trackback.php?msg=13365335

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
ranocchia56
ranocchia56 il 01/03/16 alle 14:26 via WEB
Sono d'accordo con te, lo sono sempre stata, ci sono tanti bambini in istituti che hanno tanto bisogno dell'amore dei genitori, sarebbe un gesto meraviglioso di amore prenderli! Ci vorrebbe però una legge diversa per le adozioni, una legge buona e veloce, non una che fa aspettare dieci e più anni per poter avere un bambino che intanto soffre e resta solo..
 
bepaapranz
bepaapranz il 01/03/16 alle 15:01 via WEB
Anna che bel cervello hai...come il tuo cuore...
 
orso3458
orso3458 il 01/03/16 alle 17:18 via WEB
Sono perfettamente d'accordo. Il fatto di diventare genitori "biologici" non è un diritto acquisito, ma appunto un dono. Chi questo dono non ha avuto, come hai sottolineato tu, ha delle valide alternative a sua disposizione. Senza contare il fatto, che con questo "mercato" della "genitorialità" (che parola orrenda), si creano due tipi di "non-genitori": quelli ricchi che si possono permettere questo ed altro, e quelli poveri che si devono per forza consegnare nelle mani della burocrazia. Io sto con gli orfani ...
 
PICCOLAVIOLETTA6
PICCOLAVIOLETTA6 il 15/03/16 alle 20:32 via WEB
Salve buona serata un saluto Violetta, “una riflessione”. C’è Nell’aria il profumo della primavera che con la sua magia puntualmente risveglia la natura. I giardini e i prati sono un manto di colori e sugli alberi spuntano le gemme e i fiori mentre gli uccellini festati, fra i rami fanno i loro nidi il nostro cuore invaso da energia nuova ammira con stupore le piccole grandi meraviglie operate dal Signore. C’è nell’aria il profumo della Santa Pasqua, primavera dell’Anima, il Signore nel Suo immenso Amore ci chiama a una vita nuova, alla gioia della Sua Grazia, alla pace della speranza nelle Sue promesse e al Suo Amore per l’Eternità. http://www.scuolasangiuseppefoggia.it/Lavori/Pasqua_2012/immagini/03_pasqua_di_pace.gif
 
PICCOLAVIOLETTA6
PICCOLAVIOLETTA6 il 24/03/16 alle 14:34 via WEB
Salve, ti auguro uno splendido pomeriggio e tanta serenità. Sia lode al Signore. Violetta. La Santa Pasqua è alle porte, la corsa al miglior uovo, alla carne per il pranzo è già in atto da diverse settimane, ma non permettiamo alla frenesia umana e terrena di farci dimenticare il vero senso di questo giorno, ovvero la festa delle feste. Mai come in questo periodo difficile e ricolmo di violenza, si avverte la necessità di pregare e trovare rifugio nella speranza che soltanto Dio può donare. Questa prima settimana di primavera ci sta facendo rivivere la Settimana Santa. Anche il tempo sembra partecipare con le sue giornate grigie. Oggi Giovedì Santo ricordiamo e meditiamo l’ultima Cena, un evento molto significativo, è il compimento di un Sacro Rito “la Pasqua ebraica” con questo Rito si chiude un Era, l’Era Ebraica, nella quale veniva offerto il sacrificio di un animale per rinnovare l’Alleanza dell’uomo con Dio. Il Giovedì Santo inizia l’Era Cristiana nella quale Gesù offre non un animale ma la Sua stessa Vita, nel sacrificio della Croce per la nostra salvezza, e come negli antichi sacrifici la vittima veniva consumata così Gesù nell’ultima Cena offre agli apostoli, il pane e il vino dopo averli benedetti dicendo: “Prendete e mangiate questo è il mio corpo, prendete e bevete questo è il mio sangue sparso per voi e per tutti” e aggiunge: Fate questo in memoria di me. Un mistero grandioso che non riusciremo mai a comprenderlo pienamente. Una cena d’addio, nella quale Gesù lascia a noi il Suo testamento d’Amore: “Amatevi gli umi gli altri come io ho amato voi”. Non è finita la Cena, ma Gesù annuncia agli apostoli: Uno di voi mi tradirà, è grande la Sua sofferenza e dice a Giuda: Quello che devi fare fallo presto e si ritira nell’orto degli ulivi a pregare. Potete rispondere nell’area commenti perché a causa di sgraditi disturbatori i nostri profili resteranno chiusi. Un saluto con l’augurio di tempi migliori.
 
PICCOLAVIOLETTA6
PICCOLAVIOLETTA6 il 27/03/16 alle 18:18 via WEB
Salve! Una felice e santa Pasqua. La luce di Gesù risorto disperda le tenebre del cuore e dello spirito! Ti auguro di sentire sempre quella pace che dà serenità Affettuosi auguri! Violetta.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.