Creato da grigiopellegrino74 il 15/12/2005

Criticando

Il blog dove la critica è beneaccetta

 

 

« Manifesto contro la democraziaRealtà fantastica, fanta... »

Fantascienza

Post n°65 pubblicato il 31 Ottobre 2006 da ninograg1
 
Tag: Libri
Foto di grigiopellegrino74

J. Christopher
Inverno senza fine

Genere poco valutato, in Italia forse perchè siamo capaci d'inventarceli da soli i romanzi, la fantascienza, all'estero è uno di quei must che danno lustro alle biblioteche, annovera dei veri talenti letterari che, in qualunque campo si fossero cimentati sarebbero comunque emersi. Fra i Maestri del genere annoveriamo John Christopher che insieme ad altri ha contribuito, e non poco, a dare spessore al genere portandola "oltre" (è proprio il caso di dirlo) quello che era la sua arena classica ovvero il romanzo/immagine di improbabili scenari futuri (che servivano in origine a far evadere l'uomo comune, tipicamente americano, dalla dura realtà quotidiana), mentre con autori come il Nostro esso "atterrava" nella quotidianità e nell'orizzonte degli eventi dei lettori. Al di là della trama che tratta di una glaciazione che investe le due parti del globo al di là dei tropici, annientando la civiltà così come la conosciamo, l'Autore tratteggia i ritratti psicologici dei personaggi con grande maestria definendone i caratteri in maniera tale che rimangono impressi e chi legge in un certo senso "partecipa" di essi e con essi delle vicende ivi vissute. A differenza della fantascienza americana (dove il cataclisma era soprattutto conseguenza di guerre nucleari, tipico della mentalità di quelle latitudini) Christopher, che è inglese, si concentra sulle variabili ambientali del genere da un lato tratteggiandole (ve le fa vedere) dall'altro non facendone l'oggetto principale del racconto e dilungandosi su di esse più del necessario. A volerlo leggere sociologicamente il romanzo è anche una dura critica all'idea, tutta occidentale, della superiorità della ns civiltà "bianca" rispetto alle altre, tant'è che nel romanzo gli antichi padroni coloniali si trovano a dover dipendere dall'ospitalità proprio dei popoli (non occidentali) che una volta dominavano e che ora, salvo il primo approccio, si dimostrano più maturi. Molto attuale.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

ULTIME VISITE AL BLOG

paiurgoilgrouchoedith.wraggiodisole01magdalene57dancar6psicologiaforensegrigiopellegrino74kiff1mamipulalucignolo_fumantePHOUINTHOimmalan11vera.did
 

ULTIMI COMMENTI

Auguri,Mara
Inviato da: mara2003
il 24/12/2008 alle 12:33
 
La scienza è l'unico dogma ammesso dalla tv. Perciò...
Inviato da: eticamedia
il 29/04/2008 alle 20:27
 
ti auguro di passare un giovedì fatato smakkateeeee ^--^
Inviato da: la_fata_di_roma
il 21/02/2008 alle 19:19
 
Un giusto processo per Carlo Parlanti! Partecipa...
Inviato da: carlo_free
il 28/09/2007 alle 06:17
 
auguri per una Pasqua di serenità, Mara
Inviato da: mara2003
il 07/04/2007 alle 20:17
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom