Desperate Mammy

Le mie giornate

 

TAG

 

 

 

Blog d'argento

10000 punti ottenuti

In classifica

 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 55
 

ULTIME VISITE AL BLOG

apungi1950Violetta44QuivisunusdepopuloPalm26cardiavincenzoritasimioButturfly66Butterfly_1966chiarini_francocamnisi1943bianconiglioscolucilumil_0costanzatorrelli46
 
 

parade

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

 

 

 

 

« come un soffio di vento...l'acqua ed i suoi legami... »

ma che bella giornata...

Post n°609 pubblicato il 15 Gennaio 2018 da Butturfly66

 

E risaputo quanto io ami raccontare della mia isola e delle sue innumerevoli sfumature, per cui, oggi non resisto dal desiderio di mettere nero su bianco il mio viaggio a ritroso fatto ieri, andando in visita al paese di mio padre... Una giornata che, insieme a mio marito abbiamo dedicato ad una cara cugina e suo marito, e che mi ha permesso di rivedere luoghi e scorci mai dimenticati... Partiti da Olbia ci siamo addentrati all'interno della mia amata Barbagia fino a Gavoi, luogo natio di mio padre e testimone di parte della mia infanzia e gioventù... Il tempo bello ed un tiepido sole che pensavo non mi avrebbe accompagnata fino lì, mi ha invece sorpresa piacevolmente... Di cose, da che io vi andavo ne sono successe tante, persone che ricordavo non ci sono ormai più come del resto molti parenti, ma anche il paese in se è mutato... Per cui bello di averlo rivisto dopo tanto tempo, mi ha permesso di poter vivere in un attimo lo scorrere accelerato del tempo... Il profumo però non è cambiato, quello è lo stesso di allora, e sapeva di camini accesi, formaggi messi a stagionare, di legna accatastata in attesa di essere bruciata... L'impatto è stato molto forte quando ho rivisto la casa di una mia zia, che quando ero piccola, ma anche ragazza, mi incuteva timore per le sua mura decadenti... La roccia scavata nella quale il pecorino che mio zio preparava stagionava, con un angolo nel quale una delle prelibatezze macerava, e mi riferisco a "su casu marzu" una delizia che turisti di ogni parte del mondo adorano, ma che io non ho mai voluto nemmeno assaggiare... Oggi di quella sorta di rudere non è rimasto nulla, trasformato in una meravigliosa casa che però all'esterno ha mantenuto la sua anima, con il granito che adorna tutta la parte esterna, dando alla via la parvenza di trovarsi in un piccolo  borgo... Chi conosce Gavoi, conoscerà l'ormai famosissimo premio letterario, il quale porta per qualche giorno dentro questo piccolo paese di un paio di migliaia di abitanti, oltre che curiosi da ogni parte del mondo, anche registi, scrittori, giornalisti e attori famosi... Parlando  con mia cugina ed il marito, sono venuta a sapere che chiunque venga rimane incantato come pure è successo a me, perche oggi c'è una nuova cultura, quella che porta alla rivalutazione e conservazione di ciò che sono le radici e la storia del paese, ma soprattutto del centro storico in cui lei vive, distante poche decine di metri dalla casa in cui sono nati mio padre e sua madre... Dopo un pranzo tipicamente sardo (come tradizione vuole) ho chiesto di poter rivedere seppur da fuori casa di mia nonna, dove ho trascorso lunghi periodi in compagnia di cugini e amici, libera di poter fare cose che in città erano impensabili... Ho portato con me soltanto il cellulare per immortalare ciò che volevo poi rivedere, lasciando invece soltanto al piacere dei miei occhi, alcuni angoli e luoghi... Mi sono rivista bambina e adolescente, salire e scendere per "sa corte manna" per andare a "s'antana e susu" a prendere l'acqua con la brocca, oppure scendere di qualche decina di metri fino alla bottega per la spesa... Quante volte ho ricevuto caramelle e dolci in regalo, sia dalla bottegaia che dai paesani (che nel contempo mi riempivano di domande sulla vita in città)e che per educazione e per tradizione non potevo rifiutare... Tutto questo e tanto altro, mentre passeggiavamo in un pomeriggio stranamente mite visto il periodo... Andando via avrei voluto portarmi via oltre che le delizie ricevute in dono, anche tutto quello che un piccolo paese ancora a misura d'uomo offre... Ripensandoci però, ho pensato che magari una volta qui avrebbe perso la sua magia, per cui quando desidero riprovare tali emozioni mi basterà tornarvi... Per ora mi accontento di riviverle attraverso le foto, in attesa di imprimerle ancora nella mente come ho fatto ieri...

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: Butturfly66
Data di creazione: 23/01/2010
 

 

 

 

VOTA IL MIO BLOG!

classifica siti

 

TAG