Piovono Angeli

Post n°131 pubblicato il 15 Giugno 2012 da stan_73
Foto di stan_73

Piovono Angeli
piovono dal cielo
pesanti come sassi;
e fanno male sulle spalle
fanno male sulla pelle.
Piovono Angeli
stanchi di volare
stanchi di respirare.
Cadono dal cielo
tra piogge di lacrime,
e fanno male
tanto male sui piedi nudi
tra ferite ancora aperte.
Piovono dal cielo
e io resto a guardare,
non so che fare.
Uno ad uno
cadono dal cielo,
piovono dal cielo
come sassi sulla terra;
ogni croce è un dolore,
un respiro che finisce.
Piovono Angeli
piovono dal cielo,
non so che fare
resto 'solo' a guardare.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Primavera

Post n°130 pubblicato il 04 Giugno 2012 da stan_73
Foto di stan_73

Il sole
tra le persiane
nelle ore del primo mattino,
accende sulle pareti
gli umori del risveglio.
E' primavera
tra i silenzi della natura,
l'aria riposata
pizzica tra le narici.
Un clic tra le viti
il passaggio di un passero,
i sensi si allertano
nel profondo di un respiro.
Il cielo azzurro
fino all'orizzonte
si perde sfocato
nei suoi contorni.
E' primavera
e c'è vita tra i pensieri,
un sussulto, uno sbadiglio
per risvegliarsi,
in questo mattino
col sole che gioca
tra i buchi delle persiane.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Non sento più

Post n°129 pubblicato il 04 Giugno 2012 da stan_73
Foto di stan_73

Non sento più
lo sbattere delle ali
nell'aria del primo mattino,
non sento più
il rumore delle navi
che squarciano le onde,
non sento più
le tempeste sbattere
contro i muri della coscienza.
E' un tempo apparente
caldo come il sole
calmo come il mare.
E' un tempo solenne
disegnato a matita
sfumato dai colori.
Non sento più
il calore delle mani
che stringono forte
Non sento più
il desiderio
che sta bruciando dentro.
E' un tempo incatenato
costretto nella gabbia
lacerato dalla rabbia.
E' un tempo sottomesso
che si cura le ferite
sotto il peso della vita.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

E' meglio....

Post n°128 pubblicato il 04 Giugno 2012 da stan_73
Foto di stan_73

Non sarò più la carta riciclata
che tappezza i vuoti della tua stanza;
non sarò mai più la giostra
che gira a vuoto fra i tuoi vaghi pensieri.
Non sarà più l'attesa a bruciare
nelle fredde sere d'inverno;
non sarà mai più la sofferenza
a tirarmi le coperte del prossimo Natale.
E' meglio restare in disparte
sotto il peso della solitudine;
è meglio fingere di starci bene lo stesso
che aspettare un tuo sorriso stentato.
E' meglio restare in disparte
con la mente persa nel buio;
è meglio fingere a se stessi
che sfiorare la morte del tuo ultimo inverno!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Piove

Post n°127 pubblicato il 04 Giugno 2012 da stan_73
Foto di stan_73

Piove sui pini,
piove sui vetri appannati
piove a dirotto dal cielo annerito.
Batte la pioggia
batte goccia dopo goccia
tra le crepe della terra bruciata.
Le candele si spengono
le chiese si svuotano,
suonano a festa
le campane della domenica.
Goccia dopo goccia
batte la pioggia
nel giorno del tuo funerale.
Piove sui pini
piove sui visi rigati,
sono ancora caldi i tuoi occhi bagnati.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Solitudine

Post n°126 pubblicato il 04 Aprile 2012 da stan_73
Foto di stan_73

…e quando viene la sera

lei bussa alla porta,

non vorresti aprire

ma lei è già qui.

Spegni le luci

chiudi le finestre

e le pagine di un libro

rimaste senza parole.

Vorresti dormire

ma lei ti passa accanto

si spoglia piano e

si stende al tuo fianco

Senti forte il respiro

e non riesci a trattenerti;

una lacrima calda

ti bagna ancora il viso.

lei si stringe forte

togliendoti il respiro

chiudi gli occhi in silenzio

e ti abbandoni alla morte.

 

E viene la notte

con i suoi neri pensieri

come un temporale

si butta un po’ più giù.

Lei non ti consola

non ti parla d’amore

si stringe forte al cuore

facendoti male.

Vorresti mandarla via

per buttarti nei sogni

ma lei non sa andare via

e non ti fa compagnia.

 

Quando viene ogni sera

lei bussa forte alla porta,

non vorresti aprire

ma lei è già qui.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Chiaro scuri

Post n°125 pubblicato il 17 Gennaio 2012 da stan_73
Foto di stan_73

Un lampo di sereno
balena negli occhi
spezzando per un istante
lo sguardo distaccato.
una luce fissa
colma le distanze
che abbaglia senza
lasciarsi intravedere.

Nel bianco di una foto
il nero è impresso tra le forme
trai chiaro scuri
nessuno riesce a penetrare
Come il sole tiepido
tra le nubi dell'inverno,
oltre un lampo di sereno
così ti lasci immaginare.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 124

Post n°124 pubblicato il 17 Gennaio 2012 da stan_73
Foto di stan_73

Un pò di luce
un pò di ombra
un pò di cielo
un pò di caldo
un pò di gioia
un pà di noia
a metà tra il bianco il nero
a rischiarare questo inverno
a nascondere un pensiero
a consumare un'altra sera
da bruciare nell'attesa
a metà tra il vero e il gioco
per sembrare più normale
per confondere le carte
a meta ta il chiaro scuro
per essere presente
senza esserci veramente,
per provare un'emozione
senza entrarci fino in fondo.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Babbo non viene a Natale

Post n°123 pubblicato il 17 Gennaio 2012 da stan_73
Foto di stan_73

Sarà quest'aria un pò viziata
e a tratti irrespirabile
a farmi ricordare ancora
quella casa persa nell'infanzia.
Saranno queste luci intermittenti
che scorrono sui fili dorati
a farmi ricordare quei Natali
e le paure delle notti invernali.
Mi rivedo li, fermo
contro un muro di attese
coi fucili dell'inganno pronti
a sparare con mira perfetta;
tra soldati di gomma
a bruciare piccoli sogni,
a recitare la parte
di chi non ha più bisogno.
Babbo non viene a Natale
e non potevo starci male,
come un soldato di gomma
far finta che fosse normale.

Sarà l'aria di questo mattino
a tratti irrespirabile
ad appesantire il fiato
in affanno da una vita.
Sarà il rumore delle feste
e le chiacchiere della gente
a farmi ricordare ancora
il presente di un altro Natale.
Mi ritrovo li seduto,
solo in cortile abbandonato
a cercare tra le aiuole
l'illusione della mia felicità.
Tra graffi profondi
e rabbie puntate contro,
Babbo non viene a Natale
e tutto doveva sembrare normale

Sarà quest'aria un pò viziata
e a tratti irrespirabile
a farmi ricordare ancora
gli affanni di una vita;
ma oggi non è più Natale
e non posso starci male
come soldatini di gomma
non ho bisogno di essere felice.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Sei...

Post n°122 pubblicato il 17 Gennaio 2012 da stan_73
Foto di stan_73

Sei la colpa del mio male,
la mia condanna,
il bruciore nello specchio
opaco e senza contorno.
Sei il buio nella stanza,
il tormento più vero,
il disegno delle rughe
sul volto rassegnato.
Sei la lacrima di Pierrot,
la condanna capitale,
il lampo nel sereno
di un cielo a mezzanotte.
Sei il buio più nero
il solo tormento
la mano assassina
del mio cuore innocente.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Preghiera

Post n°121 pubblicato il 17 Gennaio 2012 da stan_73
Foto di stan_73

E ritorno da te, Signore
tra i banchi di una chiesa,
tra i silenzi consumati
e le candele dei tuoi Santi.
Ritorno da te,
stanco della mia gente,
trascinando i passi
sulla navata centrale.
Rilasso i miei piedi,
affaticati per giungere a te,
giungo le mani
e mi metto a pregare.
le voci sono un lamento
le parole risuonano sorde,
nella mia mente
si confondono ancora.

Signore sono da te,
con gli occhi fissi sulla croce
ma delle mie preghiere
non ricordo altre parole.
Mi perdo nei pensieri,
c'è vento nel mio petto,
l'ansia del presente
mi sta seduta accanto.
Non voglio i tuoi miracoli,
non chiedo nulla in cambio,
voglio donarti la stanchezza
e questo corpo lavorato.
Non voglio il tuo perdono
non chiedo il paradiso,
da quando l'hai portato via
non mi spaventa un altro inferno.

Signore, il tempo passa in fretta,
le preghiere restano sole.
Le parole tornano in mente,
ma sono versi di una poesia.
Il tempo sta passando
la notte si avvicina
la stanchezza pesa
più del quotidiano tormento.
Trascino i passi,
voltandoti le spalle,
mi abbraccio in solitudine
fra i chiaro scuri della sera.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Carnevale

Post n°120 pubblicato il 17 Gennaio 2012 da stan_73
Foto di stan_73

Finirà male questo carnevale,
ma tu divertiti,
tieniti la maschera
fino al giorno del mio funerale.
Si contano i crepacuori
come coriandoli venuti giù,
ma divertiamoci ancora
facendo finta ch'è festa

Finirà male questo carnevale
e si spegneranno le luci
non servirà più mascherare
il tuo falso sorriso;
la felicità si spegnerà
come gioia tra le lacrime.

Togli la maschera
dal tuo falso sorriso
non serve più
a nascondere il tuo viso;
è finito il carnevale
riprenditi le lacrime
oggi, nel giorno
del mio funerale.

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Notti senza luna

Post n°119 pubblicato il 17 Gennaio 2012 da stan_73
Foto di stan_73

Sono notti senza luna
appese tra le stelle
consumate da paure
rincorse dalla morte.
Sono angosce tramortite
pungenti come il freddo;
sono rami già seccati
di un inverno senza neve.
Sono notti senza luci
di ombre fioche e nere,
consumate al fuoco
nel fumo di candele.
sono parole recitate,
preghiere dimenticate;
sono vuoti per natura
bracci corti di una croce.
Sono notti senza luna
rabbie urlate contro,
fantasmi seppelliti
dall'inferno ritornati.
Sono rose bianche
al chiaro della luna;
Sono pungenti tra le dita
tra le pieghe del sorriso.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Giorni di maggio

Post n°118 pubblicato il 08 Agosto 2011 da stan_73
Foto di stan_73

Giorni di maggio

siedono svogliatamente

su scogli bagnati;

giorni pallidi e soli

disegnano contorni sbiaditi

che il tempo ha dimenticato.

Restano alte le nuvole in cielo,

che nel primo tramonto

confondono il volo

di stanchi gabbiani.

Un male scivola dentro,

si contorce senza dolore,

mi stringe senza calore.

Sono giorni di maggio,

attaccati alle pareti

che aspettano il tramonto

per morire da soli all’orizzonte.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Parigi

Post n°117 pubblicato il 22 Marzo 2010 da stan_73
Foto di stan_73

Sembrava lontano il grigio del tempo
dietro quei rami spogli e secchi;
nelle sfumature appariva così
maestosa fredda scolpita nel cielo.
Lungo il fiume scorrevano i pensieri
mentre un pioggia sottile tra i passanti
bagnava il fondo di una strada che
nessuno avrebbe mai più ripercorso.
E poi quelle imponenti statue
bianche e dorate sul fondo di una cartolina
m'illudevano che qualcosa nell'aria
stesse ancora scaldando il suo cuore.
Nessuno spazio così ampio e vertiginoso
mi ha colpito per la sua immane bellezza,
c'è stato un momento in cui ogni minuto
pesava come gli anelli di una grossa catena.
E ancora, la notte, le ore così fredde
perdersi nell'attesa di un domani incerto;
e poi di nuovo giorno tra le tende
di una finestra rotta sulla strada.
Nessuna immagina si è impressa
e difronte al rifiuto di un vano piacere
qualcosa si è rotto svanendo per sempre
senza più voltarsi indietro.
Resta solo
una tomba spoglia e
la sua immagine scolpita che
mi ha emozionato,
che ho salutato senza una lacrima,
nel freddo marmo della sua indifferenza.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Penitenza

Post n°116 pubblicato il 30 Gennaio 2010 da stan_73
Foto di stan_73

La fredda tramontana sta arrivando
con la sua neve fra i monti
e sta soffiando sul mare con gelido rancore
e nel buio fra gli scogli sento ansimare.
Leggendo Ungaretti e le sue poesie
dentro si accende uno strano sentimento
una nostalgia dal sapore vissuto.
Non mi viene da rimpiangere
il clamore delle luci e le
chiacchiere della gente
e questi gomitoli di strade
che s'intrecciano nel Natale.
Troppi silenzi si ascoltano,
non trasalgo più
al ricordo che mi fece innamorare
e davanti ai tuoi occhi
che rivedo dietro i miei
lontani e inconsistenti
come brina sciolta tra le dita.
E questa, è oggi la mia penitenza!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Alla mia isola

Post n°115 pubblicato il 30 Gennaio 2010 da stan_73
Foto di stan_73

 

Mi è sempre piaciuto
il ritorno dopo lunghe assenze
lì dove l'aria è familiare
e il volo dei gabbiani s'arresta
al centro del mare.

Mi è sempre piaciuto vagare per le strade
e parcheggiare sotto un lampione
col cuore gonfio da sfogare.
Quante volte la pioggia ha cancellato
dai vetri della notte
quel nodo in gola che mi faceva male,
piangere e a tratti soffocare.


Tanti dolori da sopportare
ogni volta qualcuno da sollevare,
troppe volte ho dovuto mascherare
un'insopportabile abbandono
e colorare i sogni quando anche il buio
era nero più della morte.


Eppure non ho mai condiviso
questo sogno che mi ha fatto continuare,
mai nessuno ho lasciato calpestare
la sua terra fragile sul mare.
Lei mi ha nascosto tormenti e
sciolto infiniti nodi alla gola
ha seppellito le mie angosce
e le delusioni della gente.


Mi è sempre piaciuto accendere falò
e respirare l'aria più fresca,
riscaldare la mia solitudine
nel grigiore di inverni infiniti;
perdermi tra le scie delle navi
nei solitari pomeriggi d'estate
travolto dai sogni di un mondo
e dalla speranze che diventasse reale.


Mi è sempre piaciuto il ritorno
dopo lunghe assenze
li dove anche stasera c'è aria familiare
e il volo dei tuoi gabbiani s'arresta dentro,
al centro del mare.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Prigione

Post n°114 pubblicato il 30 Gennaio 2010 da stan_73
Foto di stan_73

Non m'importa se la pioggia cade
e spazza via l'ultima coda di pensiero.
Non m'importa se questa guerra uccide
e seppellisce ogni briciola di nostalgia.

Le voglie scorrono come fiumi
s'infangano a riva e si disperdno in mare.
Non mi importa se è quasi Natale
e sto piangendo lacrime amare,
vorrei solo riposare e fregarmne della gente
perchè questa vita è sola
e no ci sono margini di felicità!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

La tua nave

Post n°113 pubblicato il 24 Gennaio 2010 da stan_73
Foto di stan_73

 

Stasera la tua nave ha preso il largo;
nella luna l'ho vista sparire.
Ancora una volta
quel senso di nausea mi è familiare:
ho perso un'altra coincidenza
e so di dovermi rassegnare.

La tua nave persa nel buio
è stasera la mia sofferenza;
mi sfugge ancora il senso
e il tormento di te
che mi sta attanagliando dentro!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Una Domenica di novembre

Post n°112 pubblicato il 08 Novembre 2009 da stan_73
Foto di stan_73

Con gli occhi abbagliato da un cocente sole
penso al tempo violento
dai colori grigiastri che segnava furente
le ore dei primi giorni di autunno.
L'aria fresca,
mossa solo da una brezza salmastra
confonde i profumi nell'aroma del primo mattino;
sul mare piccole increspature
luccicano tra le profonde scie che vanno via.

Oggi è domenica
e le foglie morte si trascinano per le strade;
sugli aranci oltre i muri di cinta
maturano i frutti ancora acerbi per il Natale che verrà.
L'aria non è più gonfia di pioggia
che bagnava persino l'anima,
la terra non è più così umida e ferrea,
mentre ricopriva l'ultima parte di te.
Le nuvole sono alte nel cielo,
sono bianche e sparse a tratti,
le strade asciutte e polverose sembrano più corte
e queste scale un po' meno pesanti.

 

Oggi è domenica ed è festa.
E' festa tra i ricordi e tra le cornici del passato;
non arde più quella cupezza malinconica
e quel sentimento di tristezza tormentato dalla tua morte.

Il sereno si respira nel profumo delle mie rose bianche;
le preghiere sembrano canti di gioia
le cicatrici segni morbidi sulla pelle.
Avvolto da una sensazione benevola
ritorno a te col sorriso,
ti guardo negli occhi come fosse la prima volta.
Il vento si adagia tra i cipressi
le rose si dissetano
prego il tuo eterno riposo
avvolto dal calore di una luce perpetua
ti penso ancora bambino in un cortile
e mi coglie un brivido.

 

Alzo lo sguardo lontano
e vedo le distanze che mi hanno cancellato.
In questo autunno mi ritrovo senza lacrime
prosciugato dall'attesa dell'inverno imminente.
Stanco e un po' più solo
pure il tormento mi ha lasciato
e quella morsa stretta intorno al cuore
che in quel giorno di autunno m'infliggesti per dispetto!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

I blog preferiti

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

stan_73maxpic86caro_miounamamma1Sophie_AugustineMarquisDeLaPhoenixSky_EagleOdile_Genetantropoeticodolceluna.12letempsdemoipsicologiaforensefilippo813g.ragnoseeyou0
 

Ultimi commenti

Ne ho lette solo due ma sono davvero belle le tue poesie!
Inviato da: SdoppiamoCupido
il 24/01/2012 alle 17:50
 
forte e passionale...:)
Inviato da: g.ragno
il 20/01/2012 alle 10:22
 
bella e profonda la tua preghiera, più vera di ogni altra...
Inviato da: g.ragno
il 20/01/2012 alle 10:20
 
ci sono cose di te che riesci solo a dire quando metti nero...
Inviato da: g.ragno
il 20/01/2012 alle 10:15
 
bella, diretta, diversa....
Inviato da: g.ragno
il 20/01/2012 alle 10:11
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom