Creato da BGelsomina il 31/07/2009
 

Libera di esprimermi

Pensieri,Parole, Poesie,Emozioni.Il tutto vola sulle onde del mare,sulle ali del vento.

 

 

Nel mio cuore

Post n°171 pubblicato il 11 Luglio 2019 da BGelsomina

 

Ho guardato nel mio cuore ed ho trovato te,

ho guardato nella mia mente ed ho trovato te,

quando sono caduto ho trovato te,

nella mia solitudine ho trovato te,

nel mio dolore ho trovato te,

nella mia gioia ho trovato te,

nella mia pace ho trovato te,

tutto dentro di me parla di te,

tutto intorno a me parla di te.

 

 

 

 

 
 
 

DIO...CREDO

Post n°170 pubblicato il 14 Giugno 2019 da BGelsomina

Dio...Credo che al mondo ci sia una speranzaQuando dopo ogni nottela luce rischiara il cielo,credo che al mondo ci sia una speranza.Quando dopo la pioggia il sole riscalda la terra,credo che al mondo ci sia una speranza.Quando dopo un lungo travaglio nasce una nuova creatura,quando vedo un nuovo fiore che germoglia,quando vedo il sorriso di un bambino,credo che al mondo:::: TU :::: sei la nostra speranza e che ognuno di noi sia una speranza.Anche se spesso l'abbiamo rinchiusa nei cassetti del nostro cuore,magari dopo un temporale più lungo,dopo una stagione più secca,dopo un travaglio più dolorosoe ce ne siamo dimenticati.Credo Dio,che anch'io posso fare qualcosa ricordare a tutti che c'è sempre una speranza, questa speranza sei soltanto TU.

Domenica 15 dicembre 2013Mina

 
 
 

Preghiera

Post n°168 pubblicato il 14 Giugno 2019 da BGelsomina

 Preghiera
Dal mattino,Dio ti chiamo. Aiutami a preparare e a raccogliere tutti i miei pensieri su di te,da sola non sono capace.In TE c'è Luce, in me c'è buio, ma tu non mi abbandoni. Se non ho coraggio, tu mi aiuti, se non sono serena tu mi dai pace,se in me c'è amarezza per quanto mi succede,tu mi dai pazienza,certo le tue vie non sono le mie vie,ed io non le capisco,ma solo tu sai qual'è la mia strada. Dio ti lodo e ti ringrazio per qualunque cosa mi porti questo nuovo giorno 

 
 
 

Se avessi le ali

Post n°167 pubblicato il 14 Giugno 2019 da BGelsomina

 

Se avessi le ali

 

Se avessi le ali
vorrei volare soave
sulle distese infinite del mare
quando è sereno
come il cuore di un bimbo ...
vorrei entrare nella fitta foresta della vita
innalzarmi sulle cime degli alberi
quando sono più verdi
ed allattando i loro frutti
che generosi si aprono alla vita
ed invitano farfalle ed api
a succhiarne il nettare
Vorrei volare con le mie ali
in cima alle più alte vette
 fino a toccare con le mani la luna e le stelle
e ballare a piedi nudi sulla pista del cielo
Se avessi le ali
vorrei diventare un angelo
e bussare alla porta del cielo
per incontrare Dio...

 

 

 

 
 
 

SHALOM

Post n°166 pubblicato il 14 Giugno 2019 da BGelsomina

Shalom è una parola utile, Shalom!"/Ehud manor
 
Shalom è una parola utile, Shalom!
È detta cento volte al giorno
La mattina, la sera, al freddo e al caldo
Shalom è una parola utile, Shalom!
È detta a casa e ovunque
Al mare, in cielo, addirittura nel sogno
Shalom è una parola utile, Shalom!
È detta a qualcuno simpatico
E questo è quello che si dice se qualcuno si allontana
Quando qualcosa inizia e quando qualcosa finisce
E ultimamente si dice Shalom nei titoli e in tutti i telegiornali
Perché Shalom non è soltanto ciao e yalla ciao
Shalom è anche il contrario di guerra
Shalom è una parola utile, Shalom! 

 
 
 

Signore

Post n°165 pubblicato il 14 Giugno 2019 da BGelsomina

             Signore...DONAMI UNA FEDE GRANDE COME COMPRENDO, O GESU'IN QUESTO MOMENTOLA DEBOLEZZA DELLA MIA FEDE,E COME SENTO LA NECESSITA' DI RAFFORZARLAPER AVVICINARMI SEMPRE PIU' A TE, AL TUO AMORE,AL COMPIMENTO TOTALE DELLA TUA VOLONTA'.QUANTO BISOGNO HO DELLA FEDEPERCHE' TU SIA IL CENTRO,IL TESORO DELLA MIA VITA.QUESTO MIO CERCARE LA VERA FEDEMI RECA UNA GRANDE PENA,PERCHE' LA VEDO ANCORA LONTANA DA ME.INFONDI IN ME LA FEDE DI PIETROCHE SULLA TUA PAROLA GETTO' LE RETI.DONAMI UN RAGGIO DELLA FEDE DI ABRAMO,CHE SULLA TUA PAROLA LASCIO' LA SUA TERRAE PER OBBEDIRTI ERA PRONTOANCHE A SACRIFICARE IL SUO UNICO FIGLIO.DAMMI TANTA FEDEPER RISPONDERTI "SI" QUNDO MI DICI:"ECCO LA TUA CROCE,PRENDILA E PORTALA CON ME.SIGNORE DAMMI UNA FEDE GRANDE

 Novembre 2013     Mina 

 
 
 

Bibbia

Post n°164 pubblicato il 14 Giugno 2019 da BGelsomina

  La Bibbia fin dall'inizio si presenta        come la manifestazione del Dio dell'universo,       creatore «del cielo e della terra»,       cioè della varietà degli esseri       e delle loro specie (Gn 1,11-31).    Questa diversità degli esseri        nell'universo e delle famiglie,       delle nazioni e dei popoli        nella storia (Gn 10,5...) è voluta da Dio       e considerata «buona» (Gn 1,12.17.21.25.31).     b)  Tuttavia la felice diversità degli uomini       (sessi, tribù e nazioni)       può diventare la fonte di infauste divisioni,      se l'uomo non ascolta la voce di Dio (Gn 2-3)      e perverte la «sua via» (Gn 6,12).      L'umanità perde il contatto con      una natura benefica (3,18),       l'uomo opprime la donna (3,16),       un fratello uccide il proprio fratello (4,8.23.24);      le nazioni si disperdono (Gn 11) e si combattono.  . L'unità attraverso i Patriarchi,      l'Alleanza, i Re e i Profeti      Nonostante queste opposizioni,       spesso sanguinose,     i gruppi umani permangono.     Essi conservano, almeno parzialmente,      la loro coesione interna:      attraverso il patriarca nella famiglia,    attraverso gli anziani     nei clan o nelle nazioni,     attraverso i capi nei popoli,    e persino attraverso alleanze    di tipo diverso tra popoli    dei quali sono così rispettate le diversità  Tra marito e moglie ci sono discussioni,     incomprensioni e i rapporti      vengono irrimediabilmente compromessi.    Tra genitori e figli le liti sono all'ordine del giorno    e questi ultimi si chiudono in sé stessi    per aprirsi solamente con i coetanei,    mentre padri e madri non sanno più cosa fare    per cercare di recuperare il rapporto con la prole.   tutto questo ha come conseguenza il crollo di tante case.    Le macerie sono sotto gli occhi di tutti    e le vittime sono amaramente deluse.  E' possibile per una famiglia profondamente in crisi    ritrovare l'armonia e l'amore?    La risposta a tale delicato quesito la troviamo nella Bibbia:    "Se il Signore non costruisce la casa,    invano si affaticano i costruttori" (Salmo 127:1). La soluzione per l'unità della famiglia è solamente una:   rivolgersi a Dio e lasciare che sia Lui a prendere il controllo della casa,    seguendo i consigli e le indicazioni della Sua Parola per fare di Cristo Gesù   il Salvatore e Signore della propria intera vita.

 
 
 

Come gli uccelli

Post n°163 pubblicato il 14 Giugno 2019 da BGelsomina

 

Come gli uccelli lasciano alle spalle ciò che non hanno bisogno di portare... anche tu dimentica il dolore, la tristezza, la paura, i rancori ed i rimpianti. La vita è bella. Porta con te le cose belle, gli amici, qualcosa di bello che hai nel cuore. Lascia il passato e con lui il dolore, le angosce la tristezza, i rimpianti ed i momenti tristi! chiediamo a Dio  solo gioia e speranza.

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Azalea

Post n°162 pubblicato il 22 Ottobre 2017 da BGelsomina

 

L'azalea è il fiore delle donne e delle mamme per eccellenza! E' l'espressione della femminilità, della grazia, della temperanza e non solo per il suo colore rosa e per la sua esplosiva energia. L'azalea rappresenta l'amore puro, quello più vero che c'è ed è per questo il fiore perfetto da regalare alle nostre mamme o a chi è prossima ad esserlo! I fiori di azalea portano con se una carica positiva, della vita! Alla dolcissima mamma di Gesù e madre nostra reciteremo il rosario come lei desidera.

 

 

 
 
 

Gesù è la via la verità e la vita

Post n°161 pubblicato il 22 Ottobre 2017 da BGelsomina
 
Tag: Gesù
Foto di BGelsomina

 

E' legittimo avere perplessità e paure

 per quanto ci circonda

morte, precarietà, paure,

 ma il Signore  ci dice

non sia turbato il vostro cuore

 io sono la via la verità la vita

 la parola di Gesù

è l'unica strada per avere una vita piena

 e abbondante della sua parola

  credere che Gesù risorto

 ci darà una vita divina,

 una vita di comunione fraterna

 una vita di amore. 

 

 

 
 
 

loreto

Post n°160 pubblicato il 22 Ottobre 2017 da BGelsomina
 
Foto di BGelsomina

 

LA MADONNA DI LORETO E IL "PRODIGIO" DELLA CASA ARRIVATA IN VOLO DA NAZARET

   Il Santuario lauretano è sorto nel luogo in cui, secondo la leggenda, la dimora della Vergine Maria sarebbe stata trasportata prodigiosamente dagli Angeli nella notte tra il 9 e 10 dicembre del 1294. Risale al IV secolo, è meta di continui pellegrinaggi e considerata la "Lourdes" italiana. La convinzione di questa miracolosa traslazione "volante" spinse papa Benedetto XV a nominare la Beata Vergine di Loreto "Patrona di tutti gli aeronautici"

 

 

 
 
 

Eccoci...

Post n°159 pubblicato il 24 Settembre 2015 da BGelsomina

Eccoci cari amici: si riparte! La Madre Chiesa ci invita a percorrere un nuovo anno per scoprire il mistero di Dio e per lasciarci trovare da suo Figlio che viene ancora – senza mai stancarsi a cercare ciascuno di noi. Lui è già in mezzo a noi e ce lo ricorda. Gesù non si è ancora stancato del suo popolo. Viene in mezzo a noi e si impasta alla nostra storia come lievito.  Dio è anche come quel ladro che viene di nascosto e passa senza mandare un preavviso senza programmare le visite. Ogni ingresso di Dio nella nostra vita è libero e misterioso, non si può calcolare.  Allora, dice Gesù, è necessario essere uomini svegli e attenti per non lasciarsi sballottare e stordire dalle false urgenze del mondo. La vita cristiana, a volte, è proprio ridotta a un antidolorifico...cerchiamo Dio solo quando stiamo male quando la croce è troppo pesante ecc…Ma Gesù ci sveglia con uno squillo di tromba. Ci dice vegliate per non mettere in stand-by la ricerca di Dio,illudendoci di essere già a posto. Vegliare, per darci una mossa, e abbandonare il demone della pigrizia.Vegliare per dare ordine alla vita, per mettere ogni cosa al suo postoVegliare per riconoscere Dio che sta visitando  la nostra casa.   Cambiare completamente vita!!! Occorre una grandissima fiducia in colui che chiama. A maggior ragione se si pensa che Gesù non fa promesse, non dà sicurezze, non offre compensi, anzi ci sprona a rendere grazie per averci chiamati a Lui.... Ringraziamo il buon Dio se ciascuno di noi si sente concretamente impegnato a vivere ed annunciare la stessa fede trasmessa da tutti gli apostoli. E' necessario studiare da vicino la parola "vegliare"; bisogna studiarla perché il suo significato non è così evidente come si potrebbe credere a prima vista e perché la Scrittura la adopera con insistenza. Dobbiamo non soltanto credere,ma vegliare; non soltanto amare, ma vegliare; non soltanto obbedire, ma vegliare. Vegliare perché? Per questo grande evento: la venuta di Cristo. Cos'è dunque vegliare? Credo lo si possa spiegare così. Voi sapete cosa significa attendere un amico, attendere che arrivi e vederlo tardare? Sapete cosa significa essere in compagnia di gente che trovate sgradevole e desiderare che il tempo passi e scocchi l'ora in cui potrete riprendere la vostra libertà?Sapete cosa significa essere nell'ansia per una cosa che potrebbe accadere e non accade; o di essere nell'attesa di qualche evento importante che vi fa battere il cuore quando ve lo ricordano e al quale pensate fin dal momento in cui aprite gli occhi? Sapete cosa significa avere un amico lontano, attendere sue notizie e domandarvi giorno dopo giorno cosa stia facendo in quel momento e se stia bene? Sapete cosa significa vivere per qualcuno che è vicino a voi a tal punto che i vostri occhi seguono i suoi, che leggete nella sua anima, che vedete tutti i mutamenti della sua fisionomia, che prevedete i suoi desideri,che sorridete del suo sorriso e vi rattristate della sua tristezza, che siete abbattuti quando egli è preoccupato e che vi rallegrate per i suoi successi?Vegliare nell'attesa di Cristo è un sentimento di rassomiglianza a questo, per quel tanto che i sentimenti di questo mondo sono in grado di raffigurare quelli dell'altro mondo. Veglia con Cristo chi non perde di vista il passato mentre sta guardando all'avvenire, e completando ciò che il suo Salvatore gli ha acquistato, non dimentica ciò che egli ha sofferto per lui. Veglia con Cristo chi fa memoria e rinnova ancora nella sua persona la croce e l'agonia di Cristo, e riveste con gioia questo mantello di afflizione che il Cristo ha portato quaggiù e ha lasciato dietro a sé quando è salito al cielo. 


 
 
 

E crescendo...

Post n°158 pubblicato il 26 Febbraio 2015 da BGelsomina

 E crescendo impari che la felicità non e' quella delle grandi cose.
Non e' quella che si insegue a vent'anni, quando, come gladiatori si combatte il mondo per uscirne vittoriosi...
La felicità non e' quella che affanosamente si insegue credendo che l'amore sia tutto o niente,...
non e' quella delle emozioni forti che fanno il "botto" e che esplodono fuori con tuoni spettacolari...,
la felicità non e' quella di grattacieli da scalare, di sfide da vincere mettendosi continuamente alla prova.
Crescendo impari che la felicità e' fatta di cose piccole ma preziose....
...e impari che il profumo del caffe' al mattino e' un piccolo rituale di felicità,
che bastano le note di una canzone, le sensazioni di un libro dai colori che scaldano il cuore,
che bastano gli aromi di una cucina, la poesia dei pittori della felicità,
che basta il muso del tuo gatto o del tuo cane per sentire una felicità lieve.
E impari che la felicità e' fatta di emozioni in punta di piedi,
di piccole esplosioni che in sordina allargano il cuore,
che le stelle ti possono commuovere e il sole far brillare gli occhi,
e impari che un campo di girasoli sa illuminarti il volto,
che il profumo della primavera ti sveglia dall'inverno,
e che sederti a leggere all'ombra di un albero rilassa e libera i pensieri.E impari che l'amore e' fatto di sensazioni delicate,di piccole scintille allo stomaco, di presenze vicine anche se lontane,e impari che il tempo si dilata e che quei 5 minuti sono preziosi e lunghi più di tante ore,e impari che basta chiudere gli occhi, accendere i sensi,sfornellare in cucina, leggere una poesia,scrivere su un libro o guardare una foto per annullare il tempo e le distanze ed essere con chi ami.E impari che sentire una voce al telefono, ricevere un messaggio inaspettato, sono piccolo attimi felici.E impari ad avere, nel cassetto e nel cuore, sogni piccoli ma preziosi.E impari che tenere in braccio un bimbo e' una deliziosa felicità.E impari che i regali più grandi sono quelli che parlano delle persone che ami...E impari che c'e' felicità anche in quella urgenza di scrivere su un foglio i tuoi pensieri, che c'e' qualcosa di amaramente felice anche nella malinconia.E impari che nonostante le tue difese,nonostante il tuo volere o il tuo destino,in ogni gabbiano che vola c'e' nel cuore un piccolo-grande E impari quanto sia bella e grandiosa la semplicità.

Presa dal web

 

 
 
 

“2015 “Si inizia un nuovo anno

Post n°157 pubblicato il 06 Gennaio 2015 da BGelsomina


Per tua misericordia, Signore, inizio un nuovo anno con te . Esso si aggiun­gerà agli altri della mia vita  Rinnovo,Signore, la mia voglia di seguire i tuoi voleri: donami l'aiuto del­la tua grazia perché io porti frutti .  Nelle tue mani affido la salute del mio  corpo, il successo delle mie iniziative,preservami da ogni male. Il Tuo Sangue prezioso mi difenda da ogni insidia del Maligno e mi conce­da di vivere nella libertà dei figli di Dio. All'inizio dell'anno invoco il tuo Santo Spirito...non lasciarmi Signore.

Mina

 

 
 
 

Anno Nuovo

Post n°156 pubblicato il 05 Gennaio 2015 da BGelsomina

Quando le vacanze arrivano alla fine, e tutte le festività sono passate, ti rimane l'anno nuovo. Può essere un momento per mettere in atto nuove cose da imparare e da fare o può essere un momento di consolidamento delle cose che stai già perseguendo. Un'altra alternativa potrebbe essere quella di contemplare semplicemente dove sei arrivato nella vita finora. Qualunque sia il tuo approccio preferito per il nuovo anno, è bello iniziare sentendosi riposati e concentrati, pronti a tornare su cose a cui stai lavorando o per iniziare cose nuove. Ecco alcune idee per darti una spinta le decorazioni, ornamenti  della festa possono essere rimessi di nuovo nelle loro scatole e sacchetti. Scrivi la lista su un diario,  un calendario dove puoi scrivere. Per avviare i tuoi progetti, probabilmente avrai bisogno di un po' di pianificazione, di organizzazione. Aiuta la concentrazione, prendere appunti e fare liste per dirigere i tuoi sforzi verso nuove abitudini. Per esempio: Chiedi alla famiglia  di aiutarti a mettere via tutte le decorazioni delle feste perché sia più facile. Riguarda la tua lista dei propositi per l'anno nuovo. Devi iscriverti da qualche parte, prenotare viaggi, o qualsiasi altra cosa che ti aiuti a portare avanti la tua decisione?Se sì, scrivilo. Scrivi tutto quello che ti sembra importante.In certi casi, è necessario suddividere gli obiettivi in lungo e breve termine, per assicurarti di non rallentare la tua forza di volontà. Scrivi le tappe che pensi possano andare bene per te. Concentrati sull'organizazione.Metti tutto a posto con un piccolo scatto di qua e di là (pulizia invisibile!).Per caso sulla scrivania  ci sono pile di carte?  Hai dei problemi a trovare le cose, dalle chiavi ai calzini? Cerca delle soluzioni semplici, come per esempio attaccare un portachiavi e organizzare un canestro addetto ai calzini perduti.Un metodo che  ha a che fare con l'allenamento, l'altro riguarda l'accettazione, per esempio, ti puoi allenare a mettere le cose a posto ma non puoi contare sui calzini scomparsi finché il compagno non salta fuori, quindi trovati un posto per questo tipo di cose. Odi pulire? Potresti cercare di convincerti che è tutto esercizio, un momento  o una possibilità per buttare via la spazzatura ma è meglio trovare aiuto. Delega la pulizia agli altri il più possibile e organizzati in modo da fare tu quello che sai fare meglio. Essere la persona responsabile di tutto è davvero esagerato, quindi smettila. Fai le cose a passi graduali. Magari, per prima cosa, lunedì cerca di capirci qualcosa sulla tua scrivania, organizza l'armadio martedì e mercoledì, metti a posto la libreria di giovedì, venerdì passa l'aspirapolvere, sabato spolvera e domenica fai qualsiasi altra cosa ti serva per essere organizzato. Una volta che hai organizzato delle aree specifiche ad alto uso, ti renderai conto che è molto più semplice concentrarti e trovare quello che ti serve in una stanza pulita e ordinata. Rilassati di più. Se non hai l'abitudine di rilassarti, comincia l'anno nuovo con il proposito di aggiungere questa attività così importante (o mancanza di attività) alla tua vita d'ora in avanti Passa un po' di tempo a fare cose rilassanti quali  ti piacerebbero? Non tutti sono d'accordo su quali siano le cose rilassanti– La scelta è tua, basta che ti rilassi. Quando puoi, fai una pausa rilassante di sabato o un altro giorno o pomeriggio appropriato che sia libero. Riposati da sola o in compagnia.  Rifletti sull'anno passato. Pensa alle cose che vorresti fare meglio quest'anno, nuove cose che vorresti provare. Hai ottenuto quello che volevi dall'anno che è finito? Quali cose specifiche vorresti cambiare o a cui vorresti far cambiare direzione? Facendoti delle domande sui progressi, cambiamenti e sul dove vorresti essere proprio adesso ti può aiutare a mantenere fresco il tuo punto di vista, dandoti nuove motivazioni per rendere quest’anno nuovo più appagante. C'è qualcosa che ti dispiace di aver detto? Qualcuno con cui vorresti poterti scusare? Se c'è, scusati e mettile cose a posto. Non vuoi preoccuparti o dispiacerti per qualcosa mentre cominci l'anno nuovo?  Quest'anno passato è stato bello? Perfetto, fai una nota su un album o sul diario dicendo quanto è stato bello quest'anno. Costruisci sulle lezioni che hai imparato e tieni le cose buone a venire. Nessuno si aspetta che volerai se le tue ali sono spezzate ma è importante per il tuo personale benessere che tu cominci a trovare dei piccoli modi per aggiustare le tue aspettative le tue idee. Frequenta di più persone che hanno un buon cuore.Concentrati sul rendere quest'anno che viene, uno più gentile e buono. Questo potrebbe includere lasciare andare delle cose che ti procurano ansia,  molto liberatorio quando ci riesci. La maggior parte delle persone identifica l'anno nuovo con un'alimentazione più sana, fare più esercizi e passare più tempo con le persone che ami. Benché queste cose ti sembrino delle banalità, è precisamente queste cose basilari ti assicurano una vita più soddisfacente portandoti anche più energia, legami più stretti con le persone che ami e sentirsi più sano. Promettiti di fare un'organizzazione settimanale di controllo della stanza/tavolo/macchina/qual'unque altra cosa sia che ti impantani nel disordine, per evitare di finire in quello stato disfunzionale di disordine. Pensa all'anno nuovo come al migliore anno della tua vita, quando lo inizi se sei in una brutta situazione sistema seriamente se hai fatto qualcosa che ha aiutato a causare questa situazione e poi lascia andare. Non ti crucciare perché a volte lo rende solo peggiore e consuma tempo, energia e risorse che potrebbero essere usate per risolvere il problema. Preoccuparsi per quello che succederà durante l'anno? Fai qualche cosa per i problemi, al meglio delle tue abilità e le cose potranno cambiare per il meglio. E dai alle cose brutte del tempo, anche quelle passeranno. Ciao un’amica. 5 gennaio 2015

 

 
 
 

Fiumi di parole

Post n°155 pubblicato il 03 Gennaio 2015 da BGelsomina

Fiumi di parole sono stati spesi nel corso dei secoli, fiumi di carta, d'inchiostro che ci offrono la possibilità continua di viaggiare con la mente, di vivere altre epoche, altri paesi. Questa raccolta di pensieri, in via di costruzione, è volutamente disorganica,saltando da una lingua all'altra vuole offrire spunti di riflessione che conducono i pensieri del lettore verso le vie più diverse. Per ciò che concerne il ringraziamento a Dio non limitiamoci e non concentriamoci principalmente sulle cose materiali, ma pensiamo prima di tutto a tutte le benedizioni e le grazie interiori, quella Grazia che ad ogni solennità e in ogni giorno donato da Dio ci è stata donata nell'anno 2014 che è passato: ringraziamolo per"tutte le cose manifestate e nascoste, visibile e invisibili ricevute, che il Padre celeste ha versate su di noi, non considerando le nostre infedeltà e le nostre cadute. I cambiamenti possono cominciare dalle piccole cose, ma via via che ti addentrerai nel nuovo, esse diventeranno più drastiche e importanti. A volte è necessario un completo coinvolgimento per condurre un nuovo modo di vivere, e talvolta forse anche essere in apparenza duri, per poter essere buoni, per eliminare il vecchio e scoprire il nuovo. Non irritarti per gli straordinari cambiamenti che devono venire, ma sii pronta ad accoglierli  per aiutarne la realizzazione. Tutti gli uomini sono santi, se prendono veramente sul serio i propri pensieri e le proprie azioni. Chi reputa che una cosa sia giusta deve anche farla. Alcuni considerano il perdono come una forma di debolezza preferendo serbare rancore nei confronti del prossimo, al contrario per molti saggi e religiosi, il perdono rappresenta un valore importante che è anche simbolo di grande forza interiore. Anche la capacità di riconoscere i propri errori offrendo le proprie scuse è indice di obiettività e maturità interiore.Trovare il giusto equilibrio su queste tematiche può aiutarci nella convivenza con gli altri. Mi è capitato di perdonare le persone solo perché non volevo che uscissero dalla mia mia vita. Continuavo a sopportare ogni minima cosa sperando che un giorno tutto ciò sarebbe finito. Gesù talvolta non esaudisce subito la nostra preghiera. Egli attende, anche per darci l’occasione di esprimere una fede più stabile, più matura, più decisa, una fede che sia capace di intervenire in tutti gli aspetti della nostra vita. Con la ricorrenza del Natale di Gesù, sembra quasi ricondurci alla grotta di Betlemme, perché vi impariamo che è assolutamente necessario nascere di nuovo e riformarci radicalmente; il che è possibile soltanto quando ci uniamo intimamente e per tutta la vita al Verbo di Dio fatto uomo, e siamo partecipi della sua divina natura, alla quale veniamo elevati. Dio è Padre buono e giusto: ciò che promette lo mantiene. Quando ho agito secondo gli insegnamenti di Gesù, ho sempre trovato pace nel cuore. Al contrario, quando non sono stato fedele a lui, ho avvertito forte  inquietudine dell’anima. Nulla ci soddisfa senza Dio.Mina 3 gennaio 2015

 

 

 

 

 
 
 

Ho tratto la mia lezione di vita.

Post n°151 pubblicato il 30 Gennaio 2013 da BGelsomina

Non mi  piace fare i bilanci a fine anno.

La considero una cosa inutile, poiché ogni anno porta con se,

gioie e dolori, in proporzioni non sempre eque,

ma sicuramente senza fare distinzioni per nessuno.

Ma da quando percorro un cammino di fede,

ho questa consapevolezza,

e ho tratto la mia lezione di vita.

Sto imparando a farmi le ossa,

a diventare forte di fronte alle avversità.

Sto imparando a pensare solo a traguardi raggiungibili

e a impegnarmi per arrivarci.

Sto allenando il mio spirito di sopportazione.

Sto alimentando il mio ottimismo.

Sto imparando a perdonare i torti subiti,

perché il rancore non mi fa stare meglio.

Chiedo scusa, guardando dritto negli occhi

la persona che avevo offeso.

Per tutto questo io devo ringraziare Dio

Perché come sua figlia mi aiuta sempre

conducendomi per mano lungo la strada della vita.

 
 
 

Post N° 150

Post n°150 pubblicato il 24 Dicembre 2012 da BGelsomina
Foto di BGelsomina

A fa ‘e struffoli è nu sfizio. Cumminciamm dall’inizio:

faje na pasta sopraffina, e po’ tagliala a palline, cu na bona nfarinata.

Dopp’a frje. Già t’e stancate? Chest è a parte chiù importante!

Mò ce vo’: miele abbondante e na granda

 

cucuzzata

(a cocozza nzuccherata).N’è fernuto ancora, aspiette! S’anna mettere ‘e cunfiette:

aggrazziate, piccerille,

 

culurate: ‘e diavulille…

Ma qua nfierno, è Paraviso! Iamme, falle nu’ surriso!

Comme dice? "Mamma mia, stanne troppi ccalurie

so’ pesante, fanno male?" Si va buò,ma è Natale!

 

 

 
 
 

Buon Natale anche l'assù

Post n°149 pubblicato il 24 Dicembre 2012 da BGelsomina

LE FESTE NATALIZIE SONO GIORNI IN CUI PENSIAMO IN MODO PARTICOLARE A PARENTI, AMICI, CHE NON CI SONO PIÙ. IO HO TANTI FAMILIARI E AMICI CHE HANNO TERMINATO LA LORO VITA TERRENA SERENAMENTE, TUTTI SAPPIAMO CHE LA NOSTRA VITA È UN PASSAGGIO E CHE DOBBIAMO VIVERE DANDO VALORE AD OGNI SINGOLO GIORNO CHE VIVIAMO SEMPRE COL SORRISO, OGNI GIORNO COME SE FOSSE L’ULTIMO, GODENDO FINO IN FONDO LA VITA CHE DIO CI HA DONATO. CERTO IL CUORE NON DIMENTICA LA PERDITA DI UNA PERSONA CARA, L’AMAREZZA C’È PER NON AVERLI PIU’ CON NOI. SONO CREDENTE E PER QUESTO VIVO LA MORTE COME UN DISTACCO TEMPORANEO ACCETTANDO COSÌ LA VOLONTÀ DI DIO PREGANDO TUTTI I GIORNI E IN MODO PARTICOLARE IN QUESTO SANTO NATALE, AUGURANDO A TUTTI I MIEI CARI LASSU' e/o OVUNQUE SI TROVINO UN …BUON NATALE Mina

24/12/2012

 
 
 

Natale 2012

Post n°148 pubblicato il 23 Dicembre 2012 da BGelsomina

Natale è alle porte, le luci che splendono nelle vie dei negozi, di tutti i colori. Tutti corrono, sembrano felici, ma ci sarà qualcuno che penserà che per tanti bambini non è un Natale di festa, abbandonati a se stessi senza amore che guardano che tutto ciò che li circonda è totalmente estraneo... e forse si chiedono il perché loro sono diversi. Vorrei poter portare con me tutti questi bambini, donandogli almeno un Natale di Festa come non hanno mai visto, ma poi tornano alla loro tristezza e mi chiedo... lasciarli dove sono senza portar a loro un sogno ma realizzabile forse è la cosa migliore, comunque spero che questo mio pensiero arrivi a tanti cuori e che il giorno di Natale portino un dono a questi bambini, ricordando quanto noi siamo fortunati.

 
 
 
Successivi »
 

ULTIME VISITE AL BLOG

BGelsominatabanim_tabanimTabanimstufissimoassaiprometeoroma2005pierartycalista76black.whalecile54mi.descrivolumil_0street.hassleIrisblu55roby67roma
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

DICHIARAZIONE

“Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, il presente Blog, non rappresenta una testata giornalistica in quanto sarà aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini qui inserite sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse. Gli argomenti trattati dal blog sono frutto di riflessioni personali, qualora urtassero la suscettibilità di qualcuno siete pregati di segnalarlo.”

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20