Area personale

 

Ultime visite al Blog

Mm13franci960lisistratajvwalter1982xyzm_mickibobbyfsh2007marnie1964lo_snorkiing.pisanogieffe_33WANDA_V_Rantropoeticopepe11040gesu_risortoannunz1massimilianoguardino
 
Creato da: Mm13 il 19/02/2009
Notizie - Interviste - Eventi

 

 

MILANO SOLIDALE

 

Milano: Parco Solari genitore multato per aver offerto una fetta di torta all'interno del parco

Post n°104 pubblicato il 26 Giugno 2013 da Mm13
Foto di Mm13

Siamo al paradosso. Ma è possibile che non ci sia più nemmeno la libertà di offrire una fetta di torta agli amici del proprio figlio in un parco pubblico senza dover chiedere il permesso in carta bollata?

È cronaca dell’altro giorno, un genitore è stata multato per aver festeggiato il compleanno del proprio piccolo al Parco Solari senza aver chiesto il permesso al comune.

Festa di compleanno al parco, multa di 240 euro
Un genitore avrebbe ricevuto una contravvenzione di 240 euro, mentre nei mercati si vende liberamente di tutto senza licenza sigarette comprese.

Dopo il gelato la torta, sara' che a questo sindaco non piace la dolcezza?

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

GRAZIE PAPA FRANCESCO

Post n°103 pubblicato il 28 Marzo 2013 da Mm13

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ASSOLUTA VERGOGNA A MILANO

Post n°102 pubblicato il 28 Marzo 2013 da Mm13

La violenza è la prassi, la cronaca è uno stillicidio

Schermata 03-2456380 alle 03.45.08Milano città violenta, Milano città del terrore.

Non c’è altro da aggiungere, questa è la situazione attuale del capoluogo lombardo, che ormai è diventato invivibile anche per le strade del Centro città.

La paura di tirare fuori il telefono, la paura di indossare quel gioiello di troppo, la paura di essere violentati nonostante si abbiano nel portafoglio solamente 5 euro… Eppure è questa la situazione milanese – e non solo – che ogni giorno registra un aumento notevole di criminalità.

Ma dov’è finita la sicurezza? Che fine hanno fatto tutti quei progetti volti a rafforzare la sicurezza del cittadino?

Ormai non solo si ha paura di recuperare la macchina, parcheggiata in vie nascoste, ad ore tarde della notte, ma addirittura si temono aggressioni anche nelle vie centrali, durante le ore diurne.

Schermata 03-2456380 alle 03.45.46Quindi che cosa si ha intenzione di fare?

Per darvi un semplice assaggio di ciò che ormai è all’ordine del giorno, vi mostriamo i titoli, più che sufficienti per capire, della cronaca nera milanese curati dai nostri colleghi della redazione… A voi il giudizio, a voi il parere a riguardo.

Oggi Milano Post compie dieci mesi di vita, siamo fieri di aver denunciato tutto questo, in tutto questo tempo.

Caro Sindaco, come si sente a sapere – ammesso che se ne renda conto – che nella Sua città regnano solamente violenze ed aggressioni?

Carlotta Vasoli

Schermata 03-2456380 alle 03.48.26

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Quanti italiani ancora nella rete di maghi e ciarlatani?

Post n°101 pubblicato il 23 Giugno 2012 da Mm13
Foto di Mm13

Non si può dire sicura una società in cui maghi, cartomanti, fattucchiere… possono impunemente sorprendere la buona fede di quanti attraversano momenti di difficoltà psicologica che li rendono particolarmente vulnerabili. 

 Può ritenersi sicura una società in cui una persona,  in preda ad una disperazione umanamente comprensibile per aver appreso che un congiunto è affetto da una malattia inguaribile in stato terminale, si rivolge ad un “guaritore” e viene imbrogliata? Può ritenersi sicura una società in cui una persona può essere, più o meno impunemente, minacciata di “maleficio” da maghi e fattucchiere che offrono come alternativa “liberatoria” speciali prestazioni contro pagamento di somme spesso considerevoli? Può ritenersi sicura una società in cui proliferano sette che insidiano i giovani con lusinghiere magiche promesse di “realizzazione” che spesso minano l’equilibrio psichico e l’integrità morale?

La cronaca ci pone davanti ogni giorno, con sempre maggiore frequenza, comportamenti abnormi che affondano le radici nel culto del cosiddetto “paranormale”. L’approccio più logico al problema è quello della ricerca seria ed intelligente delle cause e degli strumenti più idonei per eliminarle, o almeno ridurne le nefaste conseguenze. Quello dell’occulto è un mondo di cui chi scrive ha una personale conoscenza per averlo “praticato” da dietro il tavolo al quale si siedono i “clienti” e per averlo, poi, non senza rischi e fatica, abbandonato avvertendone l’atmosfera satura di energie negative. Constatando come, purtroppo, alcuni operatori dell’occulto operino in modo scorretto.

Inoltre sono stato, prima ancora che operatore, anche vittima di dolorose esperienze, anonimamente riferite sotto il titolo Un bambino, le sue voci e un prete pauroso nel libro,edito da Mursia, “La ricerca parapsicologica oggi: documenti e prospettive”, del giornalista dott. Leonardo Montoli. 

La ANDACON (Associazione Nazionale Difesa e Assistenza Consumatori)  s’impegna nel realizzare iniziative informativo-formative. ad ampio raggio, traendo ispirazione dall’impegno sociale dichiarato nel suo statuto, nella convinzione che i guai del paranormale si combattono anzitutto eliminando il pericolo dell’ignoranza e della pseudocultura, alimentata da personaggi che facendo leva sulla morbosa curiosità del pubblico vanno propinando interpretazioni fasulle, o quantomeno parziali ed interessate nel solo intento di fare  audience e… quattrini. 

Ma è soprattutto la “sicurezza” dei giovani che preoccupa lo staff direttivo di  ANDACON nel constatare come spesso genitori, insegnanti e sacerdoti  incontrino notevoli difficoltà nel dare soddisfacenti e circostanziate risposte su quel mondo di “misteri” che desta il loro interesse, coinvolgendoli in una ragnatela di dubbi che finisce a volte per alterare le stesse credenze religiose. Fra le molte domande che rimangono inevase, ci sono quelle che riguardano le nuove religioni, sia di origine orientale sia quelle centinaia di movimenti religiosi diversi che proliferano oltreoceano e coinvolgono milioni di persone; sia infine la cultura esoterica e i fenomeni paranormali che accendono la fantasia dei giovani e li invitano spesso a “provare”.                                  

Giovanni Esposito

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CITTADINI ESASPERATI A MILANO

Post n°100 pubblicato il 19 Marzo 2012 da Mm13

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Azzurro Milano n° 9 nov-dic 2011

Post n°99 pubblicato il 10 Novembre 2011 da Mm13
Foto di Mm13

Puntare sui giovani

è un dovere

nell’interesse dei cittadini

che i giovani potrebbero assolvere al

servizio dei rappresentanti del partito

nei Consigli di Zona.

La mia breve esperienza nel ruolo di consigliere di Zona mi ha confermato nella convinzione, da tempo maturata, della  preziosa funzione che i giovani potrebbero assolvere al servizio dei rappresentanti del partito  nei Consigli di Zona.

Poiché i problemi delle Zone sono molti e complessi, un monitoraggio continuo, sul campo, delle singole situazioni e del loro evolversi può risultare molto utile; i giovani, opportunamente addestrati, potrebbero essere attenti rilevatori di tali problemi, raccogliendo informazioni presso i cittadini, rilevando disfunzioni eventuali, fotografando le necessità ambientali, con particolare attenzione alle realtà sociali che a volte non si manifestano con sufficiente evidenza, e non interessano le normali vie burocratiche

Questa loro attività di documentazione, per essere veramente proficua, potrebbe seguire una metodologia condivisa con i consiglieri di zona di riferimento; che potrebbero così giovarsi di una fonte di informazione dinamica, difficilmente realizzabile con i soli mezzi tradizionali. I giovani "esploratori sociali", come li potremmo chiamare, dovrebbero naturalmente seguire una metodologia di rilevazione e di segnalazione dei problemi; una metodologia che preveda l'individuazione delle cause dirette e indirette dei singoli problemi, e gli effetti negativi conseguenti,

Successivamente, assistendo alle sedute del Consiglio di Zona in cui i problemi da essi segnalati vengono discussi sotto il profilo organizzativo, tecnico, economico ed istituzionale, potrebbero fare indirettamente esperienza politica, con riferimento alla realtà in cui vivono. Infine, controllando, nuovamente sul campo,, in qualità di osservatori, lo sviluppo applicativo delle soluzioni adottate, potrebbero rendersi conto del loro impatto sociale, eventualmente anche intervistando i destinatari del provvedimento, e riferendone ai loro rappresentanti nel Consiglio di Zona.

Poiché tutti i partiti continuano a declamare la necessità di coinvolgere i giovani nella politica attiva, io credo che il modo di procedere proposto costituisca un tentativo che vale la pena di fare; avendo cura di registrare il grado effettivo di motivazione dei giovani impegnati nell'esperimento stesso, sollecitando il loro giudizio critico e i loro suggerimenti, per rendere più incisiva la loro attività.

                                                                                           Giovanni Esposito 

CONSIGLIERE  ZONA 6

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Fondo Sostegno Affitto (FSA) bando 2011 - 12^ Edizione

Post n°98 pubblicato il 05 Novembre 2011 da Mm13
Foto di Mm13

Fondo Sostegno Affitto (FSA) bando 2011 - 12^ Edizione

Entro l'11 di novembre è possibile presentare la domanda di contributo.


Con deliberazione n. 2160 del 4 agosto 2011 la Giunta regionale ha approvato i criteri del Fondo Sostegno Affitto (FSA) 2011.

Il testo completo del provvedimento è pubblicato sul Bollettino Ufficiale di Regione Lombardia (BURL) Serie Ordinaria n. 32 dell' 11 agosto 2011.

 

LE PRINCIPALI NOVITA' INTRODOTTE DAL BANDO 2011

  • Il valore massimo del canone di locazione considerato per la determinazione del contributo, è stabilito in € 7.000
  • Le spese accessorie (condominiali e di riscaldamento) non concorrono alla determinazione del contributo e pertanto non devono più essere dichiarate 
  • In presenza di un indicatore ise-fsa inferiore al canone di locazione, il valore dell' Ise-fsa assume il valore del canone di locazione dichiarato. Questa regola non viene applicata se nel corso dell' anno 2010 si è verificato uno dei seguenti eventi:

     

         - licenziamento

         - messa in mobilità

         - scadenza di contratto a termine

         - decesso del coniuge

         - separazione o divorzio.

  • Alle domande di grave difficoltà socioeconomica, vengono applicati i limiti del contributo previsti in base alla grandezza del Comune di residenza:

         - per Comuni con oltre 300.000 abitanti, € 2.300

         - per Comuni capoluogo di Provincia, per Comuni con oltre  50.000 abitanti e per Comuni ad alta tensione abitativa, € 1.900

         - per tutti gli altri Comuni, € 1.600

cui vanno aggiunte le maggiorazioni previste per famiglie numerose, famiglie composte da un solo genitore con figli minori a carico, famiglie con presenza di componenti diversamenti abili.

  • Ai cittadini non comunitari è richiesto il possesso di un permesso di soggiorno che attesti la legittimità dell'ingresso e la permanenza sul territorio nazionale.

     

 

CHI PUO' PRESENTARE DOMANDA

Possono presentare domanda i titolari di contratti di affitto, regolarmente registrati, relativi ad immobili situati in Lombardia e destinati a residenza esclusiva e abitazione principale, con un reddito isee-fsa fino a 12.911 euro, che abitano in alloggi in affitto sul libero mercato.

I richiedenti devono possedere la cittadinanza italiana o di uno Stato facente parte dell'Unione Europea o di un altro Stato non comunitario, purchè legittimati all'ingresso e alla permanenza in Italia.

 

DOVE PRESENTARE LA DOMANDA 

La domanda deve essere presentata al Comune di residenza dove è attivo lo Sportello Affitto oppure presso i Centri Autorizzati di Assistenza Fiscale (CAAF) convenzionati con Regione Lombardia. 

 

QUANDO PRESENTARE DOMANDA

Sarà possibile presentare domanda dal 15 settembre 2011 all' 11 novembre 2011 compreso.

 

Referenti

Antonio Carofaniello

antonio_carofaniello@regione.lombardia.it

Tel. 02 6765.4426

Roberto Nebuloni

roberto_nebuloni@regione.lombardia.it

Tel. 02 6765.2866

Laura Berardino

laura_berardino@regione.lombardia.it 

Tel. 02 6765.2726

Emanuele Busconi

emanuele_busconi@regione.lombardia.it

Tel. 02 6765. 2878

 

TIPOLOGIA:Agevolazioni
SCADENZA:Temporale
DATA DI PUBBLICAZIONE:08-08-2011
DATA CHIUSURA:11-11-2011

 

Allegati li troverete qui:

http://www.regione.lombardia.it/cs/Satellite?c=Attivita&childpagename=HomeSPRL%2FWrapperBandiLayout&cid=1213450155266&p=1213450155266&packedargs=locale%3D1194453881584%26menu-to-render%3D1213301212544&pagename=HMSPRLWrapper&tipologia=Agevolazioni

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Convocazione Consiglio 27 ottobre 2011

Post n°97 pubblicato il 22 Ottobre 2011 da Mm13
Foto di Mm13

 

 

Milano, 21 ottobre 2011

 

 

 

 

 

 

- AI CONSIGLIERI DI ZONA

- AL SINDACO

- ALL’ASSESSORE ALLE AREE CITTADINE

  E CONSIGLI DI ZONA

- AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

  COMUNALE

- AL DIRETTORE CENTRALE AREE

  CITTADINE E CONSIGLI DI ZONA

 

  LORO SEDI

 

 

Oggetto: Avviso di convocazione

 

Con la presente Le comunico che, a norma dell’art. 7 del Regolamento del Decentramento Territoriale, il Consiglio di Zona 6 è convocato, con carattere d’urgenza, per  GIOVEDI’ 27 OTTOBRE 2011 dalle ore 19.00 alle ore 21.00, in Iª convocazione ed in mancanza del numero legale, anche se si verificasse nel corso della seduta, LUNEDI’ 31 OTTOBRE 2011  dalle ore 18.00 alle ore 19.00  in 2ª convocazione, presso la sala “Renzo Ornella” del Centro Civico di V.le Legioni Romane, 54, per la trattazione del seguente ordine del giorno:

 

1)       Approvazione verbali sedute precedenti

2)       Approvazione di patrocini e iniziative – Immediatamente eseguibile

3)       Approvazione di modifiche al Regolamento di Seicentro - Immediatamente eseguibile

4)       Contributi Centri Estivi 2011. Presa d’atto dei finanziamenti assegnati

5)       Gite e visite culturali – indirizzi per l’anno scolastico 2011/2012 - Immediatamente eseguibile

6)       Concessione ad uso gratuito di spazi all’associazione “La Cicogna” -  

          Immediatamente eseguibile

7)       Indirizzi e partecipazione al progetto “Filiere agroalimentari sostenibili e

          comunita’ locali” del Parco Agricolo Sud

8)       Parere rimozione strutture gioco in piazza Frattini

  

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Satellite verso Terra, pezzi forse su Italia

Post n°96 pubblicato il 22 Settembre 2011 da Mm13
Foto di Mm13

Impatto venerdi', brucera' a contatto atmosfera ma sono previsti alcuni detriti

Alcuni componenti del vecchio satellite della Nasa che dovrebbe rientrare nell'atmosfera terrestre nei prossimi giorni, potrebbero finire sull'Italia. E' uno degli scenari, secondo da quanto di apprende da fonti qualificate, che in queste ore si stanno delineando nelle simulazioni effettuate dalle agenzie spaziali. Per analizzare questi scenari e mettere a punto gli eventuali interventi che potrebbero coinvolgere il sistema di Protezione civile, il capo del Dipartimento, Franco Gabrielli, ha convocato per domani mattina una riunione del comitato operativo d'intesa con l'Asi, l'Agenzia spaziale italiana.

E' previsto per venerdì 23 l'impatto che porterà a bruciare nell'atmosfera il vecchio satellite della Nasa Uars (Upper Atmosphere Research Satellite), per lo studio dell'atmosfera. Non ci sara' nessun pericolo per la Terra: soltanto un'esplosione spettacolare, al punto che sarà possibile vederla anche durante il giorno. Le variazioni nella luminosita', rilevano gli esperti, sarebbero infatti così rapide e importanti da essere visibili molto facilmente a occhio nudo.

Secondo le previsioni della Nasa è probabile che il satellite Uars non sarà totalmente distrutto nell'impatto, ma almeno 26 frammenti potenzialmente pericolosi potrebbero disperdersi nel raggio di circa 600 chilometri. Il rischio che possano esserci danni per gli esseri umani è pari a 1 su 3.200. Grande quanto un autobus, il satellite era in orbita da 20 anni per raccogliere dati sulla fascia di ozono che protegge la Terra dai raggi ultravioletti. La sua caduta è probabilmente la conseguenza dell'impatto con i detriti di un altro satellite, avvenuto pochi anni fa.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »

Agenda

  • Commissioni

    Mercoledì 11 dicembre 2013
    alle ore 9,30 e 16,00
    149° e 150° seduta pubblica

     

    http://webtv.senato.it/
  •  

     

    Cerca in questo Blog

      Trova
     
     
    RSS (Really simple syndication) Feed Atom
     

     

     

    Bandi e Concorsi