Creato da De.temps.pour.Elle il 29/09/2011

Crazyforwoolandfood

ingannando il tempo cucinando, gomitolando tra un racconto d'autore

 

 

La vera storia di Halloween

Post n°31 pubblicato il 28 Ottobre 2011 da De.temps.pour.Elle

 

La vera storia di Halloween

 

Il popolo dei Celti, che viveva in Irlanda, alla fine di ottobre celebrava l'arrivo dell'inverno con una festa chiamata "All Hallow even", cioè la vigilia di tutti i Santi. Si accendevano fuochi attorno ai quali tutti danzavano, indossando maschere per spaventare le streghe.
In ricordo di quell'antica festa, ancora oggi si festeggia Halloween la notte del 31 ottobre; in questa notte i bambini solitamente si mascherano e bussano alle porte delle case, dicendo: "Trick or treat", cioè "dolcetto o scherzetto". Chi apre la porta offre loro biscotti e caramelle.
Il giorno dopo Halloween è Ognissanti, cioè la festa di tutti i Santi. Simbolo di Halloween sono le zucche con dentro una candela: la loro luce serve a tenere lontani gli spiriti della notte.

 (fonte : Filastrocche.it)

 
 
 

Nevica fitto e fa freddo

Post n°30 pubblicato il 22 Ottobre 2011 da De.temps.pour.Elle

Nevica fitto e fa freddo; sosto un attimo sullo scalino del portone per guardare la piazzetta medioevale con i suoi edifici di mattoni rossi anneriti trasformarsi in un bianco paese delle fate. Così decido di godermi la nevicata e di passare attraverso il parco per tornare a casa, anche se così facendo allungo la strada.  Cammino a capo scoperto, senza ombrello, lasciando che i fiocchi mi bagnino il viso; ad un certo punto non so resistere alla tentazione di uscire dal viale e inoltrarmi in un boschetto, per fare palle di neve da tirare ad un povero fauno annerito dagli anni e dalle intemperie. Cammino a capo scoperto, senza ombrello, lasciando che i fiocchi mi bagnino il viso; ad un certo punto non so resistere alla tentazione di uscire dal viale e inoltrarmi in un boschetto, per fare palle di neve da tirare ad un povero fauno annerito dagli anni e dalle intemperie. Due ragazzini mi notano, si mettono a ridere e iniziano a bombardarmi. Mai divertita tanto fino a che cediamo le armi, io malconcia più di loro, con la neve fin dentro i pantaloni e infreddolita. Penso al mio appartamento caldo, non lontano da lì, e al bagno bollente in cui mi immergerò.
Ora sento la stanchezza di una giornata iperattiva, in cui, come al solito, mi son nutrita in fretta, male e poco. Con le ultime energie mi avvio quasi di corsa verso casa. Apro la porta e accendo tutte le luci, ormai è quasi notte. Guardo la segreteria, mentre scalciando tolgo gli stivali: ci sono otto messaggi. Ho tenuto il cellulare spento, quindi sicuramente mi hai chiamato anche tu.
Stasera non ho voglia di te; stranamente la medicina solita, il sesso, che sei tanto abile a somministrarmi, non mi attira.  Tu mi fai l'amore per interrompere i silenzi che a volte tra noi pesano come macigni. E io stasera, sarà la stanchezza, sarà la neve, voglio restare sola, per lasciare che i pensieri se ne vadano per conto loro, dentro una vasca d'acqua profumata e bollente. Stacco i telefoni, mi spoglio nel solito caos, indosso un accappatoio morbido e caldo, e inizio a prepararmi il bagno ristoratore: aggiungo un'essenza di rose, quella che ho portato dalla Turchia insieme a molte altre, oleose e intense. Vado nello studio, prendo il portatile, lo sistemo su una piccola scrivania vicina alla porta del bagno e mi collego: aspetto una mail , quella dell'uomo che a differenza di te non vedo mai; è a letto con l'influenza e questo gli permette di scrivermi più spesso, ma ora... nulla. Delusa, lascio il portatile acceso con il programma di posta aperto, che mi avvisasse ci sono novità. Mi guardo allo specchio, nel denso vapore della stanza: sto dimagrendo, se continua così i miei seni invece di guardare all'insù presto volgeranno malinconicamente lo sguardo verso terra.  Ricordarsi: studiare una dieta ipercalorica, una volta tanto prendersi cura del mio corpo. Entro nell'acqua e mi stendo con un sospiro di beatitudine. Intanto dai vetri della finestra riesco ancora a vedere, nonostante il vapore, la neve cadere fitta…  Il sapone liquido e morbido mi avvolge, il profumo di mirra mi rende languida, il calore dell'acqua chiede e offre piacere… Chiudo gli occhi, appoggiando la testa all'indietro sul bordo della vasca e lascio che le mani vaghino sul mio corpo con indolente lentezza. ...dai capezzoli al ventre fino al sesso… E lì si fermano, per accarezzare e premere, mentre nella mia mente si accavallano immagini diverse, sfocate, non penso a nessun uomo o donna in particolare… All'improvviso apro gli occhi con le membra contratte nell'attesa del piacere e le gocce di vapore sulle piastrelle mi paiono fiocchi di neve; così nell'attimo prima dell'orgasmo la schiuma che mi avvolge è neve, ci sono immersa, in tutto quel bianco… E finalmente una grande pace mi avvolge, rilasciando i muscoli e la tensione accumulata durante la giornata, che neppure la battaglia con i ragazzini ha saputo annullare.
Ora mi accorgo di scivolare in un piacevole dormiveglia, mentre la realtà si allontana sempre di più...ma perché non scrivi, sapessi che voglia ho di te, le tue parole attraverso la tastiera sono carezze, se fossi qui sapresti come stringermi, baciarmi, toccarmi, coccolarmi, farmi l'amore, ma perché… Alcune volte so perché sono qui: ho un appuntamento con l'uomo che aspetto da sempre; ma so anche che è pochissimo il tempo che ci è concesso per stare insieme.

Lui ha giurato fedeltà ad un'altra donna

( fonte:onirica)

 
 
 

Post serio: Autoinganni

Post n°29 pubblicato il 21 Ottobre 2011 da De.temps.pour.Elle

 

 

Forse l'autoinganno più funesto è rappresentato dal trasformare le cose nella nostra percezione sulla base delle nostre necessità o dei nostri desideri.Ovvero, quando le persone hanno un disperato bisogno, riescono a trasformare in quello che vogliono ciò che non è come vogliono.

G. Nardone

 
 
 

Sebben che siamo blogger

Post n°28 pubblicato il 20 Ottobre 2011 da De.temps.pour.Elle

Sebben che siamo blogger
paura non abbiamo
per amor dei nostri post
per amor dei nostri post
sebben che siamo blogger
paura non abbiamo
per amor dei nostri post
in rilevanza ci mettiamo

A oilì oilì oilà e la home page crescerà
e noialtri blogger, e noialtri blogger
a oilì oilì oilà e la home page crescerà
e noialtri blogger  vogliam la sudditanza

E la sudditanza non viene
perché non c′è  l’unione
blogger  col  l'amministratore
blogger col l'amministratore
e la sudditanza non viene
perché non c’è l’unione
blogger col l'amministratore
son tutti da bannar

A oilì oilì oilà e la home page crescerà
e noialtri blogger , e blogger
a oilì oilì oilà e la home page crescerà
e noialtri blogger  vogliam la sudditanza

Sebben che siamo blogger
Paura non abbiamo
abbiam delle belle buone classifiche
abbiam delle belle buone classifiche
sebben che siamo blogger
paura non abbiamo
abbiam delle belle buone classiifche
e ben ci posizioniamo.

A oilì oilì oilà e la home page crescerà
e noialtri blogger e noialtri blogger
a oilì oilì oilà e la home page crescerà
e noialtri  blogger vogliam la sudditanza

E voialtri amministratori
che ci avete tanto potere
abbassate le stellette
abbassate le stellette
e voialtri amministratori
che ci avete tanto potere
abbassate le stellette
e aumentate le bannature

A oilì oilì oilà e la home page crescerà
e noialtri blogger e noialtri blogger
a oilì oilì oilà e la home page crescerà
e noialtri  blogger vogliam la sudditanza

 
 
 

Post serio : la menzogna

Post n°27 pubblicato il 19 Ottobre 2011 da De.temps.pour.Elle

 

Affermare che la Verità oggettiva non esiste e che ogni individuo è portatore della propria verità comporta, come ovvia conseguenza, negare l’esistenza del suo contrario ossia la menzogna, poiché se ogni “parto della fantasia umana” può assurgere a verità incontrastata,  specie se supportata da un congruo numero di complici o da prove preconfezionate, chiunque, per motivi di convenienza, può spacciarsi per Napoleone reincarnato, senza passare per un impostore. Infatti, tra i sostenitori di tale tesi si schierano i più “accaniti” bugiardi, ben consapevoli della capacità potenzialmente distruttiva, anche, della più semplice menzogna !!!

 La Verità è sempre unica ed oggettiva e,  anche quando si vuole cancellarla con menzogne o con l’oblio della memoria, lascia sempre delle tracce, che, se ricercate “scavando” nel passato, prima o poi emergeranno, smascherando gli impostori. Spesso capita che eventi che hanno interessato più persone siano raccontati in maniera diversa. Se due amici sono stati compagni di viaggio e uno dei due racconta condizioni metereologiche splendide, mentre l’altro narra pioggia e vento, non v’è dubbio che uno dei due mente e l’altro è sincero. Chi mente senza un’apparente giustificazione è sempre in “mala fede” poiché ribalta lo stato dei fatti, con l’intento di far passare chi dichiara la verità per bugiardo e di insinuare dubbi sull’altrui salute psichica, al fine di screditarne l’immagine e la credibilità. E allorquando fosse inchiodato da prove schiaccianti, sarà pronto a replicare “angelicamente” e a propria difesa che un errato ricordo non è poi così grave da giustificare tanta polemica, accusando l’altro di eccessiva diffidenza, ben sapendo che nessuno può “leggere” nella mente le altrui intenzioni.  Un fatto accaduto o si ricorda o non si ricorda: non credo alla memoria distorta, perché ho “sempre” potuto constatare che la memoria degli esseri umani sulle buone azioni compiute e su quelle brutte ricevute non fa mai cilecca!!!...


    Ancora più “insidiosa” è una menzogna proferita col sostegno di terzi, che può creare una rete di complicità, ove nessuno si potrà più permettere una smentita neanche su falsità successive, salvo pena di ovvie conseguenze. Se più persone “ricordano” uno stesso viaggio trascorso con un cielo sereno, ciò non significa che, sicuramente, la menzogna si trova dalla parte dell’uno o dei pochi che affermano di aver viaggiato con tempesta; infatti, se così fosse, la verità diventerebbe la tesi sostenuta da una maggioranza di persone e che, pertanto,  parole menzognere proferite da più individui potrebbero costruire una verità, falsificando la realtà. Ma la menzogna può distruggere la Verità? No! La Verità non si può falsificare in quanto regna indistruttibile e incontaminata nell’animo delle persone e lascia sempre delle  tracce, che non potranno mai essere totalmente distrutte da chi ha interesse a non farle trovare. Ad esempio, prima o poi, potrebbero sbucare delle foto di un turista giapponese che, trovandosi nello stesso luogo visitato dai viaggiatori, in analogo periodo, ha immortalato le condizioni metereologiche effettive.  E’ pur vero che tutto ciò che appare si può falsificare ed ha bisogno di riscontri, ma è altrettanto vero che si può mentire agli altri, ma non a se stessi: la persona falsa mente sapendo di mentire!!!..  Le parole possono essere menzognere, la realtà artatamente costruita può essere falsa, ma ogni individuo a conoscenza dei fatti accaduti, “all’interno” di se stesso sa bene quale sia la verità, a prescindere dalla tesi che sostiene, vera o falsa che sia.

     E se chi afferma di essere Napoleone si cala così tanto nel personaggio rappresentato, finendo col credere di esserlo veramente, mentendo persino a se stesso, costui non è più un bugiardo ma è diventato uno schizofrenico malato mentale!!!…

    La menzogna, anche quella innocente di un bambino a giustificazione di una marachella,  provoca la distruzione del fondamento su cui si reggono i rapporti umani soddisfacenti, ossia la fiducia, che nasce attraverso la conoscenza di una persona, i cui comportamenti nel tempo suggeriscono la possibilità di una fiducia ben riposta. Della persona di cui ti fidi non metteresti mai in dubbio la sua parola, non hai bisogno di alcuna firma su nulla, non hai bisogno di alcun giuramento per avere la certezza che il suo dire coincide col suo pensiero, per essere sicuri che “bocca” e “mente” viaggiano insieme e che ogni promessa sarà mantenuta. Ma cosa succede quando scopri la menzogna? Ti senti tradito, pugnalato alle spalle e, qualunque sia il motivo che ha spinto la persona a mentire, difficilmente si riacquista fiducia nell’altro. Le bugie sono sempre potenzialmente distruttive, perché sono il pilastro su cui si reggono calunnie e diffamazioni, con cui è possibile “uccidere socialmente” una persona, senza l’utilizzo di armi. Ed è per questo che coloro che credono nei valori dell’Onestà e della Giustizia dovrebbero avere quale imperativo morale la ricerca della Verità, consapevoli che di ogni fatto accaduto rimangono tracce nello “spazio” e l’interesse a distruggerle per non farla  emergere è di chi “naviga” nelle menzogne!!!

( Fonte: Lasirena)

 
 
 
Successivi »
 

EMOZIONATA E COMMOSSA

Sono scossa ed eccitata . Anche qui, nel mio modesto ma socialmente utile blog da edicolante, presenze poco misteriose un secondo dopo aver scritto un post si palesano. E’ entusiasmante avere con sé sempre qualche convinzione, di quelle che non ti lasceranno  mai. AMEN!

 

LE CLASSIFICHE:CLASSIFICA ARTICOLI E PAGINE

Io non amo le classifiche, la home page. Non sono interessata alle rilevanze, ai numeri degli altri ma ai miei si! Quindi mi sono fatta una classifica ad personam ( lo scrivo in latino per sembrare più acculturata) del mio blog più bello del web.

 

IL POST CON I COMMENTI PIÙ BELLI

IL POST PIÙ ISTRUTTIVO

IL POST PIÙ COMMENTATO

IL POST CON LA FOTO PIÙ BELLA

IL POST PIU CLICCATO

IL POST PIÙ DIVERTENTE

"Ogni riferimento a persone,cose, avvenimenti è puramente casuale, tutto quello postato e scritto nei commenti non ha nessun riferimento ad avvenimenti  o a persone reali "

 

 

web stats

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ULTIME VISITE AL BLOG

comidasyu205m_morganneltuomondorosariascarlatofriulana86danielegrrtiziano.gallinaroStolen_wordsGiancarloMGraziapierluigicicerobarbara_gretascuolaelementaredeamermes1970siriastellare
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 1
 

ULTIMI COMMENTI

hello?ween......
Inviato da: zimar0
il 02/11/2011 alle 17:46
 
deetta non me ne parlare...casa mia già comincia ad esser...
Inviato da: controgliabusideired
il 28/10/2011 alle 14:14
 
ispiratissima..colei che la copiò:DDDDD
Inviato da: De.temps.pour.Elle
il 28/10/2011 alle 13:19
 
Buongiorno mio buon Zimaro torno ora da un periodo di...
Inviato da: De.temps.pour.Elle
il 28/10/2011 alle 13:19
 
buongiorno Detta
Inviato da: zimar0
il 26/10/2011 alle 11:10
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom