Blog
Un blog creato da Malu84_m il 02/06/2005

Ragazza d'argento

Pensieri che vagano in libertà nella mia mente e nel mio cuore.....desideri ,sogni e sentimenti

 
 

BENVENUTI!!!

myspace layouts, myspace codes, glitter graphics


 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

UN DESIDERIO..

immagine
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

marinovincenzo1958ULTIMA_ECLISSElulalop44fucsiasncbiagio.tizianaMalu84_mSky_Eaglenonsazioangolinofoto1thebride73mariocennamoPucca.GaruSereSere91assilvio
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

SORPRESA!!

immagine

immagine

 

immagine

immagine

immagine

immagine

immagine

immagine

immagine

immagine

 

 

« NON IMPORTAMessaggio #305 »

Post n°304 pubblicato il 03 Ottobre 2008 da Malu84_m
Foto di Malu84_m

RIFLESSIONE

                  SUL TEMPO!!!

C'era una volta un pover'uomo che chiedeva qualche spicciolo all'angolo di una strada. era conosciuto da molti negozianti e passanti della zona come una persona mite e che non dava assolutamente alcun fastidio: si limitava con molta discrezione ad esporre il suo cappello ed un breve biglietto per raccontare la sua storia.
Con regolarità passava da lui un signore molto distinto, che si fermava a parlare con lui. All'inizion nessuno dei vicini ci fece caso, ma poi questa presenza periodica iniziò ad attirare l'attenzione.

Qualcuno notò che questo signore, sempre ben vestito, non lasciava mai neanche un soldo, e così incominciarono a circolare critiche di tutti i generi sulla "tirchieria" di questo personaggio. Tuttavia l'ometto sembrava sempre molto contento di vederlo.

Una volta uno dei negozianti presso cui il nostro ometto stazionava, dopo che il signore distinto fu andato via, gli chiese:
"Come stanno andando le entrate oggi?"
"Molto poco... anzi quasi nulla..."
In quel momento passò una signora che lasciò qualche centesimo... Al che il negoziante aggiunse con una punta di sarcasmo:
"Certo però che se almeno quel signore così distinto ti desse una frazione dei suoi averi, potresti evitare di stare qui tutto il giorno..."
"Oh, no, non è così - rispose l'ometto - Sai chi è quello? Quello è il presidente di una grande società: per parlare con lui la gente fa la fila per settimane. Ogni minuto del tuo tempo vale un sacco di soldi..."
"E allora? A maggior ragione dovrebbe dare di più..."
"Ma lui da di più... Mi dona ogni giorno il bene più prezioso che ha una cosa che non si riguadagna: un po' del suo tempo per ascoltarmi e per farmi sentire importante per qualcuno... E' qualcosa che non potrà più avere in nessun modo, perchè il tempo non ritorna..."

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

Il più bello dei mari
è quello che non navigammo.
Il più bello dei nostri figli
non è ancora cresciuto.
I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.
E  quello
che vorrei dirti di più bello
non te l'ho ancora detto.
  
(Nazim Hikmet)

 

Anima mia
chiudi gli occhi
piano piano
e come s’affonda nell’acqua
immergiti nel sonno
nuda e vestita di bianco
il più bello dei sogni
ti accoglierà

Anima mia
chiudi gli occhi
piano piano
abbandonati come nell’arco delle mie braccia
nel tuo sonno non dimenticarmi
chiudi gli occhi pian piano
i tuoi occhi marroni
dove brucia una fiamma verde
anima mia.

(Nazim Hikmet)

divisore

 

 

AUTUNNO

 

SOLI A META'

Io ci sarò quando vorrai
sarò nascosto tra mille ricordi
ma non mi vedrai.
Ti parlerò, mi penserai
e nel silenzio di un ultimo istante
lontana sarai.
immaginando l'amore che vuoi
troppo distante da quello che hai
in una scatola piena di sogni
ti addormenterai.
E in questa notte di perplessità
anche la luna si domanderà
quanto ci costa di aver scelto di vivere
soli a metà.
Io ci sarò quando tu avrai
paura della notte
camminerò da solo dentro
le mie scarpe rotte
e chiederò di te,
io chiederò...di te.
Io ci sarò anche se ormai
si è fatto tardi e non posso
fermarti se tu te ne vai.
Ti guarderò, mi ucciderai
con un sorriso che non sa
nascondere quello che sai.
Ci incontreremo nei sogni se vuoi
dentro a quei sogni che
hai fatto per noi
e nel silenzio di un ultimo istante
mi perdonerai.
Ma in questa notte di complicità
anche la luna si domanderà
quanto ci costa aver scelto di vivere
soli a metà.
Io ci sarò quando tu avrai
paura della notte
camminerò da solo dentro
le mie scarpe rotte
e chiederò di te,
io chiederò...di te.

(Manuel Aspidi)

myspace layouts, myspace codes, glitter graphics

SEI NELL'ANIMA

Vado punto e a capo così
Spegnerò le luci e da qui
Sparirai
Pochi attimi
Oltre questa nebbia
Oltre il temporale
C’è una notte lunga e limpida,
Finirà
Ma è la tenerezza
Che ci fa paura

Sei nell’anima
E lì ti lascio per sempre
Sospeso
Immobile
Fermo immagine
Un segno che non passa mai

Vado punto e a capo vedrai
Quel che resta indietro
Non è tutto falso e inutile
Capirai
Lascio andare i giorni
Tra certezze e sbagli
E’ una strada stretta stretta
Fino a te
Quanta tenerezza
Non fa più paura

Sei nell’anima
E lì ti lascio per sempre
Sei in ogni parte di me
Ti sento scendere
Fra respiro e battito

Sei nell’anima

Sei nell’anima
In questo spazio indifeso
Inizia
Tutto con te
Non ci serve un perchè
Siamo carne e fiato
Goccia a goccia,
fianco a fianco

(Gianna Nannini) 

myspace layouts, myspace codes, glitter graphics