Creato da cheri.marie il 22/07/2011

Cheri

Cheri.Marie

 

. è' Vietato non essere belli mentre si sorride.

Post n°23 pubblicato il 24 Giugno 2012 da cheri.marie
 
Tag: J.Brel

.

.

.

. Vi auguro di amare ciò che si deve Amare

e di

dimenticare ciò che si deve Dimenticare 

 

 

 

.

 
 
 

Apparteniamo solo a chi vogliamo appartenere.

Post n°22 pubblicato il 11 Giugno 2012 da cheri.marie

.

.

.

È veramente bello battersi con persuasione
abbracciare la vita
e vivere con passione.

.
Perdere con classe
e vincere osando
perché il mondo appartiene a chi osa.

.
La vita è troppo importante per essere insignificante.

 

 

 

..

 

 
 
 

Sì.

Post n°21 pubblicato il 10 Maggio 2012 da cheri.marie

 

.

Ci sono occhi in cui vale la pena perdersi.

Sono quelli che non si saziano mai.

Sono quelli che brillano come se avessero di fronte

a loro la cosa più bella del mondo

 Sono quelli che ti emozionano così tanto da farti tremare.

Sono quelli che riescono a farti arrossire.

Sono quelli che ti spogliano di tutti i vestiti e di tutte le maschere.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sono gli unici Occhi che voglio guardare...

 
 
 

Di fronte al mare la felicità è un’idea semplice.

Post n°20 pubblicato il 07 Aprile 2012 da cheri.marie

.

.

Farsi primavera

significa accettare il rischio dell'inverno.

Farsi presenza

significa accettare il rischio dell'assenza.

.

.

.

 

 

 
 
 

Primavera..

Post n°19 pubblicato il 22 Marzo 2012 da cheri.marie

.

.

.

.

"L’odore dell'erba appena tagliata
lo sguardo di un uomo che ti chiede di restare
l’acqua quando hai sete
arrivare a casa e togliersi le scarpe
il rumore della caffettiera quando stai per partire
il cambio degli armadi quando arriva il caldo
il silenzio di chi non vuol dire
il silenzio di due che non hanno bisogno di parlare
addormentarsi sul divano
la voce che riconosci dall’altra stanza
il venticello di quando apri due finestre
il sasso che cade nel lago
baciarsi follemente dentro un bar affollato
e sentirsi irrimediabilmente maleducati
il tuo cane che gira la testa a un rumore strano
gridare quando sei incazzato
la paura di toccare qualcosa quando ti sei appena messa lo smalto
sudare mentre giochi con il pallone
la pioggia mentre fai l’amore
saltare una pozzanghera
la malinconia soddisfatta di quando
finisci di leggere un libro che ti ha cambiato
la paura di perdere tutto
la paura di avere troppo
vedere un ragno nell’angolo del bagno
la pausa del tuo corpo quando vai sulla bilancia
piangere dal ridere…piangere
il pulsante tondo dell’ascensore
l’attesa di una telefonata importante
il riflesso del tuo viso nei miei occhiali da sole
il bisogno intrinseco di scappare
tornare dopo un lungo viaggio
la muffa nella marmellata in frigo
l’odore delle All-Star di quando eri bambino
un abbraccio consolatore
uno schiaffo chiarificatore.
Un addio detto per ferire."

 

.

.

 
 
 
Successivi »